COLLINE PROSECCO UNESCO: MONTEDORO, CONTRO IL PROSEK IL PAESE FA SISTEMA

(riproduzione riservata)

“oggi un’altra iniziativa di respiro nazionale che porta le colline del prosecco di conegliano e valdobbiadene al centro dell’attenzione. la sensibilita’ che dimostrano le istituzioni verso il tema della tutela di un territorio oggi patrimonio dell’umanita’ e’ la conferma che il sistema paese ha compreso quanto sia fondamentale valorizzare insieme cio’ che il mondo ci invidia. in particolare quando parliamo delle nostre colline, parliamo di un paradigma di biodiversita’, di una viticoltura in gran parte eroica e sempre attenta alla sostenibilita’, di cultura, di arte e di tradizioni che affondano le radici nella ruralita’ del veneto. valorizzare in sinergia questi patrimoni e’ oggi conditio sine qua non per difendere cio’ che rende distintivo e competitivo il nostro made in italy a livello internazionale”, ha dichiarato marina MONTEDORO, presidente dell’associazione per il patrimonio delle colline del prosecco di conegliano e valdobbiadene, intervenuta a roma alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “sinergia tra enti per diffondere la cultura del prosecco in italia e nel mondo e delle colline di conegliano valdobbiadene patrimonio dell’umanita’”, voluta dal presidente della commissione agricoltura del senato gianpaolo VALLARDI (lega). alla conferenza sono intervenuti, tra gli altri: il sottosegretario mipaaf gian marco CENTINAIO; il direttore generale mipaaf giuseppe AMBROSIO; i rappresentanti dei consorzi di tutela del prosecco.