Giovedi, Dic 14th

Last update06:45:33 PM

agra press Prime Pagine CORTE DEI CONTI UE, RISCONTRATE GRAVI CARENZE NEI CONTROLLI SU MERCI DAI PAESI TERZI

CORTE DEI CONTI UE, RISCONTRATE GRAVI CARENZE NEI CONTROLLI SU MERCI DAI PAESI TERZI

gli importatori di merci provenienti da paesi terzi che entrano negli stati membri dell'ue "possono deliberatamente ridurre o eludere l'obbligazione doganale, per esempio, sottovalutando le proprie merci, dichiarando un paese di origine falso o imputando le merci a una categoria di prodotti con un'aliquota del dazio inferiore", secondo quanto emerso da una relazione della corte dei conti europea realizzata visitando "le autorita' doganali di cinque stati membri: spagna, italia, polonia, romania e regno unito". dall'auditing  sono emerse "gravi debolezze che dimostrano l'esistenza di carenze nel quadro normativo nonche' un'applicazione inefficace dei controlli doganali sulle importazioni, il che pregiudica gli interessi finanziari dell'ue", dato che - ha spiegato pietro RUSSO, membro della corte responsabile della relazione - i dazi doganali sono una delle componenti del bilancio ue e la loro evasione deve essere colmata dagli stati membri con contributi basati sul reddito nazionale lordo piu' alti. "in ultima istanza - osserva RUSSO - il costo grava sui contribuenti europei". il testo della relazione e' disponibile al link https://goo.gl/fVPD7w.

 

(05 dicembre 2017)(riproduzione riservata)