COMMISSIONE EUROPEA: PREVISIONI ECONOMICHE ESTATE 2022, GUERRA DELLA RUSSIA PEGGIORA LE PROSPETTIVE

(riproduzione riservata)

“la guerra di aggressione della russia nei confronti dell’ucraina continua a ripercuotersi negativamente sull’economia dell’ue, avviandola su un percorso di crescita piu’ bassa e inflazione piu’ elevata rispetto a quanto indicato nelle previsioni di primavera. stando alle previsioni economiche (intermedie) di estate 2022, l’economia dell’ue dovrebbe registrare una crescita del 2,7% nel 2022 e dell’1,5% nel 2023. la crescita nella zona euro dovrebbe attestarsi al 2,6% nel 2022, per poi scendere all’1,4% nel 2023. si prevede che l’inflazione media annua raggiunga i massimi storici nel 2022, attestandosi al 7,6% nella zona euro e all’8,3% nell’ue, per poi scendere rispettivamente al 4,0% e al 4,6% nel 2023”, ha reso noto oggi la commissione europea che ha pubblicato le previsioni economiche dell’ estate 2022. paolo paolo GENTILONI (pd), commissario per l’economia, ha dichiarato: “l’invasione non provocata dell’ucraina da parte della russia continua a provocare shock nell’economia mondiale. le azioni di mosca stanno perturbando l’approvvigionamento di energia e cereali, facendo salire i prezzi e indebolendo la fiducia. in europa lo slancio della riapertura delle nostre economie e’ destinato a sostenere la crescita annua nel 2022, ma per il 2023 abbiamo rivisto notevolmente al ribasso le nostre previsioni. si prevede che l’inflazione record raggiunga un picco nel corso di quest’anno e diminuisca gradualmente nel 2023. poiche’ l’andamento della guerra e l’affidabilita’ delle forniture di gas non sono noti, questa previsione e’ soggetta a un’elevata incertezza e a rischi di revisione al ribasso. per navigare in queste acque agitate, l’europa deve dimostrare leadership: solidarieta’, sostenibilita’ e sicurezza sono le tre parole che devono definire le nostre politiche”.