Mercoledi, Nov 21st

Last update05:38:04 PM

agra press Prime Pagine VINCENZI (ANBI), DE GASPERIS (FILBI), BIANCHI (ANCE) E PARLATO (CREA) PRESENTANO PATTO PER LE INFRASTRUTTURE UTILI

VINCENZI (ANBI), DE GASPERIS (FILBI), BIANCHI (ANCE) E PARLATO (CREA) PRESENTANO PATTO PER LE INFRASTRUTTURE UTILI

il presidente dell'anbi francesco VINCENZI, il segretario generale filbi-uila gabriele DE GASPERIS, il vicepresidente dell'associazione nazionale costruttori edili-ance edoardo BIANCHI e il presidente del crea salvatore PARLATO hanno tenuto nella sede dell'anbi una conferenza stampa per illustrare il "patto per le infrastrutture utili", proposto dalle organizzazioni presenti per ridurre i tempi morti della burocrazia che rallentano la partenza dei lavori nei cantieri, accelerare la sviluppo del paese ed evitare - come ha ricordato VINCENZI aprendo i lavori - di dover restituire i fondi stanziati dalla commissione europea nel caso in cui le opere con essi finanziate non siano state completate e collaudate entro il 2023. nel ricordare l'importanza dell'operato dei consorzi di bonifica per garantire un'agricoltura di qualita', il presidente anbi ha asserito che "il paese sulle opere incompiute deve fare una scelta". "non possiamo piu' aspettare i tempi della burocrazia", dato che "in gennaio a causa di alcune opere incompiute rischiavamo di restare senz'acqua in alcune citta'", ha aggiunto. "oggi abbiamo 1,3 mld di risorse disponibili e il doppio in progetti pronti e cantierabili; chiediamo di fare un patto per il paese con l'obiettivo di utilizzare al meglio le risorse e ridurre i tempi di attraversamento dei cantieri; chiediamo insieme a parti con cui siamo stati contrapposti che questo percorso sia condiviso con la nuova compagine politica del paese". "accogliamo l'idea di un patto per il paese portato avanti anche da organizzazioni differenti che si propone di ammodernare anche il quadro normativo", ha evidenziato DE GASPERIS, intervenuto anche in rappresentanza di flai-cgil e fai-cisl, facendo notare come in italia occorra "riprendere una politica di investimenti" per stimolare lo sviluppo del paese. "abbiamo fiducia che sul versante politico ci sia la possibilita' di raggiungere un'interlocuzione", ha aggiunto DE GASPERIS, sottolineando che "la cultura della manutenzione deve arrivare anche nelle amministrazioni regionali". quest'ultimo tema e' stato toccato anche da BIANCHI, il quale ha affermato che "questo paese ha bisogno di una messa in sicurezza, cioe' di intervenire con un programma serio sull'esistente" e non di nuove grandi opere, lamentando pero' che "servono 10 anni per recuperare il gap di manutenzione" con gli altri paesi. "dobbiamo riuscire a sbloccare la macchina pubblica", ha asserito il vicepresidente ance, evidenziando in particolare che "deve essere rivisto il perimetro del reato di abuso d'ufficio". "di fatto siamo nella stessa squadra" ha osservato concludendo i lavori PARLATO, per il quale "abbiamo necessita' di un sistema d'impresa molto basato sulla ricerca e innovazione" ma "il quadro attuale ci ingessa e ci blocca". rispondendo ad una domanda in conclusione della conferenza stampa, VINCENZI ha inoltre aggiunto: "non abbiamo ancora saputo frequentare l'europa in modo corretto; dobbiamo imparare a stare alle regole dell'europa, che ci piacciano o meno, per spendere i fondi comunitari".

 

(27 giugno 2018)(riproduzione riservata)