ANZIANI: ANPA CONFAGRICOLTURA, PER EMERGENZA SERVE UN PIANO NAZIONALE

(riproduzione riservata)

“in italia la popolazione anziana continua ad aumentare e mancano gli strumenti adatti per attuare una strategia nazionale vincente. occorre tutelare diritti, garantire assistenza domiciliare, evitare la marginalizzazione sociale e investire sull’invecchiamento attivo. la presentazione di monsignor paglia al premier DRAGHI della carta dei diritti degli anziani e dei doveri della societa’ e’ un primo, importantissimo, passo avanti per tutelare questa fascia di eta’, spesso piu’ fragile e dimenticata, tocca ora premere sull’acceleratore”, afferma angelo SANTORI, segretario dell’anpa, l’associazione che riunisce i pensionati di confagricoltura. “sulla questione terza eta’, per l’associazione occorre muoversi subito, evitando che questa emergenza diventi un problema endemico e irrisolvibile. a livello europeo, secondo una classifica redatta dall’united nations economic commission for europe, siamo solo al 17 posto per l’invecchiamento attivo. diventa quindi prioritario adottare subito una strategia ‘win win’ per consentire al nostro paese di arrivare preparati al 2030, quando – secondo le proiezioni – gli over 65 saranno 20 milioni e 1 italiano ogni 12 sara’ anziano e non autosufficiente”, sottolinea l’anpa. “dobbiamo essere capaci di cogliere tutte le opportunita’ del pnrr e accreditare, sostenendolo, il passaggio da una dimensione essenzialmente privata dell’assistenza ad un suo effettivo riconoscimento sociale, effettuando i conseguenti investimenti. Occorre puntare sulle cure domiciliari per le persone che hanno necessita’ di assistenza a lungo termine, per i disabili o i non autosufficienti, cosi’ come aumentare il numero dei geriatri. solo cosi’ riusciremo a colmare il gap del grave ritardo strutturale italiano sui servizi domiciliari agli anziani e sul riconoscimento dei caregiver”, conclude SANTORI.