Domenica, Nov 19th

Last update05:39:22 PM

agra press Programma Editoriale PROGRAMMA EDITORIALE 2012

Programma Editoriale 2012

di Letizia Martirano

Nel 2012 AGRA PRESS compie cinquant'anni. Mezzo secolo di attivita' induce alla riflessione ed e' quello che ci proponiamo di fare, insieme a voi lettori, nei prossimi dodici mesi per scoprire insieme punti di forza e punti deboli nella consapevolezza che le analisi intelligenti, spassionate e generose, anche quando contengono elementi di critica costruttiva, sono alla base di un buon lavoro. Dunque ben vengano, cari lettori, le vostre osservazioni ed i vostri suggerimenti. Nel 2012 vi dedicheremo particolare ascolto cercando di migliorare ancora i nostri servizi. E non sottovaluteremo nemmeno quel po' di astio invidioso - molto poco in verita' - del quale talvolta siamo oggetto e che e' comunque utile per avere il polso della situazione.

Da cinquant'anni AGRA PRESS segue con il necessario distacco, ma sempre con immutata passione per la notizia, quanto accade nel vasto ambito agricolo, agroalimentare e piu' di recente della pesca. Rifuggiamo dalla filosofia del gossip, dalla passione per le chiacchiere e dal fascino delle imprecisioni, cosa che, talvolta, ci costringe ad essere un po' noiosi, ma nonostante cio' crediamo di essere uno strumento indispensabile per il lavoro di ciascuno di voi. E' infatti sempre stato nostro obiettivo fornire notizie che siano il più possibile utili a chi le legge, cosa che richiede gusto per la precisione ed il rigore. Nonostante le nostre forze limitate, questa impostazione ci ha consentito di diventare una voce di riconosciuta affidabilita' e sempre piu' seguita nell'ambito in cui operiamo. Cio' e' potuto avvenire anche grazie alla vostra fiducia ed alle straordinarie trasformazioni dell'informatica che hanno reso piu' libera e democratica l'informazione, permettendoci di mettere in evidenza la nostra autorevolezza conquistata sul campo.

Nel 2011 AGRA PRESS ha diramato circa quindicimila notizie, moltissime delle quali riguardanti il lavoro delle istituzioni europee, italiane e regionali. Il nostro sito web e' stato costantemente aggiornato e gli accessi sono in aumento, registrando soprattutto nelle fasi "calde", interessanti picchi. Il nostro servizio di alert rapido, attraverso gli sms, continua a riscuotere un successo importante. Vorremmo fare molto di piu' e ci stiamo ingegnando per creare qualcosa di ancora piu' puntuale. Alla base del nostro lavoro, come molti di voi sanno per esperienza diretta, c'e' un quotidiano esercizio tutt'altro che solitario della creativita' intellettuale nella convinzione che l'apporto di ciascuno di noi, a prescindere dalla funzione che ricopre in redazione, e' un apporto essenziale ad un'opera dell'ingegno collettivo.

Nel 2011, AGRA PRESS, attraverso la cooperativa di lavoro tra giornalisti Outsider, ha continuato nel percorso di formazione di nuove leve del giornalismo intrapreso sin dai suoi inizi. Abbiamo dato lavoro ad un certo numero di persone - tra giornalisti, pubblicisti e personale tecnico - pagando loro regolari stipendi ed accantonando regolarmente i rispettivi trattamenti di fine rapporto. Una notazione, quest'ultima, non peregrina, poiche' serve a ricordare a coloro che leggono Agra Press di straforo che ogni abbonamento mancato e' un soldino in meno per remunerare il lavoro. E questo non e' bene. Infatti - a differenza di molte altre realta' giornalistiche - il nostro obiettivo e' senz'altro quello di massimizzare la nostra offerta, ma non al prezzo dello sfruttamento del lavoro che, oltre ad essere un'azione illegale, e' anche la ragione principale dello scadimento della qualita'.

Tuttavia i canoni di abbonamento di AGRA PRESS, a parita' di contenuti, sono a dir poco concorrenziali. Di cio' siamo fieri e salvo qualche ritocco statistico, non intendiamo nel 2012 operare aumenti di listino. Una decisione che per ciascuno di noi si tradurra' in un sacrificio finanziario ma che ci sentiamo di sostenere.

Nell'augurare a tutti voi, cari lettori, un felice 2012 vi ringraziamo per la fiducia accordataci ed ancora una volta vi chiediamo di aiutarci ad ampliare il numero degli abbonamenti.