Martedi, Ott 23rd

Last update05:46:16 PM

agra press Prime Pagine ROTA (FAI CISL), SERVE NUOVO FRONTE DELLA RESPONSABILITA' PER AGROALIMENTARE E AMBIENTE. FILIERA FIRMA DOCUMENTO

ROTA (FAI CISL), SERVE NUOVO FRONTE DELLA RESPONSABILITA' PER AGROALIMENTARE E AMBIENTE. FILIERA FIRMA DOCUMENTO

il segretario generale della fai cisl onofrio ROTA ha proposto, nel corso di un incontro a napoli, un "fronte comune della responsabilita' per l'agroalimentare". i punti della proposta sono contenuti in un "manifesto per il lavoro agroalimentare e ambientale" sottoscritto, al termine di un dibattito, da federalimentare, confcooperative, confagricoltura, cia, coldiretti, confartigianato, snebi e cna. la confcooperative ha chiesto di includere la lotta alle false cooperative tra gli obiettivi del documento. il segretario generale della fai ha sottolineato l'importanza delle osservazioni svolte dal presidente di federalimentare luigi SCORDAMAGLIA che ha indicato che nei prossimi anni saranno necessari 45.000 lavoratori con adeguata formazione professionale. tema quest'ultimo approfonditamente affrontato dalla segretario generale della cisl anna maria FURLAN che si e' confrontata ampiamente con il sottosegretario al lavoro claudio DURIGON. quest'ultimo ha mostrato apertura ad affrontare il tema voucher. oltre ai presidenti di federalimentare SCORDAMAGLIA, snebi, massimiliano PEDERZOLI; ai vicepresidenti di confagricoltura nicola CILENTO, cia mauro DI ZIO, sono intervenuti romano MAGRINI, capo dell'area sindacale di coldiretti, augusto CESTRA di confartigianato e maurizio DE CARLI della cna. i lavori sono stati conclusi da FURLAN che ha sottolineato quanto ci sia "bisogno di europa" soprattutto in termini di alleanze tra i paesi fondatori e per "cambiarla in senso federale", cominciando da una modifica del fiscal compact. all'incontro e' intervenuto il direttore generale dell'ismea raffaele BORRIELLO che ha affrontato il delicato tema dei dazi indicando l'opportunita' di porre attenzione al tema. "c'e' un fronte della responsabilita' da definire, serve una nuova alleanza per il lavoro agroalimentare e ambientale che parli il linguaggio della concretezza e sciolga nodi di sistema che frenano da troppi anni enormi potenzialita' inespresse", afferma il segretario generale della fai-cisl onofrio ROTA nel suo intervento all'iniziativa 'fai bella l'italia'. "penso all'urgenza di riqualificare l'azione pubblica nella gestione protettiva e produttiva del nostro patrimonio idrico, forestale e paesaggistico per farne strumento di crescita e modernita', fonte di valore economico e di valori etici, mezzo di contrasto al dissesto idrogeologico, alla speculazione, alla desertificazione, all'abbandono delle terre e dei borghi"", ha aggiunto ROTA.

 

(27 settembre 2018)(riproduzione riservata)