Martedi, Mar 26th

Last update05:05:19 PM

agra press Prime Pagine SECONDA EDIZIONE DI GROW!, ACTION TANK DI AGRINSIEME. INTERVENTI DI TONINELLI E MANZATO

SECONDA EDIZIONE DI GROW!, ACTION TANK DI AGRINSIEME. INTERVENTI DI TONINELLI E MANZATO

RIPRODUZIONE VIETATA

l'intervento del ministro delle infrastrutture e dei trasporti danilo TONINELLI ha chiuso questa mattina al tempio di adriano la seconda edizione di 'grow!', l'action tank di agrinsieme, dedicata al tema delle infrastrutture materiali ed immateriali (foto). "dobbiamo rafforzare la nostra rappresentanza tecnica a bruxelles" dato che "l'agricoltura e' la principale politica europea ma l'Italia e' poco rappresentata", ha detto il ministro, rimarcando che sulle infrastrutture "c'e' tanto da fare". "non siamo contro le grandi opere ma contro lo spreco di denari pubblici per fare grandi opere", ha proseguito TONINELLI, secondo cui "la piu' grande opera e' quella delle tantissime micro opere diffuse" da realizzare. "secondo me il ruolo dell'italia e' il posizionamento del marchio made in italy ad un rango superiore", ha detto il sottosegretario del mipaaft franco MANZATO, che ha sostituito il ministro CENTINAIO ammalato. il sottosegretario ha osservato che "senza infrastrutture digitali e' molto difficile per le imprese fare rete tra di loro". MANZATO ha ribadito che obiettivo del mipaaf e' "disegnare insieme al mondo agricolo una visione strategica filiera per filiera per i prossimi vent'anni" per riuscire ad avere una quadro definito per poter gestire i fondi della nuova pac e poter a ragionare "in maniera strutturale". "perche' eni e leonardo che aprono mercati nel mondo non hanno a fianco il settore agroalimentare? se la politica non riesce ad accompagnare il mondo agricolo perche' non lo possono fare queste strutture?", ha asserito il sottosegretario. il coordinatore di agrinsieme franco VERRASCINA ha aperto i lavori mettendo in evidenza come "le infrastrutture carenti impattano sul reddito degli imprenditori", dato che "senza di loro non c'e' competitivita'" e osservando come cio' sia tanto piu' grave in un momento di rallentamento dei consumi interni che rende necessaria una maggiore efficacia delle esportazioni. nel nostro paese "vi e' anche una bassa intermodalita', con il trasporto su strada che incide piu' della media ue", ha proseguito VERRASCINA, affermando che "e' necessaria una valorizzazione delle infrastrutture presenti e l'accessibilita' a infrastrutture fisiche e digitali". "la rivoluzione digitale in agricoltura sara' importante come l'introduzione delle macchine" ma "siamo pronti ad accoglierla? no, perche' non abbiamo un sistema di reti che ci consenta di essere connessi con il mondo e di essere presenti sui mercati", ha osservato il presidente di confagricoltura massimiliano GIANSANTI. "come agrinsieme chiediamo al governo di darsi un programma per la digitalizzazione dell'agricoltura e dell'agroalimentare", ha proseguito GIANSANTI, che ha espresso interesse per lo sviluppo della tecnologia blockchain. "dobbiamo anche aumentare il sistema di conoscenza", ha aggiunto ancora GIANSANTI, secondo cui "la digitalizzazione significa anche avere un'agenzia nazionale come agea che deve poter dare la possibilita' di fare la domanda unica con un unico semplice clic". "credo molto nel concetto di multimodalita', cioe' piu' mezzi e sistemi di trasporto legati in un unico progetto", ha affermato il presidente di cia dino SCANAVINO, ad avviso del quale "il sistema dei porti deve avere una particolare attenzione", soprattutto per quanto riguardo il tema dei retroporti. "l'intreccio del sistema viario e ferroviario e' di estrema importanza" ma "l'ipotesi mettere merci sull'alta velocita' e' vanificata dall'assenza di macchine capaci di tali velocita'", ha continuato SCANAVINO, asserendo "pensiamo troppo poco all'africa, che oggi e' il continente che piu' si sviluppa in termini di crescita di pil" ed auspicando per l'italia un ruolo di hub evidenziando che "servono quindi infrastrutture rivolte anche verso il sud". il presidente dell'alleanza delle cooperative agroalimentari giorgio MERCURI ha incentrato il suo intervento sul trasporto merci per via aerea, che "e' in crescita" ma "non abbiamo in italia un aeroporto terminal merci per l'agroalimentare". "serve non solo la promozione dell'export per evitare il falso ma dobbiamo anche essere pronti ad arrivare su quei mercati", ha fatto notare MERCURI rivolgendosi a MANZATO. "quello che facciamo oggi con le navi dobbiamo immaginarlo anche per un sistema aereo", ha proseguito MERCURI, per il quale "se non siamo in grado di fare questo non avremo la possibilita' di arrivare in nuovi paesi in modo convinto ed organizzato ed i sacrifici che le aziende stanno facendo saranno vani". sono intervenuti ai lavori dell'action tank, tra gli altri, il vicepresidente di confagricoltura nicola CILENTO che ha messo in evidenza la perdita di competitivita' causata dall'alto prezzo dei trasporti ed il presidente dei giovani di cia stefano FRANCIA che ha osservato l'importanza di non tralasciare lo sviluppo della viabilita' secondaria. il responsabile area agricoltura e industria alimentare denis PANTINI ha presentato uno studio su "il sistema infrastrutturale a servizio dell'agricoltura italiana", consultabile su https://goo.gl/bPwffr, dettagliando la situazione italiana e le carenze che permangono nei confronti di altri paesi europei. "una delle maggiori innovazioni che le infrastrutture immateriali ed il 5g possono portare all'agricoltura e' la possibilita' di ottimizzarne la produzione", ha detto l'ad della societa' di telecomunicazioni likem davide ROTA, sottolineando  che vi sono diverse possibilita' di collaborazione con il mondo agricolo ancora inesplorate. "il dialogo tra i nostri mondi potrebbe essere migliorato, non solo per l'uso di tecnologie avanzate ma per un miglior uso e sviluppo di infrastrutture idriche ed elettriche", ha osservato l'ad di acea stefano antonio DONNARUMMA, secondo cui "si potrebbero fare molti ragionamenti sul settore idrico per orientare meglio gli investimenti".

 

(10 gennaio 2018)(riproduzione riservata)