Venerdi, Mag 25th

Last update05:45:13 PM

agra press Prime Pagine ELEZIONI, COLDIRETTI PRESENTA MANIFESTO POLITICO A MARTINA; IL VICESEGRETARIO PD LO SOTTOSCRIVE

ELEZIONI, COLDIRETTI PRESENTA MANIFESTO POLITICO A MARTINA; IL VICESEGRETARIO PD LO SOTTOSCRIVE

in occasione della riunione dei direttori della coldiretti, in corso a porte chiuse fino al 14 febbraio a roma, il presidente e il segretario generale della confederazione roberto MONCALVO e vincenzo GESMUNDO hanno presentato il manifesto politico della coldiretti per le prossime elezioni. alla prima parte dei lavori, svoltisi a porte aperte, e' intervenuto il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, che ha sottoscritto il manifesto della coldiretti. tra i presenti alla prima parte di lavori la deputata del pd colomba MONGIELLO, il capo di gabinetto del mipaaf ferdinando FERRARA e il direttore generale dell'ismea raffaele BORRIELLO. "oggi parliamo a MARTINA anche in veste di vicesegretario del pd e come tale gli presentiamo il manifesto politico col quale la coldiretti vuole dialogare con l'intera politica", ha detto MONCALVO, spiegando che il manifesto si compone di "cinque proposte a costo zero destinate a qualunque partito o coalizione". le nostre proposte rappresentano una "scelta di volonta', in difesa e per la promozione del vero cibo e dell'agricoltura italiana", ha continuato il presidente, precisando che esse riguardano: l'etichettatura, con l'obiettivo di arrivare ad una indicazione obbligatoria dell'origine per tutti i prodotti; l'istituzione di un ministero del cibo, per arrivare ad avere - ha asserito MONCALVO - "un solo luogo in cui si decide tutto sul cibo" e portando in capo a questo dicastero anche le competenza attualmente in capo al mise; la semplificazione, puntando in particolare a "chiudere con la riforma di agea" e "spingendo sulla sussidiarieta'"; le importazioni, eliminando il segreto sulle destinazioni dei flussi di importazioni; il via libera alla legge sui reati agroalimentari. "sottoscrivo i vostri cinque impegni, nei quali trovo un pezzettino della mia idea", ha detto MARTINA, spiegando di parlare come vicesegretario del pd, anche se - ha asserito - "non posso dismettere la giacchetta da ministro". "nel vostro manifesto ci sono proposte molto piu' radicali di quelle presenti nei programmi di altre forze politiche", ha tra l'altro osservato, spiegando che la sua intenzione e' quella di "continuare a lavorare nel solco degli impegni presi negli ultimi anni". "vi invito a immaginare concretamente le nuove frontiere della multifunzione agricola italiana; voi siete tra i pochi, se non gli unici, a saper immaginare un modello che adesso sembra impossibile, ma che magari fra qualche anno sara' realta'", ha proseguito MARTINA, rivendicando il lavoro fatto sull'etichettatura e ringraziando la coldiretti, per aver "contribuito a costruire un percorso comune, per la stagione vissuta e per le battaglie vinte". "abbiamo fatto una scelta di campo seria e netta: premiamo le persone che, come noi, amano l'italia e hanno un sentiment patriottico", ha affermato GESMUNDO, ringraziando MONGIELLO, FERRARA e BORRIELLO per il lavoro fatto negli ultimi anni. il segretario generale della coldiretti ha criticato la cia-agricoltori italiani e il presidente del consorzio grana padano.

 

(13 febbraio 2018)(riproduzione riservata)