Mercoledi, Apr 25th

Last update03:46:44 PM

agra press Prime Pagine

DE CASTRO, PE SEMPRE A FIANCO DEI GIOVANI AGRICOLTORI. HOGAN SEGUA ESEMPIO DELL'ISMEA

"il parlamento europeo e', e sara' sempre, al fianco dei giovani agricoltori per i quali il lavoro della terra rappresenta la promessa di un futuro; cosi' dopo l'omnibus che raddoppia gli aiuti ai giovani e il periodo per beneficiarne, chiediamo al commissario europeo all'agricoltura phil HOGAN di andare oltre con la futura pac sull'esempio dell'ismea, che ha appena messo a disposizione 70 milioni di euro per facilitare l'insediamento dei giovani agricoltori nel mondo produttivo", afferma il vicepresidente della commissione agricoltura del parlamento europeo paolo DE CASTRO, che informa di aver sostenuto il via libera, con 33 voti favorevoli e 2 contrari, alla relazione del deputato nicola CAPUTO (s&d) sull'attuazione degli strumenti per i giovani agricoltori nell'ue dopo la riforma pac del 2013. "con la relazione - spiega DE CASTRO - incitiamo le istituzioni europee a continuare il sostegno ai giovani portando il livello massimo di finanziamento oltre l'attuale 2%". "del resto, il numero di domande dei giovavi per entrare nel mondo produttivo ha superato in alcuni stati membri il valore degli insediamenti totali previsti 2020", continua DE CASTRO. "l'accesso alla terra e' tra i principali ostacoli per i giovani agricoltori. in europa c'e' bisogno di 'banche della terra' come esiste gia' in italia, di creare incentivi per gli anziani agricoltori per passare la mano ai piu' giovani, di eliminare ostacoli all'accesso al capitale, alla mancanza di capacita' imprenditoriali, ai piani di successione insufficienti", conclude.

 

(24 aprile 2018) (riproduzione riservata)

COMMISSIONE UE, RAGGIUNTO ACCORDO UE-MESSICO. I BENEFICI MAGGIORI PER POLLAME, FORMAGGI, PASTA E CARNE DI MAIALE

"dopo diversi mesi di trattative intense, l'unione europea e il messico hanno raggiunto un accordo di principio per il commercio e gli investimenti", grazie al quale l'ue e il messico eliminano numerosi ostacoli agli scambi e "si accordano per un commercio aperto, equo e basato sulle regole", rende noto la commissione europea, evidenziando che "pollame, formaggi, cioccolato, pasta e carne di maiale" saranno tra i settori agricoli a trarre i maggiori benefici dall'accordo. "i nostri negoziatori continueranno ora il loro lavoro per risolvere i rimanenti problemi tecnici e finalizzare il testo legale dell'accordo, in modo che i nostri cittadini e le imprese possano iniziare a beneficiarne quanto prima", affermano in una nota congiunta i commissari europei al commercio cecilia MALMSTROM e all'agricoltura phil HOGAN e il segretario all'economia del messico guajardo VILLARREAL. secondo HOGAN, si tratta di un accordo "molto positivo per il settore agroalimentare, che crea nuove opportunita' di export per i nostri prodotti, portando di conseguenza piu' posti di lavoro e maggiore crescita, in particolare nelle zone rurali". maggiori dettagli su https://goo.gl/HEa4sM e su https://goo.gl/ZqQfHc. (ab)

 

(23 aprile 2018) (riproduzione riservata)

A FIRENZE INAUGURATO 265° ANNO ACCADEMICO DEI GEORGOFILI. PROLUSIONE DI LUIGI CREMONINI

si e' svolta a palazzo vecchio, a firenze, la cerimonia di inaugurazione del 265° anno accademico dei georgofili con il saluto del sindaco di firenze dario NARDELLA, la relazione del presidente, il professor pietro PICCAROLO e la prolusione del cavaliere del lavoro luigi CREMONINI, presidente dell'omonimo gruppo e di inalca su "prospettive dei rapporti tra agricoltura e agroindustria". sono stati poi consegnati i diplomi ai nuovi accademici emeriti, ordinari, corrispondenti stranieri e onorari e premiati i vincitori "antico fattore", "donato matassino", "prosperitati publicae augendae". NARDELLA ha ricordato con parole di grande spessore il presidente dell'accademia giampiero MARACCHI, recentemente scomparso, ed ha sottolineato il ruolo dei georgofili per la cultura civica, per firenze e per l'agricoltura. "tutto e' legato, rurale e urbano sono legati", ha concluso il sindaco. il professor PICCAROLO ha ripercorso le tappe essenziali dell'attivita' dell'accademia nel 2017 ricordando l'instancabile attivismo del professor MARACCHI e soffermandosi sui temi del futuro della meccanizzazione. il cavalier CREMONINI ha narrato la sua storia imprenditoriale incentrata da subito su una visione europea e mondiale dell'attivita' e sul valore strategico della filiera. CREMONINI, che ha ricevuto il diploma di accademico onorario, ha fatto molto aperture verso le organizzazioni agricole ed ha concluso dicendo: "senza agricoltura, senza allevatori non sarei qui. coldiretti sta facendo un'opera gigantesca per il made in italy sulle tavole degli italiani". presenti, fra gli altri, insieme alle autorita' civili, militari e religiose, roberto MONCALVO, presidente coldiretti; dino SCANAVINO, presidente cia; franco VERRASCINA, presidente copagri; giuseppe PISCOPO, direttore legacoopagroalimentare; antonio PARLATO, presidente crea; roberto NOCENTINI, presidente aia; susanna CENNI, parlamentare pd; paolo CARNEMOLLA, presidente federbio; andrea SISTI presidente conaf. maggiori dettagli su https://goo.gl/7LYY1h

 

(20 aprile 2018)(riproduzione riservata)