Lunedi, Giu 18th

Last update12:41:52 PM

agra press Prime Pagine

#BISTECCADAY APRE VILLAGGIO COLDIRETTI A TORINO, CON SALVINI, CENTINAIO E COSTA

la giornata nazionale della carne italiana ha aperto il villaggio della coldiretti di torino che si tiene fino a domenica nei giardini reali. questa mattina sono intervenuti il ministro delle politiche agricole gian marco CENTINAIO e il ministro dell'ambiente sergio COSTA, oltre al presidente della coldiretti roberto MONCALVO e il segretario generale vincenzo GESMUNDO. presente anche il sindaco di torino chiara APPENDINO. nel pomeriggio e' intervenuto il vice presidente del consiglio matteo SALVINI. "e' la rivincita della carne con il #bisteccaday per circa il 95% degli italiani che, nonostante gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie, non rinuncia ad un alimento determinante per la salute; sono state accese griglie, forni e spiedi con i tutor della carne e gli agrichef che si preparano a realizzare i piatti a base di carne con i tagli cosiddetti poveri", fa notare la coldiretti segnalando una "storica inversione di tendenza con l'aumento di oltre il 5% della spesa delle famiglie italiane per la carne nel 2018, il valore piu' alto degli ultimi sei anni che avevano fatto registrare un brusco calo dei consumi" e che "l'aumento dei consumi riguarda tutte le diverse tipologie di carne". inoltre - evidenzia ancora l'organizzazione - nel 2018 "due italiani su tre dicono addio all'alimentazione vegana" con "oltre un milione di cittadini che sono tornati a consumare carne, latte o uova". "a spingere le convinzioni alimentari sono pero' spesso le fake news che rimbalzano sui social", osserva ancora la confederazione, per la quale "la scorretta informazione nell'alimentare ha un peso piu' rilevante che negli altri settori perche' va a influenzare direttamente la salute". "per questo dobbiamo prestare particolare attenzione ed essere grati a quanti sono impegnati nello smascherare gli inganni", afferma MONCALVO, evidenziando che "ad essere colpiti nei siti web e sui social sono praticamente tutti i prodotti che finiscono nel carrello, con accuse a sproposito o al contrario con l'attribuzione di proprieta' salutistiche e nutrizionali non verificate". alla manifestazione partecipa anche l'unaprol, che ha organizzato una serie di iniziative per "valorizzare la produzione olivicola italiana" con cooking show, momenti di degustazione guidata e tutor dell'olio.

 

SALVINI AL VILLAGGIO COLDIRETTI A TORINO

PROMETTE MORAL SUASION SU GDO

 

"tutti possono mangiare quel che vogliono e io mangio la bistecca", ha detto il vicepresidente del consiglio SALVINI che, in un bagno di folla al villaggio coldiretti, si e' detto a fianco della coldiretti nella battaglia a favore del made in italy ed ha usato parole positive sul progetto di mettere insieme agricoltura e industria con "filiera italia", impegnandosi per una moral suasion sulla gdo.

 

CENTINAIO AL VILLAGGIO COLDIRETTI PARLA

DI ITALIAN SOUNDING, CAPORALATO, DAZI

 

"il mio nemico numero uno sara' l'italian sounding. devo tutelare la mia agricoltura anche magari contro un'europa che determinate sensibilita' non le ha. e faro' tutto quello che la legge italiana e quella europea mi consentiranno per tutelare gli agricoltori italiani e le loro produzioni", ha detto il ministro delle politiche agricole gian marco CENTINAIO all'inaugurazione del villaggio coldiretti a torino. a proposito del caporalato: CENTINAIO ha ribadito che la legge non ha funzionato. "credo che nessun parlamentare faccia una legge in malafede, ma poi bisogna vedere se e' applicabile e mi sembra che dopo un anno dall'entrata in vigore di quella sul caporalato, non sia migliorato niente"... "sono pronto a confrontarmi con gli agricoltori onesti, sono disposto a ragionare con tutti per capire se funziona", ha asserito.  in tema di dazi il ministro ha detto "la nostra agricoltura e' sotto attacco, i nostri imprenditori sono sotto attacco, e quindi e' il momento di contrattaccare". "contrattaccare non vuol dire mettere dazi, ma controllare cio' che entra nel nostro paese, combattere la concorrenza sleale andare anche a casa loro a insegnare a mangiare italiano, a fare educazione alimentare negli altri paesi. combatteremo anche con gli strumenti del marketing e con testimonial della moda della cultura e dello spettacolo", ha puntualizzato.

 

 

 

(15 giugno 2018)(riproduzione riservata)

 

ASSALZOO, MARCELLO VERONESI ELETTO PRESIDENTE

e' stato eletto nel corso dell'assemblea annuale il nuovo presidente assalzoo marcello VERONESI, fa sapere l'associazione. "veronese, cinquantenne, sposato e padre di tre figli. laureato in economia, e' stato dal 2002 al 2014 responsabile vendite europa nel settore salumi per il prestigioso marchio negroni; dal 2017 e' vicepresidente di veronesi holding, cui fa capo anche l'attivita' di produzione mangimi", spiega l'assalzoo, sottolineando che "l'essere manager e imprenditore, l'abitudine al confronto con i mercati internazionali e la profonda conoscenza del modello integrato di produzione agroalimentare, 'dalla fattoria alla tavola', sono le caratteristiche della figura di VERONESI alla base della scelta degli associati assalzoo nella consapevolezza delle complesse sfide, nazionali e internazionali, che la mangimistica italiana sara' chiamata ad affrontare negli anni a venire". "la scelta di marcello VERONESI e' la conferma piu' evidente di un settore e di un'associazione pulsante", evidenzia il presidente uscente alberto ALLODI. "e' stato per me un onore rappresentare durante questi sei anni la mangimistica italiana; i momenti di difficolta' e quelli di favore sono stati affrontati dalla squadra sempre allo stesso modo: con lavoro serio e impegno costante; la strada davanti ad assalzoo e' ricca di appuntamenti decisivi; e la guida di marcello VERONESI e' una garanzia nell'affrontare questa strada con spirito pragmatico e capacita' di visione; auguro a marcello buon lavoro e le migliori soddisfazioni", aggiunge. "sono molto onorato del ruolo che i miei colleghi associati hanno deciso di assegnarmi", afferma VERONESI. "e' un compito prestigioso rappresentare il settore mangimistico nazionale e posso garantire da subito che la mia dedizione e il mio impegno saranno massimi; ringrazio il presidente ALLODI che mi ha preceduto nella carica. sono consapevole delle sfide che mi attendono e attendono l'assalzoo", prosegue VERONESI, sottolineando che "sostenibilita', sicurezza e qualita' saranno i concetti chiave intorno ai quali solidificheremo la prossima stagione dell'industria dei mangimi, in dialogo aperto con le istituzioni, il mondo scientifico e l'intero mondo delle filiere agroalimentari".

 

(14 giugno 2018)(riproduzione riservata)

VICEMINISTRI E SOTTOSEGRETARI DEL GOVERNO HANNO GIURATO. MANZATO E PESCE AL MIPAAF

hanno giurato i 45 viceministri e sottosegretari del governo CONTE. per il ministero delle politiche agricole sono stati designati franco MANZATO e  alessandra PESCE. MANZATO, nato a oderzo (treviso), il 19 maggio 1966, laureato in filosofia e consulente aziendale, e' stato eletto  in questa legislatura nella circoscrizione  veneto 1 collegio plurinominale veneto 1-02.  dal 2002 al 2005 è stato capogruppo della lega nel veneto, subentrando al collega flavio TOSI. riconfermato in consiglio regionale nel 2005, ha assunto la guida del gruppo della lega sino a giugno 2008, quando e’ diventato assessore all'agricoltura e vicepresidente della regione, al posto di luca ZAIA. nel 2010 era stato rieletto nel consiglio regionale. PESCE era stata indicata come ministro dell’agricoltura dal m5s, considerata la sua formazione ed esperienza quale dirigente di ricerca nel consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (crea). da luglio 2014 ha fatto parte della segreteria tecnica del vice ministro andrea OLIVERO.

 

(13 giugno 2018)(riproduzione riservata)