Sabato, Ago 18th

Last update04:17:21 PM

agra press Prime Pagine

VENDEMMIA, VENETO AGRICOLTURA, ANNATA BUONA IN ITALIA, FRANCIA E SPAGNA SALVO IMPREVISTI METEO

con quasi 100.000 ettari il veneto si conferma prima regione vitivinicola italiana e quarta potenza mondiale per l’export di vino. lo ha reso noto veneto agricoltura nel corso di un incontro  a legnaro (pd)  al quale hanno preso parte l’assessore regionale all’agricoltura giuseppe PAN e il direttore di veneto agricoltura, alberto NEGRO. L'appuntamento  “e’ unico nel suo genere in italia”, ha detto il direttore di veneto agricoltura NEGRO. oltre ai dati previsionali quali-quantitativi della vendemmia 2018 in triveneto, sono stati presentati anche quelli di piemonte, lombardia, emilia-romagna, toscana, puglia, sicilia, francia e spagna. in base alle previsioni produttive per in veneto e’ atteso un aumento della produzione tra il 10% di padova, rovigo e belluno e il 20% di treviso, venezia, verona e vicenza, anche per effetto dell’entrata in produzione di nuovi impianti. in friuli venezia giulia si stima un +6/8% rispetto al 2017; a trento +15/20% per le uve a bacca bianca e +20/25% per le uve a bacca nera; in piemonte la produzione risulta essere abbondante e molto superiore a quella del 2017 (annata scarsa); in lombardia si va dal +25% in valtellina al +45/50% in franciacorta, al +10% in oltrepo’ pavese; in emilia-romagna +20% sul 2017, con punte del +25%; in toscana quantita’ nella media decennale (-5%) ma superiore al 2017; in puglia +15/20%; in sicilia si prevede una produzione maggiore del 2017 ma in calo sulla media decennale. per l'estero le previsioni di veneto agricoltura indicano per la francia un recupero del 30% rispetto al 2017 (annata tra le piu’ scarse degli ultimi anni), con punte del +50% per lo champagne e del +45% per il bordeaux; annata nettamente migliore rispetto al 2017 anche in spagna, con incrementi del 20/25%. 

(11 agosto 2018)(riproduzione riservata)

ASSICURAZIONI AGEVOLATE, MIPAAFT, AUTORIZZATI 49 MILIONI Di PAGAMENTI AGLI AGRICOLTORI

sono stati "autorizzati 49 milioni di euro di pagamenti in favore degli agricoltori che hanno sottoscritto polizze assicurative agevolate", informa il mipaaft, evidenziando che "la cifra si somma ai contributi gia' erogati, per una spesa complessiva sostenuta pari a 264 milioni di euro". "per quanto riguarda gli ulteriori sviluppi del programma dei pagamenti, si prevede l'erogazione di 92 milioni di euro entro settembre, 69 milioni entro ottobre, 50 milioni entro novembre e 33 milioni entro dicembre", aggiunge il ministero. "la questione dei ritardi dei pagamenti sulle assicurazioni e' stata una delle piu' delicate che ho trovato sul mio tavolo dal mio insediamento. sono quindi soddisfatto che le semplificazioni decise in questi ultimi giorni da una task force coordinata dal mio gabinetto stia producendo risultati concreti", afferma il ministro gian marco CENTINAIO. "i ritardi accumulati stavano infatti mettendo in difficolta' l'intero sistema degli organismi collettivi di difesa, che in questi anni ha anticipato la spesa per conto degli agricoltori, evitando riflessi negativi sulle aziende", fa notare il ministero, spiegando che "per agevolare il tutto, sono state introdotte diverse semplificazioni. tra queste, la semplificazione delle procedure di controllo delle rese, la possibilita' di effettuare pagamenti parziali sulle domande oggetto di riesame, la possibilita' di effettuare le istruttorie delle domande, l'ammissione a sostegno e la contestuale presentazione della domanda di pagamento. ulteriori semplificazioni saranno adottate per il 2019".

 

(09 agosto 2018)(riproduzione riservata)

CAPORALATO, CONTE, RENDERE EFFICACE LA LEGGE ANCHE CON INCENTIVI AGLI IMPRENDITORI. MANIFESTAZIONE A FOGGIA DI FAI, FLAI, UILA, LIBERA, CARITAS, LEGAMBIENTE E MOLTE ALTRE SIGLE

sono qui per capire perche' non si tratta di un fatto occasionale; dietro queste morti non c'e' dignita' ma lavoro sfruttato e dobbiamo fare in modo che questo non accada: cosi' si e' espresso il presidente del consiglio giuseppe CONTE durante la sua visita a foggia, a conclusione del vertice tenutosi in prefettura. abbiamo una legge di contrasto al lavoro nero e allo sfruttamento del lavoro in agricoltura da cui partiamo, non ne servono altre; dobbiamo pero'capire perche' non ha prodotto gli effetti sperati, ha proseguito CONTE. occorre capire come integrarla, come aumentare i sistemi di controllo e come "creare meccanismi incentivanti perche' gli imperditori agricoli siano incentivati a rinunciare a un pezzo di lucro per favorire condizioni di lavoro nel rispetto della dignita' dei lavoratori", ha concluso il presidente del consiglio. maggiori dettagli su https://goo.gl/derHTV.

 

 

CAPORALATO: MANIFESTAZIONE A FOGGIA DI FAI, FLAI,
UILA, LIBERA, CARITAS, LEGAMBIENTE E MOLTE ALTRE SIGLE

 

"due tragici incidenti in meno di 48 ore, in cui hanno perso la vita 16 braccianti migranti e numerosi feriti anche gravi; quanto accaduto e' la conseguenza estrema e drammatica di una condizione che accomuna tutti i lavoratori in agricoltura della capitanata: sfruttamento, illegalita', sottosalario, assenza di sicurezza, condizioni di lavoro e di trasporto estreme, con diverse modalita', gravi o meno gravi, a secondo della debolezza dei lavoratori, italiani o stranieri, sono una realta' sempre piu' presente nei nostri territori, nell'indifferenza e acquiescenza generale", afferma un comunicato stampa diffuso da flai-cgil. "per questo e' il momento di dire basta a ogni forma di sfruttamento, di sottosalario; e' il momento di abbandonare la pratica del caporalato che oramai rende i lavoratori succubi di una 'normalita'' non piu' accettabile", prosegue il comunicato. "per dire no a tutto questo manifestiamo a foggia con concentramento dalle ore 18:00 presso il piazzale della stazione; il corteo si muovera' alle ore 18:30 e proseguira' sino a piazza cesare battisti (teatro giordano), dopo il corteo seguiranno degli interventi a chiusura della manifestazione", informa il comunicato, che precisa che alla manifestazione parteciperanno flai-cgil, fai-cisl e uila-uil, intersos, libera, arci, acli, anolf, amici dei migranti, associazione baoubab, associazione arcobaleno,cooperativa alterego, cooperativa pietra di scarto, caritas, consulta immigrazione comune di cerignola, associazione solidaunia, casa sankara, cgil cisl e uil puglia e foggia, arci bassa valle cecina, arci puglia, legambiente.

 

(07 agosto 2018)(riproduzione riservata)