Mercoledi, Apr 25th

Last update03:46:44 PM

agra press Prime Pagine CASTIGLIONE, FIORIO, GIANSANTI, DI STEFANO E SANTORI PREMIANO VINCITORI BANDO "COLTIVIAMO AGRICOLTURA SOCIALE" 2017

CASTIGLIONE, FIORIO, GIANSANTI, DI STEFANO E SANTORI PREMIANO VINCITORI BANDO "COLTIVIAMO AGRICOLTURA SOCIALE" 2017

il sottosegretario all'agricoltura giuseppe CASTIGLIONE, il vicepresidente della commissione agricoltura della camera massimo FIORIO, i presidenti della confagricoltura massimiliano GIANSANTI e della rete fattorie sociali marco DI STEFANO e il segretario nazionale della onlus senior angelo SANTORI hanno premiato a palazzo della valle i vincitori della seconda edizione del bando "coltiviamo agricoltura sociale", istituito dalla onlus della confagricoltura senior, in collaborazione con la rete delle fattorie sociali, intesa sanpaolo e l'universita' di roma tor vergata. tra i numerosi ospiti, era presente il senatore dario STEFANO (misto-la puglia in piu'). ai vincitori, la cooperativa sociale giuseppe garibaldi di roma, l'azienda agricola vivaio villanova di foggia e l'azienda agricola sociale capone di macerata, sono stati assegnati tre premi da 40mila euro ciascuno e una borsa di studio per partecipare al master sull'agricoltura sociale di tor vergata. "iniziative come questa mi arricchiscono veramente, perche' rappresentano un esempio concreto di come si possa operare in maniera interdisciplinare, unendo il mondo della produzione con quello della ricerca e delle universita', con il sistema creditizio e con le istituzioni", ha sottolineato CASTIGLIONE. per il sottosegretario, quello dell'agricoltura sociale e' "un modello che dovremmo trasferire anche ad altri settori". "con questa iniziativa abbiamo rimesso al centro dell'economia l'agricoltura, quella piu' nobile: quella che produce, tutela l'ambiente, lavora per la collettivita', e' sensibile ai disagi sociali", ha concluso CASTIGLIONE. "non c'e' economia senza etica e l'agricoltura e' il settore che probabilmente piu' di altri e'  storicamente e profondamente legato a questo aspetto", ha asserito FIORIO, ricordando il complesso iter che ha portato all'approvazione della legge sull'agricoltura sociale, della quale e' primo firmatario e che - ha sottolineato - "ha visto la confagricoltura tra i maggiori promotori". "l'agricoltura sociale non e' altro che il recupero di una dimensione storica che ha sempre caratterizzato il primario e che solo per un breve periodo e' stata messa da parte", ha aggiunto FIORIO. "queste aziende praticano agricoltura sociale senza perdere la propria connotazione imprenditoriale ed economica", ha sottolineato GIANSANTI, lodando la "dimensione etica" di queste imprese, capaci - ha detto - "di convogliare la propria attenzione piu' sulle persone che sul prodotto". "produrre e' importante, ma qui si fa di piu': attraverso l'attivita' agricola si fa anche inserimento sociale e lavorativo", ha ricordato. "la nostra organizzazione, con questo premio, ha voluto sottolineare quanto creda in un nuovo modello di agricoltura, attento agli aspetti economici e produttivi, ma anche quelli salutistici, agroambientali, energetici, sostenibili e sociali", ha concluso GIANSANTI. DI STEFANO ha illustrato i dettagli del premio, che - ha spiegato - e' articolato in due sezioni, una delle quali riservata alle aree colpite da sisma, esprimendo soddisfazione per la grande partecipazione al bando, che ha visto il maggiori numero di adesioni provenire dal lazio e dalla lombardia. "la confagricoltura sta lavorando alla costruzione di reti d'impresa che agevolino l'agricoltura sociale", ha reso noto DI STEFANO, auspicando la creazione di un "marchio nazionale che possa agevolare le fattorie sociali nella commercializzazione dei propri prodotti". "il nostro obiettivo e' favorire sempre di piu' lo sviluppo dell'agricoltura sociale e per questo siamo orgogliosi di questa seconda edizione del bando", ha spiegato SANTORI. "i tre progetti che abbiamo premiato confermano il nostro impegno per valorizzare le iniziative di agricoltura riconducibili alla solidarieta' tra le generazioni, all'occupazione e all'assistenza socio sanitaria dei soggetti piu' deboli, alla tutela dei diritti civili e all'inclusione sociale nelle zone rurali", ha concluso SANTORI. alla premiazione e' intervenuto il direttore regionale lazio, sardegna e sicilia di intesa sanpaolo pier luigi MONCERI. "abbiamo deciso di essere partner di questa iniziativa, come nella scorsa edizione, perche' abbiamo avuto modo di verificarne la concretezza e siamo convinti che inclusione sociale e sostenibilita' ambientale siano essenziali per una corretta e moderna gestione economica delle imprese", ha detto. (ab)

 

(11 gennaio 2018) (riproduzione riservata)