Martedi, Ott 23rd

Last update05:46:16 PM

agra press Prime Pagine CONVEGNO M5S SULLA NUOVA PAC. PESCE: NECESSARIO UN TAVOLO DI CONCERTAZIONE PER METTERE A PUNTO POSIZIONE NAZIONALE

CONVEGNO M5S SULLA NUOVA PAC. PESCE: NECESSARIO UN TAVOLO DI CONCERTAZIONE PER METTERE A PUNTO POSIZIONE NAZIONALE

i 5 stelle puntano a creare "un reale tavolo di concertazione" per mettere a punto la posizione nazionale in difesa del budget per la pac, di analisi degli strumenti a disposizione, delle soluzioni per problemi nazionali relativi all'utilizzo dei fondi, ha detto alessandra PESCE, ministro dell'agricoltura designato dal movimento, a conclusione dell'incontro pentastellato a che si e' svolto nell'auletta dei gruppi parlamentari della camera. non e' irrilevante neppure la questione dei regolamenti, a cominciare da quelli sull'etichettatura e sulle pratiche sleali, ha aggiunto PESCE. le relazioni dei docenti universitari angelo FRASCARELLI, massimo BAGARANI, mariangela PERITO e di carlo HAUSMANN, assessore all'agricoltura della prima giunta ZINGARETTI, hanno richiamato l'attenzione su rischi e opportunita' della nuova politica agricola comune cosi' come va delineandosi, anche in relazione alla diminuzione di fondi per l'agricoltura nel prossimo bilancio dell'unione. tutti, con diverse sfumature, hanno messo in rilievo il ruolo strategico che nelle trattative che ci saranno a bruxelles sia sulla pac sia sul nuovo bilancio europeo avra' il nuovo ministro delle politiche agricole. su questi argomenti sono intervenuti mario CATANIA, ministro dell'agricoltura nel governo MONTI e deputato nella XVII legislatura che ha richiamato l'attenzione su quanto populismo e sovranismo pesino sulla compressione della spesa, allertando la platea anche sul possibile rischio di una deriva regionalista nella gestione del primo pilastro; il direttore generale dell'ismea raffaele BORRIELLO, che ha chiesto lumi sul come sara' gestita la contrapposizione tra sovranismo e libero mercato; nicodemo OLIVERIO, capogruppo del pd nella XVII legislatura, che ha sollecitato il movimento 5 stelle ad una presa di posizione politica sulla pac, attraverso una mozione dal presentare nelle commissione agricoltura; il presidente della copagri franco VERRASCINA, che ha ribadito che il prezzo della brexit non puo' essere pagato dagli agricoltori; il direttore di fedagri pierluigi ROMITI, che ha sottolineato la scarsa attenzione delle politiche europee per l'agricoltura verso gli strumenti dell'aggregazione ma ha assicurato che le cooperative saranno a fianco delle professionali nella battaglia sulla pac; il capo del servizio economico della confagricoltura vincenzo LENUCCI, che ha detto che l'aumento di spesa della ue non puo' essere a carico dell'agricoltura ed ha ripreso i temi affrontati da HAUSMANN sul ruolo delle infrastrutture; nicola DI NOIA di coldiretti che ha fatto notare il contributo che gli extracomunitari danno al lavoro agricolo richiamando l'attenzione sulla necessita' che, in vista di una riduzione del budget, la politica europea abbia norme contro l'import selvaggio; marco BARBETTA della cia, che ha sollecitato nuove regole senza appesantimenti della burocrazia e un orientamento verso l'innovazione sostenibile; il portavoce del movimento saverio DE BONIS, presidente dell'associazione "granosalus", l'imprenditore armando DE NIGRIS, ROBERTO ORLANDI (agrotecnici), maria grazia MAMMUCCINI (federbio) nicola TINELLI (uiv), vincenzo VIZIOLI (aiab). tra i presenti i parlamentari dei cinque stelle luciano CADEDDU, gianpaolo CASSESE, luciano CILLIS, rosalba CIMINO, sara CUNIAL, chiara GAGNARLI, filippo GALLINELLA, giuseppe L'ABBATE, antonio LOMBARDO, pasquale MAGLIONE, alberto MANCA, maria MARZANA, paolo PARENTELA, dedalo PIGNATONE. presenti anche al convegno il capo dipartimento mipaaf giuseppe BLASI, l'esponente del pd massimo FIORIO, il presidente della confagricoltura massimiliano GIANSANTI, il vicepresidente confederali elisabetta FALCHI e i membri di giunta diana TEODOLI PALLINI, donato ROSSI, giovanna PARMIGIANI e luca BRONDELLI DI BRONDELLO, il direttore generale confagricoltura franco POSTORINO, il direttore anbi massimo GARGANO, il direttore asnacodi paola GROSSI, federica LOTTI di liberi agricoltori, il presidente uimec alessandro RANALDI, il presidente cno gennaro SICOLO.

 

(15 maggio 2018)(riproduzione riservata)