Giovedi, Dic 14th

Last update06:45:33 PM

agra press Prime Pagine COMMISSIONE UE DEFERISCE ITALIA A CGUE PER RITARDO PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

COMMISSIONE UE DEFERISCE ITALIA A CGUE PER RITARDO PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

la commissione europea ha deferito l'italia alla corte di giustizia dell'unione europea per il "sistematico ritardo con cui le amministrazioni pubbliche italiane effettuano i pagamenti nelle transazioni commerciali, in violazione delle norme dell'ue in materia di pagamenti" contenute nella direttiva 2011/7/ue (testo su https://goo.gl/2J9yid), secondo la quale "le amministrazioni pubbliche sono tenute a pagare le merci e i servizi acquistati entro 30 giorni o, in circostanze eccezionali, entro 60 giorni dal ricevimento della fattura". lo rende noto l'esecutivo comunitario, spiegando che la decisione arriva dopo piu' di tre anni dall'avvio della procedura di infrazione, avviata nel giugno del 2014 con una lettera di messa in mora e proseguita con l'invio di un parere motivato nel febbraio del 2017 dato che - evidenzia la commissione ue - "le amministrazioni pubbliche italiane necessitano ancora di circa cento giorni per saldare le loro fatture, con picchi che possono essere nettamente superiori".

 

(07 dicembre 2017)(riproduzione riservata)