Domenica, Lug 23rd

Last update05:51:12 PM

agra press Expo

EXPO: TUTTE LE NOTIZIE

EXPO: CONTINUA PROGETTO "LOVE IT" DI COPAGRI. DOMANI CONFERENZA STAMPA CON VERRASCINA, CAVALIERE, MELDA

con l'inaugurazione del primo ristorante-punto vendita che fa capo a "love it" e che prevede di supportare, mediante la somministrazione e la vendita di prodotti al 100% italiani, l'internazionalizzazione del vero agroalimentare made in italy, inizia la seconda parte del progetto "love it", ideato dalla copagri e presentato all'expo. lo sottolinea la confederazione, informando che l'inaugurazione si terra' domani, dalle 13:00, in via rugabella 2, a milano, e sara' preceduta da una conferenza stampa alla quale prenderanno parte il presidente nazionale della copagri franco VERRASCINA, il presidente di copagri lombardia roberto CAVALIERE e l'amministratore delegato di "love it" marcello MELDA. il progetto "e' solo ideato dalla copagri - ricorda la confederazione - ma aperto ed attuabile direttamente da quanti, operando nel sistema agroalimentare, volessero aderirvi". (ab

23 ottobre 2015

COLDIRETTI, IL 26 BILANCIO EXPO CON MARTINA, POLETTI, DE CASTRO SALA, SERRA, MONCALVO, SCORDAMAGLIA, PEDRONI, PECORARO

lunedi' 26 ottobre, dalle 09:30, nel centro conferenze dell'expo, si svolgera' l'incontro "expo: l'eredita' e le sfide future", nell'ambito del quale verra' presentata la "prima radiografia" dell'esposizione universale "con l'esclusiva indagine completa sul bilancio di expo elaborata da coldiretti/ixe'". ne da' notizia la coldiretti, spiegando che si trattera' della "prima occasione in cui verranno raccontati con i numeri gli aspetti salienti di una esperienza unica, con l'identikit dei visitatori, i costi affrontati, i padiglioni ed i cibi preferiti, i tempi medi di attesa nelle file, le curiosita' piu' apprezzate, le spese effettuate, le iniziative riconosciute come piu' significative, ma anche l'impatto sui flussi turistici, sull'economia e l'occupazione". all'incontro interverranno i ministri del lavoro giuliano POLETTI e delle politiche agricole maurizio MARTINA, il coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura del parlamento europeo paolo DE CASTRO, il negoziatore della commissione europea sul ttip raimondo SERRA, i presidenti di coldiretti roberto MONCALVO, federalimentare luigi SCORDAMAGLIA, coop italia marco PEDRONI, unilever italia angelo TROCCHIA, istituto ixe' roberto WEBER, censis giuseppe DE RITA e fondazione univerde alfonso PECORARO SCANIO. (ab)

23 ottobre 2015

EXPO: DAL 19 AL 21 OTTOBRE NEL PADIGLIONE COPAGRI ECCELLENZE DI CALABRIA E PUGLIA

unedi' e martedi' prossimi, 19 e 20 ottobre, nel padiglione copagri ad expo milano 2015, appuntamento con le eccellenze agroalimentari della regione calabria. la copagri regionale sara' presente con un'esposizione ed una degustazione finalizzate alla promozione di prodotti tipici quali salumi formaggi. particolare attenzione per l'olio extravergine d'oliva, la cui degustazione sara' accompagnata da esperti del comparto. all'iniziativa sara' presente il presidente di copagri calabria, gino IEMMA. sempre lunedi' 20 e fino a martedi' 21 sara' la volta della puglia che, alla presenza del vicepresidente vicario regionale, fabio INGROSSO, mettera' a disposizione di chef, per la realizzazione di show cooking, un'ampia gamma di prodotti tipici della regione.

16 ottobre 2015

EXPO:  "PILASTRI CAMPANI DELLA DIETA MEDITERRANEA" IL 18 SERATA CON CONFAGRI ALLA CASA DEGLI ATELLANI

per due giorni, dal 16 al 22 ottobre, la regione campania e' presente ad expo 2015 con una serie di importanti iniziative e con un proprio spazio istituzionale. in collaborazione con confagricoltura, ha organizzato per il 18 ottobre una serata di gala alla casa degli atellani, in corso magenta 65, dove e' stata riportata in vita la vigna di leonardo da vinci. la serata vedra' il coinvolgimento di una ventina di aziende agroalimentari campane che continuano ad investire ed a credere nel loro territorio e che, attraverso i loro prodotti, dall'ortofrutta al vino, dall'olio alla pasta, dalle carni ai salumi, fino al pescato, "racconteranno" la loro storia. all'incontro interverranno il presidente della campania vincenzo DE LUCA, i vertici di confagricoltura, esponenti delle istituzioni e imprenditori dell'agroalimentare campano. concludera' la serata una cena a base di prodotti tipici preparata dallo chef francesco TAMMARO, del ristorante san pietro di cetara.

16 ottobre 2015

EXPO: DOMANI CONFERENZA STAMPA COPAGRI SU SAPORI E SAPERI DELLA BASSA BRESCIANA

sabato 17 ottobre, dalle ore 11:00, nella sala delle tele, in piazza dei caduti, a calvisano (bs), si terra' la conferenza stampa di presentazione di  "sapori e saperi della bassa bresciana", in programma ad expo, giovedi' 22 ottobre, nel padiglione love it, di fronte all'albero della vita dove, dalle ore 20:00, le pro loco organizzatrici, presenteranno il progetto "sapori e saperi della bassa bresciana", con la partecipazione del presidente provinciale di copagri brescia, alessandro BARONCHELLI e del presidente regionale di copagri lombardia roberto CAVALIERE.

16 ottobre 2015

EXPO: ANBI PIEMONTE, DOMANI PRESENTAZIONE CONVEGNO SU RUOLO CONSORZI, CON CASELLI E GARGANO

domani, sabato 17 ottobre, dalle 12:30, nel padiglione agriexpo dell'expo, si terra' una conferenza stampa organizzata dall'anbi piemonte per presentare il convegno "gestione delle acque e tutela del territorio. il ruolo dei consorzi irrigui piemontesi", nel corso del quale sara' illustrato il "progetto per l'invaso di serra degli ulivi nel territorio di mondovi'". ne da' notizia l'anbi, informando che alla conferenza interverranno il presidente del comitato scientifico dell'osservatorio criminalita' agricoltura e sistema agroalimentare giancarlo CASELLI ed il direttore generale dell'anbi massimo GARGANO, oltre a "rappresentanti degli enti locali e delle organizzazioni professionali agricole regionali". (ab)

16 ottobre 2015 

ASSEMBLEA CIA IL 29 AD EXPO CON MARTINA, EMILIANO OLIVERIO, CIOTTI, SCANAVINO, PAGNI, MASTROCINQUE

il 29 ottobre, dalle 09:30, a expo, all'auditorium di palazzo italia, si tiene l'assemblea nazionale della cia-confederazione italiana agricoltori. la mattinata sara' quest'anno dedicata al tema "l'agricoltura del sud per la legalita' e lo sviluppo dell'economia nazionale". i lavori si apriranno con l'introduzione di alessandro MASTROCINQUE, vicepresidente della cia, cui seguira' una tavola rotonda cui parteciperanno il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA; i presidenti della puglia michele EMILIANO, della calabria mario OLIVERIO, della basilicata marcello maurizio PITTELLA e il presidente di libera don luigi CIOTTI. trarra' le conclusioni del dibattito il presidente della cia dino SCANAVINO. il pomeriggio cinzia PAGNI, vicepresidente vicario della cia, svolgera' una relazione sul tema "il progetto cia in expo e il dopo expo", cui seguira' la consegna di una targa di partecipazione alle fattorie didattiche protagoniste dei lavoratori didattici cia a palazzo italia e la proiezione di un estratto del documento cia "bioresistenze". conclude i lavori dell'assemblea SCANAVINO.

16 ottobre 2015 

 

EXPO: IL 20/10 CONVEGNO SU MERCATO INTERNAZIONALE DELLA BMTI, CON MARTINA, BIANCHI, ZANLARI, FEROLDI

il 20 ottobre, dalle 11:00, nell'area mipaaf dell'expo, si svolgera' il convegno "una piattaforma online per migliorare l'efficienza e l'accesso ai mercati alimentari: il mercato internazionale della borsa merci telematica italiana", organizzato da mipaaf, borsa merci (bmti) ed unioncamere. ne da' notizia un comunicato, informando che lo scopo dell'iniziativa e' "approfondire il tema dell'accesso, dello sviluppo e della trasparenza dei mercati alimentari". "partendo dall'analisi del contesto internazionale, verra' presentata l'esperienza italiana della borsa merci telematica e la sua piattaforma internazionale creata per favorire lo scambio di prodotti alimentari tra paesi in un contesto sicuro e trasparente", spiega la bmti. all'incontro interverranno, fra gli altri, il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, il capo dipartimento delle politiche competitive del mipaaf luca BIANCHI, il vicepresidente di unioncamere leonardo BASSILICHI ed il presidente ed il direttore della bmti andrea ZANLARI ed annibale FEROLDI. programma completo su http://goo.gl/DIuo0U. (ab)

16 ottobre 2015 

 

EXPO: LUNEDI' PRESENTAZIONE VOLUME "AGRICOLTURA MONDO" DI FABIANI, CON MARTINA, SCHIAVELLI E SISTI

lunedi' 19 ottobre, dalle 16:30, nel padiglione della world association of agronomists all'expo, si svolgera' la presentazione del volume "agricoltura-mondo, la storia contemporanea e gli scenari futuri", di guido FABIANI, edito da donzelli editore. discuteranno del volume, oltre all'autore, il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, il vicepresidente di unaproa antonio SCHIAVELLI ed il presidente del conaf andrea SISTI. (ab)

16 ottobre 2015

EXPO: IL MINISTRO MARTINA IN VISITA LUNEDI' ALLA FATTORIA GLOBALE DEGLI AGRONOMI

il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA visitera', lunedi' 19 ottobre, dalle 16:30, la fattoria globale del futuro 2.0, il padiglione della world association of agronomists ad expo 2015, in occasione della presentazione del volume di guido FABIANI "agricoltura-mondo, la storia contemporanea e gli scenari futuri".

16 ottobre 2015

EXPO: DOMANI CONVEGNO COLDIRETTI LOMBARDIA SU AGROMAFIE ED ANTICORRUZIONE, CON MARONI, CASELLI, PRANDINI

domani, sabato 17 ottobre, dalle 10:00, nel padiglione coldiretti all'expo, la federazione regionale organizza un convegno sul tema "anticorruzione e fenomeno delle agromafie" per "fare il punto sulla presenza della criminalita' organizzata nel settore agroalimentare, sulle attivita' piu' coinvolte, sui danni all'economia legale e sulle contromisure che si possono adottare". ne da' notizia un comunicato, informando che all'incontro interverranno, tra gli altri, i presidenti della regione roberto MARONI, del comitato scientifico dell'osservatorio sulla criminalita' nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare giancarlo CASELLI e della coldiretti lombardia ettore PRANDINI. (ab)

16 ottobre 2015 

COMMERCIO ESTERO: COLDIRETTI, ALIMENTARE CRESCE 10 VOLTE DI PIU' DELLA MEDIA ANCHE GRAZIE AD EXPO

l'export alimentare cresce dieci volte piu' della media, con un aumento ad agosto del 9,9 per cento degli acquisti all'estero di cibo made in italy rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, anche sotto la spinta dell'effetto expo. ad affermarlo e' la coldiretti sulla base di un'analisi sui dati istat relativi al commercio estero dai quali emerge l'ottimo risultato del settore agroalimentare rispetto alla ridotta crescita tendenziale del dato generale, che vede le esportazioni complessive in aumento dell'1 per cento. alle tendenze positive determinate dalla ripresa economica e dal tasso di cambio favorevole si e' aggiunta - sottolinea la coldiretti - la spinta propulsiva determinata dalla vetrina mondiale dell'esposizione universale. un forte stimolo alla crescita e' venuto in particolare - rileva la coldiretti - dal boom di esportazioni di cibo made in italy negli stati uniti, in salita del 23 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. un dato che conferma gli usa come principale mercato di sbocco extracomunitario, anche se i 2/3 del fatturato si ottengono con l'esportazione di prodotti agroalimentari verso i paesi dell'unione europea. "con questi risultati sul commercio estero l'agroalimentare e' probabilmente il settore che piu' di altri sta beneficiando dell'effetto traino dell'esposizione universale", ha affermato il presidente della coldiretti roberto MONCALVO nel sottolineare che "si e' trattato di una occasione unica per dare la possibilita' ai consumatori stranieri di mettere a confronto i prodotti originali con i troppi tarocchi che circolano in molti paesi".

16 ottobre 2015  

AGRITURIST FESTEGGIA AD EXPO 50 ANNI. MESSAGGIO DI MATTARELLA. INTERVENTI DI GUIDI E MELACCA

il presidente della repubblica sergio MATTARELLA ha inviato ai partecipanti al XII forum agriturist, che si e' tenuto oggi ad expo, un messaggio per il cinquantesimo dell'associazione. il presidente ha sottolineato come il forum nazionale dell'associazione si riveli una "preziosa occasione di condivisione di obiettivi comuni per la valorizzazione delle risorse turistiche e rurali, che consolida e rafforza il percorso iniziato 50 anni fa da agriturist". "la promozione dello sviluppo sostenibile del nostro paese, la tutela dell'affidabilita' dei prodotti italiani e la salvaguardia dell'ambiente agricolo, sono - ha osservato il presidente MATTARELLA - azioni qualificanti che contraddistinguono il vostro operato, contribuendo a valorizzare il patrimonio culturale ed identitario del paese". al forum e' intervenuto, per concluderne i lavori, il presidente di confagricoltura mario GUIDI che ha detto: "sottolineo sempre che la nostra agricoltura e' un 'capolavoro': cultura, arte e agricoltura sono un universo unico che fa bene al turismo, all'economia, alla societa'. l'agriturismo e' stato il primo esempio di multifunzionalita' in agricoltura ed ha permesso di recuperare l'edilizia rurale in molte zone e di promuovere l'attivita' agricola. accanto all'agriturismo le opportunita' per sviluppare attivita' di diversificazione - ha aggiunto GUIDI - sono enormi e le nostre imprese allargano la loro offerta per venire incontro ai nuovi bisogni della collettivita', ma anche, in una fase difficile come questa, per sostenere ed ampliare il reddito aziendale". "l'agriturismo sancisce il legame strettissimo tra turismo e agricoltura, un turismo lento che, a parere di agriturist, va adeguatamente promosso puntando sulle caratteristiche che attirano sempre piu' clienti italiani e stranieri nelle nostre campagne. le aziende che svolgono attivita' di agriturismo e simili sono aumentate, dal 2010, del 16%", ha asserito cosimo MELACCA, presidente di agriturist. "questo nostro forum - ha sottolineato il presidente di agriturist nella relazione di apertura - vuole portare all'attenzione della politica e dei media che la terra - valore concreto e reale, in contrasto con il mondo virtuale, che certe volte ci soffoca - va salvaguardata, va protetta dall'urbanizzazione. gli agricoltori ne sono i custodi, con la loro attivita', che segue i ritmi della natura, recupera e valorizza il patrimonio culturale locale, da' forza alle identita' dei luoghi, promuove territorio, usi, costumi, cibi e tradizioni". MELACCA ha quindi messo in evidenza il ruolo del turismo "lento". "proponiamo non la vacanza 'mordi e fuggi', che pur viene praticata nelle nostre strutture di ospitalita', ma - ha spiegato - quella che ha il ritmo della campagna, che ha una visione ed una prospettiva differente, di consapevolezza culturale. in quest'ottica si muove il turismo che coinvolge i nostri ospiti stranieri. dobbiamo proseguire su questa strada". "c'e' ampio spazio di crescita - ha rilevato presidente di agriturist  - per le attivita' connesse all'agricoltura, partendo proprio dall'agriturismo. e' ora il momento di tesaurizzare i nostri meriti, rafforzando il nostro ruolo anche attraverso il nuovo portale, costruito proprio in ottica di supporto agli associati che si trovano ad affrontare un mercato cambiato e molto competitivo". "sulla felice intuizione di creare un turismo rurale, cinquanta anni fa e' nato agriturist. e dal suo successo e' derivato, in seguito, il termine agriturismo. le aziende agrituristiche italiane sono oggi, secondo una stima centro studi di confagricoltura, circa 21.300, +40 negli ultimi 10 anni, e sono aumentati il fatturato, l'offerta di posti letto e di ristorazione, cosi' come sono cresciuti gli ospiti. fieri delle nostre radici e della nostra storia - ha concluso il presidente di agriturist - non ci fermiamo qui".

16 ottobre 2015

EXPO: COLDIRETTI SONDRIO, APA E MOTTOLINI PRESENTANO "BRESAOLA GREEN A KM ZERO"

"la prima bresaola green a km zero, che usa solo carne della valtellina lavorata e stagionata sul territorio", debuttera' venerdi' 16 ottobre, dalle 15:00, a expo, nella terrazza del padiglione coldiretti "no farmers no party", grazie al progetto di coldiretti sondrio in collaborazione con l'apa (associazione provinciale allevatori) e con l'azienda di trasformazione mottolini di poggiridenti, rende noto la coldiretti lombardia. il progetto verra' illustrato dal presidente della coldiretti lombardia ettore PRANDINI, dal presidente della coldiretti di sondrio alberto MARSETTI e da emilio MOTTOLINI, uno dei tre titolari dell'omonima azienda valtellinese. nell'occasione verra' fatto il punto sulla diffusione della bresaola nel mondo e sul suo utilizzo a tavola.

15 ottobre 2015

LUNEDI' AD EXPO CONVEGNO SU FLOROVIVAISMO DI COLDIRETTI, CONDIFESA EM ROM E GARDEN CENTER

lunedi' 12 ottobre, dalle 10:30 nel padiglione agriexpo all'esposizione universale, si svolgera' il convegno "piante e fiori italiani energia positiva per la vita, made in italy e tutela del reddito", organizzato da coldiretti, associazione regionale dei condifesa dell'emilia romagna ed associazione italiana dei garden center. ne da' notizia l'asnacodi, informando che lo scopo dell'iniziativa e' "richiamare l'attenzione delle imprese agricole, degli operatori coinvolti nel settore e nelle assicurazioni sulle molteplici funzioni che il comparto florovivaistico svolge". il comparto florovivaistico e' un "importante settore economico che crea un notevole indotto e da' lavoro a migliaia di persone", sottolinea l'associazione, facendo notare che "i centri di giardinaggio, in particolare, possono essere definiti come un insieme di piazze verdi del nostro paese, dove il pubblico si avvicina alle piante ed alla natura incontrando anche dei prodotti made in italy, da sempre un vanto dei nostri territori", come nel caso della riviera dei fiori e sanremo o della campania. "i centri di giardinaggio - prosegue l'asnacodi - nei quali si vende il 70% delle piante ornamentali e dei fiori commercializzati, costituiscono un luogo di incontro frequente fra le imprese agricole di produzione ed il pubblico". "in questi centri si vanno diffondendo anche le botteghe italiane, che offrono prodotti italiani di qualita' e rappresentano quindi un importante veicolo di tutto il made in italy non solo florovivaistico", aggiunge l'associazione, facendo notare che "il settore si va sempre piu' caratterizzando per la diffusa presenza di imprese giovani, con addetti altamente specializzati, qualificati periti, agronomi, agrotecnici". i temi al centro dei lavori del convegno saranno "il rilancio della produzione made in italy, gli strumenti per la gestione del rischio, che sono utilizzabili anche per la copertura dei danni alle strutture ed alle produzioni sotto serra" e le "importanti iniziative realizzate grazie alla collaborazione fra la filiera agricola italiana spa, l'associazione dei garden center, l'airc per il supporto alla ricerca, attraverso il progetto realizzato con la vendita della margherita, pianta tutta italiana". il programma del convegno e' consultabile su http://goo.gl/gWufH7. (ab) 

8 ottobre 2015

EXPO: COLDIRETTI ED ASSOAVI ORGANIZZANO DOMANI LA "GIORNATA MONDIALE DELL'UOVO"

domani, dalle 10:00, davanti al padiglione coldiretti "no farmers no party" all'expo, si svolgera' la "giornata mondiale dell'uovo", organizzata da coldiretti e da assoavi. "il world egg day e' stato introdotto all'international egg conference di vienna nel 1996 e si festeggia il secondo venerdi' di ottobre di ogni anno con iniziative in tutto il mondo", spiega la coldiretti, sottolineando che "nell'anniversario dei vent'anni dalla sua istituzione l'appuntamento di expo rappresenta un momento privilegiato per il ruolo essenziale delle uova nel nutrire le popolazioni del mondo". tra le iniziative previste verra' allestita una "curiosa esposizione delle uova di diverse specie, colori e dimensioni con l'illustrazione delle specifiche proprieta' nutrizionali e culinarie" e verra' preparata la "frittata piu' piccola del mondo", rende noto l'organizzazione, informando che all'appuntamento partecipera' il presidente nazionale roberto MONCALVO. (ab)

8 ottobre 2015

EXPO: CONFAGRI VENETO, DOMANI A CASA ATELLANI INCONTRO TRA GUIDI E DIRIGENTI REGIONALI

domani 9 ottobre, "nella splendida location della casa degli atellani, dove leonardo da vinci coltivo' la sua malvasia di candia, le delegazioni dei dirigenti della confagricoltura delle sette provincie del veneto si ritroveranno per discutere sui temi di fondo di expo 2015 e di come l'agricoltura italiana e veneta possono e potranno contribuire a fornire cibo per un mondo sempre piu' globalizzato". ne da' notizia la confagricoltura regionale, spiegando che il tema dell'incontro, al quale partecipera' il presidente nazionale mario GUIDI, sara' "quale impresa per sfamare il mondo con un'agricoltura compatibile con l'ambiente, il territorio e il reddito aziendale?". (ab)

8 ottobre 2015

EXPO: PARLATO (CREA), DA RICERCA STRUMENTI PER NUOVE POLITICHE AGROALIMENTARI

la necessita' di arrivare ad un rapporto piu' equilibrato e sostenibile tra produzione, gestione delle risorse naturali, territori e consumi alimentari e' stato il tema centrale dell'incontro dal titolo "le politiche per l'agroalimentare e la carta di milano: conflitti o sinergie?", il nono dei dodici appuntamenti aperti al pubblico, organizzati dal crea ad expo, per approfondire e celebrare la carta di milano. nel corso dell'incontro sono stati analizzati i cambiamenti che le politiche di settore hanno vissuto nel corso degli anni. "una politica agricola in linea con i principi della carta di milano - ha spiegato salvatore PARLATO, commissario straordinario del crea - puo' portare le istituzioni ad assumere decisioni che avvicinino le politiche a temi di maggiore interesse dei consumatori, come il diritto di accesso al cibo, la salubrita' e la qualita' degli alimenti e la lotta allo spreco. in tal senso, l'agricoltura italiana dovra' cogliere le opportunita' offerte dalla pac - ha concluso il commissario straordinario del crea - per favorire un rapporto non conflittuale, ma integrativo tra la competitivita' del settore e la sua sostenibilita' ambientale".

8 ottobre 2015

EXPO: CONFAGRI COSENZA ALLA CASA DEGLI ATELLANI IL 10 OTTOBRE

il 10 ottobre, dalle 11:30, si terra' a casa degli atellani-vigna di leonardo (corso magenta 65/67, milano), un incontro con la stampa organizzato dai gruppi di azione locale alto jonio federico II, savuto, sila greca, valle del crati, per far conoscere e "gustare" i capolavori della provincia di cosenza, apprezzare i prodotti tipici locali, l'artigianato la cultura e la natura di questo territorio della calabria. alla conferenza stampa seguira', dalle 18:30, nella casa degli atellani, la presentazione del codice purpureo "il codex purpureus rossanensis", un manoscritto onciale greco del VI secolo.

7 ottobre 2015

EXPO: FEDAGRI, COOP SANTANGIOLINA PRESENTA NUOVO MARCHIO. BAIETTA, STIAMO CAMBIANDO PELLE

la societa' agricola cooperativa santangiolina, aderente alla fedagri, presentera' questa sera, alla cascina triulza dell'expo, al termine dell'incontro con i soci, il suo nuovo logo. ne da' notizia la fedagri, informando che durante l'incontro verra' inoltre presentata la mostra "take care of the seed. storie di chi e' ripartito, dal desiderio". "santangiolina - ha spiegato il presidente di santangiolina latte fattorie lombarde antonio BAIETTA - si inserisce come un germoglio giovane in un ceppo antico: questa giornata e' una tappa di un percorso iniziato diversi anni fa". "stiamo cambiando pelle da cooperativa di raccolta latte per diventare un polo di trasformazione dei produttori che punta sui formaggi dop di qualita' e tradizionali", ha sottolineato. "la nostra forza e' la filiera unita e la possibilita' di presentarci direttamente al consumatore con la nostra faccia di produttori", ha concluso. (ab)

7 ottobre 2015

EXPO: CONDIFESA LOMBARDIA, VENERDI' CONVEGNO SU DIFESA PRODUZIONI

l'associazione regionale dei consorzi di difesa della lombardia organizza, per venerdi' 9 ottobre, dalle 10:30, nella terrazza del padiglione italia, spazio coldiretti, all'expo, un convegno sul tema "la difesa attiva delle produzioni agricole come servizio ai soci". ne da' notizia un comunicato, informando che l'iniziativa "vuole essere un momento di riflessione propositivo per l'attivita' dei consorzi di difesa, che deve essere orientata anche all'affiancamento dell'imprenditore agricolo nelle scelte tecnico/agronomiche al fine di consentirgli di ottimizzare le proprie produzioni in funzione della prevenzione dei rischi e di gestire al meglio il contenimento dei costi dei mezzi produttivi per la tutela del reddito". "i consorzi di difesa - afferma il presidente dell'associazione regionale giacomo LUSSIGNOLI - devono integrare il servizio relativo alle assicurazioni contro le avversita' atmosferiche con un supporto integrato alle aziende agricole che possa dare risposte concrete ai molteplici fattori che determinano una salvaguardia della redditivita' degli agricoltori". (ab)

7 ottobre 2015 

EXPO: STATI UNITI, IL 9 INCONTRO SU INNOVAZIONE AGRICOLA CON SOTTOSEGRETARIO SCUSE

il sottosegretario americano all'agricoltura michael SCUSE interverra' alla conferenza stampa "agricultural innovation, planting the seeds for a sustainable future", che si terra' venerdi' 9 ottobre, dalle 14:30, nella terrazza del padiglione usa all'expo. ne da' notizia un comunicato, informando che l'iniziativa e' organizzata dal dipartimento agricolo statunitense, dalla camera di commercio americana in italia, da u.s. sustainability alliance e dal padiglione degli stati uniti. (ab)

7 ottobre 2015 

EXPO: COLDIRETTI, DOMANI CONVEGNO SU LEADERSHIP DELLE DONNE. INTERVENTI DI MONCALVO E ANSALONI

"cibo, benessere e arte" e' il titolo del convegno organizzato da donne impresa coldiretti, domani, 8 ottobre all'expo centre di milano. per comprendere il legame tra wellness, alimentazione e la bellezza artistica sono in programma gli interventi di mariagrazia ROCCHIGIANI, funzionario formazione e partenariati della fao, luciana D'AMBROSIO MARRI, sociologa del lavoro ed esperta di management e leadership, massimiliano ZAMPINI, del centro interdipartimentale mente e cervello (cimec), sandra FIORE, addetta stampa cnr e storica dell'arte, elena FROSIO, laureata in storia dell'arte moderna dell'universita' ca' foscari di venezia. lorella ANSALONI, responsabile delle imprenditrici agricole coldiretti, aprira' i lavori, mentre le conclusioni saranno affidate al presidente roberto MONCALVO. per l'occasione una folta delegazione di agricoltrici sara' presente in rappresentanza delle 24mila imprese agricole "rosa" associate in veneto.

7 ottobre 2015 

EXPO: UNAPROL, L'OLIVICOLTURA MOLISANA DI NICCHIA "INCANTA I CONSUMATORI"

l'unaprol-consorzio olivicolo italiano sottolinea in un comunicato il "successo di pubblico" di due convegni sull'olivicoltura molisana, svoltisi nello spazio agriexpo dell'esposizione universale con lo scopo di "promuovere le filiere tracciate unaprol dell'olivicoltura di nicchia molisana". "l'oliva nera di colletorto, campobasso, in molise, dell'azienda di mena aloia, aveva fretta di diventare olio extra vergine di oliva per expo 2015 a milano", sottolinea l'unaprol, spiegando che da "dieci quintali di olive raccolte e frante in molise" e' stato ricavato "un quintale di un olio extra vergine di oliva eccezionale di alta qualita' garantita". "questo nettare di frutto ha raggiunto expo di notte per deliziare il palato dei consumatori dell'esposizione universale", prosegue il consorzio, sottolineando che "la coltivazione dell'olivo e la produzione di olio extra vergine di oliva appartengono al patrimonio storico e paesaggistico del molise, tanto da caratterizzarne la struttura produttiva e il paesaggio, ricco di oliveti anche di antichissimo impianto". "l'olivo e' caratteristico di ampie zone vocate in provincia di campobasso e nella piana di venafro in provincia di isernia, ma piantagioni si trovano anche nella zona litoranea marina e sulle dorsali montane dell'alto molise", prosegue l'unaprol, evidenziando che "nella regione e' presente una sola denominazione di origine protetta, la dop molise e per la produzione di quest'olio si utilizzano, per almeno l'80%, le drupe prodotte dalle varieta' principali: aurina, o licinia, gentile di larino, oliva nera di colletorto, e leccino; il 20% e' costituito da altre varieta' coltivate nella regione tra le quali: paesana bianca, sperone di gallo, olivastro rosciola". "in base agli ultimi dati, la superficie olivicola in produzione del molise e' pari a circa 13.000 ettari e nella regione operano un centinaio di frantoi; la varieta' piu' diffusa e' la gentile di larino, seguita da rosciola di rotello, da cellino e da altre varieta' diffuse in tutto il centro italia", aggiunge il consorzio. "l'analisi dei dati di vendita nella gdo relativi al 2014, indica che in abruzzo e molise sono stati venduti circa 3,2 milioni di litri di extra vergine, per un corrispondente valore di 12 milioni di euro, con una progressione sia in volume, sia in valore, rispetto allo stesso periodo precedente", precisa l'unaprol, rilevando che "il prezzo medio si e' aggirato intorno ai 3,8 euro/litro ed il 69% dell'olio extra vergine e' stato venduto in promozione". "gli oli bio e a denominazione hanno uno spazio di mercato piu' limitato all'interno del mercato dell'olio, collocandosi su livelli piu' alti di prezzo medio; il 100% italiano risulta posizionato su un livello di prezzo piu' alto di 5,32 euro/litro; sono stati venduti, nel periodo considerato, circa 171 mila litri di 100% italiano, per un valore corrispondente ad 900 mila euro", conclude l'unaprol. (ab)

7 ottobre 2015 

EXPO: VINITALY, DOMENICA PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL 22° CONCORSO ENOLOGICO

domenica 11 ottobre, dalle 11:30, nella terrazza del padiglione vino-a taste of italy dell'expo, verranno consegnati i premi speciali, le gran medaglie d'oro e le medaglie d'oro del 22° concorso enologico internazionale di vinitaly, svoltosi dal 12 al 16 aprile. ne da' notizia l'ente fieristico, evidenziando che al concorso erano iscritti quasi 3.000 vini, dei quali 2.585 ammessi a giudizio, provenienti da trentadue paesi partecipanti, tra i quali per la prima volta svezia, giappone e taiwan. "l'anno prossimo la competizione internazionale tornera' a svolgersi, come da tradizione, prima di vinitaly ed i vincitori potranno promuovere i loro vini gia' in occasione della rassegna, che nel 2016 celebrera' i suoi primi 50 anni e che si terra' dal 10 al 13 aprile 2016", informa veronafiere. elenco completo vincitori su http://goo.gl/SAQilt. (ab)

6 ottobre 2015

EXPO: ARA MOLISE SI CONFRONTA SU ZOOTECNIA E ITTICA

e' in programma per domani, mercoledi' 7 ottobre un incontro, nel padiglione coldiretti di expo, sul tema "psr molise: una opportunita' per le produzioni ittiche e zootecniche del molise". I lavori saranno introdotti dai presidenti di ara molise, paride DI MEMMO, della coldiretti regionale tommaso GIAGNOCOVO e del "consorzio carni del tratturo" giovanni MONACO e saranno moderati dal direttore dell'associazione regionale allevatori molisana francesco D'ORSI. le conclusioni saranno affidate al direttore della coldiretti molise saverio VIOLA.

6 ottobre 2015 

EXPO: DOMANI IL VENETO PRESENTA DATI SULLA FILIERA ITTICA

la regione veneto presenta domani, mercoledi' 7 ottobre, dalle 11:00, ad expo, al padiglione delle regioni, sul cardo, i dati dell'osservatorio socio economico di veneto agricoltura per la pesca e l'acquacoltura di chioggia. tali dati segnalano un calo della flotta, ma la crescita delle imprese, che nell'acquacoltura han sorpassato quelle della pesca, sottolineano che le  province leader sono rovigo e venezia. i mercati ittici veneti sono sei: caorle, chioggia, pila-porto tolle, porto viro, scardovari e venezia. la produzione complessiva e' stabile (+0,6%) ma l'incasso totale risulta in calo (92,8 mio/euro, -13,6%). forte e' lo sbilancio tra import/export, va bene pero' la produzione marittima (+12,4%).

6 ottobre 2015

EXPO: CREA, PER I GIOVEDI' DELLA RICERCA PARLATO BLASI, CONTARIN E CORNACCHIA SU CARTA DI MILANO

"le politiche per l'agroalimentare e la carta di milano: conflitti o sinergie?" e' il tema del convegno organizzato per l'8 ottobre dal crea nell'ambito dei "giovedi' della ricerca" all'expo, lounge mipaaf, cardo sud. alla relazione introduttiva che sara' svolta da roberto HENKE e alessandro MONTELEONE (crea), seguira' una tavola rotonda alla quale partecipano giuseppe BLASI, dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale del mipaaf; piero CONFORTI, statistics division della fao; franco CONTARIN, sezione piani e programmi settore primario della regione veneto; pino CORNACCHIA, dipartimento sviluppo agroalimentare e territorio della cia-confederazione italiana agricoltori; fondazione feltrinelli. conclusioni di salvatore PARLATO, commissario straordinario crea.

6 ottobre 2015 

EXPO: PRESENTATA FLOW, LA BOTTIGLIA DI "SOLO OLIVE ITALIANE" DI UNAPROL E SYMBOLA

e' stata presentata ad expo, al padiglione del mipaaf, flow, la bottiglia realizzata nell'ambito del progetto "solo olive Italiane", che - spiega un comunicato - "fa parte di un programma di sensibilizzazione ed informazione rivolto ai consumatori, in special modo quelli italiani, ed ha, tra l'altro, l'obiettivo di collegare alla forma di una determinata bottiglia il contenuto di un prodotto extra vergine totalmente italiano perche' fatto esclusivamente con olive prodotte in Italia. il progetto e' stato realizzato da unaprol e fondazione symbola, sostenuto dal ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, e si avvale della collaborazione di alcuni partner: consorzio comieco, frantoi veneti redoro, guala clousers e veralia". "le motivazioni che hanno spinto gli ispiratori del progetto a realizzare una bottiglia particolare per expo che riproponesse nel nome e nella forma il flusso dell'olio extra vergine di oliva, da cui il nome flow - spiega il comunicato - e' scaturita dalla necessita' di maggiore informazione avanzata dai consumatori europei ed italiani verso olio extra vergine di oliva". infatti, "da un'indagine a campione commissionata da unaprol-consorzio olivicolo italiano sui comportamenti di acquisto dei consumatori europei (in belgio, danimarca e olanda), e' risultato che solo il 46% degli intervistati acquista consapevolmente olio extravergine di oliva prodotto in europa. il 43% acquista, invece, olio ma non conosce se abbia o meno origine europea, mentre 1'11% del campione non usa oli di oliva prodotti nella ue. solo il 39% del campione riconosce l'olio extra vergine di oliva attraverso la lettura delle etichette; altri si lasciano suggestionare dal colore (31%), dal sapore (20%), mentre un buon 10% ammette candidamente di non saper scegliere quale olio extra vergine acquistare". "in Italia, nell'ambito dello stesso progetto solo olive italiane, i dati di un'indagine svolta tra il gennaio 2013 ed il marzo del 2014, che ha scandagliato il web ed esaminato 1,6 milioni di post su blog-news, forum, twitter e facebook, ha fornito il profilo di un consumatore che necessita di maggiori informazioni sulle proprieta' salutistiche del prodotto. se il 43,2% del campione intervistato preferisce la bassa acidita', al 31% l'olio extra vergine non piace perche' ritiene che non sia sano e che faccia ingrassare, mentre un altro 22% pensa che sia adulterato". "ecco perche' c'e' la necessita' di investire in informazione del consumatore", ha riferito il presidente di unaprol david GRANIERI, che ha aggiunto: "il progetto solo olive italiane con la sua bottiglia flow rappresenta un percorso di crescita che coinvolge l'intera filiera dell'olio di oliva extra vergine di qualita' italiano". flow - ricorda infine l'unaprol - viene presentata ad expo mentre in tutta italia riaprono i frantoi. le prime stime del mipaaf sulla campagna 2015/2016 danno il seguente quadro: produzione a 350mila tonnellate, esportazioni a 360mila tonnellate, importazioni e consumi a 600.000 mila tonnellate circa.

6 ottobre 2015 

EXPO: GIANSANTI (CONFAGRI) FIRMA MANIFESTO PER MADE IN ITALY

confagricoltura, expo, gruppo sanpellegrino, fondazione altagamma e confartigianato hanno firmato oggi, all'expo, un manifesto per il made in italy, documento composto "da dieci punti per confermare e rilanciare l'italia quale grande paese, raccogliendo le opportunita' date dell'esposizione universale", ne da' notizia l'organizzazione agricola, il cui vicepresidente massimiliano GIANSANTI ha partecipato al convegno "il made in italy dopo l'expo, fare sistema per vincere nel mondo", organizzato dal gruppo sanpellegrino con il sostegno della fondazione altagamma, che ha preceduto la firma del manifesto. "il sistema agroalimentare italiano ha tutti i numeri per essere il migliore d'europa, ma nonostante la qualita' dei prodotti e l'amore che gli stranieri mostrano per il nostro cibo, soffre di difficolta' che vanno superate. l'italian sounding e' un tentativo di inseguire i sapori e i saperi italiani e, in questo senso ha qualcosa di positivo. e' sempre meglio farsi inseguire, anziche' rincorrere. tutt'altra cosa e' la contraffazione, che va punita e stroncata", ha osservato GIANSANTI. il vicepresidente di confagricoltura, esaminando i punti di forza e di debolezza della filiera agroalimentare nazionale, ha aggiunto: "per l'agricoltura c'e' di un deficit di produttivita' rispetto a quella di altri paesi europei. poi c'e' la burocrazia: e' inutile avere degli ottimi prodotti - ha sottolineato GIANSANTI - se poi non riusciamo a farli arrivare in quei mercati che oggi rappresentano un grande terreno di conquista per l'agricoltura europea. per spedire merci via nave, ad esempio, le aziende italiane devono aspettare 19 giorni, quasi il doppio rispetto ai concorrenti tedeschi, spagnoli o francesi.  le dimensioni ridotte di molte imprese pesano, indubbiamente, in maniera negativa sulla produttivita' del sistema italiano. per questo - ha concluso il vicepresidente di confagricoltura  - e' fondamentale aggregarsi per raggiungere strutture piu' solide ed efficienti".

6 ottobre 2015 

EXPO: 8/10 INCONTRO MAE E CIHEAM SU RETI DI DONNE MEDITERRANEE PER L'EMPOWERMENT IN AREE RURALI

reti di donne mediterranee per l'empowerment di genere in aree rurali, e' il titolo dell'evento internazionale che si terra' giovedi' 8 ottobre, alle 10.30, nella cascina triulza di expo milano. la conferenza e' organizzata dal ministero italiano degli affari esteri e della cooperazione internazionale, in collaborazione con il ciheam (centro internazionale di alti studi agronomici mediterranei), allo scopo di stimolare il dialogo istituzionale per il rafforzamento di politiche di sviluppo "gender-oriented" nei paesi della sponda nord e sud del mediterraneo, e di adottare un approccio multidimensionale per l'empowerment delle donne rurali basato sui principi dei diritti umani. la conferenza sara' incentrata sulle azioni della cooperazione internazionale volte a valorizzare il ruolo delle donne nelle zone piu' svantaggiate della regione mediterranea, dedicando particolare attenzione alle aree rurali. alla riunione parteciperanno esperti internazionali di gender dimension e di programmi di sviluppo rurale, rappresentanti di istituzioni e ong al fine di discutere di buone prassi, limiti e rischi relativi all'attuazione di progetti nelle aree di intervento. l'incontro sara' anche l'occasione per avviare la discussione sull'importanza di promuovere e sostenere i network come strumento per favorire azioni piu' efficaci e incisive sull'empowerment delle donne a livello locale e, soprattutto, sostenere e promuovere il concetto di "agency" (capacita' d'azione) femminile, in particolare di "collective agency" delle donne, come punto di partenza per una strategia di integrazione della dimensione di genere secondo una prospettiva "bottom-up". l'iniziativa si inserisce nel programma di eventi voluti dalla cooperazione italiana allo sviluppo per expo e rappresenta un'opportunita' di confronto e di incontro dei vari attori della regione mediterranea, per condividere esperienze e pianificare possibili interventi futuri. all'incontro di giovedi' prossimo, che sara' moderato da bianca BERLINGUER, direttrice del tg3 rai, parteciperanno, tra gli altri, giampaolo CANTINI, direttore generale cooperazione allo sviluppo maeci - ministero affari esteri e cooperazione internazionale, cosimo LACIRIGNOLA, segretario generale ciheam, giuseppe SALA, commissario unico di expo milano 2015, paola TESTORI coggi, international board di women for expo, bianca maria POMERANZI, maeci- direzione generale alla cooperazione e sviluppo (dgcs), szilvia LEHEL, gender unit della fao, naela GABR, vicepresidente commissione per l'eliminazione della discriminazione contro le donne cedaw (convenzione per l'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne), wafaa dikah HAMZE, gia' ministro dei rapporti con il parlamento del governo libanese. le conclusioni saranno affidate a livia POMODORO, presidente milan center for food law and policy e mervat TALLAWY, presidente del consiglio nazionale per le donne - ncw, direttore generale dell'organizzazione per le donne arabe - awo egitto.

6 ottobre 2015 

EXPO: VINCENZI (ANBI), MAGGIORI FINANZIAMENTI E CHIAREZZA SULLA TEMPISTICA DEGLI INTERVENTI AD ITALIASICURA

"abbiamo salutato con favore la nascita della struttura di missione #italiasicura, che ha il merito di avere individuato quasi 2 miliardi di euro non spesi nelle more dei bilanci pubblici. ma non basta: non e' sufficiente investire 600 milioni sulle grandi metropoli urbane, se al piu' presto non si interviene a monte, adeguando la rete idraulica minore alla violenza dei cambiamenti climatici, che stavolta hanno duramente colpito la francia, cui va tutta la nostra solidarieta'; intervenire in prevenzione costa 10 volte meno che riparare i danni!", ha detto francesco VINCENZI, presidente dell'associazione nazionale consorzi gestione tutela territorio ed acque irrigue (anbi), durante un convegno ad expo sulla funzione dei consorzi di bonifica nella mitigazione del rischio idrogeologico in liguria. a questo fine "continuiamo a candidare il nostro piano nazionale per la riduzione del rischio idrogeologico che, nel 2015, segnala la necessita' di oltre 3.330 interventi per lo piu' immediatamente cantierabili per un importo complessivo di circa 8.400 milioni di euro finanziabili con mutui quindicennali". "c'e' bisogno inoltre della legge contro il consumo indiscriminato del suolo, causa prima della fragilita' idrogeologica, ma il dibattito sulla proposta e' rallentato nei meandri parlamentari…", sottolinea. "la fame nel si puo' combattere solo con un uso razionale dell'acqua che, in agricoltura, si utilizza e non si consuma come testimonia l'uso multifunzionale che se ne fa….per questo, riteniamo importante la presenza di anbi ad expo: il futuro del cibo non puo' infatti che essere irriguo!", ha concluso VINCENZI.

6 ottobre 2015 

EXPO: CAVIRO, TAVOLA ROTONDA SU ECONOMIA CIRCOLARE CON DEGANI, DALMONTE E DAGNINO

"con 100 milioni di euro investiti negli ultimi sei anni a favore della sostenibilita', caviro, la principale cooperativa agricola italiana con 12.000 viticoltori, si conferma realta' all'avanguardia nello sviluppo di un'economia circolare, capace di trasformare lo scarto in risorsa, un obiettivo raggiunto creando valore a 360 gradi, a partire dai derivati della coltivazione della vite e della produzione di vino", e' quanto e' stato sottolineato - informa un comunicato - durante la tavola rotonda "caviro, da sostenibilita' a economia circolare: nuova vita per il mondo del vino", svoltasi all'expo. ne da' notizia un comunicato stampa del gruppo, informando che all'incontro sono intervenuti, tra gli altri, il sottosegretario all'ambiente barbara DEGANI ed il presidente ed il direttore generale di caviro sca carlo DALMONTE e sergio DAGNINO. il ministero dell'ambiente "e' impegnato nell'accrescere l'impegno delle imprese verso lo sviluppo di un'economia circolare", ha affermato DEGANI, spiegando che il dicastero sta lavorando "su due fronti: da una parte sulla base di accordi volontari con le aziende" e dall'altra "sul piano dell'educazione ambientale". DELMONTE ha illustrato i dettagli del modello di economia circolare attivato da caviro. "tutti gli scarti vengono sfruttati per energia rinnovabile", ha spiegato, facendo notare che "il modello di economia circolare di caviro consente di recuperare gran parte degli scarti per produrre valore" e di "ammortizzare parte del costo, arrivando sul mercato con un prodotto di qualita' e con prezzi in linea con le aspettative del consumatore". "gli investimenti operati negli ultimi sei anni ci hanno permesso di ottenere un continuo miglioramento delle nostre performance in termini di qualita' e rispetto dell'ambiente", ha rimarcato, tra l'altro, DAGNINO. (ab)

6 ottobre 2015 

EXPO: LA COOPERATIVA SANTANGIOLINA PREMIATA ALLA MILLENARIA VISITA L'ESPOSIZIONE UNIVERSALE

grande soddisfazione dei produttori di latte di santangiolina per l'importante riconoscimento ottenuto con il grana padano prodotto nel proprio caseificio durante la 13esima edizione del premio nazionale sensoriale "luigi zanardi", organizzato da confcooperative mantova con il patrocinio della camera di commercio di mantova. la competizione si e' svolta nell'ambito della fiera millenaria di gonzaga, in scena la premiazione del miglior parmigiano reggiano e del miglior grana padano 2015. per la categoria grana padano "riserva" il primo classificato e' risultato appunto il caseificio "santangiolina". domani i produttori di latte di santangiolina  saranno ad expo. la cooperativa infatti ha organizzato una visita all'esposizione universale dedicata ai propri soci e ai loro familiari, che si concludera' con la presentazione della nuova immagine aziendale e del paniere di formaggi dop e tradizionali che la cooperativa produce con il latte dei soci e propone ai consumatori.

6 ottobre 2015 

EXPO: AGRITURIST FESTEGGIA MEZZO SECOLO DI VITA CON UN CONVEGNO IL 16 OTTOBRE

"quest'anno si festeggiano i 30 anni della legge 730/85, la prima legge che ha regolato l'agriturismo italiano ed i 50 anni di agriturist, la prima associazione costituita su iniziativa di confagricoltura. dal nome di agriturist e' derivata la parola agriturismo, proprio per riunire e coordinare aziende agricole in un sistema di turismo particolare, capace di trasmettere i valori dell'agricoltura e della natura per tutti, promuovendo e valorizzando la vacanza sostenibile e naturale. il 16 ottobre all'auditorium expo di palazzo italia, abbiamo organizzato il nostro XII forum per fare il punto sull'agriturismo oggi", ha annunciato il presidente dell'associazione cosimo MELACCA. "la migliore conferma della bonta' dell'intuizione che ha portato alla nascita di agriturist - ha affermato MELACCA - sono i dati dell'estate 2015, in crescita media del 15%, che hanno consolidato la vacanza in agriturismo come 'destinazione', piuttosto che come semplice ospitalita'. c'e' stata una ripresa, seppure in maniera differenziata tra regioni, del flusso domestico e un incremento degli arrivi stranieri, in particolare francesi, seguiti da tedeschi, inglesi e spagnoli. il 56% dei turisti soggiorna tra le 3 e le 5 notti e il 22% almeno 6 notti". un'offerta assolutamente in linea con la clientela di riferimento, composta per il 36% da famiglie con bambini, il 30% da coppie con meno di 55 anni, il 15% da coppie con piu' di 55 anni e il 15% circa gruppi organizzati. l'agriturismo e' diventato "ambasciatore" della cultura locale, nell'ambito di un turismo rurale e lento. le ragioni della scelta della vacanza agrituristica, sulla base di un'indagine effettuata nelle aziende associate, sono l'enogastronomia, seguita dalla visita culturale, dalla vacanza al mare e dalla visita a parenti ed amici. per agriturist, un risultato significativo perche' mette inequivocabilmente in evidenza la forza dell'associazione tra ospitalita', territorio, tradizioni, cultura e identita' locale. non e' un caso, infatti, che il 60% delle strutture abbia organizzato, per l'estate, iniziative e eventi per l'intrattenimento e l'avvicinamento dei turisti alla cultura locale: corsi di cucina, degustazioni di vino, olio e birra artigianale, "teatro in corte", mostre d'arte, concerti e anche attivita' di trekking ed equitazione. se in italia molti territori mantengono vivo un modello rurale equilibrato - ricorda agriturist - e' anche grazie all'agricoltura e ai suoi imprenditori, che sono stati capaci di innovare conservando intatti i valori materiali e immateriali delle campagne italiane. ma e' l'agriturismo ad essere riuscito a promuovere e diffondere le diverse identita' territoriali. "la forte domanda di vivere un'esperienza 'naturale', distaccandosi dalle dinamiche frenetiche e stressanti - ha concluso il presidente dell'associazione - ha fatto proliferare, purtroppo, anche il fenomeno dell'abusivismo, attivita' senza licenza e senza controlli, che non hanno tracciabilita' fiscale, ne' copertura assicurativa per gli ospiti, che va assolutamente combattuto".

5 ottobre 2015 

EXPO: CIA PADOVA, SCANAVINO E BETTO PRESENTANO PATATA AMERICANA, GALLINA DI POLVERARA E VINI DOC COLLI EUGANEI

dalla valorizzazione dei prodotti caratteristici di un territorio derivano tre conseguenze principali: la tutela della biodiversita', la garanzia di un'alimentazione sana ed equilibrata, e il raggiungimento, per gli agricoltori, di un reddito commisurato ai loro sforzi. e' questa la direzione intrapresa dalla confederazione italiana agricoltori di padova, nello scegliere il tema della propria partecipazione ad expo, in programma per le giornate dell'1, 2 e 3 ottobre. l'associazione ha presentato tre fra i prodotti tipici della provincia di padova: la patata americana, la gallina di polverara e i vini doc dei colli euganei. la prima ha rappresentato un elemento base dell'alimentazione dei veneti nel corso della seconda guerra mondiale e, attualmente, la produzione nazionale si attesta intorno ai 50 mila quintali; la gallina padovana, invece, e' una particolare razza di gallina di cui e' possibile trovare le prime tracce in libri e documenti del 1500 e la cui carne, asciutta e non grassa, e' considerata tra le piu' pregiate e famose d'italia. altro prodotto che contraddistingue l'area padovana e' il vino dei colli euganei, che quest'anno si inserisce in un contesto particolarmente favorevole, con un aumento della produzione media del 10% nel settore vitivinicolo a livello regionale. la cia di padova si e' avvalsa della prestigiosa vetrina internazionale di expo per far conoscere questi tre prodotti del territorio che rappresenta, garanti a pieno titolo di un'alimentazione equilibrata e in linea con i parametri nutrizionali indicati dalla fao. "crediamo che il futuro dell'economia e del pianeta sia strettamente legato anche ad un modello di agricoltura non intensiva, basato sulla qualita' dei prodotti piu' che sulla quantita'", ha detto il presidente di cia padova, roberto BETTO, nel corso della visita ad expo. per il presidente nazionale, dino SCANAVINO, "la riduzione della filiera e' un passaggio fondamentale per garantire agli agricoltori di tornare ad avere un reddito equo e corrispondente alle loro fatiche". dal canto suo, il presidente della camera di commercio padovana, fernando ZILIO, ha annunciato l'intenzione di investire nel settore primario: "abbiamo in programma di vendere diverse partecipate, e parte delle risorse che ne deriveranno sara' destinata all'agricoltura. lo stesso centro congressi potrebbe essere un volano con cui far conoscere i prodotti del nostro territorio". ad accompagnare per l'intera giornata di visita gli agricoltori della cia e' stato il gruppo folcloristico dei ruzantini pavani, che hanno allietato l'atmosfera con canti e balli legati alla tradizione padovana.

5 ottobre 2015

EXPO: PAN, VENETO PRESENTA LATTE ANTIOSSIDANTE

la regione veneto informa che: "il latte veneto di qualita' e' ricco di omega 3. la scoperta e' stata annunciata a expo 2015, nel padiglione del veneto, dai tecnici delle filiere lattiero-casearia e zootecnica, presentando le novita' dei disciplinari che regolano la produzione del latte qv, cioe' a qualita' verificata. nelle stalle contrassegnate dal logo qv, qualita' certificata, i semi di lino sono entrati nella dieta delle vacche da latte. si e' cosi' potuto verificare che il latte prodotto e' diventato ricco di omega 3, cioe' di quei particolari acidi grassi che favoriscono la diminuzione dei trigliceridi e del colesterolo 'cattivo' e aiutano a prevenire le patologie degenerative, specie quelle cardiache, e diminuire la pressione alta". "il progetto 'omega 3' e' la punta di diamante dei disciplinari di qualita' verificata, qv, messi a punto dalla regione, con l'ausilio dei tecnici di veneto agricoltura. "investire su qualita' e ricerca e' la nostra ricetta per superare la crisi", afferma l'assessore all'agricoltura del veneto giuseppe PAN. "il lattiero-caseario e' infatti uno dei comparti maggiormente interessati dalla crisi dei mercati causata dalla globalizzazione", ha precisato l'assessore.

5 ottobre 2015

EXPO: "I PERITI AGRARI IERI, OGGI, DOMANI" NE DISCUTONO BENANTI E RUSSELLO

i presidenti nazionale e provinciale del collegio dei periti agrari e dei periti agrari laureati lorenzo BENANTI e valerio RUSSELLO sono intervenuti, tra gli altri, ad un convegno sul tema "i periti agrari ieri, oggi, domani", svoltosi il 4 ottobre alla cascina triulza dell'expo. ne da' notizia il collegio nazionale dei periti agrari e dei periti agrari laureati, informando che all'incontro, moderato dal docente della facolta' di agraria dell'ateneo di perugia adriano CIANI, hanno portato il loro contributo i periti agrari augusto MENTUCCIA (esperienze ed opportunita' nel biologico), marino DONNARUMMA (greco di tufo: nascita di una eccellenza), elio RESSIA (il nocciolo: tradizione ed innovazione nell'agroalimentare), marcello AMOROSO (nuove frontiere nell'arboricoltura da legno), amato BARTOLOMEO (storia e valorizzazione della coltura del "sommacco"), giulia PARRI (la mobilita' internazionale nelle professioni). (ab)

5 ottobre 2015 

EXPO: MARTEDI' PRESENTAZIONE DEL PROGETTO "CIBO CIVILE TOSCANA"

martedi' 6 ottobre, dalle 12:00, nello spazio toscana fuori expo, in via francesco daverio 7, a milano, si svolgera' la presentazione del progetto "cibo civile toscana", realizzato dall'assessorato regionale all'agricoltura e dall'universita' di pisa. ne da' notizia un comunicato, informando che lo scopo del progetto e' "portare in tavola non solo prodotti del territorio, ma che sostengono i bisogni delle comunita'". (ab)

2 ottobre 2015

EXPO: LA "PREMIUM LIST 2015" DELL'ERCOLE OLIVARIO DA DOMANI AL 7 OTTOBRE

da domani al 7 ottobre il comitato organizzatore dell'ercole olivario portera' all'expo la propria "premium list 2015", ovvero una selezione di centotre etichette provenienti da ben diciassette regioni, che rappresentano "il meglio che offre la produzione olivicola nazionale, una panoramica gustativa e olfattiva senza precedenti, un viaggio attraverso le straordinarie cultivar del nostro paese". ne da' notizia un comunicato. (ab)

2 ottobre 2015 

EXPO: CONFAGRI, PRESENTATO ALLA VIGNA DI LEONARDO IL VOLUME UNITAB "LA VIA DEL TABACCO IN UMBRIA"

un comunicato stampa della confagricoltura rende noto che e' stata presentata nello splendido scenario de 'la vigna di leonardo', nell'ambito di expo, il volume "la via del tabacco in umbria", edito dall'unione italiana tabacchicoltori (unitab), con il supporto di jti (japan tobacco international). il libro - spiega l'organizzazione agricola - contiene "cinquanta pagine di storia, cultura e tradizioni legate alla produzione del tabacco ed al territorio in cui questo e' stato coltivato per secoli e viene coltivato tutt'oggi, l'alta valle del tevere". si tratta  - aggiunge la confagricoltura - di "un progetto editoriale, con testi di rita BOINI e massimo CANALICCHIO, in cui vengono illustrati itinerari storico-culturali, naturalistici ed enogastronomici che si dipanano tra umbertide, montone, pietralunga, citta' di castello, monte santa maria tiberina, san giustino e citerna". "il tabacco - ha spiegato il presidente di unitab oriano GIOGLIO, intervenendo alla presentazione - e' una produzione agricola che ha la stessa dignita' delle altre e, se utilizzato in modo corretto, e' uno dei piaceri del vivere quotidiano. il problema e', eventualmente, quello legato al suo abuso. noi continuiamo a credere nella sua sostenibilita' economica, anche legandola a contesti nuovi come appunto la promozione dei territori, dell'ambiente e dei paesaggi che ad essa sono correlati". alla presentazione sono inoltre intervenuti, tra gli altri, il capo dipartimento del mipaaf luca BIANCHI, la presidente dell'umbria catiuscia MARINI, il direttore generale di confagricoltura luigi MASTROBUONO, il presidente ed amministratore delegato di jti italia pier carlo ALESSIANI ed, in collegamento video, il coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura del parlamento europeo paolo DE CASTRO. (ab)

2 ottobre 2015

EXPO: IL RISO DEL DELTA DEL PO TRA I PIU' APPREZZATI DAI VISITATORI

"il riso del delta del po e' tra i prodotti piu' apprezzati dai visitatori di expo, che possono acquistare le varieta' carnaroli e arborio nel negozio messo a disposizione da confagricoltura nel cuore di milano, alla casa degli atellani in corso magenta: il prestigioso palazzo, gia' dimora di leonardo da vinci, ospitera' in esclusiva per due settimane, dal 28 settembre all'11 ottobre, alcuni tra i migliori prodotti dell'agricoltura veneta", sottolinea la confagricoltura di rovigo, nel rilevare che "oltre al riso, anche le confezioni dei 'risottini conditi' stanno riscuotendo un buon gradimento da parte degli acquirenti, assieme alle specialita', anche particolari, delle altre province, come ad esempio il prosciutto di pecora e la coscia d'oca "in onto" di padova, i finferli sott'olio di belluno, il prosecco doc extra dry di treviso, il radicchio igp di verona e molte altre prelibatezze che testimoniano il buon gusto veneto in cucina".

2 ottobre 2015 

EXPO: FEDAGRI, VERNOCCHI E DAL PIAZ COMMENTANO RAPPORTO AGRI2000 SU SOSTENIBILITA' MELE

fedagri ha presentato ad expo il 9° rapporto dell'osservatorio sull'innovazione e sostenibilita' della produzione agricola realizzato da agri2000. lo studio evidenzia i passi compiuti nella direzione del produrre in maniera piu' rispettosa dell'ambiente e con la giusta attenzione agli aspetti sociali; il fatto che l'agricoltura sostenibile piace, ma che occorre far conoscere in modo efficace quanto viene fatto in campo. fra l'altro, nell'ambito dell'indagine, e' stato realizzato anche un focus sulle mele, che ha evidenziato un giudizio positivo da parte dei consumatori sulla sostenibilita' delle mele italiane; il 95% di loro si e' detto interessato ad avere piu' informazioni sul tema. il direttore di assomela alessandro DAL PIAZ ha ricordato: "nella produzione di mele del trentino 30 anni di impegno nella ricerca e diffusione di tecniche di coltivazione progressivamente piu' sicure per il consumatore e piu' rispettose del territorio hanno portato a risultati concreti e dimostrabili. in questo processo i produttori hanno spesso volontariamente anticipato la stessa evoluzione legislativa. oggi - ha proseguito DAL PIAZ - si ravvisa la necessita' di una revisione della situazione, di un recupero di coordinamento e di un'apertura per informare sui risultati e gli impegni futuri, con piu' informazione e comunicazione al fine di dare il giusto valore al lavoro dei frutticoltori". concetti ripresi, nelle conclusioni del convegno, dal presidente del coordinamento del settore ortofrutticolo di fedagri davide VERNOCCHI: "oggi il processo normativo, comunitario e nazionale che regola le modalita' di utilizzo dei fitofarmaci - ha dichiarato - offre alte garanzie e sicurezza per i consumatori; inoltre la produzione biologica e le ulteriori limitazioni volontarie operate dai produttori attraverso i disciplinari di produzione integrata avanzata contribuiscono ad aumentare i parametri di sicurezza nell'impiego dei fitosanitari. come ha messo in luce l'indagine dell'osservatorio, tuttavia, i progressi ottenuti fino ad oggi sono percepiti solo in minima parte dalla collettivita'. come cooperazione agroalimentare - ha sottolineato VERNOCCHI - ci adopereremo da un lato per incoraggiare una maggiore e forte azione di comunicazione anche con il supporto delle istituzioni, e dall'altro per sostenere il processo di innovazione e ricerca al fine di trovare soluzioni sempre piu' adeguate". "uno dei primi risultati messi in luce dall'indagine - ha spiegato ciro LAZZARIN, di agri2000 - e' che i consumatori non trovano nei punti vendita prodotti sui quali sia indicato chiaramente e con trasparenza la provenienza da agricoltura sostenibile". "serve un nuovo modo di comunicare al consumatore cio' che sta dietro la produzione - ha asserito camillo GARDINI, presidente di agri 2000 - valori importantissimi per ogni cittadino e capaci di spostare le scelte di acquisto". e, per quello che riguarda l'autorevolezza dell'informazione sul tema della sostenibilita' in agricoltura, grande fiducia e' riposta dagli intervistati proprio nel mondo agricolo. le organizzazioni agricole sono state indicate come fonte autorevole di informazioni sulla sostenibilita' dal 48,5% degli intervistati, seguiti dalle associazioni dei consumatori (45,2%), mentre minore fiducia e' riposta nelle istituzioni (23%) e nelle universita' (25%).

2 ottobre 2015 

EXPO: PARMIGIANO-REGGIANO, ASTA BENEFICA PER IL NEPAL. FAVA, INIZIATIVA POSITIVA

l'assessore all'agricoltura della lombardia, gianni FAVA, e' intervenuto alla conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa "una forma d'amore ritrovata", asta benefica organizzata dal caseificio vo' grande di pegognaga (mantova), in collaborazione con la cia est lombardia ed altre importanti realta' dell'economia e societa' mantovana. l'asta benefica si terra' ad expo, giovedi' 8 ottobre, dalle 16:00, nel padiglione pianeta lombardia e consiste nell'apertura di una forma di parmigiano reggiano di 10 anni, ritrovata intatta dopo il terremoto, i cui pezzi saranno battuti a favore del nepal, paese colpito dal terremoto alla vigilia dell'esposizione universale.

2 ottobre 2015 

EXPO: MARTINA, GALLETTI, MONCALVO, GARDONI E GAY PREMIANO VINCITORI "OSCAR GREEN COLDIRETTI 2015"

i ministri delle politiche agricole maurizio MARTINA e dell'ambiente gian luca GALLETTI, il presidente della coldiretti roberto MONCALVO, la delegata nazionale di coldiretti giovani impresa maria letizia GARDONI ed il presidente dei giovani confindustria marco GAY hanno premiato oggi, nell'ambito della prima giornata dell'innovazione dedicata alla creativita' made in italy svoltasi all'expo, i vincitori del concorso "oscar green" 2015. tra i premiati - spiega la confederazione - "c'e' chi ha inventato la carne senza carne facendo gustare in tranquillita' porchetta, fiorentina e salumi rigorosamente ottenuti dal grano e quindi privi di trigliceridi e colesterolo, chi ha ideato la app salva truffe nell'olio, chi ha aperto il primo agricinema, ma anche chi, coltivando la terra, e' rimasto l'ultimo custode di un'antica isola e chi ha puntato sulle coccole contadine". all'iniziativa - riporta l'organizzazione - hanno partecipato un migliaio di giovani agricoltori provenienti dalle campagne di tutte le regioni italiane e anche dall'estero. "i nostri giovani incarnano le potenzialita' e la forza del nostro territorio un tessuto produttivo ricco, capillare, che coinvolge milioni di uomini e che per le sue caratteristiche rende l'italia competitiva anche all'interno dei processi di mondializzazione dell'economia e delle idee", ha detto il presidente della coldiretti roberto MONCALVO. in occasione della premiazione la coldiretti ha presentato i risultati di proprie elaborazioni, dalle quali emerge che "nel 2015 i giovani lavoratori agricoli indipendenti fanno registrare un aumento record del 35% rispetto all'anno precedente" e che "nel nuovo anno scolastico si sono iscritti alle prime classi degli istituti tecnici di amministrazione, finanza e marketing poco piu' di 42mila giovani mentre quelli che hanno optato per l'enogastronomia e l'ospitalita' alberghiera sono stati oltre 46mila ai quali si aggiungono altri 15mila giovani iscritti alle prime classi degli istituti tecnici e professionali agrari". "gli under34 che operano come imprenditori agricoli, coadiuvanti familiari e soci di cooperative agricole hanno superato le 70mila unita'", aggiunge la codliretti, sempre sulla base di proprie analisi, rilevando inoltre che le campagne fanno registrare "il tasso di crescita piu' elevato dell'occupazione giovanile tra i diversi settori produttivi". per MONCALVO "e' questa la dimostrazione che i giovani, prima e meglio di altri, hanno capito che l'italia per crescere deve puntare su quegli asset di distintivita' nazionale che garantiscono un valore aggiunto nella competizione globale come il territorio, il turismo, la cultura, l'arte, il cibo  e la cucina". "c'e' un intero esercito di giovani che hanno preso in mano un settore considerato vecchio, saturo ed inappropriato per immaginare prospettive future e ne hanno fatto un mondo di pionieri, rivoluzionari, innovatori e attivisti impegnati nel costruire un mondo migliore per se stessi e per gli altri", ha affermato GARDONI. "dai campi non viene solo una risposta alla disoccupazione e alla decrescita infelice del paese, ma anche una speranza alla sconfitta dei nostri coetanei che sono costretti ad espatriare e a quella di chi a 50 anni si ritrova senza lavoro, senza certezze, ma con una vita gia' costruita da sfamare", ha aggiunto. maggiori dettagli sui vincitori su http://goo.gl/t8CLJX. (ab)

2 ottobre 2015

SABATO AD EXPO IL FORUM ASNACODI 2015 CON  MARTINA, AGABITI, CASTIGLIONE

sabato 3 ottobre, dalle 10:00, nel conference center di expo, si svolgera' il IV forum internazionale dell'asnacodi (associazione nazionale dei consorzi di difesa), dedicato al tema "la gestione dei rischi ed i cambiamenti climatici: strumenti a sostegno della produzione di cibo e beni pubblici". il forum, che si aprira' con gli interventi del presidente di asnacodi albano AGABITI, del direttore generale dello sviluppo rurale del mipaaf giuseppe CACOPARDI e del presidente di ismea ezio CASTIGLIONE, sara' concluso dal ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA. alla sessione mattutina dei lavori, oltre a rappresentanti di organizzazioni agricole, interverranno la responsabile del servizio tecnico e di autorizzazione di agrea (agenzia regionale dell'emilia romagna per le erogazioni in agricoltura) silvia LORENZINI, la quale relazionera' sul ruolo degli organismi pagatori regionali nel sistema di gestione dei rischi, con particolare riferimento a psrn ed ocm vino; alessandra CARLEO e carlo domenico MOTTURA, dell'universita' roma tre, i quali parleranno dei fondi di mutualita', ed il vicepresidente della fnsea joel LIMOUZIN, che presentera' l'esperienza francese sui fondi di mutualita'. alla sessione pomeridiana dei lavori, dedicata a "tecnologie e innovazione per valutare la produzione agricola e i danni da avversita' atmosferiche", parteciperanno il responsabile market development dell'agenzia europea gnss (global navigation satellite system) gian gherardo CALINI, il quale descrivera' il ruolo del sistema 'egnos' in agricoltura e la sinergia con altre tecnologie, il capo dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale del mipaaf giuseppe BLASI, che affrontera' il tema della gestione del rischio, il presidente dell'ispra bernardo DE BERNARDINIS, che parlera' della quantificazione del rischio in relazione all'agricoltura, il ricercatore dell'irea-cnr mirco BOSCHETTI, il quale presentera' le modalita' di analisi tramite satellite applicate al comparto primario, con particolare riferimento al progetto europeo ermes per la stima della produzione risicola e la valutazione dei rischi, il direttore di avepa (agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura) fabrizio STELLA, che fara' il punto sulla rilevazione dei danni in agricoltura, il direttore generale del gruppo cattolica marco CARDINALETTI, il quale riferira' sul futuro delle coperture assicurative nel comparto agricolo, il fondatore di horta srl, spin-off dell'universita' cattolica del sacro cuore, pierluigi MERIGGI, che presentera' lo strumento a supporto della crescita olivicola sostenibile "olivo.net".

1 ottobre 2015 

EXPO: LUNEDI' 11 IL CONVEGNO DELLA COMMISSIONE DI INCHIESTA SU AGROALIMENTARE E CONTRAFFAZIONE

lunedi' 5 ottobre, dalle 11:00, all'auditorium del padiglione italia dell'expo di milano, la commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo, in collaborazione con il mipaaf, organizza il convegno dal titolo "agroalimentare e contraffazione: il contributo della commissione d'inchiesta sulla contraffazione". durante l'iniziativa - introdotta dal presidente della commissione, il deputato mario CATANIA, e chiusa da un intervento del ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, maurizio MARTINA - vengono presentate le relazioni approvate dalla commissione d'inchiesta della camera su alcuni specifici profili della contraffazione. sono cinque le relazioni tematiche approvate dalla commissione. una su possibili proposte normative di modifica e miglioramento dell'attuale apparato sanzionatorio penale. una relazione sulla contraffazione nel settore tessile, partendo dal caso del distretto produttivo di prato. una relazione sulla contraffazione nel settore calzaturiero. un'altra sulla contraffazione nel settore dell'olio d'oliva. una quinta relazione riguarda il settore della mozzarella di bufala campana. ne da' notizia un comunicato della camera.

1 ottobre 2015

EXPO: DOMANI ZAIA INAUGURA LA "SETTIMANA DEL VENETO"

il presidente del veneto luca ZAIA inaugurera' domani, 2 ottobre, nello stand delle regioni all'expo, la "settimana del veneto" all'esposizione universale di milano, che sara' suddivisa in "otto momenti dedicati alla presentazione di altrettante filiere agroalimentari, a partire da sabato 3 ottobre fino a giovedi' 8 ottobre". maggiori dettagli su http://goo.gl/Z8rvD8. (ab)

1 ottobre 2015

EXPO: DA OGGI A DOMENICA INIZIATIVE PERITI AGRARI IL 4/10 INCONTRO SUL RUOLO DEI PROFESSIONISTI

nel padiglione waa fattoria globale, da oggi a domenica, si svolgeranno una serie di iniziative del consiglio nazionale dei periti agrari e dei periti agrari laureati. sara' - ha spiegato il presidente lorenzo BENANTI - di una occasione di confronto, grazie anche alla presentazione di alcune esperienze significative. in particolare, domenica 4 ottobre alla cascina triulza, dalle 10:30, e' previsto l'incontro: "il perito agrario ieri oggi e domani". i lavori, moderati dal prof. adriano CIANI, dell'universita' di perugia, saranno moderati da BENANTI. intervengono augusto MENTUCCIA, marino DONNARUMMA, giulia PARRI, bartolomeo AMATO, elio RESSIA e marcello AMOROSO, "tutti liberi professionisti con le loro esperienze dirette e le proposte di sviluppo e crescita della professione", sottolinea il presidente del consiglio nazionale dei periti agrari e dei periti agrari laureati.

1 ottobre 2015 

EXPO: GLI OLI EXTRAVERGINE DEL LAZIO TRACCIATI UNAPROL PROTAGONISTI DEL WEEKEND

gli oli extra vergine di oliva del lazio tracciati e garantiti da unaprol, nell'ambito di un progetto sostenuto da arsial per conto dell'assessorato regionale all'agricoltura e promosso da unaprol-consorzio olivicolo italiano, saranno al centro di una serie di attivita' di promozione che si svolgeranno nel fine settimana all'expo. ne da' notizia il consorzio olivicolo italiano, precisando che nelle due giornate verranno organizzati quattro cooking show e sei degustazioni. i cooking show si terranno il 3 ottobre, alle 10:00, alle 11:30, alle 13:00 ed alle 16:00, in un'area dedicata allestita da unaprol nell'area agriexpo, informa il consorzio olivicolo italiano. "il 4 ottobre - continua l'unaprol - sara' invece la giornata dedicata all'assaggio di olive da tavola, oli extra vergine di oliva e a denominazione di origine protetta del lazio". "l'olivicoltura del lazio concorre in maniera considerevole alla formazione della plv olivicola nazionale", sottolinea il presidente di unaprol david GRANIERI. "la presenza di 13 milioni di olivi sia in pianura che in collina contribuisce ad arginare in maniera considerevole il fenomeno del dissesto idrogeologico e a dare sicurezza ai territori sui quali si produce ricchezza e occupazione", fa inoltre notare il presidente. (ab)

1 ottobre 2015

EXPO: GIOVEDI' 8 ASTA BENEFICA PER IL NEPAL DI CIA LOMBARDIA EST, DOMANI PRESENTAZIONE CON FAVA

giovedi' 8 ottobre, dalle 16:00, nel "pianeta lombardia" all'expo, si svolgera' un'asta benefica, organizzata dal caseificio vo' grande di pegognaga, in collaborazione con la cia est lombardia, durante la quale verra' messa in vendita una forma di parmigiano reggiano di dieci anni, ritrovata intatta dopo il terremoto, il cui ricavato verra' devoluto in beneficenza a favore del nepal. ne da' notizia la regione, informando che domani, dalle 12:00, nella sede della regione a mantova, in corso vittorio emanuele 57, si svolgera' la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa, alla quale partecipera' l'assessore regionale all'agricoltura gianni FAVA. (ab)

1 ottobre 2015

EXPO: GLI AGRONOMI MANTOVANI SABATO AL PADIGLIONE CONAF

i dottori agronomi mantovani saranno all'expo, sabato 3 ottobre, nel padiglione "la fattoria globale 2.0" dell'associazione mondiale degli agronomi (waa) allestito in collaborazione col consiglio nazionale (conaf), dove presenteranno ai visitatori "l'innovazione e l'eccellenza agroalimentare" locale. "un modello collaborativo a rete, tra le imprese dell'oltrepo' mantovano ed unico in italia, per produrre parmigiano reggiano in modo sostenibile e l'uso dei droni per la lotta biologica ad uno dei piu' dannosi fitofagi del mais, la piralide", saranno due delle tematiche che saranno presentate dagli agronomi". "con quest'iniziativa - spiega il presidente dell'ordine di mantova claudio LEONI - intendiamo presentare in una vetrina mondiale quale e' l'expo, l'eccellenza produttiva, tecnologica ed organizzativa del nostro sistema agroalimentare provinciale, che e' purtroppo poco conosciuto dal grande pubblico, nonostante sia ai vertici nazionali, anche grazie all'insostituibile apporto della nostra professionalita'". (ab)

1 ottobre 2015 

EXPO: CONVEGNO DELLA FEDAGRI SULLA BIORISTORAZIONE COLLETTIVA. MERCURI, FARE DI PIU' PER FILIERA E PREZZO

il ministero delle politiche agricole sta lavorando ad una normativa nazionale che disciplinera' la ristorazione collettiva biologica, ha annunciato roberta CAFIERO, dirigente del dicastero, nel corso di un affollato convegno organizzato dalla fedagri negli spazi di cascina triulza ad expo e dedicato proprio al tema del biologico nella ristorazione collettiva. la dirigente ministeriale ha anche assicurato che "il compito delle istituzioni sia quello di far coincidere l'interesse pubblico con il minor sacrificio possibile da parte dei privati, per arrivare ad un obiettivo comune". in questo modo ha anche risposto ad alcune critiche che i diversi relatori hanno rivolto alla pubblica amministrazione a proposito della farraginosita' e incongruenza di norme e capitolati d'appalto. lo stesso presidente della fedagri giorgio MERCURI, pur soddisfatto delle parole di CAFIERO e dando atto al mipaaf di avere un orientamento dialogante, ha ribadito la richiesta di non burocratizzare, di semplificare le procedure, di garantire i prodotti e di individuare i modelli piu' adatti a ciascun territorio. il convegno e' stata l'occasione per presentare un libro di massimo ORLANDI dedicato a gino GIROLOMONI, unanimemente considerato il fondatore del biologico in italia la cui storia imprenditoriale e' stata scandita anche dalla ottusita' e dalla negligenza della burocrazia. MERCURI, nel sottolineare il valore, pure sociale, di esperienze come quella di GIROLOMONI, ha sottolineato come si sia assistito ad una crescita degli operatori e come nel sistema della coltivazione biologica entrino a far parte cooperative sociali e cooperative di servizi, oltre ovviamente a quelle agricole. il presidente della fedagri ha insistito sulle difficolta' che esistono nel redigere bandi che tengano conto delle peculiarita' dell'agricoltura biologica. circostanza questa, messa in evidenza dagli interventi di giorgia LA TORRE, di cir, e di elena MIRANDA, di gemos, due cooperative importanti nel campo della ristorazione collettiva. ed e' stato grazie ad una legge finanziaria del 2000 che e' stata introdotta una norma sui cibi biologici nelle mense scolastiche, ha ricordato andrea BERTOLDI, coordinatore del settore biologico dell'alleanza delle cooperative agroalimentari. questi ha anche fatto notare che nel primo semestre del 2015 c'e' stato un aumento di produzione di cereali bio del 28 per cento e di ortofrutta del 20%.  c'e' tanto da lavorare e soprattutto dobbiamo lavorare nella filiera e sul prezzo, ha detto MERCURI sottolineando l'importanza di aumentare la produzione per soddisfare le richieste di cibo per l'infanzia. il fatturato della ristorazione collettiva biologica e' di circa 315 milioni di euro, pari ad oltre il 10% del mercato italiano complessivo del biologico, con oltre 1.249 servizi di ristorazione e mense scolastiche, con menu biologici, attive in tutta italia (dati biobank, 2014). "il forte incremento registrato dalle mense biologiche, +43% in 4 anni, attesta come sia cresciuta negli ultimi anni l'attenzione verso l'alimentazione dei piu' piccoli. tra i 10 milioni di italiani che mangiano regolarmente fuori casa, ci sono infatti anche molti bambini e ragazzi, ai quali e' importante garantire cibi sani e di qualita'", ha concluso il presidente della fedagri ricollegandosi alla interessante esperienza, quasi venticinquennale, di mensa biologica nelle scuole di grugliasco, narrata da mario MIRANDA, ad di bioristoro del gruppo camst. la fedagri ha ricordato che si deve al ministro dell'ambiente la redazione, nel 2011, di un piano d'azione per la sostenibilita' ambientale dei consumi nel settore della pubblica amministrazione in cui e' stata fissata in almeno il 40% la quota della ristorazione pubblica che dev'essere di origine biologica. successivamente, sono stati pubblicati in gazzetta ufficiale i criteri ambientali minimi per il servizio di ristorazione collettiva. il quadro sul territorio nazionale e' in ogni caso molto variegato: mentre in alcune regioni l'impiego di prodotti biologici nelle mense e' ancora alquanto contenuto, altre come lombardia, veneto ed emilia romagna sono oggi leader per numero di mense biologiche, avendo progressivamente recepito e normato le indicazioni ministeriali, attraverso apposite leggi regionali e programmi per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare.

1 ottobre 2015 

EXPO: CONFAGRI, NEL 2016 I PRIMI COMUNI CON LE "SPIGHE VERDI"

il 2016 sara' l'anno delle "spighe verdi", secondo quanto e' emerso oggi nella presentazione dei primi risultati del programma per lo sviluppo sostenibile dell'ambiente rurale nella casa degli atellani-vigna di leonardo. il progetto "spighe verdi", nato dalla collaborazione di fee italia e confagricoltura, ha l'obiettivo di adattare i principi e la metodologia della ben nota certificazione "bandiera blu" alla realta' dei comuni rurali della nostra penisola. "l'attivita' agricola - ha affermato luigi MASTROBUONO, direttore generale di confagricoltura - e' parte fondamentale del processo di sostenibilita' dei territori e il ruolo di confagricoltura e' quello di evidenziare e diffondere tutte quelle buone pratiche di sostenibilita' ed innovazione che le aziende gia' attuano o sperimentano. ecco perche' l'esperienza di fee nella gestione del programma internazionale 'bandiera blu', si integrera' con i principi del progetto ecocloud di confagricoltura, esempio di come le aziende agricole possano attuare pratiche sostenibili che coinvolgano e migliorino tutta l'azienda nei suoi aspetti ambientali, economici e sociali". "sono numerosi i benefici che hanno avuto in questi anni le amministrazioni locali che hanno aderito a 'bandiera blu' - ha sottolineato claudio MAZZA, presidente di fee italia - in quanto il progetto ha sollecitato e facilitato la loro programmazione ambientale delle politiche del territorio. ora con 'spighe verdi' vogliamo coinvolgere le amministrazioni locali dei comuni rurali per promuovere un miglioramento continuo della gestione ambientale al fine di favorire la conservazione del paesaggio, il corretto uso del suolo, la valorizzazione dei centri storici e degli aspetti culturali dei luoghi, per finire con lo sviluppo turistico e l'educazione ambientale". su questi aspetti sono intervenuti i sindaci di agropoli (sa) e di castagneto carducci (li), portando la loro esperienza su "bandiera blu", ed i sindaci di montefalco (pg) e di tassarolo (al) che hanno manifestato il loro interesse a sviluppare il nuovo percorso con il progetto. gli interventi di maurizio MANGIALARDI, presidente di anci marche e lorella CHIMENTI, coordinatrice del gal pollino sviluppo, hanno sottolineato come il "spighe verdi" possa favorire lo sviluppo sostenibile delle aree interne del paese. con questa iniziativa "i comuni - ha concluso il presidente di confagricoltura mario GUIDI - potranno sviluppare politiche territoriali in armonia con chi da sempre presidia il territorio, le aziende agricole, con positive ricadute anche sul turismo, sulla valorizzazione e sulla commercializzazione dei prodotti agricoli e dell'artigianato. la lunga esperienza internazionale di fee nella gestione di programmi di educazione ambientale, la presenza capillare di confagricoltura in tutto il paese, anche attraverso la rete ecocloud dedicata alla sostenibilita', ed il coinvolgimento delle amministrazioni interessate sono le basi per lo sviluppo del progetto, che gia' a partire dal 2016 rilascera' le prime certificazioni".

1 ottobre 2015

EXPO: WAA VINCE PREMIO MINAMBIENTE "TOWARDS A SUSTAINABLE EXPO", INFORMA CONAF

la world association of agronomists (waa) ha vinto il premio "towards a sustainable expo", promosso dal ministero dell'ambiente e dedicato alle "iniziative rilevanti e buone pratiche". ne da' notizia il consiglio dell'ordine nazionale dei dottori agronomi e dottori forestali (conaf), spiegando che il premio e' stato ritirato da rosanna ZARI, vicepresidente del conaf, mattia BUSTI, segretario generale di waa, enrico ANTIGNATI, direttore del padiglione waa-conaf, sabrina DIAMANTI, participant environmental manager (pem), graziano MARTELLO, consigliere del conaf. "fin dall'inizio di expo l'obiettivo della world association of agronomists e' stato quello dell'internazionalizzazione delle pratiche e delle relazioni; un percorso che si e' consolidato nel corso di questi mesi sia all'interno del nostro padiglione la fattoria globale 2.0 che attraverso la creazione di best practice condivise con tutti gli altri paesi e partecipanti sul tema della sostenibilita'", ha detto il presidente mondiale degli agronomi andrea SISTI. "con le visite guidate in expo, le attivita' e gli incontri, oltre che con il VI congresso mondiale degli agronomi, sono stati coinvolti e create relazioni con 53 tra paesi e partecipanti", ha fatto notare ZARI ritirando il premio. "l'eredita' che abbiamo lasciato e' quella delle buone pratiche elaborate nella carta mondiale dell'agronomo, confluita e recepita poi dalla carta di milano", ha aggiunto. il riconoscimento di cui siamo stati insigniti oggi - ha concluso LA vicepresidente del conaf - ci rende, quindi, orgogliosi come associazione, consapevoli che gli agronomi hanno saputo contribuire per le loro competenze a dare un valore aggiunto all'internazionalizzazione del nostro paese sul tema della sostenibilita'. (ab)

1 ottobre 2015 

EXPO: PARLATO (CREA), APPROCCI INNOVATIVI PER UNA ZOOTECNIA SOSTENIBILE

"la zootecnia sostenibile per il diritto al cibo" e' stato il tema dell'ottavo dei dodici appuntamenti aperti al pubblico, organizzati dal crea ad expo, per approfondire e celebrare la carta di milano. il dibattito si e' basato sulla constatazione che "pur rappresentando in europa il 48% dell'attivita' agricola totale con quasi 30 milioni di occupati, il settore zootecnico si trova, ormai da anni, a dover far fronte all'antitesi fra le critiche legate all'uso inefficiente delle risorse e all'idea della maggior salubrita' ed ecologicita' delle diete meno ricche di prodotti animali con la crescente domanda mondiale di prodotti animali e il conseguente aumento della produttivita' e della produzione. conciliare le due posizioni, quindi, costituisce un problema aperto". per il crea, "una risposta va ricercata in maggiori investimenti in ricerca ed innovazione, creando quindi approcci innovativi basati su cicli ecologici controllati in cui animale ricopre un ruolo chiave, grazie ai suoi meccanismi fisiologici che gli consentono di accrescere il valore delle biomasse". il crea sta indirizzando l'attivita' di ricerca verso l'incrocio nei bovini da latte, la precision farming in allevamento, la fenomica, la selezione in purezza e alla sinergia con la genomica.  al dibattito e' intervenuto martin scholten, direttore del research group sulle produzioni animali dell'universita' di wageningen e presidente dell'animal task force che associa le principali istituzioni di ricerca agricola europee e quelle degli stakeholders. "la zootecnia sostenibile - ha spiegato salvatore PARLATO, commissario straordinario del crea - e' un tassello in una prospettiva di economia civile, che tenga conto di soluzioni innovative e multifunzionali in risposta ai bisogni diversificati della societa'. nell'ottica di promuovere la sostenibilita' economica, ambientale e sociale, le imprese orientate al green si candidano ad essere uno degli strumenti per sostenere e promuovere il welfare rurale, declinandolo con i concetti di responsabilita' e sostenibilita'".

1 ottobre 2015

EXPO: FEDAGRI, CONFRONTO SU FUTURO DEL VINO ITALIANO TRA INNOVAZIONE E RICERCA, INTERVENTO DI MERCURI

"ricercatori, docenti ed esperti provenienti da tutta italia" - informa un comunicato - hanno partecipato, alla cascina triulza dell'expo, ad un convegno, promosso ed organizzato dalla fedagri-confcooperative, dedicato al "futuro del vino italiano". "l'impatto che l'innovazione genetica avra' sulla produzione e sul consumatore - ha detto il professor attilio SCIENZA, dell'universita' degli studi di milano - sara' paragonabile a cio' che e' avvenuto centocinquant'anni fa con l'arrivo della fillossera e ci aspetta una vera e propria innovazione culturale". "e pensare che la viticoltura europea ha sempre accolto con molta circospezione l'innovazione genetica: ci sono state addirittura, a partire dal 1800, battaglie appassionanti condotte in francia e in italia sull'innesto e sugli ibridi; oggi pero' l'italia e' il paese leader in europa nello sviluppo di programmi di miglioramento genetico", ha asserito. il professor lucio BRANCADORO ha presentato l'attivita' di ricerca portata avanti dal dipartimento di scienze agrarie ed ambientali dell'universita' di milano per la costituzione di nuovi portainnesti di vite, che - ha spiegato - "ha recentemente portato all'ottenimento di quattro nuovi genotipi, con elevate caratteristiche di resistenza a differenti stress abiotici e con alte performance qualitative delle uve". "sul fronte delle varieta' resistenti, dal 2006 vivai cooperativi rauscedo, in qualita' di socio co-finanziatore dell'istituto di genomica applicata ed in collaborazione con l'universita' degli studi di udine, ha dato nuovo impulso alla ricerca, contribuendo in maniera decisiva alla caratterizzazione agronomica ed enologica di nuovi vitigni resistenti a peronospora ed oidio", sottolinea la fedagri. "si tratta di vitigni che per le loro elevate qualita' - ha affermato il presidente della fedagri giorgio MERCURI - hanno riscosso un enorme successo presso i viticoltori italiani ed esteri, i quali auspicano una loro immediata possibilita' di utilizzo per la costituzione di nuovi vigneti ad alta sostenibilita' ambientale". (ab)

1 ottobre 2015

EXPO: BARA (FODAF LOMBARDIA), AGRONOMI PROTAGONISTI DELLA FATTORIA GLOBALE

l'1 ottobre, all'expo, avra' inizio una tre giorni di lavori che vedra' protagonisti la federazione regionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali della lombardia e i sette ordini territoriali della regione nella "fattoria globale lab 2.0", realizzata nel contesto dell'esposizione universale ad opera del consiglio dell'ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali (conaf) e della world association of agronomist (waa), l'associazione mondiale di riferimento della categoria. "la nostra azione si svolgera' nell'ambito di un'area denominata "cambiamenti climatici e territorio di produzione -preannuncia il presidente della federazione lombarda gianpietro BARA - e dara' luogo alla presentazione di una serie di approfondimenti e progetti rivolti sia alle questioni attinenti al governo del territorio, sia alle principali direttrici di sviluppo del settore primario nella nostra regione".

30 settembre 2015 

"L'INFORMATORE AGRARIO": GALLERANI, EXPO BELLA E DI SUCCESSO, MA SENZ'ANIMA

"expo bella e di successo, ma senz'anima" e' il titolo dell'editoriale di vittorio alessandro gallerano, che apre l'ultimo numero de "l'informatore agrario", settimanale diretto da antonio boschetti. la rivista contiene uno speciale "fiera bovina da latte" dedicata alla manifestazione cremonese, con un articolo di letizia martirano intitolato "l'aia, baluardo della biodiversita'" ed uno del direttore boschetti intitolato "il latte italiano chiede interventi di mercato strutturali". nelle pagine di attualita', la rivista si occupa, tra gli altri argomenti, della proposta della commissione europea di aumentare la quota di import a dazio zero per l'olio d'oliva tunisino; della mancata emanazione del decreto sul subentro giovani; dei risultati positivi dei controlli del ministero della salute sull'ortofrutta italiana e di molti altri temi.

30 settembre 2015 

EXPO: CREA, ZOOTECNIA SOSTENIBILE E DIRITTO AL CIBO AI GIOVEDI' DELLA RICERCA, INTERVIENE PARLATO

"e' possibile conciliare la crescente domanda di prodotti di origine animale ed il conseguente aumento della produzione con un'economia sostenibile, basata cioe' su cicli ecologici ben controllati, in cui l'animale ricopre un ruolo chiave?", e' la domanda alla quale si cerchera' di rispondere il primo ottobre, dalle 10:30, nel lounge mipaaf, all'expo, nell'ambito dei "giovedi' della ricerca" organizzati dal crea. ne da' notizia l'ente di ricerca, informando che durante l'incontro, al quale interverra', tra gli altri, il commissario del crea salvatore PARLATO, verranno presentati "alcuni esempi di approcci innovativi per la sostenibilita' nella produzione animale, con particolare attenzione ai sistemi di produzione di carne e latte italiani". (ab)

29 settembre 2015 

EXPO: ASSESSORE CASELLI, DA QUI AL 2020 VOGLIAMO RADDOPPIARE LE SUPERFICI BIO IN EMILIA-ROMAGNA

"per una regione come la nostra, che vuole competere puntando soprattutto su qualita' e distintivita' della propria agricoltura, il biologico e' un settore strategico. per questo da qui al 2020 vogliamo raddoppiare le superfici bio in emilia-romagna", ha detto l'assessore regionale all'agricoltura dell'emilia-romagna simona CASELLI, che ha partecipato oggi a expo milano alla "festa del bio", che si e' tenuta al parco della biodiversita'. "l'agricoltura biologica fa bene all'ambiente e alla salute di tutti noi - ha spiegato l'assessore - ma puo' svolgere anche un importante ruolo economico, come ha dimostrato la crescita del consumo di prodotti bio anche in questi anni di crisi. gia' oggi in emilia-romagna destiniamo al settore circa il 30% delle risorse dello sviluppo rurale. con la nuova programmazione - ha proseguito CASELLI - vogliamo continuare in questa direzione, riconoscendo a chi fa agricoltura bio una priorita' in tutte le misure. si tratta di agricoltori giovani, motivati, che investono e scommettono sul futuro: una risorsa dunque da valorizzare per il bene della nostra agricoltura". nel 2014 l'emilia-romagna e' stata la prima regione in italia per imprese che fanno trasformazione o vendita di prodotti bio, con una crescita dell'8,6%. l'emilia-romagna e' invece al quinto posto per numero di imprese agricole bio, con una superficie agricola totale di 85 mila ettari (l'8% del totale).

29 settembre 2015

EXPO:  COLDIRETTI,  VENERDI' GIORNATA SULL'INNOVAZIONE DEI GIOVANI, CON MARTINA, GALLETTI, MONCALVO, GARDONI

venerdi' 2 ottobre, dalle 09:30, nel padiglione della coldiretti all'expo, si svolgera' "la prima giornata dedicata all'innovazione con le idee creative dei giovani imprenditori per raggiungere, nei prossimi decenni, l'obiettivo 'nutrire il pianeta energia per la vita', fissato dall'expo, che si trasforma per l'occasione in un palcoscenico della rivoluzione in arrivo sulle tavole e non solo", informa la coldiretti, spiegando che in questa occasione l'expo "sara' invasa da giovani provenienti dalle campagne di tutte le regioni italiane e anche dall'estero per partecipare all'oscar green, il premio alle imprese piu' innovative, promosso dai giovani della coldiretti". all'iniziativa parteciperanno i ministri delle politiche agricole maurizio MARTINA e dell'ambiente gian luca GALLETTI, il presidente della coldiretti roberto MONCALVO, la delegata dei giovani coldiretti maria letizia GARDONI, il presidente dei giovani di confindustria marco GAY e il commissario unico expo 2015 giuseppe SALA. in occasione della giornata - informa la confederazione - "saranno allestiti spazi per consentire di toccare con mano l'estro, i prodotti e le straordinarie storie di innovazione di cui sono protagonisti giovani creativi dei campi e che sono destinati a cambiare la vita quotidiana della gente" e sara' presentato uno studio della coldiretti "sul ritorno dei giovani nelle campagne e sul loro impulso alla competitivita' e alla crescita sostenibile del paese". (ab)

29 settembre 2015 

EXPO: FEDAGRI, MERCURI E GARDINI A LABORATORI DIDATTICI CON ASSOCIAZIONE ANTIMAFIA DASUD

"nutrire la legalita' attraverso il gioco: e' questo il senso dei laboratori didattici che abbiamo organizzato oggi alla cascina triulza dell'expo, con oltre centocinquanta alunni delle scuole medie ed elementari, che hanno partecipato al social game di piazza 'mammamafia', il monopoli della legalita'", ha spiegato il presidente della fedagri confcooperative giorgio MERCURI, che ha partecipato all'iniziativa insieme al presidente della confcooperative maurizio GARDINI. "i giovani sono il nostro futuro, ecco perche' abbiamo deciso di aprire con loro la prima delle nostre quattro giornate a expo", ha aggiunto MERCURI, precisando che l'iniziativa e' stata realizzata in collaborazione con l'associazione dasud, nata dieci anni fa "per promuovere i diritti sociali e civili ed elaborare un nuovo racconto delle mafie costruendo un originale immaginario antimafie". "nutrire la legalita' e' una delle vie fondamentali per nutrire il territorio, le imprese, le comunita' e le cooperative, che hanno un cuore, i soci, la prima sentinella di controllo nelle cooperative", ha concluso il presidente. "le cooperative sono imprese diverse e sono obbligate a dare di piu'; per noi la legalita' e' un impegno irrinunciabile", ha asserito GARDINI. "chi delinque e' fuori. non si giustifica la corruzione neanche per la difesa del lavoro. chi corrompe mette fuori causa chi compete secondo le regole", ha concluso. (ab)

29 settembre 2015 

EXPO: CONFAGRI, "LA VIA DEL TABACCO IN UMBRIA" DOMANI A MILANO

giovedi' 1 ottobre, dalle 17:00, in corso magenta 65, alla vigna di leonardo in casa degli atellani, l'unione italiana tabacchicoltori (unitab) presentera' la pubblicazione "la via del tabacco in umbria", di massimo CANALICCHIO e rita BOINI, informa la confagricoltura. interverranno, tra i molti altri, il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, luca SANI, presidente della commissione agricoltura della camera dei deputati, paolo DE CASTRO, membro della commissione agricoltura e sviluppo rurale del parlamento europeo, catiuscia MARINI, presidente della regione umbria, fernanda CECCHINI, assessore all'agricoltura e cultura della regione umbria, luciano BACCHETTA, sindaco di citta' di castello, walter VERINI, coordinatore parlamentare delle aree tabacchicole della camera dei deputati e i parlamentari mario CATANIA, marco DONATI, giampiero GIULIETTI, pietro LAFFRANCO e catia POLIDORI. l'incontro, previsto nell'ambito di expo milano 2015 e realizzato con il supporto di japan tobacco international (jti), sara' introdotto da oriano GIOGLIO, presidente unitab e vedra' inoltre la partecipazione di piercarlo ALESSIANI, presidente e amministratore delegato di jti italia e francois VEDEL, segretario di unitab europa. parteciperanno anche numerosi testimonial, quali le attrici serena AUTIERI e valentina LODOVINI, emanuele FILIBERTO DI SAVOIA, il meteorologo andrea GIULIACCI, il presidente del parma calcio nevio SCALA e l'ex giocatore dell'ac perugia calcio emiliano TESTINI.

29 settembre 2015

EXPO: TISO (CONFEURO), DA ORA IN POI SI TORNI A PARLARE DI AGRICOLTURA

"nonostante i suoi importanti numeri in termini di partecipazione e' di fatto innegabile che expo abbia riguardato poco o nulla il mondo agricolo e che sia stato prevalentemente l'occasione per offrire una ulteriore vetrina a personaggi e imprese gia' particolarmente influenti", sostiene il presidente della confeuro rocco TISO, secondo il quale comunque "la grande partecipazione ad expo va colta come un segnale importante e testimonia l'interesse della societa' civile verso i temi del primario". "ed e' proprio per queste ragioni - conclude - che siamo certi sia necessario far leva sulla maggiore consapevolezza della popolazione mondiale per favorire lo sviluppo di modelli di crescita che partano proprio dalla centralita' del comparto agroalimentare". (ab)

29 settembre 2015

EXPO: EDIZIONE SPECIALE ERCOLE OLIVARIO 2015

edizione speciale dell'ercole olivario 2015, dal 3 al 7 ottobre, ad expo', con 103 aziende a rappresentare il meglio della produzione nazionale. l'olio sara' abbinato alla cioccolata, gustato con il pane, raccontato da personaggi famosi, attraverso degustazioni, incontri, seminari, cooking show e una "bruschettata" da record.

29 settembre 2015

EXPO: FEDAGRI,  IL 30/9 INCONTRO SU COOP BIOLOGICA E RISTORAZIONE COLLETTIVA, CON OLIVERO E MERCURI

mercoledi' 30 settembre, dalle ore 15:00 alle 17:00, nell'auditorium cascina triulza, incontro organizzato dalla fedagri per discutere qual e' la reale diffusione dei prodotti e menu biologici nella ristorazione collettiva italiana, quali le esperienze e le regioni piu' virtuose. cosa prevede la normativa nazionale e cosa si puo' fare per aumentare la diffusione di menu biologici nelle mense aziendali, nelle scuole, negli ospedali, stimolando la domanda di bio da parte dei grandi gruppi cooperativi che operano nella ristorazione collettiva. e' prevista la presentazione di casi aziendali "virtuosi". in apertura dell'incontro ci sara' la presentazione del libro sulla vita di gino girolomoni, fondatore della prima cooperativa italiana biologica. partecipano massimo ORLANDI, autore del libro,  giovanni battista GIROLOMONI, presidente della omonima cooperativa, andrea BERTOLDI, coordinatore del settore biologico dell'alleanza delle cooperative agroalimentari, giorgia DEL TORRE, responsabile qualita' e sistemi produttivi cir food, elena BASSI, responsabile qualita' gemos (faenza), mario MIRANDA, amministratore delegato bioristoro/gruppo camst (torino. le conclusioni saranno tratte da andrea OLIVERO, vice ministro delle politiche agricole e da giorgio MERCURI, presidente della fedagri-confcooperative.

28 settembre 2015 

EXPO: COMMISSIONE ANTICONTRAFFAZIONE, IL 5 OTTOBRE CONVEGNO CON MARTINA, VICARI, CATANIA, MONGIELLO

lunedi' 5 ottobre, dalle ore 11.00 ad expo,  nell'auditorium del padiglione italia, si parlera' di contraffazione e verranno diffusi analisi e dati della commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo. ne da' notizia la commissione informando che "il presidente della commissione mario CATANIA aprira' i lavori spiegando come e perche' il nostro sistema sia ancora cosi' permeabile alla contraffazione e alla pirateria". "durante i lavori verranno illustrate proposte per la modifica della normativa vigente al fine di porre un freno a questo fenomeno e alle conseguenze negative che questo ha sull'economia e sull'occupazione del nostro paese", precisa la commissione. parleranno colomba MONGIELLO, vicepresidente della commissione e i deputati susanna CENNI e paolo RUSSO, componenti della stessa. interverranno inoltre simona VICARI, sottosegretario del ministero dello sviluppo economico, giancarlo CASELLI, presidente del comitato scientifico dell'osservatorio sulla criminalita' nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare, lisa FERRARINI, vicepresidente di confindustria, claudio BERGONZI, direttore generale dell'istituto di centromarca per la lotta alla contraffazione (indicam), daniela MAININI, presidente del centro studi anticontraffazione. concludera' il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali maurizio MARTINA.

28 settembre 2015 

EXPO:  IL 14 WORKSHOP SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI CON MARACCHI, SCANAVINO, SEMERARI E NOVELLI

l'accademia dei georgofili, l'enea (agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) e intesa sanpaolo organizzano, per il 14 ottobre, dalle 10:30 ad expo, nello spazio waterstone dell'istituto bancario, al padiglione 73, il workshop "cambiamenti climatici e agricoltura: verso la conferenza di parigi". all'incontro interverranno, tra gli altri, il presidente dell'accademia dei georgofili giampiero MARACCHI, il coordinatore di agrinsieme dino SCANAVINO, il presidente del consorzio riassicurazioni per calamita' naturali in agricoltura arturo SEMERARI, i ricercatori dell'enea luigi PONTI e maurizio CALVITTI ed ottavio NOVELLI, di agriconsulting. (ab)

28 settembre 2015 

EXPO: IL 30/9 FEDAGRI PRESENTA IL 9° RAPPORTO AGRI2000. CONCLUSIONI DI VERNOCCHI

mercoledi' 30 settembre, dalle ore 11:00 alle 13:00, nell'auditorium cascina triulza, fedagri ha organizzato un incontro in occasione della presentazione del 9° rapporto osservatorio agri2000-fedagri. il rapporto si occupa di come il consumatore interpreta il concetto di sostenibilta' della produzione agricola, con particolare riferimento alle mele, e quale valore attribuisce, in un'ottica di orientamento all'acquisto, alle diverse dimensioni che la compongono: ambientale, economica, sociale. i risultati dell'indagine saranno una guida utile per le agricolture che vogliono rinnovare schemi produttivi, organizzativi e comunicativi dei propri prodotti. partecipano ciro LAZZARIN, divisione economica agri 2000, alessandro DAL PIAZ, direttore di assomela, maurizio BRASINA, direzione qualita' responsabile ortofrutta coop italia. conclude davide VERNOCCHI, presidente settore ortoflorofrutticolo di fedagri-confcooperative. moderatore  camillo GARDINI, presidente di agri2000.

28 settembre 2015 

EXPO: MARTINA SOTTOLINEA IMPORTANZA INIZIATIVA "INFORMATI DI ZUCCHERO"

l'iniziativa "informati di zucchero" "mette in luce un prodotto ed un settore strategico per l'agroindustria italiana ed assume una grande importanza, perche' riflette non solo sul valore economico, ma anche sulla produzione italiana", sottolinea il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, in un messaggio inviato in occasione dell'incontro "lo zucchero in italia fa bene al paese e all'uomo: un ingrediente prezioso tra realta' e falsi miti", svoltosi oggi all'expo. maggiori dettagli su http://goo.gl/LdE8V1. (ab)

28 settembre 2015

EXPO: VERONAFIERE, OLTRE 1,5 MILIONI DI VISITE AL PADIGLIONE "VINO-A TASTE OF ITALY"

il padiglione dell'esperienza vitivinicola italiana "vino-a taste of italy" ad expo - rende noto veronafiere - "il primo nella storia dell'esposizione universale esclusivamente dedicato al vino", ha totalizzato "in cinque mesi, oltre 1,5 milioni di visitatori, dei quali circa il 30% ha scelto anche di degustare alcune fra le 3.600 etichette delle 2.000 aziende presenti complessivamente nella biblioteca del vino-enoteca del futuro". il padiglione "ha visto anche la presenza di numerose delegazioni istituzionali, commerciali e di visitatori stranieri, piu' del 20%, in crescita sul numero del totale delle presenze", aggiunge l'ente fieristico. per il presidente ettore RIELLO, si tratta di un "bilancio che va oltre i numeri e parla di un enorme interesse culturale riguardo le nostre produzioni enologiche e dei territori di origine da parte del visitatore italiano e straniero". (ab)

28 settembre 2015

EXPO: ARAER, TAVOLA ROTONDA SU ZOOTECNIA E MULTIFUNZIONALITA'. INTERVENTO DI GARLAPPI

si e' svolta ad expo, nel padiglione della coldiretti, una tavola rotonda promossa dall'araer (associazione regionale allevatori dell'emilia romagna), dedicata alla multifunzionalita' della zootecnia in emilia romagna. ne da' notizia l'associazione, spiegando che durante l'incontro e' stato presentato "in anteprima mondiale il primo formaggio prodotto esclusivamente con latte d'asina, l'asinino reggiano, un esempio estremamente interessante di come si possa declinare il termine multifunzionalita'". "l'importanza del comparto zootecnico emiliano-romagnolo rappresenta una voce molto rilevante per l'economia nazionale, basti ricordare, tanto per citare alcuni tra i prodotti piu' conosciuti, il parmigiano reggiano dop, il prosciutto crudo di parma dop, lo squacquerone dop, la carne bovina della razza romagnola igp e molti altri formaggi e salumi che il mondo ci invidia", fa notare l'araer, evidenziando che "malgrado cio', il comparto vive una fase di notevole difficolta', contrassegnato dalla perdita di valore e dalla riduzione di allevamenti e capi allevati, in special modo nel settore suinicolo". "gli ultimi dati disponibili sono quelli aggiornati al 31 dicembre 2014 e nonostante la produzione lorda vendibile zootecnica emiliano-romagnola rappresenti il 47,2% del valore totale dell'agricoltura regionale, pari a 1.931milioni di euro, la perdita e' stata del 7%", continua l'associazione. "oltre 200 le stalle di vacche da latte che nel 2014 hanno dovuto chiudere i battenti, anche se il numero di capi allevati e' rimasto sostanzialmente stabile con una popolazione di 565.737 unita'" e "di queste 291.000 sono femmine, vacche da latte e giovenche, concentrate soprattutto nella zona di produzione del parmigiano reggiano", aggiunge l'araer, precisando che "la produzione di latte, sempre nel 2014, ha toccato 1,921 milioni di tonnellate, con un aumento dell'1,3% sul 2013 e dell'8,7% rispetto al 2009". "difficile lo scenario del comparto dei bovini da carne, nonostante l'eccellenza della razza autoctona romagnola igp; in soli 10 anni gli allevamenti si sono praticamente dimezzati, perdendo il 43% delle stalle, mentre il numero di capi allevati si e' ridotto del 25%: in pratica sono ancora in attivita' 339 allevamenti con una popolazione totale di 10.370 capi di bestiame", prosegue l'associazione. "riguardo il comparto suinicolo bisogna purtroppo registrare il crollo, negli ultimi 4 anni, delle porcilaie e dei capi allevati: le prime sono ferme a 124 strutture, i secondi a 1.107.133 soggetti; riguardo i riproduttori, i verri si contano in 1.196 capi e le scrofe in 52.087 unita'", e' stato inoltre sottolineato durante l'incontro. "male anche il settore ovicaprino, che deve incassare una perdita del 4% rispetto al numero degli allevamenti e del 6% per quello relativo ai capi allevati: in pratica, a fine 2014, in emilia romagna si contavano 2.133 allevamenti e 62.544 capi", mentre "in lieve controtendenza i caprini con un +2% di allevamenti e un +3% di capi allevati, pari a 1975 allevamenti e 16.686 capi allevati; infine il comparto delle uova, con quotazioni mediamente in ribasso, purtroppo,  del 6,5%", rileva l'araer, secondo la quale si tratta di "uno scenario complicato, davanti al quale non e' sempre facile trovare soluzioni efficaci in grado di invertire la tendenza". l'associazione "e' fortemente impegnata in questa direzione e sulla tutela della biodiversita' e la fornitura di servizi sempre piu' innovativi verso gli associati in tema di sicurezza alimentare ha concentrato e concentrera' sempre piu' la sua attivita'". "nel nostro laboratorio di analisi, che ha sede a reggio emilia - ha spiegato il presidente di araer maurizio GARLAPPI - vengono effettuate in media 1,5 milioni di analisi l'anno: un numero che ben rappresenta il valore che araer assegna alla sicurezza alimentare anche e soprattutto a tutela del consumatore". "ritengo che, al di la' delle iniziative intraprese dalle istituzioni per la promozione delle nostre eccellenze agroalimentari, il rilancio del settore zootecnico debba partire anche da qui", ha concluso. (ab)

28 settembre 2015 

GRANIERI, REALACCI E MONGIELLO PRESENTANO CAMPAGNA "SOLO OLIVE ITALIANE PER EXPO", DI UNAPROL E SYMBOLA

i presidenti di symbola ermete REALACCI e di unaprol david GRANIERI, insieme con la vicepresidente della commissione parlamentare anticontraffazione colomba MONGIELLO, hanno presentato oggi, a palazzo rospigliosi, la campagna "solo olive italiane per expo", promossa da symbola-fondazione per le qualita' italiane e dal consorzio olivicolo italiano unaprol, con patrocinio di expo milano 2015 e il supporto di verallia, terzo produttore di bottiglie e vasi in vetro per uso alimentare, guala closures group, multinazionale italiana produttrice di tappi per alimenti, frantoi redoro e comieco, consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi. REALACCI ha illustrato gli obiettivi della campagna, avviata nel 2013 e che si presenta oggi al pubblico con una veste totalmente rinnovata, grazie ad un nuovo sito web (www.solooliveitaliane.it) e ad una pagina facebook. "la confezione contenitore che diventa contenuto della bottiglia per expo, e' la metafora del prodotto, che e' anima e generatore di ricchezza dei territori di produzione di oli extra vergine di oliva", ha detto GRANIERI, che ha sottolineato come sia stato corretto associare all'idea di expo il prodotto simbolo del made in italy. "una grande operazione di marketing che fa leva sulla competitivita' e sulla biodiversita' del nostro sistema produttivo, un unicum nel panorama mondiale della produzione olivicola. con le risorse del piano olivicolo nazionale, associate alla progettualita' dei psr regionali - ha poi concluso il presidente di unaprol - si puo' riaccendere l'economia dei territori alla vigilia di una campagna olivicola che si preannuncia migliore della scorsa annata". GRANIERI ha anche fatto riferimento alla questione dell'apertura di una nuova quota aggiuntiva di importazione a dazio zero di olio d'oliva dalla tunisia, sottolineando come sia "giusto aiutare un paese in difficolta', ma non aggravando la situazione di chi e' gia' in crisi", come gli olivicoltori italiani, per i quali questa nuova annata vorrebbe essere "un punto di ripartenza". MONGIELLO si e' soffermata sulla situazione del comparto olivicolo. la produzione e' "in ripresa", ma - secondo la deputata pd - non si puo' andare oltre un "cauto ottimismo", considerato che al meglio essa "copre non piu' della meta' dell'olio che consumano gli italiani". per questo - ha aggiunto - occorre attivare al piu' presto il piano olivicolo nazionale. "le leggi ci sono, sono finanziate, ma evidentemente c'e' qualcosa che frena", se ancora non e' stato pubblicato il decreto di attuazione, ha asserito. all'incontro hanno partecipato anche il direttore di symbola domenico STURABOTTI; la responsabile comunicazione e marketing di verallia, alessia CAPPELLIN; il direttore marketing di guala closures group, gabriele LUSIGNANI e il vice presidente di comieco, pietro ATTOMA. dei video con le dichiarazioni di MONGIELLO e REALACCI sono visibili su https://goo.gl/VZ6k8I e su https://goo.gl/tasbQY.

28 settembre 2015

EXPO: FEDAGRI PRESENTA IL 30 SETTEMBRE UNA RICERCA SUL BIO NELLA RISTORAZIONE

nelle mense scolastiche italiane si mangia sempre piu' biologico. se dieci anni fa erano solo 839 le mense in cui venivano proposti quotidianamente prodotti biologici, l'ultima rilevazione del 2014 ne ha censite 1.249, con un incremento del 43% in quattro anni. sono questi alcuni dei numeri elaborati da fedagri-confcooperative sulla base dei dati biobank, che verranno presentati il 30 settembre all'expo, dalle 15:00, nel convegno "il bio nel piatto. cooperazione biologica e ristorazione collettiva", a cui partecipera', tra gli altri, il vice ministro delle politiche agricole andrea OLIVERO. le regioni leader per numero di mense scolastiche sono la lombardia (224), il veneto (192) e l'emilia romagna (172). il totale dei pasti giornalieri serviti e' pari a 1,2 milioni e in 290 delle mense biologiche, pari al 23% del totale, viene utilizzata una percentuale di almeno il 70% di materie prime bio. "il trend e' senz'altro positivo, ma molto si puo' ancora fare per incrementare l'impiego di prodotti bio nelle mense scolastiche e in genere nella ristorazione collettiva", spiega andrea BERTOLDI, coordinatore del settore biologico dell'alleanza delle cooperative agroalimentari. "allo sviluppo dell'agricoltura biologica e di qualita' fu dato un primo importante contributo con la legge finanziaria 2000, che all'art. 59 prevedeva per "le istituzioni pubbliche che gestiscono mense scolastiche ed ospedaliere (…) l'utilizzazione nelle diete giornaliere di prodotti biologici tipici e tradizionali". in seguito a questa prima norma, le varie regioni hanno progressivamente recepito e normato tali indicazioni attraverso linee guida, leggi regionali, e programmi per l'orientamento dei consumi e di educazioni alimentare". "fino ad arrivare, nel 2011, alla pubblicazione in gazzetta ufficiale, dei criteri ambientali minimi per il servizio di ristorazione collettiva e la fornitura di derrate alimentari, che fanno parte del piano d'azione per la sostenibilita' ambientale dei consumi nel settore della pubblica amministrazione, ovvero piano d'azione nazionale sul green public procurement, sviluppati dal ministero dell'ambiente, che indicano in almeno il 40% la quota della ristorazione pubblica che dev'essere di origine biologica", ricorda la fedagri."se si considera infatti che oltre 10 milioni di italiani, la gran parte dei quali sono bambini e ragazzi, pranza regolarmente fuori casa ogni giorno - conclude BERTOLDI - si puo' ben comprendere quanto e' importante garantire cibi sani e di qualita' anche fuori casa". in apertura del convegno sara' presentato il libro sulla vita di gino GIROLOMONI, padre fondatore del biologico in italia, al quale si deve il messaggio forte, a testimonianza della sua missione, che "mangiare non e' soltanto piantare, raccogliere, trasformare e cuocere il cibo. mangiare e' dono, spiritualita', amicizia, fraternita', bellezza, calore, colore, sapienza, semplicita', compagnia".

25 settembre 2015 

EXPO: CONFAGRI, IL "VINO SOSTENIBILE'" PIACE. I VITICOLTORI PIU' ATTENTI A AMBIENTE, SOCIALE, TERRITORI E INNOVAZIONE"

sono sempre piu' numerose le imprese vitivinicole che stanno adottando buone pratiche sostenibili nei loro cicli produttivi, dal punto di vista economico ambientale e sociale, migliorando i processi produttivi per ottenere prodotti di qualita'. la circostanza e' stata messa in evidenza dal seminario organizzato da confagricoltura dedicato alla sostenibilita' della filiera vitivinicola. il seminario fa parte del ciclo di incontri, "appuntamenti sulla sostenibilita'", che confagricoltura sta tenendo in occasione di expo. le aziende vitivinicole e della distillazione sono all'avanguardia nell'applicazione di metodi produttivi sostenibili e sono un punto di riferimento anche per gli altri settori, hanno testimoniato tre vivaci realta' imprenditoriali: antico podere di pomaio, guido berlucchi e distilleria bonollo. dalle loro storie emerge l'attenzione alla riduzione delle emissioni di co2, dei consumi di acqua e di sostanze chimiche, alla produzione di energia rinnovabile, alla valorizzazione dei sottoprodotti, ma anche alla tutela del paesaggio e dell'agricoltura sociale. "la sostenibilita' economica, ambientale e sociale della filiera vitivinicola - pone in evidenza confagricoltura - e' fortemente legata allo sviluppo del territorio, attraverso innovazioni e aggregazioni di imprese, nel rispetto delle tradizioni e della cultura". "rilevanti i risultati che si ottengono per favorire le vendite, non solo in italia ma anche all'estero",  ha sottolineato confagricoltura. la presentazione sul mercato di vini che prestano particolare attenzione ai temi della sostenibilita', consente di accrescere il loro valore agli occhi degli acquirenti, sempre piu' attenti a queste tematiche nelle loro scelte d'acquisto". in particolare - ha osservato l'organizzazione degli imprenditori agricoli - dalle indagini effettuate dal dipartimento di agraria dell'universita' di napoli emerge che i vini certificati sostenibili, possono influenzare positivamente la percezione sensoriale e spuntare incrementi di quotazioni superiori al 20%. comunicare questi risultati e' dunque importante e i sistemi di certificazione attuali, tra cui "viva" e "tergeo", sono dei punti di riferimento. confagricoltura ha quindi ricordato che, anche in relazione agli obiettivi fissati dall'unione europea sulla sostenibilita' ambientale delle produzioni agricole, con un focus specifico sul settore vitivinicolo, occorre fare ulteriori passi avanti per individuare disciplinari il piu' possibile omogenei e condivisi e che siano di semplice applicazione e controllo, al fine di raggiungere il maggior numero di imprese vitivinicole e della distillazione. "siamo impegnati - ha concluso confagricoltura - a rilanciare ancor piu' le pratiche sostenibili presso le aziende associate e a dare visibilita' ad esse attraverso il sistema di 'ecocloud'. favoriamo i processi che vedranno le nostre aziende sempre piu' virtuose e attente a ambiente, sociale, territori e innovazione".

25 settembre 2015  

EXPO: CIA, DOMANI ANTEPRIMA DI "BIORESISTENZE" CON SCANAVINO,  TURUS, ZUCCHI, GAUDIOSO, SCAFFIDI

domani, con inizio alle ore 10:30, ad expo, al biodiversity park, "teatro della terra", si terra' l'anteprima della proiezione del docufilm "bioresistenze", nato da un progetto della cia-confederazione italiana agricoltori in collaborazione con guido TURUS. "il docufilm, attraverso 50 testimonianze, narra esperienze agricole, piccole e grandi, come cooperative che gestiscono beni confiscati alle mafie, aziende a conduzione femminile, esempi d'imprenditoria giovanile, di salvaguardia dell'ambiente e di tutela della fertilita' del suolo, svelando cosi' una realta' "biosostenibile ed etica" che si pone a modello di un'agricoltura possibile", spiega la cia. al termine della proiezione ne parleranno, assieme al regista: dino SCANAVINO, presidente nazionale della cia; angelo ZUCCHI, capo segreteria politica del ministro martina; antonio GAUDIOSO, segretario generale di cittadinanzattiva; alessandra GUIGONI, antropologa dell'alimentazione istituto europeo design; cinzia SCAFFIDI, vicepresidente di slowfood.

25 settembre 2015  

EXPO:  TONELLO (CAI-COLDIRETTI),  DA RICERCA TUTTA ITALIANA SOLUZIONE BIOLOGICA CONTRO AFLATOSSINE

"nasce da una ricerca tutta italiana il primo progetto di lotta biologica nel piatto alle aflatossine cancerogene, che sono un vero flagello sia per la salute, in quanto altamente nocive per uomini e animali, sia per l'economia italiana, che risente negativamente della svalutazione dell'intera filiera del mais, determinante per l'alimentazione degli animali destinati alla produzione di latte e quindi per le produzioni casearie", informa la coldiretti, spiegando che "l'innovativa soluzione e' stata presentata all'expo di milano per iniziativa dell'universita' di piacenza, dupont pioneer, coldiretti e consorzi agrari d'italia che hanno realizzato il progetto imperniato sulla lotta biologica 'no ogm' grazie all'utilizzo di un particolare ceppo di aspergillus flavus, incapace di produrre le pericolose aflatossine e quindi protegge dalla contaminazione il mais e il latte". "le aflatossine, che sono state trovate per la prima volta in italia nei primi anni 2000 - spiega la coldiretti - si riscontrano in occasione di condizioni stagionali inusuali per i nostri areali, come estati particolarmente calde, riconducibili ai cambiamenti climatici. la nuova soluzione biologica, sviluppata da un team di ricercatori italiani, si chiama af-x1; il suo principio attivo e' un ceppo atossigeno di aspergillus flavus, incapace cioe' di produrre aflatossine, che compete con i ceppi tossigeni presenti nell'ambiente, impedendo loro di colonizzare e contaminare le piante di mais". la professoressa paola BATTILANI, coordinatrice del progetto per l'universita' cattolica del sacro cuore di piacenza, ha sottolineato la peculiarita' di af-x1. "e' una soluzione preventiva per la salvaguardia del mais nostrano, con la prerogativa che il ceppo aspergillus e' stato selezionato ed isolato nei suoli italiani, pertanto e' un fungo autoctono adattato ai nostri ambienti", ha detto BATTILANI. "la nostra collaborazione con l'universita' cattolica di piacenza per lo sviluppo del prodotto dura da quattro anni. in tale periodo gli agronomi di pioneer hanno coordinato e gestito un'intensa attivita' di sperimentazione, con l'obiettivo di valutare l'efficacia del trattamento, conseguendo risultati entusiasmanti che ne evidenziano inequivocabilmente l'efficacia", ha affermato giovanni MARZI, marketing manager dupont pioneer in italia. "il supporto fornito da coldiretti e da consorzi agrari d'italia e' stato fondamentale nel sostenere un progetto di ricerca innovativo fondato sulla naturalita' dell'intervento, ma anche per l'avanzamento del progetto a livello autorizzativo", ha spiegato mauro TONELLO, vice-presidente di coldiretti e presidente di consorzi agrari d'italia, nel riassumerne l'iter. "all'inizio - ha riferito - la sperimentazione e' stata condotta sulla base di particolari autorizzazioni che vincolavano a segregare o distruggere la granella durante la raccolta. nel 2015, accertato che non esistono problemi di impatto sulla salute pubblica, ne' mezzi di controllo alternativi per le contaminazioni da aflatossine, e' stata rilasciata un'autorizzazione eccezionale alla commercializzazione". "il ceppo atossigeno di aspergillus flavus mucl 54911 - continua la coldiretti - e' stato sottoposto a brevetto europeo da parte dell'universita' cattolica del sacro cuore e pioneer italia ne ha acquisito i diritti di commercializzazione. ll prodotto commerciale af-x1 consiste in un vettore inerte, semi di sorgo devitalizzati, su cui e' stato inoculato il fungo atossigeno. in tal modo il prodotto puo' essere distribuito alla rincalzatura con normali spandiconcime aziendali. consorzi agrari d'italia, al termine dell'iter registrativo, si occupera' della fase di produzione del formulato commerciale. nel 2015, nonostante la ristrettezza dei tempi abbia impedito di produrre e commercializzare il prodotto su larga scala, af-x1 e' stato pero' distribuito gratuitamente come campione in prova ad un cospicuo numero di aziende in diversi contesti ambientali".

25 settembre 2015 

EXPO: NASCE L'ASININO REGGIANO, FORMAGGIO DI LATTE D'ASINA E CAGLIO DI CAMMELLO

nasce tra le colline reggiane il primo formaggio al mondo prodotto esclusivamente con latte d'asina, l'asinino reggiano. la sua presentazione pubblica avverra' a expo 2015 domani, sabato 26 settembre, dalle 10:30, nel padiglione coldiretti-cardo sud, durante lo svolgimento della tavola rotonda dedicata alla multifunzionalita' della zootecnia in emilia romagna. la particolare composizione di questo latte ne impediva la caseificazione con il tradizionale caglio bovino ma poco piu' di un anno fa giuseppe IANNELLA, tecnologo alimentare, al termine di una serie di studi e sperimentazioni riconosciute dalla comunita' scientifica, ha scoperto che il latte d'asina puo' coagulare introducendo caglio di cammello. l'allevamento - spiega il proprietario davide BORGHI - "conta oltre 800 esemplari appartenenti a 11 diverse razze e possiamo fregiarci di possedere il piu' grande e importante allevamento di asini a livello europeo. tutti i capi sono iscritti al registro dell'anagrafe equina e allevati allo stato semibrado. la nostra e' un'azienda biologica e anche per questo il benessere animale e l'alimentazione, che otteniamo da colture prodotte in azienda come foraggi, erba medica, orzo e avena fioccati, rappresentano i pilastri dell'allevamento". le proprieta' del latte d'asina, ritenuto a livello scientifico quello piu' vicino al latte materno, sono note fin dall'antichita'. il suo impiego, oltre al consumo fresco e/o liofilizzato, ha trovato ampio sbocco anche nella produzione di cosmetici. fino ad oggi pero', tutti i tentativi di trasformarlo in formaggio erano falliti perche' "tutte le persone che hanno assaggiato l'asinino reggiano - conclude BORGHI - confermano la bonta' del suo sapore. anche per questo e per l'unicita' che caratterizza questo formaggio, contiamo di incontrare un vasto interesse da parte di un consumatore attento, curioso, consapevole e disposto a riconoscere anche economicamente il valore di un prodotto unico al mondo".

25 settembre 2015  

EXPO: MARCELLI (COLDIRETTI TOSCANA), CON "CAMPAGNA AMICA" FATTURATI IMPRESE +20%

la coldiretti toscana, nel corso di un incontro svoltosi all'expo, ha presentato i risultati di un monitoraggio effettuato su un campione di aziende che hanno aderito alla rete di vendita diretta "campagna amica", dal quale emerge, tra l'altro, che "in media, con l'ingresso in campagna amica, le piccole imprese familiari hanno un aumento del fatturato del 20%". secondo il presidente della coldiretti toscana tulio MARCELLI, si tratta di "un grande risultato, che permette a tante aziende di crescere, dando opportunita' di lavoro a tanti giovani". "il nostro orgoglio e' quello di permettere a tante piccole aziende di stare sul mercato in rete con imprese piu' strutturate, con risultati concreti sul piano economico, dando supporto alla creativita' ed alla voglia di fare degli imprenditori", aggiunge. (ab)

25 settembre 2015 

EXPO: "SUOLO E SALUTE" ALLA FESTA DEL BIOLOGICO

"suolo e salute" sara' presente alla festa del biologico ad expo. infatti, come gia' anticipato, dal 26 settembre sino al 3 ottobre l'organismo di controllo e certificazione organizza nel parco della biodiversita' la "settimana del biologico", che avra' come suo momento centrale la festa del 29 settembre. durante la "settimana del biologico" sara' realizzato un "mercato del bio e del naturale" nella piazza antistante il padiglione del biologico. al mercato parteciperanno le aziende partner di "suolo e salute" ed ospiti nel parco della biodiversita'.

24 settembre 2015 

EXPO: COLDIRETTI E.R., CAI E PIONEER PRESENTANO DOMANI "SOLUZIONE" CONTRO AFLATOSSINE

domani, venerdi' 25 settembre, dalle 11:00, al padiglione coldiretti all'expo, nell'ambito del convegno "af-x1: la nuova soluzione italiana per tutelare le produzioni maidicole locali dal rischio aflatossine", verranno presentati i risultati di una ricerca dell'universita' cattolica di piacenza per "eliminare il rischio delle aflatossine nel mais ed in tutta la filiera alimentare, che passa dalle stalle fino ai piatti sulle nostre tavole", informa la federazione regionale, spiegando che si tratta della "risposta di coldiretti, consorzi agrari d'italia (cai) e pioneer hi-bred italia, in collaborazione con l'universita' cattolica di piacenza, a quanti indicavano negli organismi geneticamente modificati la strada per combattere le aflatossine del mais". al convegno interverranno: gianluca LELLI, capoarea azione economica della coldiretti; paola BATTILANI, professore associato di scienze delle produzioni vegetali sostenibili dell'universita' cattolica di piacenza; giovanni MARZI, marketing manager europe pioneer hi-bred; stefano MASINI, capoarea ambiente e territorio della coldiretti; mauro TONELLO, presidente di consorzi agrari d'italia. (ab)

24 settembre 2015 

"TERRA E VITA": TONI, NON C'E' TRUCCO, NON C'E' INGANNO? SEGRE', BENE EXPO, E DOPO?

"non c'e' trucco non c'e' inganno?" e' il titolo dell'editoriale del direttore beatrice toni dedicato a expo, che apre il numero di questa settimana di "terra e vita". sullo stesso argomento, andrea segre', si chiede "bene l'expo. e dopo?". sullo stesso numero, angelo frascarelli firma un articolo sul pacchetto ue "anti-crisi", mentre federica levi da' conto della giornata dell'agricoltura italiana, organizzata dalla coldiretti all'esposizione universale. un articolo di stefano ciliberti si occupa delle regole erga omnes per la commercializzazione del tabacco. uno speciale "olivo e olio" completa la rivista.

24 settembre 2015 

EXPO: ORIZZONTE TERRA, CONVEGNO SU EFFICIENZA IRRIGUA DI COLDIRETTI PIACENZA E CONSORZIO TERRE PADANE

"a piacenza sull'80% delle superfici coltivate a pomodoro viene utilizzata l'irrigazione a goccia, con un'efficienza idrica del 95% ed un risparmio della risorsa che puo' variare dal 35% al 55%", sottolinea la federazione provinciale della coldiretti, rendendo noti i principali risultati di una tavola rotonda sull'innovazione sostenibile dal titolo "orizzonte terra: economia produttivita' e sostenibilita' in agricoltura", svoltasi nel padiglione della coldiretti all'expo ed organizzata dalla federazione di piacenza e dal consorzio agrario terrepadane. "con l'irrigazione a goccia l'efficienza irrigua e' pari al 95%; la percentuale scende al 75% se si utilizza l'aspersione ed al 45% con il metodo a scorrimento", prosegue la coldiretti, evidenziando che l'impatto e' "ancor piu' rilevante se si prendono in esame coltivazioni idroesigenti diffuse sul territorio provinciale, come mais e pomodoro e che, con diverse tipologie di irrigazione, vedono le rese per ettaro cambiare sensibilmente". "per produrre un chilo di granella di mais, per esempio, sono necessari 900 litri di acqua se si utilizza l'irrigazione a goccia, 1125 litri se si utilizza l'aspersione e 1440 se si utilizza lo scorrimento", evidenzia la coldiretti. "il differente grado di efficienza nell'irrigazione, si traduce infatti in un risparmio della risorsa idrica", rimarca la federazione, evidenziando che "rispetto all'irrigazione per scorrimento ed a pioggia, nell'irrigazione a goccia l'acqua non viene dispersa per evaporazione, ruscellamento o per azione del vento, quindi lo spreco e' ridotto al minimo. inoltre, in generale si sono riscontrati costi di lavorazione inferiori rispetto all'irrigazione per scorrimento e ovviamente una applicazione del fertilizzante precisa e senza sprechi". "questo metodo di irrigazione - conclude coldiretti - realizza il giusto compromesso tra necessita' di produzione ed attenzione per l'ambiente, riuscendo a garantire raccolti piu' elevati, risparmio di lavoro e di risorse, ma soprattutto la possibilita' di fornire alle piante acqua e fertilizzante, non solo nel momento piu' adatto, ma anche nelle quantita' effettivamente necessarie per lo sviluppo della pianta". (ab)

24 settembre 2015 

EXPO: GENTILE (CREA), IMPEGNATI PER L'AGRICOLTURA DEL FUTURO

nel corso dei "giovedi' della ricerca", organizzati dal crea ad expo, e' stato presentato "exposeed", progetto di collaborazione internazionale coordinato dal centro di genomica e bioinformatica dell'ente e recentemente approvato nell'ambito del programma h2020, finalizzato allo sviluppo di sistemi di genome editing nelle specie coltivate. "exposeed" - e' stato spiegato - intende introdurre mutazioni mirate nei geni che controllano lo sviluppo dei semi per migliorare le capacita' produttive e le caratteristiche qualitative dei semi, nelle specie in cui il seme rappresenta la parte edibile (soya, riso, orzo, frumento, ecc). "il progresso delle conoscenze genomiche sta rivoluzionando il modo con cui vengono selezionate le varieta' coltivate delle specie di interesse agrario", ha affermato alessandra GENTILE, commissario delegato del crea, concludendo i lavori. "dopo i risultati ottenuti attraverso la trasformazione genetica e l'utilizzo delle tecnologie basate sull'uso di marcatori molecolari degli anni 2000, i metodi per indurre mutazioni mirate in specifici geni di interesse rappresentano la nuova frontiera del miglioramento genetico vegetale. e il crea e' gia' attivamente impegnato in questa sfida per l'agricoltura del futuro", ha concluso GENTILE.

24 settembre 2015 

EXPO: MONCALVO (COLDIRETTI) INAUGURA "MOSTRA DEI CIBI PIU' ANTICHI"

il presidente della coldiretti roberto MONCALVO ha inaugurato oggi al padiglione della confederazione all'expo "la prima esposizione dedicata ai prodotti salvati nei secoli dagli agricoltori italiani". "dalla manna al vino cotto, dal grano saragolla a quello monococco, tornano gli antenati del made in italy, i cibi piu' antichi, dalla preistoria alla bibbia, fino agli egizi ed all'impero romano", spiega la confederazione, sintetizzando i contenuti dell'originale esposizione. "la manna deve la sua fama universale all'episodio riportato nella bibbia degli ebrei guidati da mose' che erravano attraverso il deserto del sinai, piegati dagli stenti e dalla fame, che ricevevano da dio questi fiocchi bianchi e dolci dal gusto di miele", ricorda la confederazione, facendo notare che "a salvarla dall'estinzione sono stati gli agricoltori siciliani". tra i numerosi esempi di "cibi salvati nei secoli", la confederazione riporta quello dei muscari, oggi conosciuti come lampascioni, che "erano particolarmente amati dai romani, i quali nei pranzi nuziali erano soliti offrirli come cibo augurale per la fecondita' degli sposi" e la cui coltivazione "e' stata recuperata in basilicata". (ab)

24 settembre 2015

EXPO: GUIDI (CONFAGRICOLTURA) E GATTONI (CIB) PRESENTANO I VANTAGGI DEL BIOMETANO

"in italia esiste una fonte di energia potenzialmente inesauribile: si tratta del biometano, utilizzabile per riscaldare le nostre abitazioni e per l'autotrazione, che invece di inquinare contribuisce ad abbattere le emissioni clima alteranti. il biometano puo' portare a un rapido taglio delle importazioni di biocarburanti e combustibili fossili dall'estero, oltre a contribuire a rafforzare la competitivita' delle imprese agricole e delle 'stalle' italiane. un binomio cibo ed energia che trova nell'expo di milano lo scenario ideale per una giornata di approfondimento", sottolineano il cib, consorzio italiano biogas, e confagricoltura, che hanno promosso quest'oggi, a palazzo italia, un incontro per illustrare le potenzialita' di questo "biocarburante avanzato made in italy". all'iniziativa, patrocinata da expo 2015 e dal ministero dell'ambiente, hanno preso parte istituzioni, associazioni agricole e ambientaliste, esponenti dell'industria italiana collegata al settore della mobilita' sostenibile e del gas naturale, come fiat chrysler automobiles, cnh industrial e snam. "negli ultimi mesi - ha dichiarato mario GUIDI, presidente di confagricoltura - si sono fatti grandi passi in avanti a livello normativo e regolatorio per dare il via al biometano per autotrazione, un biocarburante avanzato la cui produzione si integra perfettamente nell'attivita' agricola, portando notevoli benefici a livello ambientale, in linea con gli obiettivi europei di contenimento delle emissioni. non e' un caso che alcuni paesi europei come la francia abbiano deciso di adottare misure specifiche per lo sviluppo delle agroenergie e in particolare del biometano per il rilancio degli allevamenti. l'italia deve proseguire su questa strada con sempre piu' determinazione completando il quadro normativo anche per l'immissione in rete del biometano, rendendo maggiormente trasparente il mercato dei certificati di immissione e recependo in tempi rapidi le nuove disposizioni europee sui biocarburanti che privilegiano anche l'utilizzo delle colture di secondo raccolto. a livello generale poi occorre superare tutte le incertezze normative che perdurano da diversi anni sulla fiscalita' del settore, sull'utilizzo del digestato". "per nutrire il pianeta - ha aggiunto piero GATTONI, presidente del cib - occorre salvaguardare i suoli. la filiera biogas-biometano e' win-win. da un lato produce elettricita' e biocarburanti rinnovabili. dall'altro contribuisce a creare un'agricoltura carbon negative. il biogas fatto bene - ha proseguito il presidente del cib - puo' diventare cosi' motore di uno sviluppo agricolo piu' sostenibile e attento alla tutela dell'ambiente: dall'aria, con l'abbattimento delle emissioni, al suolo, con l'utilizzo del bio-fertilizzante da digestione anaerobica, che aiuta a chiudere il ciclo del carbonio, recuperando la fertilita' dei terreni". ai lavori ha preso parte giuseppe CASTIGLIONE, sottosegretario al ministero delle politiche agricole.

24 settembre 2015 

EXPO: SABATO TAVOLA ROTONDA ARAER SU ZOOTECNIA EMILIANO-ROMAGNOLA, CON CASELLI E GARLAPPI

sabato 26 settembre, dalle 10:30, nella terrazza del padiglione coldiretti, all'expo, si terra' una tavola rotonda sul tema "la multifunzionalita' della zootecnia emiliano-romagnola", rende noto l'associazione regionale allevatori dell'emilia romagna (araer), che organizza l'incontro. durante la tavola rotonda, alla quale parteciperanno, tra gli altri, l'assessore regionale all'agricoltura simona CASELLI e il presidente di araer maurizio GARLAPPI, verra' presentato, "in anteprima mondiale, il primo formaggio al mondo prodotto totalmente con latte d'asina, frutto dell'impegno e della passione di un giovane allevatore", informa l'araer. "il settore vive da anni ormai un periodo di sofferenza e difficolta' che impedisce agli allevatori di raggiungere e mantenere la redditivita'", afferma GARLAPPI, facendo notare che le difficolta' "sono purtroppo trasversali e l'emilia romagna le vive come le stanno vivendo tutte le altre regioni". "la cospicua riduzione dei contributi pubblici a favore delle associazioni regionali, avvenuta negli ultimi due anni, pari a circa il 60%, ci ha obbligati a riorganizzarci e in qualche modo a reinventare il modo di svolgere il nostro compito di supporto agli allevatori associati", aggiunge. (ab)

23 settembre 2015 

EXPO: DOMANI INCONTRO SU PAESAGGIO E BIODIVERSITA' CON CANTELLI FORTI, BRUGNONI, SISTI, CRISTONI

l'accademia di agricoltura rende noto che il presidente giorgio CANTELLI FORTI prendera' parte al convegno sul tema "tra estetica del paesaggio e tutela della biodiversita': sfide per il futuro" che si tiene domani, 24 settembre, dalle 12:30, al teatro della terra dell'expo. all'incontro interverranno, inoltre, i presidenti del conaf andrea SISTI; di promoverde gianluca CRISTONI ed il membro della giunta nazionale della cia domenico BRUGNONI. nel corso della giornata, organizzata da promoverde, verranno affrontati i temi del paesaggio con il coinvolgimento di progettisti e operatori di diverse discipline, con particolare attenzione alle realizzazioni proposte per expo 2015. i lavori proseguiranno con un workshop sul progetto di ricerca zephyr. maggiori dettagli su http://goo.gl/WBNX08. (ab)

23 settembre 2015

EXPO: AI GIOVEDI' DELLA RICERCA DEL CREA SI DISCUTE DI BIOTECNOLOGIE E DIRITTO AL CIBO

"l'agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo?", e' il tema di cui si discutera' domani, giovedi' 24 settembre, dalle 10:45, nel lounge mipaaf, all'expo (cardo sud), nell'ambito dei "giovedi' della ricerca", organizzati dal crea. "mettere a fuoco le esigenze dell'industria sementiera e vivaistica nazionale" e "verificare con i produttori gli obiettivi strategici per l'agroalimentare nazionale, da perseguire attraverso lo sviluppo di programmi di miglioramento genetico pubblici e privati", sono gli obiettivi dell'incontro, cui partecipano, oltre ai ricercatori dell'ente, alessandra GENTILE (commissario delegato crea); marco NARDI (direttore assosementi); marta COLAUTTI (vivai rauscedo); marica SOATTIN (civ-italia).

23 settembre 2015

EXPO:  MONCALVO (COLDIRETTI)  DOMANI INAUGURA "MOSTRA DEI CIBI PIU' ANTICHI"

domani, giovedi' 24 settembre, dalle 09:30, al padiglione coldiretti all'expo il presidente della confederazione roberto MONCALVO inaugurera' la prima "mostra dei cibi piu' antichi", allestita per far "conoscere produzioni uniche che - spiega la coldiretti - sono state conservate nei secoli, dalla manna al vino cotto, dall'idromele fino al grano monococco, la specie geneticamente piu' antica di grano coltivato, originario della zona centro-settentrionale della turchia che alcuni reperti archeologici fanno risalire a 23 mila anni fa". si trattera' - informa la confederazione - di "un appuntamento dedicato alla storia dell'alimentazione, che per la prima volta arriva ad expo anche per testimoniare l'impegno degli agricoltori nella conservazione della biodiversita', che contribuisce a rendere l'agricoltura italiana la piu' green d'europa". nell'occasione sara' presentato il rapporto elaborato dalla coldiretti sul tema "il made in italy salvato dall'estinzione". (ab)

23 settembre 2015 

EXPO: IL 29 AL PADIGLIONE CIBUS TAVOLA ROTONDA CON MONCALVO, GRAFFIONE, BRAZZALE, PETTI

il 29 settembre, dalle 15:30 alle 17:00, nella sala interna del padiglione di expo "cibuse'italia-federalimentare, si svolgera' il dibattito "made in italy or italian made? idee e sfide per il futuro dell'agroalimentare italiano", al quale partecipano: roberto MONCALVO, presidente della coldiretti; eleonora GRAFFIONE, presidente del gruppo distributivo coralis; roberto BRAZZALE, presidente del gruppo brazzale spa; pasquale PETTI, amministratore delegato del gruppo petti.

23 settembre 2015 

EXPO: REATI AGROALIMENTARI, CONVEGNO COLDIRETTI CON DI STEFANO, TONELLO, CASELLI E GHETTI

il giudice di cassazione pierluigi DI STEFANO, il presidente di coldiretti emilia romagna mauro TONELLO, il presidente del comitato scientifico dell'osservatorio sulla criminalita' nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare gian carlo CASELLI ed il responsabile dell'ufficio legislativo di coldiretti emilia romagna alessandro GHETTI sono intervenuti, tra gli altri, al convegno "essere italiani o sembrare italiani: italian sounding e tutela del made in italy", svoltosi nel padiglione della coldiretti, ad expo. "il crimine alimentare - e' stato ricordato durante l'incontro - fattura 15,4 miliardi ed investe ambiti complessi ed articolati nelle attivita' di produzione e distribuzione dei cibi, con un impatto rilevante sull'economia, sull'ambiente e sulla salute". la commissione per la riforma dei reati agroalimentari presentera' il 10 ottobre ad expo, alla presenza del ministro della giustizia andrea ORLANDO, una "articolata proposta di riforma dei reati nel settore agroalimentare", ha reso noto CASELLI. (ab)

23 settembre 2015

EXPO: CONFAGRI E.R, ALLA CASA DEGLI ATELLANI CONCLUSO "VIAGGIO VERSO ESPOSIZIONE"

"nella serata di lunedi' 21 settembre tutti i protagonisti del 'viaggio dell'emilia romagna verso expo', dagli chef, agli agricoltori, dai produttori, sino ai rappresentanti delle varie comunita' toccate dai tre percorsi dell'iniziativa, si sono ritrovati a milano, alla casa degli atellani-vigna di leonardo per il racconto finale, prima dell'ingresso ad expo, lungo il cardo sud, per preparare la sfoglia ripiena piu' lunga del mondo", rende noto la federazione regionale della confagricoltura, ricordando che la manifestazione itinerante "'emilia-romagna in viaggio verso expo' ha movimentato territori, persone, cultura e gastronomia all'unisono, con l'obiettivo finale di valorizzare tutte le eccellenze gastronomiche che rendono unica questa regione da record". all'iniziativa finale hanno partecipato, tra i molti altri, il presidente dell'emilia romagna stefano BONACCINI, l'assessore regionale all'agricoltura simona CASELLI, i presidenti di confagricoltura mario GUIDI e di cheftochef massimo SPIGAROLI, il coordinatore del progetto guglielmo GARAGNANI e la vicepresidente di slow food emilia romagna claudia PIVA.

23 settembre 2015

EXPO: PATATE, COLDIRETTI EMILIA ROMAGNA PRESENTA SISTEMA "ANTI-TAROCCHI"

la coldiretti emilia romagna - informa un comunicato - nel corso di un incontro svoltosi all'expo, ha presentato "un nuovo sistema, basato sulle tecniche usate dai servizi segreti americani per individuare l'origine delle partite di coca provenienti dal sud america", applicato alla patata, con lo scopo di "smascherare gli speculatori che spacciano prodotti tarocchi". il sistema, voluto dall'associazione dei produttori di patate dell'emilia romagna assopa e dal consorzio della patata dop di bologna, si basa sulle analisi degli isotopi leggeri, cha varia da zona a zona, per scoprire la reale provenienza del prodotto, spiega la federazione. alla presentazione hanno partecipato i presidenti di coldiretti bologna antonio FERRO, assopa pietro EMILIANI e consorzio patata dop di bologna alberto ZAMBON. "grazie alla nuova tecnologia - ha detto FERRO - tuteliamo il reddito dei nostri produttori da una concorrenza sleale e tuteliamo anche il consumatore, che ha diritto di sapere da dove arrivano i prodotti sulla sua tavola". (ab)

23 settembre 2015 

IL 28/9 PRESENTAZIONE DI "SOLO OLIVE ITALIANE PER EXPO" CON MONGIELLO, REALACCI, MONCALVO, GRANIERI

lunedi' 28 settembre, dalle 12:00 nella sala dei paesaggi di palazzo rospigliosi, in via XXIV maggio 43, coldiretti, unaprol-consorzio olivicolo italiano e fondazione symbola presenteranno la campagna "solo olive italiane per expo 2015", nell'ambito della quale e' stata "ideata e pensata per expo, una bottiglia di olio extra vergine di oliva confezionata in un contenitore che diventa contenuto". all'incontro, al quale fara' seguito una degustazione di oli extravergine di oliva targati unaprol, interverranno la vicepresidente della commissione parlamentare anticontraffazione colomba MONGIELLO, i presidenti di coldiretti roberto MONCALVO, unaprol david GRANIERI e fondazione symbola ermete REALACCI, il vicepresidente di comieco pietro ATTIOMA, il direttore di symbola domenico STURABOTTI ed i direttori commerciali di verallia roberto PEDRAZZI, guala closures gabriele LUSIGNANI e frantoi redoro daniele SALVAGNO. (ab)

22 settembre 2015

EXPO: ORIZZONTE TERRA, CONVEGNO COLDIRETTI E TERREPADANE CON CROTTI, BISI, PATTINI

avra' luogo domani, dalle ore 18:00, al padiglione "no farmers, no party" di coldiretti, la tavola rotonda dal titolo "orizzonte terra: economia produttivita' e sostenibilita' in agricoltura", organizzata da coldiretti piacenza e dal consorzio agrario terrepadane per presentare i vantaggi di un'agricoltura innovativa e responsabile. all'incontro prenderanno parte, tra gli altri, il presidente di coldiretti piacenza, marco CROTTI, il presidente di terrepadane, luigi BISI ed il direttore dello stesso consorzio, dante PATTINI. a presentare le nuove tecnologie ed i vantaggi competitivi che queste possono portare alle aziende agricole in termini di maggior efficienza delle risorse saranno matteo SCAGLIONI, e gianmauro BARCHIESI, rispettivamente responsabile settore agronomico e responsabile parts & services del consorzio agrario terrepadane. il convegno sara' l'occasione per presentare anche il nuovo marchio terrepadanebio, creato per rispondere alle esigenze di questo segmento in crescita. la nutrizionista monica MAJ portera' il suo contributo alla tavola rotonda proprio sul valore aggiunto, dal punto di vista nutrizionale, di una filiera certificata biologica. "negli scenari di mercato attuale - afferma BISI - essere lungimiranti e' tutto ed e' quello che nel consorzio stiamo facendo, cercando soluzioni per dare sostenibilita' alle nostre produzioni, cercando al contempo di non perdere, anzi di migliorare la produttivita'. il nostro compito e' di cercare soluzioni applicabili che coniughino tradizione e innovazione traducendole nella quotidianita' delle aziende. la vera sfida e' far si' che questo binomio rispetti il concetto di sostenibilita' ecologica; a tal proposito proprio in questi giorni stiamo lanciando un importante progetto sui cereali biologici che ben interpreta questa nuova attenzione". "dal precision farming alla fertirrigazione - sottolinea CROTTI - sino al regime del biologico, l'agricoltura di oggi e' un'agricoltura alla ricerca di sostenibilita' economica ed ecologica; colture come mais e pomodoro, altamente idroesigenti e troppo spesso al centro del dibattito sull'utilizzo dell'acqua, sono oggi l'espressione di un'imprenditoria attenta all'efficientamento delle risorse naturali, le quali, tra l'altro, rappresentano una quota considerevole dei costi a carico dell'agricoltore. per questo abbiamo deciso di approfondire questo argomento in uno scambio di idee con gli esperti del settore, presentando i risultati raggiunti e i dati a supporto di questo successo".

22 settembre 2015

EXPO: IL 29 PRESENTAZIONE BILANCIO SOSTENIBILITA' DI INALCA, CON SCORDAMAGLIA, GESMUNDO, SORLINI

martedi' 29 settembre, dalle 11:30, nel padiglione della federalimentare "cibuse'italia", all'expo, verra' presentato il bilancio sostenibilita' 2014 di inalca, societa' del gruppo cremonini che si occupa della produzione di carni bovine. all'incontro interverranno l'amministratore delegato di inalca luigi pio SCORDAMAGLIA, il segretario generale della coldiretti vincenzo GESMUNDO ed il responsabile qualita', sicurezza e sviluppo sostenibile di inalca giovanni SORLINI. inalca "e' protagonista di un nuovo modello di produzione sostenibile, basato su una gestione integrata della filiera produttiva in italia e replicabile in diversi paesi nel mondo", sottolinea la societa', anticipando i temi al centro dell'incontro. (ab)

22 settembre 2015

GEORGOFILI: 24/9 "L'ARTIGIANATO ALIMENTARE AL TEMPO DI EXPO", CON REMASCHI, MARACCHI, VICHI

il 24 settembre, dalle 09:30, nella sede dell'accademia dei georgofili, si svolgera' una giornata di studio su "l'artigianato alimentare al tempo di expo 2015", organizzata in collaborazione con cna (confederazione nazionale artigianato) firenze. ne da' notizia l'accademia dei georgofili, informando che all'iniziativa interverranno, tra gli altri, l'assessore regionale all'agricoltura marco REMASCHI, il presidente dei georgofili giampiero MARACCHI ed il direttore generale di cna firenze franco VICHI. (ab)

22 settembre 2015 

EXPO:  BONACCINI E DE CASTRO ALLA PRIMA GIORNATA DEL "WORLD FOOD RESEARCH AND INNOVATION FORUM"

un comunicato stampa della regione emilia romagna rende noto che si e' svolta oggi ad expo la prima giornata dei lavori del "world food research and innovation forum", che - spiega la regione - "mettera' a confronto una trentina di studiosi ed esperti internazionali, provenienti da diversi paesi, per proseguire il percorso con cui la regione emilia romagna si prende carico dell'eredita' scientifica dell'esposizione universale sulle sfide mondiali del futuro dell'alimentazione". all'incontro sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della regione stefano BONACCINI ed il coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura del parlamento europeo paolo DE CASTRO, presidente dello steering committee del forum. "qualcuno - ha detto BONACCINI - si sara' chiesto perche' proprio la nostra regione: in questi anni l'unione europea ha finanziato ben 88 progetti per un totale di 26 milioni di euro in agricoltura, pesca, prodotti alimentari e biotecnologie, che da soli rappresentano il 17% del totale nazionale" ed "un contributo fondamentale all'innovazione in questi ambiti e' fornito dalla nostra piattaforma agroalimentare della rete alta tecnologia, un insieme di centri di ricerca pubblici e accademici, coordinati da aster, il consorzio della regione emilia romagna per l'innovazione e la ricerca industriale". "la piattaforma offre un supporto qualificato per lo sviluppo di nuovi prodotti e processi, la caratterizzazione e la selezione delle materie prime, la progettazione e la validazione di macchine ed impianti per la produzione e il confezionamento degli alimenti", ha precisato il presidente. l'obiettivo principale del forum - ha sottolineato DE CASTRO - e' "porre in modo permanente la sfida lanciata da expo 'nutrire il pianeta, energia per la vita', raccogliendo l'eredita' dell'esposizione universale per veicolarla alimentando le sensibilita' individuali e collettive verso una prospettiva di sostenibilita'". "la connessione tra sicurezza dell'approvvigionamento, salubrita' degli alimenti e principi nutritivi - ha proseguito - e' da anni un tema ricorrente nella letteratura scientifica, ma che solo di recente ha ottenuto un riconoscimento politico piu' generale ed uno spazio altrettanto importante nell'agenda mediatica". "quello che serve e' un approccio multidisciplinare ed un maggiore coordinamento di tutte le politiche che possano aggredire il problema della fame all'interno dei singoli paesi", ha asserito DE CASTRO. (ab)

22 settembre 2015 

EXPO: CONFAGRI, IL 25 SETTEMBRE SEMINARIO SU SOSTENIBILITA' FILIERA VINO. INTRODUCE VEGGIA

venerdi' 25 settembre, dalle ore 10:00, a milano, alla casa degli atellani-la vigna di leonardo, si svolgera' un seminario dedicato al percorso di sostenibilita' intrapreso dalla filiera vitivinicola, dalla raccolta dell'uva alla distillazione. l'iniziativa, che ha il patrocinio di expo 2015, rientra nel progetto di confagricoltura "ecocloud: la rete delle buone pratiche sostenibili", (www.confagricoltura.i/ecocloud/). il seminario sara' introdotto dal vicepresidente di confagricoltura ezio VEGGIA. sull'interesse dei consumatori ad acquistare prodotti che comunicano attenzione alla sostenibilita', interverra' eugenio POMARICI, dell'universita' di padova. seguiranno gli interventi di pieter RAVAGLIA, del ministero dell'ambiente, e di giovanni RIZZOTTI dell'unione italiana vini. interverranno inoltre, intervistati da antonio PAOLINI, esponenti di realta' regionali. sono previste le testimonianze di marco ROSSI, dell'azienda agricola antico podere di pomaio, e arturo ZILIANI, dell'azienda guido berlucchi, maria carla BONOLLO, della distilleria bonollo, alessio PLANETA, dell'azienda planeta, e marco CAPRAI, dell'azienda arnaldo caprai.

21 settembre 2015

EXPO: CONVEGNO CIA, PROMOVERDE E ACCADEMIA AGRICOLTURA SU PAESAGGIO. CON CASELLI, DOSI, BARALDI, CRISTONI, DIAMANTI

il 22 settembre, dalle 10:45, alla cascina triulza, sala workshop 70 di expo 2015, per iniziativa di cia emilia romagna, promoverde e accademia nazionale di agricoltura, si svolgera' il convegno "il bel paesaggio da' valore aggiunto all'agricoltura". dopo la relazione introduttiva, a cura di maria luisa BORIANI e maurizio PIVETTI, si terra' una tavola rotonda con: antonio DOSI, presidente della cia emilia romagna; gualtiero BARALDI, vice presidente dell'accademia nazionale di agricoltura; gianluca CRISTONI, presidente di promoverde; simona CASELLI, assessore all'agricoltura dell'emilia romagna; maria luisa BARGOSSI, della regione emilia romagna, e sabrina DIAMANTI, del consiglio nazionale dei dottori agronomi e forestali (conaf).

21 settembre 2015

EXPO: LA CIA FERRARA PRESENTA IL BIODISTRETTO DEL DELTA DEL PO. CALDERONI, COINVOLGERE TUTTI

hanno avuto successo le iniziative di cia ferrara a expo, grazie al folto pubblico che ha degustato le produzioni tipiche del territorio offerte dai partner forno lodi mauro di porotto, maestri mauro, silvia cavicchi e coop casa mesola - e hanno potuto portarsi a casa un po' di ferrara, grazie all'iniziativa agripicnic, sottolinea una nota dell'associazione che informa che durante la presenza all'esposizione universale e' stato presentato il progetto per il biodistretto del delta. "l'idea - spiega stefano CALDERONI, presidente provinciale dell'associazione - e' quella di creare un distretto del biologico nel territorio del delta, riserva della biosfera". "un progetto che nasce ora e che vorremmo coinvolgesse altri soggetti come il parco del delta, gli amministratori di cittadine come comacchio, mesola, goro e i gal, per portare un rilancio dell'economia agricola e turistica", precisa.

21 settembre 2015

EXPO: CONFRONTO SU COOP AGROALIMENTARE EMILIANO ROMAGNOLA, CON BONACCINI, CASELLI, GARDINI, LUPPI

il presidente della regione emilia romagna e l'assessore regionale all'agricoltura stefano BONACCINI e simona CASELLI, la presidente dell'alleanza internazionale delle cooperative pauline GREEN, il presidente del cogeca christian PEES, il presidente di granarolo gianpiero CALZOLARI ed i copresidenti dell'alleanza delle cooperative italiane maurizio GARDINI e giovanni LUPPI sono intervenuti, tra gli altri, al convegno "la cooperazione agroalimentare in emilia romagna-le radici dell'innovazione", svoltosi all'expo per iniziativa della regione emilia romagna. "oggi la competizione si gioca su scala globale ed abbiamo bisogno di incrociare un mondo che cambia continuamente", ha sottolineato BONACCINI, osservando che "l'agroalimentare puo' dare un contributo fondamentale anche dal punto di vista occupazionale". "la ricetta e' sempre nell'aggregazione di piccoli produttori, che insieme possono fare quello che da soli non potrebbero fare", ha detto CASELLI, evidenziando la necessita' di "fare un salto di qualita' investendo in ricerca e innovazione, ma anche ragionando su come il modello cooperativo possa evolversi per contrapporre all'agricoltura delle commodity un'agricoltura che mette al centro le persone e che puo' garantire uno sviluppo pienamente sostenibile". (ab)

21 settembre 2015

EXPO:  FEDAGRI, IL 29 SETTEMBRE LA GIORNATA DI "ANTIMAFIA CREATIVA"

"sessanta studenti di una scuola media di milano saranno i protagonisti di 'restart', la prima iniziativa che la fedagri-confcooperative organizza all'expo, negli spazi della cascina triulza, il 29 settembre, a partire dalle 10", ne da' notizia la federazione, spiegando che si trattera' di "una intera giornata di 'infiltrazioni di antimafia creativa' per affermare l'importanza della buona cooperazione, che fedagri promuove e organizza, in collaborazione con l'associazione dasud, allo scopo di sensibilizzare il pubblico giovanile sul tema dell'antimafia e del contrasto ad ogni forma di illegalita' nel comparto agroalimentare". "il programma, articolato in laboratori, mostre di fumetto, un pranzo letterario ed un social game di piazza, avra' come filo conduttore la denuncia di fenomeni quali il lavoro nero, il capolarato, le truffe e la presentazione dei prodotti e le buone pratiche dell'universo cooperativo, trasformati in strumenti di antimafia sociale e buona economia, perche' anche una scelta del cibo puo' diventare una scelta antimafia", spiega ancora la fedagri, informando che "la giornata culminera' nella presentazione dello spettacolo teatrale panenostro di rosario MASTROTA, che vedra' la partecipazione straordinaria nel ruolo di narratore di domenico DIELE, giovane attore noto al grande pubblico per il suo ruolo nella serie tv 1992 e che ha recitato anche nel film l'attesa di piero MESSINA, presentato all'ultima mostra del cinema di venezia". lo spettacolo sara' introdotto dal presidente di confcooperative maurizio GARDINI. molte altre saranno le iniziative organizzate dalla fedagri all'esposizione universale. "dall'antimafia alla sostenibilita' ambientale - si legge nel comunicato - altra tematica di stretta attualita' del settore agroalimentare; se ne discutera' il 30 settembre, all'auditorium di cascina triulza, sulla base di un rapporto, curato dalla societa' agri2000, che analizza la percezione da parte dei consumatori del livello di sostenibilita' nella produzione di mele, considerate come prodotto 'paradigmatico' delle produzioni agricole italiane. nell'iniziativa successiva, in programma sempre il giorno 30 settembre, dalle 15:00, fedagri spostera' la discussione sulla diffusione di prodotti e menu biologici nella ristorazione collettiva italiana: cosa prevede la normativa nazionale e cosa si puo' fare per aumentare la diffusione di menu biologici nelle mense aziendali, nelle scuole, negli ospedali. l'iniziativa, dal titolo 'il bio nel piatto', sara' preceduta dalla presentazione di un libro sulla vita di gino GIROLOMONI, fondatore della prima cooperativa italiana biologica, scritto da massimo ORLANDI. le conclusioni saranno affidate al vice ministro delle politiche agricole andrea OLIVERO. giovedi' 1 ottobre si tornera' a parlare di sostenibilita' ambientale, con un incontro tra docenti e universitari e ricercatori dedicato ai vitigni resistenti, che stanno riscuotendo un enorme successo presso i viticoltori italiani e stranieri. si tratta di vitigni che si contraddistinguono per la loro resistenza alle principali malattie come la peronospora e per alte performance produttive ed enologiche: il loro utilizzo potra' contribuire alla progressiva diminuzione dei trattamenti anticrittogamici. l'ultimo appuntamento in programma, venerdi' 2 ottobre, dalle 11:00, e' interamente dedicato ad un approfondimento sulla cooperazione agroalimentare, con la presentazione, nell'area lounge del mipaaf, dei dati aggiornati sul fatturato delle cooperative e sugli ultimi trend dell'export, elaborati dall'osservatorio della cooperazione agricola. a partire da martedi' 29, sono in programma tutte le sere, nell'area picnic di cascina triulza, gli appuntamenti in da farm, con musica dal vivo e degustazioni gratuite di vini cooperativi", conclude il comunicato. programma completo su http://goo.gl/Z3c8QM. (ab)

18 settembre 2015

EXPO: GUIDI (CONFAGRI) E DI STEFANO (FATTORIE SOCIALI)PRESENTANO PROGETTO SNAM "UN ORTO NELLA RETE"

la confagricoltura e' "da sempre impegnata nel promuovere la sostenibilita' sociale sul territorio", afferma il presidente mario GUIDI nel ricordare che "sin dal 2005 la rete fattorie sociali ha svolto attivita' di animazione territoriale e sensibilizzazione delle istituzioni, attivita' che ha contribuito allo sviluppo delle attivita' ed al risultato di arrivare ad una legge che e' all'avanguardia in europa". in occasione del convegno organizzato dal mipaaf sulla legge sull'agricoltura sociale, il 21 settembre, GUIDI, insieme al presidente della rete fattorie sociali, marco berardo DI STEFANO, presentera' ad expo il corso di formazione online, ad accesso gratuito, sottotitolato in inglese, spagnolo e cinese, prodotto dalla rete fattorie sociali con un finanziamento del mipaaf. la giornata sara' preceduta da una serata, organizzata da confagricoltura e snam, alla casa degli atellani-la vigna di leonardo, dedicata ai temi dell'agricoltura sociale, in cui sara' inaugurata, a partire dalle ore 19:00, la mostra fotografica del progetto "un orto nella rete", progetto promosso da snam, in collaborazione con la cooperativa sociale betadue, avviato quest'anno a terranova bracciolini, in provincia di arezzo, che prevede varie iniziative, tra cui la tappa ad expo e alla vigna di leonardo. il progetto, che ha come obiettivo la generazione del valore condiviso tra impresa, comunita' e territori sara' raccontato attraverso gli scatti del fotografo christian SINIBALDI, collaboratore del "guardian" e vincitore di numerosi premi internazionali. parteciperanno alla serata, tra gli altri, il viceministro delle politiche agricole andrea OLIVERO, il presidente dell'ente nazionale per il microcredito, mario BACCINI e l'ex presidente dell'uruguay, jose' alberto mujica cordano, conosciuto come PEPE MUJICA.

18 settembre 2015

EXPO: IL 24 GIORNATA SUL BIOMETANO PROMOSSA DA CONFAGRI E CIB, CON CASTIGLIONE, GUIDI, GATTONI

il 24 settembre, nell'ambito dell'iniziativa "appuntamenti con la sostenibilita'", il consorzio italiano biogas (cib) e la confagricoltura promuovono una giornata di approfondimento sul biometano, con il patrocinio di expo 2015 e del ministero dell'ambiente. ne da' notizia la confederazione, spiegando che l'iniziativa, dal titolo "clima-energia: dagli obiettivi del protocollo di kyoto ad europa 2030: le potenzialita' del biometano", si svolgera' a partire dalle 09:30 nell'auditorium di palazzo italia. "i vantaggi del biometano - sottolineano cib e confagricoltura - sono considerevoli sia per supportare il nostro paese riguardo agli obiettivi sulla mobilita' sostenibile fissati dall'unione europea, sia per raggiungere l'ambizioso traguardo di 'nutrire la terra, per nutrire il pianeta': la produzione di biometano aiuta infatti a ripristinare la sostanza organica nei suoli italiani attraverso l'utilizzo del digestato". la giornata sara' introdotta da piero GATTONI, presidente del cib, e da giuseppe CASTIGLIONE, sottosegretario alle politiche agricole. seguiranno gli interventi di rappresentati delle associazioni agricole, ambientaliste e di esponenti dell'industria italiana collegata al settore della mobilita' sostenibile e del gas naturale, come fiat chrysler automobiles, cnh industrial e snam. infine una tavola rotonda mettera' a confronto le principali associazioni ed istituzioni coinvolte: gse, coordinamento free e ministero dell'ambiente. le conclusioni saranno affidate a mario GUIDI, presidente di confagricoltura. (ab)

18 settembre 2015

EXPO:  SISTI,  WAA APPROVA CARTA MONDIALE AGRONOMI CHE SARA' CONSEGNATA A MARTINA

a conclusione del VI congresso mondiale degli agronomi, che si chiude oggi all'expo, la world association of agronomists - informa un comunicato - ha approvato "una carta universale che definisce i principi etici per lo sviluppo professionale nel rispetto alle comunita' delle persone, di ogni paese e continente e lancia alcune proposte concrete sul tema 'cibo e identita''", rappresentante il contributo degli agronomi alla carta di milano. "riteniamo che l'esercizio della professione di agronomo nei contesti connessi all'agricoltura, all'alimentazione, alla ruralita', al paesaggio ed alle risorse naturali - spiega il presidente degli agronomi mondiali andrea SISTI - abbracci una dimensione bioecologica planetaria necessariamente scevra di frontiere per il trasferimento di pensiero, professionalita' e tecnologia". "siamo convinti che la nostra professionalita', offrendo soluzioni tecniche avanzate, elevi la nostra responsabilita' etica e ci costringa ad operare sempre nell'interesse generale in un'ottica di progresso sociale", prosegue, evidenziando che "l'opera dell'agronomo, per questo, rappresenta una considerevole potenzialita' nell'ambito delle sfide globali del XXI secolo, ragione per cui ci proponiamo di cooperare alla definizione di una strategia tecnico alimentare e di sostenibilita' ambientale per l'intero pianeta ed in particolare per le zone in ritardo di sviluppo". i contenuti del documento approvato sono riassunti su http://goo.gl/vibAcQ. (ab)

18 settembre 2015

EXPO: UNAPROL SOTTOLINEA SUCCESSO CONVEGNI SU OLIO TOSCANO

il consorzio olivicolo italiano sottolinea in un comunicato il successo di due convegni svoltisi all'agriexpo il 17 e 18 settembre per "promuovere la cultura dell'olio extra vergine di oliva ed i marchi dop e igp prodotti dalle aziende tracciate da unaprol". "in toscana unaprol ha formato un gruppo significativo di aziende in tracciabilita'; se ne contano ben 1198 che hanno scelto di migliorare il percorso della trasparenza, dalla pianta alla bottiglia, ed una op molto rappresentativa della produzione di alta qualita', costituita dall'organismo olma di grosseto", fa notare il consorzio olivicolo. "la coltura dell'olivo in toscana, praticata gia' all'epoca degli etruschi, si e' consolidata intorno al 1400 all'interno delle grandi proprieta' fondiarie nobiliari ed ecclesiastiche", sottolinea, tra l'altro, l'unaprol. (ab)

18 settembre 2015

EXPO: FINI (CIA MODENA), DOMANI DEGUSTAZIONE PRODOTTI LOCALI

"la cia modena vuole portare nella piu' grande esposizione universale le doti dei nostri agricoltori, esaltandone tradizione, capacita' e sacrificio" e "per fare cio' faremo degustare i nostri prodotti ai visitatori e li guideremo nel viaggio immaginario attraverso le nostre campagne", spiega il presidente provinciale della cia cristiano FINI, precisando che i prodotti della provincia saranno protagonisti domani all'expo, in uno stand appositamente allestito ed adiacente al parco della biodiversita'. (ab)

17 settembre 2015 

EXPO: CONFCOOPERATIVE E.R. E BCC DAL 21 AL 27 SETTEMBRE A CASCINA TRIULZA

confcooperative emilia romagna arriva sul palcoscenico dell'expo, insieme alla federazione regionale delle banche di credito cooperativo, dal 21 al 27 settembre. lo spazio espositivo istituzionale e' allestito all'interno di cascina triulza, il padiglione dedicato alla societa' civile e all'economia sociale. nella piazzetta antistante la cascina, confcooperative organizzera' la presentazione di alcuni prodotti agroalimentari tipici dell'emilia romagna e realizzera' iniziative per far conoscere al pubblico le tradizioni culturali e folcloristiche piu' caratteristiche dei diversi territori locali con la distribuzione di materiale divulgativo sull'organizzazione e sull'istituto di formazione irecoop. "l'esposizione di milano - sottolinea il presidente francesco MILZA - costituisce una eccezionale vetrina internazionale per promuovere le piu' pregiate eccellenze agroalimentari, un settore in cui la cooperazione riveste un ruolo di primo piano con prodotti quali il parmigiano reggiano, il grana padano, le produzioni vitivinicole, ortofrutticole e zootecniche". "oltre a questi importanti giacimenti del territorio - prosegue MILZA - in occasione dell'expo, intendiamo anche promuovere nel suo insieme il modello imprenditoriale cooperativo, come strumento di sviluppo democratico e sostenibile ed espressione dell'economia sociale, e i principi cooperativi quali la partecipazione attiva, la valorizzazione delle energie e del lavoro dell'uomo, l'impegno condiviso".

17 settembre 2015 

EXPO: CALDERONI (CIA FERRARA), SABATO E DOMENICA PROTAGONISTE LE ECCELLENZE DELLA PROVINCIA

"la cia di ferrara, grazie all'impegno e alla disponibilita' delle aziende partner - spiega il presidente provinciale dell'associazione stefano CALDERONI - porta all'esposizione universale le eccellenze ferraresi, che sono un patrimonio fondamentale della nostra agricoltura". "per tutto il fine settimana - prosegue il presidente - saremo in uno spazio allestito di fronte al biodiversity park, dove racconteremo, mostreremo e spiegheremo al pubblico i prodotti del territorio ed il nostro progetto di agricoltura per il rilancio del settore, un progetto che parte dall'idea della terra e del suolo come valore assoluto e punta concretamente all'innovazione del lavoro agricolo, ai giovani agricoltori e alla tutela della biodiversita', che per noi e' un impegno quotidiano". (ab)

17 settembre 2015

EXPO: TOSCANA, COLDIRETTI E ARA ORGANIZZANO SALONE DELLE CARNI "NO MEAT, NO PARTY"

la federazione regionale della coldiretti e l'associazione regionale allevatori organizzano, per domenica 20 settembre, dalle 10:00, nel palazzo della coldiretti all'expo, un salone dedicato alle carni toscane, denominato "no meat, no party". si trattera' - spiegano coldiretti ed ara - di "un 'viaggio' tra le razze toscane da carne... dal pascolo al piatto, che si concludera' con l'assaggio del 'peposone multi razza', la piu' grande porzione mai preparata prima di peposo, piatto tipico della gastronomia fiorentina, cucinato utilizzando insieme le carni di tutte le razze bovine tipiche della nostra regione". sara' "un'occasione per scoprire sapori interessanti e tradizionali, per seguire le lezioni della cuoca sara, per apprezzare l'importanza della tracciabilita' della filiera della carne, per conoscere gli stili di vita e la produzione degli allevatori toscani e gli antichi mestieri del mondo rurale", sottolineano le due federazioni, rendendo noto che "nel corso della giornata, riccardo CLEMENTI e luisa MOSCHILLI, due allevatori fiorentini con la passione per la scrittura, presenteranno le loro pubblicazioni: 'il contadino 2.0' e 'la tosatura delle pecore'". all'iniziativa interverra', tra gli altri, il presidente dell'ara toscana roberto NOCENTINI. (ab)

17 settembre 2015 

EXPO: IL 22 SETTEMBRE CONVEGNO SULL'ECONOMIA CIRCOLARE APPLICATA ALL'AGRICOLTURA

"la circolarita' del mondo agricolo. l'applicazione dei principi dell'economia circolare in agricoltura" e' il tema del convegno che si svolgera' il 22 settembre, dalle 11:00, al padiglione del mipaaf, primo piano, ad expo (cardo sud-est) per presentare - spiega un comunicato - "la casinazza", "prima azienda agricola in europa che accoglie in pratica i principi dell'economia circolare" e "un docu-video divulgativo per diffondere conoscenza sui principi e sul potenziale dell'agricoltura circolare". si confronteranno sulle prospettive offerte dall'economia circolare rispetto alla maggiore sfida che l'agricoltura dovra' affrontare nei prossimi anni e cioe' "sfamare quasi 10 miliardi di persone - tanti saranno gli abitanti della terra nel 2050 - cui dovremo fornire anche acqua pulita e combustibile", janez POTOCNIK, (presidente rise, gia' presidente della commissione ambiente ue), paolo DE CASTRO (commissione agricoltura del parlamento ue), stefano VACCARI (segretario della commissione ambiente al senato), angelo ZUCCHI (capo segreteria del ministro MARTINA), marco ACUTIS (professore ordinario di agraria presso il dipartimento di scienze agrarie e ambientali dell'universita' degli studi di milano) e francesco NATTA (amministratore delegato di acqua&sole srl).

17 settembre 2015 

EXPO: LUNEDI' 21 ACI PESCA PRESENTA DOCUFILM "FISHEAT: CIBO DAL MARE-CIBO DA AMARE"

lunedi' 21 settembre, dalle 15:00, nella sala workshop di cascina triulza, all'expo, verra' presentato il docufilm "fisheat: cibo dal mare-cibo da amare", informa il coordinamento pesca dell'alleanza delle cooperative italiane, spiegando che il docufilm, della durata di trenta minuti, servira' ad "immergersi nei colori, nei sapori e nei profumi del mare e seguire la filiera che porta il prodotto ittico dalle reti dei pescatori fino alle tavole degli italiani". la pellicola e' stata prodotta dall'aci pesca grazie ad un bando promosso dal ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, e realizzato con la collaborazione del comando generale del corpo delle capitanerie di porto-guardia costiera. "l'obiettivo generale del progetto, l'unico per il settore della pesca ad essere stato promosso attraverso il bando del mipaaf, e' quello di rendere consapevole il pubblico del livello di qualita' che la pesca italiana possiede lungo tutta la filiera, dalla cattura al consumo", sottolinea l'aci pesca. "il tutto in linea con quelli che sono i valori dell'expo. attraverso immagini, verra' esplicitata la vita ed il lavoro del pescatore ed i valori di tradizione e cultura necessari a trarre nutrimento dal mare rispettandolo ed amandolo", aggiunge l'alleanza. all'iniziativa partecipera', tra gli altri, il sottosegretario alle politiche agricole con delega alla pesca giuseppe CASTIGLIONE. (ab)

17 settembre 2015 

EXPO: AIDEPI, ASSOBIBE E UNIONZUCCHERO IL 28 INCONTRO "INFORMATI DI ZUCCHERO"

aidepi (associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane), insieme ad unionzucchero (unione nazionale fra gli industriali dello zucchero) ed assobibe (associazione italiana tra gli industriali delle bevande analcooliche), organizzano per lunedi' 28 settembre al padiglione europa dell'expo, l'incontro "lo zucchero in italia fa bene al paese e all'uomo - un ingrediente prezioso tra realta' e falsi miti", ideato con lo scopo di "far conoscere ed evidenziare il valore economico, sociale, occupazionale della produzione italiana di zucchero e della filiera agricola, oltre che l'apporto nutrizionale essenziale di questo ingrediente nell'ambito di una dieta bilanciata e dei corretti stili di vita". ne da' notizia un comunicato congiunto delle tre associazioni, informando che per l'intervento di apertura e' stato invitato il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, il quale precedera' il confronto tra istituzioni ed esperti nei due panel: 'il valore di un modello organizzativo territorialmente integrato a fronte delle sollecitazioni del mercato' e 'un ingrediente fondamentale e valido nutriente per una dieta sana e bilanciata'. nel primo panel si confronteranno luca BIANCHI, capo dipartimento delle politiche competitive, della qualita' agroalimentare, ippiche e della pesca del mipaaf, valerio DE MOLLI, managing director the european house ambrosetti e giulio SAPELLI, docente di storia economica dell'universita' statale di milano, mentre nel secondo interverranno franco ANTONIAZZI, docente di tecnologia alimentare dell'universita' di parma e giorgio CALABRESE, docente di nutrizione umana dell'universita' del piemonte orientale. la conclusione dei lavori sara' affidata al segretario nazionale unione nazionale consumatori massimiliano DONA. nell'ambito dell'iniziativa "informati di zucchero", aidepi, assobibe e unionzucchero hanno organizzato un press tour per mostrare e raccontare agli operatori dell'informazione come dai campi di barbabietola nasce lo zucchero che arriva sulle nostre tavole, conclude il comunicato. (ab)

17 settembre 2015 

EXPO: DOSI (CIA EMILIA ROMAGNA), DAL 18 AL 27 PROTAGONISTE LE ECCELLENZE DELLA REGIONE

la federazione regionale della cia-confederazione italiana agricoltori, dal domani al 27 settembre, all'expo, in uno stand appositamente allestito ed adiacente al parco della biodiversita', all'expo, "fara' conoscere i prodotti del territorio attraverso degustazioni guidate ed accompagnate da un trio di musicisti che proporranno in chiave jazz arie emiliano romagnole". protagonisti dell'iniziativa saranno "sangiovese, lambrusco e pignoletto, balsamico, parmigiano, prosciutto e tanta frutta", oltre a "piadina, formaggio di fossa, olio e squacquerone", precisa la cia, spiegando che "oltre a prodotti veri, in mostra ci saranno anche silhouette a grandezza naturale di frutta, animali e prodotti che si trovano nelle fattorie emiliano romagnole". "l'emilia romagna e' tra le realta' mondiali piu' ricche di prodotti tipici di qualita' - sottolinea il presidente regionale della cia antonio DOSI - ottenuti rispettando disciplinari di produzione molto rigorosi e controlli altrettanto massicci". "soprattutto queste eccellenze sono realizzate da agricoltori capaci e tenaci che, attraverso il loro sapere e le tante fatiche, riescono a soddisfare le esigenze di tutti i consumatori", prosegue DOSI, spiegando che la cia "vuole portare nella piu' grande esposizione universale le doti dei nostri agricoltori, esaltandone tradizione, capacita' e sacrificio; per fare cio' faremo degustare i nostri prodotti ai visitatori e li guideremo nel viaggio immaginario, attraverso le nostre campagne". (ab)

17 settembre 2015 

EXPO: CONFAGRI, DA OGGI ALLA CASA DEGLI ATELLANI INCONTRI D'AFFARI CON BUYER ASIATICI E ARABI

"le imprese agricole, anche con la riduzione dei consumi interni, puntano sempre piu' sull'internazionalizzazione, per consolidare i mercati in cui sono gia' presenti e per individuarne di nuovi", sottolinea la confagricoltura, che promuove, da oggi alla casa degli atellani a milano, in collaborazione con ice-agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, un incoming di importatori esteri per incontri di affari con gli imprenditori agricoli italiani. "tradizione, genuinita' e qualita' dei nostri prodotti, uniti alle nuove tendenze di consumo, sono il punto di forza che permettera' alle imprese agricole italiane di raggiungere anche mete non usuali e conquistare quote di mercato nei paesi a maggior potenziale", sostiene la confederazione, spiegando che "tra i paesi promettenti ci sono quelli dell'asia orientale e sud orientale e della penisola arabica". "si tratta di mercati esteri importanti, con qualita' della vita elevata, in alcuni addirittura in crescita, ed affidabilita' economica", evidenzia la confagricoltura, precisando che "saranno venti i buyer esteri provenienti da arabia saudita, cina, corea del sud, emirati arabi uniti, giappone, oman, singapore e thailandia che si interfacceranno in un'intensa due giorni, con oltre quattrocento incontri di affari b2b, direttamente con le imprese associate". "il made in italy ha appeal ed e' apprezzato e per questo occorre cogliere le opportunita', anche di business, connesse o favorite da expo 2015", fa ancora notare la confagricoltura, osservando che "formaggi, olio extravergine d'oliva, ortofrutta fresca e trasformata, compresi prodotti sott'olio, salumi, riso, vino e prodotti dell'acquacoltura sono ambasciatori del lifestyle italiano ed i nostri imprenditori hanno ottime possibilita' di ampliare le loro esportazioni". "l'arabia saudita, ad esempio, e' un paese che ha una qualita' della vita molto elevata, in forte crescita e grande affidabilita' economica; solo il 2% del suo territorio e' coltivabile" ed "attualmente importa soprattutto frutta fresca per 42,5 milioni di euro, ortofrutta trasformata per 25,3 milioni di euro ed olio di oliva per 8 milioni di euro", anche se "ci sono ottime opportunita' anche per gli altri prodotti", evidenzia l'organizzazione agricola. "la cina ha un pil medio procapite medio-alto ed una buona qualita' della vita", continua la confederazione, sottolineando che "l'italia incide per il 15,8% in valore e il 18,6% in volume nell'olio d'oliva, per il 2,9% in valore e il 6,9% in volume nel vino". "per gli altri prodotti 'in vetrina' all'iniziativa di confagricoltura ci sono ottime possibilita' di ampliare le loro esportazioni", aggiunge la confederazione. ottimi possibili sviluppi anche in "singapore, che vanta un pil medio procapite molto alto, 55,2 mila dollari, e che per l'approvvigionamento alimentare necessita di forti importazioni", conclude l'organizzazione. (ab)

17 settembre 2015 

EXPO: PISANTE (CREA), RICERCA AL LAVORO PER LA IDENTITA', AUTENTICITA' E GARANZIA MADE IN ITALY

"ricerca e innovazione, ma anche trasferimento tecnologico e adattamento alle diverse condizioni operative, rappresentano le direttrici su cui il crea sviluppa la strategia per salvaguardare identita', autenticita' e garanzia del made in italy agroalimentare. l'impegno e' rivolto a valorizzare la competitivita' delle nostre produzioni di qualita' sui mercati internazionali, con l'obiettivo ulteriore di re-distribuire un equo profitto ai diversi livelli della filiera", ha detto michele PISANTE, commissario delegato del crea, chiudendo i lavori dell'incontro "chi ricerca trova: le soluzioni tecnologiche per la carta di milano", organizzato oggi dal consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria ad expo, nell'ambito dei giovedi' della ricerca. nel corso dell'incontro, i ricercatori del crea hanno illustrato i lavori in corso per mettere a punto metodiche analitiche innovative, che permettano non solo di avere certezze su cio' che si consuma, ma anche di migliorare continuamente gli standard qualitativi dei prodotti alimentari. in particolare, i ricercatori del crea hanno illustrato le ultime novita' relative ad autenticita' e sicurezza sia dei prodotti lattiero-caseari sia del vino, nonche' quelle in tema di tracciabilita' per la filiera ogm free.

17 settembre 2015 

EXPO: CIRRONIS (COPAGRI) CRITICA LO STAND DELLA SARDEGNA

"la regione sardegna, nell'organizzare lo stand ad expo 2015, non ha certo brillato per qualita' ed efficacia della sua presenza", afferma ignazio CIRRONIS, presidente di copagri sardegna, in una lettera inviata al presidente della giunta regionale francesco PIGLIARU. CIRRONIS muove una serie di critiche agli allestimenti dello stand della sardegna, concludendo: "per favore, la prossima volta, un evento che ha al centro il tema del cibo, fatelo coordinare da chi e' responsabile delle politiche agricole!".

17 settembre 2015

EXPO: PER I 160 ANNI DI CIRIO DOMANI A CASCINA TRIULZA INAUGURAZIONE DI UNA MOSTRA

sara' inaugurata domani 17 settembre, dalle ore 13:00, alla galleria auditorium della cascina triulza all'expo, la mostra "cirio, una storia di cuore", che celebra i 160 anni di uno dei marchi alimentari piu' antichi d'italia, oggi di proprieta' del consorzio cooperativo bolognese conserve italia. partecipano maurizio GARDINI, presidente di conserve italia e di confcooperative, gabriele ANGELI, direttore marketing horeca del gruppo conserviero, francesco GARINO, sindaco di castelnuovo belbo (asti), citta' che ospita il museo francesco CIRIO. la mostra, che sara' visitabile fino al 30 settembre, ripercorre la storia del fondatore e della cirio, attraverso un percorso misto tra storia, aneddotica e messaggi di comunicazione, fino ad arrivare ai nostri giorni. i materiali e le riproduzioni esposti nella mostra provengono da un ampio patrimonio e archivio oggi conservati nella sede di conserve italia e negli spazi del museo francesco cirio. la scelta dei materiali e' stata curata dal responsabile del museo giuseppe BALDINO. l'ideazione del progetto e' a cura dell'agenzia di comunicazione moville di bologna. "e' stato per noi un grande orgoglio - ha detto GARDINI - rilevare nel 2004 un marchio cosi' prestigioso che in quest'ultimo decennio ha rafforzato la sua presenza internazionale in oltre 60 paesi, affermandosi nel regno unito come la seconda marca piu' diffusa nella grande distribuzione ed arrivando fino ad un mercato come quello giapponese, cosi' rigoroso e selettivo".

16 settembre 2015

"L'INFORMATORE AGRARIO": DE FILIPPIS, RICERCA AGRICOLA MARTIRANO, RENZI A GIORNATA COLDIRETTI A EXPO

"il riordino della ricerca agricola, una sfida da vincere" e' il titolo dell'editoriale di fabrizio de filippis, che apre l'ultimo numero de "l'informatore agrario", settimanale diretto da antonio boschetti. un articolo di letizia martirano da' conto del "bagno di folla" ad expo per il presidente del consiglio matteo renzi, in occasione della giornata dell'agricoltura promossa dalla coldiretti. dell'argomento della ricerca parla anche un resoconto di un recente convegno organizzato dalla cia e dall'aiel ad expo. il pacchetto di aiuti proposto dalla commissione europea, il biologico, il tabacco, il piano export, la nascita dell'aop latte italia, sono alcuni degli altri argomenti di cui si occupa la rivista, che dedica inoltre uno speciale a "olivo e olio".

16 settembre 2015 

EXPO: VIGNA DI LEONARDO, VITTORIO SGARBI OSPITE  DI "SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE" DI CONFAGRI LOMBARDIA

il critico d'arte vittorio SGARBI e' stato ospite di uno degli appuntamenti "sei personaggi in cerca d'autore", organizzati dalla confagricoltura lombardia nella vigna di leonardo DA VINCI. "il vero expo e' alla casa degli atellani", ha detto SGARBI. "non voglio dire che l'esposizione universale non abbia centrato rilevanti obiettivi, perche' i numeri stanno premiando il progetto, tuttavia non riesco a comprendere come l'italia si sia sentita rappresentata in modo cosi' esile da un padiglione italy senza identita' e peraltro costosissimo", mentre "un ciclo di iniziative come questa, nella prestigiosa casa degli atellani, avrebbe rappresentato meglio l'identita' di un paese che ha come biglietto da visita il cenacolo, solo per citare un esempio", ha precisato il critico. "l'expo avrebbe dovuto tradursi in un circuito di iniziative come quella organizzata da confagricoltura lombardia, finalizzate a celebrare l'eccellenza del made in italy riconosciuto in tutto il mondo: arte, cultura, agroalimentare e stile di vita italiano", ha ribadito. parlando del tema della serata e della cena organizzata nell'ambito dell'iniziativa, il presidente regionale della federazione matteo LASAGNA, ha evidenziato che "i formaggi rappresentano un patrimonio di eccellenza del made in italy e la lombardia e' il principale produttore di latte in italia, in quanto copre oltre il 40% della produzione nazionale". (ab)

16 settembre 2015

EXPO: CREA, DOMANI INCONTRO "CHI RICERCA TROVA", CON PISANTE

domani, dalle 10:30, nella lounge mipaaf all'expo, si svolgera' l'incontro "chi ricerca trova: le soluzioni tecnologiche per la carta di milano", organizzato dal crea (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) nell'ambito dell'iniziativa "i giovedi' della ricerca". ne da' notizia il crea, informando che all'incontro interverra', tra gli altri, il commissario delegato dell'ente michele PISANTE. "l'agroalimentare italiano deve garantire alla platea dei suoi consumatori, ormai planetaria, alimenti autentici, cioe' affidabili, sicuri, di indiscussa origine e genuini", sottolinea il crea, spiegando che si tratta di "un compito non facile"..."complicato dalla continua differenziazione di ingredienti e prodotti che arrivano sugli scaffali di negozi e supermercati" e dal fenomeno dell'italian sounding. "occorrono quindi metodiche analitiche innovative che permettano non solo di avere certezze su cio' che si consuma, ma anche di migliorare continuamente gli standard qualitativi di quel che portiamo a tavola", conclude il crea. (ab)

16 settembre 2015 

EXPO: UNAPROL, L'OLIVICOLTURA SARDA PROTAGONISTA DI DUE CONVEGNI

"la sardegna, isola del mediterraneo e della longevita', e' protagonista ad expo con i suoi oli extra vergine prodotti dalle filiere tracciate unaprol", sottolinea il consorzio olivicolo italiano, spiegando che "nella regione se ne contano diverse e ben 14 partecipano ad expo". "il patrimonio olivicolo sardo e' caratterizzato da una dimensione aziendale molto ridotta: la superficie media e' inferiore ad un ettaro, mentre oltre il 50% delle aziende ha una dimensione inferiore ai due ettari e appena il 13% possiede una superficie superiore ai 10 ettari", rende noto l'unaprol, spiegando che i dati sono emersi durante due convegni organizzati nell'area attrezzata ad agriexpo. (ab)

16 settembre 2015 

EXPO: CIRRONIS (COPAGRI SARDEGNA), GRANDE SUCCESSO DEI PRODOTTI SARDI

"la sardegna e' stata al centro dell'attenzione dei visitatori dell'expo anche grazie alla copagri regionale che ha organizzato una vetrina dedicata ai prodotti sardi, anche biologici: dai vini e all'olio, dai formaggi pecorini, al miele, dall'ortofrutta e perfino alle carni del bue rosso", sottolinea la federazione, spiegando che "sono state migliaia le persone che hanno affollato le cupole dello stand nazionale love it di copagri, a fianco dell'albero della vita, dove sono stati serviti una media di 12.000 pasti al giorno, diversi dei quali con i prodotti sardi". "riempie di gioia sapere che i prodotti sardi saranno serviti in modo stabile e potranno anche essere acquistati nella catena dei ristoranti love it, gestita dagli stessi produttori", afferma il presidente regionale della copagri ignazio CIRRONIS. (ab)

16 settembre 2015

ALL'EXPO SEMINARIO-DIBATTITO DI CEETTAR, UNIMA E CONFAI "INNOVARE PER NUTRIRE IL PIANETA"

una folta platea di imprenditori italiani e di altri paesi europei ha partecipato al seminario-dibattito "innovare per nutrire il pianeta: una sfida per l'imprenditoria agromeccanica", promosso dalle organizzazioni rappresentative degli agromeccanici d'italia unima (unione nazionale imprese di meccanizzazione agricola) e confai (confederazione agromeccanici italiani) e d'europa ceettar (european organisation of agricultural and rural contractors), rende noto un comunicato stampa dell'unima. silvano RAMADORI, presidente dell'unima, ha evidenziato "l'importanza dell'imprenditoria agromeccanica che contribuisce a soddisfare numerosi bisogni della societa', in particolare quello, certamente non ultimo, di consentire l'immissione sul mercato delle derrate alimentari". RAMADORI ha ringraziato la commissione europea per "aver messo a disposizione il proprio padiglione dando la possibilita' agli agromeccanici europei di interloquire e scambiare esperienze su questa tematica". roberto GUIDOTTI, del servizio tecnico unima, ha presentato l'indagine sul contoterzismo agromeccanico in italia, svolta dal nomisma nel 2014 con la collaborazione di unima e confai, che - ha asserito - "ha chiaramente evidenziato il ruolo centrale degli imprenditori agromeccanici nella competitivita' dell'agricoltura italiana: piu' di 11.000 imprese e 150.000 macchine contribuiscono ogni giorno alla produzione agricola del paese, servendo annualmente ben 534.000 imprese con partita iva, con uno share superiore al 60%". eric DRESIN, segretario generale del ceettar, ha presentato il fascicolo redatto da ceettar sulla consistenza e rappresentanza dei conterzisti a livello europeo, che conta - ha spiegato - "150.000 imprese attive nei settori agricolo, forestale e della manutenzione del territorio, che coprono quasi il 50% dei fabbisogni di meccanizzazione nei servizi piu' specialistici". DRESIN ha poi illustrato l'analisi condotta da nadege CHAMBON, ricercatrice dell'istituto delors, secondo la quale "la pac, seppure in costante evoluzione, resta fedele all'ambizione agricola ed alimentare dell'europa, sancita dai trattati europei, di rispondere alle attese dei cittadini in termini di quantita', qualita' e prezzo". "l'agricoltura europea rappresenta 10 milioni di posti di lavoro ed un fatturato annuo di 394 miliardi di euro, ma e' anche la base di un'industria agroalimentare di 4,1 milioni di lavoratori e lavoratrici, con un fatturato annuo di 956 miliardi", ha aggiunto. paolo ANDREONE, responsabile marketing e comunicazione di new holland agriculture, ha detto che "i commenti dei partecipanti dimostrano come, ovunque in europa, gli imprenditori agromeccanici fungano da interfaccia tra gli agricoltori e l'industria dei macchinari agricoli, e non solo". "come tali, conoscono i bisogni degli agricoltori, in particolare, in tema di tecniche e tecnologie innovative" e "questa conoscenza e la capacita' di mettere a disposizione il macchinario agricolo necessario costituiscono importanti vantaggi, in particolare, quando si tratta di sviluppare e testare nuove tecniche e tecnologie", ha osservato. al dibattito sono inoltre intervenuti, tra gli altri: enzo CATTANEO di confai, che ha evidenziato la necessita' di "restringere i tempi di pagamento delle prestazioni agromeccaniche"; sandro CAPPELLINI, coordinatore confai, il quale ha osservato come "i ritardi nei pagamenti dipendano dalla mancanza di liquidita' degli agricoltori", auspicando "un ritorno al regime di sostegno ai prezzi delle commodity agricole"; jan MARIS dell'associazione olandese, che si e' soffermato sul concetto di servizi di qualita' "come strumento per battere la concorrenza sui prezzi"; leonardo BOLIS, presidente di confai, il quale ha sostenuto la posizione olandese. l'incontro - si legge nel comunicato - "si e' concluso con una panoramica sui rapporti con le organizzazioni agricole, dalla quale e' emersa la loro forte connotazione politica e la scarsa attenzione rispetto alla soluzione dei problemi pratici che attanagliano il settore primario, e che invece costituiscono la base dell'attivita' sindacale delle organizzazioni agromeccaniche". il presidente del ceettar e della federazione francese gerard NAPIAS si e' congratulato per la qualita' degli interventi, aggiungendo che "gli imprenditori agromeccanici hanno sempre sostenuto l'impegno dell'unione europea a favore di una politica agricola comune ambiziosa". "la loro forza di innovazione e di competitivita' consentira' di realizzare gli obiettivi di produzione agricola, di metodologia produttiva e di sviluppo rurale", ha detto. il presidente di unima silvano RAMADORI ha concluso i lavori sottolineando che "il futuro di domani si costruisce oggi". "dobbiamo aver fede nel futuro della nostra agricoltura e della nostra industria agroalimentare, incitare ad innovare, incitare ad investire, tracciare le vie di uno sviluppo sostenibile ed efficiente", ha aggiunto. (ab)

16 settembre 2015

EXPO: GIOVEDI' INCONTRO SU AGRICOLTURA SOCIALE, CON GARDINI, MERCURI, GUERINI

giovedi' 17 settembre, dalle 15:00, all'auditorium cascina triulza all'expo, si svolgera' una tavola rotonda sul tema "agricoltura sociale terreno fertile di sviluppo locale", organizzata da federsolidarieta'-confcooperative. ne da' notizia un comunicato, spiegando che durante l'incontro "verranno presentate e discusse storie di inclusione e sviluppo sociale attraverso l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate e disabili, iniziative a tutela e promozione dell'ambiente, educazione e protezione sociale". all'incontro interverranno, tra gli altri, il deputato del pd giorgio ZANIN, ed i presidenti di confcooperative maurizio GARDINI, fedagri, giorgio MERCURI e federsolidarieta' giuseppe GUERINI. (ab)

15 settembre 2015

EXPO: PRESENTATI 18 PROGETTI DI RICERCA ABBINATA A SETTORE AGROALIMENTARE FINANZIATI DA TOSCANA

un comunicato stampa della regione toscana rende noto che oggi all'expo sono stati presentati diciotto progetti cofinanziati grazie ad un bando regionale denominato "agrofood". la presentazione dei progetti, che rappresentano la ricerca applicata al settore agroalimentare, e' avvenuta nella sala del mipaaf all'interno di expo nell'ambito di un incontro intitolato 'prodotti agroalimentari e ricerca in toscana', spiega la regione. (ab)

15 settembre 2015

EXPO: RENZI CONFERMA STOP A IMU E IRAP AGRICOLE E PREMIA COLDIRETTI, "FORZA AMICA DEL PAESE"

il prossimo anno saranno cancellate l'imu e l'irap agricola, ha confermato il presidente del consiglio matteo RENZI davanti ai trentamila soci coldiretti che hanno affollato l'open theatre di expo per la "giornata dell'agricoltura italiana", convocata dalla confederazione. la coldiretti - ha detto RENZI - e' davvero "una forza amica del paese, come recita il suo slogan. si fa sentire, fa l'interesse dei propri soci, ma e' passata dal mugugno e dalla protesta alla proposta e questo e' un grande passaggio". "e' quello che chiedo a tutti i corpi intermedi", perche' "chi dice sempre no non serve a nessuno" e tantomeno all'italia, ha affermato il presidente del consiglio, nel tornare a chiedere di "criticare il governo, criticare la politica, ma non il paese". RENZI ha anche sottolineato la volonta' di proseguire nell'impegno per accrescere l'export di made in italy, anche in questo caso sottolineando la necessita' di fare sistema. "sono convinto che il vino italiano sia migliore di quello francese, ma loro vendono il doppio, perche' si sono organizzati ed hanno messo in piedi un sistema paese dietro al vino", ha asserito, dicendosi certo che "se si interviene in modo strutturato e compiuto i risultati arrivano". il presidente del consiglio ha anche fatto cenno al problema del caporalato, sul quale non ha escluso la possibilita' che il governo intervenga con un decreto legge, e su quello del cosiddetto "caporalato bianco", ovvero i diversi standard sociali utilizzati in alcuni stati membri. "o nell'unione ci sono regole e valori comuni per tutti o non ha senso. un'europa che va nei campi a misurare e pesare tutto e poi chiude gli occhi di fronte ai bambini che muoiono nelle stive" nel mediterraneo, non e' accettabile, ha affermato RENZI. il presidente del consiglio ha infine evocato il tema del credito agricolo, chiedendo un "ruolo piu' forte della cassa depositi e prestiti". RENZI ha chiuso la serie di interventi che si sono succeduti sull'imponente palco montato dalla coldiretti dove, insieme al presidente roberto MONCALVO ed al segretario generale enzo GESMUNDO, sedeva tutta la giunta confederale. molti dei temi affrontati dal presidente del consiglio erano stati in precedenza sottolineati dal presidente MONCALVO nei vari interventi con cui ha introdotto gli ospiti che si sono succeduti sul palco. MONCALVO ha rivendicato i primati dell'agricoltura italiana e il ruolo "pedagogico" svolto dalla coldiretti su una serie di temi che, a suo avviso, ha consentito che questi primati si concretizzassero. "le nostre imprese non hanno mai abbandonato il sentiero della distintivita' creando un modello originale", che ha consentito alleanze sin da subito con i consumatori, poi con gli ambientalisti. oggi "abbiamo con noi la vera distribuzione e la vera cooperazione", ha detto MONCALVO, riferendosi alla presenza, tra le autorita', dei presidenti di legacoop mauro LUSETTI e di confcooperative maurizio GARDINI e del conad francesco PUGLIESE. "e' merito nostro e merito del lavoro di ognuno di voi se i temi dell'origine, della multifunzionalita', della lotta contro la contraffazione e delle normative anti ogm" sono entrate nel dibattito pubblico, perche' "abbiamo sempre mantenuto una 'doppia contabilita'', portare si' avanti gli interessi delle nostre imprese, ma senza mai metterli davanti a quelli del paese", ha asserito MONCALVO. "su questi temi - ha continuato - il governo e' stato al nostro fianco". "noi non siamo come i sindacati che difesero i minatori ai tempi della thatcher. noi difendiamo il futuro", ha asserito il presidente. "in questo siamo "sereni e fortemente determinati come lo fu il nostro fondatore paolo BONOMI", il quale "porto' a casa una delle piu' grandi riforme che il nostro paese abbia mai visto, la riforma agraria", ha ricordato. "RENZI potra' essere accusato di tutto ma non di non provarci, di non voler mettere in campo riforme grandi, importanti, contro meccanismi di conservazione e ottusita' burocratiche", ha quindi detto MONCALVO, che in precedenza aveva avuto parole di apprezzamento anche per il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, per quello dell'ambiente gian luca GALLETTI, entrambi presenti, e per quello della giustizia andrea ORLANDO. il ministro MARTINA, prendendo la parola, ha ricordato quanto finora fatto dal governo e dal suo dicastero. "non c'e' altra forza in europa che possa radunare cosi' tanta gente non per protestare ma per proporre", ha affermato il ministro. "per l'agricoltura italiana non c'e' solo il passato, la tradizione, ma il futuro", ha asserito, sottolineando la necessita' di investire su "formazione, innovazione, export". quanto a quest'ultimo ha detto che il vero "antidoto all'italian sounding e' portare nei luoghi dove viene praticato il vero made in italy".  la serie di interventi e' stata aperta dal segretario generale vincenzo GESMUNDO, che ha in particolare sottolineato la capacita' della coldiretti di innovarsi e di perseguire il cambiamento. il sindaco di milano giuliano PISAPIA e il commissario straordinario di expo giuseppe SALA hanno ricordato l'impegno della coldiretti in expo, peraltro piu' volte ribadito da MONCALVO. "ad expo abbiamo creduto fin dall'inizio", ha detto il presidente confederale. il presidente della regione roberto MARONI si e' detto sicuro che MARTINA sapra' risolvere il problema degli anticipi pac. "a chi dice che faccio solo accordi con la coldiretti dico che io faccio accordi con chi ci sta, con chi rappresenta la forza vera dell'agricoltura italiana", ha anche affermato MARONI. ha suscitato entusiasmo l'intervento del presidente di slow food carlo PETRINI. "negli ultimi cinquant'anni questo paese ha pensato al prezzo e perso di vista il valore del cibo", ha detto PETRINI, secondo il quale "il prezzo deve essere ne' troppo basso ne' troppo alto, deve essere giusto". l'impegno della coldiretti per la legalita' e' stato ricordato da giancarlo CASELLI, presidente del comitato scientifico dell'osservatorio sulle agromafie. "non bastano sanzioni amministrative di fronte a vere e proprie imprese del crimine", ha detto questi, suggerendo anche un "codice etico per le imprese con l'espulsione dalle associazioni di categoria per chi sgarra e dall'altra parte una sorta di bollino di garanzia per chi rispetta le regole". a portare la voce delle giovani imprese della coldiretti e' stata il delegato nazionale maria letizia GARDONI. "anche noi come lei, presidente, vogliamo immaginare un futuro diverso per il nostro paese e la nostra europa", ha detto, rivolgendosi con molta emozione a RENZI. erano presenti in platea, tra i molti altri: luca SANI, presidente della commissione agricoltura della camera; ermete REALACCI, presidente della commissione ambiente della camera; colomba MONGIELLO, vicepresidente della commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione; roberto MARONI, presidente della regione lombardia; giuliano PISAPIA, sindaco di milano; nicodemo OLIVERIO, capogruppo del pd della commissione agricoltura della camera; laura VENITTELLI, responsabile del settore pesca del pd; ezio CASTIGLIONE, presidente dell'ismea; maurizio GARDINI, presidente di confcooperative; mauro LUSETTI, presidente di legacoop; maurizio OTTOLINI, presidente di confcooperative lombardia; paolo BEDONI, presidente di cattolica assicurazioni; giorgio CAGNETTI, direttore generale del fata assicurazioni; federico VECCHIONI, amministratore delegato di bonifiche ferraresi spa; angelo ZUCCHI, capo segreteria del ministro delle politiche agricole maurizio martina; gianluca DELL'AGNELLO, comandante dei carabinieri politiche agricole e alimentari colonnello; luigi pio SCORDAMAGLIA, presidente della federalimentare; giuseppe GUZZETTI, presidente dell'acri (associazione di fondazioni e casse di risparmio spa); francesco PUGLIESE, amministratore delegato e direttore generale di conad; alfonso PECORARO SCANIO, presidente della fondazione univerde; corrado PASSERA, presidente di italia unica; paolo SCARPA, responsabile agricolo di uecoop.

15 settembre 2015

EXPO: INCONTRO CONFAGRI SU "SOSTENIBILITA' ECONOMICA E AMBIENTALE FILIERA ORTICOLA", CON GUIDI

si e' svolto oggi alla vigna di leonardo il primo "appuntamento con la sostenibilita'" dedicato alla filiera orticola, dal fresco al conservato, dalla quarta gamma alla catena del freddo, organizzato dalla confagricoltura. "sostenibilita', innovazione e ricerca sono gli strumenti che ci permetteranno ancora di coltivare i capolavori dell'agricoltura italiana", ha detto il presidente di confagricoltura mario GUIDI, concludendo i lavori del seminario "la sostenibilita' economica e ambientale della filiera orticola" svoltosi nell'ambito dell'iniziativa. "la sostenibilita' delle produzioni agroalimentari e' divenuta strategica per le aziende agricole e di trasformazione che puntano ad aumentare produzioni e qualita' dei prodotti ottenuti, consapevoli dell'importanza di salvaguardare i territori e gli ecosistemi", sottolinea la confagricoltura, evidenziando che "l'impiego responsabile e professionale dei presidi chimici, integrato da tecniche agronomiche innovative come l'agricoltura di precisione, l'efficienza nell'uso dell'acqua e delle plastiche, nonche' il pieno sfruttamento delle energie rinnovabili nei processi di trasformazione, sono le principali azioni che le aziende del settore ortofrutta stanno attuando". il responsabile della segreteria tecnica del dipartimento delle politiche competitive, della qualita' agroalimentare, ippica e della pesca del mipaaf giovanni DI GENOVA ed il direttore generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del ministero della salute giuseppe RUOCCO hanno sottolineato che "gia' si vedono i risultati tangibili" di questo impiego e "hanno fornito un quadro sullo stato dell'arte sulla qualita' del settore orticolo italiano e sulla sicurezza delle produzioni". "piu' del 99,5% dei prodotti ortofrutticoli, secondo i dati ufficiali del ministero della salute, hanno limiti di residui sotto le soglie di legge stabilite per la tutela della salute umana dopo accurati studi scientifici internazionali", ha affermato RUOCCO, asserendo che "evidentemente il progresso nell'uso dei presidi chimici e la responsabilita' degli operatori sta dando i frutti nel nostro paese; anche perche' risulta che la media europea di campioni con livelli di residui irregolari sia del 2,6%". "le organizzazioni di impresa, che racchiudono tutti gli attori della filiera, hanno finora sostenuto il mercato e la sostenibilita' delle produzioni - ha detto GUIDI - oggi piu' che mai bisogna che questa strada sia percorsa con determinazione se vogliamo che le future generazioni continuino a nutrirsi dei prodotti della nostra agricoltura". il tema delle relazioni interprofessionali e' stato affrontato dal presidente dell'organizzazione interprofessionale ortofrutta italia nazario BATTELLI. "la sostenibilita' delle produzioni puo' portare risultati anche in termini economici attraverso la diffusione delle buone pratiche agricole che caratterizzano le aziende piu' virtuose", sottolinea l'organizzazione agricole, che per questo motivo "ha promosso ecocloud, la rete delle idee sostenibili, con il suo manifesto e i suoi disciplinari di produzione, a cui aderiscono gia' oltre cento imprese". michele PISANTE, del crea, ha messo in evidenza "l'importanza della ricerca dell'eco-innovazione e del trasferimento delle conoscenze applicate alla sostenibilita' economica ed ambientale, anche per il riconoscimento di servizi eco-sistemici collegati alla fase di produzione agricola". "il seminario e' stato realizzato in collaborazione con basf, azienda chimica leader attiva nei piu' diversi settori merceologici, da oltre 100 anni, impegnata nella messa a punto di soluzioni e progetti per lo sviluppo sostenibile, e con industrie rolli alimentari, tra i principali produttori nazionali di alimenti surgelati e leader in italia nella produzione di vegetali surgelati, da anni impegnata nella implementazione di soluzioni ecosostenibili per la gestione della propria filiera agroindustriale", spiega la confederazione. "in basf - ha detto il country manager italia divisione crop protection alberto ANCORA - il concetto di sostenibilita' e' inscindibilmente legato all'innovazione applicata a prodotti, processi, cultura". "grazie al costante investimento in ricerca e sviluppo offriamo a clienti e consumatori le nostre soluzioni ad elevato valore aggiunto e linee guida per gestirle al meglio, nonche' le competenze dei nostri collaboratori", ha aggiunto. "per il futuro ci proponiamo di muoverci sempre piu' concretamente nella direzione del supporto ad un'agricoltura che possa ottenere di piu' con meno", ha concluso ANCORA. "industrie rolli alimentari - ha evidenziato il consigliere delegato maurizio OLIVERI - produce il 25% della produzione nazionale di vegetali surgelati, al cento per cento coltivati in italia, con brevetto esclusivo u.e. di 'ecosostenibilita'' e certificazione 'pesticide-free', ovvero senza residui di fitofarmaci o con livelli di residui inferiori alla soglia di rilevabilita'". "non solo, nella fase di trasformazione dei vegetali surgelati, l'ecosostenibilita' e' garantita dalla copertura del 60% del fabbisogno energetico con autoproduzione anche da fonti rinnovabili; grazie al particolare impianto a biogas che consente l'impiego del 'digestato', ottenuto come ammendante agricolo in sostituzione dei fertilizzanti chimici, e' stato incrementato al 98% il riciclo degli scarti di lavorazione", ha aggiunto. "proseguiremo in questa direzione, nella consapevolezza che la valorizzazione delle produzioni agricole italiane dipendera' sempre piu' dalla capacita' degli operatori della filiera di offrire prodotti ecosostenibili e, al contempo, sicuri, certificati e di qualita' superiore", ha detto OLIVERI. "oltre alle industrie rolli alimentari sono state presentate altre due case history: quella di ortosole, azienda agricola a conduzione familiare nell'area protetta della riserva naturale di fiumicino, gestita ormai da oltre trent'anni, dalla famiglia tiozzo, che si estende su circa 300 ettari di superficie e produce ortaggi, tra cui carota, carciofo, zucchina, melone, indivia, pomodoro, sia in serra sia in pieno campo; quella di cooperativa finagricola, societa' cooperativa del comparto agroalimentare, nata nel 1986 dalla volonta' di cinque famiglie, situata in un'area territoriale altamente vocata: la piana del sele, in campania. finagricola produce, confeziona e distribuisce ogni anno 40 mila tonnellate di verdure e ortaggi freschi, prodotti su 350 ettari, utilizzando tecniche di coltivazione e di difesa a basso impatto ambientale ed impiegando circa 2500 operai", conclude la confagricoltura. (ab)

14 settembre 2015 

EXPO: MIPAAF, INIZIA OGGI LA SETTIMANA DELLA DIETA MEDITERRANEA PATRIMONIO UNESCO

si svolge da oggi fino a domenica 20 settembre all'expo la settimana della dieta mediterranea patrimonio unesco. ne da' notizia il mipaaf, spiegando che nel corso della settimana si terranno "numerosi convegni, forum, show cooking, talk show, ma anche attivita' per i piu' piccoli, che saranno organizzati nello spazio mipaaf del padiglione italia, nel cluster bio-mediterraneo e nel padiglione dell'unione europea". programma iniziative su http://goo.gl/NYnIDd. (ab)

14 settembre 2015

SANA: FEDERBIO, L'AGRICOLTURA BIOLOGICA SI CONFERMA L'AGRICOLTURA DEL FUTUROe' "un appuntamento imperdibile quello con la 27^ edizione di sana, il salone internazionale del biologico e del naturale, grazie al collegamento con expo attraverso il parco della biodiversita', l'area tematica progettata e realizzata da bolognafiere grazie alla collaborazione di federbio dedicata all'agricoltura biologica e alla biodiversita'", afferma la federbio in un comunicato, spiegando che "il percorso iniziato in expo al parco della biodiversita' fa tappa a sana per approfondire i contenuti e i tavoli di lavoro con l'obiettivo di creare i contenuti e le proposte per la carta di milano. protagonista di questi lavori federbio, che ha promosso assieme ad altre realta' del bio, il forum internazionale del biologico "organic can feed the planet". "anche la prima meta' del 2015 - spiega paolo CARNEMOLLA, presidente di federbio - ha registrato una crescita straordinaria del mercato dei prodotti biologici (+19.8% solo per il mercato interno, contro una crescita dell'alimentare nel suo complesso contenuta nello 0.8%), ma e' ancora troppo lenta la conversione dell'agricoltura italiana al biologico, nonostante sia evidente che questa sia la scelta piu' efficiente per conciliare reddito stabile agli agricoltori, tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini". "e' per questo - prosegue CARNEMOLLA - che siamo impegnati in expo da maggio scorso con tutte le organizzazioni del biologico e biodinamico a promuovere un dibattito tecnico e scientifico sull'innovazione che il biologico rappresenta per l'agricoltura e l'alimentazione a livello globale, per rispondere all'esigenza di nutrire il pianeta non solo ora, ma anche nel futuro, salvaguardando la fertilita' dei suoli, la qualita' dell'acqua e degli alimenti". "l'agricoltura biologica - secondo il presidente della federbio - rappresenta un'innovazione agricola, alimentare e sociale che in italia ha trovato la migliore espressione, arrivando a sfiorare l'11% della superficie agricola e portando il nostro paese a essere il maggior esportatore di prodotti biologici al mondo, con ricadute benefiche sulle aree rurali, sull'industria di trasformazione e sull'indotto. ma si puo' fare molto di piu', nell'interesse dell'intera economia nazionale e non solo di quella agricola". "per questo - conclude CARNEMOLLA - guardiamo con molta attenzione all'impegno che il mipaaf ha preso in expo di presentare il 12 settembre prossimo a sana una prima proposta di piano strategico per lo sviluppo del settore biologico, proprio alla vigilia dell'avvio dei nuovi piani di sviluppo rurale delle regioni che determineranno le scelte d'indirizzo per l'agricoltura italiana nel prossimo quinquennio grazie alla disponibilita' dei fondi europei".

11 settembre 2015 

EXPO: CSO, SALVI CONSEGNA PREMIO SUPERFRUITNESS A MARA FULLIN

l'imprenditrice silvia SALVI, dell'azienda salvi, ha consegnato oggi all'expo alla campionessa di basket e istruttrice di nordic walking mara FULLIN il premio superfruitness, ideato dal centro servizi ortofrutticoli (cso) con lo scopo di "promuovere frutta e sport". "innovazione, sostenibilita', e benessere sono valori in cui crediamo profondamente, per questo motivo mi ha fatto particolarmente piacere incontrare e premiare una grande sportiva come mara FULLIN e da donna a donna so quanta energia, determinazione e forza serve per poter emergere", ha affermato SALVI. "il nordic walking - ha spiegato FULLIN - non e' solo uno sport, ma una grande opportunita' per unire il benessere del movimento, dello stare insieme e, perche' no, anche del piacere di una sana alimentazione". "al giorno d'oggi si e' sempre piu' attenti alle nuove tecnologie e applicazioni innovative, e per questo motivo ha deciso di importare nel mondo ortofrutticolo nuove soluzioni che possano essere al servizio della nostra filiera ortofrutticola", ha detto ancora SALVI. "dalla collaborazione con relazioni cosmiche ed officine digitali - fab lab di padova - e' nata l'idea di presentarci ad expo con la realta' virtuale, la realta' aumentata e la stampante 3d", ha aggiunto. (ab)

11 settembre 2015 

EXPO: CONFAGRI, LUNEDI' ALLA VIGNA DI LEONARDO INCONTRO SU  FILIERA ORTICOLA, CON RUOCCO, GUIDI, PISANTE E VEGGIA

lunedi' 14 settembre, a milano alla vigna di leonardo si svolgera' il primo "appuntamento sulla sostenibilita'" promosso dalla confagricoltura, con un "focus sulla filiera orticola, dal fresco al conservato, dalla quarta gamma al freddo". ne da' notizia la confederazione, spiegando che l'incontro, promosso con il patrocinio di expo e del mipaaf, iniziera' alle 15:30. all'introduzione del vicepresidente di confagricoltura ezio VEGGIA, seguira' una prima sessione di interventi istituzionali alla quale parteciperanno giovanni DI GENOVA, responsabile della segreteria tecnica del dipartimento delle politiche competitive, della qualita' agroalimentare, ippica e della pesca del mipaaf e giuseppe RUOCCO, direttore generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del ministero della salute, che forniranno un quadro sullo stato dell'arte, sulla qualita' del settore orticolo italiano e sulla sicurezza delle produzioni, informa l'organizzazione agricola. seguira' un focus dedicato alle imprese agricole ed agroalimentari che hanno concentrato la loro attenzione alla sostenibilita' delle produzioni ed una tavola rotonda, alla quale interverranno il commissario delegato crea michele PISANTE, il country manager italia divisione crop protection di basf alberto ANCORA, il presidente della organizzazione interprofessionale ortofrutta italia nazario BATTELLI ed il presidente di confagricoltura mario GUIDI. (ab)

10 settembre 2015 

EXPO: SCANAVINO (CIA), INTEGRAZIONE TRA CIBO E AGROENERGIA E' POSSIBILE. BRUGNONI (AIEL), NECESSARI INCENTIVI

"siamo convinti che un'integrazione tra produzione di cibo e produzione di agroenergia non solo e' possibile, ma e' auspicabile", ha affermato il presidente della cia dino SCANAVINO, intervenendo all'iniziativa "cibo ed energia: nuovi equilibri per l'agricoltura del futuro", organizzata da cia e aiel ad expo. "da sempre la nostra confederazione e' impegnata nella promozione dell'agricoltura polifunzionale e nella ricerca di incremento di reddito per le imprese agricole", ha ricordato, sottolineando che "in questo settore si realizzano queste due possibilita' con un ulteriore valore aggiunto: preservare il pianeta". "l'impatto delle bioenergie sull'ecosistema e' bassissimo ed in una prospettiva di sviluppo sostenibile questo e' un elemento fondamentale", ha aggiunto, ricordando che "l'impegno di cia per promuovere un'agricoltura che al tempo stesso sia sostenibile, capace di generare reddito e che attraverso l'innovazione generi nuovo valore, trova in questa occasione di approfondimento non solo una sintesi del proprio operare, ma una concreta prospettiva di azione". all'iniziativa e' intervenuto anche, tra gli altri, il presidente di aiel domenico BRUGNONI. "e' necessario che i contributi alle energie sostenibili accompagnino la transizione dalle fonti fossili a quelle rinnovabili, con interventi che premino l'innovazione e l'efficienza a discapito delle speculazioni", ha detto. "e' necessario avere le idee chiare sui modelli aziendali che vogliamo sostenere tramite il sistema delle tariffe incentivanti", ha proseguito BRUGNONI, asserendo che "la generazione distribuita, cioe' piccoli e medi impianti diffusi nel territorio ed orientati allo sviluppo locale, e' la chiave per dare agli agricoltori un ruolo centrale nella 'rivoluzione verde' e trasformarli da semplici fornitori di biomasse, che altri trasformeranno energeticamente, in protagonisti virtuosi e consapevoli sul fronte alimentare, energetico e ambientale". (ab)

10 settembre 2015 

EXPO: CSO, OROGEL CONSEGNA PREMIO SUPERFRUITNESS AD EX CT LIPPI

l'amministratore delegato di orogel bruno PIRACCINI ha consegnato oggi all'expo il premio superfruitness all'allenatore di calcio claudio LIPPI, campione del mondo con l'italia nel 2006. ne da' notizia il centro servizi ortofrutticoli (cso), sottolineando che "sana alimentazione, attivita' sportiva e benessere sono le parole chiave dei sette giorni di iniziative organizzate ad expo e sono le stesse che da sempre guidano l'attivita' del gruppo orogel, azienda italiana leader nella produzione di vegetali freschi surgelati". "e' un grande orgoglio per orogel aver consegnato il premio superfruitness a marcello LIPPI, con cui ci conosciamo da ventisei anni e ci siamo subito capiti; da sempre c'e' un rapporto di amicizia che ci lega e che ci ha portato fortuna a vicenda", ha detto PIRACCINI. "ai miei tempi prima delle partite gli atleti mangiavano risotti mantecati e bistecche e ci volevano 8 ore per digerire; oggi l'alimentazione nello sport e' piu' equilibrata e frutta e verdura alleggeriscono i piatti degli atleti", ha evidenziato LIPPI. "ho sempre avuto un feeling con orogel, fin dai tempi in cui allenavo il cesena" e l'azienda era il main sponsor della squadra, ha aggiunto l'allenatore. "io sono stato campione del mondo con l'italia ed orogel e' diventata campione d'italia con i suoi prodotti", ha concluso. (ab)

10 settembre 2015 

EXPO: PARLATO (CREA), LA RICERCA MIGLIORA LA QUALITA' DELLA FRUTTA E DEGLI AGRUMI

"la ricerca da' i suoi frutti: biodiversita', innovazione varietale e qualita' di frutta e agrumi" e' stato il tema del quinto appuntamento del crea (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) con "i giovedi' della ricerca" ad expo. in particolare, sono stati presentati una nuova tecnologia innovativa (mild technology) realizzata dal crea per la trasformazione delle arance in succhi senza alterarne le caratteristiche ed altri studi che hanno condotto alla creazione di nuove varieta' di arance e di nuovi ibridi di mandarini precoci e tardivi, che estendono il calendario di maturazione. alcuni ibridi di mandarino cosi' sviluppati sono di colore rosso, i primi esempi al mondo. il crea ha poi dimostrato, attraverso test sulla pelle, l'effetto foto-protettivo di un estratto di arance rosse e quello antiossidante. "l'incontro - ha spiegato salvatore parlato, commissario straordinario del crea - intende contribuire al dibattito sul tema dell'agricoltura sostenibile e della tutela della biodiversita' nell'ottica di promuovere un cambiamento profondo nei nostri sistemi agricoli ed alimentari, ancora poco attenti alle questioni legate all'ambiente. elementi questi necessari a non ridurre la disponibilita' dei vari alimenti, perche' il rischio verso cui andiamo incontro, e' quello di non essere in grado di soddisfare i futuri bisogni alimentari e di essere costretti, per farlo, a sfruttare aree piu' fragili e svantaggiate. queste riflessioni possono offrire, inoltre, ai consumatori la possibilita' di operare scelte piu' consapevoli e orientate verso la qualita' e la salubrita' dei prodotti, tenendo quindi in considerazione gli aspetti nutrizionali legati ad una sana alimentazione".

10 settembre 2015 

EXPO: CONAF, DAL 14 AL 18 SETTEMBRE VI CONGRESSO DELLA WORLD ASSOCIATION OF AGRONOMISTS

il VI congresso mondiale della world association of agronomists si svolgera' dal 14 al 18 settembre all'expo e sara' dedicato al tema "cibo e identita'". ne da' notizia il conaf, spiegando che nel corso del congresso verra' redatta una "carta mondiale dei principi, che pone limiti etici alla ricerca agronomica per ridurre la pressione dell'uomo sull'ambiente e misurare il livello di benessere della terra nel corso del tempo". "quello che si sta per aprire - spiega rosanna ZARI, vice presidente del conaf e communication manager waa - sara' un congresso con numeri record per la nostra categoria: raggiungeremo gli 800 partecipanti provenienti da ogni parte del mondo, con particolare riferimento all'europa e al sud america". (ab)

9 settembre 2015 

EXPO: LE INIZIATIVE FEDAGRI DAL 29 SETTEMBRE AL 2 OTTOBRE

la fedagri-confcooperative sara' presente all'expo da martedi' 29 settembre a venerdi' 2 ottobre con un "ricco programma" di convegni e aperitivi musicali che si terranno alla cascina triulza, il cui elenco completo e' disponibile su http://goo.gl/Z7uXE8. tra le numerose iniziative, la fedagri segnala le seguenti: "martedi' 29 settembre, in collaborazione con l'associazione dasud, verra' promossa una giornata di antimafia suddivisa in varie iniziative, pensate per un pubblico giovane, ma capaci di parlare a tutti grazie all'utilizzo di originali linguaggi creativi; mercoledi' 30 si terra' la presentazione del 9° rapporto dell'osservatorio sulla sostenibilita' delle imprese agricole, curato da agri2000, con un focus sulle mele; a seguire si svolgera' il convegno 'il bio nel piatto- cooperazione biologica e ristorazione collettiva'; giovedi' 1 ottobre appuntamento con un focus sui vitigni resistenti con 'l'innovazione in viticoltura. le nuove varieta' resistenti e i portainnesti M'. venerdi' 2 ottobre, nell'area lounge del mipaaf, l'osservatorio della cooperazione agricola presentera' i dati aggiornati sul fatturato delle cooperative e l'analisi degli ultimi trend dell'export delle imprese cooperative. tutte le sere sono in programma appuntamenti con la musica e il buon vino con il format 'in da farm'". (ab)

9 settembre 2015

EXPO: CONFAGRI, DAL 14 SETTEMBRE GLI "APPUNTAMENTI CON LA SOSTENIBILITA'"

"il settore agricolo e quello agroalimentare sono chiamati ad affrontare due importanti sfide: favorire la produzione e la produttivita', mantenendo alti livelli di qualita', e puntare con sempre maggiore determinazione alla sostenibilita' economica, ambientale e sociale", sottolinea la confagricoltura, spiegando che per tali motivi "ha deciso di organizzare, in occasione di expo, 'gli appuntamenti con la sostenibilita'', che si svolgeranno a partire dal 14 settembre all'auditorium di palazzo italia all'expo, alla casa degli atellani-la vigna di leonardo, a milano, ed al parco tecnologico padano di lodi". nel corso degli incontri, che rientrano nel progetto "ecocloud" e sono organizzati in collaborazione con il crea, "verranno affrontati una serie di temi, dalla nutraceutica alla precision farming, dalla presentazione di alcune filiere che hanno adottato strategie produttive sostenibili, come nel caso dell'orticoltura, del vino e della distillazione, alle agroenergie, con particolare riferimento al biometano", aggiunge l'organizzazione agricola. (ab)

9 settembre 2015 

EXPO: UNAPROL, IL 10 E 11 SETTEMBRE DUE INCONTRI SULLE FILIERE TRACCIATE DELLA SARDEGNA

il 10 e 11 settembre si svolgeranno all'expo, nel padiglione roof garden della coldiretti, due appuntamenti dedicati al progetto di tracciabilita' di unaprol ed incentrati in particolare sulle filiere tracciate della sardegna. ne da' notizia l'unaprol, spiegando che "l'isola del mediterraneo sara' protagonista con la sua storia, i suoi profumi, i suoi fruttati dell'olio extra vergine di oliva". i due incontri si svolgeranno domani, dalle 19:00 alle 21:00, e venerdi', dalle 11:00 alle 14:00. interverranno: giovannino PINNA, dirigente unaprol; luca SABA e battista CUALBU direttore e presidente della coldiretti sardegna. (ab)

9 settembre 2015 

ANTITRUST BACCHETTA REGIONE LOMBARDIA PER PUBBLICITA' A MCDONALD'S IN EXPO

l'autorita' garante della concorrenza e del mercato ha "bacchettato" la regione lombardia per aver inviato una lettera ai direttori delle scuole lombarde per promuovere gli sconti per il ristoro degli studenti in visita ad expo 2015 praticati a maggio nel punto vendita mcdonald's, all'interno dell'esposizione. per l'antitrust, si configura un'alterazione della concorrenza, che l'authority auspica non abbia piu' a ripetersi. testo della lettera al link http://goo.gl/te5Fsh.

9 settembre 2015 

EXPO: ZAMBELLI (CIA),  BISOGNA PRODURRE  DI PIU' E MEGLIO, INQUINANDO MENO E PUNTANDO SU RICERCA

vogliamo "chiamare tutto il mondo agricolo, ma anche i poteri pubblici e tutta la ricerca, ad un confronto aperto sui nuovi orizzonti dell'attivita' agricola", in quanto "ci sono sfide epocali e urgenti da affrontare perche' ci troviamo a operare in un contesto globale socio-economico inedito e rinnovato rispetto al passato", ha detto il direttore generale della cia-confederazione italiana agricoltori rossana ZAMBELLI, intervenendo alla tavola rotonda "la ricerca diventa innovazione quando e' applicata con successo", svoltasi all'expo. "crisi energetica, crisi ambientale e crisi alimentare sono i tre grandi temi che condizionano il presente e sono destinati a condizionare il futuro", ha proseguito il direttore generale, secondo la quale "lo slogan da seguire per il prossimo futuro, se vogliamo garantire sia la sostenibilita' ambientale sia la sostenibilita' economica delle imprese agricole, e' produrre di piu' e meglio, inquinando di meno". per far questo - ha aggiunto - "bisogna innovare e ricercare e gli agricoltori da soli non ce la possono fare". "serve un sistema scientifico integrato tra pubblico e privato, che puo' rappresentare la strada da seguire al fine di fornire risposte efficaci e all'altezza delle sfide del settore agricolo", ha sostenuto ZAMBELLI. alla tavola rotonda hanno portato il loro contributo: cosimo LACIRIGNOLA, segretario generale del ciheam; leith BEN BECHER, presidente dell'associazione agricola tunisina synagri; xavier BEULIN, presidente di fnsea; claudia SORLINI, presidente del comitato scientifico expo; claudio LORENZINI, dirigente disr IV ricerca e sperimentazione del mipaaf; mauro GAMBONI, dipartimento scienze bioagroalimentari del cnr; anna VAGNOZZI, capo ricerca del crea. (ab)

9 settembre 2015 

EXPO: CSO, IL PREMIO SUPERFRUITNESS DI GIANFRUTTA ZANI A IADER FABBRI

il presidente della cooperativa granfrutta zani pier luigi DREI ha premiato, nel corso di un incontro svoltosi all'expo, lo studioso e consulente nutrizionale della nazionale italiana di ciclismo iader FABBRI, con il premio superfruitness, rende noto il centro servizi ortofrutticoli (cso). "siamo felici di avere l'occasione di unire il nostro mondo con lo sport", ha detto DREI. "unire il consumo di frutta e l'attivita' sportiva e' senz'altro una mossa vincente per favorire i consumi e promuovere la naturalita' che si trova solo in frutta e verdura", ha aggiunto. "non esiste integratore migliore della frutta - ha detto FABBRI - che offre un mix di antiossidanti naturali e componenti fitochimici eccezionali per le prestazioni sportive". "il segreto e' consumarne in abbondanza a partire dal mattino a colazione, mescolando i colori", ha concluso. (ab)

9 settembre 2015

EXPO, RENZI ALLA GIORNATA DELL'AGRICOLTURA ITALIANA DELLA COLDIRETTI IL 15 SETTEMBRE

martedi' 15 settembre, a partire dalle ore 09:30, si tiene ad expo la giornata dell'agricoltura italiana, organizzata dalla coldiretti alla quale parteciperanno - annuncia l'organizzazione - decine di migliaia di agricoltori provenienti da tutte le regioni, guidati dal presidente nazionale roberto MONCALVO. la mattina sara' arricchita dal momento pubblico di approfondimento all'open air theatre di expo al quale ha confermato la propria presenza il presidente del consiglio matteo RENZI insieme a rappresentanti del governo e delle istituzioni e responsabili delle forze sociali, economiche, sindacali e politiche. nell'occasione sara' presentato lo studio coldiretti sui primati dell'agricoltura italiana e i'impatto sull'occupazione nel 2015, ma anche il primo bilancio dell'expo sull'agroalimentare made in italy. nell'area espositiva saranno allestiti spazi rappresentativi della diversificata realta' dell'agricoltura italiana, raccontata attraverso le storie ed i volti dei veri protagonisti, che saranno al lavoro per far conoscere le proprie esperienze.

9 settembre 2015 

EXPO: FEDAGRI, MOSTRA PER I 160 ANNI DI CIRIO

"sara' allestita negli spazi della cascina triulza all'expo, dal 17 al 30 settembre, una mostra dal titolo 'cirio, una storia di cuore', che celebra i 160 anni di storia di uno dei marchi alimentari piu' antichi d'italia, oggi di proprieta' del consorzio cooperativo bolognese conserve italia", informa la fedagri, spiegando che "la mostra ripercorre la storia di francesco CIRIO, giovane talentuoso e dalle grandi intuizioni, il cui nome oggi e' riconosciuto in italia e nel mondo come sinonimo di pomodoro italiano". "fu un grande orgoglio rilevare nel 2004 un marchio cosi' prestigioso - afferma il presidente di conserve italia maurizio GARDINI - che in quest'ultimo decennio ha rafforzato la sua presenza internazionale in oltre 60 paesi, consolidando le quote di mercato in regno unito, dove oggi e' la seconda marca piu' diffusa nella grande distribuzione e spingendosi fino in un mercato rigoroso e selettivo come quello giapponese". (ab)

8 settembre 2015

EXPO: FATA ASSICURAZIONI, IL 12 SETTEMBRE PREMIAZIONE OBIETTIVO AGRICOLTURA

si terra' sabato 12 settembre, dalle 15:00, nel roof garden del padiglione coldiretti di expo milano 2015, la cerimonia di premiazione dei vincitori di obiettivo agricoltura, il concorso fotografico internazionale promosso da fata assicurazioni danni s.p.a. con il patrocinio del ministero delle politiche agricole e forestali, della federation internationale de l'art photographique e della fiaf, federazione italiana associazioni fotografiche. inoltre, le migliori opere che hanno partecipato al concorso saranno esposte in una mostra fotografica aperta dal 12 settembre al 31 ottobre 2015 (padiglione coldiretti, expo 2015). il concorso, lanciato nel 2003, ha cadenza biennale ed e' giunto alla settima edizione. quest'anno ha registrato la piu' alta partecipazione nella sua storia: 1.701 autori da 33 paesi, per un totale di 6.181 opere presentate. la giuria, composta da giorgio CAGNETTI, amministratore delegato di fata assicurazioni, fabio DEL GHIANDA, consigliere nazionale della fiaf, silvano MONCHI, presidente del circolo fotografico arno, roberto ROSSI, presidente della fiaf e joe SMITH, fotografo, ha assegnato i seguenti premi: migliore autore in assoluto thach NGUYEN NGOC, vietnam; migliore opera in assoluto "inverno sulle crete", di paolo MUGNAI, italia.

8 settembre 2015

EXPO: IL 10 SETTEMBRE APPUNTAMENTO CON IL CREA PER LA CARTA DI MILANO

continuano ad expo i giovedi' della ricerca, promossi dal crea per la carta di milano. l'appuntamento e' alle 10:30 ad expo, nel lounge mipaaf, cardo sud. la tutela della biodiversita', il crescente fabbisogno alimentare e la salubrita' dei prodotti saranno al centro dell'incontro. si tratta della quinta delle dodici iniziative aperte al pubblico, organizzate dal crea ad expo. qui il programma http://goo.gl/1saqil.

8 settembre 2015 

EXPO: COPAGRI ORGANIZZA LA SETTIMANA DELLE ECCELLENZE ALIMENTARI SARDE

dal 10 al 13 settembre copagri sardegna organizza quattro giornate dedicate ai prodotti di punta del territorio, cucinati appetitosamente dal ristorante love it. l'iniziativa rientra nell'iniziativa la "settimana delle eccellenze", a cui prendera' parte anche l'assessore sardo dell'agricoltura, elisabetta FALCHI le giornate sono realizzate grazie a quattro organizzazioni sarde di produttori e un consorzio: le op sono l'unione pastori nurri, s'atra sardigna, ortosestu e terrantiga e il consorzio del bue rosso.

8 settembre 2015

EXPO: IL PROGRAMMA DI "AQUAE VENEZIA"

il ministero delle politiche agricole ha diffuso il calendario degli incontri tematici che si svolgeranno nell'ambito delle iniziative collaterali ad expo "aquae venezia", che si terra' da domani all'11 settembre, consultabile su http://goo.gl/GVLUdr. ai vari incontri interverranno, tra i molti altri, il sottosegretario alle politiche agricole con delega alla pesca giuseppe CASTIGLIONE, il direttore generale direzione pesca e acquacoltura del mipaaf riccardo RIGILLO, la responsabile pesca del pd laura VENITTELLI, il capogruppo del pd in comagri della camera nicodemo OLIVERIO, il presidente dell'associazione piscicoltori italiani pier antonio SALVADOR. (ab)

8 settembre 2015 

#BASTASCHIFEZZE, MARTINA A MOBILITAZIONE COLDIRETTI MONCALVO, IL 15 AGRICOLTORI AD EXPO CONTRO I FALSI

e' proseguita nella giornata di oggi la mobilitazione #bastaschifezze degli agricoltori della coldiretti alla frontiera del brennero, dove - rende noto la confederazione - e' arrivato il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA e, "a dare aiuto agli agricoltori del nord sono giunti rinforzi dalla sicilia, sardegna, marche, umbria, lazio, puglia, basilicata e calabria". "la mobilitazione di sostegno al made in italy continua dalle frontiere del brennero fino all'expo, dove il 15 settembre giungeranno decine di migliaia di agricoltori della coldiretti per fare conoscere al mondo il meglio dell'agroalimentare italiano e combattere i falsi, nell'ambito della giornata nazionale dell'agricoltura promossa dalla coldiretti", ha annunciato il presidente della confederazione roberto MONCALVO. "abbiamo smascherato il commercio di schifezze destinate ad essere vendute come made in italy con l'inganno per i consumatori ed il danno per agricoltori e allevatori costretti a chiudere le aziende", ha proseguito il presidente. serve "un cambiamento della politica europea nell'interesse dei cittadini", ha continuato MONCALVO, invitando l'europa a "svegliarsi". "sul cibo abbiamo bisogno di regole diverse che garantiscano la qualita' dell'alimentazione e la trasparenza dell'informazione ai consumatori", ha rimarcato il presidente, evidenziando che "l'italia ha la storia, i prodotti ed oggi anche la credibilita' e le capacita' per guidare questo percorso in europa". nel corso della protesta - rende noto l'organizzazione - sono state scoperte numerose anomalie: "dalle cagliate industriali destinate a napoli per produrre mozzarelle senza latte alla 'mozzarella fresca' gia' imbustata con etichetta in italiano con i colori del tricolore, ma prodotte in polonia, dalle pancette fresche tedesche destinate a diventare italiane con la stagionatura che e' stata posta sotto vincolo sanitario dei nas, fino allo yogurt 'valgardena', scritto rigorosamente in italiano, ma proveniente dalla germania, fino alle carote ed ai cavolfiori in confezioni con i colori della bandiera italiana, diretti a catania, con etichetta rimovibile, pronti ad essere spacciati come italiani. e ancora porri svedesi e lattughe olandesi, ma soprattutto fiumi di latte in cisterne tedesco diretti ad una grande multinazionale straniera, destinati ad essere venduti come latte o formaggi italiani perche' non e' obbligatorio indicare in etichetta la provenienza", conclude la coldiretti. (ab)

8 settembre 2015

EXPO: SISTI (CONAF), IL CIBO E' INDICATORE DELLO STATO DI SALUTE DI UN POPOLO

"il cibo e' un indicatore dello stato di salute di un popolo ed un indicatore del grado di liberta' e di accesso alla democrazia", ma "purtroppo la sua disponibilita' in alcuni paesi e' limitata" e "per questo bisogna migliorare la produzione agricola e la capacita' di trasformazione per dare a tutti cibo di qualita'", afferma il presidente del conaf andrea SISTI a proposito dell'iniziativa, svoltasi all'expo, "it begins with me. how the world can end hunger in our lifetime". "siamo fieri - aggiunge SISTI - di poter dare il nostro contributo concreto al futuro della produzione di cibo, tema portante di expo: il nostro documento, la carta dell'agronomo, che sara' presentata durante il national day del 18 settembre, vuole porre alcuni limiti etici alla ricerca agronomica, esplicitando degli indicatori, che andranno periodicamente rivisti, che limitino la pressione dell'uomo sull'ambiente e misurino il livello di benessere della terra nel corso del tempo". (ab)

7 settembre 2015 

EXPO: DOMANI COOKING SHOW TREVALLI OXFAM DEDICATI ALLE PANNE VEGETALI

domani, dalle 15:00, al padiglione kip international school dell'expo, si svolgeranno, nell'ambito della campagna di raccolta fondi e sensibilizzazione #sfidolafame, dei cooking show promossi da trevalli ed oxfam italia e dedicati alle panne vegetali e ai prodotti della linea hopla' idee di soia. ne da' notizia l'azienda, evidenziando che "i dati di mercato, da gennaio a luglio 2015, mostrano che il trend di crescita della categoria delle bevande vegetali non si arresta: +28% a volume rispetto allo stesso periodo 2014, con un fatturato al consumo che ha ormai superato i 100 milioni di euro". "si stima che in italia, entro fine anno, il fatturato al consumo di questa categoria possa arrivare ad oltre 190 milioni di euro e, se sommato alla panna da montare e panna spray alla soia, superare i 200 milioni di euro", aggiunge trevalli, rimarcando che si tratta di "un settore dalle grosse potenzialita': basti pensare che in italia solo il consumo pro-capite di bevande a base vegetale e' ancora sotto la media europea: 0,85 litri contro 1,38 litri". (ab)

7 settembre 2015 

EXPO: CSO, IL PREMIO SUPERFRUITNESS ALL'ALLENATORE MARCO BONITTA

il presidente e l'amministratore delegato del centro servizi ortofrutticoli (cso) paolo BRUNI e luigi MAZZONI hanno consegnato il premio "superfruitness" all'allenatore della nazionale femminile di pallavolo marco bonitta. lo rende noto il cso, spiegando che la premiazione e' avvenuta nell'ambito di una iniziativa "dedicata ai valori della frutta e della verdura", svoltasi all'expo. "il premio superfruitness affianca un'azienda storica italiana ad un allenatore vincente, entrambi capaci di un grande gioco di squadra che e' alla base di ogni successo", ha detto MAZZONI, sottolineando che si tratta di "un premio simbolico ma dal significato profondo, perche' crea un legame importante tra il mondo dell'ortofrutta e lo sport". prima della premiazione BRUNI "ha illustrato in breve i valori della produzione italiana, non mancando di sottolineare l'evidenza di una leggera ripresa dei consumi". (ab)

7 settembre 2015 

CONFAGRI, SUCCESSO DEI "VINI IN VIGNA" ALLA CASA DEGLI ATELLANI NEL FUORI EXPO

si sono svolti "nella splendida location di confagricoltura fuori expo, la casa degli atellani-la vigna di leonardo, incontri b2b tra 30 aziende associate di tutta italia e 20 tra buyer ed importatori provenienti da usa, russia, india, singapore e corea del sud", rende noto la confagricoltura, spiegando che l'iniziativa, svoltasi nell'ambito di quelle collaterali all'expo, ha rappresentato il terzo appuntamento di "vini in vigna", del programma "world wine-i vini italiani incontrano il mondo". "l'anno scorso l'export agroalimentare italiano ha raggiunto i 34,3 miliardi di euro ed il vino e' stato il prodotto piu' esportato, con 5,1 miliardi di euro", sottolinea la confederazione, evidenziando che "le nostre aziende guardano con interesse ai tradizionali mercati come gli stati uniti, ma anche a quelli emergenti come la russia o quelli asiatici, dove si stanno aprendo spazi importanti". "attraverso questi incontri vogliamo offrire alle nostre imprese, soprattutto a quelle particolarmente interessate a potenziare l'export, nuove opportunita' di business", prosegue l'organizzazione agricola. "'vini in vigna' si inserisce tra le numerose iniziative che confagricoltura sta organizzando ad expo 2015, con convegni e dibattiti, ma anche incontri di business e affari", sottolinea la confederazione, facendo notare che l'esposizione universale stessa "e' un gigantesco b2b, in cui persone provenienti da ogni parte del mondo hanno la possibilita' conoscere il meglio della nostra produzione agroalimentare e il nostro paese". "gli incontri dei buyer continueranno nello splendido territorio della valpolicella, dove visiteranno diciassette aziende vitivinicole del consorzio", conclude la confagri. (ab)

7 settembre 2015 

EXPO: CONFAGRI, IL 14/9 INCONTRO SU FILIERA ORTICOLA, CON DI GENOVA, RUOCCO, FIRPO, GUIDI, VEGGIA, BATTELLI, PISANTE

il 14 settembre, dalle 15:30, alla casa degli atellani a milano, corso magenta 65, si terra' un incontro su "la sostenibilita' economica ed ambientale della filiera orticola". l'iniziativa, presentata dal vicepresidente di confagricoltura, ezio VEGGIA, "sara' l'occasione - informa l'organizzazione agricola - per approfondire il binomio sostenibilita' ambientale ed economica nella filiera orticola". e' prevista una prima sessione di interventi istituzionali a cura del ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del ministero della salute, con gli interventi di giovanni DI GENOVA, responsabile della segreteria tecnica del dipartimento delle politiche competitive, della qualita' agroalimentare, ippiche e della pesca del mipaaf e di giuseppe RUOCCO, direttore generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del ministero della salute, che forniranno un quadro sullo stato dell'arte dai rispettivi punti di vista. seguira' un focus personalizzato delle aziende - spiega la confagricoltura - con la presentazione delle proprie "case history": aziende agricole familiari avanzate come ortosole che, aderendo ad un progetto della basf, sta impiegando la tutela della biodiversita' come fattore di crescita, l'esperienza di rolli, che sottolinea l'uso di rigide regole di selezione dei fornitori sulla base delle pratiche di sostenibilita', l'approvvigionamento dedicato alle produzioni nazionali, la continua ricerca di produzioni innovative e realta' complesse come la cooperativa finagricola. la tavola rotonda che chiudera' l'incontro, moderata da lorenzo TOSI, di "terra e vita", trattera' delle strategie europee e nazionali, nonche' dei risultati in termini di costi e maggiore visibilita' sui mercati per le aziende che hanno scelto una strategia imprenditoriale "green". il confronto prevede l'intervento del direttore generale del mise stefano FIRPO, del commissario delegato del crea michele PISANTE, del mondo degli agro farmaci con alberto ANCORA, di basf, del presidente della organizzazione interprofessionale ortofrutta italia, nazario BATTELLI e del presidente di confagricoltura, mario GUIDI. l'iniziativa - precisa l'organizzazione - rientra nel programma "ecocloud: la rete delle buone pratiche sostenibili" (http://www.confagricoltura.it/ecocloud/ a cui hanno aderito piu' di cento imprese agricole di confagricoltura) e gode del patrocinio di expo 2015 e del mipaaf. 

4 settembre 2015

EXPO: LA FEDERCOOPESCA DAL 7 AL 13/09 PRESENTA PRODUZIONI E CONSUMO CONSAPEVOLE

la federcoopesca - informa un comunicato - sara' dal 7 al 13 settembre all'expo, nello spazio espositivo della confcooperative, all'interno di cascina triulza, per "far conoscere e valorizzare le produzioni ittiche nazionali, le filiere produttive e fornire indicazioni utili per un consumo consapevole". "attraverso filmati, foto e dati verra' offerto uno spaccato sulla pesca e l'acquacoltura, l'ittiturismo e il pescaturismo, ma anche sulla tracciabilita' e l'etichettatura dei prodotti ittici, le regole di vendita e i consigli su come acquistare in sicurezza", spiega la federcoopesca. "dobbiamo promuovere sempre di piu' un consumo sostenibile e consapevole delle risorse ittiche; il pesce rappresenta ormai quasi il 17% del consumo di proteine a livello mondiale ed in alcuni paesi costieri e insulari puo' raggiungere addirittura il 70%", sottolinea la federcoopesca, spiegando che per questo motivo "abbiamo il compito di valorizzare questa risorsa cosi' importante per l'alimentazione umana". "ci sara' spazio anche per una comunicazione rivolta ai piu' piccoli, per aiutarli ad orientarsi tra la ricca flora e fauna dei mari e dei laghi italiani e nel corso della settimana verra' proiettato inoltre il trailer del documentario 'fisheat: cibo dal mare, cibo da amare', la cui presentazione ufficiale e' prevista il prossimo 21 settembre in expo", prosegue il comunicato. "dall'11 al 13 settembre sono previste degustazioni di prodotto ittico d'acqua dolce, realizzate con le produzioni della cooperativa 'lago vivo' di bolsena", conclude il comunicato. (ab)

4 settembre 2015

EXPO: L'8 SETTEMBRE SISTI E ZARI PRESENTANO IL VI CONGRESSO MONDIALE DEGLI AGRONOMI

"cibo e identita', la fattoria globale del futuro" e' il titolo del sesto congresso dell'associazione mondiale degli agronomi (waa), che si terra' dal 14 al 18 settembre ad expo. l'appuntamento sara' presentato martedi' 8 settembre, dalle ore 12:00, al padiglione 142 farm lab-waa, da andrea SISTI, participant director waa e presidente conaf, e rosanna ZARI, comunication manager waa e vice presidente del conaf.

4 settembre 2015

EXPO: CSO, IL CALENDARIO DELLE INIZIATIVE MR FRUITNESS

il centro servizi ortofrutticoli (cso) ricorda che, da oggi fino al 10 settembre, all'interno del padiglione italia all'expo, si svolgera' l'iniziativa "expo milano 2015 con mr. fruitness", ideata con lo scopo di "promuovere la salute ed il benessere con frutta e sport", attraverso "conversazioni tra grandi aziende e grandi sportivi". il calendario degli incontri e' consultabile su http://goo.gl/1aLXS4. (ab)

4 settembre 2015

EXPO: INCONTRO DELLA FEDAGRI LOMBARDIA CON FAVA, GARDINI, PERINI, BERLENDIS

l'assessore regionale all'agricoltura gianni FAVA, i presidenti di confcooperative maurizio GARDINI e fedagri lombardia fabio PERINI, ed il vicepresidente di slowfood italia lorenzo BERLENDIS sono intervenuti, tra gli altri, alla tavola rotonda "made in i(eat)aly - cooperazione, prodotti dop e igp, brand di nicchia, made in italy e grandi commodity: le sfide delle filiere agroalimentari tra tradizione e innovazione", svoltasi all'expo e promossa dalla fedagri lombardia. "negli anni '80 quattro quinti del bilancio europeo erano dedicati alla politica agricola comune, che oggi vale il 38, 5% del totale delle risorse", ha asserito FAVA, sostenendo che questo dato dimostra come "l'agricoltura non e' piu' al centro della politica comunitaria, come se fosse passata un po' di moda". "un paese che non riesce a difendere il proprio settore primario e' un paese che si condanna alla non autosufficienza", ha affermato GARDINI, facendo notare che "sta accadendo di frequente in europa; a confermarlo" i dati istat sul calo delle aziende agricole e la protesta degli agricoltori in francia. "la cooperazione recita un ruolo di primo piano nella promozione e tutela delle principali dop italiane, valorizzando non solo le produzioni ma anche i territori, un valore aggiunto che viene ridistribuito a beneficio dei soci e delle comunita'", ha evidenziato PERINI. BERLENDIS ha detto che "occorre lavorare molto sulla consapevolezza del consumatore, perche' e' la scelta che puo' dare piu' o meno valore ad una filiera". (ab)

4 settembre 2015

EXPO: GRANDE SUCCESSO PER LE AZIENDE DI CIA ALTA LOMBARDIA E CIA PAVIA

la federazione regionale della cia-confederazione italiana agricoltori sottolinea che e' stata un "vero successo" la partecipazione delle aziende di cia alta lombardia e cia pavia all'expo, dall'1 al 3 settembre. "nel desk appositamente allestito dalla confederazione italiana agricoltori, all'interno del biodiversity park, le imprese agricole hanno presentato e offerto al numeroso pubblico i propri prodotti tipici" con lo scopo di "farsi conoscere al di fuori del proprio territorio, davanti a una platea internazionale e vicino alle richieste dei consumatori", spiega la federazione. "in particolare l'1 e il 2 settembre le aziende delle province di como, varese, lecco e sondrio hanno distribuito piu' di 2000 piatti di degustazione con formaggella dop luinese, formaggi freschi di capra e formaggi d'alpe, salumi, olio del lago di como, miele e confetture di frutta e vini della valtellina", mentre il 3 settembre "e' stato invece il turno delle aziende pavesi", rende noto la cia. "spazio anche alla presentazione della start up whatfood, creata da ferruccio ARIOLI insieme ad un amico per offrire un innovativo servizio di tracciabilita' che consente ai consumatori di conoscere nei dettagli la filiera produttiva", aggiunge la federazione. (ab)

4 settembre 2015

EXPO: CSO, LA I GIORNATA DI FRUITNESS COL GRUPPO ALEGRA/VALFRUTTA

"ivan ginesini di mirano (ve), una scuola di rugby che ha sfornato e continua a sfornare campioni di questo sport dove contano le regole della lealta', dell'onore, della fatica premiata, con una stretta di mano si e' aggiudicato il primo premio superfruitness oggi ad expo nell'area  gestita da cso e tutta dedicata ai valori della frutta e di un importante alleato, lo sport", informa un comunicato del cso, spiegando che a consegnare il premio e' stato piergiorgio LENZARINI, presidente del gruppo alegra, "un grande gruppo di produttori italiani che oggi vanta un fatturato 160 milioni di euro ed una produzione annuale che copre tutta la gamma di offerta disponibile in italia". "con i nostri produttori - dichiara LENZARINI - ci impegniamo ogni giorno per portare sulle tavole italiane ed europee frutta e verdura di assoluta qualita'. il nostro e' un lavoro duro, pieno di imprevisti che richiede costanza, impegno e umilta' ma che alla fine e' il piu' gratificante del mondo. il rugby ci assomiglia un po' per le doti di grande forza e determinazione che richiede e siamo orgogliosi di assegnare ad un campione di questo sport che ci sta dando tantissime soddisfazioni, il premio superfruitness che identifica un supereroe che acquisisce sempre piu' energie mangiando frutta ". l'iniziativa ad expo organizzata da cso nell'ambito del progetto europeo fruitness - sottolinea il comunicato - "ha suscitato molto interesse tra il folto pubblico di curiosi e addetti ai lavori presenti per ascoltare una storia affascinante di successo imprenditoriale come quella di alegra/valfrutta e di uno sport ed un campione che incarna al meglio i valori dello sport".

4 settembre 2015

EXPO: MARTEDI' DEGUSTAZIONE DI "CUCINA GREEN" PROMOSSA DA TREVALLI (COOPERLAT) ED OXFAM

martedi' 8 settembre, nel padiglione kip international school all'expo, si svolgera' una degustazione organizzata da trevalli cooperlat in collaborazione con oxfam italia, nell'ambito della campagna di raccolta fondi e sensibilizzazione #sfidolafame. ne da' notizia un comunicato stampa, informando che il programma prevede due cooking show a cura dello chef stellato errico RECANATI. gli "ingredienti" dell'appuntamento saranno "panne vegetali, proposte vegane, responsabilita' sociale e solidarieta'", spiega cooperlat, aggiungendo che durante l'incontro "sara' possibile assaggiare una panna cotta al ciauscolo, realizzata con la vegetal cream, la 'panna cotta, lampone e passione' con parfectcream e dei maritozzi con la panna aromatizzata alla fava di tronca" ed una "selezione dei prodotti vegani della linea hopla' idee di soia". (ab)

3 settembre 2015

EXPO: INIZIA DOMANI LA "ORGANIC WEEK"

domani, dalle 11:00, al parco della biodiversita'-teatro della terra, verra' inaugurata, alla presenza del presidente di bolognafiere duccio CAMPAGNOLI, dell'amministratore delegato di fiera di norimberga peter OTTMANN, del presidente di ifoam markus ARBENZ e di roberto PINTON, della federbio, l'iniziativa organic week, che si svolgera' fino al 5 settembre. la manifestazione, realizzata grazie ad un accordo tra bolognafiere e nurnbergmesse, sara' interamente dedicata al comparto biologico. (ab)

2 settembre 2015 

EXPO: SHAURLI (FVG), IMPORTANTE RICONOSCIMENTO AL SERVIZIO FITOSANITARIO DELL'ERSA

l'assessore all'agricoltura del friuli venezia giulia cristiano SHAURLI rende noto che il progetto "informatics tool for the competitiveness of local food productions from south mediterranean countries to european entry points (italy)", di cui il servizio fitosanitario dell'ersa e' soggetto attuatore in regione, si e' aggiudicato il secondo posto nella priorita' tematica "dinamiche socio-economiche e mercati globali" del concorso "feeding knowledge" di expo, entrando a far parte delle 18 soluzioni tecniche e scientifiche piu' innovative in campo agricolo e nutrizionale, selezionate da una giuria internazionale su 786 proposte arrivate da tutto il mondo. (ab)

2 settembre 2015 

EXPO: ANBI, DOMANI UN MANDALA DI RISO PER IL "NON SPRECO" DI CIBO ED ACQUA

domani, dalle 10:00, nello spazio antistante il padiglione agriexpo all'expo e su iniziativa di associazione irrigazione ovest sesia, associazione irrigazione est sesia, consorzio di bonifica baraggia, in collaborazione con coldiretti piemonte ed anbi (associazione nazionale consorzi gestione tutela territorio ed acque irrigue), sara' realizzato un mandala del riso, cioe' un disegno realizzato a mosaico con "spezzature di riso" di colore bianco, rosso, nero e verde. ne da' notizia l'anbi, spiegando che l'opera "vedra' il coinvolgimento del pubblico di expo, occupera' un'area di 16 metri quadri e comunichera' il principio del 'non spreco' di cibo ed acqua, tant'e' che, terminata la performance, le 'rotture di riso' utilizzate saranno destinate ad alimentazione animale". "con questa iniziativa, i tre enti consortili promotori vogliono anche evidenziare la funzione ambientale e paesaggistica delle risaie, le cui acque, utilizzate piu' volte, rivestono importanza fondamentale nella ricarica delle falde, dando vita al tradizionale habitat dei fontanili", aggiunge l'anbi. (ab)

31 agosto 2015

EXPO: DOMANI ALLA VIGNA DI LEONARDO L'INIZIATIVA CONFAGRI "LA PIZZA, CAPOLAVORO UNIVERSALE"

quattro prodotti di eccellenza della nostra agricoltura, grano, pomodoro, olio extravergine d'oliva, mozzarella. e il genio italiano. questi gli ingredienti del "capolavoro" del made in italy agroalimentare piu' conosciuto e amato in tutto il mondo: la pizza. a questi prodotti e al talento degli uomini che li hanno resi famosi, i pizzaioli, e' dedicata l'iniziativa "la pizza, capolavoro universale", che confagricoltura, in collaborazione con agugiaro e figna molini-le 5 stagioni, cirio, azienda colavita e granarolo, organizza domani nell'ambito delle iniziative ad expo 2015, nella splendida location della casa degli atellani, dove e' stata riportata in vita la vigna appartenuta a leonardo DA VINCI, in corso magenta, a milano. la valorizzazione dello stile italiano, il connubio tra agricoltura, cultura, arte e tradizione gastronomica, come parte di un universo unico, e' il messaggio, sintetizzato anche nel nuovo pay off che accompagna il logo, con cui confagricoltura e' presente ad expo 2015. per presentare e far conoscere al mondo il suo modello di agricoltura e portare un contributo concreto al grande tema dell'esposizione, "nutrire il pianeta. energia per la vita". ed e' per questo che ha scelto la casa degli atellani, partecipando al recupero della vigna di leonardo, per il suo "fuori expo". "il luogo ideale per far conoscere ai visitatori di expo i nostri 'capolavori' - ha detto il presidente di confagricoltura mario GUIDI - frutto dell'ingegno, dell'inventiva e della laboriosita' che hanno reso famoso il nostro paese nel mondo e che nel grande genio di leonardo DA VINCI hanno trovato l'apice della loro espressione". la pizza e' uno di questi "capolavori" ed e' per questo che confagricoltura ha voluto dedicarle un'iniziativa tutta sua. la giornata, riservata ad ospiti, operatori, buyer e alla stampa, prevede momenti di approfondimento sulle diverse filiere che compongono questo prodotto, con brevi presentazioni e materiali di comunicazione per far conoscere e valorizzare gli ingredienti essenziali della pizza made in italy, ovvero fatta con prodotti rigorosamente italiani, e un grande "pizza show", con degustazione firmata dai piu' famosi pizzaioli d'italia e del mondo, condotta dal critico gastronomico luigi CREMONA.

31 agosto 2015

EXPO: FEDAGRI, CIRIO MAIN PARTNER PER LA "PIZZA CAPOLAVORO UNIVERSALE"

conserve italia e' main partner dell'iniziativa organizzata dalla confagricoltura "la pizza, capolavoro universale", che si terra' nella casa degli atellani, dove e' stata riportata in vita la vigna appartenuta a leonardo da vinci, ricorda la fedagri in un comunicato, facendo notare che "l'iniziativa, riservata ad ospiti, operatori, buyer e alla stampa, prevede momenti di approfondimento sulle diverse filiere della pizza, con presentazioni e materiali di comunicazione per far conoscere e valorizzare gli ingredienti essenziali della pizza made in italy". la fedagri sottolinea che "conserve italia sara' la protagonista, con il suo brand di punta cirio, della filiera del pomodoro 100% italiano; storico marchio italiano che deve le sue origini al piemontese francesco CIRIO, che diede vita ad una delle piu' antiche aziende alimentari italiane, nel 2004 e' stato rilevato dal gruppo cooperativo bolognese conserve italia". "e' proprio la natura cooperativa dell'azienda che consente a conserve italia di operare un controllo in ogni fase della coltivazione, lavorazione e produzione, a partire dalla fornitura ai soci delle migliori sementi, 100% italiane, controllate e garantite no ogm. la coltivazione dei pomodori cirio avviene nelle zone piu' vocate d'italia e gli stabilimenti produttivi sono tutti vicini ai luoghi di raccolta, in modo da garantire tempi ridotti di trasporto e una raccolta e lavorazione nell'arco di 24 ore", continua la fedagri. "per condire la pizza, capolavoro universale che sara' di scena a milano - spiega pierfranco CASADIO, direttore commerciale horeca di conserve italia - saranno impiegati i prodotti della gamma 'cirio alta cucina': creata nel 2009, e' la linea horeca dedicata esclusivamente ai professionisti della ristorazione". "si tratta di prodotti caratterizzati da eccellenza qualitativa, versatilita' e ottime prestazioni in termini di resa, gusto e servizio", aggiunge, sostenendo che "il binomio pizza e cirio alta cucina rappresentera' un'unione eccellente che consentira' agli chef di preparare il piu' italiano dei piatti con tutta la bonta' del pomodoro migliore, grazie ad una gamma completa in grado di soddisfare le esigenze dei pizzaioli professionisti". "le tre referenze cirio alta cucina che verranno utilizzate per le degustazioni sono: i pelati, coltivati nella zona di eccellenza, la puglia, maturi al punto giusto, di colore rosso vivo e dal calibro grande ed uniforme, hanno un sapore fresco e rotondo che li rende adatti ad ogni tipo di preparazione e perfetti nell'inimitabile verace pizza napoletana; i datterini, la selezione piu' dolce tra le varieta' di pomodorini, gustosi ed estremamente versatili, insuperabili nelle brevi cotture; la polpadoro, una polpa dolce e finissima con una naturale salsatura, semplice da stendere, ideale sulla pizza, in particolare se cotta in forno a legna", conclude la fedagri. (ab)

31 agosto 2015

EXPO: DI MASSA (FEDAGRI CAMPANIA), CONCLUSA SECONDA SETTIMANA DI INIZIATIVE, TAVOLA ROTONDA CON ABRATE

si e' conclusa con una tavola rotonda e con una cena degustazione di prodotti cooperativi campani, anche dop e igp, la seconda settimana di partecipazione all'esposizione universale della fedagri campana. alla tavola rotonda, dedicata al tema "la cooperazione nell'agroalimentare campano: qualita' e opportunita'", sono intervenuti, tra gli altri, il vice presidente di fedagri tommaso mario ABRATE, il presidente regionale di confcooperative maria patrizia STASI, il collaboratore della segreteria particolare del ministro delle politiche agricole corrado MARTINANGELO, il direttore generale assessorato agricoltura della campania filippo DIASCO. ne da' notizia un comunicato della fedagri campania, il cui presidente alfonso DI MASSA spiega: "questo confronto e' l'inizio di un percorso che fedagri confcooperative campania ha intrapreso da tempo e che intende rafforzare". "e' il percorso del dialogo costante con le istituzioni, della partecipazione ai processi decisionali e di sviluppo", prosegue, evidenziando che "la volonta' delle nostre istituzioni di guardare, da un lato, al made in campania, aggregando agroalimentare e turismo, e dall'altro di essere sempre piu' parte di un sistema europa, ci trova pronti a dare il nostro contributo". "apprezziamo la sensibilita' che i nostri rappresentanti istituzionali manifestano da qualche tempo verso la cooperazione, anche a milano", aggiunge. (ab)

31 agosto 2015

SISTI (CONAF), GLI AGRONOMI ONORATI PER PAROLE DEL MINISTRO MARTINA

"siamo onorati dalle parole e dall'attenzione del ministro MARTINA, che ha parlato del nostro impegno ad expo e del ruolo di 'veri artigiani del territorio', come ha definito i dottori agronomi e i dottori forestali", afferma il presidente del conaf andrea SISTI, esprimendo soddisfazione per l'articolo, firmato dal ministro, pubblicato da "l'unita'". "il nostro lavoro ad expo prosegue quotidianamente, abbiamo elaborato ulteriori idee per i progetti di sviluppo della carta di milano, il lascito piu' significativo di expo 2015", prosegue SISTI, ricordando che "la carta dovra' essere supportata da progetti concreti, uno su tutti e' lo sviluppo del sito di expo: un grande campus per la ricerca e l'innovazione sul cibo dove ricercatori professionisti e studenti dell'ultimo anno di ogni disciplina si confrontano per studiare problemi globali a cui vanno date risposte globali". per il presidente, e' necessaria "un'agenzia sotto l'egida dell'onu che dia l'opportunita', a tutti i paesi aderenti all'esposizione e non, di continuare l'esperienza dell'esposizione attraverso questa nuova metodologia che parte dal basso, dal confronto e dalla condivisione". "su questo e su altri progetti vogliamo supportare l'esperienza expo contribuendo alle volonta' di cambiamento che cercano risposte", conclude. (ab)

31 agosto 2015

EXPO: ALIMENTAZIONE PER INFANZIA, IL 5 SETTEMBRE CONVEGNO DI GRANAROLO CON RUOCCO E CALZOLARI

sabato 5 settembre, dalle ore 15:00, all'auditorium di palazzo italia all'expo, si terra' un convegno sul tema "alimentazione e sicurezza per l'infanzia nei continenti", promosso da granarolo. ne da' notizia un comunicato, informando che all'incontro, che si aprira' con un'introduzione del direttore della direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del ministero della salute giuseppe RUOCCO, interverra' il presidente di granarolo gianpiero CALZOLARI. (ab)

28 agosto 2015

EXPO: LE INIZIATIVE DELLA COLDIRETTI EMILIA ROMAGNA PER SABATO E DOMENICA

la federazione regionale della coldiretti sara' presente il 29 ed il 30 agosto nella piazzetta emilia romagna, all'expo, "con l'obiettivo di valorizzare le filiere agricole emiliano romagnole ed i prodotti di eccellenza e la biodiversita' regionali, dalle 41 dop e igp ai 378 prodotti tipici iscritti all'albo dei prodotti tradizionali, con indicazioni su come acquistarli direttamente dal contadino". ne da' notizia la federazione, spiegando che domani, dalle 14:00, verra' presentata l'anguria reggiana, il nuovo prodotto della regione "in rampa di lancio" per ottenere l'igp. domenica sara' invece allestita la "prima mostra 'in parallelo' di prodotti tarocchi e prodotti autentici dell'agroalimentare dell'emilia romagna". (ab)

28 agosto 2015

EXPO: AVICOLTURA, LUNEDI' CONFERENZA INTERNAZIONALE SU PREVENZIONE E CONTROLLO DEL CAMPYLOBACTER

la direzione generale della sanita' animale e dei farmaci veterinari del ministero della salute, in collaborazione con l'istituto zooprofilattico sperimentale dell'abruzzo e del molise e l'istituto zooprofilattico sperimentale delle venezie, organizza, per lunedi' 31 agosto, dalle 10:00, alla cascina triulza dell'expo, la conferenza internazionale: "prevention and control of campylobacter in the poultry production system" (prevenzione e controllo del campylobacter nel sistema di produzione del pollame). ne da' notizia il ministero della salute, informando che all'incontro interverranno rappresentanti della commissione europea, dell'autorita' europea per la sicurezza  alimentare (efsa), del centro europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie (ecdc), del laboratorio europeo di riferimento per campylobacter e dei laboratori nazionali di riferimento di alcuni stati membri, oltre a delegazioni di associazioni di produttori e trasformatori. durante la conferenza verranno esposti "i dati piu' recenti sui livelli di contaminazione negli allevamenti di pollame e negli alimenti di origine avicola in europa, l'efficacia delle diverse misure di biosicurezza, i principali fattori di rischio e i punti critici, con particolare attenzione ai sistemi di allevamento in uso", spiega il dicastero. (ab)

28 agosto 2015

EXPO:  LA  CONFCOOPERATIVE LOMBARDIA PRESENTE DAL 31 AGOSTO AL 4 SETTEMBRE

la confcooperative lombardia sara', dal 31 agosto al 4 settembre, alla cascina triulza dell'expo "per parlare di sostenibilita', biodiversita', valorizzazione del territorio, consumo critico, innovazione sociale, rigenerazione urbana e raccontare l'attualita' del modello cooperativo nella sfida per nutrire il pianeta". il 31 agosto, dalle 19:30, nella sala workshop di cascina triulza, sara' presentato il "decalogo del cooperatore 'evergreen'", contenente "dieci regole per rispondere alle domande del cooperatore moderno su etica, lavoro, legalita', partecipazione attiva, sostenibilita' e consumo critico". il 3 settembre, dalle 18:00, nella sala workshop di cascina triulza, si terra' un incontro dal titolo "made in italy? si' grazie!", al quale interverranno, tra gli altri, l'assessore regionale all'agricoltura gianni FAVA, i presidenti di confcooperative maurizio GARDINI, fedagri lombardia fabio PERINI, consorzio di tutela grana padano nicola cesare BALDRIGHI ed il fondatore di eataly oscar FARINETTI. programma iniziative su http://goo.gl/qM9kSG. (ab)

28 agosto 2015 

EXPO: LUNEDI' GIORNATA DI LAVORO "PER UN RAPPORTO NUOVO FRA FIUME E CITTA'", CON GALLETTI, GRASSI

il 31 agosto, dalle 10:30 al centro congressi dell'expo, si svolgera' una giornata di lavoro sul tema "#acquesicure. per un rapporto nuovo fra fiume e citta'", organizzata dal ministero dell'ambiente, dall'unita' di missione del governo #italiasicura e da finmeccanica. all'incontro interverranno, tra gli altri, il ministro dell'ambiente gian luca galletti ed il direttore della struttura di missione di palazzo chigi #italiasicura mauro GRASSI. maggiori dettagli su http://goo.gl/1cSGwF. (ab)

28 agosto 2015

EXPO: LA CIA LOMBARDIA PRESENTE CON LE SUE AZIENDE DALL'1 AL 3 SETTEMBRE

la federazione regionale della cia-confederazione italiana agricoltori sara' all'expo dall'1 al 3 settembre con una delegazione di aziende dell'alta lombardia e della provincia di pavia, che presenteranno la propria attivita' ed offriranno ai visitatori prodotti tipici in degustazione. ne da' notizia la federazione, precisando che l'1 e 2 settembre "sara' il turno delle aziende delle provincie di como, lecco, varese, sondrio, bergamo, che nello spazio cia, situato nei pressi del biodiversity park, esporranno vini della valtellina, la formaggella dop luinese, formaggi freschi di capra e formaggi d'alpe, salumi, l'olio del lago di como, miele e confetture di frutta", mentre il 3 settembre sara' dato spazio alle aziende associate a cia pavia. (ab)

28 agosto 2015

AD EXPO INCONTRO DELLA CIA SU INTERPROFESSIONE CON BUFFARIA, DOSI, BATTELLI, PEREZ, DUPONT

nell'ambito degli incontri che la cia-confederazione italiana agricoltori ha organizzato ad expo, si e' tenuto oggi un confronto sull'interprofessione agricola al quale hanno preso parte il direttore della oi spagnola dell'olio d'oliva teresa PEREZ ed il presidente della oi francese dell'ortofrutta interfel, bruno DUPONT. all'incontro - introdotto e concluso dal vicepresidente della cia antonio DOSI - hanno preso parte bruno BUFFARIA, della commissione europea e nazario BATTELLI, presidente della op ortofrutta italia. tra gli ospiti, il presidente dell'interprofessione italiana dell'olio d'oliva pina ROMANO ed il direttore dell'interprofessione del tabacco carlo SACCHETTO. DOSI, nella sua introduzione, ha sottolineato che "le op offrono molte opportunita', ma le istituzioni e coloro che ne fanno parte devono credervi fortemente". la ue e il mipaaf "devono fare chiarezza sulla applicazione delle norme nei diversi comparti produttivi ed il tempo stringe", ha aggiunto il vicepresidente della cia. BUFFARIA ha ricordato ai presenti le novita' della riforma della pac rispetto al concetto di organizzazione interprofessionale. concetto che - ha puntualizzato il funzionario della dg agri della commissione ue - "per la prima volta viene proposto a livello ue in maniera orizzontale". in questo ambito, "la normativa comunitaria - sempre piu' rivolta al consumatore e all'industria di trasformazione - e' diventata matura, formalizzando i rapporti tra i diversi operatori della filiera onde migliorare la gestione di mercato, puntando a ridurre i costi di transazione e migliorando la qualita' generale, la promozione e il marketing", ha aggiunto BUFFARIA. egli ha insistito sulla "natura strategica" delle oi, strumento "soprattutto per un'agricoltura di qualita' come quella italiana" ed ha fatto riferimento alla "estensione delle regole finora utilizzate per le op". "le oi hanno un ruolo di servizio", ha proseguito ricordando che in ambito ue "c'e' tensione tra la pac, che tende ad aggregare produttori individuali, cartellizzandoli, e la politica della concorrenza, che tende a contrastare questo aspetto della politica agricola". a questo riguardo, il funzionario della dg agri della commissione ue ha ricordato che "quando era commissario europeo per la concorrenza, mario MONTI sosteneva che i produttori possono associarsi fino al punto in cui questo accresce loro efficienza economica". "fino ad alcuni anni fa le interprofessioni erano francesi e  spagnole, mentre gli olandesi avevano uffici di prodotto, poi sciolti tra il 2005 e il 2010. ed ora gli stessi olandesi lavorano per mettere in piedi l'interprofessione, il che dimostra la validita' delle norme su oi", ha aggiunto BUFFARIA. "nel 2017 si fara' un bilancio dei risultati raggiunti e di quelli non raggiunti e si discutera' di come andare avanti", ha infine reso noto informando che, ad oggi, ci sono oi riconosciute solo in spagna, francia e paesi bassi. PEREZ ha sostenuto che il modello di oi che si sceglie, per poter funzionare, deve essere meditato e non frutto di improvvisazione. la oi del settore dell'olio d'oliva nata nel 2002 in spagna ha superato le aspettative, ha spiegato facendo notare che "e' decollata quando i prezzi sono scesi e percio' e' stato necessario trovare obiettivi comuni per vendere piu' olio e meglio". "della oi spagnola dell'olio d'oliva fanno parte 8 realta' rappresentative del 95 per cento di tutta la filiera ed uno degli obiettivi raggiunti e' stata la creazione ci un marchio ombrello per l'olio spagnolo", ha chiarito la rappresentante spagnola. "una delle nostre attivita' e' stata studiare le modalita' per moltiplicare i finanziamenti", ha aggiunto spiegando che esiste una forte collaborazione con il ministero dell'agricoltura, perche' il primo consumatore di olio spagnolo e' il mercato interno. inoltre, e' stata creata un'ambasciata dedicata all'olio d'oliva. "si fa molto lavoro con una struttura leggera ed una delle chiavi del successo e' avere fiducia nel settore, crederci e lavorare tanto", ha concluso PEREZ. l'interprofessione francese ha 40 anni, ha ricordato DUPONT sottolineando che "nonostante il percorso non sia sempre tranquillo, tutti gli attori della filiera vi partecipano. e cio' e' necessario perche' le azioni decise possano essere portate a termine". "l'interprofessione si adatta al mutare dei tempi. il consumatore e' il decisore...e le risposte che vengono date alle sue domande sono fondamentali", ha proseguito DUPONT. "l'interprofessione e' l'unica risposta alla tensione economica. se un intero settore si oppone ad un accordo interprofessionale cio' e' un problema politico", ha aggiunto. a giudizio del rappresentante francese, e' "giusto un orientamento piu' europeo delle oi". "in francia si stanno organizzando delle assise dell'ortofrutta proprio per discutere lo stato dell'arte. vinceremo se tutti gli attori della filiera lavoreranno insieme", ha concluso DUPONT. BATTELLI ha ricordato che ortofrutta italia fu la prima oi del comparto, il cui percorso e' stato sostenuto dal ministro CATANIA. il presidente della oi italiana ha denunciato la mancanza delle procedure operative per il riconoscimento delle oi. "siamo ancora in un contesto di stand by", ha detto ricordando che "oggi e' un anno che ortofrutta italia ha presentato domanda di riconoscimento, in base al regolamento comunitario.... ancora non siamo riconosciuti". "noi abbiamo, piu' di altri paesi, bisogno dell'interprofessione, vista la nostra frammentazione", ha osservato il presidente di ortofrutta italia sostenendo che il ministero dovrebbe essere coprotagonista del processo, visto che e' detentore delle regole. "non e' sostenibile l'approccio burocratico oggi in essere. tutti devono capire che oi non significa cedere sovranita', mentre il ministero deve capire che la oi serve per una migliore organizzazione di mercato, almeno in tre o quattro comparti: a cominciare da frutta e olio", ha aggiunto. "la commissione ue dovrebbe non penalizzare il livello piu' efficace di oi, che e' quello nazionale mentre, invece, negli  atti delegati attuali si sta tornando al passato", ha concluso BATTELLI ricordando ai presenti che in francia i consumi di frutta aumentano. nelle sue conclusioni DOSI ha messo in evidenza l'importanza della promozione, emersa dagli interventi di spagna e francia. "all'appuntamento per la valutazione delle norme ue sulle oi,  bisogna arrivare con qualcosa di concreto", ha avvertito. "il ministero non ha certo brillato per iniziative sui temi delle eccedenze, ma anche l'unione europea non e' stata migliore..... questo, invece deve essere un problema per la politica", ha sottolineato DOSI. "per essere efficace la politica per le oi, la parola chiave deve essere patto", ha concluso.

28 agosto 2015

EXPO: AVVIATE LE INIZIATIVE DELLA FEDAGRI CAMPANIA

e' iniziata oggi la tre giorni di iniziative enogastronomiche e culturali promosse dalla fedagri campania all'esposizione universale di milano, che si svolgeranno negli spazi di cascina triulza. agli appuntamenti parteciperanno, insieme alla fedagri, le organizzazioni dei produttori apooat, la strega dell'olio, apoc salerno, aoa, oro campania, le cooperative agricole e sociali san giorgio carni, futuragro, tonda di giffoni, il germoglio, il consorzio di tutela olio dop colline salernitane e il consorzio di tutela della nocciola giffoni igp. all'inaugurazione dello stand fedagri, svoltasi oggi, ha partecipato, tra gli altri, il presidente nazionale giorgio MERCURI. programma iniziative su http://goo.gl/1ygPJS. (ab)

27 agosto 2015 

EXPO: ANBI, MERCOLEDI' CONVEGNO SU FUTURO CONSORZI BONIFICA SICILIANI, CON CROCETTA, VINCENZI, GARGANO

mercoledi' 2 settembre, dalle 15:00, nella terrazza del padiglione agri expo all'expo, si terra' il convegno "sicurezza territoriale, efficienza dei sistemi irrigui, salvaguardia ambientale: la sfida dei nuovi consorzi di bonifica siciliani", promosso dall'anbi e dall'associazione siciliana dei consorzi ed enti di bonifica e miglioramento fondiario (ascebem). ne da' notizia l'anbi, informando che all'incontro interverranno, tra gli altri, il presidente e l'assessore all'agricoltura della sicilia, rosario CROCETTA e rosaria BARRESI, i presidenti di anbi francesco VINCENZI, ascebem fabrizio VIOLA ed il direttore generale dell'anbi massimo GARGANO. "il concetto di 'nutrire il pianeta' non puo' prescindere dal ruolo dei consorzi di bonifica, il cui impegno quotidiano garantisce acqua irrigua per l'agricoltura, innova in campo energetico ed ambientale, assicura sicurezza idraulica ai territori", sottolinea l'anbi. (ab)

27 agosto 2015 

EXPO: CONFAGRI, L'8 CONVEGNO SU CONTRAFFAZIONE CON MARTINA, LEGNINI, VICARI, DE MICHELI, GUIDI

martedi' 8 settembre, dalle 11:00, nell'auditorium di palazzo italia, all'expo, si svolgera' una conferenza dal titolo "contrabbando e contraffazione: difendiamo la filiera italiana", promossa da confagricoltura e fondazione open. ne da' notizia la confederazione, informando che all'incontro interverranno, tra gli altri, il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, il vice presidente consiglio superiore della magistratura giovanni LEGNINI, il sottosegretario dello sviluppo economico simona VICARI, il sottosegretario dell'economia paola DE MICHELI ed il presidente della confagricoltura mario GUIDI. (ab)

27 agosto 2015 

EXPO: IL 6 CONVEGNO SU AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE DI ROMA, CON GRANIERI, DESTRO, BIAGETTI, HAUSMANN

il 6 settembre, dalle 11:00, nell'auditorium dell'expo, si svolgera' un convegno sul tema "un futuro da coltivare per le aree metropolitane. i nuovi orizzonti dell'agricoltura multifunzionale di roma", promosso dalla regione e dal comune di roma. ne da' notizia un comunicato, informando che al convegno, che si articolera' in quattro sessioni di lavoro, sara' presentata la carta della multifunzionalita' di roma, ed interverranno i presidenti regionali di coldiretti david GRANIERI, confagricoltura claudio DESTRO e cia massimo BIAGETTI ed il direttore generale di azienda romana mercati carlo HAUSMANN. (ab)

27 agosto 2015

EXPO: CIA, VENERDI' INCONTRO SU "STRATEGIE DI SUCCESSO" CON BIANCHI, SCANAVINO, DOSI, BATTELLI. MODERA MARTIRANO

venerdi' 28 agosto, nel padiglione italia di palazzo italia, si svolgera' la quarta giornata della cia-confederazione italiana agricoltori all'expo dedicata al tema "strategie di successo per un'agricoltura che guarda ai mercati". i lavori della giornata si divideranno in due sessioni. durante la sessione mattutina, dalle 10:30, introdotta da una relazione del vicepresidente nazionale della cia antonio DOSI, si terra' una tavola rotonda su "interprofessione: importante strumento di partnership nelle filiere agroalimentari. cosa serve perche' diventi reale soggetto di governo ed equilibrio dei mercati"; alla tavola rotonda, moderata dal direttore responsabile di agra press letizia MARTIRANO, interverranno, tra gli altri, il capo dipartimento delle politiche competitive del mipaaf luca BIANCHI ed il presidente di ortofrutta italia nazario BATTELLI. concludera' i lavori il presidente della cia dino SCANAVINO. dalle 14:30 si terra' invece l'assemblea dell'associazione "la spesa in campagna" della cia, che vedra' l'intervento, tra gli altri, del presidente matteo ANTONELLI e le conclusioni di SCANAVINO. (ab)

26 agosto 2015 

EXPO: LE INIZIATIVE DEL CSO PER "MR FRUITNESS"

il centro servizi ortofrutticoli (cso) ha diffuso il calendario delle iniziative che si svolgeranno all'expo dal 4 al 10 settembre, nell'area di palazzo italia, al cardo nord ovest. nel corso degli appuntamenti, nell'ambito del programma "mr fruitness", "grandi aziende e grandi sportivi promuoveranno la salute ed il benessere con frutta e sport", spiega il cso. calendario su http://goo.gl/Ea66me. (ab)

26 agosto 2015 

EXPO: COLDIRETTI PRESENTA ASSOCIAZIONE CONIGLIO ITALIANO. MONCALVO, CONIGLI ALLEVATI -47%

"la 'fattoria italia' sta perdendo pezzi importanti, con il numero di conigli allevati che e' praticamente dimezzato, in calo del 47% negli ultimi 25 anni", rende noto la coldiretti sulla base di uno studio diffuso in occasione della presentazione, svoltasi all'expo, dell'associazione del coniglio italiano. alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della regione fvg debora SERRACCHIANI, ed i presidenti di coldiretti roberto MONCALVO ed associazione coniglio italiano zeno ROMA. "per difendere il valore tradizionale e gastronomico dell'allevamento del coniglio, a cui sono dedite non solo aziende professionali, ma anche una miriade di aziende/famiglie a fini di autoconsumo, occorre sensibilizzare i cittadini sull'alto contenuto nutrizionale e salutistico della carne, ma anche lavorare sulla trasparenza con la tracciabilita' dell'origine", ha detto MONCALVO. "ad oggi - ha proseguito - non e' obbligatorio indicare in etichetta la provenienza della carne di coniglio con il rischio che venga spacciata per italiana quella importata". "l'italia, che e' leader europeo nella produzione, ha il dovere di lavorare per accelerare il percorso comunitario, che ha gia' portato all'etichettatura obbligatoria degli altri tipi di carne, da quella bovina a quella di pollo", ha proseguito, evidenziando che, a suo avviso, si tratta di un "obiettivo che potra' piu' facilmente essere raggiunto con la nascita della nuova associazione del coniglio italiano, che si pone tra i propri obiettivi la redazione di un disciplinare volontario per le carni di coniglio e la contestuale proposta di utilizzo di un marchio distintivo 'coniglio italiano'". (ab)

26 agosto 2015

SCANAVINO (CIA) AD EXPO, COLTIVARE TERRA PER ALIMENTARE SPERANZA E NUTRIRE PIANETA

con i progetti di ases "abbiamo dimostrato che un modello alternativo e' possibile: coltivare la terra per alimentare la speranza e nutrire davvero il pianeta", ha affermato il presidente della cia-confederazione italiana agricoltori dino SCANAVINO, intervenendo all'iniziativa "dalla terra la sola speranza di pace e sviluppo", svoltasi ad expo ed organizzata da ases, l'ong promossa dalla confederazione, che opera da anni in tutte le zone svantaggiate del mondo e oggi ha illustrato un progetto mondiale di cooperazione. "l'esodo della disperazione si puo' fermare soltanto con l'agricoltura", ha spiegato il presidente, ad avviso del quale "e' indispensabile operare per creare attraverso l'attivita' agricola, attraverso la valorizzazione delle comunita' rurali e la promozione dei prodotti identitari dei diversi paesi una migliore condizione di vita delle popolazioni". "la tragedia dei migranti che si sta consumando sulla sponda sud del mediterraneo impone di trovare soluzioni durature capaci di ricostruire un tessuto economico e sociale tale da scongiurare la fuga disperata di quelle popolazioni", ha proseguito. "noi abbiamo il dovere di contribuire alla crescita di quei paesi; di rafforzare, attraverso l'impostazione di nuovi e maggiori programmi di cooperazione agricola, una politica di sviluppo sostenibile tale da offrire alle popolazioni, e soprattutto ai giovani di quei paesi, una prospettiva", ha aggiunto SCANAVINO. "bisogna operare in tre direzioni: migliorare le condizioni di vita delle popolazioni rurali, diffondere istruzione per consolidare know-how, rendere piu' produttive le colture, anche attraverso l'uso della tecnologia e della ricerca. questo e' cio' che facciamo con ases", ha asserito il presidente. "credo - ha detto - che l'esperienza di ases sia la piu' sintonica con l'idea di expo: nutrire il pianeta, energie per la vita". "va assicurato reddito alle imprese e protagonismo sociale agli agricoltori, innanzitutto per sfamare il pianeta ma, affinche' il diritto al cibo non sia un generico appello a risolvere l'emergenza alimentare, bisogna ridisegnare una mappa del nuovo sviluppo mondiale capace di soddisfare da un lato la richiesta di cibo e, dall'altro, di preservare le risorse naturali", ha sottolineato. "e' necessario, quindi, rafforzare nel contempo la lotta a pratiche come il 'land grabbing', come la privatizzazione delle risorse idriche, come la riduzione delle specialita' agricole a commodity, che sono l'estrinsecazione di un modello che depaupera il pianeta, non risolve la questione alimentare e mortifica la centralita' del valore agricolo", ha concluso SCANAVINO. (ab)

25 agosto 2015 

EXPO: COLDIRETTI, DOMANI MONCALVO ED ERMACORA PRESENTANO ASSOCIAZIONE CONIGLIO ITALIANO, CON SERRACCHIANI E SHAURLI

domani, dalle 10:30, nel padiglione della coldiretti all'expo, nel cardo sud, i presidenti di coldiretti nazionale, roberto MONCALVO e friuli venezia giulia, dario ERMACORA, alla presenza del presidente della regione fvg e dell'assessore regionale all'agricoltura debora SERRACCHIANI e cristiano SHAURLI, presenteranno l'associazione coniglio italiano, di cui e' presidente nazionale il friulano zeno ROMA. ne da' notizia la coldiretti, informando che "con i rappresentanti delle istituzioni ed i produttori si parlera' degli aspetti economici ed occupazionali della filiera, ma anche delle sfide che deve affrontare il settore per poter continuare ad offrire piatti simbolo del made in italy alimentare". "saranno anche presenti nutrizionisti per far conoscere le proprieta' della carne di coniglio, mentre saranno ai fornelli gli chef che offriranno per l'occasione speciali ricette del territorio" e "sara' anche presentata una importante collaborazione con il banco alimentare per dare anche alle categorie piu' deboli l'opportunita' di gustare uno dei piatti piu' apprezzati della gastronomia italiana", conclude la confederazione. (ab)

25 agosto 2015

EXPO: CONFAGRI, "LA PIZZA, 'CAPOLAVORO' UNIVERSALE" GRAZIE ANCHE A LOGISTICA EFFICIENTE E SOSTENIBILE

"la pizza ed i suoi ingredienti principali muovono un giro d'affari non irrilevante nel commercio nazionale e internazionale dell'agroalimentare e la freschezza e l'integrita' dei prodotti giocano un ruolo fondamentale per il rispetto della tipicita' di questo simbolo del made in italy, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo", sottolinea la confagricoltura, spiegando che per questo motivo all'iniziativa "la pizza, capolavoro universale", che la confederazione organizza, in collaborazione con agugiaro e figna molini-le 5 stagioni, cirio, azienda colavita e granarolo, partecipera' anche uir (unione interporti riuniti), l'associazione nazionale di categoria che riunisce la totalita' degli interporti italiani. l'appuntamento e' per martedi' 1 settembre, nell'ambito delle iniziative ad expo 2015, nella splendida location della casa degli atellani, dove e' stata riportata in vita la vigna appartenuta a leonardo da vinci. "il sistema agroalimentare guarda con vivo interesse agli interporti, ovvero alle strutture di interscambio delle merci (autotrasporto, ferrovia) e di interconnessione con la gdo e le dogane, costituite presso i principali centri urbani e di snodo del paese", sottolinea la confagricoltura, rimarcando che "il loro ruolo, infatti, non si limita al mondo della logistica e dei trasporti, ma investe pienamente anche la componente energetica, con il concreto contributo che infrastrutture, come quelle interportuali, danno per la riduzione dei carichi energetici; per la produzione di energia da fonti rinnovabili e, piu' in generale, per la promozione di politiche sostenibili di gestione della mobilita' e della pianificazione territoriale". (ab)

25 agosto 2015

AD EXPO INAUGURAZIONE  DELLA SUMMER SCHOOL EMILIO SERENI CON PIGNEDOLI, SCANAVINO, SOLIANI

e' dedicata ai paesaggi del cibo la VII edizione della summer school emilio sereni, promossa dall'istituto alcide cervi e dalla biblioteca archivio emilio sereni. l'inaugurazione e' prevista per martedi' 25 agosto ad expo (ore 15:30, sala convegni teatro della terra-biodiversity park). intervengono la presidente dell'istituto alcide cervi albertina SOLIANI, la vicepresidente della commissione agricoltura al senato leana PIGNEDOLI, il presidente della cia dino SCANAVINO, il direttore della summer school rossano PAZZAGLI, il responsabile scientifico massimo MONTANARI e ibanes VALERIANI,  meteorologo.

24 agosto 2015

AD EXPO CONFAGRICOLTURA FESTEGGIA LA PIZZA

martedi' 1 settembre appuntamento con "la pizza, "capolavoro universale", che confagricoltura, in collaborazione con agugiaro e figna molini-le 5 stagioni, cirio, azienda colavita e granarolo organizza nell'ambito delle iniziative ad expo 2015, nella splendida location della casa degli atellani, dove e' stata riportata in vita la vigna appartenuta a leonardo da vinci, in corso magenta a milano. in tale occasione si incontreranno agricoltori e pizzaioli, che sono le due figure professionali a cui si deve una delle piu' amate pietanze nel mondo, frutto dell'ingegno italiano. c'e' un legame che unisce il pomodoro a expo: quando nel 1867 apparve la banda stagnata, francesco cirio presento' ufficialmente all'esposizione universale di parigi - vetrina del progresso industriale - il suo metodo di conservazione in barattolo (che ancora oggi e' il piu' utilizzato); in particolare, inizio' ad inscatolare i piselli, per poi proseguire con i pomodori pelati, che divennero presto una specialita' dell'export italiano in tutto il mondo", sottolinea l'organizzazione.

24 agosto 2015

EXPO: FEDAGRI CAMPANIA TORNA DA OGGI IL 28 TAVOLA ROTONDA CON MERCURI

fedagri confcooperative campania torna ad expo da oggi al 30 agosto, negli spazi di cascina triulza con le organizzazioni dei produttori apooat, la strega dell'olio, apoc salerno, aoa, oro campania, le cooperative agricole e sociali il germoglio, san giorgio carni, futuragro, tonda di giffoni, il consorzio di tutela dop colline salernitane e il consorzio di tutela della nocciola giffoni igp. venerdi' 28 agosto, a partire dalle 18:30, e' prevista una tavola rotonda con giorgio MERCURI, presidente nazionale fedagri-confcooperative; corrado MARTINANGELO (mipaaf); filippo DIASCO, dg assessorato agricoltura campania; francesco PICARONE, consigliere delegato del presidente  della campania DE LUCA; federico CAPUANO, dell'istituto zooprofilattico del mezzogiorno; maria patrizia STASI, presidente di confcooperative campania. la tavola rotonda si concludera' con una cena-degustazione di prodotti cooperativi campani, che sara' preparata in collaborazione con cir food, cooperativa italiana di ristorazione. spiega alfonso DI MASSA, presidente della fedagri campania: "torniamo ad expo forti dell'esperienza di maggio e con il medesimo spirito, ovvero non di prendere necessariamente qualcosa, ma anche di testimoniare un modo di fare impresa".

24 agosto 2015

EXPO: ASSESSORE DI GIOIA INAUGURA LO SPAZIO DEDICATO ALLA PUGLIA

"con la partecipazione al piu' grande evento mondiale dedicato all'alimentazione consolidiamo il brand puglia e l'identita' dei prodotti agroalimentari pugliesi, capaci di descrivere la bravura e la passione dei nostri operatori, impegnati, insieme a noi, in un percorso di qualita' e sostenibilita' per garantire ai consumatori la corretta provenienza dei prodotti, il controllo della filiera e il rispetto per l'ambiente", ha affermato leonardo DI GIOIA, assessore alle risorse agroalimentari della puglia, presente all'inaugurazione dello spazio puglia, ad expo. "abbiamo investito nella valorizzazione delle eccellenze del territorio: il vino, ma anche l'olio extravergine, che abbiamo saputo associare a un percorso di innovazione, processo e prodotto. abbiamo sperimentato che agricoltura ed enogastronomia sono il valore aggiunto della nostra offerta turistica. e ora siamo qui a raccontare le nostre radici identitarie piu' autentiche, la tradizione contadina e rurale della puglia, la nostra storia produttiva", ha detto.

24 agosto 2015

EXPO: CONAF, ZARI E DIAMANTI INCONTRANO MINISTRO AGRICOLTURA CILE, FURCHE

una delegazione della waa world association of agronomists con la vice presidente del conaf rosanna ZARI e la consigliera sabrina DIAMANTI ha incontrato il ministro dell'agricoltura del cile carlos FURCHE in visita ad expo milano 2015 per la settimana dell'agricoltura familiare cilena. "un incontro molto significativo - ha detto  ZARI - poiche' FURCHE e' stato nel suo paese uno degli uomini che ha contribuito maggiormente, attraverso il suo operato all'interno del ministero ad introdurre agricoltura di qualita' e innovazione, in particolare culture di pregio come i frutti in sostituzione delle colture estensive, quali mais e grano. ha sviluppato numerosi accordi commerciali con vari paesi per incrementare le esportazioni agroalimentari, il cile infatti esporta proprio nel nostro paese molta frutta a stagionalita' inversa", ha detto la vicepresidente. "tecnicamente e' un paese interessante dal punto di vista fitosanitario, poiche', grazie alle condizioni climatiche, e' isolato e protetto dall'attacco dei parassiti da barriere naturali, montagne, deserto, oceano, che ne impediscono la diffusione", ha aggiunto ZARI. la waa, associazione mondiale degli agronomi, nel 1994 ha avuto le sue origini in cile. in virtu' delle relazioni avviate, la waa ha invitato il ministro cileno al VI congresso mondiale, in programma dal 14 al 18 settembre ad expo.

6 agosto 2015

EXPO: COLDIRETTI, L'8 AGOSTO ASSEGNAZIONE DELLE BANDIERE DEL GUSTO 2015

la classifica dei primati enogastronomici con l'assegnazione delle "bandiere del gusto 2015" e la piu' ricca esposizione della variegata offerta delle localita' turistiche italiane durante quest'estate, ma anche l'analisi coldiretti/ixe' su "le vacanze italiane nel piatto", saranno presentate sabato 8 agosto dalle ore 09:30 a milano expo, al padiglione coldiretti. con le bandiere del gusto viene tracciata l'unica mappa del patrimonio enogastronomico regionale dell'italia che ha il primato mondiale per qualita' e varieta' dei tanti prodotti tipici che rappresentano il vero motore della vacanza made in italy, per italiani e stranieri. l'analisi coldiretti/ixe' svelera' lo stretto rapporto tra le vacanze in italia e il cibo con la forte capacita' di attrazione, il suo impatto economico sulla spesa dei turisti, ma anche quali sono le nuove tendenze, le preferenze a tavola o nell'acquisto di prodotti tipici.

6 agosto 2015

EXPO: CONFAGRICOLTURA, APPUNTAMENTI CON LA SOSTENIBILITA' DAL 14 SETTEMBRE AL 10 OTTOBRE

in occasione di expo 2015, confagricoltura promuove un ciclo di appuntamenti con la sostenibilita', che si svolgeranno fra il 14 settembre e il 10 ottobre 2015 a milano, nella vigna di leonardo-casa degli atellani, all'auditorium di palazzo italia e al parco tecnologico padano di lodi. temi chiave: filiere sostenibili dell'orticoltura, della vitivinicoltura e della distillazione, nutraceutica, il biometano nelle strategie clima-energia, agricoltura di precisione; senza trascurare l'agricoltura sociale e l'attenzione ai territori, con la presentazione dell'iniziativa "chef to chef" dell'emilia romagna e del progetto "spighe verdi" sulla sostenibilita' dei comuni agricoli del nostro paese. l'iniziativa rientra nel programma ecocloud: la rete delle buone pratiche sostenibili a cui hanno aderito piu' di cento imprese agricole di confagricoltura. gli appuntamenti sono organizzati in partnership con: crea, accademia nazionale di agricoltura, basf, rolli, snam, chef to chef, cib, fee, bonollo, topcon.

6 agosto 2015

EXPO: TOSI (CONFAGRI E.ROMAGNA), ANCHE NOI IN VIAGGIO VERSO L'ESPOSIZIONE

parte domani, 7 agosto, da rimini, il progetto  "l'emilia romagna in viaggio verso expo", organizzato dall'associazione cheftochef emiliaromagnacuochi e dalla regione emilia romagna, per rivivere nel movimento le tradizioni di un territorio che e' sempre stato di passaggio e manifesta una ricca commistione di culture, storie e gusti. anche gli 11mila imprenditori agricoli di confagricoltura emilia romagna - partner del progetto - saranno lungo il percorso, da rimini a milano, per valorizzare un patrimonio di qualita' che vale 25 miliardi di euro con un giro d'affari legato all'export pari a 5,5 miliardi. "produttori, industriali e cuochi per la prima volta insieme a tutte le realta' istituzionali dell'emilia romagna con l'obiettivo di comunicare al mondo, ai tempi di expo e proseguendo anche dopo, la ricchezza di un territorio simbolo del cibo made in italy", ha detto il presidente gianni TOSI, sottolineando che "l'agricoltura produttiva nutre il pianeta e la sfida globale si giochera' in futuro sulla capacita' di fare sistema e aggregazione e sulle abilita' imprenditoriali degli emiliano romagnoli sempre piu' orientate alla conquista di nuovi mercati".

6 agosto 2015

EXPO:  L'8/9 CONVEGNO CONFAGRI SU CONTRABBANDO E CONTRAFFAZIONE CON VICARI, DE MICHELI, LEGNINI, GUIDI

confagricoltura e fondazione open hanno organizzato una conferenza su "contrabbando e contraffazione: difendiamo la filiera italiana", che si terra' martedi' 8 settembre, dalle ore 11:00, nell'auditorium di palazzo italia, all'interno di expo milano 2015. interverranno: mario GUIDI, presidente di confagricoltura; adrio DE CAROLIS, amministratore delegato swg; giovanni LEGNINI, vice presidente del consiglio superiore della magistratura; maurizio BERNARDO, presidente della commissione finanze della camera; simona VICARI, sottosegretario allo sviluppo economico; paola de MICHELI, sottosegretario all'economia e delle finanze. conclusioni di maurizio MARTINA, ministro delle politiche agricole.

5 agosto 2015

EXPO: CIA, RISCOPRIRE FRUTTI ANTICHI CON L'AIUTO DI PIERO DELLA FRANCESCA E PINTURICCHIO

il lavoro di ricerca della fondazione "archeologia arborea" ha individuato in dieci capolavori umbri altrettante antiche cultivar di frutta. la mostra, presentata dalla cia ed ospitata al biodiversity park ad expo fino al 12 agosto, nasce da un lavoro di ricerca svolto dalla fondazione "archeologia arborea" (www.archeologiaarborea.org, san lorenzo di lerchi, citta di castello, perugia) animata da isabella DELLA RAGIONE, che ha una sua collezione di oltre 400 cultivar di frutti antichi e autoctoni. lo scopo della mostra e' illustrare il valore culturale della coltivazione di frutti antichi, di far soffermare l'attenzione sull'agricoltore custode, ma anche di stimolare nuove ricerche sul connubio ambiente-rurale manifestazioni d'arte. la cia - anche dall'expo - ha ribadito l'opportunita' che le imprese agricole si facciano custodi e promotrici del patrimonio storico, archeologico e artistico del paese. in questo patrimonio rientrano a pieno titolo anche le cultivar antiche. sottolinea DELLA RAGIONE: "questa mostra, che nasce da un nostro progetto di ricerca, mette in luce come il paesaggio rurale rappresentato dai pittori costituisce un immenso catalogo culturale e storico dove leggere le varie epoche e i diversi passaggi umani, ambientali, economici. come una fotografia animata della nostra storia antica e piu' recente; la forma piu' evidente della nostra cultura, che e' stata fino a pochi decenni fa rurale e profondamente legata alla terra e a chi la lavorava. un elemento fondamentale di questa cultura rurale e del paesaggio, erano le piante da frutto, che erano nutrimento per tanti e per tutto l'anno, ma erano anche molto di piu': erano un costituente stesso del paesaggio, dunque un elemento di identita' e un fondamento della biodiversita'". la proposta di cia al ministro FRANCESCHINI di affidare alle imprese agricole la custodia e la valorizzazione dei siti storico artistici trova fondamento ed esemplificazione anche in questa mostra, sottolinea l'organizzazione.

4 agosto 2015 

EXPO: UNAPROL, DOMANI ALLE 19 INCONTRO SULL'OLIO UMBRO CON AGABITI E FURIA

nel viaggio tra le filiere tracciate unaprol ad expo 2015, questa e' la settimana dedicata all'umbria. l'appuntamento e' fissato alle ore 19:00 del 5 agosto nell'area attrezzata da unaprol ad agriexpo, all'ingresso sud del cardo. intervengono il presidente di coldiretti umbria albano AGABITI e il direttore diego FURIA. introduce i lavori michele BUNGARO, responsabile delle relazioni istituzionali di unaprol.

4 agosto 2015 

EXPO: CONFAGRICOLTURA FESTEGGIA LA PIZZA

quattro prodotti di eccellenza della nostra agricoltura, grano, pomodoro, olio extravergine d'oliva, mozzarella. e il genio italiano. questi gli ingredienti del "capolavoro" del made in italy agroalimentare piu' conosciuto e amato in tutto il mondo: la pizza. a questi prodotti e al talento degli uomini che li hanno resi famosi, i pizzaioli, e' dedicata l'iniziativa "la pizza, capolavoro universale", che confagricoltura, in collaborazione con agugiaro e figna molini-le 5 stagioni, cirio, azienda colavita e granarolo, organizza nell'ambito delle iniziative ad expo 2015, martedi' 1 settembre, nella splendida location della casa degli atellani, dove e' stata riportata in vita la vigna appartenuta a leonardo DA VINCI, in corso magenta a milano. la valorizzazione dello stile italiano, il connubio tra agricoltura, cultura, arte e tradizione gastronomica, come parte di un universo unico, e' il messaggio, sintetizzato anche nel nuovo pay off che accompagna il logo, con cui confagricoltura e' presente ad expo 2015. per presentare e far conoscere al mondo il suo modello di agricoltura e portare un contributo concreto al grande tema dell'esposizione, "nutrire il pianeta. energia per la vita". ed e' per questo che ha scelto la casa degli atellani, partecipando al recupero della vigna di leonardo, per il suo "fuori expo". "il luogo ideale per far conoscere ai visitatori di expo i nostri 'capolavori' - ha detto il presidente di confagricoltura mario GUIDI - frutto dell'ingegno, dell'inventiva e della laboriosita' che hanno reso famoso il nostro paese nel mondo e che nel grande genio di leonardo DA VINCI hanno trovato l'apice della loro espressione". la pizza e' uno di questi "capolavori" ed e' per questo che confagricoltura ha voluto dedicarle un evento tutto suo. la giornata, riservata ad ospiti, operatori, buyer e alla stampa, prevede momenti di approfondimento sulle diverse filiere che compongono questo prodotto, con brevi presentazioni e materiali di comunicazione per far conoscere e valorizzare gli ingredienti essenziali della pizza made in italy, ovvero fatta con prodotti rigorosamente italiani, e un grande "pizza show", con degustazione firmata dai piu' famosi pizzaioli d'italia e del mondo, condotta dal critico gastronomico luigi CREMONA.

3 agosto 2015

EXPO: CECCHINI (UMBRIA) INTERVIENE A CONVEGNO SU SVILUPPO LOCALE TERRITORI RURALI E COSTIERI

l'assessore all'agricoltura dell'umbria fernanda CECCHINI e' intervenuta ad un convegno, svoltosi ad expo, sul tema "la governance dello sviluppo locale dei territori rurali e costieri-l'alimentazione ed i servizi per le popolazioni rurali e costiere". "e' un'iniziativa decisamente importante aver portato ad expo i governi territoriali, anche perche', attraverso queste iniziative, si contribuisce a dare forza e legittimazione ai progetti che i territori stessi esprimono", ha detto CECCHINI. "l'umbria ha cinque gal che, per la programmazione in corso, potranno contare su risorse pari a 50 milioni di euro da investire in progetti vari, come ad esempio la creazione di reti per la rivalutazione dei borghi, per la coesione sociale, per rafforzare i servizi ai cittadini, e per tutto cio' che e' utile al rilancio dei territori rurali", ha spiegato. "per raggiungere questi obiettivi bisogna selezionare i temi su cui lavorare e soprattutto fare rete tra i territori, anche tra regioni europee, senza aver paura di mettersi in contatto con il resto del mondo", ha concluso l'assessore. (ab)

31 luglio 2015

EXPO: FEDAGRI PIEMONTE, TURINA PRESENTA APP "QUI DA NOI"

la responsabile nazionale del progetto "qui da noi-cooperative agricole" rossana TURINA ha presentato oggi, nell'ambito del convegno "comunicazione 2.0-una nuova app per comunicare i prodotti enogastronomici piemontesi", svoltosi alla cascina triulza ad expo, le "iniziative realizzate dal piemonte, con particolare riferimento ai diversi tour con giornalisti e food blogger nelle cooperative agricole piemontesi" e la app "qui da noi", scaricabile su apple e play store. "dal 2013 ad oggi sono stati due i tour realizzati in piemonte che hanno cosi' dato il via alle attivita' di comunicazione 2.0", ha spiegato TURINA, sottolineando che l'app e' "completamente dedicata ai prodotti enogastronomici piemontesi" e scaricandola "sara' possibile scoprire tante curiosita', storie, ricette, tutte legate ai prodotti piemontesi". le iniziative della fedagri rappresentano "una esperienza di intersettorialita' cooperativa, dalle cooperative agricole a quelle di cultura e di turismo che ha portato anche alla proposta di tour enogastronomici alla scoperta delle eccellenze della cooperazione, di territori bellissimi e ancora poco conosciuti, di gusti unici", ha aggiunto, precisando che "il progetto parte dal piemonte, ma guarda gia' piu' lontano, con il coinvolgimento progressivo delle altre regioni italiane". "una cooperativa, registrata come 'tour operator', promuovera' i tour cooperativi in tutto il mondo", aggiunge la fedagri. "abbiamo messo insieme le esperienze e le attivita' di questi ultimi anni", ha affermato TURINA osservando che "il piemonte e' stato innovativo e ha iniziato a guardare alla comunicazione 2.0. oggi siamo in grado offrire un servizio completo alle cooperative del territorio per valorizzare il loro splendido lavoro, a tutto vantaggio della offerta turistica ed enogastronomica di qualita'. anche grazie a questo progetto, sara' piu' semplice per tutti 'incontrare' un mondo di gusto e di cultura troppo a lungo rimasto nascosto". "l'invito e' di 'giocare' con la nostra app 'qui da noi' per scoprire l'italia piu' buona!", ha concluso. (ab)

31 luglio 2015

EXPO: FEDERBIO, II INCONTRO FORUM INTERNAZIONALE DEL BIOLOGICO. CARNEMOLLA, PUNTARE SU ALIMENTI BIO

un comunicato stampa della federbio rende noto che si e' svolto al parco della biodiversita', ad expo, il secondo incontro del forum internazionale "il biologico nutrira' il pianeta", durante il quale e' stato approfondito il legame tra corretta alimentazione e salute. durante l'incontro - secondo quanto riporta la federbio - e' stato sottolineato che "gli alimenti devono presentare un profilo nutrizionale ineccepibile ed essere inseriti in uno stile di vita che preveda un'alimentazione complessivamente corretta dal punto di vista qualitativo e quantitativo". "fra gli scopi dell'agricoltura biologica - afferma il presidente della federbio paolo CARNEMOLLA - c'e' anche quello di produrre alimenti con una qualita' nutrizionale elevata, non solo non contaminati da pesticidi e sostanze chimiche di sintesi impiegate in agricoltura, dunque i prodotti biologici si inseriscono a pieno titolo nella discussione in atto a livello mondiale sulla necessita' di garantire con i cibi alla popolazione non solo apporto calorico, ma anche nutrienti". "l'affermazione dell'agricoltura biologica come modello di innovazione dell'agricoltura a scala globale non potra' avvenire se nel contempo non si modificheranno i modelli alimentari nella direzione di un'alimentazione piu' equilibrata e sostenibile, dunque anch'essa biologica", conclude il presidente. (ab)

31 luglio 2015 

EXPO: IL PROGRAMMA DELLA CONFCOOP LOMBARDIA A CASCINA TRIULZA

la confcooperative lombardia partecipera' all'expo, nella settimana dal 31 agosto al 4 settembre, insieme alla federazione lombarda delle banche di credito cooperativo, con un "ricco palinsesto di appuntamenti dedicati alla cooperazione", che si terranno a cascina triulza, il padiglione della societa' civile, di cui confcooperative e' official sponsor. il programma completo delle iniziative e' consultabile su http://goo.gl/jBb4CK. (ab)

31 luglio 2015 

EXPO: PET THERAPY, CONVEGNO PROMOSSO DA MINISTERO SALUTE, COLDIRETTI E CODACONS

un comunicato stampa del ministero della salute rende noto che "si e' svolto al padiglione della coldiretti all'expo un convegno organizzato da rete italiana iaa in collaborazione con il ministero della salute, coldiretti e codacons sugli interventi assistiti con gli animali". "nell'occasione sono state presentate le linee guida nazionali sugli interventi assistiti con gli animali, fortemente volute dal sottosegretario alla salute vito DE FILIPPO", informa il ministero, spiegando che nel video messaggio di apertura del convegno il sottosegretario ha sottolineato come "con l'approvazione da parte della conferenza stato regioni e province autonome dell'accordo ed allegate linee guida in materia di interventi assistiti con gli animali (iaa), l'italia pone una pietra miliare e si contraddistingue quale primo paese al mondo ad avere stabilito una norma di riferimento nel contesto della mediazione uomo-animale". "gli animali domestici possono svolgere un importante ruolo di mediatori nei processi terapeutico-riabilitativi ed educativi e il loro coinvolgimento, in ambito terapeutico, avra' sempre una maggiore diffusione, uscendo dall'empirismo iniziale e seguendo sempre piu' un approccio scientifico", ha aggiunto DE FILIPPO. (ab)

30 luglio 2015

EXPO: MONCALVO (COLDIRETTI) E BIASONI (CHEF EXPRESS) PRESENTANO LE "OASI AGRICOLE IN AUTOSTRADA"

il presidente della coldiretti roberto MONCALVO ed il direttore generale di chef express cristian BIASONI hanno presentato oggi al padiglione della confederazione ad expo, la "prima rete delle oasi agricole in autostrada", realizzata nell'ambito di un accordo fra coldiretti-fai e chef express, la societa' del gruppo cremonini per la gestione delle aree di servizio. l'intesa "prevede che nei punti di ristoro vengano organizzate delle vere e proprie oasi di prodotti alimentari che arrivano dalle aziende agricole del territorio", spiega la confederazione, informando che "la prima fase prevede il coinvolgimento di 9 aree fra emilia romagna e lazio: la pioppa est (autostrada A1, bologna borgo panigale, in direzione milano), san martino ovest (autostrada A1 a parma, direzione bologna), santerno ovest (autostrada A14, tra imola e faenza, direzione ancona), feronia ponte (A1 roma nord), frascati ponte (A1 roma sud), trebbia sud (A21 piacenza), tevere est (A1 direzione nord, tra attigliano e orvieto), fabro est (A1 direzione nord, tra orvieto e fabro) e montefeltro est (A14 direzione nord riccione)". "a disposizione degli automobilisti ci saranno oltre 80 tipi di prodotti: dai vini all'olio extra vergine d'oliva, dalla pasta di farro a quella all'uovo, dai biscotti alle conserve dolci e salate, oltre a salse, sott'oli, gelatine e piante aromatiche", spiega l'organizzazione, evidenziando che "saranno tutti prodotti fai, firmati dagli agricoltori italiani, per garantire sia la qualita' che la trasparenza della filiera ai viaggiatori che si fermeranno in quelle aree di servizio". "saranno circa 30 milioni - sottolinea la coldiretti sulla base di un'analisi condotta in collaborazione con ixe' - gli italiani adulti che andranno in vacanza questa estate, con una spesa media di 504 euro a persona, ma nel dettaglio il 33% delle famiglie spendera' tra i 500 ed i mille euro a persona, il 3% tra i mille ed i duemila, mentre una minoranza dell'1% oltre i duemila euro, con il 4% che invece preferisce non rispondere". "un terzo del budget delle vacanze e' destinato all'alimentazione ed all'acquisto di souvenir enogastronomici", fa notare la coldiretti, aggiungendo, sempre sulla base dell'analisi, che "quasi un italiano su tre (28%) in vacanza rimane nella propria regione di appartenenza, con ben il 6% che ha scelto destinazioni piu' vicine rispetto allo scorso anno". "l'82% dei vacanzieri restera' in italia anche per la spinta dei recenti fatti di cronaca, oltre che per ragioni economiche" e "tra chi va all'estero ben il 20% ha scelto un altro paese europeo e solo una minoranza residuale paesi extracomunitari", aggiunge la confederazione. "si accorciano le distanze e si riducono anche i tempi, con il 18% dei vacanzieri che ha pianificato una durata inferiore ai tre giorni, il 27% da 4 giorni ad una settimana, il 26% da una a due settimane, il 13% da due a tre settimane, il 6% da tre a quattro settimane e il 5% oltre un mese, tra quelli che hanno gia' deciso", conclude la coldiretti. (ab)

30 luglio 2015

EXPO: SCORDAMAGLIA, IN 3 MESI SUPERATI I 2000 INCONTRI CON BUYER INTERNAZIONALI

"siamo estremamente soddisfatti del ruolo baricentrico coperto dall'industria alimentare italiana all'interno di expo. esso e' stato apprezzato anche da tutti i capi di stato finora intervenuti alla manifestazione, che conferma il settore agroalimentare italiano come un modello 'centrale' per il food and beverage del mondo, come evidenziato anche dalle dichiarazioni del presidente di expo2015 diana BRACCO", ha affermato il presidente di federalimentare luigi SCORDAMAGLIA nel tracciare un primo bilancio della presenza dell'industria alimentare italiana alla esposizione universale. "finora - ha precisato SCORDAMAGLIA - abbiamo avuto 8 incoming con oltre 160 buyer provenienti da 32 paesi, che si sono tradotti in piu' di 2000 incontri b2b. ci aspettiamo di raddoppiare ampiamente queste iniziative e presenze entro fine ottobre".

30 luglio 2015 

EXPO: "OASI AGRICOLTORI" IN AUTOSTRADE. LE PRESENTANO DOMANI MONCALVO (COLDIRETTI) E BIASONI (CHEF EXPRESS)

domani, giovedi' 30 luglio, dalle 12:30, nella terrazza del padiglione coldiretti ad expo, il presidente della confederazione roberto MONCALVO ed il direttore generale di chef express (gruppo cremonini) cristian BIASONI presenteranno la "mappa del gusto agricolo lungo le strade delle vacanze". ne da' notizia l'organizzazione, spiegando che l'iniziativa "nasce da un accordo fra coldiretti-fai e la catena chef express del gruppo cremonini, che ha scelto di puntare sui prodotti del territorio garantiti dal marchio fai (firmato dagli agricoltori italiani)". grazie a questa iniziativa verranno allestite delle "oasi degli agricoltori" nelle aree di servizio lungo le autostrade nei giorni dell'esodo estivo. (ab)

29 luglio 2015 

EXPO: SCANAVINO (AGRINSIEME) A CONVEGNO SU FLOROVIVAISMO, "IL FUTURO E' VERDE"

il coordinatore di agrinsieme dino SCANAVINO, il professor francesco FERRINI, dell'universita' di firenze, la presidente aiapp (associazione italiana architettura del paesaggio) anna letizia MONTI, il rappresentante isde (associazione medici per l'ambiente) meri SCARINGI, ed il responsabile gestione aree verdi del comune di torino gian michele CIRULLI, sono intervenuti oggi, tra gli altri, ad una tavola rotonda ad expo promossa dal coordinamento e dedicata al tema "tutte le sfumature del verde". "credo - ha detto SCANAVINO - che il porre il problema del verde sia la piattaforma programmatica piu' adatta per dare valore all'agricoltura multifunzionale ed a quell'indispensabile rapporto che deve esistere tra innovazione e sapere agricolo, tra tecnologia e ricerca e rispetto dell'ambiente". "e' giunto il tempo di porre al centro del dibattito una profonda revisione dei modelli di sviluppo, partendo proprio dagli spazi urbani che devono tornare a dialogare con la ruralita'", ha sostenuto il coordinatore, secondo il quale "vi e' in questo settore, che per definizione e' interdisciplinare, la possibilita' di creare molto valore aggiunto e al tempo stesso di rigenerare molti valori a cominciare dalla qualita' della vita attraverso la qualita' dell'ambiente, che e' largamente dettata dall'incremento della biodiversita' anche in ambito urbano". durante l'incontro e' stato tra l'altro sottolineato che "lo sviluppo urbano green sta gia' generando nel mondo molti esempi di economia virtuosa". "ad esempio a stoccolma - e' stato illustrato - dove gli spazi verdi (visitati dal 90% degli abitanti almeno una volta all'anno) diventano ricreativi, rigenerativi e culturali; come a new york, dove la high line, costata 152 milioni di dollari, ha generato 12 mila posti di lavoro e 2 miliardi di dollari di sviluppo privato, diventando il terzo sito piu' visitato della grande mela; come la rhur, dove il progetto di recupero del parco minerario produce un afflusso di visitatori pari a quello di pompei". "nel corso del dibattito - prosegue agrinsieme - non solo e' stato evidenziato il ruolo strategico del verde e degli alberi nelle citta' del futuro, ma anche il ruolo centrale che dovranno avere le pubbliche amministrazioni, quale anello di congiunzione tra i cittadini-utenti di questi spazi e gli operatori professionali competenti". "il progetto degli spazi aperti e' elemento prioritario e imprescindibile per la valorizzazione del nostro paese, in grado di incentivare e sviluppare tutte le eccellenze che fanno dell'italia la nazione che tutti vogliono visitare", aggiunge il coordinamento, facendo notare che "i dati sono incoraggianti in questo senso, sia per quanto riguarda l'attenzione che le istituzioni ora riservano al paesaggio, sia per la maggiore consapevolezza che l'opinione pubblica ha dell'importanza della corretta pianificazione degli spazi aperti, come elemento che qualifica e valorizza i luoghi". (ab)

29 luglio 2015 

EXPO: CONAF, GLI AGRONOMI INDICANO LE REGOLE DA SEGUIRE PER UNA "SPESA CONSAPEVOLE"

in occasione della festa della frutta e verdura svoltasi ad expo, alla fattoria globale, il padiglione degli agronomi mondiali, il conaf e la world association of agronomists (waa) hanno presentato gli "itinerari della frutta", articolati in "mini-corsi di informazione", che hanno portato il consumatore, guidato da agronomi, a "conoscere i segreti dell'acquisto consapevole dei prodotti ortofrutticoli, degustando uva da tavola proveniente dalla puglia, meloni del mantovano, pesche pugliesi, campane e lucane, e pere della basilicata". "occorre essere a conoscenza - sottolinea il waa-conaf - di cio' che si introduce nel proprio carrello, previa lettura delle informazioni che accompagnano i prodotti ortofrutticoli e che sono riportate obbligatoriamente in etichetta con l'obiettivo di trasferire al consumatore la consapevolezza di una scelta coerente con le proprie richieste/esigenze di sicurezza alimentare ed ambientale". "il consumatore - spiega cosimo CORETTI, consigliere conaf - deve innanzitutto sapere dove leggere le informazioni, ovvero nell'etichetta dei prodotti, oppure nelle lavagnette-slim, nella fase di vendita al dettaglio". (ab)

29 luglio 2015

EXPO: UNAPROL PRESENTA LE FILIERE TRACCIATE DELLA CALABRIA

si sono svolti all'expo "due giorni di convegni dedicati dall'unaprol alla promozione delle filiere tracciate olivicole della regione calabria, in base ai reg. ue 611-615/2014 ed anche degustazioni organizzate nell'area attrezzata dal consorzio olivicolo italiano". ne da' notizia un comunicato, spiegando che "dall'analisi dell'olivicoltura calabrese, effettuata dall'osservatorio economico di unaprol, emerge che l'olivicoltura rappresenta la principale fonte reddito per le aziende agricole, nonostante i costi di produzione siano di gran lunga superiori per le difficili condizioni orografiche dei terreni". "l'olivicoltura e' diffusa su tutto il territorio regionale, con un livello di maggiore concentrazione nelle zone intorno a sibari, nel lametino e nella piana di gioia tauro", aggiunge il consorzio olivicolo italiano. (ab)

29 luglio 2015 

ORTOFRUTTA, DA EXPO SCANAVINO (AGRINSIEME) CHIEDE A GOVERNO ALLEANZA CONSUMATORI-PRODUTTORI

agrinsieme ha partecipato alla "festa della frutta e della verdura", promossa oggi da expo, con "iniziative speciali, volte a stimolare il consumo di frutta e con una riflessione a piu' voci sul comparto ortofrutticolo, che e' il principale del nostro agroalimentare, sia per fatturato che per export". "la nostra partecipazione alla 'festa della frutta e della verdura' - spiega il coordinatore di agrinsieme dino SCANAVINO - che lodevolmente expo ha indetto, si e' articolata in tre momenti, poggiati su altrettanti capitoli: il primo e' la necessita' di rilanciare i consumi interni, anche per ragioni di salute e benessere dei consumatori; il secondo e' chiedere un reddito equo e stabile per le imprese agricole, accorciando la filiera e soprattutto restringendo la forbice tra prezzi in campo e prezzi al consumo; il terzo e' la difesa del made in italy in un comparto che e' cresciuto grazie all'export, ma che ha avuto pesanti contraccolpi dall'aumento delle barriere non tariffarie (specie fitosanitarie) degli altri paesi, nonche' dalla chiusura, dallo scorso anno, del mercato russo". "abbiamo cercato di costruire un rapporto diretto con i visitatori di expo, di esporre le nostre opinioni al governo e di rafforzare le partnership con i paesi esteri presenti all'esposizione universale", prosegue SCANAVINO, dando conto della decisione di distribuire "frutta e materiale informativo ai visitatori di expo per tutto il giorno". agrinsieme "chiede al governo un'alleanza tra produttori e cittadini per incentivare il consumo di frutta e verdura, cosi' importanti per la salute dei consumatori, ed al tempo stesso di sostenere il reddito delle imprese agricole con la partecipazione attiva dell'esecutivo sia per campagne di promozione al consumo e d'informazione ai cittadini, sia con azioni di sostegno al settore sul mercato interno ed estero". la confederazione ha inoltre elaborato un "vademecum della frutta che disseta, nutre e favorisce l'abbronzatura", consultabile su http://goo.gl/uWZIsh. (ab)

28 luglio 2015 

DE CASTRO (S&D) E BOSCHETTI (INFORMATORE AGRARIO) DISCUTONO AD EXPO DI FERTILIZZAZIONE SOSTENIBILE

"per far fronte ad un tasso di erosione dei suoli fertili tra le 10 e le 40 volte superiore alla capacita' di rigenerazione, e' stato presentato all'expo un nuovo concetto di fertilizzazione sostenibile, anti erosione", rende noto "l'informatore agrario", spiegando che su questo argomento sono intervenuti il coordinatore del gruppo s&d della comagri del parlamento europea paolo de castro ed il direttore del settimanale antonio boschetti. "24 miliardi di tonnellate di suolo fertile persi ogni anno, con un tasso di erosione tra le 10 e le 40 volte superiore alla capacita' di rigenerazione: saldo in negativo di terra per il mondo agricolo in prospettiva di sfamare quelli che saranno 9 miliardi di persone nel 2050", e' stato sottolineato durante l'incontro, svoltosi nell'ambito dell'anno internazionale dei suoli delle nazioni unite. durante l'incontro e' stata evidenziata l'urgenza di "aumentare la produzione agricola per ettaro", utilizzando "la ricerca come leva di management e l'agricoltura di precisione per distribuire fertilizzanti in modo mirato, preservando suolo ed ecosistema". "solo considerando la conoscenza un input di produzione e quindi incrementando il livello di elaborazione, applicazione e condivisione delle conoscenze applicate agli agroecosistemi e' possibile un piu' razionale utilizzo dei nutrienti, dell'acqua e dell'energia, una gestione dei suoli che contrasti l'erosione, un impiego consapevole e diffuso delle risorse nella lotta a parassiti e fitopatie", ha detto DE CASTRO. "la ricerca dovrebbe indicare strategie a lungo termine, riappropriandosi della capacita' di progettare e costruire lo spazio dell'innovazione", ha precisato. "se il cammino per ricostruire uno strato da 2,5 centimetri di suolo eroso e' di 5 secoli, in compenso negli ultimi 50 anni la scienza agronomica ha fatto passi da gigante attivando piani di fertilizzazione che hanno aumentato la qualita' del frumento tenero in funzione del suo tipo di utilizzo (per biscotti, pane, panificabile superiore, di forza) o della varieta' e raggiunto precisi obiettivi a livello di contenuto proteico o glutinico", spiega l'informatore agrario. "in parallelo l'orizzonte si e' ampliato: dal campo si e' passati all'unita' di paesaggio, dalla singola coltura a un vero e proprio sistema in cui pratiche colturali, avvicendamento, gestione dei residui e lavorazioni del terreno cooperano per esaltare la fertilita' dei suoli", ha affermato BOSCHETTI. "in questo contesto piu' ampio il prodotto fertilizzante e' un attore che esercita una azione corale e di primo piano, con prospettive di crescita", ha precisato, ricordando che "secondo il  rapporto fao 'world fertilizer trends and outlook to 2018', il consumo mondiale di fertilizzanti potrebbe superare i 200 milioni di tonnellate nel 2018, un dato del 25% superiore rispetto a quanto registrato nel 2008, con un trend di crescita annuo pari all'1,8%. un incremento che riguarda in particolare i paesi in via di sviluppo, dove questi mezzi tecnici sono oggi indispensabili alleati nella lotta alla fame". "se vogliamo sfamare il pianeta e le popolazioni che oggi non hanno accesso al cibo - ha detto francesco CATERINI, presidente di assofertilizzanti - occorre un'agricoltura che sia economicamente e ambientalmente sostenibile e una conoscenza per ettaro dove il fertilizzante, inserito in un processo di autoregolamentazione in sinergia con le organizzazioni agricole,  sia il piu' possibile efficiente nel rispetto del paesaggio". (ab)

28 luglio 2015 

EXPO: FRUTTA, RANALDI (COPAGRI) A COLDIRETTI, SAREBBE STATO MEGLIO ESSERE PRESENTI INSIEME DOMANI

roma, "siamo molto compiaciuti del fatto che anche la coldiretti sara', insieme a noi, domani all'expo di milano, a distribuire gratuitamente ai visitatori le eccellenze della frutta italiana. certo, ci sarebbe piaciuto che questa iniziativa si fosse svolta senza l'esibizione di bandiere diverse ma, tutti insieme, sotto l'unica bandiera del nostro paese. forti del nostro ottimismo, ci auguriamo che cio' possa accadere in futuro, a beneficio di tutta l'agricoltura italiana", ha detto il vicepresidente della copagri alessandro ranaldi in merito all'iniziativa promossa da agrinsieme per domani, in occasione della "festa della frutta e della verdura", ad expo e che prevede una conferenza stampa, che si svolgera' nel padiglione italia, dalle 12:00, alla presenza dei presidenti di tutte le associazioni costituenti agrinsieme.

27 luglio 2015

EXPO: CONAF, GLI AGRONOMI DELLA WAA GUIDANO I VISITATORI "ALLA SCOPERTA" DI FRUTTA E VERDURA

in occasione della festa della frutta e della verdura, "arriveranno ad expo milano 2015 gli itinerari curati da guide d'eccezione della waa world association of agronomists". ne da' notizia il conaf, spiegando che nell'ambito di tale iniziativa "professionisti agronomi condurranno il pubblico alla scoperta dei padiglioni dell'esposizione universale, illustrando la stagionalita', i piccoli frutti, i mercati ortofrutticoli e l'uso sostenibile delle risorse". "gli itinerari partiranno alle 10:30, 11:45, 15:30 e 16:45 dall'ingresso ovest triulza", informa il conaf, rendendo noto che ogni itinerario, della durata di 75 minuti, attraversera' i padiglioni di bahrein, francia e marocco ed il cluster "frutta e legumi -area esterna: i piccoli frutti nelle aree marginali", per poi concludersi nella fattoria globale 2.0 degli agronomi mondiali (ingresso roserio pad. 142 waa-cponaf), con una "degustazione di frutta fresca e la spiegazione dei principi fondamentali per una spesa consapevole". (ab)

27 luglio 2015 

EXPO: UNAPROL, DA DOMANI PRESENTAZIONE FILIERE TRACCIATE DELLA CALABRIA

"sara' il profumo della dolce di rossano, la fragranza della carolea ed il sapore deciso dell'ottobratica, le tre varieta' piu' diffuse dell'olivicoltura calabrese, a caratterizzare la presentazione delle filiere olivicole tracciate unaprol della regione calabria", che si terra' domani e dopodomani nell'area attrezzata da unaprol con la collaborazione di agriexpo all'ingresso sud del cardo ad expo. ne da' notizia il consorzio olivicolo italiano, sottolineando che "la calabria e' la seconda regione produttrice di olio di oliva in italia". (ab)

27 luglio 2015

EXPO: AGRICOLTORI POSSONO ESSERE CUSTODI DI BENI CULTURALI TAVOLA ROTONDA CIA CON CUTAIA, PAGNI, GIOMBETTI

"gli agricoltori tornano a candidarsi a custodi del patrimonio di beni archeologici e culturali disseminati sul territorio nazionale, molti dei quali oggi in stato di abbandono", ha sottolineato la vicepresidente vicario nazionale della cia, cinzia PAGNI, chiudendo la tavola rotonda che si e' svolta ad expo, a palazzo italia, su "biodiversita' tra cultura e saperi, patrimonio degli agricoltori e dei consumatori". "da anni portiamo avanti una battaglia per riconoscere all'agricoltore il ruolo di custode. le sfide del futuro per l'italia sono la difesa del paesaggio, dell'ambiente e del patrimonio storico-culturale e gli agricoltori hanno pieno titolo per svolgere questo ruolo di custodi attivi", spiega il presidente nazionale dino SCANAVINO. "basti solo pensare alla valenza artistica del paesaggio rurale o alle misure che anche l'europa ha recepito nei psr per inserire la tutela di questi ambienti antropizzati tra i valori dell'attivita' agricola. su questo, come cia, chiamiamo i cittadini a un'alleanza", precisa il presidente. "la nostra non e' solo un'idea, ma un progetto avanzato alle istituzioni assieme a turismo verde, perche' tra le attivita' connesse proprie dell'impresa agricola multifunzionale, individuiamo la possibilita' di gestire centinaia di beni archeologici e culturali anche al di fuori della disponibilita' dei terreni aziendali. questo attraverso una specifica convenzione con il ministero dei beni culturali", ha spiegato PAGNI. "siamo da sempre sensibili alla salvaguardia delle risorse ambientali e culturali, oltre a un uso sostenibile del suolo", ha concluso. del tema hanno discusso, insieme a pagni, alberto GIOMBETTI, responsabile delle relazioni esterne e territoriali di cia; onofrio CUTAIA, direttore generale turismo del ministero dei beni e delle attivita' culturali; sandra MANARA, del mibact per l'emilia-romagna; carla DANANI, dell'universita' di macerata; gli imprenditori agricoli alessio GUAZZINI, raffaele ROCHIRA e roberto DAMONTE, che gia' ospitano all'interno dei loro terreni siti di grande interesse storico, culturale, paesaggistico che "manutengono" e valorizzano. la cia fa notare che sono 130 i paesaggi rurali artistici censiti, che su 51 siti unesco (l'italia ha il record mondiale) ben la meta' sono in ambito rurale e che circa il 40% del patrimonio monumentale e il 60% di quello archeologico si trova in contesti non urbani. "la proposta dell'agricoltore custode anche del patrimonio storico-archeologico, e' stata gia' avanzata dalla cia al ministro dario FRANCESCHINI. la cia - e' stato sottolineato - intravede all'orizzonte grandi spazi di fattibilita', con vantaggi sostanziali sia in termini culturali che pratici ed economici, con siti riportati alla luce nel loro splendore, manutenuti adeguatamente, che genererebbero nuovo turismo, quindi indotto, economie e posti di lavoro".

24 luglio 2015

EXPO:  COLDIRETTI, MARTEDI' GIORNATA DELL'ORTOFRUTTA CON MONCALVO E MARTINA. INIZIATIVE IN TUTTE LE REGIONI

martedi' 28 luglio, dalle 10:00, al padiglione "no farmers no party" della coldiretti all'expo, si svolgera' una "giornata dedicata al primato italiano nella produzione di frutta e verdura in europa", promossa dalla confederazione con iniziative in tutte le regioni. al padiglione coldiretti all'expo, dove saranno presenti il ministro delle politiche agricole maurizio martina, il presidente della confederazione roberto moncalvo e "migliaia di agricoltori provenienti dalle campagne", verra' presentato uno studio coldiretti su "l'andamento dei consumi in questa anomala estate, ma anche sulle speculazioni in atto a danno degli agricoltori e dei consumatori e sulle soluzioni per combatterle". "la mobilitazione per favorire la conoscenza della frutta e verdura italiana si svolge lungo tutta la penisola con modalita' differenziate", spiega la coldiretti, informando che "la piu' grande azione di solidarieta' degli agricoltori a favore dei piu' bisognosi si svolge a milano dove, dalle 15:30 verra' effettuata una distribuzione di frutta alla stazione centrale a immigrati, poveri e pendolari; a torino, dove alle 15:00, al sermig saranno regalate pesche ai poveri e ai ragazzi disagiati; a bologna, dove nella sede di via del lavoro 13 dell'opera padre marella, associazione che gestisce case di accoglienza, comunita' e mense per bisognosi, dalle 10:30 saranno consegnate pesche e nettarine; a crotone dove nel piazzale della stazione, dalle 08:00, la coldiretti calabria distribuira' frutta di stagione agli immigrati che vivono nei pressi dello scalo ferroviario; a bari palese, al cara, un grande complesso all'interno della base dell'aeronautica che ospita immigrati, dove dalle ore 11:00, coldiretti puglia donera' mele, pesche e meloni cantalupo. ma molte altre sono le iniziative lungo tutta la penisola". (ab)

24 luglio 2015

EXPO: LUNEDI' PRESENTAZIONE LINEE GUIDA PER REATI IN MATERIA AGROALIMENTARE

il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che lunedi' 27 luglio, dalle ore 10:30, nella sala conferenze dell'expo center di milano, si terra' la presentazione delle "linee guida della commissione per l'elaborazione di proposte di intervento sulla riforma dei reati in materia agroalimentare". interverranno i ministri della giustizia andrea orlando e delle politiche agricole maurizio martina;  giancarlo caselli, presidente del comitato scientifico dell'osservatorio sulla criminalita' nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare e della commissione ad hoc che ha elaborato le proposte; stefano masini, vicepresidente della commissione, e i responsabili delle quattro aree tematiche dell'organismo: alberto gargani (delitti, contravvenzioni e offese di particolare tenuita'), massimo donini (reati in materia di sicurezza alimentare), raffaele guariniello (reati in materia di illeciti economici), pierluigi di stefano (tutela del made in italy). all'iniziativa sono state invitate tutte le associazioni antimafia e del settore agroalimentare e ambientalista.

24 luglio 2015 

EXPO: CONAF, CASELLI (EMILIA ROMAGNA) VISITA PADIGLIONE "FATTORIA GLOBALE"

l'assessore all'agricoltura dell'emilia romagna simona caselli ha visitato oggi la fattoria globale, il padiglione della world association of agronomists all'expo. ne da' notizia il conaf, informando che l'assessore e' stata accompagnata dal professor giovanni dinelli, della facolta' di agraria dell'universita' di bologna, e dal consigliere conaf lina pecora. ho visto "uno splendido racconto dell'agronomia, delle tecniche agricole, dell'evoluzione della professione dell'agronomo e della sua responsabilita' sociale nel padiglione degli agronomi", ha detto caselli. "con l'assessore ospite del nostro padiglione - sottolinea pecora - siamo in completa sintonia sul ruolo che ha e che dovra' avere l'agricoltura". "gli agronomi rappresentano in questo scenario i professionisti per governare questi cambiamenti, ed i nostri contenuti della fattoria globale 2.0 portati ad expo, vanno proprio in questa direzione", aggiunge. (ab)

24 luglio 2015

EXPO: ASSEMBLEA DONNE IN CAMPO (CIA). VENTI "CASE HISTORY" DI SUCCESSO, CON CENNI, LONGHIN, PAGNI

"donne in campo porta a expo il volto innovativo delle aziende agricole", sottolinea l'associazione femminile della cia, che "nella 'due giorni' di oggi e domani raccontera' il volto della contemporaneita' grazie all'impegno professionale delle sue imprese". "l'assemblea 'diamo valore alla terra, riconosciamo il tuo valore', coordinata dalla presidente nazionale mara longhin all'auditorium di palazzo italia, e' stata l'occasione per ribadire che le donne sono un caso di resilienza e di resistenza nei territori rurali, ma soprattutto sono quelle che hanno raccolto per prime e meglio la sfida di dare un futuro all'agricoltura", ricorda l'associazione, facendo notare che "ci sono stati importanti cambiamenti nel mondo agricolo al femminile" ed "oggi oltre un terzo delle imprese agricole e' condotto da imprenditrici e si stima che da qui al 2020 le donne saranno alla guida del 40% delle aziende". "gia' oggi le imprese agricole, insieme a quelle del commercio, sono il settore dove piu' forte e' la presenza di imprenditrici", rimarca donne in campo, aggiungendo che "sono loro le maggiori protagoniste del 'ritorno alla terra', un ritorno che e' segnato da tre elementi di assoluta innovazione: il primo e' che le imprese al femminile sono quelle a piu' spiccata multifunzionalita'". "piu' del 50% degli agriturismi in italia e' condotto da donne, a cui si affiancano gli agri-nido e gli agri-asilo, le fattorie didattiche e quelle sociali", spiega donne in campo, facendo notare che "multifunzionalita' significa anche integrazione di filiera, cosi' oggi le donne in agricoltura danno vita a coltivazioni innovative e a nuove forme di conduzione come ad esempio l'agricoltura sinergica". "canapa per fare filati, olio o allevamento di asini per fare cosmetici, erbe officinali per fare integratori alimentari sono settori riscoperti quasi esclusivamente dalle imprenditrici che hanno trovato nella trasformazione alimentare dei loro prodotti agricoli un nuovo sbocco imprenditoriale. giova ricordare che, secondo le ultime statistiche, le donne capo azienda sono 497 mila mentre le conduttrici sono 532 mila. e' proprio nelle aziende caratterizzate da attivita' innovative e multifunzionali che le imprenditrici agricole si stanno affermando con ruolo di protagoniste sostenendo non solo l'attivita' produttiva, ma anche la salvaguardia dell'ambiente e del paesaggio, la tutela delle tradizioni locali e degli antichi saperi e il miglioramento della qualita' della vita nelle aree rurali", continua donne in campo. "l'altro elemento distintivo - aggiunge l'associazione - e' che le nuove imprenditrici agricole hanno un titolo di studio mediamente piu' alto dei maschi. il che significa che le aziende in rosa sono dotate di maggior know-how. pur avendo una superfice mediamente inferiore a quella delle aziende al maschile, le imprese 'rosa' registrano una maggiore intensita' di lavoro e dunque una migliore performance di redditivita' con un piu' alto valore aggiunto derivante anche dall'opzione di coltivare in biologico, che e' la scelta operata dal 90% delle giovani imprenditrici. sono loro la nuova forza dell'agricoltura italiana". "ed e' proprio su questi temi che si sviluppa il confronto di donne in campo che propone venti "case history" di successo. succedera' nella giornata di domani, 25 luglio, quando, nello spazio "me and we women for expo" all'interno di palazzo italia, l'associazione femminile della cia premiera' venti giovani imprenditrici: per la liguria barbara fidanza dell'azienda agricola biologica "il germoglio"; per il lazio pina terenzi dell'azienda vinicola "terenzi"; per le marche lea luzi dell'azienda agricola "monterosso". arrivano invece dall'abruzzo valeria gallese dell'azienda "l'aquilana" e  rossella di nisio dell'azienda agricola "le nostre radici". per il veneto viene premiata sonia longhin dell'azienda "la vaccheria", dal piemonte sandra arneodo della "fattoria dell'aglio". le premiate della lombardia sono sofia montorfano dell'azienda agricola "san damiano", beatrice arrigoni dell'azienda agricola "beatrice arrigoni", cristina binda dell'azienda agrituristica "cassina enco". dal trentino arriva claudia casagrande dell'azienda agricola "g.a. manci", mentre per la toscana vengono premiate elisa bigiarini rappresentante legale della soc. agricola "tenuta la casuccia" e paola corridori dell'azienda agricola biologica "podere santa francesca". per l'umbria riconoscimenti a letizia tiezzi dell'azienda agricola "tiezzi" e antonella giovannini dell'azienda agricola "colle rocchetta". per la puglia viene premiata rosaria ponziano dell'azienda agricola "ponziano rosaria societa' agricola bio2p srl" e dalla sicilia arrivano fiorella mortillaro dell'azienda agricola "lucca sicula" e daniela di garbo dell'agriturismo "bergi", informa l'associazione. "a premiare queste imprenditrici saranno l'onorevole susanna cenni (commissione agricoltura della camera) e la presidente di donne in campo mara longhin. la giornata sara' anche l'occasione per una prima proiezione di "bioresistenze", il docu-film di guido turus sulla centralita' agricola e in cui le donne sono rilevanti protagoniste. a concludere i lavori sara' la relazione della vicepresidente vicaria della cia, cinzia pagni", conclude la cia. (ab)

24 luglio 2015

EXPO: LA CONFCOOPERATIVE LOMBARDIA DAL 31/08 AL 04/09 A CASCINA TRIULZA

la confcooperative lombardia partecipera' all'expo, dal 31 agosto al 4 settembre 2015, con un "ricco palinsesto di appuntamenti dedicati alla cooperazione", che si terranno alla cascina triulza, il padiglione della societa' civile di cui confcooperative e' official sponsor. all'expo - spiega la confcooperative - "si alterneranno incontri, spettacoli, iniziative con ospiti d'eccezione e workshop dedicati a quattro temi 'chiave': comunita', biodiversita', stili di vita, 'horizon 2030', scelti per raccontare il mondo cooperativo". (ab)

24 luglio 2015

EXPO: CSO, FRUTTA E SPORT "SOTTO I RIFLETTORI" DAL 4 AL 10 SETTEMBRE

dal 4 al 10 settembre, nel padiglione italia di expo milano, cardo nord ovest, "in uno spazio di circa 200 metri quadrati, si raccontera' l'importanza ed il valore della frutticoltura italiana a livello mondiale", rende noto il centro servizi ortofrutticoli (cso), spiegando che nell'ambito dell'iniziativa, che leghera' frutta e sport, "saranno documentate e presentate con dati, immagini e video i prodotti leader, le tecniche di produzione, la qualificazione dell'offerta, che rappresentano il grande patrimonio produttivo dei soci di cso che cofinanziano il progetto fruitness: apo conerpo, apofruit, afe, cico, granfrutta zani, orogel fresco, pempacorer, made in blu". "assieme alle nostre imprese leader dell'ortofrutta italiana - afferma il presidente di cso paolo bruni - abbiamo voluto scegliere lo straordinario contesto di expo per promuovere un settore vitale per la nostra economia e per il benessere salutistico dei cittadini". (ab)

23 luglio 2015

EXPO: MARTEDI' INCONTRO AGRINSIEME SU ORTOFRUTTA CON SCANAVINO. INVITATI MARTINA E LORENZIN

in occasione della "festa della frutta e della verdura" ad expo, agrinsieme - si legge in un comunicato - "oltre ad organizzare la distribuzione gratuita di frutta estiva fresca per i visitatori, quanto mai indicata per attenuare l'effetto del caldo, ha indetto una conferenza stampa, che si terra' il 28 luglio, dalle 12:00, al IV piano di palazzo italia, per illustrare lo stato del settore ortofrutticolo: virtu', criticita' e potenzialita' sui mercati esteri". alla conferenza, a cui sono stati invitati a partecipare i ministri delle politiche agricole maurizio martina e della salute beatrice lorenzin, interverra' il coordinatore di agrinsieme e presidente della cia dino scanavino, ed i "vertici delle altre organizzazioni aderenti, confagricoltura, alleanza delle cooperative agroalimentari e copagri", oltre a delegazioni provenienti da russia, cuba, penisola arabica e gabon. "il settore dell'ortofrutta riveste un ruolo di grande importanza per l'agricoltura italiana: con circa 13 miliardi di fatturato annuo rappresenta infatti un quarto del totale della produzione agricola nazionale e la prima voce dell'export agroalimentare", sottolinea il coordinamento, evidenziando che "frutta e verdura sono inoltre elementi essenziali della dieta mediterranea che contraddistingue lo stile di vita italiano nel mondo e, come molti studi evidenziano, l'assunzione quotidiana di elevate quantita' di frutta e verdura contribuisce in maniera determinante ad un buono stato di salute dell'individuo". "il loro consumo e' di fondamentale importanza per l'organismo, in particolare nei periodi di afa straordinaria, come quella che sta attanagliando il nostro paese in questi giorni. l'ortofrutta italiana e' senza dubbio un'eccellenza del patrimonio agricolo nazionale, ma il comparto registra anche diversi problemi, come la bassa redditivita' per gli agricoltori e da ultimo l'irrisolto problema dell'embargo russo che sta pesando fortemente sui bilanci aziendali", aggiunge agrinsieme. (ab)

23 luglio 2015 

EXPO: IMPRENDITORI CAI INCONTRANO NEW HOLLAND, ANNUNCIA UNIMA

un comunicato stampa dell'unima (unione nazionale imprese di meccanizzazione agricola) rende noto che oggi, al padiglione new holland, all'expo un gruppo di imprenditori agromeccanici in rappresentanza del coordinamento agromeccanici italiani (cai) ha incontrato i responsabili del mercato italia di cnh industrial paolo andreone e andrea leonardi. "l'incontro ha rafforzato ulteriormente i rapporti con il principale costruttore di macchinari agricoli presente sul mercato nazionale, un gruppo industriale saldamente legato al territorio sia per il settore della ricerca, sia per la produzione di macchine agricole e di componenti", sottolinea l'unima, spiegando che "dopo una presentazione del gruppo e delle strategie produttive, i dirigenti di cnh industrial hanno presentato la gamma dei modelli per le varie linee produttive, in grado di coprire tutte le esigenze delle imprese agromeccaniche, sia per i mezzi di trazione che per le grandi macchine da raccolta". all'incontro ha fatto seguito un dibattito, al quale sono intervenuti, tra gli altri, i presidenti di unima e confai, silvano ramadori e leonardo bolis ed il direttore di confai mantova sandro cappellini. ramadori "ha stigmatizzato il comportamento dei funzionari della commissione europea che, dopo avere assicurato che le imprese agromeccaniche potevano rientrare di diritto fra i beneficiari dei programmi di sviluppo rurale, hanno di fatto impedito alle poche regioni che avevano risposto positivamente alle istanze presentate dalla categoria di inserire misure specifiche a favore del contoterzismo". "e' singolare - ha detto ramadori - che le regioni fatichino a comprendere il ruolo propulsivo giocato dalle imprese di meccanizzazione agricola nella diffusione delle nuove tecnologie, quando autorevoli indagini dimostrano come il contoterzismo stia conquistando spazi di mercato sempre piu' ampi, anche a favore di medie e grandi aziende agricole". bolis "ha manifestato forte amarezza per la scarsa attenzione della politica per una categoria imprenditoriale che sostiene quasi per intero il peso dell'innovazione in agricoltura, sostenendo che la chiave per ottenere il giusto riconoscimento passa da un intervento legislativo specifico, in corso di presentazione alle camere sotto l'egida comune del cai". cappellini "ha annunciato di avere aperto, con la collaborazione della regione lombardia, una 'demo farm' aperta alle delegazioni estere in visita ad expo, volta a far conoscere il ruolo del contoterzismo nell'agricoltura italiana", conclude il comunicato. (ab)

23 luglio 2015

ASSEMBLEA ANBI AD EXPO. INTERVENTI DI GALLETTI BECCALOSSI, MONCALVO, VINCENZI, GARGANO

il ministro dell'ambiente gian luca GALLETTI ha concluso i lavori dell'assemblea dell'anbi (associazione nazionale consorzi gestione e tutela del territorio e acque irrigue) svoltasi all'expo. galletti ha fra l'altro dichiarato che quello agricolo e' un comparto che "puo' dare di piu'" per il raggiungimento del target comunitario per la riduzione dell'anidride carbonica e che "altri settori stanno facendo di piu'". nelle "prossime settimane" - ha reso noto il ministro - firmero' "accordi di programma per oltre un miliardo di euro" per contrastare il dissesto idrogeologico. si' alle tutele previste dal ddl sul consumo di suolo, ma "senza mortificare il settore delle costruzioni, puntando sul riuso e la rigenerazione", ha inoltre aggiunto. "l'assenza di scelte di fondo sul piano irriguo nazionale, cosi' come l'eccessivo consumo di suolo, accompagnati dalle conseguenze dei cambiamenti climatici, fa si' che siamo alla vigilia della richiesta di stato di calamita' naturale per l'agricoltura; quindi, ancora una volta, serviranno risorse per riparare danni e non per incentivare uno sviluppo programmato. c'e' bisogno invece di una strategia di lungo periodo per il consolidamento del patrimonio rurale ed agroalimentare, evitando che il paese debba affidare il proprio futuro agricolo e quello degli imprenditori del settore agli umori di giove pluvio. da subito e' necessario evitare che l'agricoltura sia la sola ad essere penalizzata da mancate o ritardate scelte politiche", ha detto il presidente dell'anbi francesco VINCENZI, aprendo questa mattina ad expo il secondo appuntamento della convention "il cibo e' irriguo", organizzata in occasione dell'assemblea dei consorzi di bonifica. "chiediamo alle regioni ed alle autorita' di bacino, ma soprattutto al ministro dell'agricoltura, sempre vicino al nostro mondo, l'insediamento immediato di un 'tavolo' nazionale per il monitoraggio costante della difficile contingenza idrica, che si sta registrando soprattutto nelle regioni settentrionali del paese, coinvolgendo tutti i gestori, ad iniziare da quelli elettrici. e' necessario inoltre valorizzare quelle linee guida sui volumi idrici, costruite insieme a regioni, mipaaf, organizzazioni professionali agricole ed anbi, in grado di dare le risposte attese dalle imprese agricole", ha concluso vincenzi. ai lavori, coordinati dal direttore dell'anbi massimo GARGANO, e' intervenuto il presidente emerito della corte costituzionale cesare MIRABELLI, che ha ricordato il successo dei consorzi di bonifica nel difendere dal punto di vista giuridico il proprio ruolo e la loro lunga storia ed ha spiegato quale sarebbe l'impatto delle riforme costituzionali. per viviana BECCALOSSI, assessore al territorio della lombardia, in italia si continua a sottovalutare il sistema delle bonifiche a livello nazionale, mentre la regione lombardia - ha asserito - ha messo in atto una serie di misure per sostenerlo. l'assessore ha anche ricordato gli interventi messi in campo per far fronte all'attuale situazione di crisi idrica innescata dall'eccezionale ondata di calore. roberto MONCALVO, presidente della coldiretti, ha in primo luogo asserito che l'acqua deve essere considerata come una rete strutturale strategica. in questo contesto ha fatto presente il ruolo fondamentale dell'unita' di missione della presidenza del consiglio dei ministri, ricordando il recente annuncio della pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto relativo a procedure e criteri per la composizione delle graduatorie degli interventi delle regioni sul fronte del dissesto idrogeologico. "non vediamo l'ora di poter posare le prime pietre di queste infrastrutture", ha detto. in secondo luogo, per il presidente della coldiretti, va affrontata "la questione delle tariffe e del costo dell'irrigazione, non solo guardando a bruxelles, che spesso fa da foglia di fico ai nostri problemi, come e' successo nel caso del latte in polvere", ha detto. "per fare questo - ha specificato moncalvo - serve che ministero dell'agricoltura e ministero dell'ambiente dialoghino e col buon senso di tutti si puo' arrivare a risolvere questa partita". infine, ha concluso il presidente della coldiretti, "quella priorita' di uso agricolo scritta nelle norme, abbiamo bisogno di vederla applicata". paolo DE CASTRO, coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura del parlamento europeo, ha ribadito il suo sostegno al sistema delle bonifiche ed ai consorzi, invitando a "partire dall'esempio delle aree piu' efficienti per risolvere situazioni come quella della puglia, dove c'e' un forte malessere degli agricoltori". dopo l'intervento di claudio GANDOLFI, del dipartimento scienze agrarie ed ambientali dell'universita' degli studi di milano, ha preso la parola il capo segreteria del ministro delle politiche agricole angelo ZUCCHI. "non bastano i 300 milioni del piano nazionale di sviluppo rurale per le opere irrigue? forse no", ma "io faccio parte di quelli che intanto cercano di metterceli", ha detto zucchi, difendendo l'operato del mipaaf. "aver deciso un piano nazionale irriguo non impedisce a nessuna regione di utilizzare le risorse dei psr per altre opere irrigue. non vogliamo accentrare, ma avere una visione complessiva", ha concluso, annunciando che il 30 luglio in conferenza stato-regioni saranno discusse le linee guida per le opere irrigue. dopo un forte appello alla legalita' del vice presidente del consiglio superiore della magistratura giovanni LEGNINI, che ha anche ricordato il proprio impegno per l'approvazione nel 2007 del piano irriguo nazionale, insieme all'allora ministro paolo de castro, ha preso la parola il dirigente del mipaaf giuseppe CACOPARDI, che ha spiegato come sul piano nazionale di sviluppo rurale concernente l'irrigazione, il governo abbia "condotto una battaglia, purtroppo persa, per lasciare il piano irriguo nazionale al di fuori delle secche della direttiva quadro acque". quindi, "dobbiamo fare tutte le cose che la direttiva ci chiede", ha affermato, non mancando di sottolineare che la normativa comunitaria "e' del 2000 e nel 2015 non e' ancora applicata". cacopardi ha ricordato il ruolo del sigrian, attualmente una banca dati delle opere irrigue e dei fabbisogni, gestita dal crea, ma che dovra' assumere un ruolo dinamico per la gestione delle nuove azioni previste dal piano nazionale. con il piano irriguo noi finanziamo l'agricoltura, non l'ambiente, ha tenuto infine a precisare cacopardi, con riferimento alle azioni di contrasto al dissesto idrogeologico, che in base alle disposizioni comunitarie rientrano nel secondo ambito. un pressante appello a far si' che le risorse del piano irriguo "possano essere spese", per non assistere alla corsa che c'e' in queste settimane per utilizzare quelle residue del psr 2007-2013, che rischiano di tornare a bruxelles, e' stato lanciato da GARGANO, che ha concluso la mattinata di lavori.

23 luglio 2015 

EXPO: GRANIERI (UNAPROL), 40% FILIERE OLIVICOLE TRACCIATE PARLA PUGLIESE

"le filiere tracciate unaprol della regione puglia indossano la maglia rosa ad expo 2015", ha detto il presidente di unaprol david granieri, intervenendo alla presentazione, svoltasi all'expo, dei profili sensoriali e delle eccellenze organolettiche dei migliori oli extra vergine. "delle 700 filiere e 7000mila aziende in tracciabilita' organizzate dal consorzio olivicolo italiano, ben 150 filiere ed oltre 3000aziende hanno origine pugliese", ha precisato il presidente, facendo notare che "in puglia la superficie investita ad olivo e' di circa 375 mila ettari" ed "il 15% delle aree coltivate ad olivo sono condotte con metodi di produzione biologica". (ab)

22 luglio 2015 

EXPO: ACI PESCA INCONTRA DELEGAZIONE COMMISSIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

il coordinamento pesca dell'alleanza delle cooperative italiane ha incontrato all'expo una delegazione della commissione pesca del parlamento europeo, guidata dalla vicepresidente renata briano. "tra il 10% ed 12% della popolazione mondiale vive di pesca e acquacoltura. di questi, il 15% sono donne. i prodotti ittici rappresentano il 17% del consumo umano di proteine, che in alcuni paesi costieri ed insulari raggiunge il 70%" e "per questo la filiera ittica rappresenta una chiave di volta importante in merito al cibo, all'autonomia alimentare, alla sostenibilita' e alla lotta contro gli sprechi", ha sottolineato il coordinamento, esprimendo apprezzamento per la risoluzione del parlamento europeo su "expo milano 2015: nutrire il pianeta, energie per la vita", che "riconosce alla pesca, al pari dell'agricoltura, un ruolo che va oltre quello della produzione di alimenti, ma di beni di pubblica utilita', per far valere il diritto ad una alimentazione sana, adeguata e consapevole". "dobbiamo puntare ad una sostenibilita' economica, sociale e ambientale", sottolinea l'alleanza, rendendo noto che "proprio per affrontare al meglio le sfide legate alla politica comune della pesca riformata, sono stati affrontati temi oggi all'attenzione del parlamento europeo, come quello sulle reti derivanti e la strategia adriatico-jonica, ma anche quelli che verranno trattati nei prossimi mesi, ad esempio il piano di gestione dei piccoli pelagici in adriatico". "e' stato dato spazio anche agli effetti legati all'obbligo di sbarco e alle norme sulla condizionalita' al feamp, che inaspriscono ancora di piu' il sistema sanzionatorio ideato per la lotta contro la pesca illegale", conclude l'aci pesca. (ab)

21 luglio 2015 

EXPO: BRIANO (S&D), PESCA FONDAMENTALE PER "NUTRIRE IL PIANETA"

"come vicepresidente della commissione pesca del parlamento europeo, ho ritenuto fondamentale unirmi alla delegazione di eurodeputati all'expo 2015 di milano", ha detto renata briano (s&d), che e' stata l'unica componente italiana della delegazione, composta da 5 rappresentanti dell'assemblea legislativa europea, che ha visitato l'esposizione universale ed in particolare i padiglioni dell'ue, di alcuni stati membri e di paesi terzi attivi nel settore della pesca e dell'acquacoltura. "l'evento di milano - ha detto briano - e' un'opportunita' tutta da giocare per individuare le soluzioni migliori al problema dello spreco di alimenti, dell'insicurezza alimentare, della malnutrizione. lo scopo di questa visita e', pertanto, quello di promuovere l'importanza della pesca come strumento, al pari dell'agricoltura, per vincere la sfida globale della sicurezza alimentare, ma anche della sostenibilita' e dell'autonomia alimentare". "non va dimenticato - ha aggiunto l'eurodeputata - che il pesce e' uno dei beni piu' scambiati al mondo e che l'ue e' il principale importatore dei prodotti di pesca e dell'acquacoltura; il valore delle esportazioni ammonta a 4,1 miliardi di euro all'anno e la pesca impiega piu' di 116000 persone e altrettante nel settore della trasformazione. per questo motivo abbiamo insistito con un importante lavoro emendativo nella risoluzione del parlamento europeo su expo milano 2015, proprio per sottolineare il ruolo chiave giocato dalla pesca nella sfida 'nutrire il pianeta: energia per la vita', nonche' dell'economia blu nel campo della ricerca. ed e' per questo motivo - ha concluso briano - che la commissione pesca del pe ha voluto essere presente qui a milano in un momento cosi' importante del dibattito su scala mondiale".

21 luglio 2015

EXPO: CONFCOOPERATIVE PIEMONTE E LIGURIA DAL 27 LUGLIO ALLA CASCINA TRIULZA

"dal 27 luglio al 2 agosto confcooperative piemonte, insieme a confcooperative liguria, sara' protagonista a expo 2015 cascina triulza, con convegni e degustazioni che esalteranno le migliori produzioni del territorio", rende noto un comunicato, informando che "per tutta la settimana saranno presentati i prodotti della cooperazione agroalimentare di fedagri, la federazione che in confcooperative rappresenta le cooperative di questo comparto". "gli appuntamenti fissi saranno alle 11:00 e alle 17:00 nel cortile di cascina triulza con la degustazione di numerosi prodotti di eccellenza della cooperazione" ed oltre a questo si svolgeranno una serie di convegni nella sala workshop, sempre di cascina triulza, spiegano confcooperative piemonte e liguria. il 28 luglio, dalle 15:00, si terra' un convegno su "l'agricoltura sociale: esperienze tra liguria e piemonte", che rappresentera' "un'occasione per incontrare i rappresentanti delle regioni e per presentare modelli cooperativi liguri e piemontesi"; il 29 luglio, dalle 10:30, e' previsto un convegno sul tema "spreco alimentare ed innovazione, una sfida per produttori e consumatori. come ridurre lo spreco alimentare? l'innovazione come possibile soluzione. la cooperazione analizza una delle tematiche cardine di expo 2015"; il 31 luglio, dalle 10:30, ci sara' il convegno "la cooperazione 2.0-esperienze di intersettorialita', una app per scoprire i prodotti agricoli cooperativi e i tour nel piemonte", durante il quale verranno analizzate "dalla prima esperienza di comunicazione 2.0 alla presentazione di un nuovo strumento interattivo". "la cooperazione mette in luce le prassi dell'intersettorialita', tra agricoltura e cultura", conclude il comunicato. (ab)

21 luglio 2015 

WORKSHOP "BENENIR" AD EXPO ORGANIZZATO DA ARA CAMPANIA

nell'ambito di un'iniziativa divulgativa organizzata dall'ara campania in collaborazione con l'universita' degli studi di napoli "federico II" si terra', domenica 26 luglio 2015, a partire dalle ore 11:00, nel roof garden di palazzo coldiretti, nel cardo sud-padiglione italia, all'esposizione universale di milano, il workshop "benenir", nel corso del quale si parlera' di "validazione di indicatori di rischio per il benessere della bufala mediterranea basati su spettroscopia". il progetto "benenir" e' finanziato con drd n. 165 del 10/09/2014, misura 124 "cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo, alimentare e forestale" (psr campania 2007/2013-cup b96g1400077006). altre informazioni al link http://goo.gl/SENCM8.

21 luglio 2015 

ANBI, IL 22 E 23 LUGLIO ASSEMBLEA ANNUALE CON GALLETTI, SANI, DE CASTRO, BLASI, OLIVERIO

si svolgera' il 22 e 23 luglio l'assemblea annuale dell'anbi. l'appuntamento, che ha per tema "il cibo e' irriguo", in omaggio ad expo, iniziera' dal piemonte. il 22 luglio, dalle 17:00, al centro congressi dell'hotel dino a baveno, sul lago maggiore (verbania), si terra' un incontro sul tema "i consorzi protagonisti di cANBIamento, la pac 2014/2020 un'opportunita' da cogliere", al quale interverranno: il presidente della commissione territorio, ambiente beni ambientali del senato giuseppe marinello; il coordinatore del gruppo s&d della comagri del parlamento europeo paolo de castro; i deputati della commissione agricoltura della camera nicodemo oliverio (pd), colomba mongiello (pd), filippo gallinella (m5s); il presidente e il direttore dell'anbi, francesco vincenzi e massimo gargano; il presidente della coldiretti lombardia ettore prandini; fabrizio de filippis, economista agrario dell'universita' roma tre e responsabile scientifico del progetto infopac; la dirigente del crea raffaella zucaro. il 23 luglio, dalle 10:30, nell'auditorium di palazzo italia all'expo, si terranno invece due incontri: al primo di essi, intitolato "ANBIzioni di un territorio protagonista", interverranno: giovanni legnini, vice presidente del consiglio superiore della magistratura; luca bianchi, capo dipartimento del mipaaf; viviana beccalossi, assessore al territorio, urbanistica e difesa del suolo, della lombardia; chiara braga, della commissione ambiente della camera e responsabile ambiente del pd; giuseppe cacopardi, della direzione generale sviluppo rurale del mipaaf; alessandro folli, presidente dell'anbi lombardia; massimo gargano, direttore generale dell'anbi; claudio gandolfi, del dipartimento scienze agrarie ed ambientali di unimi; cesare mirabelli, presidente emerito della corte costituzionale; roberto moncalvo, presidente della coldiretti; luca sani, presidente della commissione agricoltura della camera; angelo zucchi, capo segreteria del ministro delle politiche agricole; francesco vincenzi, presidente dell'anbi. al secondo incontro, nel pomeriggio, dalle 15:30, dedicato al tema "ANBIenti d'acqua: le scelte per un futuro sostenibile", interverranno: il ministro dell'ambiente gian luca galletti; giuseppe blasi, capo dipartimento d politiche europee dello sviluppo rurale del mipaaf; erasmo d'angelis, consigliere dell'unita' di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo  delle infrastrutture idriche; simona caselli, assessore all'agricoltura dell'emilia romagna; giorgio ferrero, assessore all'agricoltura del piemonte; massimo gargano, direttore generale dell'anbi; mario guidi, presidente della confagricoltura; giuseppe pan, assessore all'agricoltura del veneto; michele pisante, commissario delegato del crea; ettore prandini, presidente della coldiretti lombardia; dino scanavino, presidente della cia; giuseppe romano, presidente dell'anbi veneto; vittorio viora, presidente dell'anbi piemonte. francesco vincenzi, presidente dell'anbi.

20 luglio 2015

ASSEMBLEA COLDIRETTI AD EXPO. NON C'E' BUON CIBO SENZA BUONA AGRICOLTURA E BUON LAVORO, AVVERTE MONCALVO

la coldiretti e' compattamente schierata con le scelte di politica agricola del ministro delle politiche agricole maurizio martina. l'orientamento e' apparso chiaro dalle parole del presidente confederale roberto MONCALVO pronunciate oggi in occasione dell'assemblea confederale che si e' svolta ad expo. moncalvo ha ringraziato martina per le norme legislative introdotte di recente, in materia, fra l'altro, di semplificazione e rafforzamento dei controlli. il presidente ha sottolineato il ruolo essenziale dei migranti nella conduzione delle imprese agricole ribadendo la presa di distanza della coldiretti da qualsiasi forma di lavoro nero nelle campagne ed annunciando proposte in materia. su questa partita moncalvo ha esplicitamente  chiesto il sostegno del mipaaf e del governo. questo sara' una eredita' importante di expo, ha aggiunto ed  ha invitato l'assemblea ad applaudire tre lavoratori indiani seduti in prima fila, "senza i quali sarebbe impossibile mungere", ha fatto notare. MARTINA, che e' intervenuto subito dopo, ha accolto con grande soddisfazione le parole di moncalvo sull'inclusione dei migranti. "il fatto che una grande organizzazione come coldiretti interpreti, senza che nessuno glielo chieda, il cambiamento del paese in ordine al diritto alla cittadinanza e' un bell'esempio perche' dice che se la rappresentanza interpreta cosi la direzione in cui il paese" deve andare "fa la differenza". "se l'agricoltura italiana interpreta cosi' come fa la coldiretti queste sfide, esprime un'influenza che va ben oltre il settore", ha concluso il ministro. martina ha toccato tra gli altri tema del latte in polvere e piu'' di striscio quello del piano olivicolo. per quanto riguarda il latte in polvere il ministro ha dichiarato di non avere, personalmente, intenzione di fare passi indietro. "registro il fatto che e' il sistema italia che produce queste fratture e questo non va bene", ha puntualizzato. "chiedo ad altri di essere propositivi mentre vedo solo interdizione", ha rivelato senza fare nomi. pero' "ci sono soggetti pronti a cogliere il positivo e pronti a costruite nuove alleanza. e se sei forte non hai paura del confronto", ha asserito. infine, a proposito del rapporto con le regioni ha concluso: "non possiamo avere 21 ministri delle politiche agricole. dobbiamo rivedere il rapporto con le regioni. e' necessario punto di regia e di metodo piu' forte di 21 regioni piu' un ministero. anche rivedendo il titolo v". MONCALVO ha condiviso le parole di martina sulla questione latte in polvere sottolineando criticamente il ruolo negativo di una certa parte dell'industria casearia nella vicenda che pero', ha ricordato il presidente della coldiretti, e' diventata, grazie all'impulso della confederazione, una "questione paese". la battaglia per conservare il divieto dell'uso del latte in polvere e' per l'europa (dei popoli) non contro, ha sottolineato il presidente della coldiretti. che ha anche detto di apprezzare il fatto che il ministro abbia fatto riferimento al piano olivicolo. moncalvo ha annunciato la prossima costituzione di una fondazione per il made in italy, perche' questioni come il ttip o ogm, con il correlato principio dell'illimitata liberta'' di impresa e di ricerca scientifica, e' argomento che deve essere condiviso e affrontato dalla societa' nel suo complesso, ha precisato. parlando dei singoli settori il presidente ha ricordato, a proposito dei cap, il progetto economico unico della vendita di mangimi no ogm. per quello che riguarda il sud, moncalvo ha indicato nella filiera del grano duro e nella zootecnia delle aree interne due dei piu' importanti progetti economici. "non si puo' avere buon cibo italiano senza buona agricoltura e senza buon lavoro", ha concluso  ricordando il valore dell'enciclica papale sulla disuguaglianza.

18 luglio 2015

MARTEDI' AD EXPO ACI PESCA INCONTRA DELEGAZIONE COMMISSIONE PESCA PE

il coordinamento pesca dell'alleanza delle cooperative italiane - informa un comunicato - incontrera' il 21 luglio ad expo milano, nel padiglione dell'unione europea, una delegazione della commissione pesca del parlamento europeo, guidata dal vicepresidente della commissione renata briano. il tema al centro del confronto sara' "il mediterraneo ad expo: un mare di risorse per una gestione comune", spiega l'aci pesca. si trattera' - spiega il coordinamento - di una "occasione importante per affrontare temi che influiscono sull'attivita' quotidiana dei pescatori che, lo ricordiamo, forniscono un prodotto fondamentale per una corretta alimentazione umana". "vogliamo portare al centro dell'agenda politica dell'unione europea le istanze della pesca mediterranea" e "siamo convinti che una gestione comune delle risorse consenta il raggiungimento dell'obbiettivo di una piena sostenibilita' economica, sociale e ambientale", afferma l'aci. "tra le priorita' che verranno affrontate ci sono i principali dossier oggi all'attenzione del parlamento europeo, come quello sulle reti derivanti e la strategia adriatico-jonica, ma anche quelli che verranno trattati nei prossimi mesi, ad esempio il piano di gestione dei piccoli pelagici in adriatico. focus anche sulle principali problematiche emerse a seguito della riforma della politica comune della pesca: dall'obbligo di sbarco alle norme sulla 'condizionalita'' al feamp, che inaspriscono ancora di piu' il sistema sanzionatorio ideato per la lotta contro la pesca illegale", conclude il comunicato. (ab)

17 luglio 2015 

DELEGAZIONE COMMISSIONE PESCA PE, CON MATO E BRIANO, IN VISITA AD EXPO

una delegazione di cinque membri della commissione pesca del parlamento europeo visitera', dal 20 al 22 luglio, i padiglioni dell'ue, degli stati membri e dei paesi terzi piu' attivi nei settori della pesca e dell'acquacoltura. della delegazione, che sara' guidata dallo spagnolo gabriel mato (ppe), fa parte anche l'eurodeputata italiana renata briano (s&d).

17 luglio 2015 

LUNEDI' CONVEGNO EXPO SULLE AGROENERGIE CON LA VIA, CASTIGLIONE

lunedi' 20 luglio, dalle ore 10:20, nell'auditorium di padiglione italia, ad expo milano 2015, si terra' l'incontro "le agroenergie come strumento di integrazione tra agricoltura, energia ed ambiente-politiche e strumenti di sviluppo sostenibile", al quale partecipa, tra gli altri, il presidente della commissione ambiente del parlamento europeo giovanni la via. concludera' i lavori, moderati dal direttore de "l'informatore agrario" antonio boschetti, il sottosegretario alle politiche agricole giuseppe castiglione.

17 luglio 2015 

EXPO: CREA PRESENTA PROGETTO "ITAFORESTRY" PER CRESCITA SETTORE FORESTALE

il crea (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) ha presentato oggi all'expo la "proposta progettuale itaforestry, a supporto della rete rurale nazionale 2014-2020, per la crescita del settore forestale e lo sviluppo delle sue filiere". ne da' notizia l'ente di ricerca, spiegando che "oggi piu' che mai le foreste sono chiamate a rivestire funzioni nuove e diverse, non piu' legate alla sola produzione di legno e prodotti non legnosi, ma anche a nuove esigenze ambientali, sociali e culturali interconnesse tra loro per una economia sempre piu' circolare". obiettivo del progetto - precisa il crea - "sara' quello di promuovere non solo un utilizzo sostenibile della risorsa, ma soprattutto di avviare processi di supporto e trasferimento di strategie, metodologie, pratiche e tecnologie di prodotto, di processo e di governance al settore". (ab)

17 luglio 2015 

EXPO: SCORDAMAGLIA INCONTRA COMMISSARIO ANDRIUKAITIS E DE CASTRO

luigi scordamaglia, presidente di federalimentare, ha incontrato oggi a expo il commissario ue alla salute vytenis andriukaitis e il coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura e sviluppo rurale del parlamento ue paolo de castro. scordamaglia ha chiesto - informa un comunicato - "un ruolo piu' forte da parte di bruxelles su temi vitali e non delegabili agli stati membri come gli ogm o l'etichettatura dei prodotti alimentari". inoltre, ha sollecitato "un intervento dell'unione europea per revocare le sanzioni contro la russia, che continuano a penalizzare l'italia, in particolare il settore agroalimentare italiano".

17 luglio 2015 

EXPO: OGGI LA GIORNATA DELL'ANABIO-CIA AL TEATRO DELLA TERRA BIODIVERSITY PARK

si e' svolta oggi al teatro della terra del parco della biodiversita', la giornata dell'associazione agricoltura biologica (anabio) della cia-confederazione italiana agricoltori all'esposizione universale. ne da' notizia la confederazione, spiegando che si e' trattato di una "giornata storica per chi crede nell'agricoltura come custode della biodiversita'". la giornata e' stata articolata in due momenti. il primo e' stato una tavola rotonda su "come attribuire un valore economico alla biodiversita' agricola", alla quale hanno preso parte il viceministro andrea olivero, la deputata susanna cenni, il vicepresidente vicario della cia cinzia pagni, che ha concluso i lavori, e il presidente dell'anabio federico marchini, che ha svolto la relazione introduttiva e moderato l'incontro. il secondo appuntamento e' stato l'assemblea dell'anabio, dedicata al tema "una forte e qualificata rappresentanza per far crescere l'agricoltura biologica", che ha visto, tra gli altri, gli interventi di paolo carnemolla, presidente di federbio, e vincenzo vizioli, presidente di aiab. i lavori sono stati conclusi dal presidente della cia dino scanavino. "anche in italia saranno presto riconosciuti agli agricoltori i cosiddetti diritti fitogenetici "on-farm" e il cammino per una concreta applicazione del protocollo di nagoya (accesso alle risorse genetiche ed equa condivisione dei benefici derivanti dal loro utilizzo) e', almeno nel nostro paese, vicino al traguardo", ha annunciato l'anabio nell'occasione. la giornata di oggi - prosegue l'associazione - e' stata "dedicata alla biodiversita', alle produzioni bio, alla rinnovata alleanza tra uomo e ambiente, dove 'nutrire il pianeta, energie per la vita' diventa 'rispettare il pianeta, per nutrire la vita'". dai lavori e' emerso - sottolinea l'anabio - "chiarissimo il profilo di una nuova agricoltura che si fonda su tre pilastri: la biodiversita' la sua tutela e la sua diffusione, il biologico come sistema avanzato e sostenibile di coltivazione, l'agricoltura multifunzionale e custode. e' il perimetro che viene tracciato dall'azione di anabio che proprio oggi annuncia un decisivo passo avanti nel riconoscimento dei diritti fitogenetici on-farm". per il presidente di anabio federico MARCHINI, si tratta di un "passo decisivo per tutelare il lavoro degli agricoltori che difendono le sementi autoctone, che valorizzano e custodiscono la biodiversita', che operano per diffondere la biodiversita'. ed e' anche il solo strumento per arginare il monopolio dei semi detenuto da quattro multinazionali che da sole producono il 70% delle sementi nel mondo. possiamo dire che oggi qui a expo cia e anabio portano semi di liberta'". "come cia - sottolinea il presidente nazionale dino SCANAVINO - ci siamo sempre battuti perche' venga riconosciuto all'impresa agricola il suo ruolo di custode della biodiversita' e siamo fortemente impegnati a promuovere l'agricoltura sostenibile come pilastro dello sviluppo compatibile". "il biologico e' il settore che rende possibile questo tipo di sviluppo. del pari e' anche l'ambito in cui si sviluppa a pieno la nostra visione di agricoltura multifunzionale, dove la produzione agricola e' integrata in diverse attivita' che hanno nella valorizzazione dei territori e nella tutela del patrimonio naturale la loro prima e piu' alta finalita'", aggiunge. "ma abbiamo anche l'esigenza di affermare il diritto al reddito dell'impresa agricola - spiega il vicepresidente vicario cinzia PAGNI - ecco che riconoscere il diritto fitogenetico, e cioe' la proprieta' intellettuale del germoplasma e delle razze animali, diventa un concreto strumento per salvaguardare la biodiversita' e contemporaneamente assicurare reddito all'impresa agricola attraverso un accorto sfruttamento economico della biodiversita' medesima". "la giornata di anabio e' stata anche un momento di riflessione sul cammino della legge nazionale "disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversita' agraria", di cui e' prima firmataria l'onorevole susanna CENNI. ebbene questa legge prevede, tra le altre iniziative, l'istituzione dell'anagrafe nazionale delle biodiversita', la rete nazionale della biodiversita' agraria e alimentare e l'istituzione di un fondo (alimentato con i proventi delle sanzioni pecuniarie per i reati ambientali) per la tutela della biodiversita'. che, declinato con il riconoscimento dei diritti fitogenetici, e' un concreto sostegno all'attivita' degli agricoltori custodi e promotori della biodiversita', i quali si vedono riconoscere anche il diritto alla vendita diretta e, in ambito locale, di sementi o di materiali di propagazione di cui sino stati i custodi e i propagatori. nella legge - che istituisce anche i percorsi della biodiversita' e la comunita' del cibo e della biodiversita' - c'e' anche un elemento fortemente simbolico: viene istituita la "giornata nazionale della biodiversita' agraria e alimentare", che cadra' ogni anno il 20 maggio. si trattera' di una giornata in cui dalle scuole agli enti pubblici verranno illustrati e promossi i valori della biodiversita'", fa notare l'anabio. "con questa giornata di anabio-cia in expo l'italia (che, con un trentesimo della superficie europea, custodisce il 50% della biodiversita' vegetale e il 30% di quella animale dell'intero continente) si scopre finalmente e fattivamente piu' verde", conclude la cia. (ab)

17 luglio 2015 

EXPO: TAVOLA ROTONDA ANABIO-CIA SU VALORE BIODIVERSITA' AGRICOLA, CON OLIVERO, CENNI, PAGNI, MARCHINI

il viceministro delle politiche agricole andrea olivero, la deputata del pd susanna cenni, la vicepresidente vicaria della cia cinzia pagni ed il presidente di anabio federico marchini sono intervenuti oggi ad una tavola rotonda sul tema "come attribuire un valore economico alla biodiversita' agricola", svoltosi al parco della biodiversita' dell'expo e promosso dall'associazione nazionale agricoltura biologica della cia-confederazione italiana agricoltori. "non c'e' dubbio che il modello agricolo italiano possa essere proposto al mondo come un paradigma virtuoso di compatibilita' tra tutela ambientale e intelligente sfruttamento delle risorse, ma perche' questo avvenga e' necessario che ci siano strumenti normativi, supporti scientifici ed azioni economiche che assicurino il futuro alla nostra agricoltura", sottolinea la cia, sintetizzando le tematiche al centro dell'incontro. "e' venuto il tempo - ha detto OLIVERO - di passare dalla costruzione della consapevolezza del valore della biodiversita' e della coltivazione biologica alla realizzazione del valore economico della biodiversita'". "ci servono strumenti normativi, ma anche accessibilita' ai mercati, ci servono politiche economiche incentrato sul tema dello sviluppo sostenibile di cui l'agricoltura italiana e' il paradigma", ha aggiunto, assicurando che "l'impegno del governo a roma come a bruxelles e' quello di costruire le condizioni per la valorizzazione economica della biodiversita'". "ma farlo come? ed ecco che i semi della liberta' - cioe' il riconoscimento dei diritti fitogenetici on-farm agli agricoltori contro il monopolio delle multinazionali delle sementi - fanno germogliare l'esigenza di porre al centro della riflessione nazionale e globale l'interrogativo sul modello economico", afferma la cia. "mi auguro che la mia legge per la tutela e la valorizzazione della biodiversita' agraria, che gia' e' stata approvata alla camera, sia la legge di expo", ha asserito CENNI. "c'e' l'impegno di tutti ad approvarla entro la fine dell'esposizione universale perche' questa legge e' una sorta di manifesto operativo non solo per la tutela, ma per la valorizzazione della biodiversita'. con questa legge che pone la questione di quale agricoltura per quale cibo, che consente agli agricoltori di operare con le proprie sementi, che costruisce la rete e che crea l'anagrafe della biodiversita' in realta' noi cerchiamo di democratizzare l'agricoltura: di impedire che il monopolio oggi esercitato da tre multinazionali che detengono l'80 per cento del mercato delle sementi per un valore di 15 miliardi di dollari all'anno si traduca in impoverimento della diversita' agricola, che e' impoverimento degli agricoltori", ha aggiunto. "con le parole di papa francesco che ha chiesto con la 'laudato si' non un aggiustamento ma un mutamento del modello di sviluppo, io penso che questa legge sia il paradigma di una nuova economia", ha concluso la deputata. "noi continuiamo a batterci per questa agricoltura che tutela la biodiversita', che si fa custode, che interpreta se stessa nella multifunzionalita', ma siamo consapevoli che questo modello agricolo deve produrre reddito per esistere e deve produrre un modello", ha spiegato PAGNI. "percio' la biodiversita' per noi e' multiformita' dei territori, delle sementi certo, ma anche delle razze animali e dei microrganismi, e' una biodiversita' di sistema. che dobbiamo proporre al mondo come modello alternativo di sviluppo", ha continuato. "lo faremo ad esempio come cia anche ponendo la questione del lago ciad che e' emblematica: li' un'agricoltura fiorente e' stata desertificata dall'omologazione colturale e dalla depredazione della risorsa idrica. al contrario la nostra agricoltura e' un'agricoltura che si preoccupa della risorsa naturale, che si perpetua nella sostenibilita' per affermare la biodiversita'", ha concluso la vicepresidente vicaria. "sono contento - ha detto MARCHINI - perche' finalmente la biodiversita' e' qualcosa che si tocca: acquisisce anche valore economico e il biologico non e' piu' considerato un settore, ma un metodo di coltivazione felice capace di preservare la biodiversita' e di generare valore economico dalla biodiversita'". (ab)

17 luglio 2015 

EXPO: ASSEMBLEA ANABIO-CIA. INTERVENTI DEI PRESIDENTI SCANAVINO E MARCHINI

si e' svolta oggi - informa un comunicato - nel parco della biodiversita' dell'expo l'assemblea nazionale dell'associazione agricoltura biologica della cia-confederazione italiana agricoltori, durante la quale e' stato fatto il punto sulla "crescente attenzione che i consumatori prestano alle produzioni biologiche" ed e' stato presentato un rapporto sullo sviluppo del comparto. "l'opzione verso il bio non e' solo spinta dalla qualita' o dalla salubrita' dei prodotti, ma da un'adesione culturale del consumatore che percepisce il biologico come un vettore per lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia ambientale", sottolinea l'anabio, sulla base dei risultati del rapporto. "cio' che emerge dai report di anabio e' che, nel caso del biologico, si puo' parlare di una vera e propria alleanza tra produttore e consumatore nella prospettiva di uno sviluppo sostenibile", aggiunge la cia, osservando che "dalle rilevazioni emerge che i consumatori sono disposti a pagare fino al 15% in piu' un prodotto biologico e che se le ovvie declinazioni di salute e di naturalita' sono i principali motivi di acquisto la parola rispetto rispecchia il primo valore ricercato dal 17% dei consumatori che scelgono il bio". "per converso la prima peculiarita' che viene riconosciuta al prodotto biologico e' di essere "non industrializzato" (la pensa cosi' il 28% dei consumatori) che significa che il consumo di biologico e' percepito come portatore di un diverso modello di sviluppo. vi e' poi un aspetto fiduciario che lega oltre un quarto dei consumatori al produttore. cio' spiega il concetto di alleanza tra chi produce e chi consuma", aggiunge la cia. "un'alleanza che ha spinto l'italia a conquistare la leadership europea sia per quanto riguarda le superfici coltivate a biologico sia per il numero d'imprese e di addetti", prosegue l'anabio, evidenziando che "l'italia ha attualmente in conduzione biologica circa un milione e 320 mila ettari (con un incremento del 12,8% nel 2014 sul 2013) con sicilia e calabria che si confermano le regioni capofila seguite da puglia, emilia romagna e toscana. il totale degli operatori sfiora le 53 mila unita'. ma e' sul fronte dei consumi che il biologico si rivela un fattore anticiclico. mentre tutto il comparto dei consumi convenzionali ha subito una fortissima contrazione, il biologico ha fatto segnare un'impennata del 17,3 per cento nell'ultimo anno. nella "top five" dei prodotti piu' consumati ci sono in testa le uova (9,2% dei prodotti bio acquistati) seguiti dai sostituti del pane (8%), latte (7,3%), frutta e verdura (6,%), carni (4%). complessivamente il settore bio in italia vale 3 miliardi di euro". "questi risultati - ha commentato il presidente di anabio federico MARCHINI - confermano come per le produzioni biologiche ci sia da una parte uno spazio di mercato sempre piu' rilevante, ma dall'atro che il consumatore avverte ormai chiaramente come il valore aggiunto della sostenibilita' sia decisivo". "per questo, come associazione, ci battiamo perche' vi sia una sempre maggiore attenzione al biologico, non solo come pratica colturale, ma come modello di sviluppo. ecco perche' abbiamo legato nella giornata di oggi il tema delle produzioni biologiche a quello della biodiversita'", ha aggiunto, rimarcando che "senza una tutela e una valorizzazione della biodiversita', non c'e' l'opportunita' di dispiegare totalmente il valore delle coltivazioni e delle produzioni biologiche". "dall'assemblea di anabio - rende noto la cia - emerge chiaramente come il consumo e la produzione di prodotti biologici assurga a stile di vita: basti pensare ai tanti produttori che si danno alla conservazione e ri-coltivazione di frutti antichi, di specie vegetali dimenticate, basti pensare a quanto l'agricoltura nelle zone di montagna stia recuperando produzione proprio grazie al biologico, ma basti pensare anche a tutto il movimento dei gas, alla nascita di catene specializzate in distribuzione di prodotti bio, alla crescente attenzione che la gdo dedica a queste produzioni per determinare attraverso il biologico una sorta di rivoluzione verde del produrre e del consumare". "quando come confederazione - ha detto il presidente della cia dino SCANAVINO - pensiamo alla filiera integrata, quando parliamo di multifunzionalita' agricola, quando rivendichiamo il giusto reddito per l'impresa agricola abbiamo in mente cio' che ha significato lo sviluppo del biologico". "sono personalmente persuaso che la leadership che l'italia ha conquistato in termini di produzione e di superfici coltivate a biologico debba necessariamente tradursi anche in un protagonismo di azione politica e d'indirizzo, anche in sede comunitaria, per fondare su questo esempio un modello di sviluppo economico sostenibile che parte dall'agricoltura", ha proseguito. "in questo sta il nostro nuovo protagonismo agricolo, sostenuto dall'alleanza di valori che nel perimetro del biologico si e' venuta spontaneamente determinando tra chi produce e chi consuma", ha concluso. (ab)

17 luglio 2015

EXPO: MAIORANO (ANGA-CONFAGRI), AGRICOLTURA EUROPEA DEVE RIPARTIRE DAI GIOVANI

"l'agricoltura conta nell'unione europea. e' stata la prima politica di coesione e continua a rappresentare il 40% del budget comunitario. l'europa, una casa comune, pero' deve essere capace di trasferire saperi e modelli vincenti cercando di smussare ed eliminare le debolezze", ha detto il presidente dei giovani di confagricoltura raffaele maiorano, intervenendo al convegno "giovani agricoltori d'europa a confronto", svoltosi all'expo. all'incontro - rende noto la confagricoltura - hanno partecipato l'europarlamentare alberto cirio (ppe), il presidente del ceja matteo bartolini ed i rappresentanti dei giovani agricoltori europei: juha tenho (finlandia); jannes maes (belgio); iris bouwers (olanda); celine imart (francia) e alice cerutti (italia). "l'europa - ha proseguito maiorano - e' e continuera' ad essere una casa comune; occorrera' investire con forza sul ricambio generazionale, promuovendo strumenti per permettere agli agricoltori di guadagnare posizioni nella catena del valore dell'agroalimentare. servono misure per ridurre i costi, aggregare le produzioni e rendere sempre migliore il posizionamento degli agricoltori sul mercato". "i limiti economici e burocratici non riusciranno a frenarci", ha aggiunto il presidente, ricordando che "il ceja (il coordinamento delle associazioni agricole di giovani agricoltori) e' il nostro grande network che funziona e che continuera' a crescere,  aggregando sempre piu' giovani capaci di dare una spinta propulsiva verso lo sviluppo di un'europa veramente unita". (ab)

16 luglio 2015 

EXPO: ANAFI, INIZIATI LAVORI 10° CONVEGNO AGAFI

l'associazione nazionale allevatori razza frisona italiana (anafi) rende noto che sono iniziati i lavori del decimo convegno dell'agafi (attivita' giovani allevatori frisona italiana), che si svolgeranno fino al 18 luglio all'expo. "i lavori sono iniziati con una presentazione di maria cerri, coordinatrice nazionale dei giovani, che ha illustrato la realta' milanese, sia sotto il profilo zootecnico, ma anche sotto l'aspetto delle peculiarita' tipiche di questo territorio, e da marco vanzetti che, nella sua veste di consigliere anafi, ha portato i saluti dell'associazione", rende noto l'anafi. "il direttore dell'anafi giorgio burchiellaro ha in seguito aggiornato i circa sessanta ragazzi presenti, attraverso una presentazione che ha toccato tutti i settori tecnici della frisona, partendo dalla genomica alle attivita' tecniche gia' svolte e da svolgere", informa l'associazione. (ab)

16 luglio 2015

"LA DIETA DEL GRANA PADANO" E' GRATIS SUL SITO DEL CONSORZIO

e' possibile dimagrire bene, basta mangiare cose buone. l'innovativa dieta del consorzio di tutela del grana padano e' un contributo ai temi expo per combattere sovrappeso e obesita' che colpiscono il 35% della popolazione adulta mondiale. il programma di controllo del peso s'inserisce nella miriade di diete esistenti come un contributo scientificamente corretto e basato sulle scoperte piu' recenti con un servizio offerto gratuitamente che educa all'autogestione del peso e della propria salute. "la dieta del grana padano" risponde ad uno dei temi principali di expo, il rapporto tra cibo e salute, come si sottolinea nel manifesto dell'esposizione mondiale dove, oltre alla necessita' di nutrire i 9 miliardi di persone che vivranno sul pianeta nel 2040, occorre prevenire le nuove grandi malattie sociali della nostra epoca, in particolare l'obesita', che provoca ogni anno 2,8 milioni di decessi. la dieta e' dedicata sia alle persone sovrappeso, che obese di primo grado, sia alle persone normopeso, ma con obesita' addominale, ed esclude invece i minorenni, gli over 70 e chi soffre di particolari malattie. e' suddiviso in 20 settori interattivi ai quali si accede con la password che si e' scelto durante l'iscrizione, in sintesi l'utente potra': conoscere il suo stato ponderale sul quale e' stata calcolata la dieta assegnata e ricevere in tempo reale commenti e consigli su: bmi, circonferenza addominale, attivita' fisica, controllo della fame e le calorie della dieta che potra' seguire; ricevere subito il primo dei 5 menu settimanali ipocalorici corredato di 5 pasti ogni giorno, basati sulla dieta mediterranea con alimenti ricchi di gusto e bilanciati in nutrienti, oltre a ricette saporite; consultare la guida alla dieta, tutte le istruzioni ricevute sull'esecuzione del programma; ricevere subito un programma di attivita' fisica personalizzato con 4 livelli di intensita', durata e difficolta' che prevedono esercizi aerobici e isometrici (allenamento alla forza); entrare nella fase di mantenimento, caratteristica peculiare della dieta del grana padano, che ha lo scopo di ridurre il rischio della cosiddetta sindrome dello yo-yo, o dell'oscillazione ponderale, molto frequente dopo una dieta dimagrante, ma sconsigliabile per la salute. il mantenimento e' una fase molto delicata che difficilmente puo' essere gestita senza una guida costante. il programma dispensa inoltre delle utili informazioni sulla salute ed in particolare sulla sindrome metabolica in collaborazione con la simg (societa' italiana di medicina generale e delle cure primarie). il servizio offerto gratuitamente e' fruibile sul sito educazione nutrizionale grana padano e utilizzabile con tutti i dispositivi: desk top, tablet, smartphone e presto sara' disponibile anche con una app per apple ios e google android.

15 luglio 2015

EXPO: DOMANI INCONTRO CONFAGRI SULLA NUOVA GENETICA AGRICOLA

"geni italiani, per una via nazionale alla ricerca e alla nuova genetica in agricoltura", e' il tema di un incontro della confagricoltura che si terra' domani 16 luglio, dalle 10:30 alle 13:00 nell'auditorium di palazzo italia ad expo. ne da' notizia la confederazione, spiegando che si trattera' di un "confronto sul moderno miglioramento genetico a cui parteciperanno i professori harald von witzke, dell'universita' di berlino e michele morgante, dell'universita' di udine ed il ricercatore roberto defez dell'ibbr cnr napoli". le conclusioni saranno affidate al presidente della confagricoltura mario guidi. "ovunque, nel mondo, la ricerca e l'innovazione genetica in agricoltura sono viste come una soluzione alle sfide globali del pianeta piuttosto che come un problema; in italia, invece, c'e' la totale assenza di una politica a favore di una ricerca per l'innovazione e per la genetica in agricoltura", afferma la confagricoltura, sostenendo che "abbiamo eccellenze, ricercatori e accademie che sono ampiamente in grado di lavorare su questi temi, producendo innovazioni di cui la nostra agricoltura puo' beneficiare". "tecniche nuove, che mantengono praticamente intatta l'identita' genetica 'tipica' della pianta e che sono quindi perfette per un'agricoltura basata sulla tipicita' com'e' la nostra e per assicurare il futuro dei marchi del made in italy agroalimentare in tutti i settori, come in quello ortofrutticolo e in quello viticolo", prosegue la confederazione. per l'organizzazione agricola "e' solo quella della ricerca scientifica la strada che deve essere intrapresa per fare chiarezza su temi che invece, purtroppo, vengono affrontati in modo ideologico e che portano a gravi episodi come quello dell'incendio doloso al mangimificio veronesi, di pochi giorni fa, ai cui titolari confagricoltura rinnova la propria solidarieta'". (ab)

15 giugno 2013 

EXPO: VENERDI' INCONTRO SU SICUREZZA ALIMENTARE TTIP, OGM E XYLELLA, CON ANDRIUKAITIS E DE CASTRO

"salute, sicurezza alimentare e qualita': le sfide per un futuro sostenibile" e' questo il tema del "dialogo con i cittadini" che si terra' venerdi' 17 luglio, dalle 14:00, al padiglione europa dell'expo. ne da' notizia un comunicato, informando che durante l'incontro il commissario europeo per la salute vytenis andriukaitis ed il coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura del parlamento europeo paolo de castro "incontreranno oltre 250 cittadini, esponenti della societa' civile e visitatori per discutere di sicurezza alimentare, sistemi di tutela dei prodotti agroalimentari, informazioni al consumatore, partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti (ttip), ogm, xylella ed altre questioni fitosanitarie e alimentari". (ab)

15 luglio 2015

EXPO: GIOVEDI' CONFRONTO TRA I "GIOVANI AGRICOLTORI D'EUROPA", CON CIRIO, BARTOLINI, MAIORANO

giovedi' 16 luglio, dalle 16:30, nell'auditorium di palazzo italia all'expo, "i giovani agricoltori dell'unione europea si confronteranno sulle differenze tra i paesi del nord europa e quelli del mediterraneo", cercando di rispondere alla domanda: 'e' stata l'agricoltura ad unire l'europa. riuscira' a mantenerla unita?'". ne da' notizia l'associazione giovani di confagricoltura, spiegando che il confronto si svolgera' nell'ambito di un incontro sul tema "giovani agricoltori d'europa a confronto", al quale interverranno l'europarlamentare della commissione agricoltura alberto cirio (ppe), ed i presidenti del consiglio europeo dei giovani agricoltori (ceja) matteo bartolini e dei giovani di confagricoltura raffaele maiorano. all'iniziativa porteranno la loro testimonianza i giovani agricoltori europei juha tenho (finlandia), jannes maes (belgio), iris bouwers (olanda) e alice cerutti (italia). (ab)

15 luglio 2015 

EXPO: ICA, CONFCOOPERATIVE, JA-ZENCHU, FIRMANO LA CARTA DI MILANO E PRESENTANO DOCUMENTO CON FAO

il commissario unico di expo giuseppe sala, pauline green, presidente dell'associazione mondiale delle cooperative (ica), maurizio gardini, presidente confcooperative e l'associazione delle cooperative giapponesi ja-zenchu hanno sottoscritto oggi la carta di milano. inoltre, al termine di una due giorni di incontri, e' stata consegnata a sala una riflessione di fao, ica, ja-zenchu e confcooperative su "la via cooperativa alla carta di milano", che contiene una serie di osservazioni e di impegni della cooperazione mondiale. nel documento si sottolinea che le cooperative insieme rappresentano la 7^ economia mondiale, producono il 30% dell'agroalimentare globale, danno lavoro a 250 milioni di persone e sono il 12% della forza lavoro del g20. il testo del documento e' il seguente http://goo.gl/X1gQnm.

14 luglio 2015

EXPO: INCONTRO DELLA GRANAROLO SUL FUTURO DEL LATTE COOPERATIVO

si e' tenuto oggi ad expo un incontro organizzato da granarolo sul tema "latte e cooperazione nel post quote latte in europa", nel corso del quale e' stata presentata una ricerca di rabobank sull'evoluzione del settore lattiero-caseario. sono intervenuti, fra gli altri: il ministro delle politiche agricole maurizio martina; paolo de castro, coordinatore s&d alla commissione agricoltura del parlamento europeo; gianpiero calzolari, presidente di granarolo; cesare baldrighi, presidente del consorzio grana padano; kevin bellamy, senior analyst di rabobank. calzolari ha dichiarato: "crediamo che il modello cooperativo rappresenti in italia e in europa, ancor piu' nel dopo quote latte, un modello che possa offrire tutela delle filiere agroalimentari nazionali grazie alla conoscenza dei territori e alla capacita' di sostenere il sistema agroallevatoriale consentendo il rispetto e la valorizzazione della qualita' della materia prima. auspichiamo che questo incontro - ha aggiunto il presidente di granarolo - possa rappresentare l'occasione per promuovere un modello a tutela del territorio, anche in contesti istituzionali, per evitare la banalizzazione di un prodotto come il latte, non commodity, ma ricchezza dei nostri territori". dalla ricerca robobank emergono, secondo granarolo, soprattutto i seguenti dati: il commercio agroalimentare negli ultimi 10 anni a livello mondiale e' cresciuto del 220% (da 527 a circa 1.146 miliardi di euro); le importazioni lattiero-casearie a livello mondiale negli ultimi 10 anni sono aumentate del 214% attestandosi a circa 62 miliardi di euro (di cui 38% formaggi, 28% latte in polvere; 34% tra latte non in polvere, burro e siero); l'unione europea e' il principale mercato al mondo nei formaggi, con livelli di consumi pro-capite tra i piu' elevati a 17,5 kg/annui contro i 3 kg di media mondiale (usa 15,4 kg/annui; russia 6,1 kg/annui, brasile 3,7 kg/annui); rabobank prevede che entro il 2020 il volume dei commerci mondiali dovra' crescere del 25% per soddisfare la domanda; la domanda globale di latte continuera' a crescere fino al 2020 con un cagr (tasso annuo di crescita composto) maggiore del 2% annuo.

14 luglio 2015

EXPO: SABATO ASSEMBLEA NAZIONALE COLDIRETTI INTERVENTI DI MARTINA E MONCALVO

sabato 18 luglio, dalle 10:30, nell'auditorium di palazzo italia, all'expo, si svolgera' l'assemblea nazionale della coldiretti, durante la quale verra' fatto "il primo bilancio di meta' percorso dell'expo, con un'importante analisi degli effetti economici ed occupazionali nel settore agroalimentare". all'assemblea, alla quale parteciperanno "agricoltori provenienti dalle campagne di tutte le regioni italiane", interverranno il ministro delle politiche maurizio martina ed il presidente della coldiretti roberto moncalvo, al quale saranno affidate le conclusioni dell'incontro. in occasione dell'assemblea - rende noto l'organizzazione - saranno esposti, dalle 09:00, al padiglione "no farmers no party", i "piu' aberranti ed offensivi sfregi ai piatti e prodotti alimentari made in italy, scovati in tutti i continenti per denunciare pubblicamente l'oltraggio che si realizza a danno dell'identita' e della reputazione nazionale in molti paesi presenti all'esposizione universale". l'esposizione, allestita dalla confederazione, conterra' esempi dello "sfruttamento di antipatici stereotipi per fare marketing sulla pelle degli italiani, delle maldestre rivisitazioni di antiche ricette, della ridicolizzazione di storici processi produttivi, dei nomi storpiati, della banalizzazione delle denominazioni e dei piatti tricolore inventati di sana pianta", spiega la coldiretti. all'inaugurazione dell'esposizione parteciperanno moncalvo ed il presidente del comitato scientifico dell'osservatorio sulla criminalita' nell'agroalimentare giancarlo caselli. (ab)

14 luglio 2015 

EXPO: VENERDI' ASSEMBLEA ANABIO-CIA E CONVEGNO SUL BIO, CON OLIVERO, CENNI, SCANAVINO, MARCHINI

"la cia in expo non e' semplicemente impegnata a promuovere l'agricoltura biologica, ma a sostenere un'agricoltura che fa del 'bio' il protocollo di coltivazione per garantire tutela ambientale e valorizzazione della biodiversita' e dei territori", sottolinea la confederazione italiana agricoltori, spiegando che "proprio per questo motivo, la 'giornata' di anabio all'esposizione universale, venerdi' 17 luglio, al teatro della terra nel biodiversity park, rappresenta un appuntamento fondamentale". nell'ambito di tale giornata - rende noto la cia - si svolgera', dalle 10:30, una tavola rotonda sul tema "come attribuire un valore economico alla biodiversita' agricola". alla tavola rotonda interverranno, tra gli altri, il viceministro alle politiche agricole andrea olivero, la deputata del pd susanna cenni, i presidenti di cia e anabio dino scanavino e federico marchini, il rappresentante della fao mario marino, il direttore generale protezione della natura e del mare del ministero dell'ambiente carmela giarratano. nel pomeriggio, dalle 14:00, si svolgera' l'assemblea nazionale di anabio con lo slogan "una forte e qualificata rappresentanza per far crescere l'agricoltura biologica". all'assemblea, oltre a olivero, scanavino e marchini, interverranno i presidenti delle altre associazioni biologiche italiane federbio paolo carnemolla, aiab vincenzo vizioli, assobio roberto zanoni, e citta' del bio ignazio garau. (ab)

14 luglio 2015 

EXPO: SEMINARIO UNAPROL SULLE FILIERE OLIVICOLE TRACCIATE DELLA TOSCANA

"in toscana si coltiva ottimo olio extra vergine dappertutto; ogni provincia ha una sua caratteristica ed una sua peculiarita' e la produzione si articola in zone distinte e vocate per clima, natura del terreno, esposizione". e' quanto e' emerso durante un seminario sulle filiere olivicole tracciate, promosso dall'unaprol-consorzio olivicolo italiano ad expo. "sul territorio regionale vi sono tre denominazioni di origine: 'chianti classico' nelle provincie di siena e firenze, 'lucca' nella provincia di lucca, 'terre di siena' in provincia di siena e dell'igp 'toscano' che valorizza, attraverso le varie menzioni, la ricchezza del patrimonio varietale regionale", prosegue l'unaprol, rendendo noto che "dal convegno e dalla successiva degustazione e' inoltre emerso che l'olivicoltura e' presente su circa 87.000 ettari di superficie" e "l'olivo occupa le aree collinari comprese tra i 100 e 300 m s.l.m. nel 68% dei casi". (ab)

14 luglio 2015

EXPO: MERCURI (FEDAGRI) APRE CONVEGNO FAO, CONFCOOPERATIVE, ICA

"l'agricoltura avra' un futuro solo se sapremo restituire alle future generazioni un ambiente almeno pari a come l'hanno trovato. occorre formare ed informare, sia i consumatori che i produttori, perche' aumenti la consapevolezza della misura dell'impatto ambientale della produzione agricola", ha detto giorgio mercuri, presidente di fedagri confcooperative aprendo a expo la due giorni di fao, confcooperative, ica (international coope ja-chenchu-cooperazione agroalimentare giapponese) su "co-operatives empowering people for sustainable development". "la cooperazione e' molto sensibile al tema della sostenibilita' ambientale, per la centralita' che per noi assumono le ricadute sul benessere del territorio e delle persone. ci sono grandi gruppi cooperativi - ha continuato mercuri - come granarolo, conserve italia, caviro, coprob, unipeg, che sono gia' molto avanti e che da tempo hanno affrontato i temi della gestione dei residui, la produzione di energia rinnovabile, l'impatto ambientale di ogni singola produzione, dalla stalla o campagna, fino alla scelta degli imballaggi eco-compatibili". "proprio nella nostra settimana da protagonista, prevista a expo il prossimo 30 settembre - ha concluso presidente di fedagri - presenteremo il 9° rapporto dell'osservatorio sulla sostenibilita' delle imprese agricole, realizzato da agri2000 con il patrocinio delle nostre primarie imprese cooperative".

13 luglio 2015

EXPO: GUIDI, I CAPOLAVORI DI CONFAGRI ALLA VIGNA DI LEONARDO

confagricoltura - si legge in un comunicato diffuso dall'organizzazione agricola - "e' presente ad expo 2015 per presentare e far conoscere al mondo il suo modello di agricoltura e portare un contributo concreto al grande tema dell'esposizione, 'nutrire il pianeta. energia per la vita'". "per questo - prosegue il comunicato - e' presente a palazzo italia con una installazione che mostra ai visitatori il grande patrimonio culturale e artistico rappresentato dai prodotti dell'agricoltura. una serie di filmati che ingrandiscono, oltre la capacita' della vista umana, i prodotti della terra e li trasformano in vere e proprie opere d'arte, create abilmente dalle mani degli agricoltori, che occupano una parete dell'edicola-mercati, il grande cubo posto al centro del cortile di palazzo italia". "ed e' per questo che ha scelto la casa degli atellani, partecipando al recupero della vigna di leonardo, per il suo 'fuori expo'", spiega il presidente della confagricoltura mario guidi, facendo notare che si tratta del "luogo ideale per far conoscere ai visitatori di expo i nostri 'capolavori', frutto dell'ingegno, dell'inventiva e della laboriosita' che hanno reso famoso il nostro paese nel mondo e che nel grande genio di leonardo da vinci hanno trovato l'apice della loro espressione". "molte le attivita' a disposizione delle imprese associate, che potranno utilizzare la vetrina di expo e la vigna di leonardo per rafforzare il proprio posizionamento strategico, per consolidare e sviluppare l'attivita' di internazionalizzazione, senza tralasciare la promozione del territorio, attraverso la proposta ai visitatori di pacchetti turistici ed eno-gastronomici e la valorizzazione del made in italy, con iniziative che leghino il settore agricolo agli altri che fanno grande il nostro paese, dalla moda al design, dall'arte alla cultura", sottolinea la confagricoltura. "nei saloni del palazzo degli atellani e nel giardino, per tutta la durata dell'esposizione, confagricoltura organizza visite, convegni, serate a tema, degustazioni, incontri d'affari e molto altro ancora", continua la confederazione. "appuntamenti istituzionali, come l'assemblea nazionale e quella dell'impresa familiare, la giornata dedicata alle grandi imprese, il convegno dei giovani di confagricoltura e il forum agriturist. serate dedicate alla cultura, come quella organizzata insieme a uir, welcome italy e federazione italiana cuochi: un viaggio attraverso le regioni italiane per valorizzare storia, prodotti tipici, funzionalita' del sistema logistico e tradizione gastronomica; e quella realizzata insieme a italiafestival, che ha abbinato la portata culturale dei festival italiani alle eccellenze enogastronomiche dei territori in cui si svolgono. convegni dedicati alle grandi sfide dell'agricoltura, come quello che punta l'attenzione sui temi della ricerca e della nuova genetica in agricoltura, dal titolo "geni italiani"; ma anche incontri d'affari, dall'incoming di buyer provenienti dall'asia e dai paesi arabi, dedicato al florovivaismo, a quelli, in programma a settembre, riservati al vino e all'agroalimentare. la caffetteria della vigna di leonardo, infine, ospita, in degustazione e in vendita, i prodotti delle aziende di confagricoltura, con settimane dedicate ai prodotti tipici delle varie regioni d'italia", continua il comunicato. "una filosofia che sara' l'eredita' che confagricoltura portera' con se' dopo expo - conclude guidi - perche' l'esposizione avra' avuto successo se sara' stata in grado di trasmettere al mondo una nuova concezione di agricoltura, patrimonio di valori e tradizioni, ma fortemente orientata all'innovazione. un'agricoltura che puo' e deve avere un ruolo centrale nell'economia mondiale. per 'nutrire' il pianeta, non solo da un punto di vista alimentare, ma anche culturale". (ab)

13 luglio 2015

EXPO: CONFAGRI, SI E' CONCLUSO CON LA FESTA DEL RACCOLTO IL PROGETTO "WHEATFIELD"

"si conclude con il raccolto del grano il progetto di land art 'wheatfield' dell'artista americana agnes denes, che ha immaginato un campo agricolo proprio nel cuore piu' moderno di milano, il quartiere di porta nuova", rende noto la confagricoltura, ricordando che il progetto e' stato realizzato dalla confederazione, da fondazione riccardo catella e fondazione trussardi. "nulla e' impossibile. anche nella citta' di milano, all'ombra dei grattacieli. hanno cominciato i trattori e la mietitrebbia, poi e' stata la volta dei cittadini milanesi, che gia' avevano partecipato alla semina il 28 febbraio scorso", spiega l'organizzazione agricola, facendo notare che "l'artista denes aveva realizzato un'opera simile, divenuta poi leggendaria, a new york, nel 1982. ora, rivolgendosi ai milanesi del 2015, mentre expo e' in pieno svolgimento, l'artista invita a riflettere sui temi dell'ecologia e dei cambiamenti climatici". (ab)

10 luglio 2015 

EXPO: CONAF, PRESENTATO VI CONGRESSO MONDIALE AGRONOMI, DAL 14 AL 18 SETTEMBRE A MILANO

un comunicato stampa del conaf rende noto che e' stato presentato, nel corso di un incontro svoltosi alla fattoria globale della world association of agronomists (waa) il VI congresso mondiale degli agronomi, che si svolgera' dal 14 al 18 settembre a milano. "dal congresso mondiale degli agronomi uscira' una carta dei principi per il futuro dell'agricoltura globale", spiega il conaf. "l'obiettivo finale - precisa andrea sisti, presidente conaf e participants director waaforexpo - e' formulare una carta dei principi della governance (pianificazione, progettazione e monitoraggio) della 'fattoria globale', utile per il confronto professionale e scientifico, ma soprattutto utile alle comunita' locali e ai cittadini consumatori del mondo". "questo documento vuole porre alcuni limiti etici alla ricerca agronomica, esplicitando degli indicatori, che andranno periodicamente rivisti, che limitino la pressione dell'uomo sull'ambiente e misurino il livello di benessere della terra nel corso del tempo", aggiunge il presidente. (ab)

10 luglio 2015 

EXPO: ANSALONI (COLDIRETTI DONNE IMPRESA) ESALTA LA FORZA DELLE DONNE IN AGRICOLTURA

"il cammino delle donne agricole italiane e' stato lungo: esso si e' intrecciato con la crescita politica e sociale della nostra democrazia e con il prorompente protagonismo del 'soggetto donna' e dei movimenti femminili e femministi sulla scena nazionale e mondiale", ha detto la responsabile di donne impresa della coldiretti lorella ansaloni, intervenendo ad un incontro sul tema "la forza delle donne in agricoltura. testimonianze delle eccellenze italiane", svoltosi all'expo. "riconoscere lo status professionale, sociale ed imprenditoriale delle donne delle campagne e' stato l'obiettivo di fondo della coldiretti", ha continuato ansaloni, precisando che "sono state molte le tappe di questo percorso: il diritto alla pensione ed alla sicurezza sociale, il nuovo diritto di famiglia, la tutela della maternita', le norme sulla parita' di trattamento ed infine la legge sulla imprenditoria femminile". in occasione dell'iniziativa la coldiretti ha presentato i risultati di una propria analisi, dalla quale emerge, tra l'altro, che "sono 215.329 le imprese agricole guidate da donne nel primo trimestre del 2015 in italia, dove ormai nelle campagne quasi una azienda su tre (28,9%) e' rosa per effetto della grande attrattivita' agli occhi delle donne, che hanno contribuito al profondo rinnovamento del settore". (ab)

10 luglio 2015 

EXPO: IL 13 E 14 LUGLIO "CO-OPERATIVES FOR SUSTAINAIBLE DEVELOPMENT" CON SALA, MARTINA, GARDINI, MERCURI

ridurre gli sprechi alimentari, introdurre tecniche agricole innovative mettendo le persone al centro per promuovere uno sviluppo sostenibile nel mondo attraverso il modello d'impresa cooperativo. se ne discutera' lunedi' 13, dalle 15:30, e martedi' 14 luglio, dalle 10:30, a cascina triulza nel corso di "co-operatives: empowering people for sustainaible development", una due giorni organizzata da confcooperative, in collaborazione con fao, ica e ja zenchu, l'organizzazione cooperativa agroalimentare giapponese. ad aprire i lavori lunedi' 13 luglio il presidente di fedagri-confcooperative, giorgio mercuri, che introdurra' la tavola rotonda "ensuring environmental sustainability in agriculture and food retail", con gli interventi di davide cozzarolo, marketing manager di sigma, italia; angel sanchez, general manager di conserve italia; hironobu shiwachi, director, center for international program, tokyo, university of agriculture, giappone; tarun bhargava, deputy general manager, indian farmers fertiliser co-operative limited (iffco), india; francesco russo, coordinatore delle politiche sociali di coop, italia. a seguire si parlera' di "sustainable production and consumption: avoiding food losses and food waste in the supply chain", con takeshi miyaji, environmental policy department, japanese consumers' co-operative union; huseyin polat, senior adviser national cooperative union of turkey; robert van otterdijk, agro-industry officer, rural infrastructure and industries division, fao; julien fremont, member of the board terrena, francia; augusto renella, executive manager di naturitalia, italia. martedi' 14 luglio, i lavori saranno aperti da rodrigo gouveia, director of policy, international co-operative alliance, che introdurra' la sessione "securing the food supply chain: innovative practices to link producers and consumers", alla quale prenderanno parte seok-ju kang, agricultural adviser, national agricultural cooperative federation, south korea; lea rankinen, vice-president corporate responsibility, sok corporation, finland; mauro bordoli, ceo, crai supermarkets, italia; carlo dellasega, direttore generale della federazione trentina, italia. a seguire si parlera' di "ensuring an appropriate policy environment: trade agreements and the post-2015 development agenda", con gli interventi di salvatore cicu, membro della commissione per il commercio internazionale del parlamento europeo (it-epp); axel pougin de la maisonneuve, trade affairs manager, unit d2 for eu/acp economic partnership agreements, dg trade, commissione europea; giuseppe tripoli, direttore generale per le politiche d'internazionalizzazione e la promozione degli scambi, ministero dello sviluppo economico, italia; shigeshi onishi, executive director di ja zenchu, giappone; jamie morrison, senior economist and deputy coordinator of strategic objective 4-trade and markets division, fao; pekka pesonen, segretario generale di copa-cogeca. la giornata si concludera' con gli interventi del ministro delle politiche agricole, maurizio martina, la presidente dell'ica, pauline green, il presidente di confcooperative maurizio gardini e il commissario unico di expo milano 2015, giuseppe sala.

10 luglio 2015 

EXPO: IL 16 INCONTRO CONFAGRI SULLA NUOVA GENETICA AGRICOLA

"geni italiani, per una via nazionale alla ricerca e alla nuova genetica in agricoltura", e' il tema di un incontro della confagricoltura che si terra' il 16 luglio, dalle 10:30 alle 13:00, nell'auditorium di palazzo italia, ad expo. partecipano harald von witzke, humboldt-universität; michele morgante, professore di genetica e presidente della societa' italiana di genetica agraria; roberto defez, istituto di bioscienze e biorisorse del cnr, napoli. conclusioni di mario guidi, presidente di confagricoltura.

10 luglio 2015

EXPO: CREA, PRESENTATO L'ATLANTE GEOLOGICO DEI VINI D'ITALIA. INTERVENTO DI PARLATO

il crea (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) ha presentato oggi all'expo l'atlante geologico dei vini d'italia, edito da giunti. ne da' notizia il crea, spiegando che il volume e' diviso in due parti: una riguardante il vino, curata da attilio scienza (universita' di milano), diego tomasi e federica gaiotti (crea viticoltura ed enologia), federico graziani (sommelier); una dedicata a suolo e clima, curata dalla geologa alessandra giorgianni (universita' di palermo), dal cartografo paolo carnevali e dall'agronomo luigi mariani (universita' di milano). all'incontro e' intervenuto, tra gli altri, il commissario straordinario del crea salvatore parlato. (ab)

9 luglio 2015 

EXPO: SUCCESSO PER INIZIATIVE UNAPROL SU OLIO LAZIO GRANIERI, COMPARTO CONCORRE A FORMAZIONE PLV

"l'olivicoltura delle filiere tracciate unaprol del lazio incanta i consumatori in visita ad expo" con "sapori e profumi irripetibili, unici come i territori di produzione, che rappresentano il meglio dell'offerta della regione, dove sono in produzione oltre 13 milioni di piante di olivo", sottolinea l'unaprol-consorzio olivicolo italiano, in un comunicato nel quale sottolinea il successo delle iniziative promosse all'esposizione universale, "tra degustazioni, cooking show, assaggi e mini corsi per imparare a riconoscere un prodotto di qualita'". "l'olivicoltura del lazio concorre in maniera considerevole alla formazione della plv olivicola nazionale", evidenzia il presidente di unaprol david granieri. "la presenza di olivi di recente impianto sia in pianura che in collina contribuisce ad arginare in maniera considerevole il fenomeno del dissesto idrogeologico ed a dare sicurezza ai territori sui quali si produce ricchezza e occupazione", conclude. (ab)

8 luglio 2015 

EXPO: COPAGRI, DUE GIORNI DEDICATI AGLI AMANTI DEL GELATO E DELLA FRUTTA

"a partire dalla giornata di oggi, alle cupole love it- copagri expo sul lake arena, di fronte all'albero della vita, prende il via una due giorni dedicata agli amanti del gelato e della frutta", rende noto la copagri lombardia, spiegando che "dalle ore 15:00 alle ore 17:00 e dalle ore 19:00 alle 21:00, donata panciera, rinomata esperta del gelato italiano da piu' generazioni, sara' presente nel nostro padiglione, accompagnata da beppo tonon, famoso realizzatore di fantasiose sculture di frutta". domani, "nelle medesime fasce orarie, panciera ritornera' al padiglione love it per promuovere le ricette e la produzione del gelato in famiglia", aggiunge la copagri. (ab)

7 luglio 2015

EXPO: CIHEAM, INIZIATA SETTIMANA "FEEDING KNOWLEDGE"

"con la premiazione dei diciotto progetti vincitori del bando sulle 'best sustainable development practices for food security' di expo milano 2015 e' iniziata la settimana di iniziative che l'esposizione universale dedica alle migliori pratiche sulla sicurezza alimentare, promossa nell'ambito del programma 'feeding knowledge'". lo rende noto il ciheam, spiegando che alla premiazione sono intervenuti il ministro delle politiche agricole maurizio martina ed il segretario generale del ciheam cosimo lacirignola. "le 18 pratiche selezionate rappresentano, al meglio, un racconto straordinario multiforme, locale e globale di grandi imprese e di piccole realta' che si uniscono", ha detto MARTINA. "questa iniziativa e' coerente con le finalita' dell'esposizione universale e mira a mettere a sistema gli elementi fondanti della nostra filosofia: condividere la conoscenza attraverso metodi innovativi di trasferimento tecnologico; concorrere alla formazione di capitale umano per gestire i processi di innovazione; orientare la ricerca sulla base dei bisogni del territorio", ha affermato LACIRIGNOLA. (ab)

7 luglio 2015 

EXPO: CREA, GIOVEDI' INCONTRO SU "IL SAPORE DEL SUOLO NEI VINI ITALIANI", CON PARLATO

giovedi' 9 luglio, dalle 15:30, nello spazio mipaaf all'expo, si svolgera' un incontro promosso dal consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (crea) e dedicato al tema "il sapore del suolo nei vini italiani". durante l'incontro, che verra' introdotto dal commissario del crea salvatore parlato, verra' presentato "l'atlante geologico dei vini d'italia". (ab)

7 luglio 2015

CONFAGRI DONNA: POLI PRESIDENTE GRANATA E ODDI BAGLIONI VICE

l'assemblea di confagricoltura donna - informa un comunicato - ha eletto gabriella poli presidente per il prossimo mandato. "sono onorata e felice per questo incarico", ha detto poli. "sento la responsabilita' di rappresentare e valorizzare il ruolo delle donne, fondamentale per il lavoro che svolgono e per il contributo all'agricoltura e alla crescita del paese. promuoveremo lo sviluppo dell'imprenditoria femminile agricola in sinergia con le istituzioni e le altre organizzazioni", ha aggiunto. il primo impegno pubblico della presidente sara' il 10 luglio nella sala conferenze all'expo in occasione della chiusura della settimana dedicata a "l'altra meta' della terra - women's weeks", promosso da we women for expo, rende noto la confagricoltura. l'assemblea di confagricoltura donna ha eletto paola granata e alessandra oddi baglioni vicepresidenti. le consigliere sono: maria pia pirico' (sicilia), maria teresa melchior (piemonte), rosanna scipioni (emilia romagna) e silvia guadalupi (liguria). (ab)

7 luglio 2015 

CIA LOMBARDIA, SABATO SECONDO APPUNTAMENTO DEL FESTIVAL DELL'AGRITURISMO ITALIANO

la federazione regionale della cia-confederazione italiana agricoltori rende noto che sabato 11 luglio, dalle 20:30, si svolgera' il secondo appuntamento del primo festival nazionale dell'agriturismo italiano, rassegna promossa in concomitanza di expo da cia e turismo verde con l'obiettivo di "far conoscere la cucina rurale italiana attraverso lo scambio di esperienze tra agriturismi della penisola". "il festival questa volta fara' tappa a robecchetto con induno (mi), all'agriturismo cirenaica, in localita' cirenaica 1", rende noto la federazione, spiegando che "ospite dell'azienda agricola milanese sara' l'agriturismo ligure la debbia di rocchetta di vara (sp)". "proprio questo - continua la cia - e' lo spirito della rassegna: gli agriturismi lombardi ospitano nei fine settimana agriturismi che arrivano da altre regioni, organizzando le 'cene della terra', con i menu' che vengono preparati dai cuochi e dalle cuoche delle aziende agricole ospiti, utilizzando i prodotti delle loro zone". "il festival dell'agriturismo proseguira' fino alla fine di expo con un ricco calendario di incontri che vedra' coinvolte diverse aziende lombarde e della penisola", conclude la federazione. (ab)

7 luglio 2015 

EXPO: VINCENZI (ANBI), ANCHE L'UGANDA GUARDA AD IRRIFRAME ED AI CONSORZI DI BONIFICA ITALIANI

"l'uganda e' un paese ricco di risorse idriche, che potrebbero avere una funzione determinante per incrementare e migliorare l'agricoltura", sottolinea il presidente dell'anbi francesco vincenzi, esprimendo soddisfazione per la visita allo spazio espositivo dell'associazione all'expo di una "delegazione ugandese, sollecitata dalla curiosita' verso la gestione italiana dell'irrigazione". "l'attenzione dimostrata verso il sistema dei consorzi di bonifica italiani ci riempie d'orgoglio - conclude il presidente - cosi' come il crescente interesse internazionale verso il know-how italiano di irriframe. l'uganda potrebbe aprire orizzonti decisamente nuovi". (ab)

6 luglio 2015

EXPO: CECCHINI (UMBRIA) E LI JIANG (YUNNAN) FIRMANO ACCORDO PER AMBIENTE, CULTURA E AGRICOLTURA

l'assessore all'agricoltura dell'umbria fernanda cecchini ed il vicepresidente dello yunnan li jiang, hanno firmato all'expo un accordo, realizzato grazie alla collaborazione con la fondazione italia-cina, tra l'umbria e la provincia della repubblica popolare della cina, con lo scopo di "promuovere lo sviluppo economico, sociale e culturale delle rispettive comunita' attraverso diverse collaborazioni nei settori economici, sociali, scientifici e culturali". "l'impegno - spiega cecchini - e' quello di sostenere e promuovere iniziative volte a favorire l'interscambio commerciale e progetti di cooperazione; i progetti di trasferimento tecnologico e di r&d congiunti nei settori manifatturieri avanzati, dell'agricoltura, della lavorazione dei prodotti agroalimentari; lo scambio di talenti, ricercatori, studiosi ed esperti; la costituzione di una piattaforma di ricerca e sviluppo, e di sistemi di produzione congiunti nei settori delle macchine agricole, tecnologie agricole per la produzione, lavorazione di prodotti agroalimentari e sicurezza agroalimentare e l'organizzazione congiunta di seminari, forum, mostre ed iniziative". (ab)

6 luglio 2015 

EXPO: VERONAFIERE, SERRACCHIANI E SHAURLI (FVG) VISITANO PADIGLIONE "VINO-A TASTE OF ITALY"

la presidente del friuli venezia giulia debora serracchiani e l'assessore all'agricoltura della regione cristiano shaurli hanno visitato il padiglione di expo milano dedicato all'esperienza vitivinicola italiana "vino-a taste of italy". ne da' notizia l'ente fieristico veronafiere. quella della biblioteca del vino - ha affermato SERRACCHIANI - e' "una scelta avveniristica e innovativa, ma che mantiene forte l'identita' di ogni singolo vino". "il padiglione del vino e' davvero ben riuscito e dimostra la qualita' della produzione enoica e vitivinicola italiana: credo che sia uno tra i piu' apprezzati dai visitatori di expo, in particolare dagli stranieri", ha detto SHAURLI. (ab)

6 luglio 2015 

LORENZIN E OLIVERO PRESENTANO "CONTRASTARE IL CRIMINE ALIMENTARE", UN'IDEA DEL GENERALE PICCINNO PER EXPO

si e' svolta, nel ricordo dello scomparso comandante dei nas cosimo piccinno, la presentazione dell'iniziativa "contrastare il crimine alimentare, rafforzare la sicurezza alimentare", che si terra' il 9 e 10 luglio all'expo. l'iniziativa, fortemente voluta, ideata ed organizzata da piccinno, il quale - e' stato sottolineato - "ci ha lavorato fino all'ultimo", e' stata illustrata oggi, nel corso di una conferenza stampa, dal ministro della salute beatrice LORENZIN, dal viceministro alle politiche agricole andrea OLIVERO, dal comandante generale dell'arma dei carabinieri tullio DEL SETTE, e dai comandanti dei nac gianluca DELL'AGNELLO, e dei nas claudio VINCELLI. "questa iniziativa e' stata la prima cosa che piccinno ha portato sul mio tavolo dopo la mia nomina", ha spiegato LORENZIN, precisando che i ministeri della salute e delle politiche agricole "ci lavorano da ben due anni". le politiche riguardanti la salute sono "sempre piu' trasversali" ed e' per questo che bisogna "superare i confini tra i ministeri e fare sistema" come e' stato fatto in questa occasione, ha aggiunto. l'iniziativa - ha spiegato il ministro - alla quale parteciperanno "numerosi paesi europei e mondiali", sara' un'occasione per "esportare" l'esperienza dei nas e "rafforzare" la leadership del sistema italiano dei controlli. quello di nas e nac e' un "lavoro spesso taciuto", che necessita di occasioni come questa per essere messo in evidenza. anche OLIVERO ha evidenziato lo "spirito unitario" tra i ministeri alla base dell'iniziativa. le contraffazioni alimentari "vanno affrontate con una strategia comune tra i diversi dicasteri", in quanto si tratta "non solo di una truffa che produce danno economico a carico dei produttori onesti, che sono la stragrande maggioranza", ma anche di un "attentato alla salute dei consumatori ed un danno all'immagine del comparto". vogliamo utilizzare questa iniziativa per "portare la nostra esperienza a livello mondiale, sfruttando la grande vetrina di expo" e per "rafforzare le relazioni con chi in altri paesi compie attivita' ispettive analoghe alle nostre", con la "consapevolezza di essere i primi a livello mondiale", ha continuato il viceministro. l'obiettivo - ha concluso - e' "raccogliere delle idee e degli spunti di riflessione sulle modalita' operative", tramite un confronto tra sistemi diversi. DEL SETTE, che ha moderato l'incontro, ha dato conto della grande mole di lavoro dietro l'iniziativa, alla quale i carabinieri "lavorano da parecchi mesi". per noi si tratta di un "omaggio" a piccinno, che "ci ha lasciato poco meno di un mese fa" e "ci ha pensato fino all'ultimo giorno". VINCELLI ha presentato nel dettaglio il programma dell'iniziativa, alla quale - ha spiegato - interverranno rappresentanti di trentasei paesi stranieri provenienti da quattro continenti, oltre a numerosi esponenti di associazioni e della politica mondiale. programma su http://goo.gl/J8wHgg. in occasione della conferenza e' stata inoltre diffusa la relazione annuale al piano nazionale integrato 2014, contenente indicazioni sul livello di attuazione delle attivita' di controllo e sui risultati ottenuti in tema di alimentazione. relazione su http://goo.gl/ZiBRGZ. (ab)

6 luglio 2015

EXPO: IL 13 LUGLIO WORKSHOP PER COOPERAZIONE AGROALIMENTARE FRA ITALIA E PROVINCIA CINESE

lunedi' 13 luglio, dalle 10:00, nella sala manzoni del palazzo delle stelline di milano, in corso magenta 61, in occasione della partecipazione all'expo della provincia cinese dell'henan, si terra' un "workshop per la cooperazione henan-italia nel settore agro-alimentare". ne da' notizia un comunicato, informando che "il workshop rappresenta un'importante opportunita' di conoscenza reciproca e di avviamento di scambi commerciali fra l'henan e l'italia". "molte sono le opportunita' di scambio con questa provincia che ha oltre 100 milioni di abitanti e che ha espresso molto interesse nell'attivare collaborazioni con la nostra industria agroalimentare, soprattutto nel settore dello sviluppo tecnologico, della ricerca scientifico-farmaceutica e della sicurezza alimentare", prosegue il comunicato, precisando che l'incontro, patrocinato, dall'ice, sara' introdotto dal vicegovernatore dell'henan wang tie e dal presidente dell'ice riccardo monti. (ab)

3 luglio 2015

EXPO: COLDIRETTI, SCATTA IL "SOCCORSO FRUTTA" CONTRO IL GRANDE CALDO

"con il bollino rosso per la citta' di milano, previsto nel week end dall'ultimo bollettino delle ondate di calore pubblicato sul sito del ministero della salute, scattano oggi ad expo le 'operazioni di soccorso', con la distribuzione gratuita, da parte dei giovani agricoltori della coldiretti, di centinaia di chili di frutta fresca italiana di stagione a bambini ed anziani, le categorie piu' esposte ai colpi di calore". ne da' notizia la confederazione. (ab)

3 luglio 2015 

EXPO: CONCLUSO OGGI ALLA VIGNA DI LEONARDO PROGETTO ICE-CONFAGRI SU FLOROVIVAISMO

"si e' concluso oggi, nella prestigiosa casa degli atellani-vigna di leonardo, il progetto di incoming di importatori provenienti dai paesi dell'asia centrale, dalla penisola araba e dalla turchia, dedicato al florovivaismo, organizzato da confagricoltura ed ice-agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, con il sostegno del ministero dello sviluppo economico, nell'ambito delle iniziative previste per expo 2015". ne da' notizia la confagricoltura, sottolineando che "si e' trattato di uno dei tanti progetti di internazionalizzazione realizzati dalla confederazione ed e' stato rivolto ai distretti produttivi del florovivaismo ed alle aziende associate che vi operano e che sono in grado di rivolgersi ai mercati esteri". "l'iniziativa di confagricoltura e ice agenzia - afferma il direttore generale della confagricoltura luigi MASTROBUONO - e' diretta a valorizzare il made in italy florovivaistico e la vocazione all'export delle nostre aziende del settore". "il tutto teso anche a concretizzare il nuovo 'brand' di confagricoltura, ovvero quel 'coltiviamo capolavori' che rende il made in italy agricolo italiano fiore all'occhiello del nostro paese", prosegue. "un concetto che sintetizza molto bene il saper fare italiano, in grado di integrare magistralmente le risorse del territorio con tradizione, arte e cultura millenarie", dice roberto LOVATO, dirigente dell'ufficio agroalimentare e vini di ice agenzia. "i 21 operatori esteri, tutti di alto livello professionale e di responsabilita' decisionale che hanno partecipato al progetto, provenivano da arabia saudita, azerbaijan, emirati arabi uniti, georgia, kazakhstan, turkmenistan ed uzbekistan, paesi in espansione, con disponibilita' economiche e molto interessati al florovivaismo", sottolinea l'organizzazione, evidenziando che "si tratta di un settore che in italia rappresenta 21 mila aziende agricole, una superficie di quasi 29mila ettari e una produzione di 2,6 miliardi di euro nel 2014, con oltre 100 mila occupati e un indotto di notevole importanza sia a monte, sia a valle della filiera". (ab)

3 luglio 2015

EXPO: ALIMENTI, PRESENTATI RISULTATI PROGETTO MONDIALE "HUMAN PROTEOME" CUI PARTECIPA L'ISTITUTO SPALLANZANI

sono stati presentati nel corso di un incontro svoltosi all'expo gli ultimi risultati dello "human proteome project", progetto mondiale di sequenziamento del genoma umano e catalogazione di tutte le proteine del cromosoma. il progetto, realizzato grazie alla proteomica, ovvero lo studio e l'identificazione sistematica di proteine nella loro caratterizzazione rispetto a struttura, funzione, attivita', quantita' e interazioni molecolari, analizza la qualita' del cibo consumata dall'uomo ed il suo impatto sulla salute, una volta ingerito e scomposto dalla digestione. lo studio, una volta completato, permettera' di avere una mappa dell'architettura molecolare a base di proteine del corpo umano e di migliorare la diagnosi anticipata ed il trattamento delle malattie. "la proteomica puo' veramente fare la differenza anche nella tutela della qualita' e della sicurezza degli alimenti", ha spiegato paola roncada, responsabile del laboratorio di proteomica dell'istituto spallanzani di milano. maggiori dettagli su http://goo.gl/70Z5go. (ab)

3 luglio 2015

EXPO: FENU E MARTELLO (CONAF) INTRODUCONO INCONTRO SULLE FATTORIE DEL RISO

l'italia produce il 50% del riso d'europa, lo 0,38% della produzione mondiale. nel 2014 in italia sono stati coltivati 219.532 ettari di riso, il 32% risi di risotto per consumo interno, il 68% altri tipi di riso (tondo, medio, lungo A, lungo B) per un export, in unione europea, del 56%, e fuori dall'unione europea del 12% (compresa la cina). e' quanto emerso dal confronto al tavolo della democrazia della fattoria globale della waa, world association of agronomists, ad expo 2015 milano, durante l'approfondimento sulle fattorie del riso, paesaggio e prodotto con cui e' iniziato il viaggio degli agronomi mondiali nell'analisi delle fattorie in asia e oceania, introdotto dai consiglieri nazionali del conaf corrado fenu e graziano martello.

3 luglio 2015

EXPO: CIHEAM, LUNEDI' PREMIAZIONE VINCITORI BANDO "BEST SUSTAINABLE DEVELOPMENT PRACTICES FOR FOOD"

iniziera' lunedi' 6 luglio all'expo, con la premiazione dei diciotto progetti vincitori del bando sulle "best sustainable development practices for food", la settimana di iniziative che l'esposizione universale dedica alle migliori pratiche sulla sicurezza alimentare, promosse nell'ambito del programma "feeding knowledge". ne da' notizia il ciheam, spiegando che alla cerimonia di premiazione, che si terra' dalle ore 10.30, all'auditorium di palazzo italia, interverranno il ministro delle politiche agricole maurizio martina, il segretario generale del bureau international des expositions (bie) vicente gonzález loscertales, il commissario unico delegato del governo per expo milano 2015 giuseppe sala, il commissario generale del padiglione monaco robert fillon, il segretario generale del ciheam cosimo lacirignola, la presidente dell'associazione mondiale degli agronomi, maria cruz díaz álvarez, la docente del politecnico di milano delegato del rettore per expo 2015 luisa collina. "attraverso il bando delle best practices sulla sicurezza alimentare sono stati raccolti oltre 780 progetti provenienti da tutto il mondo che hanno messo in luce soluzioni scientifiche, servizi e prodotti in grado di migliorare le condizioni di vita nelle aree in cui sono stati realizzati" e "tra queste iniziative, 18 sono state riconosciute dal comitato internazionale di selezione, presieduto da s.a.s. alberto II principe di monaco come migliori pratiche", prosegue il ciheam, precisando che "dei progetti riceveranno il riconoscimento, attualmente esposti nell'ultima sala del padiglione zero, sette provengono dall'africa, sei dall'asia, tre dalle americhe e due dall'europa". "durante l'incontro saranno presentati i risultati del programma feeding knowledge, il piano di expo milano 2015 per la cooperazione su ricerca e innovazione per la sicurezza alimentare, realizzato grazie alla collaborazione del ciheam di bari e del politecnico di milano-metid", si legge in un comunicato. "alle buone pratiche sulla sicurezza alimentare - prosegue il comunicato - sara' dedicata, fino a sabato 11 luglio, la best sustainable development practices week, con workshop ed eventi tematici che si terranno nel conference centre di expo milano 2015. nel corso di ogni giornata si terranno incontri di approfondimento sui contenuti delle priorita' tematiche di ricerca e innovazione per la sicurezza alimentare. gli appuntamenti, che si terranno sul sito espositivo, sono volti a stimolare un dibattito sulle tematiche chiave della sicurezza alimentare, a promuovere e valorizzare le iniziative provenienti dai 5 continenti che hanno partecipato alla call internazionale, oltre che a condividere quanto realizzato nell'ambito del programma feeding knowledge. l'obiettivo principale e comune a ogni iniziativa proposta e' quello di dimostrare come la conoscenza possa contribuire a ridurre l'insicurezza alimentare e sensibilizzare cittadini, imprese e ricercatori a sviluppare competenze che rispondano ai bisogni dei territori". "il programma feeding knowledge offre ai progetti vincitori un supporto nella valutazione del loro potenziale mercato e nel migliorare i risultati ottenuti finora attraverso l'assistenza di esperti del settore. il percorso di valorizzazione delle buone pratiche e' cominciato con un questionario indirizzato ai referenti delle proposte vincitrici, con l'obiettivo di informarli sulle opportunita' di mercato, di condividere informazioni sulle loro idee e il loro contesto di riferimento e di individuare quali competenze e attivita' sono disponibili nel loro ambiente di lavoro. tali temi saranno discussi nel corso del workshop best sustainable development practices: market exploitation support, che si terra' nel conference centre di expo milano, il 7 luglio a partire dalle ore 14:30. in quell'occasione, i referenti dei progetti candidati al bando internazionale e gli attori internazionali condivideranno esperienze e proposte per valorizzare i risultati delle buone pratiche. ai lavori parteciperanno, tra gli altri, cosimo lacirignola, segretario generale del ciheam e cristiano maggipinto, direzione generale per la cooperazione allo sviluppo maeci", conclude il comunicato. (ab)

3 luglio 2015

ITALIA COOPERATIVA LOMBARDIA: ASSEMBLEA ACI STOP FALSE COOPERATIVE, EXPO CASCINA TRIULZA

e' in distribuzione il nuovo numero del notiziario della confcooperative regionale "italia cooperativa lombardia". tra i numerosissimi temi trattati ci sono l'assemblea dell'alleanza delle cooperative italiane all'expo, la campagna di raccolta firme "stop false cooperative", le iniziative svoltesi nella cascina triulza dell'expo. (ab)

3 luglio 2015

EXPO: DOMANI LA COLDIRETTI DISTRIBUISCE FRUTTA DI STAGIONE CONTRO IL CALDO

domani, dalle 11:00, davanti al padiglione della coldiretti "no farmers no party" all'expo, saranno distribuiti gratuitamente dai giovani della confederazione centinaia di chili di frutta fresca italiana di stagione a bambini ed anziani, ideali per "proteggere le categorie piu' esposte ai colpi di calore". ne da' notizia la coldiretti in un comunicato. (ab)

2 luglio 2015

EXPO: CREA, AL VIA OGGI I"GIOVEDI' DELLA RICERCA"

con l'incontro svoltosi oggi, hanno preso il via i "giovedi' della ricerca", ciclo di dodici appuntamenti aperti al pubblico, che il crea (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) organizza all'esposizione universale. nell'incontro di oggi - spiega il crea - sono state presentate le "piu' avanzate conoscenze sul genoma del frumento e la collaborazione a livello internazionale tra enti pubblici e industrie private, che stanno cambiando la pianta alla base della nostra civilta' per poter garantire un cibo di alta qualita' accessibile a tutti nel prossimo futuro". (ab)

2 luglio 2015 

AGRICOLTURA DI PRECISIONE: MORETTI (FINMECCANICA) ESALTA USO DRONI PER AGRICOLTURA E FORESTE

"finmeccanica dispone di un portafoglio di tecnologie e prodotti in grado di rispondere efficacemente alle sfide associate allo sviluppo ed alla gestione sostenibile dell'ambiente, degli ecosistemi e dei territori, garantendo una supervisione accurata delle risorse naturali, della qualita' dell'aria e dell'acqua e della produzione alimentare", ha sottolineato l'amministratore delegato e direttore generale del gruppo industriale mauro MORETTI, intervenendo al convegno "proteggiamo la nostra terra dall'alto: dai satelliti ai droni", svoltosi all'expo con il patrocinio dei ministeri dell'ambiente e delle politiche agricole. "le tecnologie e le competenze presenti nei vari settori di attivita' del gruppo - ha aggiunto moretti - convergono in sistemi operativi integrati che intervengono in tutte le fasi legate alla gestione di eventi eccezionali in materia ambientale: dall'analisi del contesto e dei dati, alla valutazione del rischio e dell'entita' del danno, alla simulazione di scenari di intervento, fino al coordinamento delle operazioni di emergenza, con l'obiettivo di minimizzare l'impatto su territori, strutture e individui". "oggi - ha fatto notare - e' possibile acquisire immagini e dati da sensori aeroportati, integrati su elicotteri, aerei o sistemi a pilotaggio remoto, che permettono la valutazione qualitativa e il rilevamento di eventi inquinanti di acque, aria e terreni, o utilizzare l'imaging satellitare per la mappatura di terreni agricoli, di colture e di aree forestali". su questo argomento si e' espresso anche il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA il quale, intervenendo al convegno, ha annunciato l'avvio di un tavolo tecnico di lavoro presso il ministero, per la redazione del primo piano nazionale per lo sviluppo dell'agricoltura di precisione. (ab)

2 luglio 2015 

EXPO: CONAF, PRESENTATO "SILA OFFICINALIS 2015" SISTI A TAVOLA ROTONDA SU DIETA MEDITERRANEA

e' stata presentata alla "fattoria globale del futuro 2.0" all'expo, alla presenza dell'ambientalista vandana shiva e del presidente e della vicepresidente del conaf andrea sisti e rosanna zari, l'edizione 2015 di "sila officinalis". in occasione della presentazione si e' svolta una tavola rotonda sulla dieta mediterranea. "l'europa nasce nel 1960 per produrre cibo per le popolazioni del dopoguerra, ma oggi si parla del problema opposto, quello delle eccedenze di cibo", ha fatto notare SISTI, intervenendo alla tavola rotonda. "molte delle pietanze povere che c'erano negli anni '50, che sono alla base della dieta mediterranea, oggi non le troviamo nelle nostre tavole". "il tema di questa edizione di "sila officinalis", il trasferimento dell'innovazione al settore agricolo, forestale ed agroalimentare, e' quanto mai attuale e non solo in italia, come dimostrano i molti padiglioni di expo che lo hanno rappresentato, in primis la fattoria globale", ha sottolineato il consigliere del conaf e coordinatore del dipartimento innovazione, universita' e ricerca della professione, lina PECORA. (ab)

2 luglio 2015

ASSEMBLEA ACI: ALTIERI, GARDINI, LUSETTI, "IN PRIMA LINEA PER FARE PULIZIA"

"il ruolo della cooperazione e' straordinario. molte delegazioni straniere venendo a expo chiedono di saperne di piu' della cooperazione italiana come modello ed esempio da riprodurre nei loro paesi", ha detto il ministro delle politiche agricole maurizio MARTINA, intervenendo ai lavori dell'assemblea dell'alleanza delle cooperative, che si e' tenuta ad expo, alla presenza di oltre 300 tra cooperatori e dirigenti. ai lavori sono intervenuti monsignor nunzio galantino, segretario della cei, e don luigi CIOTTI, fondatore di libera, che ha incoraggiato le cooperative a dare il loro contributo per ripristinare la legalita' nel paese. "e' ora di fare pulizia - ha detto don ciotti - nelle imprese, nelle cooperative, nella politica. accelerare i tempi e fare presto. le cooperative sono realta' diverse dalle altre imprese. grazie alle cooperative siamo riusciti a dare dignita' a tanti ragazzi nel lavoro sui beni confiscati. per questo le cooperative - ha affermato il fondatore di libera - hanno una responsabilita' in piu', di togliere le incrostazioni laddove ci sono". GALANTINO si e' soffermato proprio sul ruolo della distintivita' cooperativa e ha detto che "i vescovi italiani continuano ad aspettarsi tanto dalla cooperazione, che dovra' continuare a dimostrare sul campo tutti i giorni, com'e' nello spirito della maggioranza delle cooperative italiane, la sua diversita' rispetto alle imprese di capitali. le cooperative - ha concluso galantino - possono e devono incoraggiare altre 'policoro' come sviluppo del territorio, attraverso la formula cooperativa, difendendo sia le grandi sia le piccole cooperative. siate poeti di sviluppo e di inclusione", ha detto il segretario della cei concludendo il suo intervento. il presidente dell'alleanza delle cooperative rosario ALTIERI e i copresidenti maurizio GARDINI e mauro LUSETTI hanno detto: "non mettiamo la testa sotto la sabbia, siamo in prima linea per fare pulizia". le cooperative nel mondo - ha rilevato l'alleanza delle cooperative - danno lavoro a 250 milioni di persone, 5,4 milioni in europa, 1,4 milioni in italia. le prime 300 cooperative al mondo negli ultimi tre anni, anni di crisi, hanno visto crescere il fatturato del 12%, generando ricavi per 2,2 miliardi di euro. nutrono il pianeta, garantendo un terzo della produzione agroalimentare mondiale. se fossero riunite in unico stato, le cooperative sarebbero la settima economia mondiale. "le cooperative sono la forma di impresa in grado di contribuire a invertire questa tendenza. l'uguaglianza nelle cooperative non e' un principio astratto ma una pratica diffusa e declinata attraverso i suoi principi costitutivi", ha sottolineato l'alleanza. "nel nostro paese la cooperazione e' minacciata dalle false cooperative, da chi ricorre strumentalmente alle cooperative violandone i principi fondanti, alterando le regole di mercato contravvenendo alle leggi. per questa ragione abbiamo avviato una raccolta di firme a sostegno di un progetto di legge di iniziativa popolare contro le false cooperative", ha aggiunto l'alleanza.

2 luglio 2015

EXPO: VENERDI' 3 LUGLIO A VENEZIA INCONTRO SUI PAESAGGI DELLA PRODUZIONE AGROALIMENTARE

nell'ambito delle iniziative programmate dalla regione in occasione di expo 2015 per promuovere la qualita' delle produzioni del territorio, il tema dei paesaggi della produzione agroalimentare sara' al centro di un incontro, venerdi' prossimo nell'auditorium cotonificio a venezia (dorsoduro, 2196), con inizio alle ore 14:30. "dal food planning al vertical farming nel progetto del paesaggio" e' il titolo dell'iniziativa organizzata in collaborazione con veneto innovazione, l'iuav di venezia e unioncamere del veneto-eurosportello veneto e rivolta soprattutto alle aziende del settore.

1 luglio 2015 

EXPO: CONFAGRI, DAL 6 AL 12 LUGLIO, ALLA CASA DEGLI ATELLANI E' DI SCENA IL PIEMONTE

il piemonte sara' protagonista alla caffetteria della casa degli atellani-vigna di leonardo, da lunedi' 6 a domenica 12 luglio. ne da' notizia la confagricoltura piemontese, spiegando che "un gruppo di aziende delle province subalpine, coordinate da confagricoltura, portera' in degustazione e vendita i prodotti tipici delle diverse zone. in tutto, oltre venti realta' imprenditoriali che faranno conoscere uno spaccato del piemonte enogastronomico, dalle alpi agli appennini. sono state coinvolte aziende di alessandria, asti, cuneo, torino, novara, vercelli, con specialita' che spaziano dal riso al vino, dal formaggio al pesce d'acqua dolce, dai salumi ai dolci, dalle nocciole, al miele, dalle confetture ai liquori alle erbe. il fil rouge che collega tutte le province e' il vino: dal barolo al moscato d'asti, dal gattinara alla vespolina, dall'erbaluce di caluso al barbera d'asti e del monferrato. non mancano altri bianchi e rossi che contribuiscono a fare del piemonte la regione con piu' vini doc d'italia. i prodotti accompagneranno le proposte gastronomiche di colazioni, pranzi e aperitivi della caffetteria, assai frequentata da uomini d'affari e turisti, ma saranno anche in vendita per chi vuole portare con se' un assaggio di piemonte". il locale si trova in corso magenta 65, di fronte al cenacolo e adiacente alla vigna di leonardo, il vigneto ricostruito nel giardino di casa degli atellani, risalente all'epoca di ludovico il moro. la caffetteria e' aperta tutti i giorni dalle 7 alle 19.

1 luglio 2015 

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO

nel 2014 per l'agroalimentare le esportazioni, pari a circa 35 miliardi di euro, sono cresciute, rispetto all'anno precedente, in misura superiore alla media dell'economia in generale (rispettivamente 2,7% contro il 2% delle esportazioni totali). sono aumentati i volumi esportati (4,6%) ma e' calato il loro valore (-1,8%). le importazioni si sono attestate su poco piu' di 41 miliardi di euro registrando una crescita del 2,9%, in controtendenza rispetto alla media dell'economia (-1,6%). e' quanto emerge dal rapporto sul commercio estero del crea-consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria, presentato ad expo dal commissario dell'ente salvatore parlato e da gianpaolo bruno, direttore dell'ufficio per la pianificazione strategica, studi e rete estera dell'agenzia ice. "il rapporto sul commercio con l'estero dei prodotti agroalimentari - ha detto parlato - si propone come uno strumento di analisi organizzato secondo criteri e categorie apprezzate dal mondo scientifico, che garantiscono la continuita' con il lavoro svolto nelle precedenti edizioni, ma con nuove possibilita' di aggiornamento e integrazione, anche grazie all'interazione con la banca dati on-line. e', quindi, un appuntamento istituzionale di riflessione e approfondimento - ha spiegato il commissario del crea - sulle evoluzioni degli scambi commerciali del sistema agroalimentare, nell'anno in cui ospitando expo gli sguardi del mondo sono puntati sul nostro paese e sui suoi prodotti. si e' data particolare attenzione - ha concluso parlato - all'analisi delle voci per l'esportazione individuate con il termine made in italy, identificati dai consumatori all'estero come 'tipici' del nostro paese, segnalando i principali mercati di destinazione dei prodotti e dei paesi clienti".

1 luglio 2015 

EXPO: VERONAFIERE, OLTRE 450MILA VISITATORI IN DUE MESI PER IL PADIGLIONE VINO

l'ente fieristico veronafiere sottolinea in un comunicato il successo del padiglione "vino-a taste of italy", all'expo, che "nei primi due mesi di maggio e giugno e' stato visitato da circa 450 mila visitatori, dei quali il 20% esteri, provenienti in particolare dalla cina". "i risultati ci stanno ripagando di uno sforzo organizzativo senza eguali, considerando che abbiamo realizzato tutto questo in meno di un anno dall'incarico ufficiale e senza dimenticare le rassegne che organizziamo contemporaneamente in italia e all'estero", fa notare il presidente di veronafiere ettore riello. (ab)

1 luglio 2015

EXPO: UNAPROL, PRESENTATI "PROFILI SENSORIALI TERRITORIALI D'ABRUZZO". NE PARLANO SANDALI E BERTINELLI (COLDIRETTI)

sono stati presentati all'expo, nell'ambito di un convegno organizzato dall'unaprol-consorzio olivicolo italiano, i "profili sensoriali territoriali d'abruzzo". all'incontro sono intervenuti, tra gli altri, il direttore generale di unaprol pietro sandali ed il presidente della coldiretti abruzzo alberto bertinelli. e' stata "un'occasione - ha spiegato SANDALI - per presentare il meglio del made in italy olivicolo, esaltando le peculiarita' dei vari territori, offrendo alle filiere tracciate da unaprol con i regg. 611 e 615 del 2014, l'opportunita' di cogliere expo come un trampolino di lancio per incrociare nuovi consumatori". "d'ora in poi sara' piu' semplice riconoscere un vero e buon olio extra vergine di oliva abruzzese", ha detto BERTINELLI, spiegando che "abbiamo creato la carta di identita' degli oli prodotti in questa parte d'italia stretta tra le pendici della maiella, il gran sasso ed il mare adriatico". "un po' olio di montagna e po' olio col profumo di mare, un extra vergine unico ed irripetibile come il territorio che lo produce", ha asserito. "l'olivicoltura in abruzzo e' la seconda coltura arborea piu' coltivata subito dopo la vite", sottolinea l'unaprol sulla base dei dati del proprio osservatorio economico. "il patrimonio olivicolo abruzzese e' stimato in 9 milioni di piante su circa 46.000 ettari, che rappresentano il 50% della sola superficie agricola arborea utilizzata (sau)" e "le aziende che coltivano olivo sono oltre 60.000, ma di queste soltanto un quarto sono ad indirizzo prevalente ed il 75% ha superficie inferiore a due ettari", aggiunge il consorzio. (ab)

1 luglio 2015 

IMPRONTA IDRICA: CIA, DIFENDERE L'ACQUA PER DIFENDERE LA TERRA

"oggi si parla molto di impronta idrica, ma e' comunque un indicatore parziale e insufficiente; bisogna distinguere i vari usi dell'acqua ed il concetto di spreco e di consumo: una cosa e' l'acqua che entra nei processi industriali, altra cosa e' quella che adoperiamo per usi domestici, altra cosa ancora e' quella che utilizziamo in agricoltura", sottolinea la cia-confederazione italiana agricoltori, in occasione di un convegno promosso dal cnr e dedicato alla "fame di acqua" ed a "l'uso sostenibile dell'acqua per i sistemi colturali", svoltosi oggi al padiglione italia all'expo. "l'acqua irrigua e' indispensabile all'agricoltura ed e' connaturata con la sua storia", evidenzia la cia, ricordando che "la nascita dell'agricoltura e l'uso di tecniche di regimazione e irrigazione sono strettamente legate, ma l'acqua che si utilizza nell'irrigazione viene in massima parte restituita al territorio e continua ad alimentare la falda". "certo bisogna risparmiare acqua a tutti i livelli, anche in agricoltura, ma attenzione ai cambiamenti climatici, allo sviluppo industriale ed alla globalizzazione, che accrescono i problemi dell'inquinamento idrico, cioe' la contaminazione dei mari, delle acque interne superficiali e di falda, sia per l'assente o carente depurazione delle acque a uso civile, sia per i reflui soprattutto delle attivita' industriali, ma anche agricole", aggiunge la cia, spiegando che "e' anche per questo motivo che il cnr e' per la confederazione un partner strategico su un ampio ventaglio di ricerche". (ab)

1 luglio 2015

SEGRETARIO ICRA CONSO CONCLUDE SEMINARIO AD EXPO APERTO DA ENNIS

si e' svolto il 27 e 28 giugno nel padiglione "alessandro rosso" di 'expo un seminario internazionale sul tema "fede, agricoltura, cibo e ambiente: una nuova idea di sviluppo per vincere la fame e affrontare le sfide del terzo millennio", promosso dall'associazione rurale cattolica internazionale (icra) e dall'ente formazione europea dei lavoratori (eza) con il sostegno della commissione europea. la prima giornata del seminario - informa un comunicato - "aperto dal presidente dell'icra james ENNIS, ha centrato l'attenzione su tre aspetti chiave: l'importanza della cura del creato, la giustizia sociale e la vocazione, ricordando ai presenti le riflessioni raccolte all'interno dell'interessante opuscolo 'la vocazione del leader d'impresa' redatto dal cardinale peter k.a. turkson. quest'ultimo, presente all'incontro, ha accolto con favore l'intenzione dell'icra di realizzare una pubblicazione dal titolo 'la vocazione del leader in agricoltura', tema particolarmente dibattuto in questi giorni a seguito dell'enciclica 'laudato si'' di papa francesco". "la bibbia - ha ricordato il cardinale TURKSON - ci insegna che la vita umana si basa su tre relazioni fondamentali, strettamente intrecciate tra di loro: quella con dio, quella con il prossimo e con la terra stessa". "quando uno di questi rapporti si spezza anche gli altri vengono meno" e questa e' l'essenza di quello che papa francesco chiama 'ecologia integrale', con la quale ci ricorda che abbiamo bisogno di sentire il grido della terra e il grido dei poveri", ha aggiunto il cardinale. l'incontro - si legge nel comunicato - "e' poi proseguito con l'intervento di vincenzo BUONOMO professore alla pontificia universita' lateranense, capo ufficio missione permanente s. sede presso la fao che ha affrontato il tema 'etica e diritto all'alimentazione'". "l'affermarsi di questo diritto - ha sottolineato - fa sorgere per gli stati e per quanti operano nel settore, non solo degli obblighi di condotta, ma anche degli obblighi di risultato che tra loro si intrecciano" come per esempio "il rispetto della persona e del suo modo di utilizzare le risorse per soddisfare i propri bisogni" e di conseguenza "la protezione della persona riguardo alla sicurezza degli alimenti, sin dalla fase della prima produzione". allo stesso tempo pero' occorre garantire "la facilitazione di accesso agli alimenti e quindi condizioni socio-economiche favorevoli e un'effettiva concretezza al godimento dei diritti individuali e comunitari legati all'alimentazione", ha concluso. marco FOSCHINI, rappresentante icra alla fao, ha invece affrontato il tema della "geografia economica della fame oggi". "ormai per parlare della sicurezza alimentare non si isola piu' la fame dalla malnutrizione poiche' sono sempre piu' frequenti le situazioni in cui i due fenomeni coesistono", ha asserito.  ricordando poi le parole del santo padre, foschini, ha sottolineato la centralita' "dei grandi percorsi di dialogo che ci aiutano ad uscire dalla spirale di autodistruzione in cui stiamo affondando". la giornata e' poi proseguita con una tavola rotonda all'interno della quale i rappresentati dei vari continenti hanno raccontato le sfide e le problematiche incontrate dagli agricoltori in queste terre. la seconda giornata dei lavori si e' aperta con l'intervento di calvin MADISON, dell'universita' del wisconsin, il quale ha introdotto il tema "produzione alimentare e cambiamenti" con un richiamo alle parole di papa francesco contenute nell'enciclica "laudato si'". madison ha sottolineato che "i cristiani, come i non i cristiani, hanno perso di vista cosa sia la creazione, occorre, invece riacquistarne la visione olistica". "i cristiani che non pongono attenzione ai doni della creazione non portano a termine i loro compiti di credenti: servire il giardino di dio, avere cura della terra e dei suoi doni, perche' servire la terra di dio e' la vera vocazione del credente", ha asserito, sostenendo che "la cura dell'ambiente deve essere un obiettivo anche per i non credenti, perche' e' qui che tutti siamo chiamati a vivere ed e' obiettivo di tutti quello di preservarlo e consegnarlo alle nuove generazioni cosi' come l'abbiamo trovato". il professore ha inoltre illustrato i suoi studi sui cambiamenti climatici e le conseguenze su alcune aree geografiche a causa dell'aumento dell'emissione di c02 e, concludendo il suo intervento, ha ricordato che "non possiamo piu' permetterci di ignorare questi dati". paolo GRAPPO, funzionario di sviluppo territoriale fao, divisione della terra e dell'acqua, ha parlato del "diritto alla terra e diritto all'alimentazione: due presupposti per la sicurezza alimentare". "stiamo assistendo ad una degradazione delle terre con 400 milioni di persone a rischio di desertificazione", ha affermato, evidenziando le principali minacce a livello ambientale. "le terre si riducono a vista d'occhio - ha proseguito grappo - mentre aumentano le popolazioni e la filiera produttiva e' concentrata nelle mani di pochi e sicuramente non sono quelle degli agricoltori". allo stesso tempo poi "il costo delle armi sta diminuendo e questo causa l'aumento dei conflitti per la conquista di nuove terre", ha fatto notare, spiegando che "qualcosa pero' si puo' fare per contrastare questa situazione", anche se "la fao puo' intervenire solo quando gli stati si dimostrano aperti a cambiare l'approccio nella gestione delle terre". "non basta, infatti, un approccio a livello istituzionale, c'e' bisogno di un cambio di paradigma e di alleanze, ripartendo dalle terre e dai territori, ricostruendo un patto sociale che ridia fiducia alle popolazioni", ha concluso. le conclusioni del seminario sono state affidate al segretario icra e coordinatore del forum delle ong di ispirazione cattolica vincenzo CONSO, il quale ha posto l'attenzione sul ruolo del forum per innescare processi di rinnovamento perche' "e' importante lavorare in rete per essere piu' incisivi", ha detto. conso, riferendosi all'ultima enciclica di papa francesco, ha proposto delle buone pratiche per "cambiare lo stile di vita di ciascuno di noi, recuperando il senso della nostra dignita'". "piccoli passi per grandi cambiamenti", ha proposto conso. proposta - conclude il comunicato - "che e' stata confermata anche dalle testimonianze delle ong intervenute nel dibattito, la prima riguardante il miglioramento della sicurezza alimentare nei territori palestinesi e in giordania e la seconda, introdotta da italo rizzi e simona guida (focsiv), sull'agricoltura familiare in africa sub sahariana". (ab)

1 luglio 2015 

ASSEMBLEA ANAS AD EXPO 2015 CON CRISTINI E SALCUNI

si e' tenuta, nell'ambito di expo, l'assemblea ordinaria di anas. "nel corso dei lavori - spiega un comunicato dell'associazione nazionale allevatori suini - sono stati presentati dati ed analisi che purtroppo evidenziano la persistente situazione critica in cui versa il comparto, aggravata dal bando russo all'importazione di carne suina e dalla espansione produttiva di altri paesi ue. il prezzo dei suini grassi e dei suinetti e' crollato rispetto all'anno precedente e non permette agli allevatori di beneficiare dell'alleggerimento dei costi delle materie prime per mangimi. sotto pressione sono soprattutto gli allevamenti con scrofe, che sono il cardine del sistema produttivo e della filiera delle dop". secondo anas, "e' necessario ripensare il modello produttivo, attuando una moderna differenziazione produttiva con l'obiettivo di raggiungere un migliore equilibrio tra offerta di suini e domanda". per il presidente dell'anas andrea CRISTINI la produzione del "suino pesante" deve essere piu' specializzata e qualificata per le dop. "l'obiettivo - ha detto - e' rafforzare la riconoscibilita' qualitativa del prodotto stagionato per permettere una maggiore generazione di valore da distribuire lungo la filiera. inoltre - ha aggiunto - c'e' lo spazio per una produzione di 'suini magri' piu' efficiente ed orientata al segmento del consumo fresco di carne e della trasformazione in prodotti innovativi e cotti". il presidente cristini ha ricordato i risultati e le recenti innovazioni dei programmi di miglioramento genetico anas e in particolare lo sviluppo di nuove linee genetiche sia per la parte maschile (linea alta resa della razza duroc italiana) sia per quella femminile (linea alta prolificita' delle razze large white e landrace italiane), che permetteranno agli allevatori italiani di produrre in modo sempre piu' efficiente e di intercettare meglio le diverse richieste del mercato. nel contesto di expo - prosegue il comunicato - non poteva infine mancare uno spazio riservato all'impegnativo e importante lavoro condotto da anas per la salvaguardia della biodiversita' delle razze autoctone. sono sei le popolazioni di suini "neri" interessate dai programmi di conservazione, tracciabilita' e valorizzazione, e sono diverse centinaia gli imprenditori da nord a sud coinvolti in questa forma di allevamento estensivo, che intercetta interessanti nicchie di mercato. tra gli interventi degli invitati, giorgio APOSTOLI, di coldiretti, ha posto l'accento sulla necessita' di puntare a una decisa differenziazione produttiva ed ha informato sul progetto di valorizzazione delle carni in collaborazione col consorzio di san daniele. il presidente dell'aia pietro SALCUNI ha sottolineato l'importanza per gli allevatori e i consumatori dell'attivita' svolta dalle associazioni allevatori, attivita' che assicura la tracciabilita' delle produzioni e la certificazione dell'origine italiana.

30 giugno 2015 

LATTE IN POLVERE: FAVA, TEMA APPARENTEMENTE PICCOLO CHE DEVE FAR RIFLETTERE

"il tema latte in polvere e' una cosa apparentemente piccola, ma ci deve far riflettere: il tentativo di mantenere specificita' e' cio' che l'europa vuole cancellare". lo ha detto l'assessore all'agricoltura della lombardia gianni fava nel suo intervento ad un incontro di coldiretti giovani impresa lombardia ad expo, riferendosi alla richiesta della commissione europea all'italia di permettere l'uso di latte ricostituito per la fabbricazione di prodotti lattiero-caseari, vietato nel nostro paese dal 1974.

30 giugno 2015 

EXPO: LE INIZIATIVE DELL'UNAPROL AL PAD. COLDIRETTI GRANIERI, PER L'ITALIA DELL'ALTA QUALITA'

"fino al prossimo 31 di ottobre expo 2015 a milano sara' la portaerei del gusto del vero olio extra vergine di oliva prodotto in italia", fa notare l'unaprol-consorzio olivicolo italiano che organizza all'esposizione universale "un ricco calendario di convegni seguiti da prove di degustazione e presentazione dei vari profili sensoriali", che si svolgeranno nell'area attrezzata da unaprol al padiglione coldiretti, ingresso sud di expo all'inizio del cardo. (ab)

30 giugno 2015 

EXPO: MARTEDI' MONTANA PRESENTA NUOVI PRODOTTI A BASE DI CARNE, CON SCORDAMAGLIA E CREMONINI

martedi' 30 giugno, dalle 11:30, nel padiglione federalimentare "cibuse'italia" all'expo, si svolgera' un incontro sul tema "montana e le sfide della sostenibilita': presentazione dei nuovi prodotti di carne in scatola e hamburger", nell'ambito del quale verranno illustrate le "risposte dell'azienda ai temi della sostenibilita', le novita' di prodotto e la nuova campagna social sugli hamburger". all'incontro interverranno, tra gli altri: il presidente di federalimentare luigi scordamaglia; il responsabile relazioni esterne del gruppo cremonini claudia cremonini ed il direttore commerciale inalca serafino cremonini. (ab)

26 giugno 2015 

ASSEMBLEA UNCAI, INTERVENTI DI TASSINARI GUIDI, PARLATO, SISTI, OLDANI, TORRISI

si e' svolta al padiglione di new holland agricolture ad expo, l'assemblea generale di uncai, l'unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali. l'assemblea - informa un comunicato - "ha permesso di far dialogare i principali protagonisti della filiera agricola, agricoltori, contoterzisti, agronomi, meccanizzazione agricola, ricerca scientifica ed economica in agricoltura. erano infatti presenti all'incontro, oltre al presidente e al direttore dei contoterzisti, rispettivamente APRONIANO TASSINARI E FRANCESCO TORRISI, il presidente di confagricoltura MARIO GUIDI, il commissario straordinario del crea SALVATORE PARLATO che ha presentato per la prima volta ad expo il nuovo ente che unisce cra e inea, il presidente di apima milano, lodi, como e varese GIULIANO OLDANI, il presidente del conaf ANDREA SISTI e MARCO MAZZAFERRI di new holland italia. dopo un minuto di silenzio chiesto dal presidente uncai per onorare la memoria di EGIDIO MASCHIO, fondatore della maschio gaspardo, scomparso il giorno prima in tragiche circostanze, aproniano tassinari ha aperto il dibattito mettendo a fuoco l'obiettivo dell'incontro: "uncai gia' da tempo ha intuito che occorre lavorare insieme per raggiungere gli obiettivi di un'agricoltura proiettata verso il futuro. per questo e' per noi un must non di facciata la collaborazione con confagricoltura che si sviluppa in azioni serie, come il riconoscimento della qualita' dei servizi offerti dagli agromeccanici, a livello di buone pratiche, tecnoclogie, informazione, sicurezza e occupazione. l'obiettivo di oggi e' cercare nuove sinergie con gli agronimi e con il mondo della ricerca e della meccanizzazione". "confagricoltura e uncai - commenta mario guidi - sono in sintonia prima di tutto sul modo di fare rappresentanza e sulla necessita' che le organizzazioni si tolgano di mezzo, che vuol dire non lucrare sulla difficolta' delle imprese nel rapportarsi con la burocrazia. al contrario il nostro compito deve essere la semplificazione burocratica e la creazione di reti di impresa tra agricoltori e contoterzisti, come in umbria, ponendo le basi di partnership che durino nel tempo. grazie alle reti di impresa, i contoterzisti potranno entrare nei piani di sviluppo rurale". l'assemblea ha avuto un altro punto di incontro con il commissario straordinario del crea, salvatore parlato, che da economista ha apprezzato la partnership tra uncai e confagricoltura: "uno degli obiettivi del crea e' cercare collaborazioni con tutti i soggetti, a partire proprio dalle associazioni di categoria, per coniugare reddito delle imprese e ricerca scientifica in agricoltura. con la creazione del crea e l'accorpamento di cra e inea, si e' infatti riconosciuto che il reddito e' una variabile importante per la ricerca, perche' se nel breve periodo non c'e' un ritorno economico della ricerca, manca la sostenibilita' stessa della ricerca". giulino oldani, di recente in francia per il progetto europeo life help soil, legato all'agricoltura conservativa, ha testimoniato la capacita' d'oltralpe di essere innovativi nel settore: "la ricerca viene prima testata sul campo e solo dopo aver ottenuto  delle evidenze e dei risultati concreti vengono chiesti dei finanziamenti. in italia, spesso, avviene il contrario con ritardi  nell'introduzone delle ultime novita' in fatto di lavorazioni dei terreni". l'intervento di andrea sisti ha permesso di gettare uno sguardo sulla citta' del futuro che dovra' diventare anche un luogo di produzione agricola: "le tecnologie e le architetture presenti ad expo e soprattutto l'uso dell'agronomia, di pareti verdi, di architetture verticali, del risparmio energetico, dell'irrigazione a goccia, serviranno a costruire citta' di 250.00 abitanti. in queste citta' del futuro troveranno posto anche i servizi dei contoterzisti, offerti direttamente ai cittadini, non piu' solo ai produttori agricoli, ai quali oggi forniscono soluzioni tecnologiche a prezzi contenuti, best practice, indirizzi per la ricerca scientifica grazie al loro lavoro sul campo e sicurezza sul luogo del lavoro". il direttore di uncai francesco torrisi ha quindi ricordato come "la scommessa di uncai sia di innovare e rinnovare le imprese contoterzi. alcuni risultati, come l'accesso a progetti di formazione finanziata, l'albo in lombardia e le reti d'impresa in umbria, sono stati raggiunti. attraverso la stretta collaborazione con agricoltori, enti di ricerca, meccanizzazione agricola e agronomi, possiamo pero' dare vita a un progetto lungimirante capace di aggregare in una lobby l'intero mondo della produzione agricola attorno ai concetti di qualita', innovazione e sostenibilita' economia e ambientale", conclude il comunicato. (ab)

26 giugno 2015

EXPO: DOMANI AD AQUAE EXPO VENICE 2015 INCONTRO SU DISSESTO IDROGEOLOGICO E CONTRATTI DI FIUME

il presidente dell'unione veneta bonifiche (uvb) giuseppe romano interverra', tra gli altri, al convegno "dissesto idrogeologico e infrastrutture idrauliche, contratti di fiume", che si terra' domani, dalle 10:00, nel padiglione aquae ad expo venice 2015, in via galileo ferraris 5. ne da' notizia l'uvb, spiegando che il presidente relazionera' sul tema "la sicurezza idraulica: problematiche emergenti nella gestione del territorio". la prima parte della giornata sara' dedicata al tema del dissesto idrogeologico e delle infrastrutture idrauliche con l'intervento di uvb e della regione, assieme a bernardo de bernardinis dell'ispra, all'autorita' di bacino, unipd ed al politecnico di milano, mentre nel pomeriggio si discutera' dei contratti di fiume ed interverranno, assieme al consorzio di bonifica delta del po e la regione del veneto, i responsabili del ministero dell'ambiente e del tavolo nazionale dei contratti di fiume, informa l'uvb. (ab)

25 giugno 2015 

EXPO: BENANTI (PERITI AGRARI), DOMANI INCONTRO SUL RUOLO DEL PERITO AGRARIO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

domani, 26 giugno, nella farm lab del padiglione "la fattoria globale" all'expo, si terra' un seminario sul tema "sviluppo sostenibile: impegno e ruolo del perito agrario", promosso dal collegio nazionale dei periti agrari e periti agrari laureati, che sara' presente fino a domenica all'esposizione universale. durante l'incontro "verranno presentate alcune esperienze dirette di nostri colleghi che hanno operato in un contesto anche internazionale su progetti di sviluppo in ambito agricolo", spiega il collegio nazionale periti agrari, precisando che "si parlera' in particolare dei progetti avviati in kenia ed egitto e delle esperienze professionali ad esse collegate". sara' un modo - spiega il presidente del consiglio nazionale lorenzo benanti - "per mettere in evidenza le capacita' ed esperienze della nostra categoria al di fuori del normale mondo che viene di solito preso in considerazione". "la vetrina di expo, con tutte le sue particolarita', puo' e deve essere vista come modello di divulgazione dei concetti che i professionisti ed il mondo, in generale, contano di mettere in pratica nel prossimo futuro per raggiungere gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile ed adeguato alle esigenze dell'umanita'", prosegue il presidente. "continuiamo nel percorso iniziato a maggio a minoprio, dove la categoria si e' presentata al mondo con i suoi percorsi formativi (passati, attuali e futuri) ed intende esse punto di riferimento nel panorama professionale europeo e mondiale", conclude benanti. (ab)

25 giugno 2015 

EXPO: IL 27-28 GIUGNO SEMINARIO INTERNAZIONALE ICRA SU "FEDE, AGRICOLTURA, CIBO E AMBIENTE"

l'icra, associazione rurale cattolica internazionale, in collaborazione con l'eza e con il sostegno finanziario della commissione europea, ha organizzato a milano, il 27-28 giugno, un nuovo seminario internazionale sul tema "fede, agricoltura, cibo e ambiente: una nuova idea di sviluppo per vincere la fame e affrontare le sfide del terzo millennio", nel padiglione "alessandro rosso", ad expo. "l'idea - spiega vincenzo conso, segretario generale dell'icra e coordinatore del forum delle ong di ispirazione cattolica - nasce dal desiderio di offrire un contributo di riflessione della nostra piattaforma di organizzazioni rurali cattoliche internazionali su un tema fondamentale per la vita della persona". "vogliamo cioe' richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica - sottolinea conso - sui meccanismi che non funzionano nella distribuzione del cibo e, in linea con il magistero di papa francesco, sulla cultura dello spreco, dello scarto, sull'ingiustizia sociale, sull'oppressione dei poveri". "in tal senso - prosegue il segretario generale dell'icra - auspichiamo che l'expo diventi casa comune di quanti sono emarginati dalle attuali dinamiche socio-economiche e, soprattutto, un grande contenitore di idee per risolvere il problema della fame. attualmente sembra una grande kermesse, una sagra paesana, dove possono accedere solo quelli che hanno i soldi. perche' non si e' pensato, accanto alla cucina dei grandi chef - che costa tantissimo - di valorizzare la cucina povera, quella delle tradizioni popolari del nostro paese?" "noi - conclude conso - vogliamo riportare al centro del dibattito tutti questi temi, rischiando di essere impopolari o emarginati dal contesto socio-culturale in cui si sta". l'incontro sara' aperto dal saluto di james ennis, presidente dell'icra, cui seguira' l'intervento del cardinale peter k.a. turkson, presidente del pontificio consiglio giustizia e pace sul tema "terra e cibo: il contributo del pontificio consiglio giustizia e pace". la terza relazione sara' del prof. vincenzo buonomo, capo ufficio missione permanente s.sede presso fao, ifad, pam, che affrontera' il tema "etica e diritto all'alimentazione". al dott. marco foschini, rappresentante di icra-coldiretti presso la fao, invece il compito di parlare della "geografia economica della fame oggi". chiuderanno la prima giornata il prof. christopher thompson e james ennis (crl-usa) con la relazione "il progetto della vocazione del leader in agricoltura". la seconda giornata si aprira' con l'intervento del dr. calvin de witt, universita' del wisconsin, madison-wi, su "produzione alimentare e cambiamenti climatici" al quale seguira' il dr. paolo groppo, funzionario sviluppo territoriale fao, divisione della terra e dell'acqua, sul tema "diritto alla terra e diritto all'alimentazione: due presupposti per la sicurezza alimentare". la parola passera' poi a vincenzo conso che affrontera' con i presenti la questione del ruolo del forum per innescare processi di rinnovamento. il seminario si concludera' con gli interventi di italo rizzi e simona guida (focsiv) sul tema "agricoltura familiare e governance beni comuni in africa sub sahariana" e manuel cimanvilla (fpsc) che parlera' del "miglioramento della sicurezza alimentare nei territori palestinesi e in giordania".

24 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, VENERDI' ARRIVA IL PORCETTO SARDO PROIBITO

"dopo anni di divieto che gli hanno impedito fino ad ora di varcare i confini dell'isola, arriva ad expo l'originale 'porcetto sardo', che e' l'unico prodotto nazionale a godere della deroga speciale del ministero della salute, prevista a livello internazionale nel caso di esposizioni universali". ne da' notizia la coldiretti, informando che venerdi' 26 giugno, dalle 10:30 al padiglione della confederazione, il presidente della coldiretti roberto moncalvo e gli allevatori della sardegna festeggeranno lo "storico" arrivo e chiederanno "certezze sul futuro di un settore determinante per l'economia dell'isola". "il porcetto sara' sorvegliato speciale, in tutte le fasi di arrivo, preparazione, cottura e distribuzione, da parte della asl di milano, che e' stata preventivamente informata dell'iniziativa e garantira' il rispetto delle procedure", precisa la confederazione. in occasione dell'iniziativa "saranno presentati i risultati di una curiosa indagine su quali cibi particolari gli italiani sarebbero desiderosi di mangiare all'expo e quali invece rifiuterebbero con sdegno", aggiunge l'organizzazione. (ab)

24 giugno 2015 

EXPO: IL 2 LUGLIO ASSEMBLEA ALLEANZA COOPERATIVE ITALIANE, CON MARTINA, ALTIERI, GARDINI, LUSETTI

giovedi' 2 luglio, alle 10:30 nell'auditorium di cascina triulza all'expo, si svolgera' l'assemblea dell'alleanza delle cooperative italiane. i lavori, ai quali porteranno i loro saluti istituzionali il presidente della regione roberto maroni ed il sindaco di milano giuliano pisapia, verranno aperti dalla relazione introduttiva del presidente dell'alleanza cooperative italiane rosario altieri. in seguito si terra' una tavola rotonda, moderata dal copresidente dell'alleanza cooperative italiane maurizio gardini, alla quale interverranno monsignor nunzio galantino, segretario generale della conferenza episcopale italiana, e maurizio martina, ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. chiudera' i lavori mauro lusetti, copresidente dell'alleanza cooperative italiane. (ab)

24 giugno 2015

EXPO: LUCA CASCIANI CHEF DEGLI SHOW COOKING DELL'UNASCO

la newsletter dell'unasco pubblica una intervista con luca casciani, lo chef che l'unione olivicola ha scelto per gli show cooking che ha svolto e svolgera' all'expo 2015 di milano. i prossimi due appuntamenti alle cupole love it, vicino alla lake arena e all'albero della vita, sabato 27 giugno e domenica 28 giugno, a partire dalle ore 11:30. testo intervista al link http://goo.gl/VwydYH.

24 giugno 2015

EXPO: SABATO AL PADIGLIONE VINO "UNO SGUARDO SUL FUTURO DELLA RICERCA SCIENTIFICA"

sabato 27 giugno, dalle 11:30, nella sala symposium del padiglione "vino a taste of italy" all'expo, si svolgera' il terzo dei sei incontri promossi dal comitato scientifico del padiglione vino, presieduto da riccardo cotarella, dedicato ai "temi piu' attuali della ricerca scientifica in viticoltura". ne da' notizia un comunicato informando che durante l'iniziativa i ricercatori attilio scienza, luigi moio, michele borgo, eugenio sartori e marco stefanini "si confronteranno sui temi piu' attuali della scienza viticola e dell'agronomia". (ab)

24 giugno 2015 

EXPO: GLI APPUNTAMENTI DEL WEEKEND AL PADIGLIONE VINO

l'ente fieristico veronafiere ha diffuso il programma dei principali appuntamenti che si svolgeranno nel weekend al padiglione "vino a taste of italy" all'expo. si parte domani dalle 11:00 in terrazza-sala symposium con i "vini-bussola" di trentino, friuli venezia giulia e liguria; nel pomeriggio, dalle 16:30 "il viaggio nel mondo del vino si sposta poi a sud con 'i vini di sicilia'". la giornata di venerdi' sara' invece dedicata, dalle 11:00, ai "vini-bussola" provenienti dall'emilia romagna, con una "parentesi pomeridiana, dalle 14:00, dedicata al mondo delle grappe con assodistil e anag lombardia-assaggiatori grappa ed acquaviti"; dalle 18:00 il momento conviviale all'italiana "vino is aperitivo". sabato 27, dopo il terzo incontro ideato dal comitato scientifico di "vino a taste of italy" sulla ricerca scientifica "per una nuova viticoltura", il team iwrt (italian wine reasearch team) presentera', dalle 15:00, i risultati e gli obiettivi della sua recente ricerca nel settore vinicolo. dalle ore 18:00 in area esterna prosegue il successo di "vino is aperitivo", mentre dalle ore 20:00 in sala convivium, al primo piano, "vino a taste of italy" in collaborazione con la rivista gambero rosso propone la degustazione aperta "tre bicchieri", conclude l'ente fieristico. (ab)

24 giugno 2015

EXPO: NEL PADIGLIONE COLDIRETTI IL "PRIMO SALONE DELL'AGRIBEAUTY CONTADINO"

la coldiretti ha allestito nel proprio padiglione all'expo il "primo salone dell'agribeauty contadino", contenente numerosi esempi dell'agricosmetica innovativa, "facilmente reperibile nelle fattorie e nei mercati di campagna amica sparsi su tutto il territorio nazionale ed in molti agriturismi di terranostra che dedicano parte della loro attivita' al benessere". "l'agribeauty contadino - sottolinea la confederazione - e' un esempio eclatante delle nuove opportunita' che offre l'agricoltura italiana, che nasce dalla capacita' di valorizzare le proprieta' naturali dimostrate dalla ricerca scientifica con iniziative imprenditoriali innovative che vedono spesso protagonisti donne e giovani". nell'occasione la confederazione ha inoltre presentato i risultati di un'indagine ipr marketing, dalla quale emerge, tra l'altro, che "il 71% degli italiani che esprimono un'opinione si fidano di piu' di un cosmetico fatto con prodotti naturali di una azienda agricola piuttosto che di quelli prodotti di una marca commerciale". (ab)

24 giugno 2015 

EXPO: SISTI (CONAF) SOTTOLINEA SUCCESSO VISITE PADIGLIONE "LA FATTORIA GLOBALE"

"ad un mese dall'inaugurazione del padiglione degli agronomi mondiali, stiamo raccogliendo risultati davvero molto positivi", sottolinea il presidente del conaf andrea sisti e participants director waa for expo, facendo notare che "c'e' una grande voglia di sapere da parte del pubblico e di conoscere cio' che finisce nel piatto e sull'ambiente che ci circonda". "con la fattoria globale possiamo dare risposte dettagliate e le nostre visite guidate sono l'occasione per arricchirsi culturalmente con l'accompagnamento di un professionista del settore che con parole semplici aiuta a comprendere anche i sistemi ed i processi piu' complessi di produzione", sostiene il presidente, precisando che "la fattoria globale, il padiglione della waa, ha accolto diecimila visitatori, che hanno fatto l'intero percorso guidato, con un 60% di italiani, europei per il 30%, di cui germania, francia e svizzera le principali provenienze; il restante 10% proveniente dal resto del mondo, dagli usa, cina, australia fino al brasile". "gli itinerari degli agronomi all'interno di expo sono un servizio esclusivo" e "la visita - spiega marcella cipriani, consigliere del conaf - offre l'opportunita' unica per guardare l'esposizione universale attraverso gli occhi degli agronomi che hanno le competenze tecniche e la sensibilita' scientifica di cogliere il vero senso delle tematiche e dei contenuti di expo". (ab)

24 giugno 2015 

PASTA: ALLEANZA TRA GHIGI E ZARA.  TRAMONTI CONFERMATO PRESIDENTE. NEL CDA VECCHIONI, LELLI, BRAGAGNOLO, VISCO

oggi ad expo, a palazzo italia, e' stato presentato il nuovo assetto societario e direttivo del pastificio ghigi, caratterizzato dall'ingresso nella societa' di tre nuovi partner: pasta zara, ocrim  (leader nelle attrezzature per il settore)  e nabila spa, finanziaria riconducibile alla famiglia binasco. l'obiettivo - spiega un comunicato - e' valorizzare il know how industriale e commerciale e il legame di filiera esclusivo nel made in italy che garantisce qualita' e origine della materia prima sul mercato italiano e internazionale. "il pastificio ghigi di san clemente di rimini rappresenta infatti l'unica realta' industriale italiana condotta direttamente dagli agricoltori produttori della materia prima, cioe' dai cerealicoltori. per tramite dei consorzi agrari aderenti, di cui il consorzio agrario adriatico e' capofila, la produzione della pasta viene realizzata esclusivamente a partire da cereali, nella fattispecie grano duro, seminato, coltivato e raccolto in italia", spiega il comunicato. il nuovo progetto e' sostenuto dal rinnovo del consiglio di amministrazione che vede la conferma alla presidenza di filippo tramonti e l'ingresso di due nuovi consiglieri quali appunto furio bragagnolo, presidente di pasta zara e francesco visco, consigliere creditagri italia, assieme alla conferma di federico vecchioni, consigliere delegato allo sviluppo industriale e agli affari finanziari di consorzi agrari d'italia e gianluca lelli, responsabile economico nazionale coldiretti.

23 giugno 2015

EXPO: GESTIONE RISCHIO, IL 26 INCONTRO CON MARTINA, CASTIGLIONE BORRIELLO, BLASI, MONCALVO, GUIDI, SEMERARI, AGABITI

maurizio martina, ministro delle politiche agricole, ezio castiglione, presidente ismea, raffaele borriello, direttore generale ismea, giuseppe blasi, capo dipartimento mipaaf, roberto moncalvo, presidente coldiretti, mario guidi, presidente confagricoltura e rappresentante agrinsieme, arturo semerari, presidente del consorzio italiano di coriassicurazione, albano agabiti, presidente asnacodi,  ugo rossi, presidente della provincia autonoma di trento, marco cardinaletti, direttore generale di cattolica assicurazioni, massimo luvie', condirettore generale di reale mutua assicurazioni parteciperanno, venerdi' 26 giugno, ad una tavola rotonda su "tutela del reddito agricolo e gestione del rischio", che si terra' dalle 17:00 nell'auditorium di palazzo italia all'expo. ne da' notizia l'ismea, spiegando che l'incontro, organizzato dal mipaaf e dall'istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, servira' a "favorire un confronto sulla nuova strategia nazionale" in tema di tutela del reddito agricolo e gestione del rischio, grazie ad "interventi mirati del mondo istituzionale e dei principali portatori di interesse del settore". "lo scenario di riferimento per l'agricoltore europeo e' profondamente mutato negli ultimi anni", sottolinea l'ismea, affermando che "per cogliere le opportunita' della competizione internazionale e tutelare il reddito agricolo dall'accresciuta vulnerabilita' ai rischi naturali e di mercato sono necessari oggi piu' che in passato strumenti innovativi in grado di rispondere ai bisogni delle imprese". "la riforma della pac ha accolto questa esigenza, irrobustendo la strumentazione comunitaria in tema di gestione del rischio a disposizione degli stati membri", continua l'ismea, ricordando che "nella programmazione 2014-2020, l'italia ha deciso di investire oltre 1,6 miliardi di euro per sostenere l'accesso degli agricoltori agli strumenti assicurativi e mutualistici, anche attraverso soluzioni nuove come l'income stabilization tool (ist)". "l'obiettivo e' rafforzare l'intervento pubblico a sostegno dei produttori, attraverso una migliore gestione del rischio, una sua modernizzazione e maggiore diffusione territoriale", conclude l'ismea. (ab)

23 giugno 2015 

EXPO: CIA, SCANAVINO, CORNACCHIA, SCALACCI E MARACCHI A CONVEGNO SU FERTILITA' SUOLO

il presidente della cia dino scanavino, i responsabili del dipartimento economico e dell'ufficio di bruxelles della confederazione pino cornacchia e roberto scalacci, ed il presidente dell'accademia dei georgofili giampiero maracchi sono intervenuti, tra i molti altri, ad un convegno dedicato al tema "terra fertile e cambiamento climatico, il ruolo degli agricoltori", promosso dalla confederazione italiana agricoltori in collaborazione con l'unione europea e svoltosi nel padiglione dell'ue all'expo. in apertura dei lavori scanavino ha evidenziato la necessita' di una "presa di coscienza condivisa su queste problematiche" e l'urgenza di "azioni politiche determinate sia a livello internazionale, a partire dalla prossima conferenza di parigi sul clima, che nazionale". "gli agricoltori giocano una funzione primaria nella tutela del suolo e nelle strategie di mitigazione ed adattamento ai cambiamenti climatici", sottolinea la cia, spiegando che l'iniziativa "e' stata incentrata sulle problematiche che 'fanno soffrire' i nostri suoli, dall'abbandono delle terre agricole all'eccessiva cementificazione e alla perdita di fertilita', minacce che si acuiscono e interagiscono con gli effetti del cambiamento climatico". all'intervento di scanavino ha fatto seguito quello di cornacchia. "gli interventi successivi hanno sottolineato la straordinaria importanza dell'ecosistema suolo e il ruolo fondamentale degli agricoltori come 'custodi operosi' dei suoli e della loro fertilita'", spiega la confederazione, evidenziando che "tale ruolo viene riconosciuto anche dai ricercatori e dai rappresentanti delle istituzioni politiche", anche se "necessita di essere maggiormente conosciuto dalla societa' che spesso sottovaluta la centralita' degli agricoltori nella cura dell'ambiente, oltre che nella produzione di derrate alimentari sicure e di qualita'". "il suolo e' un ecosistema fragile che va considerato in maniera olistica per l'interazione della sua componente fisica, chimica e soprattutto biologica, indispensabile per la vita dell'uomo e per il suo benessere", osserva la cia, asserendo che "il suolo e la sua fertilita' non riguardano solo il campo agricolo ma tutta la societa' civile". "se pensiamo alla crescente domanda alimentare sara' necessario produrre di piu' ma in maniera sostenibile. inoltre, per combattere gli effetti del cambiamento climatico e dell'eccessiva cementificazione dei suoli, che causano continui disastri idrogeologici, sara' necessario investire maggiormente su un uso razionale e sostenibile del suolo tutelando la sostanza organica e la biodiversita'", prosegue l'organizzazione. dalla discussione alla tavola rotonda che ha seguito le presentazioni dei relatori, coordinata da scalacci, "e' scaturita la necessita' di migliorare il flusso delle informazioni e la cooperazione tra ricerca, produttori agricoli e tra ricerca e decisori politici per potenziare, adattare e incentivare le tecniche che promuovono la fertilita' del suolo. le conoscenze per accrescere l'innovazione e l'informazione ci sono ed era impensabile pochi anni fa immaginare di poter disporre di tali strumenti, ma e' necessario che questi siano messi a disposizione degli agricoltori", spiega la cia. "tutti i relatori - secondo quanto riporta la confederazione - hanno sottolineato l'urgenza di una presa di coscienza condivisa su queste problematiche e l'importanza di azioni politiche urgenti e determinate sia a livello internazionale, a partire dalla prossima conferenza di parigi sul clima, che europeo, nazionale e territoriale". "in questo settore il costo degli interventi da promuovere e' molto piu' basso di quello che occorrerebbe per riparare i danni causati, senza considerare che, oltre un certo limite, questi danni al terreno sono irreversibili: occorrono migliaia di anni per ricostituire un terreno fertile e, attualmente, oltre il 20% della superficie italiana e' a rischio desertificazione", e' stato affermato durante i lavori. scanavino ha messo inoltre in evidenza l'importanza della sostenibilita' economica delle attivita' agricole per "consentire che gli agricoltori possano contribuire realmente a questa sfida della preservazione dei suoli, rispondendo al contempo alla crescente domanda alimentare del pianeta". al convegno sono inoltre intervenuti: andrea vettori (dg ambiente, commissione ue, vicecapo unita' settore agricoltura, foreste e suolo); luca montanarella (capo dell'azione "sistemi di dati e informazioni sul suolo" unita' gestione risorse del territorio, ccr - commissione europea); anna benedetti (direttore cra-rps centro di ricerca per lo studio delle relazioni tra pianta e suolo); daniele vergari (presidente associazione g.b. landeschi). alla tavola rotonda che ha seguito il convegno si sono confrontati bernardo de bernardinis (presidente ispra); carmelo dazzi (professore e presidente della societa' italiana della scienza del suolo; stefano bisoffi (direttore scientifico cra); marcello pagliai (professore – esperto conservazione del suolo); matteo bartolini (presidente ceja- consiglio europeo dei giovani agricoltori); evangelos koumentakos (esperto in questioni ambientali in rappresentanza del copa-cogeca, l'organizzazione europea degli agricoltori e delle cooperative). (ab)

23 giugno 2015 

EXPO: IL 25 GIUGNO PRESENTAZIONE ENTE CREA CON MARTINA. CENA DI GALA A SANT'ANGELO LODIGIANO

giovedi' 25 giugno, dalle 14:30, all'auditorium del padiglione italia dell'expo, verra' presentato il nuovo "consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria-crea", nato "dalla razionalizzazione dei precedenti enti di ricerca vigilati dal ministero" e "concepito per dare al paese un centro di ricerca di eccellenza, in grado di supportare i territori e le imprese agricole nella sfida per la tutela e la promozione del made in italy agroalimentare". ne da' notizia un comunicato, spiegando che "l'occasione sara' utile per discutere con esperti ed addetti ai lavori sul tema 'ricerca e innovazione nel sistema agroalimentare italiano', focalizzando l'attenzione sull'importanza che la ricerca e l'innovazione possono assumere nel rafforzare la competitivita' del sistema agroalimentare italiano e nel garantire una maggior tutela del patrimonio di biodiversita' del paese". alla presentazione interverranno, tra gli altri: il ministro delle politiche agricole maurizio martina; il commissario straordinario ed i subcommissari crea salvatore parlato, alessandra gentile e michele pisante; la senatrice del pd leana pignedoli, il coordinatore del gruppo s&d della comagri del parlamento europeo paolo de castro; l'assessore all'agricoltura del lazio sonia ricci; il capo dipartimento del mipaaf luca bianchi; il capo di gabinetto del miur alessandro fusacchia e la delegata nazionale di coldiretti giovani impresa maria letizia gardoni. "dopo la presentazione ci si spostera' al castello morando-bolognini di sant'angelo lodigiano per l'inaugurazione della mostra fotografica "la battaglia del grano di nazareno strampelli", che sara' seguita poi dalla "cena di gala nelle splendide sale del castello", conclude il crea. programma iniziativa su http://goo.gl/v5cN9R. (ab)

22 giugno 2015

"MONDO AGRICOLO": GUIDI SUL "DOPO EXPO", IL FUTURO E' QUI

e' disponibile online l'ultimo numero di "mondo agricolo", mensile di confagricoltura diretto da gabriella bechi. la rivista dedica un'ampia sezione ad expo 2015, con reportage degli eventi confederali dentro e fuori l'esposizione universale (l'assemblea nazionale, il convegno federimpresa/sindacato pensionati, l'incontro con le grandi imprese, l'iniziativa con l'unione interporti, cooking for art). il presidente mario guidi nel suo editoriale, intitolato "il futuro e' qui", pensa gia' al "dopo expo". "puo' apparire prematuro pensare all'eredita' che l'expo lascera', ma lo e' meno di quanto possa sembrare. questa eredita' infatti la si costruisce oggi e in questi mesi. noi abbiamo gettato gia' le prime basi del 'dopo expo' e stiamo lavorando con una strategia di medio-lungo termine", scrive, tra l'altro, il presidente di confagricoltura.

22 giugno 2015

EXPO: MARTINA E LE FOLL FIRMANO DICHIARAZIONE SU CLIMA E SICUREZZA ALIMENTARE

il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che si e' svolto il 21 giugno ad expo "l'incontro tra il ministro maurizio martina e il suo omologo francese stephane le foll. nel corso dell'incontro i due ministri hanno firmato una dichiarazione congiunta sul tema della sicurezza alimentare e sul rafforzamento della lotta contro i cambiamenti climatici. nel documento, i ministri rivolgono un appello alla comunita' internazionale per raggiungere un accordo ambizioso, equo ed universale sul clima, per preservare il pianeta e ridurre la fame e la poverta', in particolare nelle zone rurali. martina e le foll chiedono a tutti gli stati di lavorare concretamente nella lotta contro il cambiamento climatico, la fame e la malnutrizione, tramite metodi agricoli che permettano di aumentare la produzione e di ridurre le emissioni di gas a effetto serra, promuovendo politiche volte a proteggere i suoli e ad aumentare il loro contenuto in co2. l'obiettivo e' di far crescere il contenuto in sostanza organica dei suoli del 4 per 1000, che consentirebbe non solo di aumentare considerevolmente lo stoccaggio del biossido di carbonio (co2) e di lottare contro il cambiamento climatico, ma anche di migliorare la fertilia' dei suoli grazie all'adozione di metodi di lavoro piu' rispettosi dell'ambiente e dei luoghi. i due ministri dell'agricoltura propongono inoltre che gran parte del fondo verde, che riunira' i contributi degli stati piu' ricchi del pianeta per finanziare la transizione energetica dei paesi meno avanzati, ma anche del fondo d'adattamento, e dei 100 miliardi di dollari erogati a partire dal 2020, sia dedicato al finanziamento di politiche che consentiranno agli agricoltori dei paesi del sud di prepararsi meglio e di adattarsi al cambiamento climatico. il lavoro contenuto nel documento della dichiarazione firmata da martina e le foll si inserisce nel solco tracciato con la carta di milano".

22 giugno 2015

EXPO: BOLDRINI INCONTRA DELEGAZIONE CIA GUIDATA DA MARCHINI (ANABIO) E LONGHIN (DONNE IN CAMPO)

una delegazione della cia-confederazione italiana agricoltori, guidata dal presidente di anabio federico marchini e dalla presidente di donne in campo mara longhin, ha incontrato la presidente della camera laura boldrini, in visita istituzionale all'expo. ne da' notizia la confederazione, informando che longhin, "accompagnando la presidente della camera nel tour del parco per ammirare le oltre 300 varieta' di piante che rappresentano la ricchezza del patrimonio della biodiversita' italiana, ha evidenziato l'importanza del ruolo delle donne nelle zone rurali e l'impegno femminile alla guida delle aziende agricole, che apportano all'intero settore elementi di creativita' e la visione di un'agricoltura rispettosa dell'ambiente che parte da saperi e sapori antichi per portare innovazione, multifunzionalita', salubrita' e benessere per i cittadini". "all'expo - ha detto boldrini - c'e' l'opportunita' di vedere il mondo. mi fa piacere che si sia scelto questo tema perche' alimentare il pianeta e farlo in modo sostenibile e' la sfida del futuro". "un'altra occasione l'avremo a parigi a fine anno, quando si parlera' di cambiamenti climatici. i due temi sono strettamente legati e solo con politiche coordinate a livello globale si possono trovare soluzioni", ha aggiunto. la delegazione di donne in campo, composta anche dalla presidente e dalla coordinatrice della lombardia renata lovati e chiara nicolosi, ha donato alla presidente della camera un bonsai di ulivo e semi di fiordaliso selvatico, grano saraceno, frumento e miglio, rende noto la confederazione. (ab)

22 giugno 2015

IMPRONTA IDRICA: GARGANO (ANBI) NO A CULTURA ANTIAGRICOLA

"un ettaro irrigato incrementa di 6 volte il proprio valore produttivo, arrivando all'82% in piu', se e' coltivato ad orticole: e' questo l'interesse, che l'irrigazione riveste per l'italia e che deve essere difeso, evitando letture controproducenti della direttiva quadro europea sulle acque", ha detto il direttore generale dell'anbi massimo gargano, intervenendo al convegno "l'agricoltura come settore strategico per la tutela delle risorse idriche nel bacino del mediterraneo", organizzato dal mipaaf all'expo. per gargano, "e' necessario contrastare quella cultura dell'impronta idrica indirizzata solo contro l'agricoltura, ma che evita di indicare quanta acqua serve a realizzare un tablet o una t-shirt". "senza considerare inoltre che l'acqua irrigua e' per l'80% attinta da corsi d'acqua superficiali e che viene restituita al ciclo biologico, attraverso il percolamento nelle falde idriche, addirittura qualitativamente migliore di come viene prelevata", ha aggiunto. (ab)

22 giugno 2015 

IL COSTITUZIONALISTA CASSESE ELETTO PRESIDENTE CREDITAGRI ITALIA

il consiglio di amministrazione di creditagri italia, riunitosi in assemblea nel padiglione italia all'expo, ha eletto il giudice emerito della corte costituzionale professor sabino cassese presidente. ne da' notizia la coldiretti. "il professore sabino cassese e' stato chiamato a guidare il piu' articolato ente finanziario di garanzia mutualistica italiano operante in agricoltura e iscritto nell'elenco speciale ex art. 107 del testo unico bancario. una finanziaria di interesse pubblico sottoposta al controllo e vigilanza da parte della banca d'italia, presente e operativa in tutte le regioni attraverso 74 filiali e oltre 18000 imprese azioniste", sottolinea la confederazione. il cda si e' tenuto all'expo "proprio per rappresentare l'impegno da sempre profuso da creditagri italia nell'offrire servizi e opportunita' alle imprese che operano nell'agroalimentare, che rappresenta una leva competitiva e di sviluppo formidabile per superare la crisi e per trainare il made in italy nel mondo e tornare cosi' a crescere investendo nelle proprie risorse che sono i territori, l'identita', la cultura e il cibo, coniugando l'innovazione alla tradizione", prosegue l'organizzazione. "ho accettato la proposta di assumere la presidenza di creditagri per l'apprezzamento per le realizzazioni e per il programma di attivita' di coldiretti al servizio dell'agricoltura italiana", ha detto CASSESE dopo l'elezione, esprimendo "una valutazione positiva del disegno organizzativo e operativo di creditagri che attraverso l'accorpamento di 40 confidi locali e la loro gestione unitaria e' sia un alleato importante del sistema agricolo italiano, sia un essenziale supporto del sistema creditizio nazionale". "il nostro principale impegno - ha affermato il direttore generale roberto GRASSA - e' quello di contribuire a favorire l'accesso al credito destinato prevalentemente a sostenere processi di investimento a medio-lungo termine, orientando le imprese alla razionalizzazione e miglior utilizzo della finanza d'impresa". (ab)

22 giugno 2015 

A PAOLO DE CASTRO IL "PREMIO ASSOLATTE PER EXPO 2015"

il coordinatore del gruppo s&d della commissione agricoltura del parlamento europeo paolo de castro ha vinto il "premio assolatte per expo 2015", promosso dall'associazione italiana lattiero casearia. si riporta di seguito la motivazione alla base del premio: "'ce la faremo a sfamare gli oltre 9 miliardi di persone che abiteranno il pianeta nel 2050?' la risposta la fornisce paolo de castro, uno dei piu' autorevoli esperti di politiche alimentari che l'europa conosca, nel volume 'cibo. la sfida globale'. nel nuovo disordine mondiale sara' essenziale ripensare il cibo e le politiche che lo governano oltre i tradizionali steccati. l'autore detta la sua ricetta per vincere questa sfida, forse la piu' grande del nostro mondo globalizzato". (ab)

22 giugno 2015 

EXPO: GARDINI (CONSERVE ITALIA), 1.200KG DI POMODORO CIRIO PER LA PIZZA PIU' LUNGA DEL MONDO

"ci saranno anche 1.200 chili di polpa di pomodori cirio a condire un "mega trancio" di 80 metri della pizza di un chilometro e mezzo di lunghezza, che domani ad expo entrera' nel guinness dei primati come la pizza piu' lunga del mondo", sottolinea la fedagri in un comunicato. "a suggello di questa pizza dei record, che riportera' nel nostro paese il primato assoluto per quello che e' il prodotto italiano piu' conosciuto al mondo, non poteva mancare il sapore, il gusto e l'assoluta qualita' di cirio, la marca di pomodoro italiana piu' distribuita al mondo e anche la piu' antica, visto che il prossimo anno compira' il suo centosessantesimo anniversario", afferma il presidente di conserve italia maurizio gardini. l'iniziativa della pizza dei record "si inserisce nell'ambito della settimana mondiale del pomodoro, in programma all'expo dal 15 al 20 giugno, alla quale conserve italia ha aderito come sponsor", spiega la fedagri, facendo notare che "i pelati e la polpa cirio sono gia' una presenza fissa e molto apprezzata all'interno di expo: lo confermano i primi dati consuntivi sulla ristorazione negli spazi eataly, dove il primo piatto piu' venduto in assoluto nel mese di maggio e' risultato quello delle mezze maniche con passata rustica cirio, somministrato dal ristorante del consorzio italia del gusto, posto all'ingresso dell'area eataly". (ab)

19 giugno 2015

EXPO: CIA, AL VIA IL PRIMO "FESTIVAL NAZIONALE AGRITURISMI ITALIANI"

ha preso il via all'expo - informa un comunicato - il primo "festival nazionale degli agriturismi italiani", promosso dalla cia-confederazione italiana agricoltori con la sua associazione agrituristica turismo verde. il festival - spiega la cia - "ha debuttato ieri sera con la prima cena preparata dall'agrichef toscana lia galli (agriturismo "villa caprareccia" a bibbona, provincia di livorno) ospitata dall'agriturismo "cascina caremma" a besate, provincia di milano". "mangiare secondo campagna vuol dire da una parte recuperare la cucina di tradizione, quella cucina che si e' stratificata nel corso dei secoli e che si e' via via modificata attualizzandosi, che e' un manifesto sensoriale dell'identita' rurale, e dall'altra esaltare la biodiversita' che connota i cibi, che costituisce il vero patrimonio gastronomico italiano", sottolinea la confederazione. "ma vi e' una terza ragione per cui rilanciare il mangiare secondo campagna diventa decisivo. in questa prassi gastronomica si ha la dimostrazione della centralita' dell'impresa agricola che dal campo al piatto chiude la filiera e che, dal campo al piatto, trasforma la coltura in cultura, assicurando il giusto reddito all'impresa medesima. un protocollo che vale sommamente in italia ma che la cia ha l'ambizione di proporre a tutti gli agricoltori del mondo che possono, attraverso l'esperienza gastronomica, comunicare al consumatore il valore del lavoro agricolo, il sapore delle materie prime agricole, e qui la biodiversita' gioca un ruolo fondamentale, che si fanno buon cibo, cioe' sano sostenibile e funzionale, e il calore del contesto rurale dove alimentarsi torna ad avere lo spessore della convivialita' e della consapevolezza", aggiunge la cia. l'organizzazione agricola cita il gastronomo francese jean anthelme brillat savarin, che nel volume "la fisiologia del gusto" scriveva: "e' necessario per gustare un piatto che sia chi lo cucina come chi lo gusta posseggano entrambi l'exactitude". "l'exactitude e' la capacita di comprendere non solo i sapori, ma le ragioni di un piatto ed e' l'abilita' di prepararlo e di gustarlo secondo prassi che prevedono l'ascolto delle materie prime e dei processi di trasformazione. e' esattamente quello che fanno gli agrichef e che puo' apprendere chi si siede a queste tavole dove si mangia secondo campagna", rimarca la confederazione. (ab)

19 giugno 2015 

EXPO: DOMANI CONVEGNO MIPAAF, CREA ED ANBI SULLE RISORSE IDRICHE E L'AGRICOLTURA DEL MEDITERRANEO

 il crea (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) organizza domani, dalle 11:00, con il ministero delle politiche agricole e l'anbi (associazione nazionale bonifiche irrigazioni e miglioramenti fondiari) il convegno internazionale "l'agricoltura come settore strategico per la tutela delle risorse idriche nel bacino del mediterraneo", che si svolgera' a expo milano, nell'auditorium di palazzo italia. interverranno: giuseppe blasi del mipaaf; marina colaizzi del mattm; josefine loriz-hoffmann della commissione ue; marcello mastrorilli e raffaella zucaro del crea. seguira' una tavola rotonda moderata da giuseppe blasi e composta da giuseppe cacopardi del mipaaf, josefine loriz-hoffmann della commissione ue, michele pisante del crea, massimo gargano dell'anbi, juan valero de palma di fenacore e jose' nuncio di fenareg. chiudera' l'incontro maurizio martina, ministro delle politiche agricole agroalimentari e forestali.

19 giugno 2015 

EXPO: IL 25 GIUGNO ASSEMBLEA UNCAI, CON TASSINARI, TORRISI, GUIDI, PARLATO, SISTI

il 25 giugno, dalle 10.30 al padiglione new holland agriculture, dedicato all'agricoltura sostenibile e collocato vicino all'albero della vita, si svolgera' l'assemblea generale dell'unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali (uncai). "per uncai organizzare l'assemblea generale proprio ad expo e nel sustainable farm pavilion new holland rappresenta il modo migliore per sottolineare come gli agromeccanici si sentano partecipi del tema centrale dell'esposizione universale 'nutrire il pianeta, energia per la vita', sia come tassello del grande patrimonio culturale rappresentato dai prodotti agricoli italiani sia come coautori di un agricoltura sempre piu' sostenibile", spiega il presidente di uncai aproniano tassinari. all'assemblea sono previsti gli interventi di aproniano tassinari e francesco torrisi (presidente e direttore di uncai), giuliano oldani (presidente apima milano, lodi, como, varese), mario guidi (presidente confagricoltura), salvatore parlato (commissario straordinario crea, ente nato dalla fusione di cra ed inea che sara' presentato ufficialmente ad expo), andrea sisti (presidente conaf) e marco mazzaferri (business director new holland italia). (ab)

19 giugno 2015

EXPO: BIRRA, INCONTRO DEI PRODUTTORI EUROPEI

6.000 birrifici in europa. 390 milioni di ettolitri di birra prodotti, di cui 74 destinati all'export (dati 2012). 2 milioni di persone occupate nel vecchio continente (l'1% del totale dei posti di lavoro europei), di cui il 7% in italia. e' questa la fotografia del settore birrario europeo scattata dai the brewers of europe (boe), l'organismo che riunisce le associazioni nazionali dei produttori di birra da 29 paesi europei, che si incontra ad expo per l'assemblea annuale.

19 giugno 2015

BIOLOGICO: BERTOLDI (ALLEANZA COOPERATIVE) LUCI ED OMBRE IN ACCORDO CONSIGLIO UE

"il compromesso sulla riforma del biologico, che e' stato firmato dal consiglio dei ministri agricoli della ue sotto la presidenza lettone, presenta a nostro avviso, luci ed ombre", afferma il coordinatore del settore biologico dell'alleanza delle cooperative agroalimentari andrea bertoldi. "positivo e' senz'altro l'aver raggiunto due risultati rilevanti: il mantenimento delle norme sui controlli all'interno del regolamento del biologico e l'applicazione del regime di conformita', in base al quale le stesse norme produttive europee saranno applicate anche nei paesi importatori con i quali verranno via via sottoscritti accordi di reciprocita'", prosegue bertoldi, facendo notare che "l'accordo siglato a lussemburgo non ci trova tuttavia pienamente soddisfatti, perche' lascia tuttora irrisolta la questione della presenza di sostanze e prodotti non autorizzati nei prodotti biologici, materia sulla quale manca di fatto un'armonizzazione a livello comunitario, dal momento che solo l'italia e pochi altri paesi hanno deciso di fissare per legge una soglia massima di contaminazione". "la proposta della commissione - continua il coordinatore - ci trova invece assolutamente concordi circa la necessita' di incrementare la superficie e la produzione biologica ue per rispondere alla crescente domanda dei consumatori". "al fine di raggiungere questo obiettivo, e' pero' necessario che siano messi in atto strumenti di sostegno che compensino la perdita di reddito per le imprese che, convertendosi al biologico e assicurando un preciso impegno temporale verso tale tipo di produzione, devono sostenere notevoli costi ed oneri burocratici", continua. il coordinatore "valuta positivamente il fatto che ieri all'expo di milano si sia riunito un tavolo tecnico per dare avvio ad una discussione per la definizione di un piano strategico per un settore che, pur facendo registrare buone performance, ha bisogno di nuovi strumenti affinche' ci sia un reale incremento delle superfici convertite. bene quindi l'istituzione da parte del ministero di quattro tavoli, suddivisi per aree tematiche, che lavoreranno in tempi stretti alla definizione del piano previsto per l'inizio dell'autunno prossimo". (ab)

19 giugno 2015 

PIQ: VINCENZI (ANBI), TESTIMONIANZA DELLA FUNZIONE DELL'ACQUA IN AGRICOLTURA

il piq, ovvero prodotto interno qualita' della filiera oleicola, realizzato da fondazione symbola e crea e presentato all'expo, "analizza la filiera qualitativa dell'olio, attraverso 102 parametri e testimonia anche l'indispensabile funzione dell'acqua in agricoltura, dove deve essere non solo adeguata in quantita', ma anche in qualita', altro obiettivo, sul quale sono fortemente impegnati i consorzi di bonifica anche attraverso innovative esperienze di fitodepurazione", afferma il presidente dell'anbi francesco VINCENZI. "parlando di olio e quindi di olivi, va ricordata non solo l'eccellenza del patrimonio arboreo italiano, ma la sua indispensabile funzione nella salvaguardia idrogeologica, grazie alla capacita' delle radici di compattare il terreno, riducendo fortemente il rischio di frane e smottamenti", aggiunge il presidente. secondo il direttore generale dell'anbi massimo GARGANO, "affermare che la disponibilita' dell'acqua, ed il suo fondamentale ruolo per il reddito delle imprese agricole e per la qualita' per i consumatori, e' uno degli elementi essenziali nell'evoluzione della filiera dell'olio extravergine italiano, e' la certificazione dell'impegno che, da anni, i consorzi di bonifica perseguono nell'ottimizzazione d'uso dell'irrigazione, come dimostra anche il sistema esperto irriframe, presente ad expo, validato dall'unione europea ed ora all'attenzione di numerosi paesi extracomunitari". (ab)

19 giugno 2015

EXPO, SHOWCOOKING DI MICHELLE OBAMA A BASE DI POLLO E GRANA

la first lady michelle obama, nell'ambito della sua visita in italia, durante la quale ha visitato l'expo di milano, ha partecipato ad uno "showcooking" con alcuni ragazzi dell'american school of milan, nell'ambito del quale ha preparato, e poi consumato, una serie di piatti tra i quali il pollo al prezzemolo, condito con scaglie di grana. (ab)

18 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, "SIGNIFICATIVO" CHE MICHELLE OBAMA ABBIA CUCINATO CON IL GRANA

la coldiretti esprime soddisfazione per lo showcooking in italia di michelle obama, che all'expo "ha utilizzato scaglie di grana per condire il proprio piatto". "come tanti visitatori statunitensi anche michelle obama ha potuto gustare finalmente il vero grana invece delle imitazioni che nel mondo hanno addirittura sorpassato in quantita' per la prima volta il prodotto originale nel 2014", sottolinea la confederazione, secondo la quale si tratta di una "scelta significativa per la first lady di un paese come gli stati uniti, che con circa 150 milioni di chili e' leader mondiale nella produzione di imitazioni del parmigiano reggiano e del grana padano, denominate parmesan". "sul mercato statunitense - fa notare la confederazione - ci sono piu' di nove probabilita' su dieci di acquistare parmesan realizzato in wisconsin, california o new york al posto del prodotto originale made in italy". "se i nomi sono simili le caratteristiche sono profondamente differenti, perche' i formaggi made in italy devono rispettare rigidi disciplinari di produzione con regole per l'allevamento e la trasformazione ed un sistema di controlli che non ha eguali", ribadisce la coldiretti, osservando che "la scelta culinaria di michelle obama assume un valore particolarmente importante anche in vista del negoziato di libero scambio tra unione europea e stati uniti (ttip) in cui uno degli elementi della trattativa e' proprio rappresentato dalla tutela delle denominazioni dei prodotti tipici". "occorre cogliere l'occasione della trattativa sul ttip per tutelare le produzioni agroalimentari italiane dalla contraffazione alimentare e dal cosiddetto fenomeno dell'italian sounding, molto diffuso in usa, che rappresenta il primo mercato di falsificazione del parmigiano e del grana", rimarca la confederazione. "in questo contesto - conclude la coldiretti - e' particolarmente significativo il piano per l'export annunciato dal governo italiano che prevede per la prima volta azioni di contrasto all'italian sounding a livello internazionale". (ab)

18 giugno 2015

EXPO: BALDRIGHI, CONSORZIO GRANA PADANO DONA FORMA A MICHELLE OBAMA

il consorzio di tutela del grana padano - informa un comunicato - fara' recapitare alla casa bianca "una forma di grana padano come ricordo della visita all'expo di milano" e per ringraziare michelle obama della "missione effettuata a milano". "non nascondiamo - spiega nicola cesare BALDRIGHI, presidente del consorzio - che l'idea e' nata dopo aver appreso che michelle obama, durante lo showcooking effettuato ieri con 20 ragazzi dell'american school of milan, ha cucinato un pollo al prezzemolo con scaglie di grana". per il presidente, si tratta dell'"ennesima conferma che grana padano, il formaggio dop piu' consumato del mondo, con 4 milioni e 800 mila forme all'anno, e' ambasciatore vincente del made in italy di qualita'". "gli stati uniti - sottolinea stefano BERNI, direttore generale del consorzio - continuano ad essere per noi un punto di riferimento fondamentale: nel 2014, a fronte di un'esportazione complessiva di circa 1 milione e 600 mila forme, cresciuta rispetto all'anno precedente del 4,5%, quasi il 10% e' andato ai consumatori americani e gli usa si confermano come il secondo mercato per il nostro prodotto, preceduto solo dalla germania". (ab)

18 giugno 2015

EXPO: ASSEMBLEA ANP-CIA. INTERVENTI DI SCANAVINO BROCCO, DEL CARLO, BERTUZZI (PD) E GASPARINI

si e' svolta oggi all'auditorium del padiglione italia all'expo l'assemblea aperta dell'associazione dei pensionati (anp) della cia-confederazione italiana agricoltori, alla quale sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della cia dino scanavino, il presidente ed il vicepresidente dell'associazione, vincenzo brocco ed alessandro del carlo, la senatrice maria teresa bertuzzi (pd) e danilo gasparini dell'istituto cervi-biblioteca archivio emilio sereni. in apertura dei lavori, dedicati al tema "il ruolo dei pensionati nel territorio rurale tra invecchiamento attivo e ricambio generazionale", e' stato proiettato il docufilm "dai nonni ai nipoti: l'evoluzione dell'azienda agricola", cui ha fatto seguito la relazione di del carlo. "al centro dei lavori - spiega la cia - c'erano il ruolo e la figura degli agricoltori anziani, che si fanno carico di perpetuare il lavoro agricolo, di custodire l'ambiente, di trasmettere saperi alle giovani generazioni, ma anche una forte rivendicazione della dignita' dell'agricoltore anziano". quattro i "punti focali" dell'assemblea, spiega la cia. il primo e' il ruolo dell'agricoltore: "dovendo definirlo - ha spiegato DEL CARLO - direi che e' un centromediano metodista come s'usava dire un tempo nel calcio. essendo un ruolo importante in una squadra di calcio, vi si arriva in genere avendo requisiti particolari sia tecnici che personali; oltre alla tecnica calcistica serve esperienza e prestigio riconosciuto dai propri compagni". "andando oltre la metafora, significa rivendicare all'agricoltura ed agli agricoltori d'essere stati argine alla crisi, di aver assicurato la tenuta sociale e di essere oggi centrali nella proposta di un modello di sviluppo sostenibile ed equilibrato, ma perche' questo sia, e' indispensabile che l'agricoltore anziano ritrovi a pieno la sua dignita' e gli venga riconosciuto un ruolo sociale, culturale ed economico", ha aggiunto il vicepresidente dell'anp. "e qui si pone il tema dell'invecchiamento attivo che non deve essere solo uno slogan evocato, ma una strategia praticata", ha asserito. il secondo e' la condizione economica degli agricoltori e dei pensionati in particolare. "l'imu agricola - ha sostenuto de carlo - e' un'imposizione sbagliata e ingiusta nei confronti delle aziende agricole, ma diventa assurda quando questa colpisce gli agricoltori pensionati, che di fatto svolgono, con grande sacrificio e dedizione, una funzione sociale e di servizio al territorio; una funzione che dovrebbe essere incoraggiata e premiata, invece adesso e' incomprensibilmente penalizzata". "dignita' e giustizia sociale sono state le ragioni che ci hanno spinto ad aprire un contenzioso con il governo per chiedere un intervento migliorativo sulle pensioni basse", ha continuato del carlo. "lo abbiamo fatto quasi da soli nel panorama delle associazioni dei pensionati con due manifestazioni nel dicembre scorso a bologna e bari e adesso con la raccolta di firme a sostegno di una petizione che chiede un intervento di giustizia sociale per restituire dignita' alle persone, ai pensionati appunto, in particolare per quella parte che riceve un trattamento pensionistico sotto i mille euro", ha ricordato. si tratta - ha precisato BROCCO - di una "piattaforma di rivendicazione aperta ed equilibrata, precisa e responsabile". in tale piattaforma - ha ricordato - si "chiede un intervento immediato per recuperare la perdita del potere d'acquisto delle pensioni basse perduto in questi anni; di adeguare il trattamento minimo a 650 euro, come stabilisce la carta sociale europea; di dotare il paese di un sistema socio-sanitario efficiente e moderno per tutti i cittadini, una sanita' pubblica e universalista organizzata sul territorio con servizi adeguati nelle aree rurali e montane, una politica strategica verso la non-autosufficienza per il sostegno economico e organizzativo alle persone ed alle famiglie colpite da questi problemi". il terzo punto focale dell'assemblea e' il ruolo che gli agricoltori anziani hanno svolto e svolgono nella conservazione, tutela e perpetuazione del patrimonio agricolo. "oggi che si parla di gastronomia, di valore del made in italy, di biodiversita', non va dimenticato che e' stato per merito degli agricoltori che hanno saputo coniugare tradizione e innovazione se l'italia conta su questo immenso patrimonio", ha detto brocco, evidenziando che "gli anziani possono insegnare molto a riguardo: pensiamo in particolare allo storico ruolo fondamentale della donna nella famiglia contadina; vera protagonista non solo della governance alimentare, ma anche di tutto cio' che attiene alla vita sociale e relazionale della famiglia". il quarto punto e' stato il passaggio generazionale, "che in cia e solo in cia si e' estrinsecato in uno straordinario patto tra pensionati dell'anp e giovani agricoltori di agia", ha ricordato DEL CARLO. "l'avventura imprenditoriale di un giovane, in agricoltura, ha bisogno certo di essere incoraggiata con norme appropriate di sostegno finanziario, in primo luogo il premio d'insediamento, poi il credito, l'assistenza tecnica, la consulenza economica, il marketing", ha affermato. "ma per il governo della complessita' serve, anzi e' indispensabile, il supporto della conoscenza e dell'esperienza che solo l'agricoltore anziano puo' dare. in sostanza si propone anche qui un patto fra generazioni; un legame che favorisce sia il trasferimento delle conoscenze sia l'insegnamento e l'educazione all'approccio con i problemi reali di gestione e programmazione dell'impresa agricola", ha continuato il vicepresidente. "tutto questo, pero', inquadrato in una proposta sistemica che e' il documento 'il territorio come destino', elaborato dalla cia e che sara' riversato nella carta di milano come testimonianza attiva della centralita' agricola", ha sottolineato SCANAVINO, concludendo l'assemblea. "il territorio come destino non e' un dettaglio di una proposta; e' una visione dello sviluppo e dell'organizzazione sociale in cui gli agricoltori, e gli agricoltori pensionati in primis, sono i centrocampisti della societa' e dello sviluppo", ha aggiunto. "in quel ruolo li' i giocatori generalmente hanno una carriera piu' lunga; sono preziosi nelle squadre anche in eta' calcisticamente avanzata", ha continuato il presidente. "ma ora la palla passa al governo perche' risponda su pensioni e imu agricola. per dare un futuro agli anziani e, con loro, all'agricoltura italiana", ha concluso. (ab)

18 giugno 2015 

EXPO: MASTROCINQUE (CIA), PIU' AGRICOLTURA CONTRO LA SETE DEL MONDO

nella sua seconda giornata di partecipazione all'expo la cia-confederazione italiana agricoltori ha posto "al centro delle sue riflessioni e delle sue proposte la questione acqua", con un convegno svoltosi al padiglione italia sul tema "acqua e agricoltura". "tra trent'anni meta' della popolazione mondiale vivra' in situazioni di carenza idrica e gia' oggi si stima che 3 miliardi di persone siano prive d'acqua", sottolinea la cia, facendo notare che "piu' e piu' volte sono stati messi sul banco degli imputati l'agricoltura e la zootecnia in particolare" in quanto, "secondo una certa vulgata, sono queste le attivita' umane che piu' sprecano acqua", anche se questo fatto "non e' vero". "oggi - ha detto il vicepresidente nazionale della cia alessandro mastrocinque, aprendo i lavori dell'incontro - si parla molto di impronta idrica per indicare l'acqua utilizzata nell'intero processo produttivo di qualsiasi bene prodotto dall'uomo. si tratta di un indicatore efficace nella comunicazione, ma non sufficiente. occorre distinguere sempre le diverse tipologie di uso dell'acqua e non possiamo sempre confondere il concetto di uso con quello di consumo. una cosa e' l'acqua che entra nei processi industriali, altra cosa e' quella che adopriamo per usi domestici, altra cosa ancora quella che utilizziamo in agricoltura". "l'acqua irrigua e' indispensabile all'agricoltura ed e' connaturata con la sua storia", ha continuato mastrocinque, evidenziando che "la nascita dell'agricoltura e l'uso di tecniche di regimazione e irrigazione sono strettamente legate, ma l'acqua che utilizziamo nell'irrigazione viene in massima parte restituita al territorio e continua ad alimentare la falda. certo dobbiamo risparmiare acqua a tutti i livelli, anche in agricoltura, ma attenzione ai cambiamenti climatici e allo sviluppo industriale e alla globalizzazione che accrescono i problemi dell'inquinamento idrico, cioe' la contaminazione dei mari, delle acque interne superficiali e di falda, sia per l'assente o carente depurazione delle acque ad uso civile, sia per i reflui, soprattutto delle attivita' industriali, ma anche agricole", ha aggiunto. "la cia - ha asserito il vicepresidente - si batte per un modello di sviluppo che riconosca davvero la dimensione strategica dell'agricoltura e degli agricoltori: l'expo e' una grande vetrina di realta' e progetti, ma tutti necessitano della vitalita' delle imprese agricole, le cellule fondamentali dell'intero sistema. e all'interno di questo disegno prospettico e' indispensabile un profondo cambiamento: per rispondere efficacemente alle esigenze diversificate della popolazione mondiale. occorre rivedere i modi di produrre e distribuire valore nel settore agroalimentare, esplorando sentieri nuovi e ridisegnando saperi e visioni", ha concluso mastrocinque. maggiori dettagli su http://goo.gl/V8kYs6. (ab)

18 giugno 2015

EXPO: INTERVENTO DEL V.PRESIDENTE CIA MASTROCINQUE SUL VERDE URBANO

si e' svolto oggi all'auditorium di palazzo italia all'expo, un convegno promosso dalla cia-confederazione italiana agricoltori sul tema "le citta' si colorano di verde". lo rende noto la confederazione, informando che "il dibattito e' stato preceduto dalla proiezione della clip "il verde in citta". all'incontro sono intervenuti alessandro mastrocinque, vicepresidente nazionale della cia; gianluca cristoni, presidente dell'associazione promoverde-cia; francesco loreto, direttore dipartimento scienze bioagroalimentari cnr; chiara bisconti, assessore al verde del comune di milano; nathalie grenon di sartogo (architetti associati), ideatrice del progetto tangenziale verde a roma; adriano paolella dell'associazione cittadinanzattiva; roberto chiti dell'azienda vivaistica pistoia, coordinatore del gie florovivaismo della cia; erri faccini, giovane imprenditore agricolo autore del progetto per la valorizzazione e la sostenibilita' ambientale, sociale ed economica delle aree a verde di proprieta' del consorzio zip (zona industriale di padova). "la citta' e' intelligente se e' agricola. non sembri un paradosso ne' una riedizione dello splendido affresco di ambrogio lorenzetti che campeggia in palazzo civico a siena dove il buon governo e' appunto la citta' che dialoga con la campagna. e del resto questo e' lo spirito rinascimentale che ha prodotto quello straordinario modello che e' il giardino all'italiana: un pezzo di ruralita' urbanizzata", sottolinea la cia, sintetizzando le tematiche al centro dell'incontro. "il tema del verde urbano - ha detto mastrocinque - e' centrale, perche' non riguarda solo la gestione dei parchi e dei giardini, ma anche la creazione di cinture verdi per riqualificare le periferie, l'uso di infrastrutture naturali, la riqualificazione di aree industriali dismesse, compreso la ripermeabilizzazione di aree cementificate". "si tratta, cioe', di ristudiare completamente la logica del rapporto tra citta' e campagna, in un mondo che vede gia' oltre il 50% per cento della sua popolazione vivere in aree metropolitane o urbane", ha precisato il vicepresidente. maggiori dettagli su http://goo.gl/ZcGpj1. (ab)

18 giugno 2015

MOLTE INIZIATIVE DEL SISTEMA ALLEVATORI AD EXPO 2015

ad expo prendono il via le attivita', organizzate nel roof garden coldiretti, proposte dalle associate aia. venerdi' 19 e sabato 20 giugno si inizia con degustazioni guidate di carni di bovini di razza chianina, carne e salumi del "suino umbria" (venerdi' 19 dalle ore 11 alle 13, educational "suino umbria day", aperto al pubblico; dalle ore 18 alle 20, educational "chianina by night", evento chiuso, su invito) realizzate dall'ara umbra, da anabic, ccbi e coprocar. si replica sabato 20 giugno, dalle ore 15 alle ore 20 (eventi aperti al pubblico).

18 giugno 2015 

EXPO: IL 24 BOLOGNAFIERE E NÜRNBERGMESSE PRESENTANO "ORGANIC WEEK"

i presidenti di federbio paolo carnemolla e bolognafiere duccio campagnoli, e gli amministratori delegati di nürnbergmesse group peter ottmann ed ifoam markus arbenz presenteranno, nel corso di una conferenza stampa che si terra' il 24 giugno, dalle 11:00, al parco della biodiversita' all'expo, l'iniziativa "organic week", che si svolgera' dal 3 al 5 settembre all'interno del teatro della terra nel parco della biodiversita'. ne danno notizia l'ente fieristico, organizzatore del salone del biologico e del naturale sana, e la nürnbergmesse, che organizza il salone biofach. (ab)

18 giugno 2015 

EXPO: EMILIA ROMAGNA, BONACCINI E CASELLI PRESENTANO DOMANI WORLD FOOD RESEARCH AND INNOVATION FORUM

il presidente della regione stefano bonaccini e l'assessore regionale all'agricoltura simona caselli presenteranno domani, nel corso di una conferenza stampa che si terra' dalle 11:30 nel padiglione dell'unione europea all'expo, il "world food research and innovation forum", che si svolgera' il 22 e 23 settembre all'expo. ne da' notizia la regione, spiegando che il forum "diverra' un appuntamento biennale internazionale" e rappresentera' una "piattaforma permanente di dialogo sull'alimentazione a livello globale, a disposizione di policy maker, comunita' scientifica, ricerca, imprese e finanza per condividere iniziative efficaci per il futuro dell'alimentazione del pianeta". (ab)

18 giugno 2015

EXPO: DOMANI FIRMA INTESA TRA CONAF E ITALIA NOSTRA PER "PROGETTO NAZIONALE ORTI URBANI"

domani, dalle 17:00, al padiglione waa-world agronomists association all'expo, verra' siglato un protocollo di intesa tra conaf e italia nostra per la promozione del "progetto nazionale orti urbani". ne da' notizia il consiglio nazionale dell'ordine dei dottori agronomi e dottori forestali spiegando che all'incontro, durante il quale verra' proiettato un video sul progetto, interverranno i presidenti di conaf andrea sisti e italia nostra marco parini, il promotore del progetto evaristo petrocchi, ed il coordinatore del centro studi conaf giancarlo quaglia. (ab)

18 giugno 2015

EXPO: CIA, DOMANI QUATTRO INCONTRI SU AGRICOLTURA E SVILUPPO SOSTENIBILE

la cia-confederazione italiana agricoltori organizza, domani all'expo, una serie di iniziative legate al tema della centralita' dell'agricoltura in un modello di sviluppo sostenibile. "si comincia al mattino - spiega la confederazione in un comunicato - con la prima tavola rotonda sul tema caldissimo dell'emergenza idrica. si calcola che tra cinque anni piu' di 3 miliardi di persone sul pianeta avranno carenza d'acqua. spesso viene chiamata in causa l'agricoltura come fattore di criticita'. ebbene, recentissimi studi hanno confermato quanto l'uomo sa da sempre: l'agricoltura non spreca acqua, la utilizza e semmai e' il primo attore nel mantenimento e ripristino delle riserve idriche. la tavola rotonda "acqua e agricoltura" mettera' in rilievo proprio questo. ad animarla - con la relazione del vicepresidente di cia alessandro mastrocinque - riccardo d'andria, direttore istituto per i sistemi agricoli e forestali del mediterraneo isafom-cnr, e marcello mastrorilli, direttore unita' di ricerca per i sistemi colturali degli ambienti caldo aridi sca-cra. i loro contributi tecnici illustreranno che dove c'e' agricoltura c'e' recupero di risorsa idrica. a confermarlo le buone pratiche che saranno illustrate da giovanni daghetta, presidente cia lombardia, imprenditore agricolo, consigliere consorzio di irrigazione est sesia, e da graziano caroli, imprenditore agricolo, utilizzo invasi collinari condivisi, provincia di ravenna. da questa iniziativa di cia sara' posta l'esigenza di determinare l'impronta idrica sia livello di attivita' economiche, chiamando in causa anche l'industria manifatturiere, sia a livello di citta'. proprio al contesto urbano e' dedicato il secondo appuntamento di cia in expo giovedi' 18 giugno. dopo la proiezione del clip "il verde in citta'", gianluca cristoni, presidente associazione promoverde cia, introdurra' la tavola rotonda "le citta' si colorano di verde" con interventi di francesco loreto, direttore dip.to scienze bioagroalimentari cnr, chiara bisconti assessora al verde comune di milano, nathalie grenon, sartogo architetti associati, ideatrice del progetto e adriano paolella dell'associazione cittadinanzattiva. il tema centrale qui e' come il verde migliora la qualita' della vita in citta' e come l'agricoltura - nella visione multifunzionale della cia -sia a pieno titolo protagonista anche della vita urbana. a confermarlo i casi di successo che saranno testimoniati da roberto chiti| azienda vivaistica pistoia, coordinatore gruppo di interesse economico florovivaismo cia, e da erri faccini | giovane imprenditore agricolo, progetto per la valorizzazione e la sostenibilita' ambientale, sociale ed economica delle aree a verde di proprieta' del consorzio zip (zona industriale di padova). a sollecitare il dibattito sara' susanna petruni, vicedirettore del tg1. ma l'agricoltura e' anche scelta di vita e fatica di una vita. cosi' nel pomeriggio del 18 si terra' l'assemblea aperta dell'anp, l'associazione pensionati della cia. il tema dell'assemblea e' di strettissima attualita': "il ruolo dei pensionati nel territorio rurale tra invecchiamento attivo e ricambio generazionale". a coordinare i lavori il presidente di anp vincenzo brocco. sul valore agricolo insiste il clip "dai nonni ai nipoti: l'evoluzione dell'azienda agricola" che fa da prologo alla relazione di alessandro del carlo vicepresidente di anp. a definire i contorni di questa trasmissione di sapere ma anche dell'emergenza pensioni per chi ha sudato per una vita la terra - tanto che sara' rilanciata la petizione al premier matteo renzi per chiedere maggiore equita' per gli agricoltori nei trattamenti previdenziali - saranno le relazioni di" danilo gasparini istituto a. cervi - biblioteca archivio emilio sereni, giovanni rosa, pensionato della regione abruzzo, anna loia pensionata della regione campania, e della senatrice maria teresa bertuzzi. terzo capitolo di cia in expo del 18 giugno e' la qualita' agricola. dalla produzione al consumo di prodotti tipici e sani e' il tema di questa tranche di racconto dell'agricoltura multifunzionale. una narrazione affidata giusi d'urso biologa nutrizionista - universita' di pisa, a franco tinelli  pensionato della regione puglia e a pier ottavio daniele, osterie d'italia, di slow food. dino scanavino, presidente nazionale della cia, a conclusione della giornata, fornira' un quadro programmatico d'insieme. a sera, a partire dalle 20:00, alla cascina caremma (localita' cascina caremma 1, besate, milano per info e prenotazioni 02 9055020) prende il via il primo festival dell'agriturismo. la prima agrichef, lia galli, agriturismo villa caprareccia che si trova a bibbona in provincia di livorno, preparera' un menu' fusion tra toscana e lombardia per dimostrare come l'agricoltura multifunzionale sia la sola capace di assicurare ottimo cibo nel rispetto della natura", conclude il comunicato. (ab)

17 giugno 2015

EXPO: CONFAGRICOLTURA E ITALIAFESTIVAL INSIEME PER VALORIZZARE LO "STILE ITALIA"

"italiafestival, associazione aderente ad agis, che riunisce i principali festival italiani di musica, teatro e danza, ha scelto milano per presentare ufficialmente i cartelloni di tutti i suoi associati, in una serata organizzata insieme alla confederazione generale dell'agricoltura italiana alla vigna di leonardo". ne da' notizia la confagricoltura, che collabora con l'associazione nell'ambito del progetto di promozione integrata "coltiviamo cultura-intrecciare esperienze per la crescita dei territori". il progetto - spiega la confederazione - ha il "comune intento di sviluppare azioni mirate a valorizzare la portata culturale dei festival italiani abbinando le eccellenze enogastronomiche dei territori nei quali essi operano". "i prodotti della terra come vere opere d'arte firmate dagli agricoltori: questo il messaggio che confagricoltura ha voluto portare ad expo, attraverso l'installazione all'interno di palazzo italia e le numerose iniziative alla vigna di leonardo", spiega il presidente della confederazione mario guidi. "per l'occasione abbiamo modificato anche il nostro logo, aggiungendo il pay off 'coltiviamo capolavori', perche' il modello di agricoltura che vogliamo affermare e comunicare al mondo, a partire dall'esposizione universale, e' quello di un settore vitale e fondamentale per il paese, non solo per il suo contributo economico, ma anche per quello culturale, sociale e turistico", conclude guidi. (ab)

17 giugno 2015 

EXPO: UNAPROL, DOMANI INCONTRO SU OLIO ITALIANO DI QUALITA' CON BIANCHI, PARLATO, GRANIERI, MONCALVO, GARGANO

verra' presentato domani, dalle 11:00, al padiglione coldiretti all'expo, nell'ambito di un incontro sul tema "l'olio italiano e la sfida della qualita'", il piq (prodotto interno di qualita') dell'olio, ideato con lo scopo di "identificare, misurare e difendere la filiera oleica made in italy". ne da' notizia l'unaprol, informando che all'incontro interverranno il capo dipartimento del mipaaf luca bianchi, il commissario straordinario del cra salvatore parlato, i presidenti di unaprol david granieri, e coldiretti roberto moncalvo, ed il direttore generale dell'anbi massimo gargano. programma su http://goo.gl/xmAO7o. (ab)

17 giugno 2015

EXPO: CRA, SI CONCLUDE OGGI PROGETTO GEMELLAGGIO ITALIA-CANADA SU RICERCA AGROALIMENTARE

si conclude oggi con un convegno a lodi (mi) il progetto internazionale "canadair-attivita' di gemellaggio italia-canada nel settore della ricerca scientifica ed innovazione in campo agro-alimentare" (twinning italy-canada activities in research and innovation in the agro-food area). ne da' notizia il cra (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria), che con il suo centro di ricerca per le produzioni foraggere e lattiero casearie di lodi, ha collaborato con l'agriculture and agri-food canada (aafc), ente governativo di ricerca in campo agroalimentare, relativamente alla nutraceutica ed all'innovazione dei prodotti lattiero-caseari. durante l'incontro di oggi, che si terra' alla camera di commercio di lodi, verra' presentata l'attivita' scientifica svolta nel triennio di progetto, con particolare attenzione a "food safety, con la problematica della presenza di micotossine nelle derrate cerealicole di mais e frumento e la necessita' di individuare metodologie sinergiche per il contrasto e la prevenzione; innovazione nei prodotti lattiero caseari, con riferimento alla qualita' ed alla innovazione nelle formulazioni, tenendo conto sia del valore nutrizionale che delle richieste di mercato, in funzione della innovazione di processo e di prodotto; agroenergie, con studi genomici sul genere arundo come pianta da biomassa per il suo impiego nel settore della ricerca di fonti energetiche rinnovabili". (ab)

17 giugno 2015

EXPO: CONAF,  DOMANI AL  PADIGLIONE WAA INCONTRO SULLE "FATTORIE MEDITERRANEE"

domani, dalle 17:00, al padiglione della world association of agronomists (waa) all'expo, si svolgera' un incontro sul tema "le fattorie mediterranee: paesaggio e prodotto". ne da' notizia il conaf, spiegando che l'appuntamento fa parte dei "giovedi' della farmlab" e si aprira' con l'intervento di andrea sisti, presidente del conaf e participant director waa, che parlera' de "il rapporto delle produzioni agricole con la caratterizzazione del paesaggio: identita' ed innovazione". marco de vecchi, presidente di odaf asti, relazionera' su "il valore del riconoscimento unesco del paesaggio: l'esperienza delle farm dell'astigiano"; il professor fernando bianchi de aguiar trattera' il tema de "il valore del riconoscimento unesco del paesaggio: l'esperienza delle farm del porto"; roberto gaudio, presidente del cervim, interverra' su "la viticoltura di montagna: il prodotto del paesaggio". (ab)

17 giugno 2015

EXPO: EXPORT E INNOVAZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI SONO RICETTA SUCCESSO INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA, SECONDO STUDIO

nel periodo 2007-2013 la crescita delle imprese alimentari italiane e' stata trainata soprattutto dai mercati esteri, evidenziando l'importanza dell'internazionalizzazione per la competitivita': oltre il 70% delle aziende ha dichiarato che in questo periodo l'export estero e' cresciuto. oltre che nella ricerca di opportunita' di sviluppo internazionale, le risposte strategiche alla crisi si sono concentrate principalmente nei seguenti ambiti: investimento nell'innovazione dei processi produttivi (93% delle aziende) e sviluppo di nuovi prodotti (78% delle aziende). e' quanto emerge dalla ricerca effettuata dalla universita' cattolica del sacro cuore, in collaborazione con fiere di parma e federalimentare, presentata oggi alla stampa nella sala congressi del padiglione expo "cibus e' italia- federalimentare".

17 giugno 2015

EXPO: IL 18 E 19 VISITA DI UNA DELEGAZIONE PE

una delegazione del parlamento europeo, composta da trentacinque deputati delle commissioni agricoltura, industria ed energia e commercio internazionale, visitera' il 18 e 19 giugno l'esposizione universale di milano. ne da' notizia il parlamento europeo, spiegando che lo scopo della visita, al termine della quale si svolgera' una conferenza stampa congiunta nel padiglione dell'unione europea, il 18 giugno dalle 16:30, e' "promuovere azioni di miglioramento della sicurezza alimentare nel mondo, combattere lo spreco di cibo ed incoraggiare stili di vita salutari". a questa iniziativa "seguira' un'ulteriore visita delle commissioni sviluppo e ambiente, sanita' pubblica e sicurezza alimentare", aggiunge il parlamento europeo, precisando che le delegazioni saranno guidate dal vicepresidente del parlamento europeo antonio tajani, dai presidenti delle commissioni agricoltura czesław adam siekierski e commercio internazionale bernd lange, dalla vicepresidente della commissione industria ed energia patrizia toia, e dal relatore del pe per expo paolo de castro. (ab)

16 giugno 2015

EXPO: VINCENZI (COLDIRETTI MODENA) SOTTOLINEA EFFICIENZA IMPIANTO MICROIRRIGAZIONE VIGNOLA

"l'efficienza dell'impianto di microirrigazione a pressione diamante di vignola, nel modenese, testimonia la costante attenzione dei consorzi di bonifica e del mondo agricolo all'ottimizzazione d'uso dell'acqua a scopo irriguo", ha sottolineato il presidente dell'anbi e della coldiretti modena francesco vincenzi, intervenendo ad un incontro promosso dalla federazione e svoltosi all'expo. "la presenza di anbi ad expo - ha ricordato vincenzi - si caratterizza attraverso il sistema irriguo esperto irriframe, evoluzione di un'esperienza chiamata irrinet e frutto della ricerca del consorzio canale emiliano romagnolo-cer". "tale know-how made in italy e' gia' stato validato dall'unione europea ed e' oggi guardato con interesse da numerosi paesi extracomunitari, confermando non solo la sensibilita' etico-ambientale, ma la capacita' di ricerca applicata presente nei consorzi di bonifica", ha concluso. (ab)

16 giugno 2015

EXPO: IL 24 INCONTRO ARA FVG E ANAPRI SU "LE ECCELLENZE DELLA ZOOTECNIA FRIULANA"

mercoledi' 24 giugno, dalle 11:00, nel padiglione coldiretti all'expo, l'associazione regionale allevatori del friuli venezia giulia e l'anapri organizzano un incontro sul tema "le eccellenze della zootecnia friulana: formaggi e carni di pezzata rossa italiana, formaggio della malga montasio". all'incontro, nell'ambito del quale si svolgera' una degustazione guidata di carne, formaggi e gelato a marchio solodipri, interverranno fra gli altri, i direttori di ara fvg andrea lugo e anapri daniele vicario. (ab)

16 giugno 2015

EXPO: AL VIA SETTIMANA MONDIALE DEL POMODORO

si e' aperta oggi ad expo la settimana mondiale del pomodoro, con un convegno concluso dal sottosegretario all'economia paola de micheli, per la quale "la storia dell'industria del pomodoro e' una storia di successo di un settore di eccellenza che su expo 2015 ha deciso di fare un investimento strategico, raccontando quello che e' stato l'oro rosso per l'italia". il programma completo della settimana e' al link http://goo.gl/2ILFNn.

15 giugno 2015 

CIA E TURISMO VERDE PROMUOVONO "FESTIVAL AGRITURISMO" IL 18 SERATA INAUGURALE CON SCANAVINO E PAGNI

il 18 giugno, dalle 20:00, alla cascina caremma, in localita' besate (mi), si svolgera' la serata inaugurale del primo "festival dell'agriturismo", promosso dalla cia-confederazione italiana agricoltori e dalla sua associazione agrituristica turismo verde. ne da' notizia la cia, spiegando che protagonisti dell'iniziativa saranno gli "agrichef", che "sono come agricoltori custodi della biodiversita' e come cuochi e cuoche valorizzatori dell'agricoltura". il festival - spiega la cia - che "e' un work in progress", che si comporra' di otto incontri, durante i quali "gli agriturismi lombardi delle localita' che fanno corona all'expo ospiteranno i cuochi e le cuoche degli agriturismi di tutta italia per generare una sorta di fusione della cucina di tradizione italiana del mangiare secondo campagna". organizzato come iniziativa collaterale di expo, il festival e' un "modo per dimostrare che la filiera integrata e l'agricoltura multifunzionale sono la strada per assicurare il giusto reddito alle imprese agricole", aggiunge la confederazione. alla serata inaugurale parteciperanno, tra gli altri, il presidente e la vicepresidente della cia, dino scanavino e cinzia pagni. "siamo convinti - afferma SCANAVINO - che l'agriturismo sia uno dei punti di forza della nostra proposta programmatica per l'agricoltura: filiera integrata e multifunzionalita'. del resto questo e' un settore che sta largamente contribuendo a sostenere il giusto reddito delle imprese agricole, ha riportato molti giovani in campagna, e ci offre l'opportunita' di far fare al consumatore l'esperienza completa della ruralita'". "abbiamo fatto questa scelta - sottolinea PAGNI - perche' siamo convinti che, attraverso l'esperienza diretta del gusto, i consumatori possono percepire l'enorme valore della nostra agricoltura. dal campo al piatto non e' uno slogan, ma un'esigenza alimentare, da un lato per assicurare cibo sano e corretta nutrizione e dall'altro un modo per far comprendere il valore anche culturale dell'agricoltura". gli agrichef sono i "testimonial" dell'iniziativa, "oltreche' i produttori di questa cucina di campagna che trae dalla biodiversita' la materia prima, esalta la ruralita' e narra del saper fare agricolo", continua l'organizzazione, aggiungendo che "gli agrichef saranno tutti i partecipanti al festival che ha una forma del tutto innovativa: si tratta infatti del primo tentativo mai fatto in europa di proporre una positiva contaminazione tra la biodiversita' in cucina". "da sempre la cucina si e' nutrita di apporti di materie prime di diverse provenienze ed un assurdo predicare l'autarchia gastronomica. tuttavia, poiche' la cucina e' il risultato del prodotto e del processo, la contaminazione puo' dare luogo ad un piatto del tutto nuovo ed autonomo che e' risultato della sapienza di chi ha coltivato e dell'abilita' di chi ha cucinato", continua la cia, ad avviso della quale, si tratta di un "valore che gli italiani hanno ben compreso e ancora di piu' i turisti stranieri, che hanno fatto crescere tumultuosamente il comparto agrituristico che in italia conta su oltre 18.000 aziende di cui: 15.334 con alloggio, per un totale di 189 mila posti letto 8928 con ristorazione (337.385 coperti circa), 3140 con escursionismo, 1615 con equitazione, 2398 con mountain bike, 1407 con corsi, soprattutto di cucina, 51,4% in collina, 34,4% in montagna, 14,2% in pianura, 50,4% al nord, 31,6% al centro, 18,0% al sud e nelle isole. il fatturato del comparto e' stimato in circa in 6 miliardi di euro". "nella serata inaugurale - si legge in un comunicato - ci sara' modo di constatare come questo moltiplicatore di valore agricolo sia generato dall'esperienza del cibo. a cucinare a cascina caremma sara' lia galli, che gestisce l'agriturismo villa caprareccia in toscana (a bibbona, in provincia di livorno). e' l'incontro di due aziende multifunzionali. il menu' della serata e' scandito da salumi di cascina caremma, da un'entrata che lia galli - sara' la prima ad essere insignita della qualifica di agrichef - preparera' in perfetto stile toscano: il tortino di zucchine con il suo fiore ripieno e finocchiona. a seguire il raviolo farcito di pappa al pomodoro e pecorino toscano con pancetta croccante e maionese di uova sode. con il secondo piatto si torna in lombardia perche' saranno servite le carni di cascina caremma, mentre il dolce e' una ricetta dell'aristocrazia rurale toscana: la millefoglie con crema calda". la serata sara' "guidata" dall'enogastronomo carlo CAMBI, che sostiene: "questo primo festival dell'agriturismo e' la dimostrazione che si sta tornando alla cucina di territorio e di tradizione per operare la quale sono indispensabili i prodotti agricoli, frutto della biodiversita'. diciamo che gli agrichef sono contemporaneamente come agricoltori i custodi di questa biodiversita' e come cuochi i comunicatori, attraverso il linguaggio dei sensi del valore della biodiversita' e dell'agricoltura. credo che il primo messaggio che il festival degli agriturismo lancia - aggiunge cambi - sia quello di rendere consapevole il consumatore che ogni atto di consumo alimentare e' un atto agricolo, un atto economico e sociale e un atto culturale. va reso merito alla cia di interpretare cosi' al meglio il messaggio di expo ponendo la qualita' come elemento ulteriore all' esigenza di nutrire il pianete. bisogna farlo, ma bisogna farlo bene come dimostrano gli agrichef", conclude l'enogastronomo. info e prenotazioni allo 029055020. (ab)

15 giugno 2015

ORTOFRUTTA: ACCORDO TRA EMILIA-ROMAGNA E CATALOGNA PER RICERCA, AMBIENTE, QUALITA'

l'assessore regionale all'agricoltura simona caselli ed il responsabile del dipartimento dell'agricoltura di catalogna josep maria pelegri' i aixut hanno firmato all'expo un accordo di collaborazione tra emilia-romagna e catalogna, per "qualificare le rispettive produzioni, migliorare il trasferimento tecnologico, rafforzare le opportunita' commerciali". "con questa intesa - sottolinea caselli - due grandi regioni ortofrutticole europee lavoreranno insieme sul fronte dell'innovazione, per qualificare le rispettive produzioni di pesche, nettarine e frutta estiva, ma anche kiwi, mele e pere; diminuire l'impatto ambientale; diffondere le buone pratiche di gestione agronomica, difesa integrata e risparmio idrico". "tra i nostri obiettivi anche il raccordo tra le strutture di ricerca emiliano-romagnole e catalane per favorire l'accesso ai bandi del programma horizon 2020", conclude. (ab)

15 giugno 2015

EXPO: AL PADIGLIONE COLDIRETTI RASSEGNA DEI PANI TRADIZIONALI E ANALISI SU PREZZI E CONSUMI

milano, (agra press) - la coldiretti ha allestito oggi, nel proprio padiglione all'expo, la "piu' ampia rassegna delle specialita' tradizionali delle diverse regioni, dal pane di cerchiara della calabria al pane di lariano del lazio fino al miccone della lombardia". nell'occasione la confederazione ha presentato i risultati di proprie analisi, realizzate sulla base di dati dell'osservatorio prezzi relativi ad aprile 2015, sui consumi ed i prezzi in italia e nel mondo. "il consumo di pane degli italiani e' sceso nel 2014 al record negativo di circa 90 grammi, pari a meno di due fettine di pane al giorno (o due rosette piccole) a persona", spiega la coldiretti, facendo notare che "nel 1861, anno dell'unita' d'italia, si mangiavano ben 1,1 chili di pane a persona al giorno". "con il consumo di pane crollato ai minimi storici sono a rischio le centinaia di specialita' tradizionali che con forme, colori e sapori diversi hanno segnato per secoli la storia, la cultura e la tradizione dei territori lungo tutta la penisola", evidenzia l'organizzazione. dall'analisi emerge inoltre che "l'italica pagnotta 'batte' la sofisticata baguette con l'italia che e' incontrastata leader in europa con ben cinque pani riconosciuti e tutelati dall'unione europea". quanto ai prezzi, la confederazione rileva che esso e' "fortemente variabile lungo lo stivale, con valori che raddoppiano tra napoli, dove costa 1,90 euro al chilo, e bologna dove si spende 3,98 euro al chilo, mostrando una incredibile variabilita' tra le diverse citta'". "c'e' sicuramente un margine da recuperare per garantire un giusto compenso agli agricoltori, senza pesare sui cittadini che sono costretti a ridurre gli acquisti, ed evitare la scomparsa delle coltivazioni di grano made in italy", afferma il presidente della coldiretti roberto moncalvo. "soprattutto con la diffusione del pane confezionato servono interventi per garantire una maggiore trasparenza di filiera a partire dall'obbligo di indicare in etichetta l'origine del grano impiegato ed evitare che venga spacciato come italiano quello importato da turchia, kazakistan o altri paesi", conclude il presidente. (ab)

15 giugno 2015

ALL'EXPO GLI STATI GENERALI DELLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE. SIGLATO ACCORDO MIPAAF-GDO

si sono svolti oggi all'expo, alla presenza del ministro maurizio martina, gli stati generali delle indicazioni geografiche italiane. ne da' notizia il mipaaf, spiegando che "nel corso dei lavori sono state presentate le azioni del ministero per la tutela e la promozione dei prodotti dop e igp sul fronte nazionale e internazionale". in particolare - e' stato reso noto durante l'incontro - saranno cinque le "azioni principali" che il ministero portera' avanti: "rilancio dei consumi sul mercato italiano, con un accordo siglato oggi con la gdo; rafforzamento del contrasto alla contraffazione, anche sul web; focus sulle indicazioni geografiche nel piano del governo per il sostegno all'export made in italy; difesa del sistema delle denominazioni a livello internazionale; testo unico per le dop per semplificare le norme a favore di imprese e consorzi di tutela". (ab)

15 giugno 2015

CASTIGLIONE (ISMEA), SISTEMA  DOP/IGP CRESCE DI ANNO IN ANNO

il presidente dell'ismea ezio castiglione e' intervenuto oggi all'expo agli stati generali delle indicazioni geografiche promossi dal mipaaf, presentando gli ultimi dati ismea sulle denominazioni di origine e le indicazioni geografiche. quello delle dop e igp - ha detto - e' "un sistema che, oltre ad esprimere valenze socioculturali ed opportunita' di sviluppo nelle aree rurali, cresce anno dopo anno in termini di numero di riconoscimenti e di giro d'affari in particolare all'estero". si tratta - ha precisato - di un "circuito produttivo di circa 300mila operatori tra la fase agricola e industriale per un fatturato alla produzione di 13,7 miliardi di euro". "oggi l'italia, con 273 prodotti agroalimentari insigniti del bollino comunitario, di cui quattro nuovi riconoscimenti dall'inizio di quest'anno, e 523 dop e igp vinicole, guida saldamente la classifica in europa per numero di denominazioni, a conferma dell'efficace azione di valorizzazione e tutela svolta dal sistema di qualita' certificata", ha evidenziato castiglione. secondo il presidente, "i maggiori stimoli alla crescita del comparto vengono proprio dai mercati esteri, dove il sistema nazionale delle dop e igp, nonostante i noti tentativi di imitazione, ha incrementato il suo fatturato, nell'ultimo quinquennio, del 64% nel caso delle produzioni agroalimentari e di oltre il 33% per i vini". "ma la prospettiva e' di crescere ancora piu' velocemente nel 2015, approfittando di un euro piu' competitivo, dell'onda lunga dell'expo e delle attivita' messe in campo dal piano sull'internazionalizzazione varato dal governo", ha concluso castiglione. (ab)

15 giugno 2015 

PRESENTATO OGGI AD EXPO "IL CUORE E LA TERRA" DI NICODEMO OLIVERIO E FRANCO LARATTA

e' stato presentato oggi all'expo il volume "ll cuore e la terra" di nicodemo OLIVERIO e franco LARATTA, alla presenza, oltre che degli autori, del ministro delle politiche agricole maurizio martina, del presidente di ismea ezio castiglione, del presidente del consiglio regionale della calabria antonio scalzo, del consigliere regionale mimmo bevacqua, di parlamentari, amministratori locali ed esperti del settore. il libro, edito da rubbettino, si apre con una prefazione dei ministri maurizio martina e dario franceschini. durante l'incontro - sottolinea un comunicato - e' stata messa in evidenza la "straordinaria tenuta del 'pianeta agricoltura' del nostro paese, che ha superato la grave crisi economica che ha colpito duramente l'italia negli ultimi otto anni, quattro dei quali di profonda recessione". "ho visto in calabria tanti imprenditori forti e coraggiosi, che hanno il cuore nella tradizione, e la mente nell'innovazione", ha sottolineato CASTIGLIONE. "in poche altre regioni italiane ho visto tanta voglia di guardare avanti, di innovare", ha aggiunto, asserendo che "il libro racconta benissimo l'orgoglio degli agricoltori calabresi di costruire il futuro della regione". per SCALZO, "e' arrivato il momento di mettere insieme le istituzioni e le imprese che operano nel settore". "e' nella condivisione che si trovano le ragioni della ripresa economica nel paese e' in calabria", ha detto. "nel racconto di oliverio e laratta - ha affermato MARTINA - ci sono tutte le ansie e le speranze del mondo agricolo nazionale e in particolar modo del mondo agricolo meridionale". si tratta di un "lavoro pregevole che merita di essere diffuso e conosciuto", ha aggiunto, sottolineando che "il settore agricolo e' una grande occasione di crescita e di sviluppo per tutta l'economia nazionale". "stiamo mettendo in piedi un nuovo modello agricolo nazionale, una sfida corale, enorme, che possiamo vincere tutti insieme. e sara' la vittoria di tutto il paese", ha concluso il ministro. al libro agra press ha recentemente dedicato uno "speciale cultura", disponibile al link http://goo.gl/LlA95R. (ab)

15 giugno 2015 

EXPO: FAI-CISL, CONFRONTO SULLA BILATERALITA'. SBARRA, DIFFONDERE E CONSOLIDARE LE BUONE PRATICHE

"la bilateralita' al servizio dell'agroalimentare di qualita'" e' stato il tema sul quale si sono confrontati il segretario confederale cisl e commissario nazionale fai-cisl luigi SBARRA, i responsabili della fai stefano FAIOTTO, claudio RISSO ed attilio CORNELLI ed i presidenti di fisa (fondo integrativo sanitario agricolo) romano MAGRINI ed eban (ente bilaterale agricolo nazionale) roberto CAPONI, nell'ambito di un incontro organizzato dalla fai-cisl in collaborazione con l'eban e svoltosi alla cascina triulza all'expo. all'incontro ha partecipato, oltre a numerosissimi sindacalisti e segretari regionali e provinciali, il responsabile mercato lavoro della fai cisl nazionale e vicepresidente dell'enpaia fabrizio SCATA'. "bilateralita' e contrattazione sono gli strumenti principali per dare qualita' e dignita' al lavoro" e rappresentano un "presupposto fondamentale per dare qualita' anche al sistema delle imprese", ha sottolineato SBARRA aprendo i lavori. sbagliano quelli che pensano ci sia una contrapposizione tra contrattazione e bilateralita', poiche' l'una e' collegata all'altra, ha aggiunto. ad avviso del commissario fai, bisogna "aprire una nuova stagione di rilancio e rinnovamento condiviso e partecipato dell'esperienza della bilateralita' nel nostro paese", che abbia lo scopo di "introdurre forti elementi di cambiamento e rinnovamento". tre - ha spiegato sbarra - sono i "grandi comandamenti" da seguire per innovare il sistema: la bilateralita' va intesa come scelta "libera e responsabile" della contrattazione e della partecipazione; la bilateralita' "necessita di rigore, come condizione essenziale della governance e come scelta responsabile dei soggetti"; la bilateralita' deve essere basata su un "principio di trasparenza nella gestione delle risorse", che vanno utilizzate per "migliorare i servizi e le prestazioni a lavoratori ed imprese, e non per finanziare attivita' proprie delle associazioni". possiamo "salvare" la bilateralita' se rinnoviamo questo sistema e lo rendiamo una "casa di vetro", nella quale tutti possono guardare chiaramente e "lavorare, per riconoscersi in un modello che e' valore e sostanza dell'azione di tutela e rappresentanza verso le lavoratrici ed i lavoratori", ha asserito sbarra. questo tema, tra gli altri, sara' al centro della prossima conferenza programmatica ed organizzativa della fai, che si svolgera' in autunno, ha annunciato il commissario della fai. sono poi intervenuti faiotto, responsabile dipartimento politiche agricole, risso, responsabile politiche industria alimentare ed ambientali, e cornelli, coordinatore artigianato e panificazione. con i loro interventi i sindacalisti hanno fornito vari esempi di bilateralita' applicata ai rispettivi settori di competenza. "spesso persino gli addetti ai lavori non hanno la misura della complessita' della bilateralita' nel comparto agricolo", ha detto FAIOTTO, spiegando che "la sua storia viene da lontano". la prima esperienza di questo tipo, infatti, e' nata nei primi decenni del secolo scorso, ha evidenziato, portando l'esempio dell'ENPAIA, che costituisce il "piu' antico ente strutturato agricolo blaterale". faiotto ha descritto le principali caratteristiche della cassa provinciale extra legem, la "rete piu' diffusa e strutturata della bilateralita", di FORAGRI, di AGRIFONDO, dei fondi sanitari nazionali di categoria e di eban, che ha definito l'esempio "piu' recente e la rappresentazione piu' matura di una storia che dura da piu' decenni". si tratta di strumenti che "funzionano e danno prestazioni da tanti anni e questo significa che costituiscono modalita' riconosciute come positive dalle parti sociali e da chi ne beneficia", ha concluso. "la bilateralita' nel comparto alimentare - ha affermato RISSO - ha una storia molto piu' giovane di quella agricola e di conseguenza sconta una lunga serie di problemi", la sua principale caratteristica sta nel fatto che essa "e' tutta di origine contrattuale e dipende da un patto fra le parti e dal rinnovo del contratto nazionale di lavoro", ha spiegato, sostenendo che a suo avviso, il problema e' che "le industrie vivono questa bilateralita' come un costo contrattuale". i principali strumenti sono ALIFOND, la cassa rischio vita, il fondo FASA e SAN.ARTI, anche se quest'ultimo - ha precisato - "non e' un fondo direttamente di emanazione dell'industria alimentare". quella sulla gratuita' di questi strumenti e' una "riflessione importante e per certi versi controversa, che va affrontata per capire se essa rappresenti un aiuto o viceversa un freno". CORNELLI ha portato all'attenzione dei presenti l'esempio della panificazione, che - ha detto - rappresenta un "settore cenerentola" se paragonato ai "colossi" di agricoltura e alimentare. nonostante questo si tratta di un settore che "ha grandissima tradizione", tanto che l'unione europea "lo ha scelto come paradigma della propria partecipazione all'expo". il principali servizi di bilateralita' nella panificazione sono garantiti dall'EBIPAN (ente bilaterale nazionale della panificazione ed attivita' affini), che e' operativo dal 2011 ed e' utilizzabile da tutti i dipendenti, anche quelli a tempo determinato, ha spiegato. tra le funzioni dell'ebipan "c'e' quella di attivare tutti gli strumenti bilaterali nazionali previsti dal ccnl unico di riferimento" siglato da fai, flai, uila, federpanificatori e fiesa, ha spiegato il sindacalista. "la cisl - ha detto SBARRA concludendo i lavori della giornata - ha scelto il metodo della bilateralita' come elemento di innovazione di un sistema di relazioni industriali bloccato che, da troppo tempo, non riesce ad offrire risposte concrete ai lavoratori e ai tanti che sono in cerca di occupazione". "l'attivazione di una fitta rete di sedi bilaterali, promossa dalla contrattazione e sostenuta a livello legislativo e ministeriale, grazie all'impegno e alla capacita' propositiva della cisl, e' progressivamente diventata elemento strategico per un sindacato moderno e responsabile che vede nella partecipazione l'unica soluzione praticabile per governare il tumultuoso cambiamento in atto nel mondo del lavoro e nel modo di fare impresa", ha continuato. "le buone pratiche - ha concluso il commissario nazionale - sono oramai sotto gli occhi di tutti; il nostro compito e' ora quello di diffonderle, consolidarle e innovarle accompagnando il passaggio dalla bilateralita' di prima generazione ad una nuova bilateralita' al servizio dei lavoratori per migliorare redditi e tutele". (ab)

15 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, CON TAGLIO 25% DI SPRECHI, CIBO PER 5 MLN DI POVERI

riducendo di appena il 25 per cento gli sprechi di cibo degli italiani sarebbe possibile imbandire adeguatamente la tavola di circa 5 milioni di persone che in italia sono costrette a chiedere aiuto per il cibo con pacchi alimentari o pasti gratuiti in mensa o nelle proprie case. e' quanto emerge da un'analisi della coldiretti. sei italiani su dieci (60 per cento) hanno diminuito o annullato gli sprechi domestici nel 2014, secondo una tendenza favorita dalla crisi, ma molto resta da fare con ogni italiano che ha comunque buttato nel bidone della spazzatura ben 76 chili di prodotti alimentari durante l'anno, secondo l'indagine coldiretti/ixe'. tra chi ha tagliato gli sprechi, il 75 per cento fa la spesa in modo piu' oculato, il 56 per cento utilizzando gli avanzi nel pasto successivo, il 37 riducendo le quantita' acquistate, il 34 per cento guardando con piu' attenzione la data di scadenza e l'11 per cento donando in beneficenza. la tendenza a ridurre gli sprechi cresce anche fuori dalle mura domestiche con un italiano su tre (33 per cento) che quando esce dal ristorante non ha problemi a portarsi a casa gli avanzi con la cosiddetta "doggy bag" anche se tra questi, solo il 10 per cento lo fa regolarmente, mentre il 23 per cento solo qualche volta, secondo l'indagine indicativa online condotta dal sito www.coldiretti.it dalla quale si evidenzia, peraltro, che una fetta rilevante della popolazione (24 per cento) quando va a mangiare fuori lascia sulla tavola gli avanzi semplicemente perche' si vergogna di chiederli. un impegno che in italia - conclude la coldiretti - riguarda anche le imprese di produzione e di distribuzione commerciale che hanno spesso stretto accordi per la valorizzazione del prodotto invenduto, per ridurre uno spreco stimato in 2,5 milioni di tonnellate solo tra trasformazione e distribuzione.

12 giugno 2015

EXPO: CONSORZI AGRARI D'ITALIA (CAI) PRESENTA MARCHIO MANGIMI NO OGM

in controtendenza alla crisi, il mercato dei mangimi senza ogm e' cresciuto in italia del 15 per cento negli ultimi tre anni. e' quanto emerge da uno studio presentato da consorzi agrari d'italia (cai) nel padiglione della coldiretti ad expo in occasione della presentazione del marchio mangimi no ogm per rispondere alle esigenze di un numero crescente di consumatori in italia, europa, "per rispondere alle nuove domande che vengono dal mercato", ha affermato il presidente di consorzi agrari d'italia mauro TONELLO nel sottolineare che "i consorzi agrari di cai con questa scelta si pongono l'obiettivo di diventare leader di mercato nello specifico settore". la coldiretti spiega che "i consorzi agrari aderenti a cai hanno fatto una scelta di campo avanzata, a tutela del prezioso patrimonio alimentare made in italy, convertendo tutti i mangimifici alla produzione di mangimi no ogm. dalla conversione degli impianti, gia' per l'annata in corso, si prevede la produzione di 280.000 tonnellate di mangimi no ogm che saranno tutte commercializzate con l'unico marchio di consorzi agrari d'italia". "si tratta di una vera svolta per i consorzi agrari aderenti a cai che rappresentano una quota produttiva importante pari a circa l'8% sul totale nazionale, a significare che l'elemento valoriale del no ogm assume sempre piu' un ruolo strategico a salvaguardia della qualita' e della distintivita' del made in italy", sottolinea la confederazione. "i consorzi agrari sono peraltro gli unici attori sul mercato che possono controllare la filiera partendo dal seme, giocano un ruolo nevralgico e propulsivo nel panorama agroalimentare nazionale. il tutto si traduce in grandi opportunita' sia per gli allevatori che intendono distinguere e valorizzare le loro produzioni, ma anche per i cerealicoltori che attraverso contratti di filiera possono accorciare le filiere e valorizzare le produzioni locali di qualita', sull'intero territorio nazionale" sostiene la coldiretti. "recenti studi dimostrano che la disponibilita' a pagare di piu' per prodotti ogm free e' spesso elevato e raggiunge negli usa in media tra il 14 ed il 21 per cento", ha affermato il professor felice ADINOLFI nel sottolineare che peraltro "i valori sono piu' elevati per la carne, per la quale i consumatori statunitensi spenderebbero 7 dollari in piu' al chilo per averla certificata come proveniente da alimentazione priva di ogm".

12 giugno 2015 

EXPO: SLOW FOOD PORTA A MILANO MIGLIAIA DI GIOVANI CONTADINI E CHIEDE ALLA CITTA' DI "OSPITARLI"

"i giovani di terra madre daranno quell'enfasi che spesso manca alla nostra terra, troppo spesso trattata piu' come serva che come madre", ha detto il fondatore di slow food carlo petrini presentando terra madre giovani, l'iniziativa che dal 3 al 6 ottobre riunira' a milano migliaia di contadini da tutto il mondo per trovare insieme le soluzioni per nutrire il pianeta. terra madre giovani invadera' il centro di milano, e per farlo slow food chiede ai milanesi di aprire le loro case e ospitare questi giovani: "quando parliamo di ospitalita', non indichiamo solo una location, ma parliamo di collaborazione, di condivisione. e sono gia' molti gli amici che hanno dato la loro disponibilita': da claudia mori e adriano celentano a philippe daverio, ermanno olmi e dario fo. questa e' l'anima di milano che comprende tutti voi: capirete davvero come brillano i loro occhi quando parlano della loro terra. questi giovani torneranno a casa con il valore piu' importante, l'autostima, con cui davvero si cambia il mondo", ha detto il fondatore di slow food. "dateci una mano per permettere a questi ragazzi di uscire dai loro villaggi e venire a scoprire il mondo. mettete qualche soldo in questa colletta sul sito www.terramadregiovani.it. darete un aiuto a un'idea morale, politica e culturale, che sara' la vera anima di questa expo. e vorrei concludere ringraziando i nostri compagni di viaggio, il ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, la compagnia di san paolo, la fondazione cariplo e la diocesi di milano", ha concluso petrini.

12 giugno 2015

EXPO: INTERVENTO DI VERRASCINA (COPAGRI) A CONFERENZA STAMPA PER BRAND LOVE.IT

"fare agricoltura con una logica nuova, che coniuga tradizione e innovazione in una strategia economica che non puo' piu' contemplare segmenti di filiera che vanno ognuno per proprio conto", ha detto franco verrascina, presidente della copagri, intervenendo oggi ad expo, alla conferenza stampa di presentazione del brand love it-real italian food. per verrascina, "occorre operare come un corpo solo che va dalla produzione agricola nazionale alla diffusa creazione di piattaforme distributive italiane. che sia realizzabile in partnership o andando da soli, questo proponiamo con love it: il prodotto italiano da chi lo crea all'origine a chi lo consuma in ogni dove. elementi fondanti per essere competitivi: sempre qualita', ma anche quantita' per rispondere alla crescente domanda mondiale. consolidamento delle quote di mercato acquisite, dunque, e sviluppo del made in italy nei paesi ad economia emergente. noi - ha affermato il presidente della copagri - ci limitiamo ad indicare la via e ad essere di supporto, love it e' un progetto per gli agricoltori e degli agricoltori, perche' al loro impegno corrisponda adeguato reddito". love it parte dal padiglione copagri all'interno di expo, dove e' presente la rete delle aziende associate, per presentare il vero cibo italiano a visitatori e buyer. alla conferenza. sono intervenuti marcello melda, amministratore delegato del progetto e il presidente di copagri lombardia roberto cavaliere. ha partecipato il vice ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, andrea olivero.

12 giugno 2015

EXPO: PRESENTATA RICERCA FLAI CGIL CON TECNE' E ASSOCIAZIONE BRUNO TRENTIN

e' stata presentata oggi una ricerca realizzata dalla flai cgil con tecne' e associazione bruno trentin sui comportamenti alimentari in tempo di crisi. secondo la ricerca: "la crisi economica ha inciso profondamente sui comportamenti di consumo delle famiglie italiane. il 73% delle famiglie, infatti, ha cambiato modo di fare la spesa e l'adeguamento degli standard di consumo non riguarda solo le fasce di reddito piu' basse (tra le quali il 90% ha messo in campo nuove strategie d'acquisto), ma anche quelle alte (il 51% delle famiglie). un cambio dei paradigmi di consumo che si traduce nell'evitare gli sprechi (complessivamente l'87% delle famiglie fa attenzione a non acquistare piu' del necessario) e nel cercare i prodotti con il migliore rapporto qualita'/prezzo, districandosi tra grande distribuzione (soprattutto per i generi a ciclo industriale) ed esercizi di fiducia (soprattutto per i prodotti freschi). nel 2014 la spesa alimentare mensile e' scesa sotto i livelli del 2005. per quest'anno l'indagine stima un leggero incremento rispetto l'anno scorso, ma i livelli restano lontani da quelli pre-crisi. inoltre, la riduzione della spesa non e' solo quantitativa, ma anche (soprattutto) qualitativa. nel carrello trovano sempre meno spazio prodotti di fascia alta (olio extravergine d'oliva, vino di qualita', carne bovina) mentre aumentano i consumi dei prodotti piu' accessibili dal punto di vista del costo (altri olii e grassi, carne di maiale, pollame, uova, birra). nel complesso il 42% delle famiglie ha ridotto la qualita' dei prodotti alimentari che acquista e il 58% fa la spesa nei discount per risparmiare. ma c'e' di piu': il 56% delle famiglie a basso reddito acquista meno di quanto sia necessario e una famiglia su cinque si e' rivolta alle istituzioni per avere un aiuto per fare la spesa. gli acquisti sono 'responsabili' (il 90% controlla la scadenza, l'85% la provenienza) e caratterizzati da una vocazione etica (il 74% predilige generi alimentari che derivano da produzioni non inquinanti, il 60% e' disposto a fare un sacrificio economico, acquistando prodotti di aziende che hanno una filiera produttiva rispettosa dei lavoratori). questi parametri rimangono, pero', un'aspirazione spesso difficile da mettere in pratica perche' il diaframma del reddito limita le possibilita' di scelta. analogo discorso per i prodotti italiani che orientano i comportamenti di consumo delle famiglie ma il cui costo spesso fa la differenza fra cio' che si vorrebbe acquistare e cio' che e' possibile inserire realmente nel carrello della spesa".

12 giugno 2015

EXPO:  CONSOLE ITALIANO A SHANGAI BELTRAME AL PADIGLIONE VINO. RADDOPPIARE EXPORT, ASSICURA

il console generale d'italia a shanghai, stefano beltrame, non ha mai nascosto il suo progetto: raddoppiare nel corso del suo mandato, iniziato un anno fa, le esportazioni del vino italiano in cina, ricorda un comunicato stampa di vinitaly dando conto della visita del diplomatico a vino-a taste of italy, in occasione della shanghai week all'esposizione universale di milano. "in cina ci sono altri paesi europei che sono arrivati prima di noi e che hanno conquistato una posizione dominante di mercato. quindi per l'italia far conoscere la propria ricchezza non e' scontato", afferma beltrame. "un padiglione cosi', con l'attenzione che ha sulla cina, con le scritte cinesi molto apprezzate - sottolinea il console generale d'italia a shanghai - puo' compensare a questo nostro ritardo e far capire agli amici cinesi quanto e' ricco il panorama vinicolo italiano e quanto sono buoni i nostri vini. e' un'ottima cosa. c'e' gia' chi mi ha chiesto di portarlo in cina. su questo - annuncia beltrame - ci lavoreremo dopo l'expo". l'italia e' il quinto paese esportatore di vino in cina dopo francia, australia, cile e spagna. da gennaio a giugno 2014, l'italia ha esportato in cina oltre 8,5 milioni di litri, facendo segnare un +6,2% sullo stesso periodo del 2013, ma perdendo il 2,3% in valore che ha toccato i 25,7 milioni di euro a causa del calo del prezzo medio per litro, sceso del 7,9 per cento. segnali incoraggianti arrivano comunque nel primo trimestre 2015 che ha visto il nostro export in cina balzare in avanti del 14,3 per cento.

12 giugno 2015

EXPO: CRA PRESENTA PROGETTO IPATECH

il cra (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) ha presentato oggi ad expo il progetto ipatech, coordinato dal cra orticoltura di monsampolo del tronto (ap) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell'adriatico, facilitando il loro accesso all'innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un'ottica nazionale e transnazionale. il partenariato comprende importanti strutture pubbliche e private di 5 paesi dell'area adriatica (croazia, bosnia-erzegovina, albania, italia e grecia) ed e' un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato.

12 giugno 2015

EXPO: WORKSHOP INTERNAZIONALE DI COOPERMONDO IL 15 GIUGNO

"nutrire il pianeta. lavoro dignitoso, giovani, gender equality" e' il workshop internazionale organizzato da coopermondo, in collaborazione con la direzione generale per la cooperazione allo sviluppo del ministero degli affari esteri. coopermondo e' l'associazione di cooperazione internazionale allo sviluppo di confcooperative impegnata in 60 progetti di sviluppo tra sud america, africa, est europa, asia. appuntamento lunedi' 15 giugno, dalle ore 10:30. interverranno: claudia fiaschi, vicepresidente di coopermondo e di confcooperative; cristiano maggipinto, direzione generale per la cooperazione allo sviluppo del ministero degli esteri e della cooperazione internazionale; marta dassu', presidente esecutiva di women for expo.

12 giugno 2015

EXPO: PRESENTATE LE AZIONI DEL GOVERNO CONTRO LO SPRECO DI CIBO

si e' tenuta oggi a milano, in expo, la riunione del tavolo di lavoro indigenti, l'organismo di coordinamento stabile tra istituzioni, enti caritativi, industria alimentare e grande distribuzione. durante l'incontro il ministro maurizio martina e il sottosegretario all'economia paola de micheli hanno presentato le azioni che il governo intende attuare per la riduzione degli sprechi e il potenziamento dell'aiuto alimentare agli indigenti. alla riunione era presente anche il vice ministro delle politiche agricole andrea olivero. le azioni sono le seguenti http://goo.gl/Q6ElJY.

12 giugno 2015

EXPO: CONVEGNO DELLA FAI-CISL. INTERVENTI DI SBARRA E SCORDAMAGLIA (FEDERALIMENTARE)

"vorremmo che all'expo si riflettesse sul grande patrimonio di competenze e professionalita' delle centinaia di migliaia di lavoratori e lavoratrici che ogni giorno rafforzano l'agroalimentare italiano", ha detto il commissario nazionale della fai-cisl luigi SBARRA, aprendo i lavori del convegno "per nutrire il pianeta, il lavoro al centro dell'agroalimentare globale", svoltosi oggi alla cascina triulza all'expo. all'incontro sono intervenuti il presidente di federalimentare luigi SCORDAMAGLIA, l'osservatore permanente della santa sede presso le organizzazioni dell'onu per l'alimentazione e l'agricoltura fernando chica ARELLANO, il docente di economia agroalimentare dell'universita' cattolica del sacro cuore gabriele CANALI, l'ordinario di storia economica alla statale di milano giulio SAPELLI ed il commissario dell'expo giuseppe SALA, che ha portato un breve saluto. SBARRA ha parlato della "globalizzazione dell'offerta agroalimentare" e delle abitudini di consumo, a causa della quale - ha detto - "prodotti un tempo caratteristici di una singola regione o paese sono sempre piu' conosciuti ed apprezzati in altri". "cosi' come si sono globalizzati i mercati ed i consumatori, lo hanno fatto anche le imprese operanti nel comparto" ed in particolare le pmi, le quali "sempre piu' spesso hanno avviato processi di internazionalizzazione che permettono loro di operare sempre piu' efficacemente sui mercati esteri". "alla globalizzazione dei mercati non ha pero' corrisposto quella dei diritti", ha proseguito, riferendosi al fenomeno dell'italian sounding, sostenendo che questa "discrasia" ha creato "tensioni evidenti". senza una normativa che garantisca la tutela penale dei prodotti certificati nostrani e dei lavoratori "si favorisce, seppur indirettamente, la creazione di forme di concorrenza sleale", ha asserito SBARRA. altri temi toccati dal commissario nazionale sono stati la disoccupazione giovanile, "vera e propria piaga del paese", i "fenomeni infami" dello sfruttamento del lavoro e del caporalato, l'ecommerce, gli sprechi alimentari e la tutela ambientale. dobbiamo "darci da fare insieme", realizzando la "massima unita' possibile tra imprenditori economici ed industriali", affinche' gli accordi commerciali sullo scambio di prodotti prevedano clausole relative alla tutela del lavoro e dei diritti "come elemento imprescindibile", ha aggiunto, evidenziando piu' volte la necessita' di un "maggiore confronto tra le parti". "l'agroalimentare puo' essere il volano di questa prospettiva di crescita e sviluppo: la fai-cisl ci crede ed e' impegnata per realizzarla", ha concluso il commissario nazionale, tra gli applausi della sala. SCORDAMAGLIA ha sostenuto che a suo avviso si sta verificando un fenomeno in base al quale "aumenta il valore degli asset strategici e si riduce quello dei salari reali e della capacita' di acquisto". in questo modo si crea, o si acuisce, un "gap di reddito" che genera a sua volta "instabilita' di diversa natura". "dal punto di vista dell'industria - ha proseguito - e' presto per dire se siamo usciti dalla crisi". i consumatori hanno cambiato "strutturalmente" le proprie abitudini di consumo, riducendo gli acquisti, e gli sprechi, "unico dato positivo", "cancellando qualsiasi forma di fidelizzazione e facendo ovviamente attenzione al prezzo", ha osservato il presidente. quello che si puo' fare nel frattempo e' reagire, "evitando gli aumenti fiscali e rimettendo al centro l'industria manifatturiera intelligente e che innova", come quella alimentare, per far fare investimenti e di conseguenza creare occupazione, ha affermato. secondo SCORDAMAGLIA bisogna puntare maggiormente sull'export, perche' "con il nostro agroalimentare il mondo ci fa i ponti d'oro". in questo senso bisogna "sfruttare" anche l'italian sounding; la portata di questo fenomeno dimostra che "ci sono mercati da conquistare e consumatori da educare, perche' vogliono italiano, ma non lo conoscono", ha aggiunto. per questo - ha continuato SCORDAMAGLIA - "servono logistica, servizi e piattaforme distributive e diventa fondamentale l'aggregazione tra produttori". "da noi ci sono visioni ideologiche di qualcuno che vede nelle industrie alimentari una fonte appiattimento ed omologazione delle abitudini alimentari in tavola, ma non c'e' niente di piu' falso ed ideologico", ha detto, facendo notare che "con l'ideologia non si da' da mangiare a miliardi di persone". SCORDAMAGLIA ha affermato, in merito alla contrattazione collettiva nazionale agroalimentare, che "e' sempre piu' importante che il salario venga legato alla produttivita'". il presidente ha criticato l'unione europea per la sua "non decisione" sugli ogm, invitandola ad "assumersi le proprie responsabilita'", ed il governo, colpevole a suo dire di portare avanti "scorciatoie per rilanciare i consumi", come la legge sulla percentuale di succo d'arancia nelle aranciate. "uniti si vince", ha detto richiamando il tema dell'assemblea della federalimentare, e "su questo vostro progetto l'industria alimentare ci sta", ha concluso. (ab)

12 giugno 2015

EXPO: CONFERENZA STAMPA DI GOLFNI (UNACOMA)

"expo 2015 e' una festa dell'alimentazione ma e' anche una festa dell'agricoltura, nella quale la meccanizzazione ha un ruolo fondamentale; in tale prospettiva la federazione italiana dei costruttori di macchine agricole federunacoma ha voluto prendere parte all'esposizione di milano". con queste parole il presidente massimo goldoni ha salutato i partecipanti all'incontro stampa tenutosi nel pomeriggio di oggi nel teatro della terra, all'interno del parco della biodiversita' di expo 2015, per presentare le iniziative di federunacoma nell'ambito della grande manifestazione internazionale. "la varieta' e la qualita' del nostro cibo dipendono dai territori rurali, dalle tecniche di coltivazione e soprattutto dal livello delle tecnologie meccaniche utilizzate nelle lavorazioni agricole - ha spiegato goldoni - e per questo le meccanizzazione deve avere un posto, e un posto importante proprio in questo contesto espositivo". "la presenza ad expo di federunacoma - che partecipa alla mostra di confindustria "fab food. la fabbrica del gusto italiano", prende parte alla mostra di federalimentare "cibus e' italia", ha un postazione istituzionale nel parco della biodiversita' e organizza insieme con la confagricoltura un evento dimostrativo di macchine in campo a becedasco basso in provincia di piacenza (3-4 luglio) - offre l'occasione per una valutazione anche di carattere economico e politico sul valore e sulle criticita' delle filiere agroalimentari", ha aggiunto.. "l'italia si colloca al terzo posto in europa per valore complessivo della produzione dopo francia e germania - ha ricordato goldoni - e al secondo posto per valore aggiunto. la capacita' della nostra agricoltura di produrre valore si integra con l'eccellente know how dell'industria alimentare nazionale, che con i suoi oltre 130 miliardi di fatturato si colloca al terzo posto in europa dopo germania e francia. anche sul fronte dell'internazionalizzazione, l'export agroalimentare italiano risulta in netta crescita, avendo raggiunto quota 34,3 miliardi di euro, con un incremento del 77% negli ultimi dieci anni." "questi risultati sono straordinari - ha osservato goldoni - se si pensa ai limiti strutturali delle imprese agricole italiane, notevolmente piu' piccole rispetto alla media europea, e se si considera la disponibilita' complessiva di terreni coltivabili, che vede il nostro paese solo al settimo posto nel continente, con meno di 13 milioni di ettari contro, ad esempio, i 28 milioni della francia". "la competitivita' del nostro sistema e' dunque legata agli input tecnologici, e in particolare alla meccanizzazione agricola, in grado di rendere competitive le nostre produzioni. se e' vero che la crescita della meccanizzazione ha camminato di pari passo con la crescita del sistema agroalimentare, allora bisogna temere che la crisi della meccanizzazione possa produrre danni all'intero sistema. il presidente dei costruttori ha infatti ricordato come la crisi del mercato delle macchine agricole, che ha visto le immatricolazioni di trattrici diminuire del 45% tra il 2004 e il 2014, cominci ad avere riflessi anche sulla produttivita' del sistema agroalimentare che negli ultimi anni sembra avere in effetti segnato il passo. le imprese non hanno smesso di investire in innovazione tecnologica - come dimostra fra l'altro la gamma di prodotti realizzata dalle undici imprese associate a federunacoma che hanno voluto essere presenti all'expo con delle istallazioni nell'ambito della mostra "cibus e' italia" (ama, annovi reverberi, breviglieri, capello, comer industries, irrimec, ocmis irrigazione, officine brevetti caron, rovatti pompe, salvarani e zanon) - ma occorre un intervento di carattere politico perche' la meccanica agricola venga sostenuta proprio come elemento chiave delle filiere. l'eccellenza dell'agroalimentare italiano dipende dalla qualita' del parco macchine - ha concluso goldoni - la forza del settore risiede "a monte" del processo produttivo".

11 giugno 2015 

EXPO: PRESENTATO RAPPORTO FAO-CIHEAM SU MODELLO ALIMENTARE GLOBALE. INTERVENTO DI LACIRIGNOLA

e' stato presentato oggi all'expo un rapporto, realizzato dalla fao e dal ciheam, su "gli effetti della globalizzazione e dei cambiamenti nello stile di vita sul modello alimentare globale". lo rende noto l'istituto agronomico mediterraneo, spiegando che lo scopo della ricerca e' "riportare l'attenzione sulla dieta mediterranea, illustrando gli effetti negativi del cambiamento dei comportamenti alimentari nella regione del mediterraneo e promuovendo un programma d'azione a supporto delle diete piu' sostenibili in tutta la regione". "la dieta mediterranea tradizionale e' stata abbandonata in molti paesi mediterranei e gli attuali modelli di consumo alimentare non sono sostenibili nella regione", sottolinea il ciheam, sulla base dei risultati del rapporto, osservando che, "nonostante i suoi benefici salutistici ben documentati, la dieta mediterranea, oltre all'erosione in atto del suo patrimonio culturale, subisce anche gli effetti della transizione nutrizionale, dove i problemi di denutrizione coesistono con sovrappeso, obesita' e malattie croniche legate all'alimentazione". "la maggior parte dei sistemi agroalimentari attuali non e' sostenibile a causa della perdita di biodiversita', del degrado delle risorse naturali, dei cambiamenti climatici, dell'alto utilizzo di input energetici, dell'erosione dei modelli alimentari, ed e' necessario, quindi, ricorrere a misure urgenti, sia nei paesi industrializzati, sia in quelli in via di sviluppo", prosegue il ciheam. "la vera sfida e' far convergere l'attenzione all'ambiente con l'attenzione all'agricoltura", ha detto il segretario generale del ciheam cosimo LACIRIGNOLA, ad avviso del quale "occorre promuovere lo sviluppo di nuovi progetti e casi studio intesi a dimostrare le sinergie esistenti tra biodiversita', nutrizione, salute umana, economia e cultura a beneficio delle generazioni presenti e future". "per tale motivo il ciheam e la fao stanno ponendo l'attenzione sulla dieta mediterranea, modello di dieta sostenibile, attraverso un approccio multisettoriale che interessa nutrizione, salute umana, sviluppo economico e aspetti socio-culturali, stili di vita e, soprattutto, biodiversita' e ecosistemi", ha aggiunto. "dato lo scenario descritto precedentemente - ha detto il responsabile del dipartimento di agricoltura e alimentazione sostenibili del ciheam roberto CAPONE - e' importante interrogarci su come dovrebbero cambiare i sistemi alimentari e su cos'e' un sistema alimentare sostenibile, definito dalla fao come quel sistema che garantisce la 'sicurezza alimentare e nutrizionale' a tutti, in modo tale che non siano compromesse le basi economiche, sociali ed ambientali per generare la sicurezza alimentare e nutrizionale delle future generazioni". "l'incontro e' stato anche l'occasione per presentare la nuova piramide della dieta mediterranea sostenibile, un nuovo modello alimentare mediterraneo, frutto della collaborazione tra i massimi esperti ed istituzioni in materia di nutrizione e sviluppo sostenibile", informa l'istituto agronomico mediterraneo di bari. "vogliamo valorizzare il nuovo concetto della med diet 4.0 che fa bene all'individuo, alla collettivita' e al pianeta, attraverso quattro dimensioni: benefici per la salute, basso impatto ambientale, alto valore culturale e sociale e, infine, rilevanti ricadute economiche sui territori di produzione degli alimenti caratteristici della dieta mediterranea", ha asserito il segretario generale dell'ifmed sandro DERNINI. "i nuovi contenuti della nuova piramide della dieta mediterranea sostenibile 4.0 sono stati sviluppati con il supporto tecnico scientifico di ciheam bari, enea, in collaborazione con ciiscam-universita' la sapienza di roma, con l'obiettivo di aggiornare l'attuale modello alimentare e proiettarlo nel futuro come esempio di stile di vita sostenibile nel mondo", spiega l'istituto. "e' fondamentale riaffermare con forza il concetto che al cuore della dieta mediterranea c'e' il rapporto tra tradizione ed innovazione, in una logica di evoluzione per andare incontro alle esigenze dei produttori, dei consumatori e del pianeta che ci ospita", ha evidenziato massimo IANNETTA, dell'enea. (ab)

11 giugno 2015

EXPO: LA COLDIRETTI METTE IN MOSTRA I "GIOIELLI MADE IN ITALY NATI PER CASO"

la coldiretti ha inaugurato oggi al padiglione "no farmers no party" dell'expo la "prima mostra dei gioielli del made in italy 'nati per caso' con le curiose ricostruzioni storiche". "la storia umana e' piena di invenzioni nate per caso anche nel cibo, con molti dei prodotti alimentari italiani piu' famosi frutto della casualita' o addirittura nati da errori grossolani, che hanno prodotto specialita' uniche apprezzate in tutto il mondo", spiega la coldiretti, facendo notare che "dal gorgonzola all'amarone, dal vino cotto al brodo di giuggiole, dalle peschiole al vino muffato, dal formaggio imbriago al grano arso sono solo alcuni dei prodotti made in italy frutto della casualita' che l'abilita' dell'uomo ha pero' saputo riconoscere e valorizzare sulle tavole". i gioielli del made in italy "nati per caso", esposti dalla confederazione, erano accompagnati da una breve storia, che riportiamo di seguito: "l'origine del gorgonzola sembra risalire all'879 d.c., quando, presso un caseificio di milano, un mandriano lascio' per una notte in un contenitore del latte cagliato, per poi aggiungervi per sbaglio dell'altro latte cagliato ed accorgersi qualche giorno dopo di aver creato un formaggio dalle venature verdi che risultava molto appetitoso per la mescolanza delle due cagliate. secondo un'altra leggenda, il gorgonzola sarebbe nato da un errore di valutazione di un oste della cittadina di gorgonzola (in provincia di milano) che sbaglio' la modalita' di conservazione di alcune forme di stracchino fresco regalategli da alcuni pastori con lo sviluppo delle caratteristiche muffe verdi. anche l'origine dell'amarone si deve ad un errore: le uve vennero lasciate appassire e poi pigiate in inverno e fatte fermentare a basse temperature, creando uno dei vini piu' famosi al mondo. circa settanta anni fa, i lieviti naturali presenti nel vino di una botte di recioto, dimenticata nella cantina sociale valpolicella, hanno iniziato a fermentare e a trasformare tutto lo zucchero in alcool. alla fine, il capo cantina, ha pensato che il recioto fosse ormai perduto e diventato molto piu' che amaro, 'amarone'. l'ipotesi piu' accreditata fa invece risalire l'origine del formaggio imbriago alla prima guerra mondiale, grazie all'ingegnosita' dei produttori agricoli che, per nascondere i formaggi fatti in casa agli affamati soldati austro ungarici, li coprivano con le vinacce di scarto per non attirare attenzione. il leggendario brodo di giuggiole sembra aver origine da una scoperta casuale, dovuta alla tradizione di utilizzare la frutta in abbinamento alla grappa. la pianta importata dalla siria dai romani e' ancora coltivata nel basso garda (desenzano, maderno), nel vicentino e lungo i pendii collinari di un piccolo comune di padova, arqua' petrarca. qui il poeta ha vissuto dedicando versi ed e' tuttora sepolto. si narra di questo sapore dolce talmente gradevole che fece innamorare anche la sua musa laura che quando gustava il liquore 'andava in brodo di giuggiole', una espressione proverbiale dovuta al successo e alla fama del liquore, tale da fare uscire quasi di se' dalla contentezza. la tecnica di concentrazione 'a fuoco diretto' dei mosti di uva e' nata casualmente nel tentativo di eliminare i fermenti nocivi con il calore diretto del fuoco e ha portato alla nascita del cosiddetto vino cotto. il prodotto concentrato cosi' ottenuto infatti era di sapore gradevole, fruttato e zuccherino e si e' cominciato ad utilizzarlo in molte ricette, come salsa dolce per prodotti da forno o per condire pietanze e carni. le gustose peschiole campane nascono dal fallimento di un innesto del pesco coltivato di un agricoltore che aveva ordinato degli alberelli, ma al momento di raccogliere la frutta si rese conto che l'incrocio non era riuscito bene e decise di lavorare e conservare i piccoli frutti quando venivano diradate, alla stregua di qualsiasi altro ortaggio. alla vista sembrano una particolare varieta' di olive, perche' ne hanno la forma, il colore e la dimensione, ma sono una varieta' di pesche, raccolte prima che inizi il processo di maturazione, quando nei minuscoli frutti non c'e' ancora il nocciolo; dopo la raccolta, vengono cotte in acqua ed aceto aromatizzata con spezie e conservate in barattoli di vetro, in agrodolce, al naturale, senza uso di conservanti o altri elementi chimici, secondo una speciale e segreta ricetta che rende questo prodotto unico, croccante, delicato e molto gustoso. tipicamente pugliese, il grano arso nacque casualmente dal recupero delle spighe di frumento cadute a terra e occultate dalla vegetazione dopo la raccolta, che avveniva dopo la bruciatura delle stoppie, anche in virtu' del fatto che bruciando la paglia si favorisce la fertilizzazione del terreno. il grano raccolto dopo la combustione dei campi sfruttati dopo la macinatura produceva una farina grigia, diversa per colore e sapore da quella normale di colore bianco (da qui il nome della farina di grano 'arso'). oggi, il metodo di produzione e' cambiato, anche per evitare residui nocivi conseguenti alla bruciatura: la farina di grano arso e' ottenuta attraverso la tostatura (quindi non piu' la bruciatura) del grano, ma il colore, aromi e gusto restano particolarissimi, vicini a quelli della nocciola tostata, con un vago sentore di caffe'. un prodotto raro e prezioso, che merita un sicuramente un assaggio e che si presta sia alla preparazione della focaccia classica o a un bel piatto di tradizionali orecchiette, sia nella formulazione di ricette alternative. rientrano a pieno titolo nella categoria dei nati per caso anche i vini muffati che contrariamente a quanto induce a pensare il loro nome, non sono prodotti andati a male, ma vini dolci di particolare valore, nati per caso dall'utilizzo di uve sulle quali si sviluppa una 'muffa nobile', la botrytis cinerea che, perforando la buccia dei chicchi, fa si' che quasi il 50% dell'umidita' dell'uva evapori, permettendo al succo dell'uva di concentrarsi e aumentare il grado zuccherino, trasformandosi in glicerina che poi dara' rotondita' al vino. il vino muffato ha avuto uno sviluppo particolare nei castelli romani, che a due passi da roma sono uno dei pochi posti al mondo dove si sviluppa la tanto desiderata muffa nobile, mentre la tendenza a ritardare la vendemmia e' testimoniata da alcuni atti agrari risalenti al 1833, nei quali si legge la consuetudine 'di lasciare quasi appassire l'uva sulla pianta per ottenere quel vino dolce e d'intenso colore tanto ricercato dagli osti romani', che poi va sotto il nome di cannellino di frascati", conclude la coldiretti. (ab)

11 giugno 2015

EXPO: FAI-CISL, DOMANI CONVEGNI SU LAVORO E AGROALIMENTARE, CON MARTINA, SBARRA

domani, dalle 09:30 nell'auditorium cascina triulza all'expo, si svolgera' un convegno promosso dalla fai-cisl sul tema "per nutrire il pianeta, il lavoro al centro dell'agroalimentare globale", al quale interverranno: maurizio martina, ministro per le politiche agricole; fernando chica arellano, osservatore permanente della santa sede presso l'onu; luigi scordamaglia, presidente di federalimentare; giulio sapelli, ordinario di storia economica dell'universita' statale di milano; gabriele canali, associato di economia agroalimentare dell'universita' cattolica del s. cuore di piacenza. lo ricorda la fai-cisl, sottolineando che i lavori saranno introdotti dal segretario confederale della cisl e commissario nazionale della fai cisl luigi sbarra, e conclusi dal segretario generale della cisl annamaria furlan. nel pomeriggio il convegno proseguira' con una riflessione sul tema "la bilateralita' al servizio dell'agroalimentare di qualita'", alla quale porteranno il loro contributo, introdotti da stefano faiotto, claudio risso e attilio cornelli per la fai cisl nazionale, roberto caponi, presidente di eban e romano magrini, presidente di fisa. conclusioni di luigi sbarra. (ab)

11 giugno 2015

EXPO: COPAGRI DOMANI PRESENTA "LOVE IT" CON MARTINA, VERRASCINA, CAVALIERE

i presidenti nazionale e regionale della copagri, franco verrascina e roberto cavaliere e l'amministratore delegato di copagriexpo marcello melda, presenteranno domani, dalle ore 15:30 nel padiglione della confederazione all'expo, il progetto di internazionalizzazione della filiera agroalimentare "love it-real italian food". lo ricorda la copagri, informando che la presentazione si concludera' con un intervento del ministro delle politiche agricole maurizio martina. "con copagriexpo ed il brand 'love it' andiamo incontro alla nuova agricoltura, offrendo agli addetti al settore e non, un'idea, seguita dai fatti, di cio' che l'agroalimentare made in italy puo' rappresentare in italia e, sempre piu', all'estero", spiega verrascina. "l'internazionalizzazione e' la chiave e in quest'ottica contiamo di dare un contributo molto importante per innovare ed ampliare la presenza della produzione alimentare italiana sui mercati", conclude il presidente. (ab)

11 giugno 2015 

EXPO: FLAI, DOMANI PRESENTAZIONE RICERCA SU GERARCHIE NUOVI BISOGNI SETTORE ALIMENTARE

la flai cgil, in collaborazione con l'associazione bruno trentin e l'istituto tecne', presenta domani, alle 14:30 alla cascina triulza dell'expo, la ricerca "le gerarchie dei nuovi bisogni", relativa al cambiamento dei consumi alimentari in italia durante la crisi. ne da' notizia il sindacato, spiegando che "l'indagine, svolta sulla base di un campione molto vasto e rappresentativo, rileva i cambiamenti in atto rispetto ai consumi alimentari delle famiglie". al termine di questa prima parte dei lavori, seguira' la proiezione di quattro film prodotti dalla flai cgil sul tema del caporalato e lavoro nero. "viene anzitutto preso in esame - prosegue la flai - il tenore di vita delle persone, la percezione sulla prospettiva, il livello di soddisfazione rispetto alla situazione economica generale e sul tipo di consumi in particolare. sono esaminati i cambiamenti delle abitudini alimentari; i trend del consumo in quantita' e qualita'; il ruolo della distribuzione in termine di quote di mercato agroalimentare; la percezione del valore del prodotto made in italy". "focus specifici sono stati dedicati al mutamento delle logiche di acquisto delle famiglie per affrontare le difficolta' economiche; alla sensibilita' verso l'impatto ambientale e alle condizioni di lavoro di chi produce i prodotti; ai fattori che vengono considerati piu' importanti sulla scelta dei prodotti e sul dove acquistarli", precisa la flai. all'iniziativa interverranno: fulvio fammoni, presidente dell'associazione bruno trentin; michela morizzo, vicedirettore di tecne'; myriam rosaria finocchiaro, consigliere del gruppo alimentazione di assolombarda; francesco giberti, fondatore di myfoody; marco bermani, segretario nazionale della flai cgil. (ab)

11 giugno 2015

EXPO: BRUNI (CSO), DAL 4 AL 10 SETTEMBRE IL PROGETTO EUROPEO "FRUITNESS"

"mr fruitness, il super eroe della frutta e del benessere, che da nove anni anima le attivita' di promozione della frutta in germania, regno unito, danimarca, svezia e polonia, arriva all'expo, nell'area espositiva a fianco di palazzo italia, a pochi passi dall'albero della vita, per una settimana di incontri e presentazioni dal 4 al 10 settembre". ne da' notizia il centro servizi ortofrutticoli (cso), spiegando che il progetto, finanziato da unione europea, stato italiano e soci del cso (apo conerpo, alegra, naturitalia,  apofruit, granfrutta zani, afe, orogel, pempacorer, cico-mazzoni, made in blu), e' giunto dopo nove anni di attivita' ad una visibilita' importante, con oltre 60 milioni di contatti utili nell'ultimo triennio nei paesi oggetto di promozione. "l'expo sara' una occasione straordinaria di sintesi delle tante attivita' messe in campo dal progetto fruitness in europa e soprattutto sara' l'occasione per lanciare importanti messaggi di comunicazione sui valori del comparto ortofrutticolo italiano in europa dal punto di vista economico/produttivo ma anche dal punto di vista occupazionale e di salvaguardia ambientale", sottolinea il cso, evidenziando che "la frutta, promossa e comunicata ad un target di giovani adulti, nel progetto mr. fruitness 2013/2016 e' anche un grande supporto al benessere delle persone, soprattutto quando al consumo di frutta si associa il movimento quotidiano attraverso una sana attivita' sportiva". "consumo di frutta e sport sara' quindi il filo conduttore che animera' le 7 giornate di expo con il progetto mr. fruitness", continua il centro servizi ortofrutticoli, precisando che "ogni giornata sara' dedicata ad una azienda protagonista e, nell'accogliente e avveniristico spazio espositivo, saranno organizzate presentazioni di prodotti, video racconti ad altissimo impatto emozionale e, come  momento clou di ogni  giorno, ci sara' la consegna dei premi superfruitness a 6 protagonisti dello sport che sono stati o sono in grado di interpretare al meglio i valori etici dell'attivita' fisica associati ad una alimentazione ricca di frutta e verdura". "la premiazione degli sportivi con il premio superfruitness, una statuetta del super eroe della frutta realizzata con stampante 3d, vedra' la partecipazione della gazzetta dello sport che coordinera' gli incontri e raccontera' i valori salutistici di sport e alimentazione ricca di frutta e verdura", aggiunge il cso. "con la presenza del progetto fruitness ad expo - afferma il presidente di cso paolo bruni - si intende dare la giusta e meritata visibilita' ad un settore chiave dell'agroalimentare europeo e alle sue aziende leader". "la premiazione di sportivi  noti con il superfruitness e la creazione effettiva di un legame stretto tra sport e ortofrutta ritengo saranno le idee cardine dei nostri futuri progetti in europa", dice. "il consumo di frutta  e l'attivita' sportiva - conclude bruni - sono alleati della lunga vita e saranno proposti insieme per vincere la sfida di un aumento dei consumi in europa che raggiunga almeno l'obiettivo minimo dei 400gr al giorno raccomandato dall'oms". (ab)

11 giugno 2015

EXPO: LE INIZIATIVE DELLA TOSCANA FUORI DALL'ESPOSIZIONE

"dopo la chiusura dello stand all'interno dell'esposizione universale, che ha ricevuto oltre 35.000 visitatori da tutto il mondo, la nostra regione con 'toscana fuori expo' presenta le sue eccellenze nel cuore del capoluogo lombardo, nei chiostri dell'umanitaria, nella centralissima via daverio". ne da' notizia la regione, spiegando che "fino al 2 novembre questo suggestivo complesso e' la cornice di degustazioni, incontri, cooking show, mostre e convegni che metteranno in mostra non solo le tipicita' toscane, dal lampredotto al vino, dall'artigianato al pecorino toscano, ma anche l'eccellenza della ricerca universitaria e le imprese piu' innovative del mondo del food". (ab)

11 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI ESPONE LUNEDI' RASSEGNA PANI TRADIZIONALI

"la piu' ampia rassegna dei pani tradizionali delle diverse regioni con le proprie storie, forme, colori e sapori", sara' esposta lunedi' 15 giugno, dalle 10:00 al padiglione coldiretti all'expo, in occasione della giornata ufficiale dedicata al pane da expo, rende noto la confederazione. "l'italia si classifica tra i paesi che possono contare sulla piu' ampia varieta' nelle tipologie di pane, che sara' possibile scoprire nell'esposizione, tra le specialita' tradizionali censite dalle regioni e quelle addirittura riconosciute e tutelate dall'unione europea", sottolinea la coldiretti, informando che "con l'occasione sara' presentato anche il dossier sul pane nelle tavole degli italiani con dati esclusivi sui consumi in italia e nel mondo e la classifica top ten globale. focus anche sul boom del pane fai da te e sull'andamento degli sprechi di un alimento che e' sempre piu' peccato buttare, alla presenza del presidente nazionale della coldiretti roberto moncalvo". (ab)

11 giugno 2015 

EXPO: COLDIRETTI, DOMANI PREMIAZIONE VINCITORI OSCAR GREEN EMILIA ROMAGNA

domani, dalle 14:30 nel padiglione coldiretti all'expo, verranno premiati i vincitori del concorso "oscar green" emilia romagna, promosso da coldiretti giovani impresa con l'alto patronato del presidente della repubblica, per premiare le "idee originali ed innovative dei giovani per fare impresa valorizzando il territorio, i suoi prodotti tipici, le sue bellezze ambientali e culturali". all'incontro interverranno il presidente della regione stefano bonaccini, l'assessore regionale all'agricoltura simona caselli, i presidenti nazionale e regionale di coldiretti roberto moncalvo e mauro tonello, ed il direttore regionale marco allaria olivieri. (ab)

11 giugno 2015

FLAI, DOMANI ALL'EXPO PRESENTAZIONE RICERCA SU GERARCHIE NUOVI BISOGNI SETTORE ALIMENTARE

la flai cgil, in collaborazione con l'associazione bruno trentin e l'istituto tecne', presenta, domani venerdi' 12 giugno, dalle 14:30 alla cascina triulza dell'expo, la ricerca "le gerarchie dei nuovi bisogni", relativa al cambiamento dei consumi alimentari in italia durante la crisi. ne da' notizia il sindacato, spiegando che "l'indagine, svolta sulla base di un campione molto vasto e rappresentativo, rileva i cambiamenti in atto rispetto ai consumi alimentari delle famiglie". al termine di questa prima parte, seguira' la proiezione di quattro film prodotti dalla flai cgil sul tema del caporalato e lavoro nero. "viene anzitutto preso in esame - prosegue la flai - il tenore di vita delle persone, la percezione sulla prospettiva, il livello di soddisfazione rispetto alla situazione economica generale e sul tipo di consumi in particolare. sono esaminati i cambiamenti delle abitudini alimentari; i trend del consumo in quantita' e qualita'; il ruolo della distribuzione in termine di quote di mercato agroalimentare; la percezione del valore del prodotto made in italy". "focus specifici sono stati dedicati al mutamento delle logiche di acquisto delle famiglie per affrontare le difficolta' economiche; alla sensibilita' verso l'impatto ambientale e alle condizioni di lavoro di chi produce i prodotti; ai fattori che vengono considerati piu' importanti sulla scelta dei prodotti e sul dove acquistarli", precisa la flai. all'iniziativa interverranno: fulvio fammoni, presidente dell'associazione bruno trentin; michela morizzo, vicedirettore di tecne'; myriam rosaria finocchiaro, consigliere del gruppo alimentazione di assolombarda; francesco giberti, fondatore di myfoody; marco bermani, segretario nazionale della flai cgil. (ab)

10 giugno 2015

EXPO: VERRASCINA (COPAGRI) A PRESENTAZIONE "IFE", IL VINO DELLE DONNE PER LE DONNE

il presidente della copagri franco verrascina e' intervenuto oggi all'expo alla presentazione di "ife", il vino biologico nato dall'incontro tra pinot nero e chardonnay ed oggetto di un'iniziativa di solidarieta' alla quale la confederazione ha aderito. "e' un progetto ambizioso ed italiano che esprime l'amore nella sua piu' alta accezione attraverso l'agricoltura al femminile, al di la' di ogni valutazione di tipo economico", ha affermato verrascina, dicendosi "onorato" di "presentare, attraverso copagriexpo e il brand love it, ife, il vino delle donne per le donne, che in sintonia con il nostro brand dalla lingua yoruba vuol dire proprio amore". "e' una delle iniziative che caratterizza la presenza della copagri ad expo: non solo promozione, mercato, internazionalizzazione, ma anche solidarieta', e nella fattispecie per le popolazioni e la terra d'africa, alle donne delle comunita' unprivileged di lagos, che con l'intero ricavato dalla vendita della produzione limitata di ife potranno apprendere come cucinare street food e proporlo al mercato", ha spiegato. (ab)

10 giugno 2015 

EXPO: VINCENZI (ANBI), BONIFICA PROTAGONISTA DEL PROGRAMMA RAI "EXPERIA"

"finalmente il servizio pubblico si avvicina con taglio televisivo moderno al mondo della bonifica, asse portante del sistema idrico italiano. non solo l'agricoltura di pregio, ma l'ambiente piu' in generale dipende dall'attivita' dei nostri consorzi", afferma il presidente dell'anbi francesco vincenzi, dopo la presentazione, svoltasi nell'ambito di expo, della serie televisiva "experia", costituita da dodici documentari della durata di mezz'ora circa, che rappresentano altrettante tappe nell'italia al tempo dell'esposizione universale 2015. in quattro video sono protagonisti i consorzi di bonifica: "terre d'acque-il canale cavour e il riso" (associazione irrigazione ovest sesia con sede a vercelli); "un po a sud-il canale emiliano romagnolo e i suoi frutti" (consorzio di 2° grado c.e.r. con sede a bologna); "sole, sale, sele" (consorzi di bonifica "capitanata" con sede a foggia e "destra sele" con sede a salerno); "venezia/milano-dall'arsenale alla darsena (consorzi di bonifica "chiese" con sede a calcinato nel bresciano; "est ticino villoresi" con sede a milano e "veronese" con sede nella citta' scaligera). "le telecamere di experia - conclude vincenzi - hanno superato l'immagine storica della bonifica per presentarne gli aspetti moderni e quotidiani attraverso le testimonianze di operatori consorziali, ma anche degli abitanti di aree, che devono la loro esistenza all'attivita' dei consorzi. ne esce l'immagine di un' 'italia che non si arrende', conscia che la valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze sia strada imprescindibile per la ripresa dell'economia italiana". (ab)

10 giugno 2015

SCORDAMAGLIA (FEDERALIMENTARE) VISITA PUTIN AD EXPO SIA OCCASIONE PER NUOVA FASE DI DIALOGO

"lo diciamo una volta per tutte, il mercato russo e' strategico e insostituibile. e va recuperato a qualsiasi costo. grazie all'italia, l'agroalimentare puo' essere un ponte di rilancio. l'auspicio e' che l'incontro di oggi tra il presidente putin ed il presidente del consiglio renzi, in un contesto cosi' universale come expo, possa riavviare il dialogo favorendo il ritorno delle eccellenze del food and beverage italiano sul mercato russo", ha dichiarato il presidente di federalimentare luigi scordamaglia, presente all'incontro tra il presidente della federazione russa vladimir putin e il presidente del consiglio italiano matteo renzi, in occasione del national day russo. secondo scordamaglia, "in meno di un anno, i limiti imposti a questo mercato sono costati alle nostre aziende alimentari circa 165 milioni di euro. ma la perdita in valore assoluto di mancata esportazione e' un dato trascurabile rispetto all'interruzione di un processo di scoperta e fidelizzazione che sta avvantaggiando la concorrenza e la contraffazione. in altre parole, non potendo accedere direttamente ai nostri prodotti, i russi stanno acquistando delle imitazioni". "per la prima volta, in russia si sta affermando l'italian sounding. se non si interviene al piu' presto, sara' difficile recuperare", precisa il presidente di federalimentare. "esiste una naturale sinergia tra il sistema agroalimentare russo e quello italiano. da un lato la tecnologia e il know how della filiera industriale italiana integrata che, dalle macchine agricole ai fertilizzanti, dalla trasformazione agli imballaggi, non solo e' dotata di alta efficienza e produttivita', ma e' anche altamente sostenibile. dall'altro, le enormi capacita' produttive russe di commodity agricole, che porteranno questo paese ad assumere un ruolo da protagonista a livello mondiale nell'importante sfida per la food security, sfida che l'industria italiana potra' valorizzare al meglio", conclude scordamaglia.

10 giugno 2015 

ASSEMBLEA ASNACODI AD EXPO CONFERMA AGABITI, DOSI E LANZONI AI VERTICI

si e' svolta ad expo l'assemblea annuale di asnacodi con una numerosa partecipazione dei rappresentanti dei condifesa. al termine si e' svolto il consiglio per l'elezione degli organi che ha riconfermato il presidente albano agabiti ed i vicepresidenti antonio dosi e giuseppe lanzoni. agabiti ha sottolineato, nella sua relazione, l'importanza della partecipazione di asnacodi ad expo con appuntamenti organizzati anche dalle associazioni regionali lungo tutto l'arco di durata dell'esposizione, partecipazione che consentira' di avere grande visibilita' a tutto il sistema dei condifesa. proprio ad expo, in ottobre, si svolgera' il tradizionale convegno internazionale sulla gestione dei rischi, organizzato da asnacodi. si tratta di un appuntamento che richiama ospiti internazionali del mondo delle assicurazioni, delle organizzazioni agricole, della ricerca per fare il punto sull'applicazione della misura della gestione del rischio nei paesi ue e individuare obiettivi di sviluppo. l'italia e' all'avanguardia per la presenza del sistema organizzato dei condifesa che contribuisce ad apprestare strumenti per la tutela del reddito di oltre 200.000 imprese. nel decennio 2004-2014 il volume delle assicurazioni agevolate per l'agricoltura e' cresciuto del 70 per cento e nel 2014 il valore assicurato e' stato di 8 mld coprendo la superficie un milione e 300 mila ettari. agabiti, nella sua relazione, ha illustrato l'attivita' di asnacodi che e' impegnata a realizzare una semplificazione burocratica che consenta di liberare risorse per dare ai soci strumenti efficaci di tutela del reddito in particolare fondi di mutualita', applicazione di innovazioni tecnologiche per la prevenzione di fitopatie ed epizoozie, servizi ad alto valore aggiunto che informino in tempo reale sulle possibilita' di copertura da eventi avversi. strumenti, questi, che gia' si stanno sperimentando con successo in alcune regioni dove i condifesa hanno realizzato iniziative di mutualita' con soddisfazione delle imprese che vi hanno aderito, servizi di prevenzione dalle fitopatie, risarcimento per danni da fauna selvatica. tutto il sistema condifesa - ha sottolineato inoltre il presidente agabiti - e' impegnato a superare talune criticita' dovute all'implementazione della nuova pac in collaborazione con le istituzioni nazionali, le regioni e province autonome. non si puo' rischiare di perdere o di non utilizzare al massimo i fondi dello sviluppo rurale disponibili con la riforma della pac, che assicura certezza degli stanziamenti comunitari al settore fino al 2020. la transizione dal vecchio regime di aiuti nazionali alla attuale utilizzazione dei fondi comunitari per incentivare gli strumenti di gestione del rischio non e' facile ma i consorzi di difesa, anche attraverso un apposito programma comunitario di informazione, hanno lavorato alacremente per una capillare diffusione degli strumenti su tutto il territorio, come chiede l'unione europea. il progetto denominato infopac, realizzato da asnacodi e dal sistema condifesa, e' stato l'unico progetto finanziato dalla dg agricoltura della commissione europea sulla gestione del rischio in agricoltura. una novita' di questa campagna di comunicazione e' stata la centralita' degli imprenditori agricoli di tutte le regioni italiane. questa importante e unica esperienza di comunicazione, ha confermato la grande necessita' di diffusione delle informazioni mirate e specialistiche per gli agricoltori.

9 giugno 2015

VINEXPO: IL 14 INAUGURAZIONE CON IL PRESIDENTE HOLLANDE

il presidente della repubblica francese francois hollande inaugurera', il 14 giugno, vinexpo, che si tiene a bordeaux dal 14 al 18 giugno.

9 giugno 2015

 

EXPO: IL 25 GIUGNO PRESENTAZIONE ENTE CREA CON MARTINA. CENA DI GALA A SANT'ANGELO LODIGIANO

giovedi' 25 giugno, dalle 14:30, all'auditorium del padiglione italia dell'expo, verra' presentato il nuovo "consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria-crea", nato "dalla razionalizzazione dei precedenti enti di ricerca vigilati dal ministero" e "concepito per dare al paese un centro di ricerca di eccellenza, in grado di supportare i territori e le imprese agricole nella sfida per la tutela e la promozione del made in italy agroalimentare". ne da' notizia un comunicato, spiegando che "l'occasione sara' utile per discutere con esperti ed addetti ai lavori sul tema 'ricerca e innovazione nel sistema agroalimentare italiano', focalizzando l'attenzione sull'importanza che la ricerca e l'innovazione possono assumere nel rafforzare la competitivita' del sistema agroalimentare italiano e nel garantire una maggior tutela del patrimonio di biodiversita' del paese". alla presentazione interverranno, tra gli altri: il ministro delle politiche agricole maurizio martina; il commissario straordinario ed i subcommissari crea salvatore parlato, alessandra gentile e michele pisante; la senatrice del pd leana pignedoli, il coordinatore del gruppo s&d della comagri del parlamento europeo paolo de castro; l'assessore all'agricoltura del lazio sonia ricci; il capo dipartimento del mipaaf luca bianchi; il capo di gabinetto del miur alessandro fusacchia e la delegata nazionale di coldiretti giovani impresa maria letizia gardoni. "dopo la presentazione ci si spostera' al castello morando-bolognini di sant'angelo lodigiano per l'inaugurazione della mostra fotografica "la battaglia del grano di nazareno strampelli", che sara' seguita poi dalla "cena di gala nelle splendide sale del castello", conclude il crea. programma iniziativa su http://goo.gl/v5cN9R. (ab)

9 giugno 2015 

EXPO: FORUM AGROALIMENTARE ITALIA-CINA

il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che si e' svolto oggi il primo forum italo-cinese per la cooperazione nel settore agroalimentare. al forum hanno partecipato il ministro maurizio martina, il vice primo ministro cinese, wang yang, il ministro dell'agricoltura cinese, han changfu, il presidente dell'ice, riccardo monti, alla presenza di oltre 200 imprese italiane e cinesi. in occasione del forum e' stato siglato un accordo tra il consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale (ccpti) e l'ice.

9 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, EXPORT CIBO MADE IN ITALY IN CINA +298% DA INIZIO CRISI

in occasione del forum italo-cinese per la cooperazione nel settore agroalimentare, la coldiretti ha presentato i risultati di un proprio studio su dati istat, dal quale emerge che "le esportazioni di prodotti agroalimentari made in italy in cina sono amentate del 298% dall'inizio della crisi, facendo segnare nel 2014 il record di sempre per un importo di 367 milioni di euro". "rilevante e' anche il flusso di prodotti agroalimentari cinesi in arrivo sul territorio nazionale, che nel 2014 e' stato pari a 536 milioni di euro, in calo del 4% rispetto all'anno precedente", fa notare la confederazione, precisando che "si tratta soprattutto di pomodoro, miele, riso ed aglio". (ab)

9 giugno 2015 

EXPO: FAVA (LOMBARDIA), ACCORDO ICE-CINA TAPPA VERSO "MERCATO STRATEGICO"

l'accordo di cooperazione tra il consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale (ccpti) e l'ice, siglato oggi all'expo, e' "un primo passo, una tappa fondamentale per un mercato strategico come quello cinese, nella speranza che si vada oltre gli auspici verso qualcosa di concreto", afferma l'assessore regionale all'agricoltura gianni fava. (ab)

9 maggio 2015 

TTIP: COLDIRETTI, "SUMMIT CON USA DOPO ACCORDO G7"

"dopo la dichiarazione finale del G7 per un'accelerazione sull'intesa per l'area di libero scambio fra europa e usa, il cosiddetto ttip, per arrivare ad una cornice dell'accordo entro la fine dell'anno e' arrivata ad expo la prima delegazione usa guidata del governatore del nebraska pete ricketts", afferma la coldiretti, informando che la delegazione ha incontrato una rappresentanza della confederazione nel padiglione, all'inizio del cardo sud. numerose le tematiche al centro del confronto - spiega l'organizzazione - "dalla carne agli ormoni usa, che si vorrebbe esportare in europa, dove e' proibita, fino alla tutela delle denominazioni dei prodotti made in italy sul mercato statunitense... ma anche il tema della carne clonata e degli ogm, fino al recente via libera usa all'esportazione di salumi italiani". "gli stati uniti - conclude la coldiretti - sono il principale partner commerciale dell'italia nell'agroalimentare fuori dall'unione europea con le esportazioni che hanno superato per la prima volta il record 3 miliardi di euro nel 2014, ma hanno continuato a salire con un boom del 16%, spinto anche dal tasso di cambio favorevole nel primo bimestre del 2015". (ab)

9 giugno 2015

COPAGRI LOMBARDIA: IL VINO DELLE DONNE PER LE DONNE PROGETTO IFE! IL 10 GIUGNO ALLE CUPOLE LOVE IT

mercoledi' 10 giugno, alle ore 11:00, alle cupole di love it-copagri expo, di fronte al lake arena, verra' presentato per la prima volta in esclusiva ife!-il vino delle donne per le donne. l'appuntamento di lancio sara' accompagnato da una sessione di showcooking tenuta dello chef anna brambilla, e dalla degustazione a cura di luca martini, miglior sommelier al mondo wsa 2013. ife! e' un particolare tipo di vino bianco e vegan-friendly, nato dall'incontro del pinot nero 100% con lo chardonnay, entrambi vinificati in agricoltura biologica certificata. il nome ife! e' un termine africano che significa amore. l'amore con cui il produttore si dedica alla cura della propria terra, ed il gesto d'amore con cui il ricavato viene devoluto all'associazione kinabuti fashion initiative, il cui scopo e' sviluppare progetti di sostenibilita' in nigeria. "noi di tra le terre - afferma cristina galati, rappresentate della rete ed imprenditrice alla guida della cantina montini castelfelice - abbiamo subito colto il valore di questa iniziativa, mettendo in campo tutto il nostro impegno ed entusiasmo per dare un contributo significativo alla creazione di qualcosa di unico: un vino, come suggerisce il nome stesso, che fosse un gesto d'amore, fatto insieme ad !donna, per aiutare altre donne nel mondo."

8 giugno 2015

EXPO: SELENELLA PRESENTE NEL PARCO DELLA BIODIVERSITA'

il consorzio patata italiana di qualita' sara' presente, con la patata selenella, nel "biodiversity park". verranno utilizzati supporti multimediali multilingua per comunicare "i valori che hanno reso il consorzio patata italiana di qualita' una delle eccellenze agricole del panorama agroalimentare italiano". (ab)

8 giugno 2015

EXPO: GIOVEDI' INCONTRO STAMPA ""FEDERUNACOMA 'METTE IN MOTO' L'AGROALIMENTARE"

giovedi' 11 giugno, dalle ore 15:00, al teatro della terra dell'expo, si svolgera' la conferenza stampa "federunacoma 'mette in moto' l'agroalimentare", promossa dalla federazione nazionale costruttori macchine per l'agricoltura. (ab)

8 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, MERCOLEDI' INCONTRO TRA PRANDINI GESMUNDO E GOVERNATORE NEBRASKA RICKETTS

mercoledi' 9 giugno, alle ore 12:30, nel padiglione della coldiretti ad expo, "ad un mese dalla fine dell'embargo per l'export dei salumi italiani negli stati uniti", una rappresentanza della confederazione, composta dai vicepresidenti mauro tonello ed ettore prandini (il presidente roberto moncalvo e' all'estero), dal segretario generale vincenzo gesmundo, dal responsabile area economica e scambi commerciali gianluca lelli e dal direttore regionale marco allaria olivieri, incontrera' una delegazione statunitense guidata del governatore del nebraska pete ricketts. ne da' notizia la coldiretti regionale, informando che "nell'occasione alla delegazione usa verra' offerta una degustazione di salumi di eccellenza dell'emilia romagna". (ab)

8 giugno 2015 

EXPO: CONAF PRESENTA IDENTIKIT AZIENDA VITIVINICOLA "IDEALE"

il centro studi del conaf (consiglio dell'ordine nazionale dei dottori agronomi e dottori forestali) ha presentato, nel padiglione world association of agronomists della fattoria globale ad expo 2015, i risultati di un rapporto su "l'identikit dell'azienda vitivinicola 'ideale'". tale azienda "ideale" - spiega il conaf, sintetizzando i risultati della ricerca - "si estende su una superficie di 180 ettari, dei quali 90 a vigneto e 20 ettari a vitigni a bacca rossa. la densita' di impianto e' di 6.660 viti per ettaro e coltiva soprattutto vitigni autoctoni con la missione di produrre vini di alto livello qualitativo. produce oltre 1 milione di bottiglie all'anno destinate in gran parte all'esportazione. e' di proprieta' del viticoltore che gestisce l'azienda che ha alle spalle generazioni di attivita', nonostante abbia subito nel corso del tempo notevoli trasformazioni". "possiamo definirla ideale - spiega il presidente del conaf andrea sisti - perche' riesce a coniugare i principali indicatori della 'fattoria globale' che abbiamo portato ad expo". (ab)

8 giugno 2015

MATTARELLA ALL'EXPO FIRMA LA CARTA DI MILANO ED ESALTA L'AGRICOLTURA

il presidente della repubblica sergio mattarella, in occasione della giornata mondiale dell'ambiente promossa dalle nazioni unite, si e' recato all'esposizione universale di milano, dove ha visitato padiglione italia, padiglione zero e cascina triulza. mattarella ha firmato la carta di milano ed e' poi intervenuto ad una cerimonia svoltasi all'expo center. "l'agricoltura e' stata considerata per anni come un settore vecchio e di retroguardia", ha sottolineato, tra l'altro, il presidente, facendo notare che "oggi contribuisce ai segnali di ripresa economica ed i dati mostrano che sono in aumento anche i giovani che conducono le aziende agricole". "l'agricoltura e', e deve essere ancora di piu', il settore dell'innovazione e dell'eco-innovazione. la nostra qualita' passa da li'. il nostro bene comune ha un fondamento essenziale nella filiera agro-alimentare", ha asserito. mattarella ha poi parlato della "sfida epocale che l'umanita' ha di fronte" per "nutrire il pianeta", tema principale di expo, e ha sottolineato l'importanza della dieta mediterranea. "tra i nostri doveri c'e' quello di ridurre gli sprechi. non e' tollerabile che ogni anno piu' di un miliardo di tonnellate di cibo si disperdano lungo la filiera alimentare", ha aggiunto il presidente della repubblica. testo integrale intervento su http://goo.gl/UFjxOn. (ab)

5 giugno 2015

EXPO: MATTARELLA A CASCINA TRIULZA INCONTRA OTTOLINI, MINELLI, BALDRIGHI, BERNI

il presidente della repubblica sergio mattarella ha incontrato il vicepresidente vicario di confcooperative e presidente di confcooperative lombardia maurizio ottolini, nel corso della visita di oggi a cascina triulza, il padiglione della societa' civile di expo milano 2015. presenti anche massimo minelli, vicepresidente di confcooperative lombardia, alberto cazzulani presidente di confcooperative milano lodi monza e brianza e marco venturelli, vice segretario generale di confcooperative. nel corso della sua visita, il presidente mattarella ha ammirato i prodotti del punto vendita di latteria soresina con il presidente tiziano fusar poli ed anche la produzione del grana padano dop nell'adiacente mini caseificio del consorzio di tutela, con il presidente cesare baldrighi ed il direttore stefano berni.

5 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, ARRIVA FRUTTA EMILIA ROMAGNA PER INVERTIRE TREND TERZO MILLENNIO

cogliere l'occasione dell'expo per rilanciare la frutta, uno dei prodotti principe dell'emilia romagna, che pero' rischia di sparire. e' quanto si propone coldiretti emilia romagna che, mentre sta per partire la campagna della frutta estiva, dall'8 al 14 giugno portera' prodotti e produttori di eccellenza dell'emilia romagna per farli conoscere e apprezzare ai visitatori della rassegna mondiale di milano, con un accento particolare proprio sulla frutta che da sempre caratterizza la campagna e le tavole della regione, ma che in questo inizio di terzo millennio rischia di sparire. "il disboscamento delle campagne italiane - spiega il direttore di coldiretti emilia romagna, marco allaria OLIVIERI - e' il risultato di una vera invasione di frutta straniera con le importazioni che negli ultimi 15 anni sono aumentate in italia del 37 per cento ed hanno quasi raggiunto i 2,1 miliardi di chili, ma anche di un progressiva riduzione dei consumi da parte delle famiglie". secondo il presidente regionale di coldiretti, mauro TONELLO, "si tratta di un trend drammatico che ha effetti pesanti sul piano economico e occupazionale per le imprese agricole ma anche dal punto di vista ambientale e per la salute dei consumatori. occorre percio' intervenire - prosegue tonello - per promuovere i consumi sul mercato interno e per sostenere le esportazioni, che in quantita' sono rimaste pressoche' le stesse di quindici anni fa".

5 giugno 2015

EXPO: LUNEDI' PRESENTAZIONE BILANCIO SOCIALE GRUPPO FILENI ED ACCORDO CON ISA

lunedi' 8 giugno, dalle ore 14:30, al "teatro della terra" del parco della biodiversita', all'expo, verranno presentati "dati e numeri del fatturato 2014 e investimenti in corso" del gruppo fileni e saranno resi noti i dettagli di un accordo stipulato con isa, la societa' finanziaria del mipaaf. ne da' notizia un comunicato, informando che alla conferenza di presentazione del bilancio interverranno: giovanni fileni, presidente e fondatore del gruppo fileni; marco graziano ciurlanti, cfo del gruppo fileni; enrico corali, amministratore unico di isa s.p.a. e gian luca gregori, prorettore dell'universita' politecnica delle marche. (ab)

5 giugno 2015

APERITIVI DI CONFAGRI LOMBARDIA NELLA CASA DEGLI ATELLANI AD EXPO

parte l'11 giugno il ciclo di aperitivi "6 personaggi in cerca d'autore", organizzati da confagricoltura lombardia nella suggestiva cornice di casa degli atellani. appuntamenti culturali in occasione di expo. 4 serate e una cena di gala in onore dei prodotti enogastronomici d'eccellenza del made in italy: pane, vino, riso, ortaggi, latte, formaggi e salumi. primo fra tutti il pane, elemento principale sulla tavola degli italiani, che fara' da padrone nella serata dell'11 giugno. direttore gastronomico dell'iniziativa fabio barbaglini. esporra' le proprie opere l'artista pop art ludmilla radchenko, la cui arte si nutre di vita reale grazie a composizioni ricche di messaggi visivi e collage di vita quotidiana. commentera' le opere stefano zecchi, filosofo, scrittore, giornalista e critico d'arte di consolidata fama.

5 giugno 2015

EXPO: CIHEAM, DALL'8 AL 12 GIUGNO I DIALOGHI DI FEEDING KNOWLEDGE

"expo milano 2015, in collaborazione con il ciheam bari e il politecnico di milano-metid, organizza dall'8 al 12 giugno, nell'urban center (galleria vittorio emanuele II), i 'dialoghi di feeding knowledge: nutrire la conoscenza per nutrire il pianeta'". ne da' notizia l'istituto agronomico mediterraneo, in un comunicato nel quale spiega che "per 5 giornate l'urban center di milano, grazie al programma 'feeding knowledge', diventa fulcro di iniziative dedicate a sicurezza alimentare, sviluppo sostenibile, energia ed imprenditorialita' giovanile. un'occasione per conoscere i giovani innovatori del settore agroalimentare e i loro progetti di impresa (8 giugno), scoprire come la sicurezza alimentare sta costruendo una nuova geopolitica del cibo (9 giugno), riflettere sulle sfide globali e i sistemi sostenibili dell'agricoltura nel mediterraneo (11 giugno), imparare a trasformare le eccedenze alimentari in risorse (10 giugno), approfondire il legame tra cibo ed energia (12 giugno)". "il programma feeding knowledge e' una iniziativa strategica di expo milano 2015, sviluppata ed attuata da ciheam bari e politecnico di milano (centro metid). avviato nel 2012, il programma ha come obiettivo primario la creazione di un sistema virtuoso ed efficace di condivisione di idee, bisogni, ricerca e conoscenze sulle tematiche inerenti la sicurezza alimentare nella regione euro-mediterranea. il programma e' supportato da una piattaforma tecnologica, che costituisce l'ambiente operativo per la condivisione e l'accesso alle conoscenze, l'applicazione di strategie innovative di ecollaboration e di trasferimento tecnologico", spiega ancora il ciheam. "feeding knowledge - si legge nel comunicato - si pone come strumento al servizio di organismi governativi internazionali e nazionali e soggetti privati al fine di consentire lo sviluppo di ricerca ed il trasferimento di conoscenze per ridurre fame e malnutrizione, supportando azioni rispondenti alle esigenze dei singoli paesi. il programma fara' parte dell'eredita' permanente dell'esposizione universale del 2015, proponendosi come un punto di riferimento che da milano promuove una rete di conoscenze, formazione e iniziative di cooperazione sul tema della sicurezza alimentare. l'area target del programma e' stata individuata in 10 paesi del mediterraneo (italia, albania, algeria, autorita' palestinese, giordania, libano, macedonia, marocco, tunisia, turchia) per poi, dopo il 2015, estendersi in altre aree geografiche". "il programma feeding knowledge si trova in un momento di svolta strategica, finalizzato alla definitiva valorizzazione dei risultati raggiunti finora. in particolare, una rete mediterranea di competenze sulla sicurezza alimentare in 10 paesi (local point presso ministeri e istituzioni scientifiche); un network internazionale sulla ricerca e innovazione per la sicurezza alimentare con circa 3000 membri (database con oltre 1000 ricerche); un impegnativo lavoro sulle priorita' della ricerca sulla sicurezza alimentare svolto dal succitato network (5 white papers) ed un policy paper sulle politiche di ricerca e innovazione per la sicurezza alimentare condiviso con la rete istituzionale mediterranea (10 paesi e diverse organizzazioni internazionali)", conclude il ciheam. maggiori dettagli su https://goo.gl/woSdpC. (ab) 

5 giugno 2015

FORUM INTERNAZIONALE AGRICOLTURA AD EXPO. MARTINA, I PICCOLI SFAMERANNO IL MONDO

sono iniziati oggi all'expo i lavori del forum internazionale dell'agricoltura promosso dal ministero delle politiche agricole, che si svolge fino a domani ed e' dedicato al tema "from expo 2015 and beyond: agriculture to feed the planet". "all'appuntamento partecipano ministri dell'agricoltura  di molti paesi insieme al direttore generale della fao graziano da silva ed al commissario all'agricoltura dell'unione europea phil hogan. i lavori del forum sono stati aperti dal ministro delle politiche agricole maurizio martina, il quale ha asserito, tra l'altro, che "bisogna partire dai piccoli produttori, sostenendo il loro reddito e trasferendo conoscenza, perche' siano piu' forti e piu' produttivi". "cancellare la fame, la poverta' e la malnutrizione; combattere il cambiamento climatico; tutelare beni comuni come acqua, terra e biodiversita'; ridurre gli sprechi lungo le filiere alimentari: sono tutti obiettivi che devono camminare insieme", ha aggiunto martina, evidenziando che "in questi sei mesi l'expo deve aiutarci a costruire soluzioni concrete". (ab)

4 giugno 2015 

EXPO: VERONAFIERE DIFFONDE CALENDARIO APPUNTAMENTI "VINO-A TASTE OF ITALY"

l'ente fieristico veronafiere ha diffuso il calendario degli appuntamenti, in programma nelle sale convivium e symposium, di "vino-a taste of italy", il padiglione del vino italiano ad expo 2015. il calendario e' su http://goo.gl/Z4qc5W. (ab)

4 giugno 2015

EXPO: INCONTRO DELLA CONFAGRI SU PMI E PENSIONATI. CON GUIDI, POGGIONI, SANTORI, SONNLEITNER, SEDMAK

si e' svolto all'auditorium di palazzo italia all'expo, un incontro promosso dalla federazione nazionale impresa familiare coltivatrice e dal sindacato nazionali pensionati della confagricoltura e dedicato al tema "pmi agricole e pensionati attivi fondamentali per l'economia. rilanciare contratti di rete e solidarieta' intergenerazionale". "prima l'incontro con le grandi aziende, poi il successivo con quelle familiari. non c'e' contraddizione, rappresentiamo le imprese agricole a tutto tondo. qual e' lo spartiacque? la mia azienda, che e' gestita da mio padre, da me e che si prepara all'ingresso di mia figlia, non e' forse anch'essa un'impresa familiare?", ha detto il presidente della confagricoltura mario GUIDI, aprendo i lavori dell'incontro. "abbiamo bisogno - ha aggiunto il presidente - di aggiornare il concetto di impresa familiare. questa mette in pratica 'innovazione' che poi, con il tempo, diventa 'tradizione'; un'azienda impegnata per il futuro". il presidente della federazione dell'impresa familiare roberto POGGIONI, che ha apprezzato e condiviso le parole di guidi, ha dichiarato: "le pmi sono la spina dorsale del paese anche in agricoltura. le nostre pmi sono uniche, hanno cuore (la famiglia) e testa, hanno la forza del nucleo familiare e la mentalita' imprenditoriale. l'occasione odierna e' importante per ricordare l'impegno delle imprese familiari per 'nutrire il pianeta', per sottolineare la loro presenza capillare sul territorio e per esaltare l'impegno concreto per la sostenibilita'. assolvono a compiti fondamentali per il sistema ambientale e per il mantenimento dell'assetto idro-geologico". il segretario nazionale del sindacato pensionati di confagricoltura angelo SANTORI, ha parlato del ruolo degli agricoltori anziani. "mi richiamo alla figura del padre del presidente guidi, che e' un esempio concreto di 'pensionato attivo'. chi conosce il mondo agricolo sa bene che, in agricoltura, non si va mai in pensione. non nel senso che non si percepisca una pensione (a dire il vero di solito molto esigua) ma perche' si continua a lavorare nell'azienda familiare condotta per decenni e poi passata a figli e nipoti. in questi anni di crisi la presenza dei pensionati 'economicamente attivi' e' stata un efficace ammortizzatore sociale; hanno un ruolo ed un peso nei bilanci familiari ed aziendali completamente misconosciuto da economisti e statistiche ufficiali". nel corso dell'incontro - spiega la confederazione - "e' stato approfondito il ruolo delle imprese familiari e dei pensionati a livello europeo. l'ex presidente dell'organizzazione degli agricoltori tedeschi dbv e del copa (il coordinamento delle organizzazioni agricole europee) gerd SONNLEITNER e' intervenuto ai lavori convegnistici all'expo, nella veste di ambasciatore speciale dell'onu per l'impresa familiare coltivatrice. la novita' che ha riscontrato, in varie realta' estere,  e' quella dell'impresa agricola plurifamiliare, cioe' di giovani famiglie di agricoltori che uniscono le forze". "esperienza interessante - ha commentato POGGIONI - che tutto sommato riscontriamo anche in italia attraverso i contratti di rete che, anzi, sono piu' duttili e permettono di unire le forze anche con imprese di altri settori produttivi. abbiamo sempre seguito con grande attenzione e sostenuto le reti d'impresa". il diplomatico e presidente di age (la piattaforma europea per gli anziani) marjan SEDMAK ha "sollecitato politiche europee per sostenere l'invecchiamento attivo e la solidarieta' intergenerazionale nel mercato del lavoro. d'accordo SANTORI che ha ricordato come "la solidarieta' tra generazioni, in agricoltura si e' sviluppata piu' che negli altri settori. e' da valorizzare ed incentivare il ruolo svolto dagli anziani nelle realta' rurali a rischio di desertificazione per il diradarsi delle attivita' economiche ed il venir meno dei servizi sociali (uffici postali, scuole). tanti piccoli borghi sono rimasti vitali grazie all'attivita' agricola ed agrituristica degli anziani", conclude la confagricoltura. (ab)

3 giugno 2015

EXPO: COLDIRETTI, 70% ITALIANI INTERESSATI A VISITARLA

"sette italiani su dieci (70%) sono interessati a visitare l'expo nei prossimi mesi, ma la percentuale sale al 75% per adulti ed anziani e scende al 58% tra i giovani", afferma la coldiretti sulla base di un'indagine ipr marketing. dall'indagine emerge un "interesse diffuso tra le differenti aree territoriali e le diverse classi di eta' della popolazione e fa prevedere una decisa accelerazione delle presenze nei prossimi mesi", prosegue la confederazione, evidenziando che "in particolare, lungo lo stivale, sono interessati a visitare l'expo il 61% dei residenti al centro ed il 65% dei residenti al sud e nelle isole". (ab)

1 giugno 2015

ASSEMBLEA DI CONFAGRICOLTURA AD EXPO. IL PRESIDENTE GUIDI, VOGLIAMO FAR RINASCERE L'ORGOGLIO DI FARE L'AGRICOLTORE

"vogliamo far rinascere l'orgoglio di fare l'agricoltore", ha detto il presidente di confagricoltura mario guidi nella relazione all'assemblea nazionale della sua organizzazione, che si e' svolta oggi all'expo, all'auditorium di padiglione italia, sul tema "capolavori made in italy per nutrire il pianeta". al dibattito hanno partecipato la presidente di expo 2015 spa diana bracco e gli imprenditori agricoli andrea benetton, diego planeta e giulio rapetti (mogol). e' intervenuto anche il ministro delle politiche agricole, maurizio martina.  "l'esposizione universale 2015 segnera' l'agricoltura italiana dei prossimi anni: per noi e' un dovere esserci e dire la nostra", ha fatto presente il presidente. "nel nostro saper fare c'e' la possibilita' di rilanciare l'intero sistema paese. expo e' una grande ed importante opportunita' per promuovere i temi agricoli ed agroalimentari - ha osservato guidi - per ampliare il nostro raggio d'azione, su nuovi orizzonti e con nuovi interlocutori. un'occasione unica per mostrare efficienza e tecnologia e, soprattutto, e' un momento fondamentale, straordinario, per gli italiani, per gli agricoltori e anche per i rappresentanti delle imprese per valorizzare il made in italy". "stiamo coinvolgendo il piu' possibile le nostre imprese sulle iniziative in programma - ha aggiunto il presidente di confagricoltura - creando molte opportunita': il cubo multimediale che accoglie i visitatori di palazzo italia, gli eventi alla vigna di leonardo (che e' la prestigiosa location di confagricoltura fuori expo), le iniziative della ricerca al parco tecnologico padano, i convegni, gli incontri di business. molte le adesioni alle nostre proposte da parte delle aziende piu' dinamiche, che guardano all'export, alla globalizzazione, che vogliono valorizzare la loro attivita' in modo nuovo agli occhi dei consumatori". "l'esposizione universale ha ricordato a tutti che l'agricoltura e' essenziale, il tema di produrre cibo non puo' essere sminuito. finalmente si comincia a comprendere che senza agricoltura non c'e' futuro - ha proseguito guidi -. favoriamo un riposizionamento a favore del gusto del prodotto italiano, della cultura del territorio, della capacita' di produrre ed esportare. e siamo impegnati sul consolidamento e sulla modernizzazione della nostra organizzazione, dei suoi servizi, a partire dalla digitalizzazione di un sistema che sia sempre piu' efficiente e competitivo. basato, insomma, su un modo nuovo di intendere la rappresentanza". "confagricoltura - ha messo in evidenza il presidente - e' un'organizzazione contemporanea, che non rinuncia alle sue tradizioni e rappresenta imprese innovative, tecnologicamente avanzate, capaci di 'creare capolavori'. per queste imprese, per la loro crescita c'e' bisogno di un patto nuovo con la politica fondato sul rispetto reciproco dei ruoli e sull'equilibrio, non sul collateralismo".

29 maggio 2015

EXPO: COLDIRETTI PRESENTA ANALISI SU COMPARTO LATTIERO-CASEARIO. MONCALVO, FILIERA A RISCHIO

in occasione della festa del latte, svoltasi oggi all'esposizione universale, la coldiretti ha realizzato una serie di iniziative, animando il "cardo sud" insieme a una ampia delegazione di propri soci provenienti da tutte le regioni d'italia, dando vita ad un "cheese test" che ha messo a confronto i formaggi italiani "originali" con le loro copie e organizzando un dibattito con il ministro delle politiche agricole maurizio martina, l'assessore regionale all'agricoltura gianni fava, il presidente nazionale di coldiretti roberto moncalvo e quello regionale ettore prandini e il presidente di granarolo gianpiero calzolari. la confederazione ha anche presentato un proprio studio sul comparto lattiero caseario, dal quale emerge, tra le altre cose, che "dall'inizio della crisi hanno chiuso oltre diecimila stalle da latte, oltre il 60% delle quali si trovava in montagna, dove insieme alla perdita di posti di lavoro e di reddito viene anche a mancare il ruolo insostituibile di presidio del territorio, nel quale la manutenzione e' assicurata proprio dal lavoro silenzioso di pulizia e di compattamento dei suoli svolto dagli animali". "in italia - sottolinea la confederazione - sono sopravvissute appena 35mila stalle che hanno prodotto nel 2014 circa 110 milioni di quintali di latte, mentre sono circa 86 milioni di quintali le importazioni di latte equivalente". "nella forbice dei prezzi dalla stalla alla tavola c'e' spazio da recuperare per consentire ai consumatori di acquistare un prodotto indispensabile per la salute e per dare agli allevatori italiani la possibilita' di continuare a garantire una produzione di qualita' con standard di sicurezza da record", sottolinea il presidente della coldiretti roberto moncalvo. "a dimostrarlo ci sono i primi esempi significativi di gruppi lungimiranti della distribuzione e dell'industria che ci auguriamo possano essere seguiti da tutti", aggiunge. dall'analisi emerge inoltre che "negli stati uniti il 99% dei formaggi di tipo italiano sono 'tarocchi' nonostante il nome richiami esplicitamente le specialita' casearie piu' note del belpaese, dalla mozzarella alla ricotta, dal provolone all'asiago, dal pecorino romano al grana padano, fino al gorgonzola". "in questo contesto - afferma moncalvo - e' particolarmente significativo il piano per l'export annunciato dal governo che prevede per la prima volta azioni di contrasto all'italian sounding che trova nei formaggi la maggiore espressione a livello internazionale, tra tutti i prodotti agroalimentari made in italy". "occorre pero' anche cogliere l'occasione della trattativa sull'accordo di libero scambio tra unione europea e stati uniti (ttip) che - sostiene moncalvo - e' un appuntamento determinante anche per tutelare le produzioni agro-alimentari italiane dalla contraffazione alimentare e del cosiddetto fenomeno dell'italian sounding molto diffuso in usa che rappresenta il primo mercato di falsificazione dei formaggi". "a questa realta' - fa notare il presidente - se ne aggiunge pero' una ancora piu' insidiosa: quella dell'italian sounding di matrice italiana, che importa materia prima dai paesi piu' svariati, la trasforma e ne ricava prodotti che successivamente vende come italiani senza lasciare traccia, attraverso un meccanismo di dumping che danneggia e incrina il vero made in italy, perche' non esiste ancora per tutti gli alimenti l'obbligo di indicare la provenienza in etichetta". sempre sulla base della propria analisi, l'organizzazione evidenzia che "con gli ultimi riconoscimenti, salgono a 48 i formaggi a denominazione di origine protetta (dop) tutelati dall'unione europea, con l'italia che sorpassa la francia, ferma a 45, e diventa leader europeo e mondiale nella produzione casearia di qualita'". in occasione della festa del latte, "intere scolaresche sono state accolte dalle fattorie didattiche di coldiretti, che hanno insegnato ai ragazzi l'antica lavorazione del formaggio, dall'asiago alla burrata, dal ragusano al grana padano, dal burro fatto con antiche zangole fino al tomino e alla mozzarella", aggiunge la coldiretti, informando che "i maestri casari hanno spiegato le antiche tecniche di lavorazione alle nuove generazioni e, alla fine del lavoro svolto, hanno fatto degustare i loro prodotti a tutti i visitatori presenti". (ab)

29 maggio 2015 

EXPO: FEDAGRI CELEBRA LA "FESTA DEL LATTE" AL DAIRY FORUM. INTERVENTO DI ROMITI

"la 'festa del latte' indetta oggi ad expo si e' svolta anche a 150 km da milano, nel suggestivo scenario del lago di garda, dove sono riuniti, da ieri mattina, gli esperti del latte di tutto il mondo per il clal dairy forum, un summit per analizzare e discutere i principali scenari del comparto lattiero-caseario organizzato dalla societa' di consulenza specializzata clal e giunto alla quinta edizione". ne da' notizia la fedagri, informando che "alla due giorni di lavoro ha partecipato una nutrita rappresentanza della cooperazione lattiero-casearia di tutto il mondo. presente la cooperativa indiana amul, la neozelandese fonterra, che si autodefinisce una farmer owned coop, cooperativa i cui proprietari sono i 10.700 soci allevatori e che produce da sola l'86% del latte della nuova zelanda, insieme alle principali cooperative italiane che hanno preso attivamente parte al dibattito: la plac, rappresentata dal presidente baldrighi e dal vice guarneri, la cooperlat, la latteria soresina con il direttore aldo cavagnolo, la sant'angiolina, agriform con il direttore generale nisio paganin e fedagri-confcooperative, rappresentata dal direttore romiti e dal responsabile del settore isaia puddu". "uno dei temi principali al centro del summit e' stato il post quote e la volatilita' dei prezzi. la domanda mondiale di latte e' destinata a crescere: si stima un +2% sino al 2023. di contro a questo surplus produttivo - la produzione di latte in ue si attestera' tra 10 anni sui 170 milioni di tonnellate - il deficit di latte nei paesi in via di sviluppo qual cina e sud est asiatico e' destinato ancora ad aumentare", prosegue la fedagri. "se da un lato sara' indispensabile quindi puntare con forza sull'aumento della quota export delle aziende italiane ed europee, dall'altro occorrera' lavorare per difendere la redditivita' dei produttori minata specie in italia da una stagnazione dei consumi di latte", e' stato sottolineato nel corso dei lavori. "il problema che sta piu' a cuore alla cooperazione - spiega il direttore di fedagri-confcooperative pier luigi romiti - e' quello della stabilizzazione del reddito degli agricoltori. per far questo occorre abbiamo bisogno di strumenti idonei quali i fondi mutualistici e le assicurazioni e di comprendere al tempo stesso strumenti finanziari come options e futures. secondo grande obiettivo e' puntare con determinazione sull'efficientamento aziendale, che e' una sfida importante: in tale ambito, lo studio delle best practice imprenditoriali e agronomiche puo' aiutare a rendere omogenei i comportamenti delle aziende socie di una stessa cooperativa e ad abbattere al tempo stesso i costi delle cooperative rendendole piu' competitive", conclude. (ab)

29 maggio 2015 

EXPO: FAVA, FESTA DEL LATTE DEVE PORTARE BENEFICI PER SETTORE

l'assessore regionale all'agricoltura gianni fava e' intervenuto oggi alla "festa del latte" svoltasi al padiglione coldiretti all'expo, sottolineando che "quella di oggi e' un'iniziativa che deve portare benefici ad un settore che sta soffrendo". "la lombardia e' la prima regione agricola d'italia e da sola produce quasi la meta' del latte italiano", ha rimarcato fava, ricordando che "due giorni fa abbiamo dato vita al tavolo tecnico del latte, dove verranno stabilite delle regole certe". "il prezzo lo stabiliranno gli allevatori - ha concluso l'assessore - dopo le regole emerse dal tavolo". (ab)

29 maggio 2015 

EXPO: BALDRIGHI, IL 24% DEL LATTE ITALIANO TRASFORMATO IN GRANA PADANO

il "grana padano si produce esclusivamente con latte italiano, munto non piu' di due volte al giorno da bovine alimentate secondo regole precise, e lavorato esclusivamente in caldaie di rame a forma conica, da ognuna delle quali si ricavano non piu' di due forme", ha sottolineato il presidente del consorzio grana padano nicola cesare baldrighi, intervenendo ad un incontro svoltosi all'expo in occasione della festa del latte, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il commissario unico per expo giuseppe sala, il vicepresidente dell'inter javier zanetti e lo chef davide oldani. "ben il 24% di tutto il latte italiano - ha affermato il segretario generale del consorzio stefano berni - viene trasformato in grana padano, ma la sommatoria del latte prodotto dalle stalle iscritte al registro grana padano rappresenta quasi il 35% di tutto il latte italiano, visto che non tutto il latte di queste stalle viene interamente e giornalmente trasformato in grana padano. questi numeri pongono il sistema grana padano in assoluto come il primo player sul mercato del latte italiano". (ab)

29 maggio 2015

EXPO: LA COPAGRI LOMBARDIA PROPONE IL "LATTE ONESTO"

in occasione della festa del latte, la federazione regionale della copagri informa che "per tutto il mese di giugno si potra' gustare il vero sapore del latte al padiglione 'love it-copagri expo', grazie all'operazione milk for life". "il 'latte onesto' sara' in promozione al prezzo di euro 0,75 al litro, al fine di incentivare la conoscenza ed il consumo del latte italiano al 100%", spiega la federazione, sottolineando che il 'latte onesto' e' un "prodotto di alta qualita', rispettoso del territorio, raccolto ed imbottigliato in lombardia, dove gli allevamenti selezionati seguono un preciso disciplinare interno di produzione". "e' un progetto nato dalla collaborazione con l'european milk board, con lo scopo di corrispondere il giusto prezzo al consumatore, alla distribuzione, ed in particolar modo al produttore, che da anni lavora in perdita a causa delle logiche economiche schiaccianti delle grandi industrie", ricorda la copagri, spiegando che lo scopo dell'operazione e' "ridare dignita' e nuova vita all'agricoltura italiana, sostenendo i produttori attraverso la filiera corta, e conferendo il giusto valore al lavoro svolto, mediante un'onesta remunerazione". (ab)

29 maggio 2015 

EXPO: MARTINA, MIPAAF A SOSTEGNO DEL COMPARTO LATTIERO-CASEARIO

in occasione della festa del latte", svoltasi oggi ad expo, il ministro delle politiche agricole maurizio martina ha presentato le azioni del mipaaf a sostegno del settore. "puntiamo a far crescere i consumi interni - ha detto il ministro - attraverso una campagna straordinaria di comunicazione sulle qualita' nutritive del latte fresco e con operazioni mirate di promozione dei prodotti dop e igp nella grande distribuzione organizzata che partiranno a breve". "sul fronte dell'export i grandi formaggi dop italiani saranno protagonisti assoluti del piano di internazionalizzazione del made in italy che stiamo portando avanti con il ministero dello sviluppo economico", ha aggiunto.  "per il sostegno operativo e finanziario alle esportazioni dei prodotti 100% italiani, anche l'isa rafforzera' il suo impegno nelle aziende del settore", ha aggiunto martina. (ab)

29 maggio 2015

EXPO: L'11 GIUGNO FEDERUNACOMA PRESENTA LE PROPRIE INIZIATIVE

la federazione nazionale costruttori macchine per l'agricoltura federunacoma presentera', l'11 giugno all'expo, le iniziative promosse dalla federazione all'esposizione universale. la presentazione avverra' nel corso di una conferenza stampa che avra' inizio nel primo pomeriggio e "costituira' l'occasione per una riflessione sul ruolo della meccanica agricola nei processi produttivi dell'agroalimentare e sulle politiche di filiera", spiega federuncoma. l'incontro prevede anche una visita al parco della biodiversita', alla mostra "cibus e' italia" di federalimentare ed alla mostra "fab food" di confindustria. (ab)

29 maggio 2015

EXPO: UNCAI, L'8 GIUGNO A LODI L'INIZIATIVA "CROP FOR PLANET"

l'8 giugno, a partire dalle ore 16:00, alla fondazione morando bolognini di sant'angelo lodigiano, si svolgera' il primo appuntamento del fuori expo organizzato da beta ricerca in agricoltura con i contoterzisti di uncai, confagricoltura e cra cerealicoltura di lodi. ne da' notizia l'unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali, spiegando che l'iniziativa, intitolata "crop for planet", "prevede l'allestimento di un'area espositiva e prove in campo di macchinari ed attrezzature innovativi". "ci saranno alcune macchine che prendono servizio nel lodigiano - spiega giuliano OLDANI, presidente dei contoterzisti uncai di lodi, milano, como e varese - ed altre innovative che permetteranno di vedere da vicino le applicazioni dell'agricoltura di precisione, dalla sarchiatura, al diserbo, alla guida satellitare". "inoltre saranno mostrate le possibili applicazioni dei droni nelle colture, come il monitoraggio dello sviluppo vegetativo, il controllo dei fitofagi e lo stato nutrizionale e idrico delle colture. in particolare, i droni sganceranno dall'alto nei campi ovuli di tricogramma, un imenottero parassitoide che si nutre delle uova di un pericoloso parassita del mais, la piralide", aggiunge. l'appuntamento a sant'angelo lodigiano e' aperto a tutti ed e' preceduto in mattinata, per chi lo desidera, dal seminario organizzato dal parco tecnologico padano di lodi "i cereali minori per la sicurezza alimentare", rende noto l'uncai. "in un appezzamento di quasi 4 ettari - spiega nicola MINERVA, direttore generale di beta - i visitatori troveranno le 5 principali colture estensive agro-industriali (sorgo, mais, barbabietola da zucchero, girasole e soia). per ciascuna sara' mostrato il contributo del miglioramento genetico, della nutrizione e della protezione contro le principali avversita' (funghi e parassiti), attraverso cinque diverse linee genetiche e tesi distinte di nutrizione e difesa". "l'obiettivo - aggiunge oldani - e' far vedere come l'agricoltura moderna possa fornire delle soluzioni sostenibili e concrete alle necessita' alimentari mondiali sfruttando al meglio genetica, nutrizione, protezione delle piante e meccanizzazione agricola innovativa". "l'obiettivo della combinazione di questi elementi non e' solo la massimizzazione delle produzioni, ma anche dei redditi, della qualita' degli alimenti e della salvaguardia dell'ambiente", conclude. (ab)

29 maggio 2015

EXPO: CALABRIA, CONFCOOPERATIVE E BCC DALL'1 AL 7 GIUGNO A MILANO

confcooperative calabria e la federazione calabrese delle banche di credito cooperativo saranno ad expo, dal primo al 7 di giugno, per "presentare la buona cooperazione, che si oppone all'illegalita' in ogni sua forma e fa bene alle eccellenze della calabria", ne da' notizia la federazione regionale di confcooperative. "confcooperative calabria - si legge nel comunicato - porta a milano le esperienze di alcune delle piu' importanti e impattanti cooperative del territorio regionale. si parte con goel bio, costola del gruppo goel, che nel reggino tra il tirreno e lo ionio, crea valore economico e sociale impegnandosi contro la criminalita' organizzata e promuovendo pratiche eque e sostenibili. risalendo la calabria si passa per op natura, che aggrega e commercializza le eccellenze della piana di gioia tauro: kiwi, clementine e arance. nella stessa zona opera fattoria della piana eccellenza nella produzione di formaggi, ma ancor di piu' emblema di sostenibilita' con una filiera produttiva a rifiuti zero. nell'area del lametino opera la cooperativa agricola lenti che produce olio e latte di qualita', grazie alla storia della famiglia statti che la guida con lungimiranza. nel cosentino operano due colossi della cooperazione: asso.la.c. che raccoglie il 70% del latte calabrese e lo distribuisce assieme a granarolo, promuovendo la qualita' del latte calabrese e garantendo la sostenibilita' di molte aziende agricole. e cotrapa 2000, che tramite gias spa, trasforma i prodotti della terra in prelibatezze surgelate da gustare tutto l'anno, con un controllo della filiera che parte dai campi, grazie al rapporto stretto con le cooperative agricole del territorio", aggiunge la confcooperative. (ab)

29 maggio 2015

MARTINA E CALENDA PRESENTANO IL "MARCHIO OMBRELLO" DEL MADE IN ITALY

una bandiera italiana con tre onde sopra la scritta "the extraordinary italian taste" e' il nuovo "marchio ombrello" per il made in italy alimentare. il marchio non contrassegnera' singoli prodotti, ma sara' presente sugli scaffali della grande distribuzione organizzata all'estero, nelle fiere internazionali, nelle campagne di comunicazione e promozione. l'obiettivo dichiarato e' quello di valorizzare le produzioni di eccellenza, sostenere la penetrazione dei prodotti italiani e contrastare il fenomeno dell'italian sounding. il marchio e' stato presentato ad expo dal ministro delle politiche agricole maurizio martina e dal viceministro allo sviluppo economico carlo calenda. "da oggi l'agroalimentare italiano - ha spiegato martina  - sara' piu' forte e piu' riconoscibile sui mercati internazionali. finalmente abbiamo un segno distintivo unico che aiutera' consumatori ed operatori ad identificare subito le attivita' di promozione dei nostri prodotti". i costi del "segno unico" sono a carico del "piano straordinario per il made in italy", che ha una dotazione di 260 milioni di euro di cui il 25% destinato all'agroalimentare.

28 maggio 2015 

EXPO: MIPAAF, DOMANI LA "FESTA DEL LATTE"

il ministero delle politiche agricole rende noto che domani, venerdi' 29 maggio, si svolgera', all'esposizione universale di milano la "festa del latte", la prima delle 12 "feste di expo milano 2015" organizzate da mipaaf ed expo, che si terranno, ognuna dedicata ad un particolare tema, fino al 19 ottobre. "per l'intera giornata di domani, nello spazio espositivo, sono previste degustazioni e momenti di approfondimento per coinvolgere i visitatori alla scoperta di questo alimento e delle sue proprieta' nutritive", spiega il mipaaf. (ab)

28 maggio 2015

EXPO: COLDIRETTI, DOMANI INCONTRO SU FUTURO LATTE CON MARTINA, MONCALVO, CALZOLARI, PRANDINI

"l'ultimo anno di applicazione del regime delle quote latte - sottolinea la coldiretti - lascia un pesante ricordo poiche' trovano purtroppo conferma le previsioni di splafonamento rispetto alla quota nazionale, che saranno oggetto di approfondimento nella giornata ufficiale dedicata al latte promossa da expo e dal mipaaf, che iniziera' domani alle ore 10:00 al padiglione della coldiretti, all'inizio del cardo sud". la confederazione, sulla base di propria analisi, evidenzia che "sono in arrivo nuove multe per decine di milioni di euro per il superamento da parte dell'italia del proprio livello quantitativo di produzione assegnato dall'unione europea, dopo cinque annualita' in cui nessuna sanzione e' stata pagata dagli allevatori italiani". dall'analisi emerge inoltre che "il dato aggregato dei 12 mesi di produzione della campagna 2014/2015, elaborato da agea, risulta in notevole aumento rispetto alla campagna scorsa (+2,23%) con un incremento in valori assoluti che si posiziona a 2,409 milioni di quintali, per un totale di 110 milioni di quintali". "in attesa che agea avvii la fase di calcolo della compensazione/restituzione, nel rispetto delle priorita' previste, si svolgera' ad expo un incontro sul futuro del latte italiano dopo le quote, le esportazioni e la difesa delle eccellenze, con la partecipazione, tra gli altri, del ministro delle politiche agricole maurizio martina, dei presidenti di coldiretti roberto moncalvo, granarolo gianpiero calzolari e coldiretti lombardia ettore prandini", ricorda l'organizzazione, rimarcando che l'incontro sara' preceduto da un "inedito 'cheese test' con la prima storica sfida tra i grandi formaggi italiani delle diverse regioni, come il grana padano, l'asiago, il provolone ed il pecorino e gli incredibili tarocchi venduti con lo stesso nome in tutto il mondo e smascherati con il contributo dell'osservatorio agromafie". in occasione dell'incontro verra' presentato un "inedito studio" della coldiretti sulle nuove insidie al made in italy, dal quale emerge, tra le altre cose, che "il 99% dei formaggi di tipo italiano in usa sono prodotti in wisconsin, california" ed altri stati americani. "l'arrivo delle nuove multe, il bilancio del regime delle quote latte e le misure per affrontare il futuro previste dal decreto agricoltura, i primati e le minacce per il settore lattiero caseario, ma anche le iniziative di finanza innovativa per salvare la filiera made in italy sono al centro dell'incontro", conclude la coldiretti. (ab)

28 maggio 2015

EXPO: GIORNATA DEL LATTE, BIODIVERSITA' ANCHE PER LATTE E FORMAGGI, AFFERMA PAGNI (CIA)

la cia-confederazione italiana agricoltori "partecipa attivamente alla giornata del latte organizzata per domani all'expo" e "nello spazio del biodiversity park le aziende associate alla confederazione presenteranno i formaggi di alpeggio sia vaccini che caprini e daranno dimostrazione in diretta della 'filatura' della mozzarella, che prima di essere un processo produttivo e' un sapere artigiano, ma ancora di piu' in rito della nostra civilta' rurale", rende noto la confederazione, sottolineando che "l'italia e' l'unico paese che abbia codificato la produzione di formaggi a pasta filata". "la giornata del latte - afferma il vicepresidente vicario della cia cinzia pagni - e' per noi l'occasione di ribadire con forza i punti qualificanti della nostra azione: la biodiversita' per la qualita', l'agricoltura multifunzionale e come custode dell'ambiente che significa nel caso del latte la difesa degli ambiti di pascolo e l'affermazione del benessere animale, oltre che il recupero della biodiversita' zootecnica, la valorizzazione delle filiere per assicurare il giusto reddito alle imprese agricole". "noi siamo consapevoli che senza biodiversita' non c'e' qualita', senza qualita' non c'e' valore, senza filiera non c'e' reddito. e con orgoglio oggi diciamo che il nostro latte e' biodiverso. e da qui bisogna ripartire per ridare valore alla filiera lattiero-casearia", aggiunge. nella giornata del latte la cia "ripropone la necessita' di tutelare e ampliare il valore della nostra zootecnia, soprattutto di quella di montagna, spostando l'accento dalla quantita' alla qualita'". "l'italia - evidenzia l'organizzazione - e' il paese che vanta il piu' ampio numero di formaggi (sono 380 quelli censiti) e il paese che ha piu' formaggi protetti da dop (42) tra i quali campioni del made in italia come il parmigiano reggiano, il grana padano, l'asiago,  il provolone, il gorgonzola, i pecorini. ma e' anche il solo paese che produce pasta filata (mozzarella, fiordilatte, provolone, scamorza) e quello con il maggior numero di formaggi ovicaprini. questo patrimonio e' frutto proprio della biodiversita'. sono i diversi ambienti di pascolo degli animali, ma anche i microclimi di affinamento dei formaggi, sono le diverse razze presenti in italia che hanno determinato questa 'antologia di eccellenze' che l'abilita' degli agricoltori ha trasformato in ricchezza culturale, in sapienza del fare e in valore economico". "la filiera lattiero casearia in italia vale all'incirca 15 miliardi, ma accanto ai giganti produttivi sono moltissime le microimprese che custodiscono e perpetuano produzioni ad altissimo valore aggiunto sia materiale che immateriale. e la biodiversita' e' il prerequisito perche' tutto questo si mantenga e si sviluppi", continua la confederazione. "biodiversita' significa ritrovare e perpetuare il valore della giornata di latte, quando si compravano i formaggi a seconda di dove avevano pascolato gli animali, biodiversita' significa mantenere i valori delle transumanze, biodiversita' significa ottenere latti con valori nutrizionali piu' elevati, biodiversita' significa tutelare, recuperare e rilanciare le razze antiche per incrementare la qualita' dei formaggi. come e' il caso, ad esempio, della vacca burlina o della rossa reggiana, delle pecore amiatine o delle capre nane. su questo fronte la cia e' da sempre impegnata e su questo fronte le aziende della cia hanno dato uno straordinario contributo. sia perche' attraverso la filiera completa allevamento-trasformazione-agriturismo, moltissime realta' produttive hanno trovato migliore redditivita' e mantenuto il presidio agricolo, anche a tutela dell'ambiente, sia perche' sono state riattivate filiere produttive ormai in via di esaurimento e sono state recuperate razze in via di estinzione. e' il caso, per esempio, del latte di asina che e' tornato ad essere prodotto sia per l'alimentazione che per la cosmesi, e' il caso del latte di bufala maremmana o sarda, e' il caso, sempre in montiferru, del recupero del bue rosso per la produzione del casizzolu, e' il caso della grigia alpina o della pezzata di oropa o della sarda-modicana tra le vacche, dell'argentata dell'etna o della  garfagnina tra le capre, ancora della cadorina, della casentinese e della carnica tra le pecore", sottolinea la cia. "e' questo il latte biodiverso della confederazione di cui all'expo si avra' compiuta rappresentazione. ma un latte che pone la questione centrale del recupero del valore della zootecnia non come mera produzione di quantita' di latte ma come qualificazione del valore del mondo rurale e del suo ambiente", conclude la cia. (ab)

28 maggio 2015

EXPO: FEDAGRI CAMPANIA, GRANDE SUCCESSO "SAPORI COOPERATIVI"

la fedagri campania sottolinea il "gran successo" dei cooperatori che all'expo milano "stanno vivendo la loro settimana da protagonisti negli spazi di cascina triulza e che ieri, sul far del tramonto, hanno tenuto due degustazioni di seguito, di un'ora ciascuna". "ad oggi, 28 maggio, sono piu' di 300 gli avventori che in quel lasso di tempo si sono assiepati davanti allo stand della fedagri confcooperative campania per assaggiare gli oli, i pomodori, i sott'oli, i vini", prosegue la federazione, asserendo che si tratta di un "trionfo inaspettato, ma sperato, per i prodotti cooperativi agroalimentari campani". "stasera, 28 maggio, dalle 19:00, e' previsto un aperitivo cooperativo che omaggia, attraverso sapori e odori, la nostra terra e le imprese cooperative. venerdi' 29 maggio e' in calendario un doppio appuntamento, uno alle 12 con vino e formaggio e un altro dalle 19:00, quando sul pane biscottato verranno serviti pomodoro san marzano dop e olio delle colline salernitane. si continua sabato 30 maggio, dalle 12:00, con un aperitivo. il menu prevede cime di rapa della valle del sarno, olio delle colline salernitane e pomodorini", conclude la fedagri. (ab)

28 maggio 2015 

EXPO: ZARI (CONAF), DOMANI "GIRO D'ITALIA" DEI FORMAGGI GUIDATO DAGLI AGRONOMI

domani, in occasione della giornata del latte all'expo, si svolgera' un "giro d'italia dei formaggi guidato dagli agronomi nell'appuntamento della fattoria globale, il padiglione degli agronomi mondiali". ne da' notizia il conaf, precisando che durante l'iniziativa, la quale si svolgera' dalle ore 10:30 e sara' intitolata "le fattorie zootecniche in italia: viaggio attraverso le regioni per la ricerca delle innovazioni nel settore lattiero caseario", "saranno illustrati la filiera lattiero casearia ed i progetti attivi in diverse regioni, dal piemonte alla lombardia, dal veneto alle marche, all'abruzzo, fino a calabria, sicilia e sardegna". "evidenzieremo la filiera del latte - spiega la vicepresidente del conaf e communications manager waa-conaf rosanna zari - analizzandone le criticita' e gli aspetti positivi, anche alla luce dei nuovi scenari globali e degli accordi internazionali in corso, che inevitabilmente avranno ricadute sull'intero settore zootecnico. la discussione partira' dalla zona di produzione e dal prodotto o progetto che si intende presentare, cercando di declinarne le peculiarita'; ma tenendo conto degli indicatori (biodiversita', sicurezza alimentare, sostenibilita') che gli agronomi hanno identificato per la valutazione delle fattorie del mondo che sono la cellula base del territorio di ogni paese", aggiunge. "nel pomeriggio, dalle ore 15:30, si terra' sotto la guida dell'agronomo gian mauro mottini, una degustazione guidata dei prodotti caseari offerti dalle aziende partecipanti alla festa del latte", informa il conaf. e' possibile seguire l'iniziativa dalle ore 10:30 su http://goo.gl/eifqlg. (ab)

28 maggio 2015

EXPO: CIA TOSCANA PRESENTA "GIORNATE DELL'AGRITURISMO TOSCANO"

la federazione regionale della cia-confederazione italiana agricoltori ha presentato oggi all'expo le "giornate toscane dell'agriturismo", che si terranno nell'ultima settimana di settembre in tutta la regione. "la toscana con oltre 4.100 strutture e' la prima regione agrituristica italiana", sottolinea la cia, evidenziando che si tratta di un "settore che vede in prima fila i giovani, le donne, innovazione e multifunzionalita'. simbolo di un'agricoltura moderna che guarda al futuro con professionalita' e qualita'". "le giornate toscane dell'agriturismo - ha spiegato anna maria DINI, coordinatrice cia toscana in expo - saranno precedute da una iniziativa che si terra' alla meta' di settembre nel centro storico di firenze, dove gli agriturismi di turismo verde presenteranno le loro offerte, le loro attivita' e produzioni. ci saranno laboratori per adulti e bambini (fare il formaggio, il pane, la pasta), degustazioni di prodotti tipici di qualita'. si potra' quindi avere un assaggio - ha aggiunto - di cio' che un soggiorno in agriturismo puo' rappresentare: ambienti naturali, contatto con gli animali, conoscenza delle tradizioni, cibi genuini, vita a contatto con gli agricoltori. si potra' insomma vivere l'emozione di 'diventare agricoltore per un giorno' in citta', per poi vivere direttamente l'esperienza e una vacanza in agriturismo", ha concluso. "offerta variegata e multifunzionale, in paesaggi unici al mondo che vanno dalla collina alla costa tirrenica fino alle montagne appenniniche. le attivita' in agriturismo sono per tutti i gusti: poter partecipare alla vendemmia o alla raccolta delle olive fino ai corsi di cucina, imparare a fare il formaggio guidati da un casaro; e poi escursioni a cavallo fino alle degustazioni di vini, formaggi, oli extravergine", sottolinea la cia. "l'agriturismo e' un settore fondamentale per l'economia agricola della nostra regione", ha detto il direttore regionale della cia giordano PASCUCCI, evidenziando che la federazione "e' da sempre in prima linea in questo ambito". "l'agriturismo e' il futuro della nostra agricoltura e il futuro dei giovani imprenditori agricoli, che possono differenziare le produzioni e quindi il reddito della loro azienda agricola", ha rimarcato. "i nostri agriturismi - ha affermato il presidente regionale di turismo verde alessio GUAZZINI - sono un esempio positivo ed un modello in italia e nel mondo, di turismo rurale sostenibile. rappresentano il fiore all'occhiello dell'agricoltura toscana, la multifunzionalita', la tipicita' delle produzioni". (ab)

28 maggio 2015

EXPO: DA DOMANI A PIAZZA IRPINIA INIZIATIVA "MOTHER CHEF"

prendera' il via domani, nello spazio piazza irpinia all'expo, l'iniziativa "mother chef", che - si legge in un comunicato - rappresenta un "confronto generazionale ai fornelli che racconta le eccellenze gastronomiche dell'irpinia con un viaggio che, partendo dagli insegnamenti culinari delle nonne, sconfina nell'innovazione e nella modernita'". "ad inaugurare il singolare ciclo di iniziative in piazza irpinia sara', domani dalle ore 18:00, il giovane ed emergente chef di montoro antonio petrone che, accompagnato dalla mamma, anna frallicciardi, si cimentera' nella preparazione del baccala' alla pertecaregna, uno dei must della cucina irpina", prosegue il comunicato, evidenziando che "mother chef punta ad evidenziare come la gastronomia abbia un forte valore di appartenenza territoriale, di tradizioni, di memorie familiari". "ecco allora - prosegue il comunicato - che la mamma di antonio petrone si impegnera' nella preparazione del baccala' seguendo la tradizione, la ricetta che si tramanda di madre in figlia nel rispetto di usi che non mutano con il trascorrere del tempo, filo indissolubile di una cultura popolare che attraversa le generazioni. di contro, il giovane chef montorese proporra' una versione aggiornata dello stesso piatto, seguendo i dettami della modernita', di un'esperienza di gusto che, partendo dagli stessi ingredienti, prova a rispondere alle esigenze di palati che, pur non volendo rinunciare ai sapori di un tempo, vogliono essere intrigati da nuove esperienze sensoriali". "lo showcooking sara' accompagnato dalla proiezione di un video, curato da antonello carbone, che racconta le storie dei due protagonisti", conclude il comunicato. maggiori informazioni su http://goo.gl/5rcZhE. (ab)

28 maggio 2015 

EXPO: INCONTRO PUBBLICO AIEL E CIA SU CIBO E ENERGIA

"una valida alternativa ai carburanti fossili non puo' essere costituita da grandi estensioni a seminativi da avviare alla produzione di biocarburanti, ma organizzare gruppi di agricoltori per produrre biogas da destinare alla cogenerazione o all'autotrazione, attraverso effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali, colture da integrazione, e' sicuramente una strada giusta da perseguire", afferma l'associazione italiana energie agroforestali. di questi temi, l'aiel, in collaborazione con la cia, parlera' all'expo di milano, mercoledi' 9 settembre, in un incontro pubblico intitolato "cibo ed energia: nuovi equilibri per l'agricoltura del futuro".

28 maggio 2015 

EXPO: PONTIFICIO CONSIGLIO GIUSTIZIA E PACE E COLDIRETTI PRESENTANO "TERRA E CIBO"

e' stato presentato oggi nel padiglione della coldiretti all'expo il libro "terra e cibo" del pontificio consiglio della giustizia e della pace, dicastero della santa sede. alla presentazione ha fatto un seguito un incontro al quale sono intervenuti, tra gli altri, il cardinale peter k.a. turkson, presidente del pontificio consiglio della giustizia e della pace; roberto moncalvo, presidente della coldiretti; maurizio martina, ministro delle politiche agricole; attilio galimberti, membro della presidenza internazionale dell'ordine francescano secolare e della commissione interfrancescana giustizia pace integrita' del creato; tebaldo vinciguerra, officiale del pontificio consiglio della giustizia e della pace responsabile delle questioni ecologiche e di sviluppo, che ha moderato l'incontro. in occasione dell'iniziativa la coldiretti ha inoltre presentato un proprio studio, realizzato sulla base degli andamenti al chicago board of trade, sull'impatto delle speculazioni sul cibo, dal quale tra l'altro emerge che "le speculazioni sulla fame hanno bruciato nel mondo circa 50 miliardi di dollari nell'ultimo anno solo per il grano, con le quotazioni internazionali che sono crollate del 29%, da 7 dollari per bushel (0,25 dollari al chilo) dello scorso anno a poco piu' di 5 dollari per bushel (0,18 dollari al chilo) attuali, ma a diminuire del 27% nell'ultimo anno sono anche i prezzi del mais e del 25% quelli della soia". "l'andamento delle quotazioni dei prodotti agricoli e' fortemente condizionato dai movimenti di capitale che si spostano con facilita' dai mercati finanziari a quelli delle materie prime come il petrolio, dai metalli preziosi fino a grano, mais e soia", ha affermato MONCALVO, evidenziando i "limiti di un modello di sviluppo intensivo e globalizzato, che ha declassato il cibo a merce di scambio anonima e indifferenziata". "gli effetti negativi della speculazione sono precisamente uno dei temi su cui si sofferma terra e cibo", ha spiegato TURKSON, facendo notare che "la chiesa, avendo a cuore il benessere integrale di ogni persona, di ogni famiglia, di ogni comunita' e nazione, dell'intera famiglia umana, una generazione dopo l'altra, ha una parola da dire su 'nutrire il pianeta' e su 'energia per la vita', temi dell'expo". MONCALVO  ha osservato come si stia "sopravvalutando l'incidenza e la risolutivita' delle nuove tecnologie come gli ogm e nello stesso tempo subiamo le conseguenze di uno sfruttamento fuori ogni controllo delle terre per la produzione di biocombustibili soprattutto nei paesi poveri con l'accumulo di un drammatico ritardo nel garantire una giusta alimentazione e ben 57 paesi su 129 che non hanno raggiunto l'obiettivo di dimezzare la fame entro il 2015, fissato dall'onu nel 2000, con oltre 800 milioni di persone che soffrono la fame". "questo e' anche il risultato di una grande volatilita' dei prezzi influenzata da speculazioni che spesso non hanno nulla a che fare con la reale situazione di mercato, ma che impediscono la programmazione e la sicurezza degli approvvigionamenti in molti paesi ed alimentano - ha aggiunto moncalvo - il paradosso dell'abbondanza denunciato da papa francesco proprio nel suo messaggio ad expo". "una disattenzione verso il valore del cibo che - ha continuato il presidente - e' purtroppo confermata dal fatto che un terzo del cibo prodotto nel mondo viene sprecato per un totale di 1,3 miliardi di tonnellate che sarebbero ampiamente sufficienti a sfamare la popolazione che soffre di fame, tra le 670 milioni di tonnellate perse nei paesi industrializzati e le 630 milioni di tonnellate in quelli in via di sviluppo". "la lotta alla fame dunque si combatte ripensando 'a fondo il sistema di produzione e di distribuzione del cibo' come ci ha stimolato a fare papa francesco nell'udienza che ci ha recentemente concesso in occasione del 70° anniversario dalla fondazione della coldiretti", ha ricordato il presidente, rimarcando che "l'appello di papa francesco ci conforta nel nostro impegno per dare un adeguato riconoscimento economico e sociale del lavoro nei campi, dove pesano gli effetti di una globalizzazione senza regole che favorisce lo sfruttamento, la speculazione sul cibo e sottopaga i prodotti della terra". "in questo contesto l'expo e' una enorme occasione per perseguire a livello globale un modello di sviluppo sostenibile attento all'ambiente che garantisca un sistema di tutela sociale ed economica in grado di assicurare un futuro all'agricoltura e un cibo sicuro e accessibile a tutti, in italia e nei paesi piu' poveri", ha detto, concludendo che "con il loro lavoro gli imprenditori agricoli italiani hanno costruito una agricoltura di straordinaria qualita', con caratteri distintivi unici, con una varieta' e un'articolazione che non ha uguali al mondo" e "questo know how replicabile in ogni parte del pianeta e' il contributo della coldiretti per affrontare la lotta alla fame nei paesi piu' poveri". TURKSON ha esortato "numerosi attori ad interrogarsi sui loro doveri e sulle loro responsabilita'". "quali sono i doveri e le responsabilita' dei governi riguardo alla situazione di fame nel mondo?", ha chiesto. il cardinale, "spiegando che responsabilita' puo' significare sia colpa sia compito, ha passato in rassegna le responsabilita' degli imprenditori, dei comunicanti e dei pubblicitari, degli educatori delle famiglie e dei singoli che consumano alimenti". GALIMBERTI, intervenuto a nome di franciscans internationals, ha asserito che "non si puo' pensare di sfamare il pianeta se non si sconfigge prima l'accaparramento delle terre attuato da parte dei paesi sviluppati e delle economie emergenti a danno dei piu' poveri". "l'accaparramento delle risorse naturali e' stato fortemente condannato da benedetto XVI, ed e' anche analizzato e condannato nel libro terra e cibo, cosi' come in una precedente riflessione del pontificio consiglio, energia, giustizia e pace", ha evidenziando, facendo notare che "l'attuale ed allarmante corsa all'accaparramento delle terre nasconde una forma odiosa di sfruttamento della terra, del territorio e delle popolazioni locali, che rischia di instaurare di nuovo e con una forma nuova e piu' insidiosa, il colonialismo nel sud del mondo". "la maggior parte di queste acquisizioni non sono legittime, perche' non tengono conto dei diritti economici, sociali e culturali delle popolazioni locali, dei piccoli contadini, delle popolazioni indigene, delle donne e dei bambini per i quali l'unica forma di sopravvivenza e' data dai frutti di quella terra che viene loro brutalmente sottratta", ha osservato. "per far fronte a questa crisi di valori, a un mercato globalizzato e incontrollato che punta solo al profitto selvaggio - ha concluso galimberti - l'unica soluzione e' quella di ricentrare il mercato ed il business attorno ai diritti umani e alla natura. uno sviluppo che non rispetti i diritti umani non ci portera' lontano". VINCIGUERRA ha "esortato a mantenere sempre alto l'impegno per la dignita' umana e per le sue implicazioni, ed a tenere sempre a mente due interrogativi: quale pianeta lasceremo alla future generazioni, ma anche quali generazioni lasceremo al pianete, esortando cioe' a preoccuparsi del fattore umano, senza limitarsi a quello tecnologico o a pretendere di risolvere le sfide ambientali senza aver allo stesso tempo cura della cosiddetta ecologia umana". BONO VOX degli u2, in un videomessaggio inviato all'incontro, ha detto: "papa francesco, la vostra solidarieta' con i piu' vulnerabili ha davvero ispirato me e tanti di noi, aldila' delle parole, aldila' della musica, e vogliamo lavorare con voi, per voi, su questo. sono pronto a rimboccarmi le maniche, sono pronto a camminare, sono pronto ad affrontare le strutture di poverta' ed indifferenza che intrappolano i piu' poveri nella poverta', nell'ingiustizia e nella fame". il cantante irlandese ha esortato la platea a supportare il rinnovato giubileo al quale chiama sua santita' papa francesco: "sinistra e destra, ricchi e poveri, tutti i popoli, tutte le religioni potrebbero lavorare come uno solo su questo tipo di cosa. una famiglia umana, con cibo per tutti", ha concluso, sottolineando la necessita' di "lottare" contro la corruzione e per stanziamento di fondi a favore di donne e ragazze. (ab)

28 maggio 2015

EXPO: VIDEOMESSAGGIO DI BONO VOX PER LA PRESENTAZIONE DI "TERRA E CIBO"

in occasione della presentazione del libro "terra e cibo" del pontificio consiglio della giustizia e della pace, dicastero della santa sede, svoltasi oggi nel padiglione della coldiretti all'esposizione universale di milano, e' stato proiettato un videomessaggio di bono vox degli u2. di seguito il testo integrale del messaggio: "eminenza, signore e signori, mi chiamo bono, il mio nome e' bono sono molto dispiaciuto di non essere con voi oggi. ma il mio lavoro quotidiano mi occupa molto attualmente, gli u2 sono in tourne'e negli stati uniti ma verremo nel bellissimo paese che abitate piu' avanti nell'anno. aspetto questo momento. sono molto molto onorato di parlare con voi oggi, ecco perche': radunati in questa stanza, vi ricordate che ci fu una volta un'alleanza fra la comunita' musicale e la comunita' di fede, e questo era molto speciale, davvero la chiesa cattolica era al centro di questo, e quel movimento venne chiamato giubileo 2000 cancella il debito, se lo pronuncio bene. era il giubileo 2000. lascia perdere il debito. sono certo che ve lo ricordate. era davvero un fantastico ed importante momento nelle vite di molti di noi. la cancellazione del debito per iniziare un nuovo millennio. una bellissima idea, penso un'idea dataci da dio, ed era un'idea cosi' potente, che le persone lavorarono insieme indipendentemente dalle ideologie, attraverso gli oceani, e alla fine la realizzarono, fecero si' che accadesse. e voi ragazzi, avete alzato la voce e guidato un movimento globale di giubileo e insieme abbiamo fatto in modo che i politici - di solito non interessati da questa questione - prestassero attenzione e, ancora piu' importante, agissero, e questa azione porto' alcuni significativi cambiamenti. per esempio, penso che quasi 100 miliardi di dediti africani furono cancellati. globalmente circa 126 miliardi di debiti cancellati. risorse vennero rese disponibili per mandare i bambini a scuola, tantissimi bambini. per migliorare la sanita'. e quella campagna riusci' a creare un movimento piu' grande, una sorta di gruppo di supporto transatlantico non partigiano che ando' oltre la cancellazione del debito per chiedere aiuti migliori, piu' efficaci, per le persone piu' povere nel mondo. e crediamo che questo venne realizzato dagli insegnamenti della chiesa cattolica sulla giustizia sociale. anche di altre chiese. fu un momento stupefacente. altri 57 milioni di bambini andarono a scuola in africa. piu' di 9 milioni di africani e 13,5 milioni globalmente ora hanno accesso a medicine per l'aids. e' straordinario. ci sono, annualmente, 3 milioni di bambini in meno che muoiono per cause prevenibili, rimediabili. wow! allora ecco la mia domanda per voi: le persone intorno a voi lo sanno? chi lo sa? c'e' forse uno di noi che ha davvero smesso di riflettere, di meditare su quanto accaduto? perche' credo sia incredibilmente importante che la chiesa cattolica sappia cosa venne compiuto sotto la sua guida, perche' credo che questo puo' aiutarci a ripetere questo tipo di iniziativa. possiamo avere una rinascita di questo momento adesso. non sarebbe grandioso? poiche' uniti come un mondo solo, una famiglia umana, possiamo costruire sul successo del giubileo 2000, in modo da supportare il rinnovato giubileo al quale chiama sua santita' papa francesco con il cardinale turkson, sinistra e destra, ricchi e poveri, tutti i popoli, tutte le religioni potrebbero lavorare come uno solo su questo tipo di cosa. una famiglia umana, con cibo per tutti. sapete di cosa sto parlando. questa e' davvero una cosa importante e, a tutti voi riuniti, so che e' importante. se non vi dispiace fate pervenire un messaggio, un umile messaggio a sua santita', a papa francesco, di cui sono un grande fan, chi non lo e'? papa francesco, la vostra solidarieta' con i piu' vulnerabili ha davvero ispirato me e tanti di noi, aldila' delle parole, aldila' della musica, e vogliamo lavorare con voi, per voi, su questo. sono pronto a rimboccarmi le maniche, sono pronto a camminare, sono pronto ad affrontare le strutture di poverta' ed indifferenza che intrappolano i piu' poveri nella poverta', nell'ingiustizia e nella fame. questo e' un messaggio che il g7 e tutti i dirigenti mondiali devono ascoltare. come saprete, nelle prossime settimane i dirigenti del g7 si riuniscono in germania. i dirigenti d'africa si riuniscono a johannesburg. poi, tutte le nazioni si riuniscono ad addis abeba, per decidere come questa incredibile somma, miliardi di dollari di aiuti verranno spesi nei prossimi quindici anni. attualmente solo un terzo degli aiuti arriva alle nazioni piu' povere e la corruzione succhia questi scarsi fondi, succhia cibo e medicine dai popoli piu' poveri del pianeta. dobbiamo sconfiggere la corruzione. cambiera'. le cose stanno cambiando. ma se possiamo trovare i fondi per rafforzare i piu' poveri del mondo, particolarmente bambine e donne, le cose cambieranno per davvero. se possiamo sostenere la loro lotta per sconfiggere la poverta' e la fame, possiamo tutti condurre verso una vita in dignita'. e' tutta la nostra dignita' che e' il ballo, non e' forse cosi'? grazie mille per avermi ascoltato. non eravate tenuti a farlo. grazie per avermi accolto per questo momento. che dio vi benedica". (ab)

28 maggio 2015

EXPO: ASSOCIAZIONE MONDIALE AGRONOMI E CONAF NOMINATI ADVISOR SCIENTIFICI CLASS EXPO PAVILLION HERITAGE AWARDS

"l'associazione mondiale degli agronomi (wwa) ed il consiglio dell'ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali sono da oggi advisor scientifici del class expo pavillion heritage awards, il premio per i padiglioni dell'expo 2015 che lasceranno la piu' importante eredita' all'umanita' sui temi dell'esposizione universale". ne da' notizia il conaf, ricordando che "gli agronomi, i quali sono presenti all'esposizione universale di milano con un padiglione denominato fattoria globale, mapperanno tutti i padiglioni di expo milano 2015 e, nel corso del congresso mondiale della categoria, che si terra' presso dal 14 al 18 settembre, esprimeranno i loro giudizi di merito relativamente alla carica scientifica e agronomica dei diversi padiglioni, classificandoli secondo indici relativi alla capacita' di innovare, alla capacita' di ricerca e alla fruibilita' estesa". "come world association of agronomists, aderiamo con grande entusiasmo al classexpo pavilion heritage awards", sottolinea il partecipants director andrea sisti. "fino al congresso mondiale degli agronomi che si terra' nel mese di settembre e durante tutti i nostri eventi che si terranno a expo, agronomi italiani e provenienti da tutto il mondo visiteranno tutti i padiglioni dell'esposizione universale per analizzare con cognizioni scientifiche e professionali i parametri agronomici e di ricerca ed innovazione presenti nei padiglioni, anche in relazione all'agricoltura del paese. gli indicatori saranno principalmente quelli utilizzati per la nostra 'fattoria globale': dalla biodiversita', alla sostenibilita' e produttivita', senza dimenticare gli aspetti dei cambiamenti climatici", conclude. "le valutazioni espresse dagli specialisti costituiranno la base scientifica di rilievo per la valutazione complessiva di ogni padiglione. i giudizi verranno messi a disposizione della giuria internazionale che avra' il compito di decretare i vincitori dell'awards, premio che ha come finalita' la valorizzazione del'impegno dei partecipanti nell'organizzazione e nella comunicazione dei contenuti di padiglioni e cluster, sia nel sito di expo 2015 che in forma digitale, di evento e di produzione per stampa e televisione", conclude il conaf. (ab)

22 maggio 2015

EXPO: LA COLDIRETTI PRESENTA IL "PRIMO SCRIGNO SEMI 2.0" PER LA GIORNATA BIODIVERSITA'"

in occasione della giornata mondiale della biodiversita', la coldiretti ha presentato ad expo lo "scrigno dei semi perduti con varieta' a rischio di estinzione da seminare nel proprio orto per contribuire alla salvaguardia della biodiversita' ", informa la confederazione, sottolineando che l'italia festeggia questa giornata "con 1200 vitigni autoctoni contro i 222 dei cugini francesi, ma anche con 533 varieta' di olive contro le 70 spagnole, grazie al lavoro quotidiano degli agricoltori". la coldiretti - informa un comunicato - "ha distribuito gratuitamente un vero e proprio kit in un cofanetto che contiene una vaschetta di terra, 10 tipologie di semi della biodiversita' italiana: lo spinacio riccio d'asti, il peperone sigaretta di bergamo, il cetriolo tortarello abruzzese, la catalogna puntarella di galatina, il broccolo calabrese natalino, la cicoria mantovana, la cipolla di bassano, la melanzana violetta di firenze, il pomodoro pantano romanesco, la bietola barese". "si tratta di uno strumento innovativo per imparare, con il supporto delle nuove tecnologie, a coltivare il proprio orto e contribuire alla salvaguardia della biodiversita' italiana da lasciare alle generazioni future", prosegue l'organizzazione, spiegando che "attraverso il codice qr presente all'interno di ogni cofanetto si potra' accedere al sito internet www.loscrignodeisemi.it ed iniziare la propria esperienza di contadino 2.0". "attraverso una semplice registrazione gli utenti riceveranno via mail, su pc, tablet o smartphone tutte le informazioni necessarie a compiere le giuste azioni quotidiane per far crescere e germogliare il proprio orto italiano", spiega ancora la confederazione, precisando che "l'iniziativa e' frutto della collaborazione tra coldiretti e grow the planet, una start up innovativa italiana incubata da h-farm e con il contributo di consorzi agrari d'italia". (ab)

22 maggio 2015

EXPO: PIECE TEATRALE DI AGROFARMA SUL CIBO. INTERVENTO DI BOSELLI (CONFAGRI)

si e' svolta questa mattina, nell'ambito di expo, una performance di cine-teatro intitolata "la mela della discordia. una cena in-sostenibile", promossa da agrofarma e portata in scena dalla compagnia teatrale quelli di grock. si tratta - sottolineano gli organizzatori - di un percorso di riflessione sui temi piu' dibattuti dello scenario agricolo e agroalimentare. a seguire una tavola rotonda alla quale ha partecipato, fra gli altri, il delegato expo di confagricoltura antonio boselli. questi ha affermato che "occorre procedere verso sistemi produttivi piu' efficienti perche' quasi un terzo della produzione agricola mondiale e' perduta nelle diverse fasi dalla terra alla tavola". ad avviso del rappresentante di confagricoltura, bisogna "investire" sulla ricerca: "i fondi europei gia' ci sono, bisogna saperli captare e focalizzarli su progetti mirati. l'italia ha come obiettivo per 'europa 2020' di spendere l'1,53% del pil in ricerca ed innovazione, mentre non pochi paesi hanno scelto di spendere il 3% del loro pil, praticamente il doppio", ha detto.

22 maggio 2015

EXPO: GUIDI (CONFAGRI), SI' A TRACCIABILITA' DIGITALE LAVORIAMO PER AGRICOLTURA 3.0

"il nuovo sistema di tracciabilita' fruibile su tablet e smartphone, semplicemente fotografando il qr code, presentato da barilla in occasione di expo, su un'edizione limitata di pasta e sugo al basilico, va incontro alla sentita esigenza dei consumatori, ma anche della filiera agroalimentare, di informazioni esaustive sui prodotti in vendita. abbiamo sempre sostenuto che le informazioni sulla provenienza dei prodotti e dei loro ingredienti vanno comunicate al consumatore finale", ha sottolineato il presidente di confagricoltura mario guidi, a proposito del progetto "safety for food", intrapreso da barilla, in collaborazione con cisco, cto penelope e nnt data. "la sicurezza alimentare, ovvero la tracciabilita' e rintracciabilita' in caso di necessita' per bloccare i problemi sul nascere, deve coniugarsi all'informazione - ha proseguito il presidente guidi - rispondendo alle richieste dei consumatori di sapere da dove vengono le materie prime del prodotto, quali sono le sue caratteristiche e la sua conformita' ai criteri di sostenibilita' ambientale. c'e' tutta una mole di notizie utili che solo parzialmente possono essere divulgate in etichetta; da cio' la necessita' di utilizzare le tecnologie e la rete web per un approccio innovativo e multimediale al 'safety for food'". "va bene informare - ha messo in guardia il presidente di confagricoltura - ma bisogna stare attenti a come lo si fa. si pensi all'opinabile iniziativa delle 'etichette a semaforo' inglesi. in nome della lotta all'obesita' si sono demonizzati prodotti naturali e salubri come il latte e suoi derivati, la frutta ricca di zuccheri e i suoi succhi. non e' cosi' che si fa informazione ed educazione alimentare corretta". guidi ha quindi evidenziato come l'iniziativa di barilla si inserisca in un quadro piu' composito in cui l'innovazione gioca un ruolo decisivo, dal campo alla tavola. "stiamo lavorando - ha detto - per la diffusione delle innovazioni in campagna, per concretizzare un'agricoltura 3.0. gia' esiste un'agricoltura 2.0; basti pensare alle moderne stalle di produzione di latte, dove ogni fase del processo, dalla gestione igienico sanitaria dell'animale a quella di mungitura, sono controllate da potenti computer, gestite da personale qualificato con grado di scolarizzazione digitale avanzato; per non dimenticare come la conduzione di un trattore sia svolta da computer, da satelliti che integrano informazioni provenienti direttamente dal campo, fornite da nuovi strumenti di analisi. l'irrigazione stessa ormai e' diventata selettiva, permettendo di lavorare lo stesso appezzamento con maggiori o minori dosi d'acqua e in maniera modulare". "la nuova rivoluzione a cui siamo chiamati in campagna e' - ha concluso il presidente di confagricoltura - quella di unire tecnologie innovative all'utilizzo razionale delle risorse; ad esempio, con l'uso avanzato e sinergico dei satelliti, dei droni e delle sonde di misurazione dell'umidita' e dello stadio vegetativo si potranno sconfiggere le fitopatologie al loro sorgere, seminare in modo corretto, evitando di passare piu' volte sullo stesso solco, irrorare la giusta quantita' di fertilizzante a seconda dello stadio di crescita della pianta, nonche' di recuperare il biocida nello stesso momento che lo si sta diffondendo. con un'attenzione costante e continuativa alla sostenibilita', riducendo drasticamente l'impatto ambientale".

22 maggio 2015

EXPO: CONFCOOPERATIVE, IL 26 INCONTRO SU "QUALITA' DEI SERVIZI, QUALITA' DELLA VITA", CON GARDINI

martedi 26 maggio, alle ore 10:30 all'auditorium di cascina triulza all'expo, si svolgera' un incontro, organizzato da federlavoro servizi e dedicato al tema "nutrire i territori: qualita' dei servizi, qualita' della vita nelle aree metropolitane". ne da' notizia la confcooperative, spiegando che durante l'iniziativa si parlera' del "fenomeno dei workers buyout in italia e in europa, dei modelli di cooperazione europea a confronto, della qualita' dei servizi nelle aree metropolitane, della trasformazione delle citta' in smart cities, del rapporto tra pa e imprese con la revisione della legge sugli appalti e della riorganizzazione delle stazioni appaltanti". all'incontro interverranno, tra gli altri, i presidenti di confcooperative camillo gardini e di federlavoro massimo stronati. "la finalita' della partecipazione di confcooperative all'expo - spiega gardini - e' porre l'attenzione su cibo e solidarieta', persona e territorio, alimentazione e umanita'. valori che contraddistinguono le caratteristiche della cooperazione che non delocalizza, resta radicata sul territorio dove interpreta e si organizza per dare risposte ai bisogni delle persone nel welfare, nell'agroalimentare, nei servizi alla persona e alle citta'". (ab)

22 maggio 2015

EXPO: FAVA (LOMBARDIA), ANCHE PICCOLI CONSORZI VINI DOC AVRANNO LORO SPAZIO

"noi riteniamo che anche i consorzi piu' piccoli vadano promossi e tutelati in modo adeguato: per questo avremo la possibilita' di dare anche a questo territorio un giusto spazio dentro il padiglione lombardia a expo, presumibilmente a settembre. anche per questi piccoli produttori ci sara' la possibilita' di confrontarsi con il mondo in un contesto importante qual e' l'expo di milano", ha detto l'assessore regionale all'agricoltura gianni fava visitando  l'azienda agricola 'tenuta la vigna', che sorge sulla collina montenetto, nel comune di capriano del colle, sovrastata dalla torrazza, antico maniero del '700. i vini della zona hanno il riconoscimento della denominazione di origine controllata capriano del colle doc.

22 maggio 2015

EXPO: MASIELLO (COLDIRETTI CAMPANIA), GRANDE SUCCESSO PER I VINI ED I PRODOTTI SANNITI

la federazione regionale della coldiretti sottolinea il "grande successo per i vini ed i prodotti sanniti nell'ambito dell'iniziativa 'campania, that's amore', organizzata dalla federazione nel padiglione che ospita la principale organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo, che si va segnalando tra le aree piu' interessanti dell'esposizione milanese". "l'aspetto che piace rimarcare - afferma il presidente regionale della coldiretti gennaro masiello - e' l'attenzione sempre piu' forte da parte dei consumatori verso quell'esercito di piccoli e medi produttori che ogni giorno produce il meglio del 'made in italy' e che mostra sempre piu' capacita' di fare rete". "da sempre la coldiretti si contraddistingue come una delle poche realta' che offre realmente la possibilita' a questi piccoli produttori di farsi conoscere e apprezzare", aggiunge il presidente. (ab)

22 maggio 2015 

EXPO: LA FEDAGRI CAMPANIA DA LUNEDI' ALL'ESPOSIZIONE UNIVERSALE

la fedagri-confcooperative campania - si legge in un comunicato - "e' pronta per volare a milano e raccontare il valore, la tradizione e la forza della cooperazione agricola e sociale impegnata nell'agricoltura, l'appartenenza al territorio, la buona alimentazione, l'inclusione sociale attraverso il lavoro, la faccia di una terra che ha energie e talenti da vendere, da far conoscere al mondo". la fedagri sara' a milano dal 25 al 31 maggio e dal 24 al 30 agosto nella cascina triulza, di cui e' official sponsor, "insieme alle imprese cooperative agricole e sociali ed alle organizzazioni dei produttori per testimoniare che un'altra economia, fatta di prodotti peculiari, di nicchia, e non uniformata e votata al profitto a discapito delle persone, e' possibile". "ancora una volta - afferma il presidente della fedagri campania alfonso di massa - sosteniamo la campania attraverso la cooperazione che valorizza i prodotti e il lavoro in tutta la filiera, dal campo alla tavola". a partire dal 26 maggio, nell'area ristorante di cascina triulza sara' possibile degustare per questa prima settimana ad expo alcuni dei prodotti delle imprese partecipanti, come vini, oli, sott'oli, informa la fedagri, precisando che saranno "piccoli assaggi che lasceranno sul palato la scia dei sapori e degli odori della nostra terra". (ab)

22 maggio 2015 

EXPO: LA CIA LIVORNO PORTA ALL'ESPOSIZIONE LE "VERDURE ANTICHE E DIMENTICATE"

la cia livorno sbarca ad expo 2015 milano per parlare di verdure antiche e dimenticate. prodotti molto particolari, accattivanti e visivamente diversi dalle verdure a cui siamo abituati. basti pensare alle patate a polpa viola, ai pomodori blu, alle zucche dalle forme piu' strane ed ai tanti altri ortaggi ancora piu' stravaganti. fabiano busdraghi, produttore, nella propria azienda "poggio diavolino" nel comune di suvereto (li), portera' a conoscenza della pluriennale esperienza di coltivazione, della passione e paziente ricerca di varieta' di ortaggi, coltivate in tempi remoti ed oggi quasi scomparse.

22 maggio 2015

EXPO: CIA, CELEBRATA GIORNATA MONDIALE BIODIVERSITA' INCONTRO CON VELLA, GALLETTI, SCANAVINO

"si e' celebrata oggi ad expo, alla presenza di gran parte dei paesi che animano l'esposizione universale, la giornata mondiale della biodiversita'", ne da' notizia la cia, sottolineando che il biodiversity park, di cui la confederazione e' partner, "e' divenuta la sede 'costituente' di un futuro sostenibile per il pianeta". "tanto il ministro italiano per l'ambiente gian luca galletti, quanto il commissario europeo all'ambiente karmenu vella hanno posto l'accento sulla necessita' che il modello di sviluppo che guidera' l'europa, e dunque il mondo, sia sostenibile, indirizzato alla tutela e alla massima valorizzazione della biodiversita' per 'nutrire il pianeta' in modo equo, per dare 'energie alla vita' nel rispetto degli ecosistemi", spiega la cia, informando che "in particolare il ministro GALLETTI ha sottolineato come l'italia sia impegnata a promuovere la green economy e come abbia fatto della sostenibilita' la cifra della sua presidenza del semestre europeo. galletti ha tracciato il profilo di un'economia che diventa circolare dove il dato ambientale, come accade in italia con i parchi che alimentano il turismo, con la biodiversita' che alimenta le coltivazioni biologiche, e' il paradigma di ogni azione. VELLA gli ha fatto eco affermando che non e' piu' il tempo della moneta, ma del valore e che il primo valore e' la salvaguardia degli ecosistemi". "in questa giornata mondiale della biodiversita' - sottolinea la cia in un comunicato - c'e' un protagonista: l'agricoltore che e' il primo operatore economico che cura l'ambiente e ha interesse diretto alla biodiversita'. a lui e' affidato il compito di essere insieme custode dell'ecosistema e produttore dei valori che servono a nutrire il pianeta". "devo dire - ha detto il presidente della cia dino SCANAVINO - che queste considerazioni cosi' autorevoli sono la piu' alta conferma che cio' che come imprese agricole andiamo facendo e chiedendo e' l'unica via per assicurare un futuro al pianeta. come confederazione italiana agricoltori abbiamo scelto di stare da protagonisti nel padiglione della biodiversita' di expo perche' questo e' il nostro posto e oggi che si pone attenzione alla sostenibilita' noi sentiamo, lo sentono i nostri 900 mila soci, l'onore e l'onere di essere protagonisti del cambiamento del modello di sviluppo". "la centralita' della buona agricoltura e' apparsa chiara durante tutta la giornata come e' risultato evidente che il modello italiano di agricoltura e' oggi una proposta ineludibile per costruire davvero un futuro fondato sulla green economy", ha proseguito scanavino, secondo il quale "per questo siamo ancora piu' impegnati non solo a promuovere l'agricoltura biologica, ma un'agricoltura che fa del biologico il protocollo di coltivazione per garantire tutela ambientale e valorizzazione dei territori. e' il ruolo dell'agricoltore custode che da sempre andiamo rivendicando e che vorremo fosse il modello di riferimento almeno per l'europa. e tuttavia se siamo consapevoli che per avere un mondo piu' verde ci vuole piu' agricoltura siamo anche di fronte alle troppe difficolta' che gli imprenditori agricoli ogni giorno devono affrontare". "per questo - ha aggiunto il presidente - noi come cia, che rappresentiamo in italia e dunque in europa il maggior numero di imprese che fanno coltivazione biologica e il maggior numero d'imprese che interpretano la multifunzionalita' agricola come servizio alla societa', vogliamo lanciare un patto con i cittadini: si riconosca il valore e il ruolo dell'impresa agricola come produttrice di cibo buono e custode dell'ambiente e della biodiversita' in cambio dell'impegno degli agricoltori a operare all'interno di una piena sostenibilita' per garantire a tutti un futuro migliore e un mondo pulito. ma questo presuppone che all'impresa agricola sia assicurato il giusto reddito che deriva non solo dalla produzione che pure deve essere giustamente remunerata attraverso accordi di filiera, ma anche dal suo operare nell'interesse collettivo". "se la green economy - ha dichiarato scanavino - vuol dire un'economia di mercato che incorpora il concetto del limite che e' rispetto delle risorse, che e' rispetto della biodiversita', che e' produrre eticamente, l'agricoltura - e prima fra tutte l'agricoltura che la cia rappresenta - e' il pilastro fondamentale del modello di sviluppo sostenibile, ma e' anche necessario che questo modello sia compreso e sostenuto dai cittadini e condiviso da tutti gli attori della filiera. perche' se e' vero com'e' vero che il futuro del mondo e' nelle mani dell'agricoltura - ha concluso il presidente della cia - e' indispensabile che l'agricoltura, la nostra agricoltura, abbia un futuro". (ab)

22 maggio 2015

EXPO: MARTINA, CASTIGLIONE, SCANNAPIECO E MESSINA PRESENTANO LINEA CREDITO BEI PER IMPRESE AGRICOLE

il ministro delle politiche agricole maurizio martina, il vice presidente della banca europea degli investimenti dario scannapieco, il consigliere delegato e ceo di intesa sanpaolo carlo messina ed il presidente di ismea ezio castiglione hanno presentato oggi, nel corso della conferenza stampa "diamo credito all'agricoltura italiana", svoltasi nell'ambito di expo, la linea di credito della bei dedicata alle imprese agroalimentari che mette a loro disposizione "un totale di 400 milioni di euro, che potranno attivare 800 milioni di investimenti grazie alle risorse provenienti dagli istituti di credito italiani". ne da' notizia il mipaaf, "presentare un progetto di questo tipo in expo rende ancora piu' evidente il lavoro che si sta facendo a milano per il sistema agroalimentare italiano e le ricadute concrete di questi sei mesi espositivi", ha detto MARTINA. "e' giusto dare credito e sostegno a questo settore - ha proseguito il ministro - che ha dimostrato non solo di tenere durante la crisi, ma di poter essere uno dei motori della ripresa. bisogna fare squadra per le piccole e medie imprese e lavorare anche attraverso una specializzazione all'interno del mondo bancario che sappia entrare meglio in relazione con i piani d'investimento del settore". "I giovani agricoltori - ha sottolineato CASTIGLIONE - rappresentano il target su cui puntare per dare un nuovo impulso all'agricoltura italiana e spingere il pedale dell'internazionalizzazione. i dati ci dicono che le aziende condotte dalle nuove generazioni - ha proseguito il presidente di ismea - presentano un livello maggiore di produttivita', sono piu' innovative, piu' orientate alla multifunzionalita', all'internazionalizzazione e a fare rete. tuttavia la loro incidenza sul totale delle aziende del settore primario - ha osservato castiglione - non arriva neanche al 10%, rendendo ancora una volta cruciale la questione del ricambio generazionale nelle campagne". "la tendenza si sta invertendo e un salto di qualita' e' possibile", ha affermato MARTINA nel sottolineare che "l'intervento della bei dimostra come l'agricoltura italiana sia un settore strategico nel quale si puo' e si deve investire. si tratta di un'azione importante soprattutto se si considera che nel 2014 sono stati erogati 2 miliardi di euro di finanziamenti bancari all'agricoltura in italia", ha proseguito. "dobbiamo continuare a lavorare sulla leva generazionale e per questo puntiamo a dare strumenti veri agli under 40 che decidono di investire le loro energie e competenze nel settore primario", ha concluso il ministro. (ab)

21 maggio 2015

EXPO: COLDIRETTI, IL 28 INCONTRO SU "TERRA E CIBO", CON MARTINA, MONCALVO, TURKSON, GALIMBERTI, MASINI

il 28 maggio, dalle ore 10:30, nel padiglione coldiretti, all'inizio del cardo nell'ambito di expo, si svolgera' un incontro, promosso dalla confederazione, per riflettere sul messaggio di papa francesco in occasione dell'inaugurazione dell'esposizione, durante il quale verra' presentato il libro "terra e cibo" del pontificio consiglio della giustizia e della pace, dicastero della santa sede. all'incontro interverranno il ministro delle politiche agricole maurizio martina, il presidente del pontificio consiglio della giustizia e della pace peter k.a. turkson, il presidente della coldiretti roberto moncalvo, il membro della presidenza internazionale dell'ordine francescano secolare e della commissione interfrancescana giustizia pace integrita' del creato attilio galimberti ed il responsabile ambiente della coldiretti stefano masini. (ab)

21 maggio 2015

EXPO: DOMANI AL PADIGLIONE COLDIRETTI LE "SPECIE ANTICHE SALVATE DA ESTINZIONE"

in occasione della giornata mondiale della biodiversita', che si festeggia domani in tutto il mondo, la coldiretti "offre la possibilita' di conoscere per la prima volta ai visitatori di expo i cibi made in italy sopravvissuti all'omologazione, dall'ortofrutta al vino, dall'olio ai formaggi nel padiglione coldiretti 'no farmers no party', all'inizio del cardo, ingresso sud". ne da' notizia la confederazione, spiegando che "in italia sono scomparse dalla tavola tre varieta' di frutta su quattro ma grazie al lavoro degli agricoltori molti vegetali sono stati salvati dall'estinzione e tornano in tavola, dal mais rosso al pomodorino zebrato fino alle patate blu". si tratta di "un impegno per aiutare i cittadini a fare scelte di acquisto consapevoli a difesa dell'ambiente che la coldiretti sostiene anche con la distribuzione speciale per l'appuntamento dello 'scrigno dei semi scomparsi', un kit per permettere ai visitatori di coltivare nel proprio orto specie vegetali dimenticate e contribuire personalmente alla salvaguardia della biodiversita'", si legge in un comunicato. "in italia - prosegue l'organizzazione - nel secolo scorso si contavano 8.000 varieta' di frutta, mentre oggi si arriva a poco meno di 2.000 e di queste ben 1.500 sono considerate a rischio di scomparsa anche per effetto dei moderni sistemi della distribuzione commerciale che privilegiano le grandi quantita' e la standardizzazione dell'offerta. tra le curiose varieta' recuperate dagli "agricoltori - custodi" in mostra ad expo molte hanno proprieta' salutistiche e nutrizionali uniche, anche legate al loro differente e insolito colore. le patate blu del trentino, grazie alla loro polpa blu mare, sono ricchissime di antociani che migliorano la vista e prevengono il deposito di colesterolo sui vasi sanguigni e risultano di grande effetto se trasformate in un divertente pure' blu. le patate dalla buccia rossa dell'umbria - sottolinea la coldiretti - hanno un alto contenuto in acidi fenolici, note sostanze antitumorali e di antociani, responsabili della pigmentazione rossa e potenti antiossidanti, mentre quelle viola, scoperte nel parco nazionale del gran sasso dove e' stata riscoperta e recuperata un'antica varieta' detta turchesa per la sua caratteristica colorazione della buccia, oltre ad avere tanti antiossidanti presentano un elevato contenuto di sostanza secca, consistenza e granulosita' media che le rendono adatte a diversi usi e cotture. c'e' anche il pomodorino zebrato che non e' solo bello da vedere, ma anche buono per il palato e per la salute. infatti, dentro e' molto piu' scuro rispetto ad un pomodoro normale perche' contiene piu' licopene, che ha un fortissimo potere antiossidante, ha un alto contenuto di tutte le vitamine idrosolubili, leggero, rimineralizzante, dissetante, con un alto potere nutrizionale. e' tornato sul mercato anche il pomodoro giallo dal colore di quello originale scoperto nelle americhe e apparso in europa alla fine del '500. il colore giallo denota un alto contenuto di beta-carotene, precursore della vitamina a che previene problemi alla vista, agli occhi e alla pelle e che, essendo un antiossidante naturale, rafforza il sistema immunitario da raffreddori, tosse e infezioni e protegge anche le cellule dai processi di invecchiamento e dall'azione nociva di tossine e da neoformazioni, specialmente alla prostata, alla laringe, all'esofago e allo stomaco. il mais di colore rosso che e' una fonte di acido folico e vitamina b1 e presenta una buona quantita' di ferro e di altri minerali, utili in caso di anemia. e' particolarmente digeribile, ricco di fibra alimentare che rallenta l'assorbimento degli zuccheri, contribuendo cosi' a mantenere bassi i livelli di glicemia nel sangue. coltivato in trentino, dai chicchi resistenti e vitrei di colore rosso macinati si ricava una farina di colore giallo dorato, che viene utilizzata per la produzione della tipica polenta di storo". "a garantire la sopravvivenza di molti animali e' invece la salvaguardia di antiche tradizioni casearie come il formaggio marcetto teramano o la ricotta asquanta ottenute da latte di pecora mentre il puzzone di moena e' prodotto soprattutto dalla vacche della val di fassa. a rischio infatti - continua la coldiretti - c'e' anche la straordinaria biodiversita' degli allevamenti italiani dove sono minacciate di estinzione ben 130 razze allevate tra le quali ben 38 razze di pecore, 24 di bovini, 22 di capre, 19 di equini, 10 di maiali, 10 di avicoli e 7 di asini, sulla base dei piani di sviluppo rurale dell'ultima programmazione. se dell'asino romagnolo noto per il suo temperamento vivace - aggiunge la confederazione - sono rimasti solo  570 esemplari impegnati nella produzione di latte uso pediatrico e per l'onoterapia, della capra girgentana dalle lunghe corna a forma di cavaturacciolo si contano circa 400 capi per la produzione di latte destinato alla tuma ammucchiata (formaggio nascosto) stagionata in fessure di muro in gesso e/o pietra, che in passato venivano murate per nasconderle ai briganti. ma ci sono anche - osserva la coldiretti - la gallina di polverara, ritratta con il caratteristico ciuffo fin dal 1400 in quadri e opere conservati anche nei musei vaticani, la mora romagnola una curiosa razza di maiale dal mantello nerastro, con tinte dell'addome piu' chiare, i bovini di razza garfagnina con mantello brinato e pelle di colore ardesia che annovera una popolazione di appena 145 capi o quelli di razza pontremolese che sono rimasti appena in 46. a rischio non c'e' pero' solo la biodiversita', ma anche il presidio del territorio dove la manutenzione e' garantita proprio dall'attivita' di allevamento con il lavoro silenzioso di pulizia e di compattamento dei suoli svolto dagli animali". "un'azione di recupero importante - spiega ancora l'organizzazione - si deve ai nuovi sbocchi commerciali creati dai mercati degli agricoltori e dalle fattorie di campagna amica attivi in tutte le regioni e che hanno offerto opportunita' economiche agli allevatori e ai coltivatori di varieta' e razze a rischio di estinzione che altrimenti non sarebbero mai sopravvissute alle regole delle moderne forme di distribuzione". "si stima che - conclude la coldiretti - almeno 200 varieta' vegetali definite minori, tra frutta, verdura, legumi, erbe selvatiche e prodotti ottenuti da almeno 100 diverse razze di bovini, maiali, pecore e capre allevati su scala ridotta trovino sbocco nell'attuale rete di mercati e delle botteghe degli agricoltori di campagna amica". (ab)

21 maggio 2015

EXPO: CIA E VAS PRESENTANO "MANGIASANO 2015"

cia-confederazione italiana agricoltori e vas-verdi ambiente e societa' - informa un comunicato - hanno presentato, nell'ambito dell'esposizione universale di milano, l'edizione 2015 della manifestazione "mangiasano". "sara' la crisi e l'austerita' che attraversa da tempo il nostro paese oppure una consapevole riscoperta del patrimonio naturale, incentivata da una piu' diffusa sensibilizzazione culturale sui temi agricoli, ambientali e alimentari, ma in italia sono moltissime le persone che tornano nei prati, nelle campagne e nei boschi a raccogliere quei frutti spontanei che offre la terra", sottolineano cia e vas, spiegando che "si stima un vero e proprio piccolo esercito di almeno 100 mila persone che raccoglie erbe spontanee che finiscono poi in tavola". "questa novita' che sta realmente facendo tendenza ha ispirato la X edizione della giornata nazionale "mangiasano" promossa da cia e vas per offrire il loro contributo per divulgare un nuovo modello che tenda ad uno sviluppo di un'economia agricola basata sulla relazione e sulla tutela della biodiversita'", aggiungono le associazioni, informando che sabato 23 maggio, nelle piazze di oltre 20 citta' italiane, nel decennale di "mangiasano", "si parlera' di questo e molto altro: laboratori, piccoli corsi formativi, dibattiti, degustazioni e mercatini, tutte iniziative unite dal "filo rosso" che porta ad una corretta divulgazione circa la conoscenza e la tutela del patrimonio di biodiversita' del nostro paese". "ed e' proprio su questa scia che anche all'interno di expo, nel padiglione italia, turismo verde della cia, in collaborazione con vas, nell'ambito di "mangiasano" realizza delle piccole classi per i bambini, dove l'unica materia di studio sara' l'agricoltura e si potranno scoprire, tra l'altro, molte erbe spontanee che nascono nel nostro paese", proseguono cia e vas. "la stellaria, la lingua di cane, la piantaggine, la borraggine, la malva, la bubbolina e l'ortica sono solo un micro esempio dell'immenso patrimonio vegetale spontaneo di cui e' ricco il nostro territorio. una risorsa complessiva ancora per molti versi inesplorata ma su cui stanno lavorando molto i titolari degli agriturismi. sono ormai centinaia le aziende agricole e gli erboristi che propongono corsi di approfondimento sulla conoscenza delle piante selvatiche, tour nelle macchie e laboratori culinari sull'impiego in cucina delle erbe di campo. quindi, sta diventando a pieno titolo, una delle attivita' che gli agriturismi svolgono in piena coerenza con la loro vocazione multifunzionale.  al momento non si puo' parlare di un vero e proprio business, intorno alle erbe spontanee, ma l'interesse e' crescente. infatti, non puo' essere casuale che nella "top ten" delle pietanze richieste nei "menu' agrituristici" c'e' proprio la "misticanza". di questa nuova tendenza esultano anche gli ambientalisti, convinti che questo rinnovato interesse verso i prodotti spontanei e naturali della terra potra' attivare un processo virtuoso, che condurra' ad un maggiore rispetto e tutela delle aree verdi e boschive d'italia. ma c'e' un'unica controindicazione -avvertono i vas e la cia in occasione di mangiasano - cosi' come avviene per i funghi, nessuno deve raccogliere erbe spontanee di alcun tipo senza una adeguata e certificata conoscenza delle stesse, tantomeno dovra' mangiarle. e' notorio come alcune erbe non siano edibili ed altre siano protette dalla legislazione vigente, quindi ne e' vietata la raccolta. la questione delle piante spontanee e', tra l'altro, un pilastro fondamentale del grande tema della tutela e della salvaguardia della biodiversita'. una tutela che passa attraverso la rimessa in produzione di varieta' vegetali e animali in via d'estinzione, ma anche preservando e monitorando l'universo della vegetazione spontanea. un processo che include la cura e la manutenzione, non solo dei parchi protetti, ma di tutte le aree verdi del paese. vas e cia-confederazione italiana agricoltori ricordano che, solo nel nostro paese nell'ultimo secolo, sono scomparse oltre il 20 per cento delle specie animali e vegetali, ed una percentuale quasi analoga e' a serio rischio d'estinzione, se non si interviene con politiche e interventi adeguati. bisogna, quindi, investire sulle ricerca e favorire attraverso incentivi le attivita' di allevamento e produzione di piante, frutti e animali rari anche se le stesse non garantiscono alti livelli di rese e quantita'", concludono le due associazioni. (ab)

20 maggio 2015

EXPO: INIZIATIVE DELLA CONFAGRICOLTURA

il 28 maggio, alle ore 19:00 nella casa degli atelliani in corso magenta 65 a milano, si svolgera' una conferenza stampa per presentare le iniziative della confagricoltura e della vigna di leonardo nell'ambito di expo. ne da' notizia la confederazione, informando che altre iniziative si terranno nel palazzo italia all'esposizione universale. il 29 maggio alle ore 11:00 si terra' l'assemblea nazionale dei delegati della confagricoltura, con relazione del presidente nazionale mario guidi. sempre il 29 maggio, dalle ore 15:30 nell'auditorium di palazzo italia, si terra' un incontro sul tema "agricoltura familiare e pensionati attivi per nutrire il pianeta", promosso dal sindacato nazionale pensionati della confederazione e dalla federazione nazionale impresa familiare coltivatrice della confagricoltura. a quest'ultima iniziativa interverranno, fra gli altri, il presidente nazionale mario guidi, il direttore dell'area economia dell'organizzazione vincenzo lenucci, il segretario nazionale del sindacato pensionati angelo santori ed il presidente nazionale id impresa familiare coltivatrice roberto poggioni. (ab)

20 maggio 2015

EXPO: GRANA PADANO, VENERDI' CASEIFICAZIONE PRIMA FORMA "MI 2015", CON MARTINA

venerdi' 22 maggio, dalle ore 12:30 a cascina triulza, nello spazio del consorzio del formaggio grana padano dop ad expo, dove e' collocato il caseificio "mi 2015" realizzato appositamente per l'esposizione universale, avra' inizio la caseificazione in grana padano di latte esclusivamente milanese. ne da' notizia il consorzio, informando che all'iniziativa partecipera' il ministro delle politiche agricole maurizio martina. le forme prodotte in expo verranno vendute all'asta ed il ricavato sara' devoluto in beneficenza a favore dei bambini dell'ospedale pediatrico di haiti. (ab)

20 maggio 2015

EXPO: AL PADIGLIONE DELLA BIODIVERSITA' PRESENTATE INIZIATIVE CIA TOSCANA

"l'agricoltura toscana della cia sbarca ad expo 2015 milano con dieci giorni di iniziative nel segno della biodiversita', ma anche con le migliori produzioni tradizionali, storie da raccontare, innovazione e ricerca, e vere e proprie eccellenze", ne da' notizia la federazione regionale della cia-confederazione italiana agricoltori, spiegando che le iniziative sono state presentate al padiglione della biodiversita'. "un programma variegato ed originale - spiegano il direttore cia toscana, giordano pascucci e la responsabile eventi cia expo 2015 anna maria dini - quello che abbiamo portato ad expo, con le cia provinciali che saranno protagoniste ogni giorno". "non mostreremo l'agricoltura toscana 'classica', ma quella che abbiamo voluto chiamare "l'altra faccia": innovazione frutto della ricerca, qualita' delle produzioni, ma anche segni tangibili di un'agricoltura in grado di rinnovarsi ma sempre ancorata alla tradizione. sara' possibile conoscere aspetti meno noti della nostra regione e degustare produzioni di nicchia grazie al lavoro quotidiano dei nostri agricoltori", sottolineano. (ab)

20 maggio 2015 

EXPO: COLDIRETTI E UNIVERDE AVVIANO PETIZIONE MONDIALE PER #PIZZAUNESCO

e' "partita oggi all'expo milano, durante il pizza day for unesco promosso dalla fondazione univerde, rossopomodoro, apn (associazione pizzaiuoli napoletani), coldiretti e associazione verace pizza napoletana, la word petition per sostenere l'iscrizione dell'arte dei piazzaiuoli napoletani nella lista del patrimonio mondiale immateriale dell'unesco". ne da' notizia un comunicato congiunto di coldiretti e fondazione univerde. "dopo le prime 300.000 firme raccolte e la candidatura ufficiale da parte dell'italia, decisa a marzo, occorre una mobilitazione a livello nazionale ed internazionale per ottenere che l'unesco approvi l'iscrizione", sostengono coldiretti e univerde, spiegando che la "sottoscrizione lanciata dall'ex ministro dell'agricoltura alfonso pecoraro scanio, dalla coldiretti e dall'associazione pizzaiuoli napoletani e sostenuta dal marchio di pizzerie napoletane rossopomodoro continuera' con l'obiettivo di raggiungere il milione di firme". "organizzeremo un pizza day al mese e abbiamo anche fissato alcune date - spiega il presidente della fondazione univerde alfonso pecoraro scanio - il 31 luglio e il 1 agosto, in corrispondenza con il forum internazionale della cultura. il 18 settembre, giornata che expo dedichera' alla dieta mediterranea, gia' patrimonio unesco, ci sara' un gemellaggio che speriamo sia di buon auspicio per la nostra candidatura". "per valorizzare la manualita' dei maestri della pizza e' stata organizzata ad expo, in piazza italia, un'esibizione dei pizzaioli acrobatici. protagonisti di questa performance sono stati: luigi e giulio bartolo, marco amoriello, roberto buono, pasquale diodato e rodolfo mercatiello", rendono noto coldiretti e univerde. "con la candidatura italiana dell'arte della pizza napoletana a patrimonio immateriale dell'umanita' abbiamo raggiunto un grande risultato - sottolinea franco manna, presidente del gruppo sebeto che detiene il marchio rossopomodoro - perche' nessuno e' profeta in patria. adesso dobbiamo convincere il mondo che la nostra proposta ha un valore universale. se raggiungeremo 1 milione di firme vorra' dire che 1 milione di persone sono d'accordo con noi". "le firme per la word petition saranno raccolte durante tutta la durata di expo nella pizzeria rossopomodoro da eataly, nel padiglione coldiretti, nei forni dell'associazione pizzaiuoli napoletani, da "ecco pasta e pizza" in piazza italia ed in tante altre strutture di expo che stanno aderendo alla campagna #pizzaunesco", conclude il comunicato. (ab)

19 maggio 2015

EXPO: GIOVEDI' CONFERENZA STAMPA SU CREDITO CON MARTINA, CASTIGLIONE, SCANNAPIECO E MESSINA

giovedi' 21 maggio, alle ore 16:00 nello spazio espositivo intesa sanpaolo ad expo, si svolgera' la conferenza stampa 'diamo credito all'agricoltura italiana', alla quale interverranno il ministro delle politiche agricole maurizio martina, il vice presidente della banca europea degli investimenti (bei) dario scannapieco, il consigliere delegato e ceo di intesa sanpaolo carlo messina ed il presidente di ismea ezio castiglione. ne da' notizia il mipaaf, ricordando che "per la prima volta la banca europea degli investimenti (bei) ha attivato una linea di credito da 400 milioni di euro per sostenere lo sviluppo delle piccole e medie imprese italiane dei settori agricolo, alimentare e della pesca, a cui si aggiungeranno nei prossimi mesi anche 50 milioni di euro per iniziative condotte dai giovani". "nel corso dell'incontro saranno illustrati gli interventi del governo in favore degli under 40 e verra' firmato un accordo tra bei e intesa sanpaolo relativo all'operativita' dello strumento, di cui verranno resi noti i dettagli", spiega il mipaaf. (ab)

20 maggio 2015 

EXPO: CONFAGRI ORGANIZZA DOMANI UN "VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLE REGIONI ATTRAVERSO I PIATTI TIPICI

"domani, dalle 18:30 a palazzo degli atellani di milano, dove e' stata ripiantata la vigna di leonardo, si svolgera' una serata organizzata da confagricoltura, uir (unione interporti riuniti) e 'welcome italy' (ideato e organizzato da laura rossi), in collaborazione con la federazione italiana cuochi, nell'ambito delle iniziative di "expo in citta'". ne da' notizia la confederazione, spiegando che il tema dell'iniziativa sara' "la bandiera come simbolo di un viaggio culturale attraverso le regioni italiane, dalla loro storia, ai prodotti e ai piatti tipici, dalla sostenibilita' ai giochi di luce". "si parte alla scoperta delle regioni italiane attraverso i piatti tipici, l'eccellenze delle infrastrutture, passando dal cibo all'agricoltura italiana a sostegno della qualita'", spiga la confagricoltura, sottolineando che si trattera' di un "vero viaggio sensoriale che ci porta dal caldo sole della sicilia con i suoi cannoli, alle pianure venete con "risi e bisi", passando da una profumatissima millefoglie di ricotta e tartufo estivo dell'umbria. perche' le regioni raccontano la loro storia anche attraverso i prodotti che le caratterizzano, eccellenze tipiche, frutto del lavoro e dell'ingegno degli imprenditori agricoli, che insieme hanno reso famoso il made in italy nel mondo". "un made in italy - prosegue la confederazione - che, in un mondo sempre piu' globalizzato, ha bisogno piu' che mai di una logistica efficiente e di un sistema sempre piu' funzionale di servizi connessi ai trasporti di prodotti agricoli ed alimentari. ed e' proprio in quest'ottica che confagricoltura e uir hanno firmato il protocollo d'intesa, che sara' presentato nel corso della serata,  volto a realizzare iniziative comuni per valorizzare il sistema della logistica per la filiera agroalimentare". "l'importanza del saper mangiare sara' presentata da sara farnetti, specialista in medicina interna, nutrizione funzionale e metabolismo. raccontera' come le diete dei vari guru, i cibi di tendenza abbiano confuso ed indotto ad errori banali: saltare i pasti, eliminare tutti gli zuccheri, abbondare con le proteine, evitare la pasta di sera, mangiare senza colpa i cracker ma non il cioccolato, pensare che il fruttosio sia meglio dello zucchero e che i prodotti light aiutino a dimagrire. solo alcuni aspetti che sono parte di una rivoluzione del concetto di dieta, basata sull'importanza degli effetti che il cibo ha su ciascun organo (fegato, reni, tiroide, pelle). per essere in forma e stare bene e' necessario proprio imparare a combinare gli alimenti, scegliendo quelli piu' adatti a se', conoscere piu' a fondo l'effetto nell'organismo delle diverse tecniche di preparazione e di cottura. e, non ultimo, liberarsi dei luoghi comuni", continua l'organizzazione. "alla federazione italiana cuochi - spiega la confagricoltura - al suo presidente nazionale rocco pozzulo e al coordinatore dell'evento alessandro circiello, esperto di cucina basata sulla sana alimentazione e da anni impegnato in iniziative volte ad affermare il valore della salute a tavola, spettera' invece il compito di valorizzare le specialita' regionali. per l'occasione, e per la prima volta in assoluto, la federazione italiana cuochi ha coinvolto gli chef di ogni regione per presentare i loro piatti piu' popolari abbinati con un vino locale doc, dal "riso carnaroli della piana" alla "seuppa alla valpellinenza", da "le virtu' teramane" ai "cjalson alle erbe spontanee", dalla "pastiera" ai "cavatelli freschi" al "caciocavallo podolico lucano". "il tutto sara' allietato dai violini e dalle arpe della scala e da una rappresentazione di tango argentino in onore della delegazione argentina presente", aggiunge la confederazione, concludendo che l'iniziativa "sara' l'occasione per inaugurare la tappa nazionale del progetto welcome italy, nato in occasione dell'esposizione universale, che ha intenzione di illuminare corso magenta con i mille colori delle ventuno regioni italiane". (ab)

18 maggio 2015

EXPO: FEDAGRI CAMPANIA PORTA COOPERAZIONE AGRICOLA E SOCIALE ALL'ESPOSIZIONE

fedagri confcooperative campania - si legge in un comunicato - "vola ad expo a testimoniare il valore, in termini di sviluppo comune, di fatturato e di inclusione, della cooperazione agricola e sociale impegnata nell'agricoltura, l'appartenenza al territorio, la buona alimentazione, la faccia di una terra che ha energie e talenti da vendere". "la federazione che rappresenta e tutela le cooperative agricole aderenti a confcooperative campania sara' a milano dal 25 al 31 maggio e dal 24 al 30 agosto, insieme alle imprese cooperative, alle organizzazioni dei produttori ed alle fattorie sociali", aggiunge la fedagri. (ab)

18 maggio 2015

EXPO: MARTINA, 27 MAGGIO PRESENTAZIONE SEGNO UNICO DISTINTIVO AGROALIMENTARE ITALIANO

"il 27 maggio a milano presenteremo il segno unico distintivo per l'agroalimentare italiano, uno strumento che ci aiutera' a fare sistema e comunicare al meglio il made in italy fuori dai nostri confini", annuncia il ministro delle politiche agricole maurizio martina. "expo puo' essere un ulteriore volano per il made in italy, un'occasione che non vogliamo perdere, e per questo il governo e' in campo con un piano straordinario per l'internazionalizzazione che aiuti le aziende a crescere ancora all'estero", aggiunge il ministro. (ab)

18 maggio 2015 

EXPO: COLDIRETTI E UNIVERDE PRESENTANO "ITALIANI E AGRICOLTURA" CON MONCALVO E PECORARO SCANIO

coldiretti e fondazione univerde hanno presentato oggi, nel corso di un convegno sul tema "l'agricoltura che sconfigge la crisi. la sfida della multifunzionalita' dal 18 maggio 2001" svoltosi nell'ambito di expo, la quinta edizione del rapporto "gli italiani e l'agricoltura", contenente un focus su "commercio globale e agricoltura multifunzionale". all'incontro sono interventi i presidenti di coldiretti e fondazione univerde roberto moncalvo ed alfonso pecoraro scanio. "ad illustrare il rapporto e' stato antonio noto, direttore ipr marketing, che ha segnalato come i dati indichino che per gli italiani c'e' poca attenzione per l'agricoltura nel nostro paese e che la condizione dei coltivatori negli ultimi anni sia peggiorata, soprattutto a livello economico", spiega la confederazione. dal rapporto - sottolinea la coldiretti - emerge che "la percezione e' che gli addetti al settore guadagnano molto poco per la loro attivita'. l'85% del campione di riferimento ritiene che gli agricoltori svolgono un ruolo importante nella protezione dell'ambiente perche' mantengono in vita una tradizione che altrimenti si estinguerebbe, proteggendo il territorio contro il dissesto idrogeologico. per l'86% dovrebbero ricevere un incentivo economico per la loro attivita' a servizio dell'intera collettivita'. il panel, costituito da mille cittadini, disaggregati per sesso, eta', area di residenza, ha mostrato di conoscere e gradire l'agricoltura multifunzionale. tra le attivita' realizzate dalle imprese agricole multifunzionali le piu' apprezzate sono: l'agriturismo; i farmer's market; le fattorie didattiche; gli agri ospizi per anziani e l'82% degli italiani iscriverebbe il proprio figlio ad un agro asilo". "riguardo ai prodotti agricoli, il 43% degli italiani dichiara che, quando possibile, preferisce acquistarli direttamente in fattoria e rispetto a quelli provenienti da altri paesi ne apprezza il gusto e il sapore. il 60% non ha dubbi nel ritenere quelli freschi molto piu' sicuri rispetto a quelli trasformati o industriali. l'84% si fiderebbe di piu' della qualita' acquistandoli direttamente dal produttore o coltivatore, il 69% in un negozio tradizionale e il 64% al mercato rionale. l'attenzione verso i prodotti agricoli freschi si conferma anche nella scelta del ristorante. il 90% apprezza che nel menu' siano indicati prodotti di stagione e a km0", continua la confederazione. "sull'uso degli ogm in agricoltura gli italiani non hanno dubbi e il 73% si dichiara contrario. il 90% vorrebbe delle etichette che indicassero chiaramente prodotti ogm free in modo da poter scegliere consapevolmente. anche per i cosmetici il 44% gradisce di piu' quelli naturali provenienti da agricoltura biologica", prosegue la confederazione. "l'agricoltura multifunzionale - ha detto PECORARO SCANIO - che e' sempre piu' sociale e ambientale, da' molto all'italia e merita di ricevere di piu'. i risultati del V rapporto mostrano come gli italiani amino la nuova agricoltura, cresciuta in questi anni che da' sempre piu' lavoro anche ai giovani, e chiedono alle istituzioni una maggiore considerazione per questo settore. la manutenzione del territorio, l'investimento sul biologico e sulla filiera libera da ogm fanno dell'agricoltura italiana una best practice a livello europeo. expo non puo' ridursi ad una 'gardaland' del cibo ma deve essere l'occasione per rendere noti i risultati raggiunti in questi anni e indicare anche all'europa una nuova visione". "guardando ai bisogni dei consumatori abbiamo costruito in questi anni un modello di sviluppo agricolo vincente replicabile in ogni parte del pianeta che l'italia deve sapere offrire all'expo" ha affermato MONCALVO, sottolineando che "i piu' pronti ad accorgersene sono stati i tanti giovani che vedono nell'agricoltura italiana e nell'alimentazione made in italy una importante traiettoria di futuro in italia". "vedono una prospettiva di lavoro futuro nel cibo quasi uno studente su quattro con ben il 24 per cento degli iscritti al primo anno delle scuole secondarie superiori tecniche e professionali che ha scelto, per l'anno scolastico 2014/2015, un indirizzo legato all'agricoltura, all'enogastronomia e al turismo. nel rapporto e' stato realizzato anche un focus su "commercio globale e agricoltura multifunzionale", ha aggiunto moncalvo. "sono ancora in pochi (il 14%), ad essere a conoscenza del ttip (accordo di libero scambio tra unione europea e stati uniti). quando al panel viene spiegato di cosa si tratta, il 98% dichiara che non consumerebbe mai pollo trattato con bagni di antimicrobici a base di ipoclorito di sodio (varechina) o carne trattata con ormoni. il 94% non mangerebbe l'imitazione del parmigiano reggiano prodotto negli stati uniti e il 91% carne o latte provenienti da animali clonati", ha concluso. (ab)

18 maggio 2015 

EXPO: COLDIRETTI E UNIVERDE, AGRICOLTURA ITALIANA E LA PIU' "GREEN" D'EUROPA

in seguito all'inaugurazione del parco della biodiversita' ed al padiglione del biologico all'expo, la coldiretti ha organizzato in collaborazione con la fondazione univerde un incontro sul tema "l'agricoltura che sconfigge la crisi, la sfida della multifunzionalita'". "l'agricoltura italiana e' diventata la piu' green d'europa con il maggior numero di certificazioni alimentari a livello comunitario per prodotti a denominazione di origine dop/igp che salvaguardano tradizione e biodiversita', a leadership nel numero di imprese che coltivano biologico, la piu' vasta rete di aziende agricole e mercati di vendita a chilometri zero che non devono percorrere lunghe distanza con mezzi di trasporto inquinanti, ma anche la minor incidenza di prodotti agroalimentari con residui chimici fuori norma e la decisione di non coltivare organismi geneticamente modificati come avviene in 23 paesi sui 28 dell'unione europea", e' stato sottolineato durante l'incontro, organizzato "a quattordici anni dall'approvazione della legge di orientamento (la numero 228 del 18 maggio 2001) che ha rivoluzionato l'attivita' agricola". "l'italia - sottolinea la coldiretti - e' l'unico  paese che puo' vantare 271 prodotti a denominazione di origine (dop/igp) superiori a quelle registrate dalla francia, su ben 43.852 imprese biologiche pari al 17% di quelle europee, davanti alla spagna ma e' anche al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (0,2%), quota inferiore di quasi 10 volte rispetto alla media europea (1,9%) e di oltre 30 volte quella dei prodotti extracomunitari (6,3%)". "la rete di vendita diretta degli agricoltori di campagna amica ha quasi diecimila riferimenti dove acquistare lungo tutta la penisola prodotti alimentari a chilometri zero con una azione di sostegno alle realta' territoriali ed un impegno contro inquinamento ambientale per i trasporti che non ha eguali negli altri paesi dell'unione e nel mondo", ricorda la confederazione, evidenziando che si tratta di un "percorso reso possibile dal grande sforzo di rinnovamento dell'agricoltura italiana, dove un'impresa su tre e' nata negli ultimi dieci anni con una decisa tendenza alla multifunzionalita', dalla trasformazione aziendale dei prodotti alla vendita diretta, dalle fattorie didattiche agli agriasilo ma anche le attivita' ricreative come la cura dell'orto e i corsi di cucina in campagna, l'agricoltura sociale per l'inserimento di disabili, detenuti e tossicodipendenti, la sistemazione di parchi, giardini, strade e la cura del paesaggio o la produzione di energie rinnovabili. opportunita' rese possibili dalla legge di orientamento che ha allargato i confini dell'attivita' agricola e rivoluzionato le campagne italiane aprendo nuove opportunita' occupazionali nell'agribenessere, nella tutela ambientale, nel risparmio energetico, nel recupero degli scarti, nelle attivita' sociali, dagli agriasilo fino alla pet-therapy". "un cambiamento - prosegue l'organizzazione - che e' stato recentemente riconosciuto anche dall'istat che ha proceduto ad una rivalutazione del valore aggiunto del settore agricolo pari al 7,5% (con un impatto positivo sul pil di 0,1 punti percentuali) per considerare le "nuove attivita' emergenti come la produzione di energie rinnovabili (essenzialmente fotovoltaico e biomasse), le fattorie didattiche, le attivita' ricreative, l'artigianato in azienda, l'agricoltura sociale, le vendite dirette, la produzione di mangimi, la sistemazione di parchi e giardini, la manutenzione del territorio e del paesaggio". "a cogliere queste opportunita' sono soprattutto i giovani, come dimostra il fatto che nell'ultimo trimestre del 2014 si e' verificato un aumento congiunturale dell'1,5 per cento delle imprese agricole condotte da 35 anni che sono salite a 49871, il 70 per cento delle quali svolge attivita' multifunzionali secondo l'indagine della coldiretti". "il successo dell'agricoltura italiana sta nella sostenibilita', nella straordinaria qualita' con caratteri distintivi unici, una varieta' ed un'articolazione sul territorio che non hanno uguali al mondo", afferma il presidente della coldiretti roberto moncalvo, sottolineando che "l'expo e' una enorme occasione per ripensare a fondo il sistema di produzione e di distribuzione del cibo per perseguire a livello globale un modello di sviluppo sostenibile attento all'ambiente che garantisca un sistema di tutela sociale ed economica in grado di assicurare un futuro all'agricoltura e un cibo sicuro e accessibile a tutti, in italia e nei paesi piu' poveri". (ab)

18 maggio 2015

EXPO: COLDIRETTI E UNIVERDE METTONO IN MOSTRA L'INNOVAZIONE CHE SCONFIGGE LA CRISI

la coldiretti, in collaborazione con univerde, ha allestito una mostra su "l'innovazione made in italy che sconfigge la crisi ed aiuta il pianeta", visibile all'expo nel padiglione della confederazione per tutta la settimana della biodiversita'. "dagli agridetersivi, interamente realizzati con prodotti dell'orto per non inquinare agli 'agrivestiti' cuciti su misura partendo esclusivamente da tessuti e colori naturali e gli ecofunghi prodotti su fondi di caffe' fino al il prato pret a porter da srotolare in ogni occasione per assicurarsi senza il minimo sforzo del verde per esclusivi terrazzi" sono solo alcuni degli esempi presenti nella mostra, spiega la confederazione. "si tratta di esperienze che evidenziano la grande creativita' che offre il settore agricolo all'innovazione made in italy per battere la crisi, ma anche per vincere le grandi sfide ambientali che sono al centro delle riflessioni di expo", spiega il presidente della coldiretti roberto moncalvo. "l'agricoltura ha fatto registrare un incremento record del 7,1 per cento nel numero di occupati nell'ultimo trimestre del 2014, che e' dieci volte superiore al valore medio totale di tutti i settori", ricorda moncalvo, facendo notare che si tratta di "una situazione che evidenzia la dinamicita' del settore anche grazie ad una rinnovata capacita' di attrarre le nuove generazioni perche' consente di esprimere grande creativita' a contatto con la natura". maggiori dettagli su http://goo.gl/8X3ejz. (ab)

18 maggio 2015 

EXPO: LO STAND DELLA TOSCANA E' IL PIU' VISITATO, SOSTIENE LA REGIONE

l'affluenza allo stand della toscana all'interno di expo, secondo i dati di toscana promozione, l'agenzia della regione che ha curato la presenza della regione all'esposizione universale, e' di "oltre 1300 visitatori al giorno per un totale che supera le 20.000 persone in due settimane". ne da' notizia la regione, evidenziando che si tratta di "cifre che fanno della toscana la protagonista dell'expo per l'italia". "lo stand regionale e' infatti il piu' visitato tra quelli italiani presenti sul cardo, la strada su cui si affaccia il padiglione italia e poco distante c'e' anche lo stand della toscana", prosegue la regione, aggiungendo che "la cosa che da' maggiore soddisfazione sono i tanti commenti entusiasti lasciati sul libro firma di uno spazio regionale che ha incantato tanto gli studenti delle scolaresche in visita, quanto il pubblico straniero". (ab)

18 maggio 2015

EXPO: CONFCOOPERATIVE, QUATTRO COOPERATIVE SOCIALI ORGANIZZANO LABORATORI SU CIBO, ACQUA E AMBIENTE

le cooperative sociali santi pietro e paolo, karibu', explora museo dei bimbi e nuova era organizzano dei laboratori socio educativi all'interno del "children lab", lo spazio previsto da cascina triulza per il coinvolgimento dei bambini nelle attivita' di animazione e intrattenimento per le famiglie all'interno di expo. ne da' notizia la confcooperative, alla quale le coop sociali aderiscono, spiegando che i laboratori, destinati ai bambini tra i 4 ed i 10 anni e della durata di un'ora (tutti i giorni alle ore 11, 15 e 17), "saranno incentrati su 'nutrire il pianeta, energie per la vita', e declinati sui tre temi dell'acqua, del mangiare sano e della sostenibilita' ambientale". "il progetto e' curato da quattro cooperative sociali di federsolidarieta' confcooperative lazio dal 19 al 24 maggio, in occasione della partecipazione di confcooperative lazio al padiglione della societa' civile, a cascina triulza di cui confcooperative e' official sponsor", conclude la confcooperative. (ab)

18 maggio 2015

EXPO: OLIVERO INSEDIA FORUM AGRICOLTURA BIO CON ANABIO-CIA, FEDERBIO, AIAB, CONFAGRI

un comunicato stampa congiunto di aiab (associazione italiana agricoltura biologica), anabio-cia, associazione per l'agricoltura biodinamica, federazione di prodotto biologico e biodinamico della confagricoltura, federbio e citta' del bio rende noto che "in occasione della cerimonia di inaugurazione del padiglione del biologico e del naturale, realizzato da bologna fiere all'interno del parco tematico della biodiversita' di expo in accordo e con il contributo del mipaaf, si e' insediato il forum internazionale sull'agricoltura biologica in expo, proposto dal ministro martina". "raccogliendo l'invito del ministro - si legge nel comunicato - le organizzazioni italiane del settore partner di bologna fiere in expo (federbio, associazione per l'agricoltura biodinamica e anabio-cia) assieme a aiab, citta' del bio e alla federazione di prodotto biologico e biodinamico di confagricoltura hanno presentato gli obiettivi ed il programma di lavoro del forum, che si svolgera' lungo tutto il periodo di expo anche con incontri tematici a cui parteciperanno esperti internazionali e nazionali. il forum verra' supportato da bologna fiere, che mettera' a disposizione anche la piattaforma di sana, la principale manifestazione del settore biologico in italia, e si concludera' a fine settembre con un grande evento internazionale organizzato con il ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. il forum - prosegue il comunicato - intende dare una risposta concreta al tema di expo, nutrire il pianeta energia per la vita, mettendo a confronto le migliori competenze e esperienze di livello internazionale e nazionale per dimostrare concretamente che il modello agricolo e alimentare biologico e' l'innovazione in grado di rispondere a queste sfide in maniera efficiente e sostenibile. in questo modo il mondo del biologico intende dare sostanza alla carta di milano che pone tra i suoi obbiettivi azioni che il biologico gia' fa e di cui e' da sempre portatore sano. per questo motivo il forum sara' aperto a tutte le organizzazioni dell'agricoltura biologica e biodinamica ma anche a quelle vicine del fair trade, ambientaliste e del terzo settore, alle organizzazioni scientifiche cosi' come ai singoli ricercatori, agli agricoltori, alle imprese e anche ai lavoratori e ai cittadini che vorranno dare il loro contributo fattivo". "il fatto che l'insediamento del forum sia avvenuto alla presenza di vandana shiva, che ha promosso il suo manifesto "terra viva", testimonia la volonta' di dialogo e apertura delle organizzazioni promotrici del forum", continua il comunicato, informando che "le linee di lavoro e il programma degli incontri del forum verranno presentate a meta' giugno in una conferenza stampa all'interno del parco tematico biodiversita' di expo". "in occasione della presentazione del parco tematico biodiversita' e padiglione del biologico di expo milano 2015 martina ha annunciato alla presenza delle associazioni di settore un percorso di lavoro impegnativo del ministero sul biologico in expo, confermato dal viceministro olivero presente all'evento di inaugurazione del padiglione del biologico e insediamento del forum. oltre al forum internazionale del biologico prendera' il via anche un percorso di lavoro partecipato per la definizione di un nuovo piano d'interventi a supporto dello sviluppo del biologico italiano, che auspichiamo si possa concludere a sana. le associazioni firmatarie intendono sostenere e affiancare questo percorso, che testimonia finalmente l'impegno del governo per una nuova politica nazionale di settore, che auspichiamo possa coinvolgere anche le regioni e consentire all'italia di aumentare rapidamente le superfici coltivate a biologico per rispondere alla crescente richiesta di agricoltura sostenibile, ambiente sano e alimenti di qualita' da parte dei cittadini", conclude il comunicato. (ab)

18 maggio 2015

EXPO: CARNEMOLLA (FEDERBIO), FORUM SU BIO DIVENTI VERA RAPPRESENTAZIONE MODELLO ITALIANO

"abbiamo condiviso con bolognafiere l'obiettivo di portare il biologico all'interno di expo fin dal 2012 perche' la sfida che pone il tema di expo 'nutrire il pianeta, energia per la vita' non puo' che vedere protagonista il modello innovativo dell'agricoltura e dell'alimentazione biologica", ha detto il presidente della federbio paolo carnomolla intervenendo alla presentazione del forum internazionale sull'agricoltura biologica in expo. "la collaborazione con bolognafiere - ha proseguito il presidente - ha consentito di poter collocare questa presenza all'interno dell'unica aerea tematica agricola di expo e di poter contare sulla partecipazione delle principali imprese del settore e del ministero delle politiche agricole, creando un contesto che puo' diventare la vera rappresentazione del modello italiano di fare agricoltura e produrre alimenti anche per una popolazione che cresce". "anche per questo abbiamo scelto il luogo ideato, realizzato e gestito da bolognafiere in expo, il parco della biodiversita', per farlo diventare la sede del forum internazionale dell'agricoltura biologica che insediamo assieme a tutte le associazioni del biologico e biodinamico italiane che hanno raccolto con noi l'idea lanciata dal ministro martina per una grande iniziativa internazionale sul bio in expo", ha concluso. (ab)

18 maggio 2015

EXPO: MARCHINI (ANABIO-CIA), BIOLOGICO PRIORITA' PER SVILUPPO SOSTENIBILE AGRICOLTURA

"il futuro dell'agricoltura sta in due declinazioni: biologico e multifunzionalita'. e sono i due pilastri del modello agricolo su cui la cia fonda il modello di sviluppo sostenibile del settore primario", sottolinea la cia-confederazione italiana agricoltori in occasione della presentazione del "forum internazionale del biologico per expo 2015". "per anabio e cia il biologico e' la priorita' strategica dello sviluppo sostenibile dell'agricoltura", ha detto il presidente di anabio-cia federico marchini, intervenendo alla presentazione. "le imprese bio sono quelle maggiormente innovative, impegnate nella tutela della biodiversita', sono quelle che producono il maggior valore aggiunto ma sono anche quelle piu' orientate alla multifunzionalita' e dove si realizza una alleanza di valori tra produttore e consumatore.  e' il modello di agricoltura a cui guardiamo ma che ha bisogno anche di strumenti per crescere", ha aggiunto. cia e anabio (l'associazione nazionale delle aziende biologiche) - si legge in un comunicato - "rivendicano con forza che i psr (piani di sviluppo regionale) siano orientati all'allargamento delle coltivazioni biologiche per centrare l'ambizioso ma concretissimo obbiettivo di raddoppiare nei sette annidi vigenza della nuova pac (politica agricola comunitaria) le superfici a conduzione bio. d'altra parte il 'bio' non e' piu' una nicchia, ma e' uscito definitamente dalle 'mode' per diventare una vera abitudine di spesa, come dimostrano i dati sui consumi domestici che, dal 2007 in poi, hanno sempre fatto registrare segni positivi: +17% nel corso del 2014 e un fatturato che ammonta a 2 miliardi di euro (3,1 se si considera anche l'export). ed anche il mondo produttivo si da' da fare per rendere il segmento del biologico una delle certezze dell'agroalimentare made in italy: l'italia e' al sesto posto nella classifica mondiale per superfici dedicate e al primo in europa. in italia oggi il 9% della sau e' coltivata con metodo biologico per un totale di 1,1 milioni di ettari. e il numero degli operatori della filiera e' cresciuto del 5% nell'ultimo anno, a quota 52.383, di cui 41.513 sono produttori esclusivi. tutti, poi, con caratteristiche fortemente innovative: un'alta percentuale di donne (25%), di giovani (il 50% ha meno di 50 anni), di imprenditori agricoli aventi un livello di istruzione elevato (il 32,2% ha un diploma e il 16,8% una laurea) e con una superficie agricola utilizzata maggiore (la media aziendale del bio e' di 26 ettari contro i 7,9 delle aziende tradizionali). e tuttavia il settore ha ancora dei punti di debolezza: scarsa organizzazione della filiera e in particolare, bassa disponibilita' di centri di stoccaggio e logistica; scarsa diffusione di colture a piu' alto valore aggiunto e con forti potenzialita' di mercato interno e internazionale: ortaggi (22mila ettari), frutta (28mila ettari); agrumi (28mila ettari); vite (68mila ettari); colture industriali (16mila ettari)". "partendo da questi elementi - prosegue il comunicato - si comprende come nella proposta complessiva di expo il forum del biologico sia strategico e proprio per questo la cia si e' impegnata per la costruzione di una rete del biologico che si estrinseca nel forum. la rete comprendera' le organizzazioni rappresentative dell'agricoltura biologica e biodinamica di livello internazionale e nazionale nonche' organizzazioni che operano su temi vicini, sia in campo ambientale che del fair trade, a livello internazionale, il cui coordinamento verra' condiviso con ifoam (federazione internazionale di agricoltura biologica movimenti (ifoam) in movimento. inoltre a fianco della rete delle associazioni ne verra' costituita un'altra fatta di organizzazioni e soggetti che operano in ambito scientifico sia  della ricerca che della divulgazione a livello internazionale e nazionale. il forum ha l'ambizione di dare risposte alla sfida che e' al centro dell'esposizione universale, ovvero la capacita' del modello di agricoltura biologica di provvedere al fabbisogno alimentare, nutrizionale ed economico degli abitanti del pianeta, preservando le risorse naturali e mitigando gli effetti dell'attivita' umana sul clima". la cia "innanzitutto attraverso anabio, la propria associazione per lo sviluppo dell'agricoltura biologica e biodinamica, sara' parte attiva nel forum e organizzera' nel corso delle prossime settimane incontri ed iniziative per rendere sempre piu' centrali il biologico e la valorizzazione e tutela della biodiversita' non solo nello sviluppo agricolo, ma nel complessivo modello di sviluppo economico". "del resto dal biologico viene la spinta all'alleanza produttori consumatori, ma anche produttori-cittadini perche' dalle aziende bio dipende in larga misura la tela ambientale (anche in termini di protezione rispetto alla fragilita' dei territori) lo sviluppo di fonti di energia rinnovabili, la perpetuazione dei saperi artigiani, la protezione e promozione dei biosistemi, la valorizzazione dei territori. in una visione strategia dell'agricoltura multifunzionale", conclude la confederazione. (ab)

18 maggio 2015 

EXPO: DONNE IN CAMPO CIA E VANDANA SHIVA FANNO RIVIVERE LA CERIMONIA DELLA GRANDE MADRE

un comunicato stampa dell'associazione donne in campo della cia-confederazione italiana agricoltori rende noto che "l'agricoltura approda all'expo con donne in campo della cia. sono loro ad accompagnare vandana shiva in una cerimonia che e' al contempo simbolica e rituale (l'inaugurazione del bidiversity park, l'area che narra al mondo l'immenso patrimonio naturale dell'italia. un patrimonio che consente oggi all'agricoltura italiana e alle imprese aderenti alla cia di detenere il primato europeo delle coltivazioni biologiche. il biodiversity park realizzato da bolognafiere e di cui la confederazione italiana agricoltori e' main partner si articola in un percorso sensoriale emozionale didattico in cui e' rappresentata tutta la flora italiana (ricordiamo che l'italia con un trentesimo della superficie europea detiene il 50% della biodiversita' vegetale e il 30% di quella animale) , in un museo della biodiversita' e in uno shopping center dove i visitatori dell'expo possono acquistare i prodotti biologici e farne esperienza di degustazione. la cerimonia di inaugurazione del biodiversity park ha visto la partecipazione di duccio campagnoli, presidente bolognafiere - paolo carnemolla, presidente federbio - cinzia pagni, vice presidente vicario cia-confederazione italiana agricoltori - fabio brescacin, presidente ecornaturasi' - lucio cavazzoni, presidente alce nero - charikleia minotou, presidente ifoam agriobiomediterraneo - andrea olivero, vice ministro politiche agricole alimentari e forestali con delega all'agricoltura biologica. a seguire si e' svolta  la "cerimonia dei semi". ed e' stata questa l'occasione per ripercorrere un rito antico e riaffermare l'origine della sacralita' dell'agricoltura. si ripete quattromila anni dopo la celebrazione della grande madre in un contesto di assoluta contemporaneita' qual e' l'expo a significare che l'agricoltura e' il filo di continuita' dell'esistenza e dell'evoluzione dell'uomo in rapporto  con la natura. vandana shiva presidente navdanya international "il manifesto terra viva e l 'agricoltura biologica" dopo la sua prolusione incentrata sul tema "la biodiversita' nelle mani delle donne"  ha messo a dimora nella terra del biodiversity park alcuni semi rari. con lei ci saranno le donne in campo della cia. saranno mara longhin  presidente nazionale di donne in campo cia, serena giudici coordinatrice nazionale, barbara fidanza presidente donne in campo liguria, renata lovati presidente donne in campo della  lombardia e chiara nicolosi coordinatrice della lombardia, daniela vannelli, vice presidente di donne in campo della toscana e anna maria dini coordinatrice toscana, pina terenzi presidente di donne in campo del  lazio, gea turco presidente di donne in campo della sicilia e mara baldo presidente di donne in campo trentino a mettere a dimora semi che arrivano dalle loro regioni. questa cerimonia collettiva ha inteso mettere in luce come alle donne sia affidato il futuro dell'agricoltura sostenibile in un segno di continuita' con il passato. come sottolinea la cia, "questa e' l'occasione per far risaltare il protagonismo delle imprenditrici agricole. l'agricoltura e' il settore dove le donne trovano maggiore spazio per fare impresa ma sappiamo anche che l'impresa al femminile e' quella che produce maggiore valore aggiunto e contemporaneamente che ha cicli produttivi piu' sostenibili. le nostre "donne in campo"  sono oggi al vertice delle fattorie didattiche, degli agriturismo, ma anche al vertice delle imprese piu' fortemente orientate al biologico, alla difesa delle colture rare, alla promozione e valorizzazione dell'agricoltura multiruolo e dell'agricoltura custode. ripetere all'expo il rito della emina e' il gesto attraverso il quale rivendicare che la fertilita', la vita, il rapporto con il naturale sono nelle mani delle donne e si coltivano con le mani delle donne. e il frutto di questo lavoro e' un futuro piu' armonico per l'umanita'. l'expo si e' data per parola d'ordine "nutrire il pianeta energia per la vita", ebbene domani nell'area del biodiversity park si compie il piu' autentico degli atti che servono proprio a questo: il mettere a dimora da parte delle donne nuova vita che e' la perpetuazione della vita stessa". ma la cerimonia di cui sono protagoniste donne in campo insieme con vandana shiva e' stata anche l'occasione per rivendicare la centralita' dell'impresa femminile in agricoltura. basti dire che ben il 9% delle imprenditrici, infatti, opera nel settore primario, a fronte di una quota che tra gli uomini si ferma 6,6%.. anche negli anni della crisi il trend di nuove imprese agricole avviate da donne e' crescente: sono aumentata in cinque anni di quasi il 13 per cento compensando gli abbandoni. e vi e' una particolarita': le imprese condotte da donne sono le piu' creative, quelle dove i criteri gestionali sono piu' manageriali. il tratto di marcata modernita' delle imprese agricole femminili e' dato dalla spiccata multifunzionalita'. in particolare, la multifunzionalita' si concretizza nelle aziende gestite dalle donne in alcuni ben precisi ambiti, specialmente quelli piu' innovativi per il settore, come ad esempio le fattorie didattiche (fatte 100 le imprese agricole con fattorie didattiche annesse, 33,6 hanno un capo azienda donna), gli agriturismi (32,3), le attivita' ricreative e sociali (31,1) e la prima trasformazione dei prodotti vegetali (29,2), mentre non e' affatto radicata la tendenza a svolgere lavoro per conto terzi (7,8), sistemazione di parchi e giardini (11,1) o produzione di energie rinnovabili (16,3). la produzione media dell'impresa agricola condotta da una donna risulta superiore a quella facente capo ad un uomo (28 mila e 500 euro nel 2011 contro circa 24 mila e 800 euro); ma lo scarto aumenta vertiginosamente se si considerano le aziende multifunzionali. in conclusione l'agricoltura al femminile produce piu' valore, e' multifunzionale, e' innovativa, e' orientata al bio e a tutto tondo esprime il valore dell'agricoltura custode. esattamente quel valore che e' rappresentato in expo dal biodiversity park", conclude il comunicato. (ab)

18 maggio 2015

EXPO: IL 18 MAGGIO MONCALVO E PECORARO SCANIO RICORDANO I 10 ANNI DELLA LEGGE DI ORIENTAMENTO

lunedi' 18 dalle ore 10:00 al padiglione coldiretti ad expo si svolgera' un convegno dedicato al compleanno della legge di orientamento (228/2001). ne parleranno il presidente di coldiretti roberto moncalvo ed il presidente di fondazione univerde alfonso pecoraro scanio, ai tempi dell'approvazione della legge ministro dell'agricoltura. sara' anche presentato un focus sul commercio globale e l'agricoltura multifunzionale.

15 maggio 2015 

EXPO: CONAF, WORLD ASSOCIATION OF AGRONOMISTS ORGANIZZA GLI "ITINERARI DELLA FATTORIA GLOBALE"

la world association of agronomists, partecipante della societa' civile ad expo 2015 con il padiglione la fattoria globale del futuro, promuove una "esperienza unica ed originale" all'interno dell'esposizione universale, grazie alla quale sara' possibile vistare i padiglioni "accompagnati da un agronomo, che evidenziera' le curiosita' e gli aspetti agronomici dell'agricoltura dei paesi partecipanti. ne da' notizia il consiglio dell'ordine nazionale dei dottori agronomi e dottori forestali, precisando che a partire dal 18 maggio, ogni lunedi', mercoledi' e venerdi' per tutta la durata di expo, si terranno visite programmate su prenotazione che comprendono le attivita' dimostrative sul tema della giornata, il tour tematico del padiglione con il relativo kit e visite ad altri sette padiglioni expo accompagnati da due agronomi e forestali professionisti. "maggio sara' il mese delle fattorie europee - mediterranean farm e saranno illustrati i padiglioni italia, francia e spagna dal punto di vista agronomico secondo gli indicatori previsti dal progetto waaforexpo: biodiversita' e miglioramento genetico; sostenibilita' e produttivita'; sviluppo ed identita' locale; alimentazione e scarti alimentari; cultura progettuale e responsabilita' sociale; cambiamenti climatici e territorio di produzione", spiega il conaf. la partenza delle visite sara' alle ore 11:00 (fino alle 17) dal padiglione 'la fattoria globale' (pad.142 mappa expo - area ne 12). info e prenotazione su http://expo.worldagronomistsassociation.org. (ab)

15 maggio 2015 

EXPO: CREMONINI, GIOVEDI' INCONTRO SU FILIERA BOVINA INTEGRATA E SOSTENIBILE, CON SCORDAMAGLIA

giovedi' 21 maggio, dalle ore 11:30 nel padiglione "cibus e' italia" all'expo, si terra' una conferenza stampa sul tema "presentazione della filiera bovina integrata e sostenibile: un modello esportabile", patrocinato dal mipaaf e promosso dal gruppo cremonini, che partecipa all'esposizione universale di milano con le societa' controllate inalca, italia alimentari e inalca food&beverage. ne da' notizia un comunicato, informando che all'incontro interverranno l'amministratore delegato di inalca luigi scordamaglia, ed il responsabile relazioni esterne gruppo cremonini claudia cremonini. (ab)

15 maggio 2015

EXPO: AL VIA DA DOMANI LE INIZIATIVE

DELL'UNIONE EUROPEA

http://goo.gl/m7VkUK

7 maggio 2015 

EXPO: PETRINI 19 MAGGIO INAUGURA

PADIGLIONE SLOW FOOD

http://goo.gl/CVRPAF

7 maggio 2015  

EXPO: CONAF, 14/05 INAUGURAZIONE FATTORIA

GLOBALE DEL FUTURO 2.0, CON SISTI

http://goo.gl/sMxFSf

 7 maggio 2015  

EXPO: COLDIRETTI, DA SABATO IN MOSTRA

LA "TOP TEN DELLA PUZZA CHE PIACE"

http://goo.gl/aw28cu

 7 maggio 2015  

EXPO: COLDIRETTI, DA DOMANI IN

VENDITA L'AZALEA DELLA RICERCA

http://goo.gl/cEiriX

 7 maggio 2015  

EXPO: COLDIRETTI LOMBARDIA PRESENTA SABATO

PRIMA RETE ORTI CITTA' METROPOLITANA

http://goo.gl/TQoPHX

7 maggio 2015   

EXPO: LA COLDIRETTI BRESCIA PROPONE

RICETTE E MENU' TIPICI DELLA PROVINCIA

http://goo.gl/qq4xgj

7 maggio 2015  

EXPO: MONCALVO (COLDIRETTI) PARTECIPA AD

INAUGURAZIONE "NO FARMERS NO PARTY"

http://goo.gl/3lLWzf

4 maggio 2015

EXPO: MESSAGGIO DEL PRESIDENTE

DELLA CONFAGRICOLTURA GUIDI

http://goo.gl/MO01vc

4 maggio 2015

EXPO: PRESIDENTE CONFCOOPERATIVE GARDINI, IN 10 ANNI

GAP TRA DOMANDA E OFFERTA DI CIBO SI ACUIRA' DEL 20%

http://goo.gl/qtO2gF

4 maggio 2015

EXPO: UNACOMA, MACCHINE AGRICOLE PER FILIERE DI QUALITA'

ALLA GRANDE KERMESSE DI MILANO CON VARIE INIZIATIVE

http://goo.gl/4UOi79

4 maggio 2015

EXPO: COPAGRI ALLA CERIMONIA INAUGURALE CON VERRASCINA,

CAVALIERE, RANALDI, SERPILLO. PARTE LOVE.IT

http://goo.gl/agKWVS

4 maggio 2015

EXPO: SABATO 23 MAGGIO INAUGURAZIONE UFFICIALE "VINO-A

TASTE OF ITALY", CON MINISTRI, AMBASCIATORI E IMPRENDITORI

http://goo.gl/Eo9BLz

4 maggio 2015 

EXPO: LA TOSCANA PER 6 MESI

AI CHIOSTRI DELL'UMANITARIA

http://goo.gl/WCwLCx

4 maggio 2015

EXPO: ZACCAGNINI (SEL) ADERISCE

A MANIFESTO "TERRA VIVA"

4 maggio 2015

EXPO: DOMANI NEL PADIGLIONE COLDIRETTI

GLI EFFETTI DEL SURRISCALDAMENTO

4 maggio 2015

EXPO: PRESENTE ANCHE IL CONSORZIO

TERREPADANE

4 maggio 2015