Lunedi, Giu 24th

Last update05:55:39 PM

agra press Prime Pagine

PROGRAMMA EDITORIALE 2019

di Letizia Martirano

Cari Lettori,

Agrapress compie nel 2019 cinquantasette anni e, anche quest’anno, continuera’ a mantenere una rotta mediana lasciando che la linea editoriale la diano anche gli abbonati con le loro idee e esigenze; i loro obiettivi e propositi. Così facendo Agrapress cercherà di assicurare a chi si occupa di agricoltura, agroalimentare e pesca una sobria cronaca quotidiana di ciò che avviene in Italia, in Europa e nel mondo, dentro e fuori le istituzioni, impegnandosi a dar loro modo di godere ogni giorno di un’area confort, grazie alla quale, volendo, poter riflettere, trarre conclusioni e decidere.

In una fase storica in cui la verità viene considerata una questione di secondaria importanza, è facile indulgere nella convinzione che sia possibile non cambiare alcunché cambiando tutto.

Così non e’. Agrapress non vuole cambiare a tutti i costi alcunché, se non il superfluo. Semmai si industrierà per aggiungere, ogni giorno, qualcosa di più funzionale ai suoi tradizionali servizi.

Nel campo dell’informazione l’onesta’ intellettuale e’ riconoscere, per contenerlo, il rischio di essere schiavi della banalità prima ancora che di un padrone e questo rischio Agrapress cercherà di correrlo il meno possibile. 

E, a proposito di padroni, Agrapress e orgogliosa di averne molti: sono i propri abbonati che anche per quest’anno hanno confermato la propria fiducia nel piccolo vascello che si muove tra navi e sommergibili. A tutti loro un grazie di cuore.

IL 2 LUGLIO SI INSEDIA IL NUOVO PARLAMENTO EUROPEO; ECCO TUTTI GLI ADEMPIMENTI

comincera' il 2 luglio alle 10:00 a strasburgo la nuova legislatura del parlamento europeo, con la prima riunione della SESSIONE PLENARIA. prima di cio', devono essere formati i GRUPPI PARLAMENTARI, costituiti da almeno 25 eurodeputati eletti in almeno sette stati membri, e la data ultima per notificare la creazione di un gruppo e' il 24 giugno. la prima plenaria, presieduta dal presidente uscente antonio TAJANI, sara' dedicata all'elezione del nuovo presidente, con un mandato di due anni e mezzo. puo' candidarsi ogni deputato appoggiato da un gruppo politico o da almeno 38 deputati e al primo scrutinio, secondo o terzo scrutinio sara' eletto chi raccoglie la MAGGIORANZA ASSOLUTA dei voti, ovvero 376 suffragi. alla quarta votazione i due candidati piu' votati nell'ultimo turno si confronteranno e sara' sufficiente la MAGGIORANZA SEMPLICE dei presenti. il presidente eletto presiedera' da subito il resto della sessione in cui si eleggeranno i 14 VICEPRESIDENTI E 5 QUESTORI, sempre a maggioranza assoluta o a maggioranza semplice qualora non siano sufficienti tre turni di votazioni. nella prima plenaria il parlamento europeo dovra' decidere anche il numero dei COMPONENTI DI OGNI COMMISSIONE, sulla base delle proposte inviate dai gruppi politici e votate dalla conferenza dei presidenti, organo formato dai portavoce dei diversi gruppi politici e dal presidente del parlamento. la settimana successiva alla prima plenaria le COMMISSIONI PARLAMENTARI si riuniranno a bruxelles per eleggere i propri presidenti e vicepresidenti, sempre con un mandato di due anni e mezzo. la seconda plenaria della legislatura, che si terra' dal 15 al 18 luglio, sara' la prima occasione per nominare il PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA, che deve essere eletto a MAGGIORANZA ASSOLUTA DAL PARLAMENTO. gli stati membri, riuniti nel CONSIGLIO EUROPEO, devono proporre un candidato decidendo a maggioranza qualificata e tenendo conto dei risultati delle elezioni europee. se il candidato proposto non raccoglie il sostegno del parlamento il consiglio deve proporre un nuovo candidato entro un mese. per l'ELEZIONE DEI COMMISSARI, il consiglio in accordo con il presidente della commissione predispone un elenco di candidati, uno per ogni stato membro. questi candidati devono presentarsi dinanzi alle varie commissioni parlamentari delle audizioni, in base alle competenze previste per ciascuno, che si terranno presumibilmente ad ottobre. ogni commissione si riunisce poi per elaborare una valutazione delle competenze del candidato, da trasmettere al presidente del parlamento. L'INTERA COMMISSIONE, INCLUSI IL PRESIDENTE E L'ALTO RAPPRESENTANTE DELL'UNIONE PER GLI AFFARI ESTERI E LA POLITICA DI SICUREZZA DEVONO ESSERE APPROVATI DAL PARLAMENTO EUROPEO. una volta che questo accade, il consiglio li nomina ufficialmente, deliberando a maggioranza qualificata.

 

(21 giugno 2019)(riproduzione riservata)

ASSEMBLEA ASSALZOO CON VERONESI, MANZATO, GALLINELLA, BORRELLO

l'assalzoo ha tenuto la sua assemblea annuale, dedicata quest'anno al tema della sostenibilita' del sistema mangimistico nel corso della quale sono intervenuti il sottosegretario alle politiche agricole franco MANZATO, il presidente alla commissione agricoltura della camera filippo GALLINELLA, il direttore generale del ministero della salute silvio BORRELLO. "fornire una prospettiva d'insieme della sostenibilita' del sistema mangimistico nelle sue varie declinazioni: economica, ambientale e sociale" e' "il piano operativo che segnera' il mio mandato", ha detto aprendo i lavori il presidente marcello VERONESI. quest'anno abbiamo deciso di avviare "un progetto di valutazione globale della sostenibilita' economia del nostro settore" per "delineare lo scenario in cui inserire le linee di sviluppo associative dei prossimi anni", ha aggiunto. VERONESI ha sottolineato come nel 2018 la produzione sia aumentata di circa il 2%, per un ammontare complessivo di quasi 14,5 mln di tonn di mangimi, con un fatturato di 8,88 miliardi di euro. la produzione di mangimi e' risultata in crescita per volatili (+1,7%), suini (+3,5%), bovini (+4,6%), pesci (+5%) ed ovini (+9,5%), dettagli qui. MANZATO ha parlato dell'intenzione del ministero di definire entro marzo 2020 una strategia per ogni filiera, tra le quali quella mangimistica, aprendo tavoli dedicati e puntando sulla qualita' delle produzioni, del territorio, dell'ambiente e del lavoro italiano. MANZATO ha informato che le organizzazioni professionali saranno chiamate a dire la loro sui pilastri sui quali il governo intende costruire lo sviluppo del settore, sottolineando la volonta' di utilizzare parte delle risorse della pac per la ricerca, anche quella di base come per i seminativi. "il nostro destino e' che anche le nostre commodity diventino specialty, attraverso un progetto di valorizzazione del prodotto finito", ha aggiunto. "se si potesse raddoppiare la produttivita' mangimistica per ettaro l'idea di autosufficienza produttiva si puo' raggiungere" ma "non potra' aumentare molto la superficie coltivata", ha osservato GALLINELLA, secondo cui "occorre parlare delle nuove biotecnologie" per "non perdere il treno dello sviluppo e poi dover comprare prodotti dall'estero". "mi piacerebbe che le sperimentazioni si possano fare almeno nelle aziende del crea", ha proseguito il deputato, indicando di voler portare all'attenzione del dibattito parlamentare le conclusioni del rapporto del comitato biosicurezza della presidenza del consiglio. rispondendo ad una domanda sull'indicazione di origine in etichetta, GALLINELLA ha detto che "dobbiamo dire al consumatore da dove vengono le materie prime" ma "il made in italy e' un'altra cosa". BORRELLO ha illustrato i vantaggi della ricetta veterinaria elettronica e del sistema di categorizzazione degli allevamenti classy farm, evidenziando come "e' gia' in atto una riduzione dell'uso di antibiotici negli allevamenti" e ricordando che "stiamo facendo come ministero una campagna per l'utilizzo responsabile degli antibiotici, ma serve la collaborazione delle associazioni di categoria". nel settore mangimistico "siamo ancora in fase di implementazione" della ricetta elettronica, ha osservato BORRELLO, aggiungendo "forse non tutti ne hanno capito la bonta'", ma sottolineando come questo sistema, in cui l'italia e' all'avanguardia, ci possa far vedere "allevamento per allevamento quali sono gli antibiotici che vengono utilizzati". ersilia DI TULLIO di nomisma ha presentato una ricerca. maggiori particolari qui.

 

 

(19 giugno 2019)(riproduzione riservata)

 

 

FacebookLinkedin